Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 18 novembre 2017

Accordo ad alta quota tra Genova e Parigi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

air franceIl Gruppo Air France-KLM ha siglato con Porto Antico di Genova S.p.A. un accordo di collaborazione volto a promuovere la destinazione Genova all’interno del network internazionale dell’importante gruppo aereo europeo. Alla firma erano presenti Jerome Salemi, Direttore Generale di Air France-KLM per i paesi dell`East Mediterranean, Giorgio Mosci e Alberto Cappato, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Porto Antico di Genova S.p.A.L’Aeroporto di Genova, che da sempre è un affidabile partner delle aziende del territorio genovese, ha accolto con entusiasmo questa iniziativa che conferma l’aumentato interesse per Genova da parte dei vettori aerei.Un’occasione importante per la città, che conferma la propria vocazione turistica e la crescente attenzione da parte di partner di prestigio anche in considerazione del fatto che i turisti francesi rappresentano per Genova il primo mercato in termini di presenze ormai da due anni.
La compagnia franco-olandese, infatti, che a Genova è presente con 20 voli settimanali da e per Parigi e Amsterdam, manifesta con questo accordo il proprio vivo interesse nei confronti del capoluogo ligure e ne riconosce l’attrattività nei confronti dei viaggiatori internazionali in tutte le stagioni.
L’accordo, nato grazie alla collaborazione con Aeroporto di Genova, vede Porto Antico in qualità di promotore di accordi bilaterali con alcune delle più importanti strutture culturali e di intrattenimento della città. In tale ambito, anche l’Acquario di Genova e La città dei bambini e dei ragazzi collaboreranno con il gruppo aereo AIR FRANCE – KLM per offrire vantaggi dedicati alla propria clientela che saranno oggetto di una specifica promozione sul mercato francese.
Una presenza di Air France-KLM sempre più importante in città e che sarà visibile anche sulle gondole della nuova ruota panoramica inaugurata da pochi giorni al Porto Antico e che sarà presente fino a fine febbraio. I visitatori della ruota panoramica potranno godere della vista sulla città da 45 metri di altezza e verranno omaggiati di un codice sconto Air France-KLM che permetterà loro di volare verso centinaia di destinazioni in tutto il mondo partendo dall’aeroporto di Genova.
Il protocollo d’intesa prevede inoltre un’importante collaborazione business to business con accordi per favorire la realizzazione di iniziative aziendali presso il Centro Congressi dei Magazzini del Cotone, che con le sue sale attrezzate, i moduli espositivi e lo scenografico Auditorium ben si presta ad ospitare convention ed eventi per la rete dei clienti business della compagnia aerea.
Il Gruppo Air France-KLM offre da Genova due voli al giorno per Parigi-Charles de Gaulle e sei voli settimanali per Amsterdam Schiphol. Tutti i voli offrono ai passeggeri in partenza dal Cristoforo Colombo comode coincidenze per decine di destinazioni in tutto il mondo. Il Gruppo Air France-KLM offre numerosi benefici ai passeggeri in partenza da Genova: parcheggio gratuito per i passeggeri in possesso della tessera frequent flyer Flying Blue Platinum e Gold, accesso gratuito alla Genova lounge dell`aeroporto e percorso fast track per i passeggeri delle aziende BlueBiz, il programma di Air France-KLM e Delta Airlines per le piccole e medie imprese.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Empagliflozin riduce il rischio di mortalità per cause cardiovascolari

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

Boehringer IngelheimIngelheim, Germania e Indianapolis, Indiana (Stati Uniti), 14 novembre 2017 – Nuovi risultati dimostrano che empagliflozin ha ridotto il rischio di mortalità per cause cardiovascolari rispetto a placebo, quando aggiunto a trattamenti terapeutici standard, in adulti con diabete di tipo 2 e arteriopatia periferica. Questi risultati di un’analisi post-hoc dello studio cardine EMPA-REG OUTCOME® sono stati resi noti da Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company (NYSE: LLY) in una presentazione orale al Congresso 2017 dell’American Heart Association (AHA) ad Anaheim, California, e contemporaneamente pubblicati nell’edizione online di Circulation, la rivista scientifica dell’AHA.
Circa un diabetico su tre di età superiore ai 50 anni è affetto da arteriopatia periferica, ovvero restringimento del lume delle arterie che trasportano il sangue dal cuore agli arti superiori e inferiori, dovuto ad accumulo costituito da placca aterosclerotica. L’arteriopatia periferica può mettere a serio rischio la vita di una persona, quando l’ostruzione riduce considerevolmente l’afflusso di sangue, con conseguente danno agli arti e possibile danno ad organi vitali come cuore, reni e cervello.3 Se non viene adeguatamente gestita, l’arteriopatia periferica può portare all’amputazione degli arti o di parte di essi, e può comportare ricovero, disabilità e mortalità.All’avvio dello studio, il 21% degli oltre 7.000 partecipanti erano affetti da arteriopatia periferica. L’analisi di questa popolazione di pazienti ha rivelato che, rispetto a placebo, empagliflozin, quando aggiunto ai trattamenti standard:
ha ridotto il rischio di mortalità per cause cardiovascolari del 43%;
ha ridotto la mortalità per qualsiasi causa del 38% e i ricoveri per scompenso cardiaco del 44%;
ha ridotto il rischio per l’endpoint composito di mortalità per cause cardiovascolari, infarto non-fatale o ictus non-fatale del 16%;
ha ridotto l’insorgenza o il peggioramento di nefropatia del 46%;
globalmente gli effetti cardiovascolari e renali osservati in pazienti con arteriopatia periferica sono stati in linea con i risultati precedentemente riferiti per la popolazione complessiva dello studio EMPA-REG OUTCOME®. Complessivamente gli effetti collaterali, e gli effetti collaterali gravi, sono risultati sovrapponibili nei gruppi in terapia con empagliflozin e con placebo in soggetti con o senza arteriopatia periferica. Nei soggetti con arteriopatia periferica ci sono state amputazioni agli arti inferiori nel 5,5% di quelli trattati con empagliflozin e nel 6,3% di quelli che hanno ricevuto placebo. Nei soggetti senza arteriopatia periferica si sono avute amputazioni agli arti inferiori nello 0,9% di quelli trattati con empagliflozin e nello 0,7% di quelli che hanno ricevuto placebo. “Attraverso continue analisi dei dati di EMPA-REG OUTCOME® miglioriamo le nostre conoscenze su come empagliflozin può aiutare un ampio setting di soggetti che convivono con il diabete di tipo 2 e le sue complicanze” – ha dichiarato il Dottor Georg van Husen, Corporate Senior Vice President, Responsabile Area Terapeutica CardioMetabolica, Boehringer Ingelheim – “I risultati pubblicati e presentati al Congresso AHA dimostrano che empagliflozin ha ridotto il rischio di mortalità per cause cardiovascolari e di patologia renale in questa popolazione ad alto rischio, composta da soggetti con diabete di tipo 2 e arteriopatia periferica”.
Nel mondo ci sono più di 415 milioni di diabetici e le stime indicano che in 193 milioni di questi la malattia non è diagnosticata.5 Si prevede che questo numero crescerà fino a 642 milioni di persone entro il 2040.5 Il diabete di tipo 2 è la forma più diffusa di diabete, con una percentuale che arriva sino al 91% di tutti i casi nei Paesi ad alto reddito.5 È una malattia cronica che insorge quando l’organismo non è più in grado di produrre o utilizzare adeguatamente l’insulina.
Gli elevati livelli di glicemia, l’ipertensione e l’obesità associate al diabete aumentano il rischio di sviluppare malattia cardiovascolare, che è la principale causa di mortalità associata al diabete.6,7 Il rischio di sviluppare malattia cardiovascolare è due-quattro volte superiore nei diabetici rispetto ai non diabetici.7 Nel 2015 il diabete ha causato 5 milioni di morti nel mondo, dei quali la malattia cardiovascolare è stata la causa principale.5,7 Circa il 50% della mortalità in soggetti con diabete di tipo 2 nel mondo è dovuta a malattia cardiovascolare.8,9
Per un uomo di 60 anni, avere una storia di diabete può ridurre l’aspettativa di vita di ben sei anni rispetto a un non-diabetico, ed essere un diabetico con storia di infarto o ictus all’età di 60 anni può ridurre l’aspettativa di vita addirittura di 12 anni, rispetto a chi non si trova in queste condizioni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Gianni Piacentino

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

gianni piacentinoRoma, Galleria Mucciaccia Largo della Fontanella di Borghese 89 Giovedì 23 novembre 2017, alle ore 18.30 alla Galleria Mucciaccia verrà inaugurata la mostra personale di Gianni Piacentino con oltre trenta opere in mostra dal 1966 ai giorni nostri, un’occasione unica per incontrare il lavoro di questo autore, una delle figure più interessanti e uniche del panorama artistico internazionale, che segue le sue recenti antologiche museali al Centre d’Art Contemporain di Ginevra (2013) e alla Fondazione Prada di Milano (2015-2016).
La mostra, aperta al pubblico fino al 15 gennaio 2018, traccia il percorso di Piacentino non in senso puramente cronologico, quanto piuttosto secondo una chiave di lettura che lo stesso artista offre del proprio lavoro, scegliendo di intrecciare lavori storici e recentissimi, a sottolineare gli elementi di continuità nella sua opera, ma anche di specificità dei singoli momenti e periodi.
Novità assoluta, presentata al pubblico per la prima volta in questa occasione, sono i recentissimi lavori METALLIC, che rivisitano i monocromi del 1965 in colori metallici sempre di origine industriale, e TRANS-CHROME, nei quali l’artista riprende forme, dimensioni e colorazioni di sue opere storiche degli anni 1966-67, modificandone però le cromie attraverso una particolare tecnica di lavorazione delle superfici, con una finitura cromo trasparente che li attualizza in inedite luminosità cangianti.
Queste opere evidenziano una sorta di cortocircuito temporale tra classicità e contemporaneità: secondo una visione che egli stesso definisce di “auto-manierismo”, Piacentino lavora sul colore come materia concreta, innestandovi i suoi caratteristici trattamenti e procedimenti altamente tecnologici, direttamente ispirati all’estetica e alla lavorazione industriale. Ne risulta così un inedito virtuosismo luministico, che richiama esplicitamente grandi maestri del passato, dai fondi oro delle icone bizantine, ai morbidi velluti di Tiziano, ai riflessi del celebre orecchino di perla di Vermeer, che Piacentino traduce in termini contemporanei nel linguaggio aniconico delle sue opere.
Tra le opere degli anni Sessanta presenti in mostra, si segnala in particolare YELLOW-OCHRE FENCE OBJECT (1967-68), che venne esposta nella storica mostra “Arte povera” alla Galleria De’ Foscherari di Bologna nel 1968.
La mostra è anche una rara occasione per vedere un numero rilevante di opere pittoriche di Piacentino, esposte in dialogo con le sue più note sculture: anche in questo caso alcuni lavori riprendono in una chiave di indagine luministica, con i nuovi colori metallici, iconografie legate ai celebri cicli dei “velivoli”, ispirati negli anni Settanta ai Fratelli Wright, che costruirono il primo aereo capace di volare (1903), e negli anni Ottanta agli idrovolanti delle transvolate atlantiche di Italo Balbo.
La mostra è accompagnata da una monografia bilingue (Cambi editore), a cura di Francesca Pola, la cui copertina è stata ideata appositamente dall’artista. Include un’ampia antologia critica che rende conto della precoce e ininterrotta fortuna internazionale dell’opera dell’autore, le riproduzioni di tutte le opere esposte e un ricco apparato di contestualizzazione, articolato tra disegni, progetti, foto biografiche e di repertorio, allestimenti storici, cataloghi, inviti e altri documenti di varia natura.
Note biografiche:
Nato a Coazze (To) nel 1945, Gianni Piacentino esordisce alla metà degli anni Sessanta nel gruppo dell’Arte Povera che abbandona presto per dedicarsi alla realizzare prototipi di curiosi veicoli a due e a tre ruote con materiali industriali, sculture dalle forme geometriche essenziali realizzate in legno plastificato e verniciato e sviluppando, parallelamente, un’originale idea di pittura.
I suoi lavori sono stati esposti in Europa fin dal 1966 in spazi pubblici quali il Palais des Beaux Arts, Brussels, il Centro de Arte Reina Sofia, Madrid; la Galleria d’Arte Moderna di Bologna e Palazzo delle Esposizioni a Roma; la National Galerie di Berlino, Gesellschaft für Aktuelle Kunst a Bremen e il Museum am Ostwall a Dortmund; PS1 a New York oltre a numerose gallerie private. Nel 1977 è stato invitato a partecipare a Documenta 6 e nel 1993 alla XLV Biennale di Venezia. I suoi lavori fanno parte delle collezioni permanenti della Galleria d’Arte Moderna di Torino e del museo di Reggio Emilia, del Power Institute of Fine Arts di Sidney (Australia), della National Galerie di Berlino e del Neuen Museums Weserburg, Bremen. (Apertura al pubblico: 24 novembre 2017 – 15 gennaio 2018 Orari: dal lunedì al sabato 10.00 – 19.30; domenica chiuso Apertura straordinaria: domenica 10 e domenica 17 dicembre Chiuso: 8 – 24 – 25 – 26 – 31 dicembre, 1° – 6 – 7 gennaio)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2 nuovi voli settimanali da Roma verso l’isola di Cipro

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

20900889_858457774341370_7773981670932508869_oLarnaka. A partire dal prossimo 11 dicembre, la compagnia Tus Airways, aprirà la nuova tratta Roma – Larnaka. Con due voli settimanali, in partenza da Fiumicino, il lunedì e il venerdì, la compagnia collegherà il Bel Paese con l’isola di Afrodite in maniera continuativa per tutto l’anno.La partenza dei voli è schedulata per le ore 15.45 da Roma e per le ore 12.30 da Larnaka.Molto vantaggiosi i prezzi. Infatti, il biglietto parte da 80 euro per il Roma – Larnaka e 70 euro per il Larnaka – Roma, e include i servizi di bordo – pasti e bevande calde – e un bagaglio a mano sino a 8 kg. di peso. I nuovi collegamenti verranno effettuati con aeromobili Fokker 100.I biglietti potranno essere acquistati in agenzia di viaggio o, direttamente, sul sito della compagnia http://www.tusairways.com
Fondata due anni fa, la Tus Airways, ha come obiettivo il collegamento di Cipro con i paesi del Mediterraneo orientale e dell’Europa, attraverso frequenti voli, con comodi orari di partenza, ottimo comfort a bordo (da qui la scelta del Fokker 100) e – non ultimo – un eccellente servizio a prezzi competitivi. La compagnia prevede di operare nel 2018 verso 16 differenti destinazioni. “Siamo davvero molto contenti di poter annunciare questo nuovo collegamento aereo” – ha dichiarato Christos Tsiakas, direttore dell’Ente Nazionale per il Turismo di Cipro. La nostra destinazione, necessitava, vista la sempre maggiore richiesta da parte degli italiani, di un incremento dei voli verso Larnaka.” Non possiamo che accogliere la notizia dei due nuovi voli con grande soddisfazione, certi che questo incrementerà ancora di più il numero dei viaggiatori Italiani che sceglieranno l’isola di Cipro quale meta per una vacanza o anche solo per un long-weekend.”

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Potere della Comunicazione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

potere comunciazioneMonza. Martedì 21 novembre 2017, in occasione della Giornata mondiale della televisione, a Monza, la sede dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e Brianza, in via Lario 15, alle ore 14.30, ospiterà l’evento “Oltre gli ostacoli: il potere della comunicazione tra professione, parità di genere, etica e sostenibilità”.
L’evento è organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e Brianza, con il patronato di Regione Lombardia e il patrocinio del Comune di Monza.Alla presenza di molte Autorità, porgeranno i saluti iniziali: Federico Ratti, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e Brianza, Dario Allevi, Sindaco Comune di Monza, Fabrizio Sala, Vice Presidente Regione Lombardia.Moderati dal presidente del Comitato Pari opportunità dell’Ordine, Barbara Russo, interverranno: i giornalisti Magdi Cristiano Allam, Monica Gasparini, l’attrice Francesca Cavallin, la digital HR strategist Francesca Parviero, il docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Francesco Lenoci, l’avvocato penalista Raffaele Della Valle. La Comunicazione di cui si parlerà non è solo quella unidirezionale, in cui si sente o si legge una notizia, ma del suo potere, di ciò che sta sotto la notizia, di ciò che giunge a chi ascolta, perché la comunicazione non è quello che diciamo, bensì quello che arriva agli altri. Ed è per questo che assumono rilevanza non solo i contenuti, cioè le informazioni, ma anche il sistema di valori, i pregiudizi, i vissuti personali, gli stili comunicativi dei soggetti che interagiscono tra loro. Anche e soprattutto nella professione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Leaders delle Nazioni Unite fanno appello per una revoca immediata del blocco umanitario in Yemen

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

unicef1ROMA/GINEVRA/NEW YORK – “Anche se la coalizione militare a guida saudita ha in parte revocato il recente blocco allo Yemen, la chiusura di gran parte degli accessi via aerea, via mare e via terra sta peggiorando di molto una situazione già catastrofica. Lo spazio e l’accesso di cui abbiamo bisogno per consegnare l’assistenza alimentare sono soffocati, e sono in pericolo le vite di milioni di bambini e di famiglie vulnerabili. Insieme, facciamo un altro appello urgente alla coalizione affinché permetta l’ingresso di rifornimenti salva-vita in Yemen in risposta a quella che è, ora, la peggiore crisi umanitaria al mondo. I rifornimenti, che includono medicine, vaccini e cibo, sono essenziali per combattere malattie e morte per fame. Senza di essi, migliaia e migliaia di vittime innocenti non sopravviveranno, e tra di loro ci sono moltissimi bambini.Oltre 20 milioni di persone, inclusi oltre 11 milioni di bambini, hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria. Almeno 14,8 milioni di persone mancano di assistenza medica di base e l’epidemia di colera ha causato oltre 900.000 casi sospetti.Circa 17 milioni di persone non sanno se mangeranno domani e 7 milioni sono totalmente dipendenti dagli aiuti alimentari. La malnutrizione grave acuta sta minacciando le vite di almeno 400.000 bambini. Con lo scarseggiare dei rifornimenti, salgono alle stelle i prezzi alimentari, mettendo altre migliaia ancora di persone a rischio.Anche con una revoca parziale del blocco, il World Food Programme stima che ulteriori 3,2 milioni di persone soffriranno la fame. Senza cure, 150.000 bambini malnutriti potrebbero morire nei prossimi mesi. Privare così tante persone dei principali mezzi di sopravvivenza è un atto immorale e una violazione del diritto umanitario.Si ha un bisogno disperato di carburante, di medicine e di cibo – il cui ingresso nel paese è al momento bloccato – se si vogliono proteggere le vite umane. Senza carburante, smetteranno di funzionare la catena del freddo dei vaccini, i sistemi di rifornimenti idrici e gli impianti di trattamento delle acque reflue. E senza cibo e acqua pulita, la minaccia della carestia cresce di giorno in giorno.
Stiamo già assistendo alle conseguenze umanitarie del blocco: la difterite si sta diffondendo rapidamente con 120 casi diagnosticati e 14 morti – per lo più bambini – nelle ultime settimane. Abbiamo vaccini e medicinali in transito verso lo Yemen, ma il loro accesso nel paese è bloccato. Almeno un milione di bambini rischiano ora di contrarre la malattia.“La più vasta epidemia di colera al mondo sta riducendosi e il numero di nuovi casi è diminuito per l’ottava settimana consecutiva dopo il picco degli oltre 900.000 casi sospetti. Se l’embargo non sarà revocato, il colera tornerà a riacutizzarsi.Tutti i porti del paese, compresi quelli nelle aree controllate dall’opposizione, devono essere riaperti senza indugio. Questo è l’unico modo per le navi noleggiate dalle Nazioni Unite di consegnare il vitale carico umanitario di cui la popolazione ha bisogno per sopravvivere. I voli del Servizio Aereo Umanitario delle Nazioni Unite – in entrata e in uscita dallo Yemen – devono ricevere immediatamente l’autorizzazione a riprendere le operazioni. Lo staff delle Nazioni Unite in servizio in Yemen non ha potuto spostarsi, nemmeno in caso di assistenza medica urgente.”Il tempo stringe e le scorte di medicinali, cibo e altri aiuti umanitari stanno esaurendosi. Il costo di questo blocco viene misurato nel numero di vite perse. “Se qualcuno di noi, nella propria quotidianità, vedesse una bambina in pericolo di vita, non cercherebbe di salvarla? In Yemen, si tratta di centinaia di migliaia di bambini, se non di più. Abbiamo cibo salvavita, medicine e rifornimenti necessari a salvarli, ma dobbiamo avere l’accesso che, al momento, viene negato.”A nome di tutti coloro le cui vite sono in pericolo imminente, ribadiamo il nostro appello a consentire l’accesso umanitario in Yemen senza ulteriori ritardi.”
Il WFP è la più grande agenzia umanitaria che combatte la fame nel mondo fornendo assistenza alimentare in situazioni di emergenza e lavorando con le comunità per migliorare la nutrizione e costruire la resilienza. Ogni anno, il WFP assiste una media di 80 milioni di persone in circa 80 paesi.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella establishes fund manager Catella Residential Investment Management

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

stoccolmaBirger jarlsgatan 6, Stockholm, 10240 Sverige. Since January 2016 Catella Real Estate AG built up a strong team of residential portfolio managers in Berlin, led by Xavier Jongen and Michael Keune. The team manages two mutual property funds and three special property funds. The total invested capital in the five funds amounts to EUR 1.3 billion and so far the funds have made investments in 8 countries in Europe; Germany, Netherlands, Denmark, Spain, France, UK, Poland and Austria.The decision to establish CRIM is another step in Catella’s ambition to build and develop strong and specialized competence centres that manage European residential real estate funds. The whole Berlin team in Catella Real Estate AG, consisting of 18 employees, has moved to CRIM to focus fully on further developing the residential fund management offering. Xavier Jongen and Michael Keune will be managing directors of CRIM. Catella Real Estate AG will continue managing the back office for all residential funds managed by CRIM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A talk with Richard Trevisan, Head of Maserati Canada

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

trevisanToronto Wednesday, November 22, 2017 At 6:30 pm Istituto Italiano di Cultura 496 Huron St., Organized by: Istituto Italiano di Cultura In collaboration with: Bocconi Alumni Association A talk with Richard Trevisan, Head of Maserati Canada. Entrance: Free.
The Istituto Italiano di Cultura and Bocconi Alumni Association are pleased to present a talk by Richard Trevisan, Head of Maserati Canada. Mr. Trevisan will talk about his management style and the achievement of Maserati in Canada.With a reputation for successfully launching brands and products in new markets, Richard is an international marketing and sales executive, with more than 20 years professional experience in the automotive industry.
Since 2015, Richard set up the Maserati business in Canada, combined with an unprecedented sales growth.
Prior to Maserati, he worked in Canada and Europe, with Mercedes-Benz, smart and Honda.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

South Dakota (USA): grave perdita dell’oleodotto Keystone

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

south dakotaIn seguito a un’importante fuoriuscita di petrolio dall’oleodotto Keystone nel Dakota del Sud (USA) i Nativi americani della regione temono la contaminazione della falda idrica da cui attingono la loro acqua potabile. “Siamo molto preoccupati per la falla nell’oleodotto”, ha dichiarato David Flute, capo della comunità indigena dei Sisseton Wahpeton Oyate della riserva di Lake Traverse, “poiché temiamo che possa aver contaminato la più grande riserva di acqua dolce del Nordamerica.” Secondo quanto riferito dall’impresa che gestisce l’oleodotto, la TransCanada, la falla creatasi lo scorso 16 novembre nell’oleodotto sotterraneo avrebbe causato la dispersione nel terreno di ca. 795.000 litri di petrolio.L’APM ha duramente criticato il ritardo con cui la TransCanada ha informato le autorità ambientali del South Dakota dell’avvenuta fuoriuscita di petrolio. Secondo quanto dichiarato dalla stessa TransCanada, le autorità sono state informate solo quattro ore e mezza dopo aver registrato l’incidente. Per l’APM, che in una lettera alla TransCanada chiede per quale motivo ci sia voluto tanto tempo per avvisare le autorità, in questo lasso di tempo si sarebbero potute organizzare le necessarie misure per almeno circoscrivere il danno ambientale.Per i Nativi Americani la falla all’oleodotto non fa altro che confermare le loro critiche e paure di fronte all’aumento degli oleodotti sul territorio. Ancora nell’ottobre del 2017 Bear Shields, esponente degli Rosebud Sioux, e Harold Frazier degli Cheyenne River Sioux, avevano nuovamente espresso la loro opposizione alla costruzione di nuovi oleodotti. Entrambi gli esponenti nativi avevano sottolineato il grave pericolo di danni ambientali e di conseguenti problemi di salute in seguito a possibili e probabili fuoriuscite di petrolio. Alcuni dei nuovi oleodotti in costruzione si trovano a meno di 25 km dalle loro riserve e minacciano l’acqua potabile di 65.000 persone.Da anni le comunità indigene mettono in guardia l’opinione pubblica e le autorità dall’imprevedibilità delle conseguenze di incidenti petroliferi causati da falle negli oleodotti sotterranei. Ciò nonostante il governo del presidente Trump punta molto sull’ampliamento della rete di oleodotti. Nel marzo 2017 il governo USA ha autorizzato la costruzione del controverso oleodotto Keystone XL come ampliamento del già esistente oleodotto Keystone. Il Keystone XL dovrebbe trasportare il greggio dalla provincia canadese dell’Alberta verso il Texas, attraversando quindi in lungo tutto il territorio statunitense. Per l’amministrazione Trump e per la TransCanada l’incidente petrolifero all’oleodotto Keystone avviene in un brutto momento, visto che il prossimo 20 novembre le autorità del Nebraska devono decidere della definitiva autorizzazione alla costruzione dell’oleodotto Keystone XL.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sl CNR il convegno sull’Intelligenza Artificiale

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

intelligenza artificialeRoma Mercoledì 22 novembre 2017 8,45 – 13 CNR – Aula Magna Piazzale Aldo Moro,7 (Ingresso Via dei Marrucini) A Future Open Day – the Awareness Building Conference.
Il rapporto uomo-macchina da tempo indagato dalle scienze umane e dalla ricerca scientifica, deve trovare oggi – alle soglie del tempo dell’Intelligenza Artificiale che lascia intravedere un salto di paradigma epocale nel tessuto connettivo dei sistemi della conoscenza, della produzione e dell’economia – un rinnovato livello di consapevolezza da parte di tutti gli attori della scena sociale, culturale ed istituzionale, chiamati come mai prima ad affrontare il tema inesplorato del rapporto tra intelligenze diverse – biologica una e non biologica l’altra -, ciascuna capace di creare, oggi e sempre di più in prospettiva, un ecosistema proprio ed autoreferenziale.
La domanda dai confini inesplorati che si viene a porre è lapidaria e suggestiva: stiamo assistendo alla nascita di un nuovo genere umano? La conferenza promossa dall’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale e da Artix con il patrocinio del Consiglio Nazionale delle Ricerche e la collaborazione di Management Innovation – si rivolge agli stakeholders del futuro e del cambiamento e cerca la risposta chiamando ad una riflessione comune visioni e linguaggi filosofici, scientifici, economici ed industriali (foto: intelligenza artificiale)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malattie della pelle in aumento

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

ospedale bresciaBrescia. Psoriasi, dermatite atopica e vitiligine sono malattie infiammatorie della pelle sempre più diffuse. Molti pazienti possono essere trattati dal dermatologo senza farmaci ma con gli strumenti messi a disposizione dalla fototerapia, in cui gli Spedali Civili di Brescia sono un punto di riferimento europeo. La fototerapia consiste nell’esposizione alla luce con particolari apparecchiature che permettono di irradiare il paziente o solo alcune zone specifiche del corpo, evitando l’uso di farmaci biologici, molto costosi, che possono provocare effetti indesiderati anche pesanti e sono comunque controindicati in pazienti portatori di infezioni croniche o che hanno sofferto di tumori.“La fototerapia è da tempo un approccio utilizzato con successo nel nostro ospedale – afferma il prof. Piergiacomo Calzavara-Pinton, Direttore del Dipartimento di Dermatologia all’Università di Brescia e Presidente SIDeMaST, (Società Italiana di Dermatologia medica e chirurgica, estetica e di Malattie Sessualmente Trasmesse) -, non riduce le difese immunitarie e può essere efficace quanto le terapie farmacologiche. Inoltre i costi sono ridotti rispetto all’uso di alcune molecole: un ciclo di farmaci biologici costa circa 15mila euro per paziente ogni anno, utilizzando le apparecchiature per la fototerapia si possono trattare efficacemente tra i 100 e i 200 pazienti al giorno, con un notevole risparmio per il sistema sanitario nazionale.” Con i nuovi macchinari, a tecnologia laser, LED o a eccimeri, l’esposizione alla luce può essere localizzata e regolata sulla persona e sul tipo di malattia modulando il sistema immunitario senza avere la tossicità sistemica tipica dei farmaci biologici, che tra l’altro non sono indicati in pazienti con epatite B o C, HIV e tumori.”
Di fototerapia, ma anche di malattie causate da sensibilità alla luce e di fotoprotezione si parla al 3° Corso Europeo di Fotodermatologia che si apre oggi al Centro Pastorale Paolo VI a Brescia. Nella prima giornata sotto i riflettori i meccanismi della fotodermatologia (fototerapia e fotosensibilità), nella seconda invece si approfondiranno i temi della fotoprotezione. “In seguito all’esposizione al sole i pazienti con fotodermatosi autoimmuni come eritema solare (polimorfo solare) e orticaria solare – continua il prof. Calzavara-Pinton – hanno una potente reazione cutanea perché il loro sistema immunitario non si adatta alla luce come nelle persone sane. Reazioni fotoallergiche o fototossiche da farmaci o sostanze naturali applicate localmente o assunte per bocca sono anche frequentissime. L’esposizione solare, insieme all’inquinamento ambientale, contribuisce in modo determinante all’invecchiamento della pelle. Per averne un’idea basta guardare la differenza tra la pelle del viso e quella della pancia: hanno la stessa età, hanno mangiato le stesse cose, ma la pelle del viso ha un aspetto più vecchio con molte più rughe e macchie. Dunque, come dobbiamo proteggere la pelle? I solari, e ne esistono moltissimi in commercio, non sono sempre adeguati. A volte si usano i prodotti sbagliati e in modo errato. È importante sapere quali prodotti usare e in che modo”. Tutto ciò rappresenta un ulteriore costo per il SSN. Nella seconda giornata del corso previsti anche i contributi dei direttori medici di alcune delle maggiori aziende produttrici di prodotti solari impegnate nella ricerca sulla fotoprotezione, insieme ai clinici, per mettere a punto nuove linee guida europee per la fotoesposizione che saranno disponibili il prossimo anno.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Possibile perdita fondi comunitaria per il Mezzogiorno d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

European Commission“Arriva direttamente dall’Ue l’allarme che abbiamo lanciato nei giorni scorsi in un question time alla Camera sul rischio che, qualora non vengano modificati i criteri di ripartizione dei fondi europei, dal 2020 in poi l’Italia, e quindi il Mezzogiorno, avrebbero oltre 40 miliardi in meno. Una serie di concause, dalla Brexit all’ingresso di Paesi più poveri di noi, lascerebbero l’Italia a bocca asciutta se i fondi fossero nuovamente ripartiti in base al solo reddito pro capite . È la stessa Commissione Ue, peraltro, ad ipotizzare la modifica dei criteri, inserendo anche disoccupazione, fragilità dei territori, migrazione. In tal modo i fondi destinati all’Italia potrebbero addirittura aumentare di circa 10 miliardi. Una questione che il Governo, anche rispondendo in Aula alla mia interrogazione, ha mostrato di sottovalutare e di ritenere prematura, quando invece è vitale iniziare subito a trattare in sede europea per ottenere la modifica di quei criteri. E che la questione sia vitale per il Mezzogiorno, lo conferma anche l’ultima Legge di Stabilità, dove per il Sud, ancora una volta, il Governo non prevede nulla se non fondi comunitari e quote di cofinanziamento. Se i criteri di assegnazione di quei fondi non saranno modificati, questo Governo si assumerà l’enorme responsabilità di decretare la morte del Sud a partire dal 2020”. Lo afferma in una nota il Deputato di Forza Italia, Rocco Palese, vicepresidente della Commissione Bilancio della Camera.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dublino: Paese di arrivo non più automaticamente responsabile per domande asilo

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

dublinoIl mandato negoziale sulla riforma del sistema d’asilo dell’UE, redatto dalla commissione per le libertà civili, è stato approvato con 390 voti in favore, 175 voti contrari e 44 astensioni. I deputati potranno ora avviare colloqui con il Consiglio, non appena gli Stati membri avranno concordato la propria posizione negoziale. Le modifiche proposte mirano a porre rimedio alle carenze dell’attuale sistema e a garantire che tutti gli Stati membri accettino la propria parte di responsabilità per l’accoglienza dei richiedenti asilo.
Nel quadro della riforma, il Paese in cui un richiedente asilo arriva per primo non sarebbe più automaticamente responsabile del trattamento della domanda di asilo. I richiedenti asilo verrebbero invece ripartiti tra tutti i Paesi dell’Unione europea e sarebbero ricollocati in un altro Stato membro rapidamente e in maniera automatica.I Paesi UE che non accolgono la propria quota di richiedenti asilo rischierebbero, secondo la proposta dei deputati, di veder ridotto il loro accesso ai fondi UE. Più informazioni sulla posizione del Parlamento sono disponibili in questa nota di approfondimento (EN).
Il regolamento di Dublino è l’insieme di regole dell’Unione europea che determina quale Stato membro sia responsabile del trattamento di una domanda di protezione internazionale. Il diritto di chiedere asilo è sancito dalle Convenzioni di Ginevra, che sono state firmate da tutti gli Stati membri e integrate nei Trattati europei. La decisione della commissione per le libertà civili di avviare colloqui con il Consiglio è stata annunciata lunedì in apertura di sessione a Strasburgo. Poiché più di 76 deputati hanno presentato obiezioni alla decisione prima della mezzanotte di martedì, la votazione sul mandato negoziale è stata aggiunta all’ordine del giorno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Russian Export Center organizza uno stand collettivo alla mostra internazionale BATIMAT 2017 a Parigi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

parigi2Parigi /PRNewswire/ Un gruppo di aziende del Russian Export Center (REC) continua nel suo lavoro di promozione degli esportatori russi con l’organizzazione di uno stand collettivo di aziende russe presso BATIMAT 2017, la principale mostra internazionale del settore edile che si terrà a Parigi. La mostra avrà luogo al centro congressi di Paris Nord Villepinte dal 6 al 10 novembre 2017. Nell’area dimostrativa, costituita da sei padiglioni, verranno presentate soluzioni tecnologiche avanzate, apparecchiature e materiali da costruzione e architettonici. Lo stand collettivo del Russian Export Center è costituito da nove aziende russe che esportano esclusivi prodotti da costruzione tecnologici e ambientali.”La partecipazione a mostre e congressi all’estero è uno degli strumenti più importanti per il supporto delle esportazioni non relative alla risorse naturali. L’organizzazione di riunioni B2B e la costruzione di processi di negoziazione competenti non solo ampliano le capacità degli esportatori, ma contribuiscono anche al miglioramento della cultura di esportazione fra i nostri imprenditori e le nostre imprese”, ha affermato Petr Fradkov, a capo del gruppo di aziende del Russian Export Center.Lo stand collettivo del Russian Export Center include: LLC “Mordovskie Penkozavody”, LLC “Armastek”, JSC “Center of methodology of standardization and standardization in construction”, LLC “MKD”, LLC “DublDom”, LLC “GDTfamily”, LLC “Mechtaevo”, LLC “Narhozstroy”, LLC “DDM-Story”.Lo stand collettivo del Russian Export Center è situato allo stand P59, padiglione 6.
JSC “Russian Export Center” (REC) è un istituto statale a supporto delle esportazioni non relative alle risorse naturali, che fornisce agli esportatori russi un’ampia gamma di misure di assistenza finanziarie e non finanziarie. L’interazione con i ministeri e i dipartimenti pertinenti, oltre alla cooperazione con le organizzazioni industriali e aziendali chiave, consentono a REC di migliorare le condizioni di esportazione in Russia e di eliminare l’effetto delle barriere esistenti nell’implementazione di attività economiche estere.REC collabora con tutti gli esportatori di prodotti, merci e servizi non relativi alle risorse naturali, senza altre restrizioni di settore, fornendo assistenza in tutte le fasi dell’attività di esportazione, dall’idea della fornitura di esportazioni ai servizi post-contrattuali, senza tralasciare i canali per il commercio elettronico.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La trasparenza strumento fondamentale per la prevenzione della corruzione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

corruzione_urloLa trasparenza rappresenta oggi uno strumento fondamentale per la prevenzione della corruzione, per l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa. E lo è in particolare da quando tutti i cittadini possono avere accesso diretto all’intero patrimonio informativo delle Pubbliche amministrazioni.
Merito di graduali aggiustamenti normativi: dalla legge 241 del 7 agosto 1990 che introduceva il diritto di accesso del singolo al procedimento amministrativo all’accessibilità totale della legge Brunetta.
Se ne è parlato ieri alla Camera di Commercio di Bari nella “Giornata della trasparenza”, promossa dallo stesso ente al fine di favorire la partecipazione attiva di tutti i portatori di interesse alle tematiche della “trasparenza “ e della “prevenzione della corruzione nei servizi”.
“Il Registro delle Imprese delle Camere di Commercio – ha dichiarato nei saluti introduttivi il segretario generale Angela Patrizia Partipilo – è strumento di trasparenza per eccellenza nonché un vero e proprio patrimonio informatico che garantisce la piena pubblicità e la tempestiva fruibilità di dati, atti e provvedimenti relativi alle aziende. Non a caso, in materia di controlli societari, come riferito oggi in un’inchiesta del Sole 24Ore, l’Italia batte il Regno Unito. Da noi ci sono i controlli preventivi dei notai e poi quelli delle Camere di Commercio, che impediscono di prendersi gioco del diritto societario e di fatto garantiscono una maggiore sicurezza e legalità”.
Il documento principale da cui muove il processo di attuazione della trasparenza della Camera di Commercio di Bari è il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità, ormai parte integrante del Piano Anticorruzione come previsto dal d.lgs. 97/2016.
Quello relativo all’anno 2017 è stato illustrato dall’avv. Vincenzo Pignataro, dirigente del Settore Legale e Fede Pubblica e responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell’ente barese: “Si è provveduto – ha detto – ad effettuare attività di monitoraggio sistematico e periodico degli obblighi di pubblicazione, nonché di verifica dell’operato di tutte le strutture interessate da detti adempimenti, ognuna per gli atti di rispettiva competenza, coinvolte nella pubblicazione e nell’aggiornamento dei dati. Ed inoltre sul sito camerale, sin dal 2009, un’apposita sezione consente di accedere ad informazioni riguardanti le attività Camerali, a quelle delle strutture collegate, acquisire i recapiti e-mail, postali e telefonici degli uffici”.
Pignataro ha anche diffuso il feedback dell’utenza sui servizi offerti, con modalità mutuate dalle indagini di Customer Satisfaction.
Le amministrazioni, dunque, in base alle linee guida dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, si devono attivare per fornire ai cittadini tutti i dati e documenti di cui sono in possesso, salvaguardando diritti fondamentali ed in particolar modo la privacy, ha detto il prof. Giovanni Roma, Docente di Diritto del Lavoro presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Bari.
Ma esiste un diritto all’oblio anche per gli atti riguardanti il Registro delle Imprese? Alla domanda ha risposto la prof.ssa Amarillide Genovese, docente di Diritto Civile presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università “Aldo Moro” di Bari.
“Allo stato attuale del diritto dell’Unione- ha affermato la docente citando una sentenza della Corte di Giustizia Europea del marzo 2017 – spetta agli stati membri determinare se le persone fisiche che compaiono negli atti del registro delle imprese, decorso un periodo sufficientemente lungo dopo lo scioglimento della società interessata e per particolari ragioni, possano chiedere che venga limitato l’accesso ai propri dati personali”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando gli anziani possono diventare una risorsa

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

anziani-come-risorsaIl Comune di Cori – Assessorato alle Politiche Sociali – ha pubblicato un bando per la selezione di anziani autosufficienti da inserire in progetti di valorizzazione della cittadinanza attiva. I destinatari dell’avviso sono gli anziani residenti sul territorio comunale che hanno compiuto 65 anni, inoccupati o pensionati, in buono stato di salute certificato dal medico di famiglia; e gli anziani di 60 anni con una fragilità emotiva e di indigenza sociale. Gli interessati possono presentare la relativa domanda al Protocollo generale dell’Ente entro le ore 13:00 del 1° Dicembre. Il modulo per la partecipazione può essere ritirato presso i Servizi Sociali del Comune di Cori e la Delegazione comunale di Giulianello negli orari d’ufficio. Dovrà essere allegata la seguente documentazione: copia del documento di identità in corso di validità, ISEE, certificato del medico di famiglia.Si vuole così offrire agli anziani autosufficienti o con fragilità l’opportunità di svolgere lavori socialmente utili, quali: funzioni di segreteria e supporto all’attività amministrativa del settore Servizi Sociali e Culturali; piccole pulizie nei locali comunali di Giulianello, al centro anziani di Giulianello, nella biblioteca di Giulianello, al centro sociale di Cori, nella mensa sociale del Comune di Cori; assistenza all’attraversamento pedonale scolastico nei pressi degli istituti locali.L’iniziativa è ulteriormente dettagliata come segue. L’inserimento civico prevede un rimborso spese di 250,00 € mensili, per un corrispettivo di 3 ore di disponibilità giornaliere, da garantire per 5 giorni a settimana e fino al raggiungimento di un monte complessivo di 60 ore al mese. Dopo le iscrizioni verrà stilata una graduatoria, con precedenza data ai soggetti con minor reddito. In base alle richieste si potrà prevedere una rotazione.(n.r. Perchè il comune di Roma, nello specifico, non fa la stessa cosa? E’ stata da anni anche la nostra proposta e l’avevamo segnalata a ben 15 comuni italiani indipendentemente dal loro numero di residenti. Nessuno si è degnato di risponderci. Qui non si tratta di sottrarre lavoro ai giovani poiché sono prestazioni di supporto tant’è che nello specifico avevamo indicati gli anziani anche come “osservatori e segnalatori” ambientali)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salvate il soldato Matteo

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

salvate-il-soldato-ryanIl ricordo del film di Steven Spielberg, con il rifiuto del soldato Ryan di abbandonare la sua compagnia a seguito di tragiche notizie familiari, sovviene a proposito della caparbietà del segretario del PD, delle confuse notizie provenienti dalla galassia politica alla sua sinistra e degli scricchiolii della minoranza del suo partito. Nella nostra news del 12 dicembre 2016 “Dimissioni o Continuità?” si sottolineava che “il futuro è ancora nelle mani di Renzi e nella sua personale capacità di analisi, se amici e consiglieri validi scarseggiano il suo futuro politico dovrà salvaguardarlo da solo, ci riuscirà se saprà dare spessore e concretezza alle sue dimissioni lontano da interessate sirene, altrimenti, la sua rivincita politica sarà irrimediabilmente compromessa”. E così sembra essere.
Dalle dimissioni in poi un’ondivaga linea politica ha caratterizzato la sua strategia, oscillante tra la certezza di un’ autosufficienza sua e della sua liquida e, contemporaneamente, bulgara classe dirigente, incapace di una complementare elaborazione politica, e i timidi scomposti tentativi di autocritica. L’incertezza ha contribuito ai deludenti risultati elettorali e ancor più alla scelta di una pessima legge elettorale che, tra l’altro, rischia di favorire il centrodestra e “risulta incomprensibile alla maggioranza degli elettori, come lo è anche per un’aliquota di addetti ai lavori – parte degli stessi ambienti politici favorevoli alla nuova legge non ne saprebbe valutare gli effetti”- vedi news 30 ottobre 2017. E’ la stessa confusione che lo porta a dare credito elettorale ad una scheggia del mondo radicale della Bonino e Della Vedova, pellegrino in tante formazioni politiche, del resto siamo il Paese in cui basta rilasciare fantasiose interviste per ritrovarsi leader di mai nate formazioni politiche, Parisi e Passera, Pisapia e Sala, Pizzarotti e Tosi insegnano. La perdita di lucidità del segretario e il disorientamento che pervade il PD non è solo affare di una parte politica, dopo le elezioni, sia in caso di vittoria che di sconfitta, la democrazia e quindi il Paese bisognano di una sinistra moderata e riformatrice, capace di perseguire chiari obiettivi nel quadro di una coerente intelligibile strategia, pena la stabilità dell’intero quadro politico. Se la funzione della dirigenza di una formazione politica è quella di coadiuvare, criticamente e con intelligenza, il vertice, compito di quella democratica è di salvare il soldato Matteo dalle sue certezze, pena il ricoprire un banale ruolo di osannanti replicanti. (fonte: http://www.societalibera.org)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codici: su fatturazioni a 28 giorni e rimborsi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

vecchio telefonoI consumatori, dopo la vittoria storica dell’obbligo per le Telco di tornare alla fatturazione mensile, possono stare più tranquilli certo, ma devono sapere che c’è sempre qualcuno che prova a tutelare gli interessi degli operatori e delle lobby che costellano il nostro Paese. Se poi questo qualcuno in passato avrebbe dovuto difendere i consumatori e non lo ha fatto e persiste ostacolandoci, attraverso il goffo tentativo di affossare l’emendamento appena passato con un sub-emendamento, allora bisogna tenere alta la guardia.“La fatturazione a 28 giorni era una procedura inaccettabile: il ripristino della fatturazione mensile è un’ottima notizia per i consumatori”. Cosí la senatrice di AP Simona Vicari, salvo poi lanciare la solita ciambella di salvataggio alle società, con la proposta di limitare il ritorno al passato solo ed esclusivamente ai contratti telefonici consumer in abbonamento e non a quelli con prepagata – il 90% del mercato – e i business. Una voragine, considerato che in Italia ci sono 4,4 milioni di partita IVA.Questi comportamenti devono essere smascherati e i consumatori devono sapere e giudicare il comportamento dei politici che dovrebbero tutelare i loro interessi.
La Senatrice Vicari, ex delegata alla tutela dei consumatori, se proprio non se la sente di schierarsi in nostro favore, e nemmeno di agevolarci, almeno non si presenti come paladina dei consumatori perché fa una doppia brutta figura.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infezioni ospedaliere e possibili rimedi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

Ospedale Spallanzani, RomaPisa 17 novembre 2017 – Ogni anno si verificano in Italia 450-700 mila[1] infezioni in pazienti ricoverati in ospedale. Un numero ancora molto alto per un fenomeno che potrebbe essere, almeno in parte, evitato e che grava pesantemente sui costi della sanità e sulla salute dei pazienti. Una soluzione è già “a portata di mano”: tra le infezioni correlate all’assistenza, quelle del sangue legate alla presenza di un catetere potrebbero diminuire infatti del 60%, con un risparmio per il Sistema Sanitario Nazionale di circa 15 milioni di euro grazie a 1700 giorni di ricovero in meno l’anno, attraverso l’implementazione di una adeguata strategia di comportamenti e di strumenti (bundle). È quanto emerge da uno studio valutazione di impatto sul budget del sistema sanitario recentemente realizzato dal Gruppo interdisciplinare Azienda Sanitaria Firenze/Università degli Studi di Milano. Il risparmio potrebbe essere a maggior ragione ancora più rilevante se si considera che lo studio ha preso in esame un singolo aspetto della strategia di prevenzione ovvero l’impiego di un “cerotto” a protezione dell’accesso del catetere: si tratta di una medicazione antimicrobica trasparente (Tegaderm CHG prodotta da 3M) che è in grado di ridurre l’incidenza delle infezioni primarie del sangue.“Le infezioni connesse all’assistenza occupano una posizione delicata nell’ambito dell’incidenza degli eventi avversi in sanità, che spesso sono correlati a comportamenti clinico-assistenziali non idonei da parte degli operatori sanitari e a criticità sistemiche in ambito dei deficit organizzativi, – spiega il Dr. Francesco Venneri, Clinical Risk Manager, Direttore S.O.S. Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente Azienda USL Toscana Centro. – Come emerge da questo studio, la scelta nell’utilizzo dei dispositivi medici, in particolare delle medicazioni che sono ben delineate nel bundle di adesione alla best practice, è fondamentale per la prevenzione delle infezioni degli accessi vascolari; gli studi evidenziano come una buona adesione ai bundle da parte degli operatori e l’impiego di dispositivi idonei possa incidere sulla riduzione di eventi infettivi in sedi di accesso di dispositivi vascolari. È quindi fondamentale che il Clinical Risk Manager ed il management sanitario lavorino in sinergia per assicurare qualità e sicurezza delle cure ai cittadini e porre anche gli operatori sanitari in condizioni di essere compliant ed aderenti alle buone pratiche clinico-assistenziali. Si tratta di un dovere etico, morale, deontologico e sociale che non possiamo trascurare”.
Lo studio – recentemente realizzato dal Gruppo interdisciplinare del dottor Francesco Venneri, Risk Manager Azienda Sanitaria Firenze, e Carlotta Galeone dell’Università degli Studi di Milano – ha preso in esame i pazienti critici nelle Unità di Terapia Intensiva (UTI) e l’incidenza delle infezioni correlate ai siti degli accessi vascolari. Considerando lo specifico contesto clinico delle UTI in Italia, è stato analizzato come una adeguata strategia di comportamenti e di strumenti (bundle) possa favorire il contenimento della spesa sanitaria. In particolare, è stato considerato un singolo aspetto della strategia di prevenzione, ovvero l’utilizzo di un “cerotto” a protezione dell’accesso del catetere (Tegaderm CHG prodotta da 3M) che è in grado di ridurre l’incidenza delle infezioni primarie del sangue.
Lo studio valuta l’impatto sul budget del Sistema Sanitario Nazionale dell’estensione dell’uso di una medicazione antimicrobica a tutti i pazienti adulti in terapia intensiva per più di 24 ore[3] in sostituzione di una medicazione standard (non antimicrobica). Nonostante il costo superiore della medicazione antimicrobica rispetto ad una medicazione standard, si calcola che se il cerotto venisse utilizzato su tutti i pazienti seguiti nelle UTI in Italia sarebbe possibile prevenire circa il 60% delle infezioni ed evitare circa 1700 giorni di ricovero all’anno, dando luogo ad un potenziale risparmio per il SSN complessivamente pari a circa 15mln di euro.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova asta immobili a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

Roma Il 15 dicembre al via l’asta sulla rete del Notariato. Prosegue il piano vendite delle unità immobiliari dei Fondi i3 Regione Lazio e i3 Inail e il 15 dicembre si svolgerà la vendita all’asta degli immobili attraverso la rete RAN, il sistema di aste online gestito dal Notariato che permette di presentare oltre alle offerte in busta chiusa, anche un’offerta telematica.
I lotti in vendita riguardano 7 unità immobiliari nel Centro Storico di Roma a Largo Arenula e Largo Goldoni per un valore complessivo a base d’asta di quasi 13 mln di euro e una superficie totale di circa 1200 mq.Le unità immobiliari di Largo Goldoni si trovano in area centrale tra via Condotti, via del Corso e piazza di Spagna, in una zona di grande prestigio con la presenza di attività commerciali delle maggiori firme nazionali ed internazionali della moda e del lusso. Si tratta di tre appartamenti di ampia metratura in buono stato di manutenzione collocati al secondo terzo e quarto piano di un Palazzo di rilievo storico e artistico ben conservato.Sempre nel cuore del Centro di Roma la proposta di Largo Arenula dove le unità in vendita sono comprese in un immobile storico in posizione strategica tra Campo dei Fiori e Piazza Venezia. Al piano terra, con affaccio su Largo Arenula, troviamo un’unità commerciale su due livelli collegati da una scala interna oltre a tre magazzini.Tutte le informazioni sulle procedure d’asta e sulle unità in vendita sono reperibili sul sito del Notariato all’indirizzo sito http://www.notariato.it/ranPrima della data dell’asta, attraverso un sistema di prenotazione on line, è possibile fissare una visita degli immobili durante gli appositi “Open day” predisposti nei giorni 30 novembre e 1 dicembre 2017.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »