Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

La politica europea sui profughi non può fomentare la schiavitù!

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 novembre 2017

profughi nel sinaiIn vista del vertice tra Unione Europea (UE) e paesi africani, l’APM si appella all’UE affinché elabori precisi programmi per porre fine alla schiavitù e ai crimini contro l’umanità in Libia. I profughi e i migranti provenienti da tutta l’Africa sono vittime del fatto che la Libia si sia trasformata in un luogo senza legge, nel quale sta prosperando la schiavitù e dove i peggiori crimini restano impuniti. L’UE deve impegnarsi affinché i trafficanti di persone, i signori della guerra e i criminali di guerra vengano perseguiti e giudicati in tribunale. I rapporti sulla riduzione in schiavitù di migliaia di persone circolati sui media nelle scorse settimane hanno suscitato l’indignazione dell’opinione pubblica mondiale e non potranno certo essere ignorati al vertice UE-Africa che si terrà il 28 e 29 novembre in Costa d’Avorio.L’APM critica il lungo silenzio tenuto dall’UE sui crimini contro l’umanità commessi in Libia contro migranti e profughi. L’allarme su quanto stava accadendo in Libia era stato lanciato già nell’aprile 2017 dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM), ma per ottenere l’attenzione di politici e governi ci sono volute le riprese della CNN che in novembre 2017 ha filmato i mercati di schiavi operanti in Libia in cui profughi e migranti provenienti da tutti i paesi africani vengono venduti per 400-1000 dollari statunitensi. Il presidente francese Emmanuel Macron ha infatti parlato di “crimini contro l’umanità” e ha chiesto un’assemblea straordinaria del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Profondo sdegno è stato espresso anche dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.
Molti profughi vengono ridotti in schiavitù dai signori della guerra che vantano stretti legami con le istituzioni libiche e con vari partner dell’UE. In Libia attualmente non esiste un sistema giudiziario indipendente ed efficace tant’è che dalla caduta del dittatore Gheddafi nel 2011 nessuno è mai stato giudicato per omicidio, tortura o abusi.In quanto stretto partner della Libia, l’UE deve lavorare per porre fine all’impunità e all’assenza di diritto in Libia. Tra le varie cose, l’APM propone che l’Europa si impegni per maggiori indagini da parte della Corte Penale Internazionale e/o collabori attivamente nella costruzione di un sistema giudiziario indipendente e funzionante. Si potrebbero anche creare corti composte da giudici libici insieme a giudici internazionali affinché schiavisti, signori della guerra e criminali di guerra possano essere processati e giudicati. (n.r. Questo problema della schiavitù e delle migrazioni di massa è un dramma che è destinato a durare nel tempo proprio perché non si cerca di evitarlo con misure drastiche come quella d’evitare la vendita di armi e d’organizzare un progetto già indicato dai centri studi della fidest di costruire le “cittadelle del sapere” dove gli anziani occidentali riescano a trovare una convivenza con i giovani provenienti dalle aree povere del mondo per uno scambio di servizi. Dove gli uni insegnano e gli altri aiutano a sostenerli nelle loro fragilità fisiche. E le risorse possono venire dalle rendite pensionistiche degli uni e dai contributi degli stati prelevandoli percentualmente dai loro programmi militari di armamenti. E’ importante ricercare una migliore ridistribuzione delle risorse di chi ha per affidarle a chi è)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: