Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 16 dicembre 2017

Bomba contro il commissariato: unica strategia di odio

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

bomba commissariato“Esprimiamo la massima solidarietà ai colleghi del Commissariato Prati, a Roma, bersaglio dell’ennesimo gravissimo gesto che manifesta, chiaramente, un intento assolutamente preciso, fondato nel totale rifiuto per tutto quello che le Forze dell’Ordine rappresentano e nell’odio vero e concreto verso chi vi presta servizio. Siamo sempre più convinti che i tanti episodi simili che in questi ultimi tempi non fanno che ripetersi con frequenza allarmante, debbano essere inquadrati in una sorta di strategia criminale, un diffuso, unico e complessivo nuovo piano di aggressione e ‘opposizione’ al lavoro delle Forze di polizia. Una ‘politica’ delinquenziale attuata in luoghi diversi, o per mano di autori mossi apparentemente da motivazioni diverse, che si traduce però in diffusi atteggiamenti di violenza che come mille rivoli si uniscono a ingrossare un fiume di odio. Qualcosa di pericolosissimo che non può essere assolutamente sottovalutato, ma che deve essere affrontato e combattuto con ferma severità”. Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, esprime così a nome suo personale e di tutto il Sindacato Indipendente di Polizia la solidarietà e la vicinanza ai colleghi del Commissariato Roma Prati oggetto, nella notte, di una vile aggressione da parte di un criminale che, a bordo di uno scooter, ha lanciato una bomba molotov contro l’edificio. Un episodio che giunge a pochi giorni di distanza dall’esplosione di un ordigno rudimentale davanti alla stazione dei carabinieri San Giovanni. “Che l’autore appartenga alle frange violente della tifoseria calcistica piuttosto che agli ambienti anarco-insurrezionalisti, ma fosse anche un soggetto arrabbiato per una multa, non fa troppa differenza – conclude Pianese -. Si tratta di un gesto gravissimo che ci trascina con la mente agli anni più bui della storia d’Italia e che rappresenta un chiaro ennesimo allarme. ‘Abituarsi’ alle notizie del lancio di bombe contro caserme e commissariati non si può. Serve reagire con estrema decisione andando molto a fondo in questa palude di odio e violenza in cui gli appartenenti alle forze dell’ordine sono costretti a muoversi”. (foto: Bomba contro il commissariato)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale a Montecarlo: “Les Sapins d’Action Innocence Monaco”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Sapins d'actionsapins d'action 1Natale di solidarietà ieri sera all’Hotel de Paris-Place du Casino di Monaco che ha ospitato l’evento benefico “Les Sapins d’Action Innocence Monaco” organizzato dall’Associazione Action Innocence Monaco sotto l’alto Patrocinio di S.A.S. il Principe Albert II di Monaco durante il quale sono stati donati centinaia di alberi natalizi che hanno permesso una grande raccolta fondi in favore della tutela dell’infanzia e del diritto allo studio. Le Loro Altezze Reali, i Principi Carlo e Camilla di Borbone delle Due Sicilie, Duchi di Castro, accompagnati dalle Principesse Maria Carolina, Duchessa di Calabria e di Palermo e Maria Chiara, Duchessa di Noto e in collaborazione con la Delegazione monegasca del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Monsieur e Madame Inigo e Francesca Lopez de la Osa Escribano, hanno donato un bellissimo pino natalizio addobbato con delle primizie alimentari. Diverse Maison di decoratori illustri hanno offerto splendidi addobbi che sono stati venduti all’asta. Un grande supporto all’evento charity è stato dato anche dall’antica pasticceria Stratta 1836, che ha donato all’Associazione un’ampia fornitura di panettoni DOP di altissima qualità per le prossime Festività natalizie, e dalla Vega del Yuso che ha donato il Vins Virtus – Ribera del Duero 2014 – Spagna. (foto: Sapins d’action)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il sogno, il debutto, il primo successo di Aline Oliveira

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

falangaoliveira2Roma Spazio Margutta via Margutta 86. Emozioni pure nello “Spazio Margutta” di Grazia Marino e Antonio Falanga per il vernissage e il debutto a Roma della stilista brasiliana Aline Oliveira, che ha presentato alla stampa e ad un numerosissimo pubblico, la sua prima capsule collection di abiti d’alta moda. Creatività, conoscenze delle tecniche sartoriali, personalizzazione, cura per la scelta dei tessuti, delle applicazioni e dei ricami, sono le caratteristiche principali che emergono dal suo stile. Fra le varie creazioni d’alta moda presenti in Via Margutta, sicuramente due sono state quelle più ammirate, ispirate a Maria Antonietta Regina di Francia, che con suoi abiti riuscì a oliveiraoliveira1scardinare l’aura di sacralità che esisteva nel Regno, e influenzare le donne di tutto il continente. Abiti scultura realizzati con tessuti esclusivi: cady, mikado, tulle e applicazioni di pietre, utilizzati per dare sontuosità e plasticità agli stessi. Due i colori utilizzati Il nero e il mattone, fortemente voluti per dare profondità ed evidenziare il dramma vissuto da Maria Antonietta e dal mondo con la rivoluzione francese.“La moda è sempre stata un riferimento nella mia vita, dichiara Aline Oliveira, l’arrivo in Italia ha amplificato ancora di più’ questa grande passione, nella quale lo spirito latino-americano e l’ispirazione ai maestri del made in italy, saranno per sempre punto di riferimento del mio mood”. L’appuntamento è stato l’occasione anche per un brindisi di auguri per le prossime feste natalizie. Madrine della serata Laura e Silvia Squizzato, le gemelle più famose d’Italia, giornaliste professioniste, note al grande pubblico televisivo per la loro presenza in molti programmi delle reti RAI ed ideatrici del blog “Doppiavita.tv”. (foto: oliveira, falanga, spazio margutta)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capodanno a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Roma“Oltre 100 spettacoli, performance teatrali, musicali e artistiche di ogni genere, un migliaio di artisti coinvolti. La Festa di Roma di Capodanno, organizzata grazie all’intenso lavoro profuso dall’Assessorato alla Crescita Culturale e alla Commissione Cultura di Roma Capitale, si preannuncia particolarmente esaltante e ricca di momenti di svago per cittadini e turisti, che potranno parteciparvi sia come artisti amatoriali che come semplici spettatori.
Un evento all’insegna della gratuità, del coinvolgimento e della sostenibilità economica e ambientale, che sarà garantita attraverso l’ottimizzazione delle risorse energetiche e il riuso degli impianti. Di particolare rilevanza l’iniziativa ‘Roma illumina l’infinito’, realizzata da Acea in collaborazione con il MIBACT, la Soprintendenza di Stato e la Sovrintendenza Capitolina e finalizzata a valorizzare l’area mediante il recupero di installazioni preesistenti ammodernati da led di ultima generazione. Questo consentirà un sostanzioso risparmio energetico pari al 70% del consumo di watt.
Dopo ben 13 anni, il Palatino e l’area archeologica che si affaccia sul Circo Massimo torneranno a essere protagonisti della vita pubblica cittadina, ospitando lo spettacolo internazionale della compagnia spagnola Fura dels Baus. Una performance particolare, che vedrà esibirsi i 120 artisti della compagnia catalana e 90 giovani performers volontari romani.
Circo MassimoSarà un Capodanno dedicato ai bambini e alle famiglie, che potranno prendere parte alle numerose opportunità di divertimento a partire dalle ore 10 del primo gennaio fino alle ore 16 presso il Giardino degli Aranci. Senza contare Ci sarà l’esibizione delle Voci Bianche e l’Ensemble di Fiati della JuniorOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il racconto delle Fiabe da Tavolo realizzato dal Teatro delle Apparizioni, le fiabe musicali narrate e musicate dal vivo dall’Associazione Culturale Teatro Oltre e i laboratori d’arte su fumetto artistico offerto da Palazzo delle Esposizioni. Nel contempo, anche la Biblioteca Centrale Ragazzi aprirà i suoi spazi per fare attività di letture e giochi. Un invito a tutti i più giovani a non mancare
Chiunque potrà essere protagonista della Festa di Roma di Capodanno. Due le opportunità offerte in tal senso: il concorso gratuito della Casa del Cinema, che prevede premi per i migliori video di 120 secondi che saranno realizzati e caricati su http://www.casadelcinema.it entro il 31 gennaio 2018 e riguardanti “La Festa di Roma” e i suoi luoghi; la call per performance di musica, canto, teatro, riservata a chi voglia esibirsi in occasione della 24ore di Capodanno”.Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale Eleonora Guadagno.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campidoglio, parere favorevole Oref a progetto Bilancio di previsione 2018-2020

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

campidoglioRoma. L’Oref, l’Organismo di revisione economico finanziaria del Campidoglio, ha espresso parere favorevole alla proposta di Bilancio di previsione 2018-2020 e al Documento unico di programmazione triennale (Dup), approvati dalla Giunta Capitolina e che ora verranno sottoposti al voto dell’Assemblea Capitolina.Il collegio dei revisori ha riconosciuto la coerenza interna e l’attendibilità contabile delle previsioni di bilancio, il rispetto dei vincoli di finanza pubblica, la coerenza e congruità del Dup rispetto alle linee programmatiche di mandato e allo stesso schema di bilancio.
Il parere contiene una serie di osservazioni e prescrizioni, che tra l’altro riguardano: l’emersione continua di debiti fuori bilancio riferibili alle passate amministrazioni; l’adeguamento del Fondo passività potenziali generabili dai contenziosi, dalla gestione delle società partecipate, dai Punti verde qualità e dalle acquisizioni sananti. Viene inoltre raccomandata un’azione incisiva sulla capacità di riscossione, anche mediante la predisposizione di piani di gestione e valorizzazione del Patrimonio di Roma comunque previsti nel Dup.“L’organo di revisione, al quale va dato atto dello spirito di collaborazione con cui ha lavorato insieme agli uffici capitolini per una pronta redazione del parere, ha riconosciuto la correttezza e il rigore con cui sono stati costruiti il Dup e il progetto di bilancio triennale”, dichiara l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti. “A Roma si torna a fare programmazione – aggiunge Lemmetti – fissando gli obiettivi da raggiungere e assegnando le risorse necessarie per garantire servizi e investimenti a favore della città. Le criticità segnalate dal collegio riguardano principalmente problematiche strutturali ereditate dal passato, proprio a causa di una mancata programmazione delle spese che spesso non trovavano adeguata copertura nelle entrate. Noi stiamo pagando i debiti fuori bilancio, mettendo in sicurezza i conti dai rischi potenziali, rafforzando l’attività di accertamento delle entrate e avviando finalmente una seria attività programmatoria. Ma soprattutto abbiamo la possibilità di approvare il bilancio nei tempi, così da consentire alle strutture di erogare subito i servizi ai cittadini. Dopo tanti anni Roma torna alla normalità, ripristinando legalità e correttezza nell’azione economica e amministrativa”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Parigi di Baudelaire… in metropolitana

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

BaudelaireCharles Baudelaire nasce a Parigi il 9 aprile 1821, nel cuore del quartiere latino, al numero 13 di rue Hautefeuille (oggi a pochi passi dalle fermate metro Odéon o Cluny-La Sorbone). La sua casa natale, purtroppo, è andata distrutta durante i lavori di realizzazione del Boulevard Saint Germain: per andare sulle tracce dei primi giorni di vita del grande poeta, ci si può però rifare ammirando la vicina chiesa cattolica di Saint-Sulpice (metro 4, Saint-Sulpice), dove a due mesi il piccolo Charles venne battezzato. I luoghi dell’infanzia di Baudelaire si snodano poi tra rue du Bac (metro 12, fermata rue du Bac), nel quartiere latino, e l’Ile Saint Louis dove il giovane conseguì il diploma di baccalauréat al liceo Saint-Louis (per raggiungere l’isola si può scendere alla fermata Pont Marie della metro 7 e percorrere il ponte che si trova subito sulla sinistra).Durante la sua vita, Charles Baudelaire cambiò diverse dimore in città: gli indirizzi da segnare per una passeggiata lungo le tracce dei luoghi a lui più familiari sono diversi. Dal 1843 al 1845 visse all’Hôtel de Lauzun (al numero 17 di quai d’Anjou, raggiungibile con la metro 7, fermata Pont Marie), dove scrisse alcune delle poesie di Les Fleurs du Mal. Nello stesso luogo, in quegli anni, visse anche Theophile Gautier il quale creò proprio qui il Club Haschichins: un gruppo dedicato alla sperimentazione delle droghe di cui fecero parte, oltre a Baudelaire, anche molti altri scrittori e poeti tra i quali Victor Hugo, Alexandre Dumas e Honoré de Balzac.Al 25 di rue des Marais-du-Temple – oggi rue Albert Thomas, nel X arrondissement (metro 5, Jacques Bonsergent) – il trentenne Charles abitò invece dal 1851 al 1852. In seguito, si trasferì poco vicino, al numero 11 di boulevard Bonne-Nouvelle, tra il II e il X arrondissement (qui oggi arrivano le linee metro 4, 8 e 9 e la fermata è Strasbourg – Saint Denis).
Parigi_BaudelaireDal 1856 al 1858 visse all’hôtel Voltaire. Questo albergo esiste ancora, al 19 di quai Voltaire: per raggiungerlo con la metro è possibile scendere alla fermata Rue du Bac della linea 12, percorrere per circa settecento metri Rue du Bac e voltare a destra proprio sul quai Voltaire.
In seguito, Baudelaire si trasferì nell’appartamento di Jeanne Duval au 22 rue Beautreillis (a trecento metri dall’attuale fermata Sully – Morland della linea metro 7).
A rue d’Amsterdam, per la precisione al numero 22, si trova l’Hôtel de Dieppe (ci si arriva con la linea metro 14 scendendo alla fermata Saint Lazare): al quinto piano di questo albergo, Baudelaire visse per ben cinque anni, dal 1859-1864. La sua stanza aveva una vista privilegiata sulla città: fu proprio questo panorama a spingere il poeta a descrivere quel cambiamento urbano che gli procurava il famoso mal de vivre. Qui Charles scrisse anche Les Paradis Artificiels, il suo saggio dedicato agli effetti delle droghe.Per immedesimarsi, oggi, nella vita quotidiana del poeta maledetto, bisogna chiedere aiuto all’immaginazione: quasi tutti i luoghi che lui era solito visitare, infatti, non esistono più. Passeggiando per rue Le Peletier (metro 8 e 9, Richelieu – Drouot), ci si può immaginare in compagnia di Baudelaire seduti al café Le Divan Le Peletier, tra artisti e intellettuali. Dopo la chiusura di questo locale, avvenuta nel 1859, gli habitués si spostarono in un locale ad appena trecento metri da lì, il Café de Bade, al 32 del Boulevard des Italiens.
Per scoprire i ristoranti e le taverne dove il tormentato Charles consumava i suoi pasti, bisogna passeggiare per rue de l’Ancienne Comédie (metro 4 o 10, Odéon), dove c’era il Restaurant Pinson, oppure spostarsi nel XIX arrondissement: qui si trovavano La Brasserie des Martyrs – ai numeri 7 e 9 di rue des Martyrs (fermata Notre Dame de Lorette, linea metro 12) -, Le café de Madrid a boulevard Montmartre numero 6 (oggi subito di fronte alla fermata Grands Boulevards, metro 8 e 9) e La taverna Saint-Austin di rue d’Amsterdam 26 (vicino a Gare Saint Lazare, dove si incontrano le linee metropolitane 3, 12, 13, 14).Al numero 1 di rue du Dôme, nel distretto di Chaillot (metro 2, fermata Victor Hugo), si trovava invece la clinica del Dr. Duval: qui Baudelaire entrò nel luglio 1866 e morì il 31 agosto 1867.
Parigi_Baudelaire1L’ultima tappa del tour parigino che rende omaggio a Baudelaire non può che essere il Grand Cimetière, ovvero il cimitero Montparnasse (fermata Raspail della linea metropolitana 4): qui sono sepolti alcuni tra i più grandi autori della letteratura contemporanea e, nella sesta divisione, si trova il cenotafio di Baudelaire realizzato nel 1902 da José de Charmon.
Tutto italiano, invece, il film “Parigi-Baudelaire, passeggiata poetica”, presentato a Milano in settembre per i 150 anni dalla morte dello scrittore. Ideato e interpretato da Massimiliano Finnazer Flory e co-prodotto da Apertamente e Atout France, il film documentario è un omaggio alla vita dello scrittore e riesce a far rivivere sul grande schermo i luoghi più affascinanti della Parigi dell’Ottocento. Tra le prossime proiezioni in programma:
– Torino, martedì 16 gennaio 2018 – Museo del Cinema (Cinema Massimo)
– Venezia, mercoledì 17 gennaio 2018 – Cinema Giorgione, Canareggio
– Roma, venerdì 26 gennaio 2018 – Roma, Casa del Cinema
– Bologna, febbraio 2018 (data da definire), Cineteca
– Napoli, febbraio 2018 (data da definire), Cinema Metropolitan (foto: baudelaire, Parigi_Baudelaire)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Riflettere sul futuro dell’Europa”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

europa-comunitariaMilano. “Nel corso della mattina abbiamo affrontato le questioni relative alla Brexit, e vorrei sottolineare che dobbiamo ragionare sul perché c’è stata la Brexit: quali sono le ragioni sociali che hanno portato alla Brexit? Non è, infatti, sufficiente dire che il Regno Unito nei prossimi anni subirà delle conseguenze pesanti dal punto di vista economico in seguito alla scelta di uscire dell’Europa per evitare che ci siano altre rotture nell’UE. Dobbiamo, invece, fare i conti con le ragioni di fondo della Brexit e queste stanno in una rottura del rapporto di fiducia tra i cittadini, le istituzioni europee e l’Unione stessa. Questo rapporto è in crisi da tempo. L’Europa nella sua fase iniziale di costruzione è stata vissuta per una gran parte dei cittadini come una straordinaria opportunità ed è stata davvero una straordinaria opportunità. Le giovani generazioni vivono come normali cose che si sono costruite nel tempo (la libera circolazione, l’Erasmus…). Oggi, però, di fronte alla crisi e all’incertezza del futuro, l’Europa è stata vissuta e presentata come un vincolo. Si è discusso dei vincoli di bilancio, il controllo sulla spesa pubblica, le norme che impongono agli Stati di sistemare in tempi certi i conti e questo si è tradotto nell’avere meno risorse da investire e interventi pesanti per riequilibrare il sistema previdenziale. L’Europa, dunque, è stata vissuta dai cittadini esclusivamente come una costrizione. Oggi, quindi, il punto è capire come si ricostruisce un’Europa che deve essere vissuta come fonte di opportunità”. Lo ha detto il senatore PD Franco Mirabelli (Commissione Politiche dell’Unione Europea del Senato) all’incontro “Riflettere sul futuro dell’Europa” organizzato dal Consiglio Regionale della Lombardia.“Abbiamo bisogno di costruire un’Europa politica perché l’Europa economica e finanziaria oggi hanno creato un distacco. Proseguendo in questa direzione, l’Europa si indebolirà ulteriormente. – ha proseguito Mirabelli – Di fronte alla crisi, alle difficoltà dell’oggi e di fronte ai grandi problemi che l’Europa mostra di non saper affrontare in maniera unitaria, si sono create delle situazioni per cui ha prevalso la risposta antistorica e sbagliata del tornare indietro, rinchiudendosi nei vecchi confini nazionali e nel protezionismo che è il contrario di ciò che occorrerebbe fare”.“Sono molti i grandi temi su cui l’Europa può fare bene la propria parte. – ha puntualizzato il senatore PD – La sicurezza è uno di questi. Oggi c’è una grande domanda di sicurezza di fronte agli attacchi terroristici e l’Europa deve saper dimostrare di poter affrontare questo problema in maniera coesa. Lo sforzo che si sta facendo per costruire una difesa europea è sicuramente un segnale importante in questo senso. Un altro segnale importante è rimettere mano al Trattato di Dublino perché implica l’affermare che tutti si devono occupare dell’immigrazione, in quanto non può essere un problema che viene delegato soltanto ai Paesi di confine o di approdo dei migranti. Un altro grande tema riguarda la possibilità di costruire davvero un ragionamento unitario sulla fiscalità ma, soprattutto, dobbiamo occuparci di Europa sociale in maniera un po’ diversa da come è stato fatto fino ad ora se si vuole ricostruire una credibilità. La questione dei diritti dei lavoratori, ad esempio, è un tema di cui l’Europa deve tornare ad occuparsi. L’Europa, infatti, non può soltanto affermare che il sistema previdenziale italiano deve stare in equilibrio ma deve anche sostenere che i salari in Italia e negli altri Paesi abbiamo lo stesso livello. Non ci può essere una competizione tra Paesi europei sui diritti del lavoro o sul costo dei salari”.“Un aspetto importante – ha concluso Franco Mirabelli – riguarda l’assetto istituzionale dell’Unione Europea. Costruire un’Europa politica vuol dire costruire un meccanismo diverso da quello attuale rispetto alla rappresentanza. Oggi ci sono tre organismi: Parlamento Europeo (eletto dai cittadini), Commissione Europea e Consiglio Europeo (formato dai Governi dei singoli Stati) e chi decide realmente è sempre il Consiglio mentre dobbiamo spostare sul Parlamento Europeo il potere decisionale perché è lì che i cittadini hanno scelto i propri rappresentanti attraverso il voto. Probabilmente anche il Presidente della Commissione Europea sarebbe bene che venisse eletto dai cittadini per dare un vero peso politico all’Europa. L’Europa deve diventare, quindi, un luogo in cui un vero organismo democratico decida per tutti sulle grandi questioni e agli Stati nazionali siano riservate alcune competenze”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EU countries must step up fight against sexual abuse of children, say MEPs

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

european parliamentTake measures against new forms of online crime, such as revenge porn and sexual extortion. Strengthen police and judicial cooperation to protect migrant children. EU member states must work more closely with each other and with Europol and the IT industry to fight sexual abuse and exploitation of children, said Parliament on Thursday.MEPs approved a non-legislative resolution assessing the implementation of the 2011 EU directive on combating sexual abuse of children. The text, drafted by Anna Maria Corazza Bildt (EPP, SE), was passed by 597 votes to 6, with 20 abstentions. Web pages containing child sexual abuse material must be quickly removed and, when this is not possible, member states should block access to those pages for users within their territory, MEPs say.
National authorities should enhance cooperation with the IT industry, as well as with third countries and Interpol, to speed up notifying and take-down procedures, in the cases where illegal content is made available from abroad, the text adds. It suggests drawing up blacklists of web sites containing child sexual material, to be shared among member states and with Europol and Interpol, and communicated to internet providers. Adequate financial and human resources, reinforced cross-border information exchange and updated digital investigative techniques are key to protecting children against sexual abuse and exploitation, they insist. MEPs worry about the threats and risks to which children are exposed online, particularly recruitment. They also demand specific measures to combat new forms of crime online, such as revenge porn and sexual extortion. Member states that have yet to do so, should criminalise online grooming, cyber stalking and luring children online, they add. MEPs highlight the special vulnerability of migrant children to abuse, trafficking and sexual exploitation and call for stronger police and judicial cooperation, and rapid exchange of information, to trace missing children. The resolution urges member states to introduce mandatory criminal background checks for persons applying or volunteering for activities or jobs with access to children, and to “systematically exchange information on individuals posing a risk to children”. MEPs want to prevent sex offenders moving unnoticed from one member state to another to work with minors.
Parliament notes that most cases of sexual abuse and sexual exploitation of children are not reported and calls on member states to develop or reinforce child helplines, which should be free, confidential and available round the clock, to provide help and support for victims and ensure their fundamental right to be heard. Finally, MEPs urge member states to ensure that victims receive legal aid, psychological support and assistance. Anna Maria Corazza Bildt (EPP, SE), rapporteur, said: “”Member states must do more, better and faster to ensure zero tolerance against child sexual abuse online and offline. The focus should be on removing illegal material at source and blocking when this is not possible, with faster procedures and safeguards. We also urge the internet industry to take their share of responsibility for working out innovative solutions to protect children”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alleanza blockchain per la sicurezza del cibo in Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

pechinoPechino. Walmart (NYSE: WMT), JD.com (NASDAQ: JD), IBM (NYSE: IBM) e il laboratorio ingegneristico nazionale di tecnologie E-commerce dell’Università di Tsinghua hanno annunciato che lavoreranno insieme a una blockchain per la sicurezza alimentare, il cui primo passo vedrà una collaborazione atta a ottimizzare la tracciabilità e la sicurezza del cibo in Cina e a ottenere una maggior trasparenza nell’ambito della supply chain alimentare. Le quattro aziende lavoreranno insieme per creare un metodo basato su standard di raccolta dati circa l’origine, la sicurezza e l’autenticità del cibo, utilizzando la tecnologia blockchain per fornire tracciabilità in tempo reale attraverso la supply chain. Ciò favorirà l’affidabilità e darà ai fornitori, ai regolatori e ai consumatori una miglior comprensione e trasparenza relativamente a come il cibo è gestito dal produttore al consumatore. Ciò è stato tradizionalmente una sfida a causa di sistemi di condivisione dati complessi e frammentari che sono spesso cartacei e soggetti a errore.
Walmart, JD, IBM e l’Università di Tsinghua lavoreranno con i fornitori e i regolatori della supply chain alimentare per sviluppare gli standard, le soluzioni e le collaborazioni per abilitare la creazione ad ampio raggio di un ecosistema di sicurezza alimentare in Cina. IBM fornirà la propria piattaforma Blockchain e la propria esperienza, mentre l’Università di Tsinghua fungerà da consulente tecnico, mettendo a disposizione le proprie conoscenze nelle tecnologie chiave e nell’ecosistema di sicurezza alimentare in Cina. IBM e Tsinghua collaboreranno con Walmart e JD per sviluppare, ottimizzare e distribuire la tecnologia a fornitori e rivenditori che si uniscano all’alleanza.
Da leader mondiale nella sicurezza alimentare globale, Walmart lavora a stretto contatto con fornitori, regolatori, partner industriali e la comunità di ricerca in tutto il mondo. In Cina investe molto nella ricerca sulla sicurezza alimentare attraverso il Centro di Collaborazione e Sicurezza Alimentare Walmart e ha promosso la sicurezza alimentare sia tramite la propria rete di fornitori sia lavorando con JD, che ha una ricca esperienza su tutti i canali di commercializzazione alimentare. I due sono stati in grado di fare leva sull’esperienza di JD nell’impiego di intelligenza artificiale (IA), Blockchain, Big Data e altre nuove tecnologie a protezione dei consumatori. Questa collaborazione, segue l’annuncio fatto nell’agosto scorso tra IBM e Walmart circa un nuovo consorzio a favore della sicurezza alimentare, e porta l’esperienza di IBM relativa alla blockchain nella sicurezza alimentare fino in Cina. IBM, Walmart e l’Università di Tsinghua hanno testato l’utilizzo della blockchain per tracciare prodotti alimentari, come la carne di maiale in Cina e il mango negli Stati Uniti, lungo tutti i loro spostamenti attraverso la supply chain per raggiungere gli scaffali dei negozi. Un recente collaudo di Walmart ha mostrato che l’applicazione della blockchain ha ridotto il tempo necessario a tracciare il percorso di una confezione di mango dalla fattoria al negozio da giorni o settimane a due secondi. “L’Università di Tsinghua si impegna nella ricerca approfondita sulla sicurezza alimentare -una delle aree più importanti per migliorare la qualità della vita in Cina e anche nel resto del mondo. Stiamo già lavorando con IBM e Walmart per creare un nuovo modello di tracciabilità del cibo, utilizzando blockchain per favorire la trasparenza e l’affidabilità della supply chain e vediamo questa nuova cooperazione come un passo importante in questo tentativo”, ha detto il Professor Yueting Chai dal Laboratorio Ingegneristico Nazionale per le Tecnologie di E-Commerce, Università di Tsinghua.
La collaborazione è atta ad assicurare la privacy dei dati dei proprietari dei marchi, mentre li si aiuta ad integrare la loro tracciabilità online e offline per la sicurezza alimentare e i canali di gestione della qualità. Le aziende che si uniscono all’alleanza saranno in grado di condividere informazioni utilizzando la tecnologia blockchain, e i piani includono la libertà di scelta della soluzione di tracciabilità basata sullo standard che più si confaccia ai propri bisogni e sistemi legacy. Ciò porterà a sua volta maggior trasparenza alla supply chain e introdurrà nuove tecnologie per il settore della vendita al dettaglio, progettate per creare un ambiente alimentare più sicuro e ottimizzare l’esperienza del consumatore. Gli spunti tratti dal lavoro in Cina faranno luce su come la tecnologia blockchain possa aiutare a migliorare processi, quali richiami e verifiche, e sviluppare la fiducia del cliente grazie alla maggior trasparenza. (fonte: https://ibm.co/2CbZruu)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ripresa non si riflette ancora sui prezzi

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

elezioni in europaAnalisi di Ken Hsia, Portfolio manager dello European Equity Fund di Investec Asset Management. I rapporti societari pubblicati di recente continuano a indicare una ripresa degli utili delle società europee, trainata da un numero crescente di settori. Il consolidamento della situazione economica in Europa ha compensato gli effetti del rafforzamento dell’euro, un andamento in contrasto con l’indebolimento delle aspettative per il mercato statunitense.Il rendimento del capitale netto (ROE) storico in Europa è pari al 10%, un livello ancora più vicino ai valori minimi che a quelli massimi. Sarebbe auspicabile che gli utili delle società fossero ben superiori al costo del capitale proprio, concordato in genere intorno all’8%. In base ai dati storici, un ritorno del ROE al 14%, pari a un incremento degli utili del 40%, gioverebbe ai flussi di cassa che, se reinvestiti a tassi di rendimento discreti, incrementerebbero ulteriormente il ROE. Inoltre, gli stati patrimoniali si mantengono sui livelli più solidi dell’ultimo decennio, consentendo agli utili di potenziare le operazioni di fusione e acquisizione e il riacquisto di azioni.Il nostro screening 4Factor™ ha evidenziato una forte virata sostenuta verso i titoli finanziari e ci siamo dedicati con attenzione all’interpretazione dei segnali quantitativi. Ad esempio, la nostra analisi ci ha spinto verso i mercati immobiliari, ancora piuttosto depressi sia in Spagna che in Irlanda. I mercati spagnolo e irlandese, dopo uno dei maggiori boom dell’ultimo ciclo economico, hanno segnato una ripresa molto debole e protratta in quanto le scorte in eccesso sono escluse dal sistema. L’indice delle abitazioni di nuova costruzione è infatti ancora piuttosto depresso se raffrontato ai livelli normalizzati dei cicli precedenti – l’inflazione dei prezzi delle case pari al 5-10% indica un’effettiva richiesta di abitazioni di nuova costruzione.
Nell’ultimo anno, i mercati azionari hanno reperito nuovi capitali destinati a incrementare il patrimonio immobiliare dei costruttori irlandesi e spagnoli. Il nuovo capitale consente alle banche di mettere in ordine i libri dei crediti in sofferenza, nonché di incrementare i volumi complessivi di transazioni. Riteniamo che questa ripresa si esprima al meglio attraverso le banche, dal momento che le valutazioni non riflettono un ritorno a valori discreti di ROE, e vista la normalizzazione prevista dei tassi di interesse. Inoltre, il consolidamento dei settori bancari rende prevedibile una determinazione razionale dei prezzi in qualsiasi ripresa.
KenHsiaRavvisiamo, inoltre, opportunità in altri settori con valori ROE depressi ma che mostrano segnali di ripresa, come il settore delle risorse e dei servizi di pubblica utilità. I fattori macroeconomici sono trainanti per la ripresa, pertanto in questi settori è ragionevole aspettarsi un certo livello di volatilità. Dal punto di vista del portafoglio, compensiamo questa volatilità continuando a ricercare opportunità in settori che mostrano una crescita strutturale, nei quali veniamo pagati per assumere rischi. Queste opportunità sono sempre più difficili da trovare, ma siamo comunque in grado di coglierle.Riteniamo che il rischio politico percepito stia continuando a diminuire nonostante le crisi improvvise a livello regionale, come il caso Catalogna. Fatta eccezione per il Regno Unito, vi è un forte desiderio di partecipare al mercato unico europeo e riteniamo che vi sia un basso rischio di frammentazione per l’Europa.
Il 21 dicembre si terranno le elezioni regionali in Catalogna, mentre in Italia le elezioni politiche saranno nel 2018. In quest’ultimo caso, si prevede la formazione di un nuovo governo di coalizione, con politiche poco incisive. Continuiamo a monitorare il rischio politico seguendo i rendimenti dei titoli di Stato e le tensioni sociali.
A livello di portafoglio, una relativa concentrazione ci permette di schivare i rischi che potremmo non
essere intenzionati ad assumere. Il 2017 ci ha insegnato qualcosa, ovvero che gli avvenimenti politici creano un mercato più inefficiente, che quest’anno ci ha regalato due casi di acquisizione nel mercato azionario nazionale del Regno Unito.Pertanto, pensiamo che gli investitori debbano considerare il rischio in prospettiva e concentrarsi sul fatto che in Europa esistono anche numerose società leader a livello internazionale che continueranno a beneficiare di chiari vantaggi competitivi e opportunità globali. (foto: elezioni in europa, KenHsia)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tlc: la bolletta “mensile” diventa di 30 giorni? Aumenti illegittimi dell’1,38%

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

tar lazioL’Unione Nazionale Consumatori ha diffidato le compagnie telefoniche e presentato un contestuale esposto all’Antitrust e all’Autorità delle comunicazioni in relazione all’interpretazione della norma appena approvata dal Parlamento sulla fatturazione mensile dei contratti di fornitura dei servizi di comunicazione elettronica.Il Dl Fisco, da pochi giorni pubblicato in Gazzetta (decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito con legge n. 172 del 4/12/2017), prevede che la fatturazione sia “su base mensile o di multipli del mese”, ma a quanto pare le compagnie intenderebbero interpretare il mese non come quello solare, bensì come quello contabile di 30 giorni. Da qui la diffida e gli esposti.
“Un giochino che, trasformando l’anno solare di 365 giorni in 360, farebbe sparire magicamente 5 giorni dal calendario, con un incremento della bolletta illegittimo dell’1,38%. Insomma, le compagnie telefoniche continuerebbero ad arrampicarsi sugli specchi pur di ottenere aumenti nascosti, usando trucchetti e stratagemmi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Stavolta, però, sarebbe il colmo! Non solo interpreterebbero le norme a proprio uso.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume “Vision and Trends of Social Innovation for Europe”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

europa comunitaria1Innovazione e benessere dell’individuo: sono i temi al centro di “Vision and Trends of Social Innovation for Europe” il volume di Filippo Addarii e Fiorenza Lipparini (fondatori di PlusValue) presentato presso la sala stampa della Camera dei Deputati dall’onorevole Antonio Palmieri (FI) coordinatore Intergruppo Parlamentare per la sussidiarietà. Lo studio pubblicato per la direzione generale Ricerca e Innovazione della Commissione Europea ha come obiettivo di fare un bilancio dell’efficacia delle politiche e dei programmi di finanziamento europei a supporto dell’innovazione sociale dell’ultimo decennio e di proporne una rinnovata visione che possa orientare il prossimo decennio di programmazione. Secondo gli autori, per essere rilevante rispetto alla complessità e all’urgenza delle sfide che l’Europa è chiamata ad affrontare, la nuova strategia europea per l’innovazione sociale dovrà essere incentrata sul benessere dell’individuo, sistemica e fortemente politica.
afferma Filippo Addarii autore di Vision and Trends of Social Innovation for Europe.
Al termine della presentazione si è anche parlato dei rischi che corre l’Italia quando lascia andare all’estero idee e risorse che potrebbe invece valorizzare al suo interno. Sarebbero circa 35 i miliardi di euro persi dall’Italia, a favore della Gran Bretagna, con l’emigrazione oltremanica di 700mila italiani dall’inizio della crisi economica. conclude a margine dell’incontro Filippo Addarii.Alla presentazione oltre a Filippo Addarii e Fiorenza Lipparini di Plus Value, e all’onorevole Antonio Palmieri, sono intervenuti Nadia Boschi Head of Sustainability Lendlease Italia e Riccarda Zezza AD di Life Based Value – Maternity as a Master.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come misurare gli investimenti: Garnell e Ca’ Foscari elaborano strumenti di misurazione

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

università ca' foscariVenezia. Negli ultimi anni, il mercato dei capitali si è arricchito di strumenti di impact finance che, oltre al tradizionale rapporto tra rischio e rendimento, integrano la valutazione delle ripercussioni in campo sociale, ambientale ed economico degli investimenti, per generare il c.d. “ultrarendimento”. È in questo ambito che si sviluppa il progetto METRICS, nato dalla collaborazione tra Garnell – gruppo milanese attivo nel private equity, nella finanza d’impresa e nella consulenza a grandi investitori, che nel novembre 2016 ha ricevuto l’autorizzazione di Banca d’Italia a operare come Società di Gestione del Risparmio – e Fondazione Università Ca’ Foscari – ente strumentale dell’Ateneo veneziano impegnato nell’ambito della Terza Missione – per elaborare un metodo di valutazione trasparente e sintetico degli impatti ambientali, sociali e di “buon governo” dell’attività d’investimento.
La partnership prevede lo sviluppo di un set di indicatori che consentano di misurare i benefici non monetari degli investimenti nell’economia reale, valutando la loro sostenibilità economica, ambientale e sociale, con una particolare attenzione alle ricadute dirette sul territorio.Le metriche elaborate con l’Università Ca’ Foscari Venezia costituiscono uno strumento qualificante dell’attività di gestione di Agrifood One, il fondo di private equity lanciato da Garnell, in collaborazione con Slow Food Italia, focalizzato sugli investimenti in piccole e medie imprese italiane del settore agroalimentare, con l’obiettivo di sostenerne processi di crescita e di potenziare il Made in Italy sui mercati esteri.“Grazie al progetto METRICS potremo rendicontare in modo sistematico le performance non economiche delle imprese (target degli investimenti) e la loro evoluzione, contribuendo allo sviluppo di una cultura imprenditoriale attenta ai criteri ESG – Environmental, Social and Governance (ambiente, società e governance) – che sia inclusiva e non esclusiva”, ha dichiarato Filippo La Scala, AD di Garnell. “Attraverso approcci innovativi, utilizzando metriche semplici, di facile comprensione e calcolo, saremo in grado di coinvolgere tutte quelle imprese che per struttura, dimensione, articolazione dei dati aziendali, hanno rinunciato a intraprendere un percorso ESG, ad essere considerate “best in class”, o anche ad aderire a protocolli internazionali. Vogliamo infatti promuovere la diffusione di best practice presso le piccole e medie imprese (nerbo dell’economia reale italiana) che non dispongono delle risorse manageriali ed economiche per adottare criteri e strumenti di misurazione degli approcci classici ESG, favorendo lo sviluppo di vantaggi competitivi anche presso queste aziende”.La professoressa Chiara Mio, docente del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia, coordinatrice dello studio e a capo di un team di professori e ricercatori dell’Università Ca’ Foscari oltre che di professionisti di Garnell, ha illustrato più dettagliatamente la metodologia e due casi aziendali: “Il progetto individua metriche e indicatori sintetici, affidabili e facilmente gestibili e comprensibili anche dal cliente finale, in grado di fornire una valutazione qualitativa e quantitativa della sostenibilità economica, ambientale e sociale degli investimenti. La metodologia di misurazione è stata sviluppata a partire da una modellizzazione teorica che è stata anche sperimentata empiricamente in casi aziendali di PMI. La valutazione degli impatti è condizione imprescindibile al fine dello sviluppo trasparente del social impact investing, che mira a misurare la long term value creation, cioè la capacità dell’impresa di creare valore per tutti nel lungo termine.”
In merito alla partnership stretta con Garnell SGR sul fondo Agrifood One Roberto Burdese, Presidente Onorario di Slow Food Italia, ha dichiarato: “Continua il cammino di Slow Food al fianco di Garnell nella creazione di questo fondo che ha l’ambizione di essere fortemente innovativo e di costituire un importante precedente nel mondo della finanza: si punta a investire sull’economia reale, sul settore primario e le sue immediate pertinenze, su qualcosa di concreto come il cibo, che è un tema che riguarda tutti. Il passaggio di oggi, con la presentazione del lavoro dell’Università Ca’ Foscari, è un ulteriore tassello di valore nella costruzione del progetto che abbiamo tutti quanti in mente.”
Garnell sostiene le attività della Fondazione Università Ca’ Foscari con un impegno economico pluriennale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corsi di formazione in materie scientifiche

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Ministero saluteRoma 18 dicembre alle ore 17.00, presso la sede del Ministero della salute di Lungotevere Ripa 1, il Ministro della salute Beatrice Lorenzin e il Segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana (FNSI) Raffaele Lorusso firmeranno un Protocollo di Intesa per la realizzazione di corsi di formazione in materie scientifiche di largo interesse rivolti ai giornalisti nell’ambito della Formazione Professionale Continua obbligatoria per tutti i giornalisti in attività. L’obiettivo è quello di promuovere conoscenze in ambito sanitario provenienti da fonte istituzionale autorevole e indipendente, al fine di fornire ai cittadini un’informazione corretta e scientificamente validata, contrastando il fenomeno della disinformazione e delle fake news circolanti.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conti pubblici 2011: solo speculazione politica contro l’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

ministero-finanze“Ritrovo nell’analisi del professor Ricolfi – con il suo grafico su rating, indice di vulnerabilità, indice di rendimenti e tasso Bce – un pezzo di storia dell’Italia fuori dai luoghi comuni e basata su statistiche e numeri veri. Analizzando l’indice di vulnerabilità strutturale del nostro Paese vediamo, infatti, un aumento all’inizio della crisi, dopo i fatti americani dei subprime, tra dicembre 2008 e marzo 2009, con l’Europa ancora impreparata, e poi una discesa dopo giugno 2009. Vuol dire che il sistema Paese aveva reagito bene, e i nostri conti pubblici erano assolutamente sostenibili e poco vulnerabili. In questo periodo le agenzie di Rating sono ‘in sonno’, non intervengono, né in negativo né in positivo”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo in Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario, durante l’audizione di Luca Ricolfi, ordinario di psicometria presso l’Università di Torino.“L’indice di vulnerabilità migliora fino a settembre 2011, ma nel frattempo cominciano a salire i rendimenti in modo ingiustificato: evidentemente influenzato dai mercati ingiustificatamente nervosi. Ancor peggio quando i rendimenti schizzano da 200 fino a 500-600, fino a settembre-dicembre 2011. Con le agenzie che si svegliano e con conseguente peggioramento dell’indice di vulnerabilità.Abbiamo, dunque, una serie di andamenti assolutamente controfattuali. Con il governo Monti, ad esempio, l’indice di vulnerabilità aumenta, il Rating peggiora e i rendimenti diminuiscono, per poi risalire e riscendere, con l’indice di vulnerabilità sempre crescente fino al 2013. Esattamente il contrario di quanto doveva avvenire in base agli andamenti reali.Questa è speculazione. Speculazione, masochismo, farci del male, possiamo usare tante definizioni, ma certamente vedere rendimenti che salgono, Rating che seguono i rendimenti più che prevederli, e un indice di vulnerabilità che decresce per poi risalire quando i rendimenti invece cominciano a scendere, ecco, non è una cosa normale.A questo punto i fondamentali del Paese non c’entrano nulla, c’entra solo la speculazione. E dal novembre-dicembre 2011 in poi la cattiva politica di Monti. Da fine 2011 al 2013 l’indice di vulnerabilità cresceva, altro che conti messi a posto dal governo tecnico.Questa analisi del professor Ricolfi fa giustizia di tutti i luoghi comuni, anche in relazione a quanto detto ieri dalla dottoressa Cannata. Nel 2011 il nostro Paese era vicino al default? Era un default puramente speculativo a cui non corrispondeva un aumento dell’indice di vulnerabilità, che anzi era basso. Le agenzie di Rating in quei mesi hanno seguito la speculazione e non hanno giudicato i nostri fondamentali. Una cosa che fa tremare i polsi, e facciamo bene in questa Commissione a fare chiarezza e verità su quell’assurda vicenda”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bain Capital Establishes Real Estate Business

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Bain Capital, one of the world’s leading private, multi-asset alternative investment firms, today announced the formation of Bain Capital Real Estate, comprised of the professionals currently managing Harvard Management Company’s (HMC) real estate investments. Effective February 1, 2018, the HMC Real Estate Team, which consists of approximately 20 dedicated professionals, will spin out of HMC and become Bain Capital employees.Dan Cummings, an industry veteran and currently Managing Director and Head of Real Estate at HMC, will lead the team which he helped found in 2010. The team, which has invested more than $3.4 billion of equity in its direct real estate investment strategy since its inception, will manage HMC’s direct real estate investment portfolio and HMC will continue to invest in the team’s future strategies.“This talented team of investors will be a great addition to our global partnership, and we are excited to welcome them to Bain Capital. They bring significant expertise and a strong track record, and also share our commitment to a thematic, deeply analytical investment approach,” said John Connaughton and Jonathan Lavine, Co-Managing Partners of Bain Capital. “We believe this builds upon our existing experience, aligns with investment opportunities in several of our business units, and will be an attractive resource for our investment teams and limited partners.” “While we are sad to see Dan and his colleagues depart HMC, we are delighted that we will continue to be partners with them,” said N. P. “Narv” Narvekar, Chief Executive Officer of HMC. “Furthermore, we are excited that they will be a part of Bain Capital, an outstanding investment management firm.”
The addition of the real estate team will also enable Bain Capital to leverage the group’s deep experience for the benefit of the firm’s existing businesses. The firm currently has significant real estate expertise through Bain Capital Credit’s global distressed and special situations portfolio and Bain Capital Private Equity’s consumer, hospitality and retail portfolio. As part of Bain Capital, the real estate team will leverage the firm’s global platform to assist them in sourcing efforts as well as deep industry expertise in life sciences/healthcare, consumer/retail, industrials and other sectors germane to its current portfolio as well as future investment themes.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FDA Lifts Clinical Hold on Fitusiran

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Alnylam Pharmaceuticals, Inc. (Nasdaq: ALNY), the leading RNAi therapeutics company, and Sanofi Genzyme, the specialty care global business unit of Sanofi, announced today that the U.S. Food and Drug Administration (FDA) has lifted the hold on clinical studies with fitusiran, including the Phase 2 open-label extension (OLE) study and the ATLAS Phase 3 program. Alnylam and the FDA had previously reached alignment on new clinical risk mitigation measures, including protocol-specified guidelines and additional investigator and patient education concerning reduced doses of replacement factor or bypassing agent to treat any breakthrough bleeds in fitusiran studies. The FDA has now approved the protocol amendments and other updated clinical materials for fitusiran studies. Fitusiran is an investigational RNAi therapeutic targeting antithrombin (AT) for the treatment of patients with hemophilia A and B. It is designed to lower levels of AT with the goal of promoting sufficient thrombin generation to restore hemostasis and prevent bleeding.“We are pleased with the FDA’s decision to lift the clinical hold, as fitusiran holds the potential to help improve the lives of people living with hemophilia,” said Akin Akinc, Ph.D., Vice President and General Manager, Fitusiran at Alnylam. “With the additional risk mitigation measures in place, we look forward to the continued late-stage development of fitusiran and expect to resume dosing around year-end.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CarStory Hosts Inaugural AUTOVATE Conference at LZR in Austin

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

AUTOVATECarStory, the automotive analytics platform for Vast, brought together dealer executives, investors and entrepreneurs from across the country for the inaugural AUTOVATE Conference, hosted at CarStory’s LZR space, to discuss innovation and the future of automotive retail.“We were honored to host the inaugural AUTOVATE at LZR, a legendary Austin event venue, and now, our company headquarters,” said John Price, CEO of Vast. “As an industry, we often find ourselves at conferences in Vegas, San Francisco or New Orleans. It was refreshing to gather in Austin where the intimate tone of the city and venue lended itself to more meaningful sessions and conversations with our industry peers.”Organized by Cliff Banks of The Banks Report, AUTOVATE featured speakers from CarStory, Cars.com, Paragon Honda Acura, motormindz and AutoGravity.Key themes from AUTOVATE 2017 included:Artificial intelligence and machine learning: predicting the future for dealers selling and consumers buying cars. (photo: AUTOVATE)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Joensuu City Challenge – International Competition for Innovative SMEs Opened

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

Joensuu City ChallengeCity of Joensuu, Finland, has announced an international competition in which 200,000 euros will be used for innovative pilot projects in the city centre. Joensuu has defined four city platforms on which companies or other interested organizations are invited to present innovative proposals. The winning proposals will be implemented as pilot projects in Joensuu. The deadline for the proposals is 18th March 2018. The implementation phase of the proposals should be carried out by May 2019. Competition information is provided in English, and proposals can be made in English and Finnish.
The four challenges for which solutions are sought are versatile. A smart solution pilot related to city services is searched for. In the City-Lab approach, innovative proposals such as CityLabs or StreetLabs are expected. The third case is related to a river/lake tourism solution, proposals can range from tourist service solutions to VR/AR applications for recreational purposes. Finally, green energy solutions are expected for a vast recreational area at the lakeside where one of the oldest Finnish rock festivals takes place every summer.Joensuu is a university town and a growing regional centre in the eastern part of Finland in the Finnish Lakeland. The town has one of the most ambitious climate targets in Europe – to be carbon neutral by 2025. One-third of the population is under 25 years old, and there are more than 20,000 students in the town. The city population approaches 76,000 and the nearby region has 120,000 inhabitants. Joensuu core competencies are forest bioeconomy, education, photonics, ICT, metal industries and new materials. The European Forest Institute, an international science-based organization is also located in Joensuu. The town has a strong policy for innovative public procurement, investments and solutions.The competition was launched at the Bioeconomy Investment Summit in Helsinki, Finland, 14th of December 2017 which gathered over 500 participants from 40 countries. The competition will also be announced via the Finnish and European e-tendering systems Hilma and TED next week. The initiative is supported by the Urban Growth Agreement of the Finnish Government and the Ministry of Economic Affairs and Employment. (photo: Joensuu City Challenge)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Siemens Healthineers Announces Acquisition of Fast Track Diagnostics

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

lussemburgoLuxembourg. Siemens Healthineers has signed an agreement to acquire Luxembourg-based Fast Track Diagnostics (FTD), a global supplier of diagnostics tests that, unlike a clinical examination alone, can distinguish between viral, bacterial, or other infections in one test. By introducing FTD products to its molecular diagnostics portfolio, Siemens Healthineers is further investing in precision medicine and better patient experience through solutions that eliminate the need for repeat diagnostic testing, reducing time and improving patient outcomes.The acquisition of FTD increases the menu of the Siemens Healthineers VERSANT® kPCR Molecular System1 by over 80 assays and syndromic panels, transforming care delivery for its customers with a comprehensive solution for molecular testing of infectious diseases. In addition, FTD’s platform-agnostic menu allows Siemens Healthineers to effectively serve a broader customer base.
“By integrating the high-quality and cost effective solutions of Fast Track Diagnostics into our own cutting-edge molecular diagnostics portfolio, Siemens Healthineers continues to strengthen and expand its presence in the field of molecular testing and precision medicine,” says Fernando Beils, Head of Molecular Diagnostics, Siemens Healthineers. “We are excited to introduce both FTD’s products and world-class team to the Siemens Healthineers family.” FTD’s tests are real-time Polymerase Chain Reaction (PCR) kits, allowing for both singleplex and syndromic testing. PCR is a technique used to amplify nucleic acids ( RNA and DNA) in laboratory samples, allowing clinicians to diagnose infections with just a small sample from patients. The tests target conditions such as respiratory infections, gastroenteritis, meningitis, hepatitis, infections of the immunosuppressed, tropical diseases, sexually transmitted diseases, and early childhood diseases, and can detect over 140 viruses, bacteria, parasites, and fungi. By consolidating testing for the infectious disease spectrum into a single molecular ecosystem and virtually open platform, Siemens Healthineers ensures leading-edge performance from extraction through detection, as well as increased workflow efficiency for molecular labs of all sizes.“Combining FTD’s wide range of assays with the Siemens Healthineers portfolio means great things for all of our customers globally,” says Bill Carman, CEO of Fast Track Diagnostics. “In merging our efforts, we’re enabling healthcare providers to meet their current challenges and deliver better outcomes for patients.”“In addressing the evolving needs of our customers and the molecular testing market, we enable them to provide more efficient and more effective care for their patients,” confirms Dr. David Stein, Head of Strategy & Innovation, Siemens Healthineers. “This exciting step forward, alongside our newest team members from FTD, is the latest example of our ongoing commitment to our molecular diagnostics customers and their patients.” Through the acquisition, Siemens Healthineers will now include FTD’s sites in Luxembourg, Malta, and India, as well as its workforce of about 80 employees. FTD will continue to operate under the brand name Fast Track Diagnostics throughout the world.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »