Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Il Corriere della Sera riceve il premio speciale «Giornalisti e Società: la professione giornalistica a servizio dell’uomo»

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 dicembre 2017

GRUPPO VINCITORI PREMIO NATALE UCSI 2017«Il primo quotidiano italiano riconosce che il bene fa notizia e merita di essere raccontato perché ‘la virtù è assai più contagiosa del vizio, a condizione che sia fatta conoscere’ (Aristotele)». Questa la motivazione che ha portato la giuria della XXIII edizione del Premio giornalistico nazionale “NATALE UCSI 2017”, ad assegnare il Premio Speciale «GIORNALISTI E SOCIETÀ: La professione giornalistica a servizio dell’uomo», attribuito dalla CET-Conferenza Episcopale del Triveneto, al CORRIERE DELLA SERA, per l’iniziativa editoriale settimanale “Buone Notizie – L’impresa del bene”, che racconta storie e inchieste dell’Italia positiva.Il rito di premiazione è proseguito con l’assegnazione dei PREMI PRINCIPALI:
1)Premio Ucsi – Fondazione Cattolica alla STAMPA alla giornalista Simonetta Venturin, direttrice del settimanale diocesano Il Popolo, per lo speciale “Oltre e nonostante la crisi: quattro storie da applauso” (Aziende del territorio che hanno avuto successo in anni difficili) che racconta «quattro storie positive in un contesto generale che invita al pessimismo. Creatività, ingegno, lavoro, collaborazione dei distretti produttivi mostrano che la crisi può essere anche un’opportunità», recita la motivazione.Per la stessa sezione di concorso hanno ricevuto una menzione speciale la veronese Adriana Vallisari, per l’articolo “Sulle strade un canto pieno di speranza”, coraggioso reportage di una notte passata con i volontari della comunità Papa Giovanni XXIII ad aiutare le vittime della tratta e della prostituzione, pubblicato su Verona Fedele, e a Barbara Ganz de Il Sole 24 Ore per il pezzo “Il modello (sostenibile) del dentista sociale”;
2) Premio Ucsi – Fondazione Cattolica alla TELEVISIONE a Giulia Salmaso, autrice del servizio “Il Post: la guerra di Massimo”, andato in onda su Tv2000, «tormentato percorso di un medico che per anni ha praticato aborti e ora aiuta le donne ad avere figli; un’intervista che scava nel dramma con sensibilità». Ha ritirato il premio il collega video-giornalista Alberto Feltrin, presente insieme al protagonista del servizio tv Massimo Segato, viceprimario di Ginecologia all’ospedale di Valdagno;
3) il Premio Ucsi – Fondazione Cattolica alla RADIO ad Anna Maria Giordano di Rai Radio3, per “Maggie, la Madre Teresa africana”, servizio «sull’impegno di Marguerite Barankitse, che dal 1993, quando in Burundi esplose la guerra civile, ha salvato 50.000 bambini: una testimone di pace in un Paese dilaniato dai feroci combattimenti tra etnie».Altri due PREMI SPECIALI sono andati a:
• Lucia Caretti, autrice di un’inchiesta pubblicata su La Stampa dal titolo “Sibling, quei campioni oltre gli ostacoli” (Le storie di fratelli disabili e normodotati che primeggiano negli sport praticati assieme) premiata con la Targa Athesis (assegnata dal Gruppo editoriale Athesis a giovani under 30): «un aspetto poco noto della disabilità, raccontato con partecipazione per testimoniare come gli sport praticati insieme ai fratelli disabili possano offrire pari opportunità e migliorare la stessa performance agonistica»;
• Elena Filini de Il Gazzettino, per l’articolo “Elisa e i 18 doni prima di morire alla figlia neonata” (Storia della mamma che si è spenta per un cancro dopo aver acquistato tutti i regali per la figlia fino alla maggiore età), vincitrice del Genio della donna – Banco BPM per la sua testimonianza su come «la malattia e la morte non interrompano il legame tra madre e figlia: una storia drammatica ma piena di speranza scritta con delicatezza e attenzione».
I vincitori hanno ricevuto una scultura del maestro orafo Alberto Zucchetta che firma le splendide realizzazioni con il logo dell’Ucsi Verona, raffigurante Cangrande della Scala (simbolo della città scaligera fin dalla prima edizione del Premio), oltre a un riconoscimento in danaro e un omaggio della Cantina Valpolicella di Negrar con il marchio di eccellenza DOMINI VENETI, pregiata espressione della tradizione enologica della Valpolicella e del settore vitivinicolo veronese. (foto: vincitori)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: