Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 21 dicembre 2017

Mostra fotografica: “SI RIAccendono i colori della pace”

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Beppe con Emanuela TittocchiaBeppeRoma. E’ stata inaugurata a Roma la mostra fotografica “SI RIAccendodo i colori della pace” di Beppe Convertini presso il Doria Center a Palazzo Doria Pamphili. La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio per poi far tappa a Milano e Padova. Alla mostra erano presenti numerosi esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura, amici di Beppe. In primo luogo il Presidente di Terre des Hommes International Raffaele K. Salinari, Fondazione promotrice della mostra e poi: Guillermo Mariotto, il maestro Gianni Mazza, Manila Nazzaro, Fanny Cadeo, Elisabetta Pellini, Alma Manera, Janet De Nardis, Nadia Bengala, Amedeo Goria, Cinzia Malvini, Roberta Beta, Rossella Izzo, Stefano Dominella, e tanti altri. Un racconto fotografico della missione umanitaria che Convertini, testimonial della Fondazione, ha compiuto, questa estate, nel centro profughi siriano a Zarqa al confine Giordano Siriano.
Attraverso gli scatti fotografici i racconti impressi in un’immagine di migliaia di bambini, ognuno a testimoniare la propria storia. Tanti i temi affrontati e impressi in quelle immagini: l’educazione, beppe con G.Mariottol’istruzione, l’assistenza sanitaria e le attività ludiche. Grande attenzione al problema delle spose bambine, sempre più attuale e diffuso per cui sono costrette a diventare spose,e poi mamme,in età precoce, subendo così dei disturbi psico fisici irreparabili.
“Una grande dignità e compostezza – spiega Beppe Convertini – nel racconto di ogni memoria vissuta seppur nel dolore. Nel dramma sono stato rapito dalla gioia e dalla tenerezza dei più piccoli che mi hanno regalato con i loro sorrisi dei momenti indimenticabili più di quello che io ho potuto fare per loro. Il mio tempo l’ho dedicato ad aiutare gli uomini e gli straordinari volontari e cooperanti a caricare e scaricare aiuti e a costruire dei rifugi che li possa riparare dal gelo e dalle intemperie dell’inverno perché nelle tende ovviamente senza acqua, luce e riscaldamento è durissima sopravvivere. Ma soprattutto l’ho dedicato a loro, i bambini”.
“I gesti dicevano più di mille parole – continua nel racconto Beppe Convertini – alcune volte è bastato davvero uno sguardo o una carezza per sentirsi parte di loro. Ero emozionato quando facevano a gara per stringermi la mano o per darmi un bacio, in quel momento pensi di aver perso del tempo nella tua vita dietro alla futile quotidianità”. (foto: beppe con G.Mariotto, beppe, Beppe con Emanuela Tittocchia)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eleonora Daniele osa un look che mette in risalto la sua sensualità

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

eleonora danieleNelle interviste prima del debutto di Sabato Italiano, il nuovo programma del sabato pomeriggio, aveva promesso che l’avremmo vista in vesti diverse e infatti è così non solo per i temi trattati, ma anche per gli abiti, infatti Eleonora sfoggia anche un nuovo look: tubino sotto il ginocchio, sexy, aderente. Tacco 12 come da copione. Un grande classico che non delude mai. Un look che lascia senza fiato. Eleonora Daniele oltre a essere una brava conduttrice è anche una bellissima donna finalmente ha tirato fuori quel lato sensuale che troppo spesso tende a nascondere Di mattino osa solo Federica Panicucci, al pomeriggio lo fa la D’Urso e al sabato finalmente anche Eleonora Daniele.
Dietro a questa trasformazione c’è la mano sapiente di una giovane stilista pratese, Cinzia Diddi, che con pazienza e tante prove è riuscita a trovare la giusta formula per fare accettare alla bella presentatrice questa immagine decisamente più sexy e femminile. (foto: eleonora daniele)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jazz On Movie… & Altro

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Palermo-Panorama-bjs-2Palermo Giovedì 21 dicembre ore 20.30 – Real Teatro di Santa Cecilia Piazza Santa cecilia 5, in programma il film La La Land di Damien Chazelle – con Emma Stone e Ryan Gosling. Ancora un importante appuntamento per la rassegna cinematografica della Fondazione The Brass Group, Jazz On Movie …& Altro, con la direzione artistica di Mario Bellone e presentazione, interventi e clip a cura di Gigi Razete. in programma a La storia narrata da Chazelle è tutt’altro che originale: due giovani, Sebastian, pianista jazz, e Mia, aspirante attrice. Eppure, nonostante l’apparente banalità, il film è stato tra i più premiati degli ultimi anni con 6 Oscar e 7 Golden Globe: merito di una regia magistrale che con deliziosa leggerezza svaga dal sorriso alla commozione, di una grazia unica nel rievocare un’epopea ormai lontana, di interpreti dalla recitazione quanto mai fresca e ispirata, di un efficacissimo mix di musica ed immagini e merito anche di sequenze altamente spettacolari. Il film coglie due temi principali: è uno splendido tributo alla città di Los Angeles, scelta fortemente voluta dal regista ed è un magnifico affresco corale dedicato ai classici del musical degli anni Cinquanta e Sessanta. La colonna sonora è stata composta e orchestrata da Justin Hurwitz. Tra gli interpreti c’è anche il famoso cantante e pianista John Legend. La proiezione è preceduta da un video in tema e dai commenti del critico Daniela Cecchini.
Biglietti da euro 5 per la platea a 4,00 per la galleria incluso i diritti di prevendita. Sconti particolari verranno effettuati per gli studenti. (fonte: http://www.thebrassgroup.it)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coldplay night il 23 dicembre al nuovo Dorian

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

coldplayPalermo sabato 23 dicembre al Dorian – il locale, ma anche il brand, simbolo di musica a Palermo e provincia, sotto la guida artistica di Alessio Ciriminna – in via Rosario Gerbasi 6, di fronte al molo Santa Lucia del porto di Palermo. È una serata davvero speciale quella che porteranno gli Speed of sound tributo Coldplay. La serata inizierà alle 20. I clienti del locale potranno scegliere l’apericena servito al tavolo o un ampio menù di antipasti, primi e secondi.Alle 22 parte il concerto degli Speed of sound. Benny Vassallo, Gabriele Graziano, Simone Esposito, Mauro Pizzo, e Daniele Zimmardi porteranno il pubblico in un viaggio attraverso tutta la discografia della band di Martin, con le più famose hit, eseguite insieme a qualche chicca. In scaletta brani come “The scientist”, “Viva la vida”, “Fix you”, “Clocks” e tanti altri. Ingresso 15 euro per chi fa apericena, 7 per ingresso con bibita inclusa e concerto. (foto: coldplay)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rassegna musicale a Palazzo Venezia

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

collezionismoRoma Venerdì 22 dicembre 2017 – ore 21:00 Palazzo Venezia_ Sala Regia Tribute to Louis Armstrong Nicola Tariello Sextet. In occasione dell’esposizione “Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano”, il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, promuove una rassegna sulla musica di quegli anni curata da Ernesto Assante, presso la Sala Regia di Palazzo Venezia.I primi anni del Novecento sono stati assolutamente straordinari per l’arte in tutto il mondo. E in particolare per la musica. Gli anni Venti e Trenta sono stati certamente quelli dell’Età del Jazz, celebrata da scrittori e poeti, animata da grandissimi musicisti, anni “ruggenti” in cui autori di grande intelligenza hanno saputo creare musica nuova, in bilico tra due culture, e in alcuni casi perfettamente in equilibro tra musica classica e pop. Autori e musicisti come George Gershwin, Duke Ellington, Louis Armstrong, Cole Porter, Irving Berlin, le cui musiche ancora oggi sono celebrate come grandi opere d’arte del secolo scorso. A queste musiche e a questi autori sono dedicate le serate di concerto a Palazzo Venezia.
Louis Armstrong, “Satchmo” è uno dei padri del jazz. Con la sua tromba e le sue band ha, tra gli anni Venti e gli anni Sessanta, segnato la storia della musica in maniera indelebile. E, tra New Orleans e Harlem, ha illuminato la storia del jazz. Nicola Tariello torna a far vivere i grandi momenti degli Hot Seven e i brani più celebri della musica del grande musicista afroamericano.Louis Armstrong, “Satchmo” è uno dei padri del jazz. Con la sua tromba e le sue band ha, tra gli anni Venti e gli anni Sessanta, segnato la storia della musica in maniera indelebile. E, tra New Orleans e Harlem, ha illuminato la storia del jazz. Nicola Tariello torna a far vivere i grandi momenti degli Hot Seven e i brani più celebri della musica del grande musicista afroamericano.
Le altre date:Sabato 20 gennaio – ore 21:00 Anything but Love Maria Pia De Vito & Friends
Venerdì 16 febbraio – ore 21:00 Gershwin Moods -i due volti del genio americano -“Gershwin Quintet”
Per assistere ai concerti in programma è sufficiente acquistare il biglietto unico valido per l’ingresso alle due sezioni della mostra “Voglia d’Italia”, al percorso museale a Palazzo Venezia e agli ascensori panoramici del Vittoriano. L’accesso ai concerti sarà consentito fino ad esaurimento posti.Intero € 10,00 Ridotto € 5,00. (foto: collezionismo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

In differita TV un culto ecumenico di Natale

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Chiesa luterana di VeneziaRoma/Venezia. La Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI), che riunisce le comunità luterane dell’intera penisola, rende noto che il 25 dicembre alle ore 10, dalla comunità luterana di Venezia, sarà trasmesso in diretta TV un culto ecumenico di Natale.La diretta andrà in onda su RAI 2 e contemporaneamente, in Eurovisione, sui canali televisivi di Belgio, Francia e Svizzera
A presiedere il culto, presso la chiesa di Campo Ss. Apostoli nel sestiere di Cannaregio, sarà il pastore Bernd Prigge, guida spirituale dei luterani della laguna, mentre ad annunciare la Parola saranno padre Evangelos Yfantidis, vicario della Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia e Malta del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli, monsignor Francesco Moraglia, patriarca cattolico di Venezia, e il pastore Davide Mozzato della chiesa Avventista del settimo giorno.In chiesa – dove si uniranno anche le due tradizioni natalizie del presepe, cattolica, e dell’albero di Natale, protestante – i luterani parteciperanno al culto insieme ad anglicani, avventisti, battisti, cattolici, ortodossi, valdesi e metodisti, tutti facenti parte del Consiglio delle Chiese cristiane di Venezia: una realtà che, dal 1993, opera per la conoscenza reciproca, la creazione di una coscienza ecumenica, la prevenzione di forme di discriminazione e, infine, la promozione di buone relazioni con la comunità ebraica e con le altre religioni presenti sul territorio.Durante il culto, i presenti potranno ascoltare i canti intonati dal Coro Gospel Skyline di Venezia, con la partecipazione del coro dei seminaristi e del coro dei giovani chiesa-evangelica-luteranaortodossi di Venezia. Le musiche saranno eseguite dall’organista Vincenzo Piani e dai solisti Martino Piani al cembalo e Nicolò Dal Fabbro al flauto.Infine, il racconto di Natale sarà letto da Marco Bragaglia dalla Chiesa metodista di Venezia.
“E’ davvero significativo che questo culto ecumenico di Natale venga celebrato proprio a Venezia. Questa è la città in cui iniziò a diffondersi il messaggio di Lutero nella Penisola. Ed è la città sede della più antica tra le nostre comunità luterane in Italia e, soprattutto, di una delle più antiche al di fuori della Germania. La stessa città che, anche per tali ragioni, nel 500° anniversario della Riforma, è stata la prima in Italia a meritarsi il titolo di Città europea della Riforma nonché la sede del Sinodo 2017 della Chiesa Evangelica Luterana in Italia. Ma, soprattutto, è la città che – per la sua storia d’apertura culturale e il suo presente di dialogo e comprensione reciproca – rappresenta il luogo ideale in cui condividere e da cui diffondere, grazie all’aiuto di Dio, un messaggio di unione e di pace per un mondo migliore” commenta Bernd Prigge, pastore della Comunità luterana di Venezia.(foto: Chiesa luterana di Venezia)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Giappone economia: tre motivi di uno scenario positivo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Nomoto_DaisukeNelle ultime settimane abbiamo ulteriormente incrementato la nostra esposizione alle azioni giapponesi, alla luce di catalizzatori di breve periodo quali: l’accelerazione degli utili societari bottom-up; indicazioni che la riforma a livello aziendale in atto accresce il rendimento per gli azionisti; aspettative economiche solide; il calo dei rischi politici in seguito alla netta vittoria del premier Abe alle recenti elezioni anticipate; e il fatto che il settore privato nipponico sia fortemente esposto, da un punto di vista operativo, al miglioramento generalizzato della congiuntura mondiale.
In prospettiva, intravediamo tre trend principali che, a nostro giudizio, favoriranno le azioni giapponesi nel 2018 e negli anni successivi.
1) La riforma della corporate governanceI temi di discussione con i dirigenti delle società giapponesi sono cambiati significativamente nell’ultimo decennio, spostandosi verso la strategia aziendale a lungo termine, le relazioni mandante/mandatario, ecc. Questo sviluppo positivo è il risultato dell’introduzione della riforma della corporate governance due anni fa e ha gradualmente contribuito a incrementare la redditività del capitale proprio (Return on Equity, ROE) delle società nipponiche. Crediamo che una migliore corporate governance continuerà a contribuire a liberare il valore inespresso nelle azioni giapponesi.Due dei principali obiettivi degli incentivi di corporate governance sono: 1) eliminare i conflitti d’interesse che esistono tra il management e gli azionisti; 2) assicurare che gli asset della società vengano utilizzati in modo efficace nel migliore interesse degli stakeholder. Vi è una correlazione positiva tra il livello della governance societaria migliorata e il ROE delle società giapponesi. La Figura 1 indica che il ROE medio delle aziende nipponiche è stato decisamente inferiore a quello delle società statunitensi ed europee nel 2011, ma il divario risulta nettamente ridotto nel 2017.La Financial Services Agency giapponese ha proposto uno “Stewardship Code”, che intende promuovere una crescita sostenibile delle aziende in aggiunta al conseguimento di rendimenti d’investimento equi per i clienti e i beneficiari. Stiamo quindi osservando un netto incremento dei dividendi da parte delle società nipponiche nonché il lancio di programmi di riacquisto di azioni proprie. A fronte di una liquidità totale nei bilanci delle aziende giapponesi pari a un livello senza precedenti di oltre 250.000 miliardi di yen (2.300 miliardi di dollari), è probabile che queste ultime continueranno a incrementare i dividendi, effettueranno maggiori operazioni di fusione e acquisizione (M&A) e avvieranno ulteriori programmi di riacquisto di azioni proprie per attenuare l’impatto negativo sul ROE dell’eccessiva liquidità in bilancio.
Redditività del capitale proprio2) Il miglioramento della produttività: la riforma del mercato del lavoro. La produttività è un concetto molto più importante per l’economia giapponese e le sue aziende rispetto alla semplice crescita sostenuta. Il premier Abe ha portato avanti riforme del mercato del lavoro con l’obiettivo di incentivare le donne e i pensionati a tornare al lavoro, incrementando il tasso di partecipazione alle forze di lavoro. Le diverse iniziative del governo stanno iniziando a portare i frutti sperati: circa 1,5 milioni di donne giapponesi si sono aggiunte alle forze di lavoro negli ultimi quattro anni e il tasso di partecipazione femminile è salito al 68%, ossia di otto punti percentuali negli ultimi 15 anni, colmando il divario con gli Stati Uniti, stando ai dati OCSE. Inoltre, il numero totale di dipendenti è cresciuto di oltre 2,4 milioni negli ultimi quattro anni.
La deregolamentazione della struttura del lavoro in Giappone è in atto e ha l’obiettivo di incrementare i salari e fornire migliori opportunità di carriera ai lavoratori non a tempo pieno. Nell’ambito delle riforme strutturali di Abe, il governo ha introdotto il concetto di “pari remunerazione a parità di lavoro”, chiamato “Hatarakikata-Kaikaku” con l’obiettivo di migliorare la produttività del lavoro. Stando al rapporto di McKinsey intitolato “The Future of Japan: Reigniting Productivity and Growth” (“Il futuro del Giappone: rilanciare la produttività e la crescita”), se il Giappone riuscirà a raddoppiare il suo tasso di produttività, potrebbe spingere la crescita del PIL a circa il 3% e ottenere un incremento del PIL che potrebbe arrivare fino al 30% entro il 2025. Si noti che l’obiettivo del governo giapponese consiste nell’incrementare il PIL a 600.000 miliardi di yen (attualmente è pari a 546.000 miliardi), ossia 5.500 miliardi di dollari, entro il 2020. 3) Le società riusciranno a mantenere la loro competitività? (foto: Redditività del capitale proprio, Nomoto_Daisuke)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equinix espande la propria leadership di mercato in Australia grazie all’acquisizione di Metronode

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

melbourneMelbourne. Equinix Inc. (Nasdaq: EQIX), azienda del settore delle interconnessioni globali e dei data center, annuncia di avere stipulato un accordo per acquisire dal fondo previdenziale canadese Ontario Teachers’ Pension Plan l’intera partecipazione in Metronode, una società australiana di data center, per 1.035 miliardi di dollari australiani (pari a circa 670 milioni di euro) in contanti.
Metronode è uno dei principali fornitori di strutture di data center in tutta l’Australia, che ospita infrastrutture di comunicazione e internet mission-critical per alcune delle maggiori società e agenzie governative in Australia. L’accordo di acquisizione è stato firmato il 15 dicembre 2017.L’acquisizione di Metronode rafforzerà ulteriormente la posizione di leadership di Equinix in Asia-Pacifico e contribuirà alla sua continua espansione a livello globale. Come risultato della transazione, Equinix espanderà il proprio ecosistema aggiungendo 10 data center, rafforzando la propria posizione a Sydney e Melbourne, e portando la presenza della piattaforma globale Equinix in altre quattro nuove aree metropolitane (Perth, Canberra, Adelaide e Brisbane). Questo consentirà all’azienda di portare a 15 il numero di data center International Business Exchange™ (IBX®) in Australia, consentendo ai clienti di implementare infrastrutture, applicazioni e servizi più vicini al confine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Neuromielite ottica: terapia finalmente disponibile per tutti i pazienti

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

occhio umanoL’AIFA ha, infatti, autorizzato l’inserimento di Rituximab, la terapia più frequentemente utilizzata per questa patologia, nella lista 648 dei farmaci a carico del Servizio Sanitario Nazionale, grazie all’iniziativa della Farmacia e della Clinica Neurologica dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova. A darne l’annuncio il Presidente della Società Italiana di Neurologia (SIN) e Direttore della Clinica Neurologica dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova – Prof. Gianluigi Mancardi – “Siamo molto soddisfatti del traguardo raggiunto. Finora in Italia l’uso di Rituximab era off label e non era disponibile in tutti gli ospedali;questo ha provocato una disparità di trattamento tra i pazienti. Da oggi, finalmente, la situazione cambierà e il farmaco sarà totalmente a carico del Servizio Sanitario Nazionale”.La Neuromielite Ottica è una patologia infiammatoria demielinizzante del sistema nervoso centrale che fa registrare una prevalenza di 1-8 casi ogni 100.000 abitanti. Colpisce ambedue i sessi ed ha un decorso frequentemente aggressivo che può portare a grave disabilità a pochi anni dall’esordio.
Si tratta di una malattia più invalidante della Sclerosi Multipla che compromette la vista fino a portare alla cecità; interessa, inoltre, il midollo spinale con conseguente perdita dell’uso degli arti inferiori.È dovuta alla presenza di anticorpi diretti contro un antigene astrocitario, l’acquaporina 4, che scatenano una reazione autoimmunitaria che distrugge la mielina, la sostanza che costituisce il rivestimento delle fibre nervose, che ha una funzione non solo protettiva ma anche isolante nei riguardi della conduzione dello stimolo nervoso.
Fino a qualche anno fa non esistevano terapie per la cura della Neuromielite Ottica ma oggi, in tutto il mondo, viene utilizzato Rituximab, anticorpo monoclonale diretto contro i linfociti B; si tratta di un farmaco molto efficace che, se somministrato tempestivamente, permette un buon recupero delle funzioni nei pazienti e un parziale controllo della malattia. Analoga soddisfazione viene espressa dal Prof Francesco Patti, della Clinica Neurologica di Catania, coordinatore del Gruppo di studio della SIN sulla Sclerosi Multipla. “ La Neuromielite Ottica è una malattia molto vicina alla Sclerosi Multipla, con alcune somiglianze ma con un decorso più invalidante, ed ora abbiamo finalmente un farmaco a disposizione che permette di affrontarla adeguatamente”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: Riforma pacchetto energia

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

BruxellesBRUXELLES. Il Consiglio europeo ha adottato ieri sera l’accordo preliminare sulla riforma del pacchetto energia denominato, in modo quasi beffardo, “Clean Energy for All Europeans”. I ministri dell’energia riuniti a Bruxelles hanno infatti deciso di privilegiare carbone e altri combustibili fossili, anziché puntare sulle energie rinnovabili, e hanno confermato discutibili incentivi per le fonti fossili, decidendo di finanziare anche alcune tra le più inquinanti centrali a carbone del Continente. Inoltre hanno indebolito la proposta della Commissione Europea per quanto riguarda il diritto di cittadini, cooperative energetiche e comuni di produrre e vendere la propria energia da fonti rinnovabili.Il Consiglio ha infine ignorato l’invito del Parlamento europeo ad aumentare l’obiettivo al 2030 per quanto riguarda la produzione di energia da fonti rinnovabili. Tutto questo nonostante l’attuale obiettivo sia troppo basso per rispettare gli impegni che l’Ue ha preso con gli Accordi di Parigi.«Per l’industria dei combustibili fossili il Natale è arrivato in anticipo, grazie ai ministri Ue che ieri si sono pronunciati in favore di sussidi persino per alcune tra le centrali a carbone più inquinanti d’Europa», dichiara Luca Iacoboni, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia. «Il potenziale dei cittadini europei, invece, non è stato minimamente tenuto in considerazione, dato che il Consiglio Europeo sta sostanzialmente svuotando la proposta della Commissione per quanto riguarda il diritto di tutti di produrre e vendere energia da fonti rinnovabili».Secondo Greenpeace, l’Italia ha giocato un ruolo molto marginale. Il ministro Calenda, assente a Bruxelles, ha infatti appoggiato tutte le richieste delle grandi aziende legate all’uso di carbone, petrolio e gas, boicottando completamente l’idea di supportare la produzione rinnovabile per i cittadini, le cooperative e i comuni.«Un comportamento incomprensibile, visto che l’Italia abbandonerà il carbone entro il 2025 e ha tutte le possibilità per diventare leader nella produzione di energia da fonti rinnovabili», continua Iacoboni. «Calenda continua però a vedere solo un futuro pieno di gas, con impianti come il TAP a farla da padrone, senza considerare che l’unica strada per essere meno dipendenti dall’estero è quella di puntare su sole, vento ed efficienza energetica», conclude.La palla ora passa nuovamente al Parlamento europeo, che dovrebbe finalizzare la propria posizione sulla direttiva sulle energie rinnovabili in un voto in plenaria previsto per la seconda metà di gennaio. A marzo è invece programmato il voto per la normativa denominata “Electricity Market Design”. Per quanto riguarda il Consiglio europeo ci si attende la conferma, il prossimo 26 febbraio, dell’accordo preliminare raggiunto ieri sull’intero pacchetto. I successivi negoziati tra le tre parti coinvolte (Parlamento europeo, Commissione e Consiglio) partiranno poi in primavera.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

First Solar to Power Zorlu Enerji’s 100MW Solar Power Plant in Pakistan

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

istanbulTEMPE, Az./ISTANBUL, Turkey, First Solar, Inc. (Nasdaq: FSLR) today announced that it is supplying over 860,000 high-performance thin film modules to power a 100 megawatt (MW)AC utility-scale photovoltaic (PV) solar power plant developed by Zorlu Enerji in Pakistan. The Independent Power Producer (IPP) facility, part of the Quaid-e-Azam Solar Park in the country’s Punjab province, is expected to be completed and connected to the electricity grid by the first half of 2018.
When completed, the plant will increase Zorlu Enerji’s installed capacity in the country to 156.4MW, a portfolio that includes a 56.4MW wind farm completed in 2013. The facility will generate an estimated 180 million kilowatt-hours of electricity per year – sufficient to power approximately 140,000 average homes – for Pakistan’s Central Power Purchasing Agency, under a 25-year Power Purchase Agreement (PPA).“We are confident that First Solar’s advanced PV modules will thrive in Bahawalpur’s desert conditions, delivering over eight percent more energy than conventional crystalline-silicon panels, and enabling our successful bid for a PPA,” said Sinan Ak, Chief Executive Officer of Zorlu Enerji. “We are also confident that we will set a new benchmark for solar energy in Pakistan, replicating the standards we set with our award-winning Jhimpir wind power plant. There is no doubt in my mind that this project will be a new milestone for the development of utility-scale solar in the country.”
“This project is part of a pivotal move by Pakistan to secure its energy independence by harnessing its solar resource, and we are proud to be playing an enabling role,” said Stefan Degener, First Solar’s Head of Business Development for Europe and Africa.In February this year, First Solar and Zorlu Holding signed a collaborative sales agreement under which Zorlu Solar became a major distributor of First Solar’s modules in Turkey, Afghanistan, Albania, Bosnia, Bulgaria, Cyprus, Georgia, Kosovo, Macedonia, Pakistan, Romania, Serbia, Turkmenistan, the Ukraine, and the Commonwealth of Independent States. In addition to selling PV modules in these markets, Zorlu Solar is undertaking its own project development activity, powering its successful projects with First Solar technology.“This deal demonstrates Zorlu Group’s ability to enable our sales strategy by expanding First Solar’s installed capacity well beyond our existing markets. It also proves that our high-performance technology and Zorlu Group’s commercial expertise makes for a winning combination in any of the 26 markets covered by our agreement,” Degener added.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasformare i risultati della COP21 di Parigi in realtà

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Elim SritabaGli incontri sul cambiamento climatico di Bonn si sono appena conclusi senza troppo clamore. La Conferenza delle Parti (COP) di quest’anno, sotto la presidenza delle isole Fiji, non è stato un evento come quello di due anni fa a Parigi. Sebbene non siano stati fatti annunci importanti, è stata un’occasione per la comunità internazionale per ritrovarsi e definire i dettagli sul “come” trasformare in realtà le ambizioni della COP21 di Parigi avvenuta nel 2015 – con lo scopo primario di mantenere il riscaldamento globale al di sotto degli 1,5°C.Per le aziende come la nostra, che si trovano a operare in diverse aree del mondo, gli incontri della COP sono stati un’occasione per approfondire quanto sta accadendo a livello globale, e comprendere meglio il nostro ruolo di impresa in un quadro più generale.
Riflettendo sui risultati dei molti eventi di Bonn e sul “come” raggiungere gli obiettivi definiti a Parigi, ho individuato due aree chiave nelle quali APP può dare il proprio contributo per aiutare l’Indonesia a rispettare i propri impegni: 1) prendere atto del collegamento tra obiettivi climatici e obiettivi sociali; 2) lavorare insieme per garantire che gli impegni siano basati su basi scientifiche e quantificabili.Sarà decisivo concentrarsi sulle popolazioni che vivono e lavorano all’interno o intorno alle foreste e torbiere indonesiane, che costituiscono ingenti depositi di carbonio, tipici di molti paesaggi dell’Indonesia. Senza individuare soluzioni in grado di offrire una migliore fonte di sostentamento alle popolazioni di questi territori sarà impossibile ottenere successi duraturi. Soluzioni “climatiche” fondate sull’impegno sul territorio sono particolarmente importanti perché strettamente collegate al raggiungimento degli standard di sicurezza alimentare e di altri obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). L’identificazione di forme che consentano di affrontare una molteplicità di problemi con un approccio maggiormente integrato sarà il fattore chiave di successo o fallimento per il raggiungimento simultaneo degli obiettivi di sviluppo e climatici.L’abbiamo sperimentato noi direttamente, al momento del lancio del nostro Integrated Forestry and Farming System, IFFS, il programma di APP di gestione integrata delle foreste e dei sistemi agroforestali, che affronta molti degli SDG in termini di miglioramento dei mezzi di sussistenza e sicurezza alimentare, attraverso la formazione e lo sviluppo di pratiche agricole sostenibili, nel rispetto degli obiettivi climatici, grazie alla riduzione della deforestazione e alla prevenzione di incendi. Lavoriamo all’interno di ogni comunità secondo un modello di business che separa nettamente il concetto di sviluppo agro-forestale dalla pratica della deforestazione e secondo il quale la ricerca di un miglior reddito non comporta il costo di un insediamento illegale. Da quando abbiamo lanciato IFFS a Parigi alla COP21, abbiamo implementato il programma in oltre 146 villaggi, a beneficio di oltre 7.000 famiglie. Il nostro piano è di raggiungere 500 villaggi entro il 2020, con un modello che può essere facilmente ampliato ed esteso ad altre aree.Alcune delle maggiori sfide legate allo sviluppo di “soluzioni climatiche integrate”, in tutti i settori che implicano l’uso del suolo, sono connesse alla difficoltà di quantificare le riduzioni delle emissioni e di attribuirne l’impatto a interventi specifici. La collaborazione tra le parti interessate – governo, settore privato, piccoli proprietari, accademici – sarà necessaria e fondamentale per creare un complesso di strumenti in grado di mettere a sistema i molti dati ancora sporadici e disomogenei, specialmente avvicinandoci al 2020 (e ancor più guardando al 2030 e oltre) momento dal quale le azioni da porre in essere saranno sempre più a scadenze obbligate e senza possibilità di ritorno. Non avendo ancora chiaro l’impatto effettivo di quanto stiamo facendo oggi, sarà difficile se non impossibile dare priorità chiare alle azioni da attivare.In APP, stiamo lavorando alla nostra Vision per il 2030, che comprende una valutazione dell’impatto raggiunto grazie al contributo delle attività che abbiamo posto in essere con la FCP, la nostra Politica di Conservazione delle Foreste, e che stanno già contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo nazionale sulla riduzione del carbonio previsto dall’Accordo di Parigi e gli SDG.Nel tentativo di valutare ancor meglio l’impatto delle nostre attività, APP ha recentemente avviato una partnership con CIFOR-ICRAF che valuterà l’impatto del programma Integrated Forestry and Farming System Program e la possibilità di estenderlo. Abbiamo anche collaborato con il Ministero della Repoubblica di Indonesia dei Villaggi, Sviluppo regioni svantaggiate e Trasmigrazione, per rafforzare la capacità delle istituzioni a livello di villaggi e comunità di fornire e gestire in modo più efficace il programma IFFS nel lungo periodo.Attraverso il monitoraggio dell’impatto delle attività che abbiamo e stiamo intraprendendo nel nostro programma IFFS – sviluppo delle competenze e formazione delle comunità a un’agricoltura consapevole, conservazione delle foreste e prevenzione degli incendi – saremo in grado di quantificare l’aumento del reddito, la riduzione delle emissioni e la riduzione dell’incidenza di incendi e, contestualmente, di attribuire queste modifiche a specifici interventi. Ciò contribuirà alla valutazione di quali attività dovranno essere replicate e ampliate per l’attuazione del “come raggiungere gli obiettivi” di Parigi.
Con l’obiettivo 2018 di stabilire orientamenti e regole su come raggiungere gli obiettivi fissati dall’accordo di Parigi, è importante che queste linee guida affrontino il modo in cui le parti interessate, comprese le imprese, possano muoversi verso obiettivi di riduzione delle emissioni basati sempre più su basi scientifiche. L’esperienza acquisita con la nostra Forest Conservation Policy ci ha mostrato l’importanza di fissare obiettivi ambiziosi stabilendo allo stesso tempo un quadro di riferimento per il monitoraggio dei progressi. Mentre abbiamo identificato metodi per valutare il nostro impatto in termini di metriche stabilite, sarebbe importante ricevere indicazioni maggiori su come le imprese dovrebbero misurare e quindi gestire la loro “quota” di emissioni di gas serra in relazione agli impegni nazionali.Infine, sono stata incoraggiata dalla leadership dei nostri vicini del Pacifico nel promuovere il concetto figiano “Talanoa”, un processo facilitativo per costruire un dialogo inclusivo e partecipativo e per costruire fiducia e un processo decisionale più integrato. Senza conoscere il termine, APP è stata una azienda sostenitrice di questo concetto con il nostro impegno continuo con le parti interessate nel corso degli ultimi anni. Siamo pronti a continuare a condividere la nostra storia e a contribuire alle difficili e complesse discussioni su come rendere concretamente effettivo l’accordo di Parigi. (foto: Elim Sritaba)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con UniCredit e SACE la pasta Granoro arriva sulle tavole di 80 Paesi

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

granoroUniCredit e SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, hanno perfezionato un’operazione di finanziamento da 5 milioni di euro per sostenere l’espansione all’estero del Pastificio Attilio Mastromauro Granoro. La linea di credito, erogata da UniCredit e garantita da SACE, è finalizzata a supportare il piano di investimenti per l’internazionalizzazione dell’azienda pugliese. In particolare, le risorse saranno utilizzate per rafforzare la capacità produttiva, rinnovare gli impianti e sostenere attività pubblicitarie e di ricerca e sviluppo.Il Pastificio Granoro, grazie alle nuove risorse a disposizione, potrà così da un lato affermare la sua presenza in mercati già consolidati, come Stati Uniti, Canada, Brasile, Sud Africa, Corea del Sud, Unione Europea, Giappone, Arabia Saudita; mentre dall’altro avrà la possibilità di espandersi verso nuove geografie, in particolare Sud America, Sud Est Asiatico, Russia e Cina.“Nell’anno del nostro 50° anniversario rinnoviamo con crescente entusiasmo l’impegno, l’amore e la passione nel nostro lavoro, ponendoci sfide sempre più difficili, ma conservando i valori che nostro padre Attilio ha impresso indelebili nella nostra azienda: crescere in ambito produttivo, mantenendo però invariata la qualità della nostra pasta – ha dichiarato Marina Mastromauro, Amministratore Delegato del Pastificio Attilio Mastromauro Granoro Srl –. È un patto di fiducia con i nostri consumatori e nei confronti del Made in Italy, che va tutelato e valorizzato. Ci affacciamo sul mondo e su nuovi mercati per portare il buono che c’è nella nostra amata Puglia”. L’operazione di finanziamento è stata coordinata dall’Area Corporate Puglia di UniCredit con sede a Bari e dagli uffici SACE di Bari. Con questa operazione SACE e UniCredit confermano il loro supporto a favore delle aziende italiane del settore agroalimentare, dove l’altissima qualità dei prodotti Made in Italy permette al nostro Paese di essere tra i primi player al mondo di questo comparto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rete antidiscriminazione: verso la creazione dei punti informativi territoriali

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

torinoTorino. Nel mese di ottobre è stato istituito il Nodo territoriale contro le discriminazioni della Città metropolitana di Torino. Il Nodo fa parte della Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte, che ha come compiti la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni e l’assistenza alle vittime secondo quanto previsto dalla L.R 5/16 in accordo con l’Unar (l’Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica del Dipartimento per le pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri), gli enti locali piemontesi, l’associazionismo e le parti sociali.Il lavoro congiunto su questo tema tra la Regione Piemonte e la Città metropolitana di Torino è stato formalizzato attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa che ha previsto, fra l’altro, la creazione di uno sportello di accoglienza presso la Città metropolitana per l’orientamento, la presa in carico delle persone segnalanti e la gestione dei casi di discriminazione ma anche l’attivazione della rete dei Nodi e dei Punti informativi sul territorio metropolitano.Per affrontare dunque il secondo step del protocollo -ovvero allargare la rete dei Nodi e avviare i Punti informativi- la Città metropolitana ha emanato un avviso di manifestazione d’interesse rivolta a enti, istituzioni pubbliche, organizzazioni di rappresentanza delle parti sociali, organizzazioni private senza scopo di lucro.“Le discriminazioni sono fenomeni diffusi, subdoli, troppo spesso non riconosciuti, ma che se reiterati sono in grado di ledere la dignità della persona. Per questo è necessario sensibilizzare, promuovere una cultura non discriminante e diffondere punti di ascolto capaci di identificare le discriminazioni e accompagnare le vittime verso percorsi di riconoscimento dei propri diritti” spiega la consigliera alle politiche sociali e pari opportunità Silvia Cossu. “Le finalità della Rete territoriale, istituita dal Nodo metropolitano sono la realizzazione di iniziative e azioni per la prevenzione, il contrasto alle discriminazioni, la valorizzazione delle differenze e per favorire l’emersione del fenomeno attraverso il sostegno e l’accompagnamento delle vittime”.
“Il nostro obiettivo è lavorare insieme e, attraverso l’attivazione di Punti informativi su tutto il territorio, in modo che ciascuna Zona omogenea abbia la possibilità di avere un proprio ‘presidio’, assicurare a tutti i cittadini e alle cittadine le medesime opportunità.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Natale nei Musei

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Museo Nazionale del Palazzo di VeneziaRoma I Musei in Comune di Roma si preparano ad accogliere le feste di Natale con una ricca offerta culturale e didattica promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. In programma anche concerti di musica jazz, classica e tradizionale sudamericana realizzati in collaborazione con Casa del Jazz, Roma Tre Orchestra e Ambasciata del Cile e le letture dei grandi classici dedicati al Natale in collaborazione con il Teatro di Roma.Tutti i musei comunali resteranno aperti il 24 e il 31 dicembre 2017 fino alle ore 14.00, tranne il MACRO Testaccio, mentre saranno tutti chiusi il 25 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018. Martedì 26 dicembre 2017 rispetteranno i consueti orari di apertura.
Domenica 7 gennaio, infine, ingresso gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana come tutte le prime domeniche del mese (ingresso gratuito per tutti i musei e le mostre in programma tranne Hokusai. Sulle orme del maestro al Museo dell’Ara Pacis).
Il Natale è il momento migliore per divertirsi e giocare. L’iniziativa Musei in gioco proporrà per le feste una ricca offerta di attività didattiche attraverso le quali vivere con gioia il museo senza perdere l’occasione di imparare. Cruciverba, puzzle, caccia al tesoro, gioco dell’oca e anche un “Mercante in Fiera” rivisitato in chiave napoleonica. Tanti appuntamenti per conoscere la storia di Roma e delle sue collezioni museali, in modo inusuale e divertente, anche durante le feste. Un’opportunità per ‘mettersi in gioco’, all’insegna dell’inclusione e dell’interazione tra diversi pubblici (L’offerta è completamente gratuita per i bambini di Roma Città Metropolitana, ad eccezione delle iniziative del Museo Civico di Zoologia. Ingresso adulti come da tariffazione vigente).
Durante le feste natalizie si potranno visitare i principali musei del sistema (Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Museo dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma a Palazzo Braschi, il MACRO, il MACRO Testaccio, Musei di Villa Torlonia, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, Museo Civico di Zoologia) o scegliere tra i piccoli musei a ingresso gratuito (Museo di scultura antica Giovanni Barracco, Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, Museo delle Mura, Museo Napoleonico, Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina, Museo di Casal de’ pazzi – Deposito Pleistocenico, Villa di Massenzio).Sarà l’occasione per scoprire le collezioni permanenti presenti al loro interno e conoscere da vicino le meraviglie delle mostre temporanee in corso. Tra le principali esposizioni ricordiamo la mostra dedicata all’artista giapponese Katsushika Hokusai al Museo dell’Ara Pacis (Hokusai. Sulle orme del maestro), con apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 23.30 dal 26 al 30 dicembre e dal 2 al 14 gennaio (la biglietteria chiude un’ora prima). E, ancora, l’affascinante percorso espositivo all’interno del Museo di Roma a Palazzo Braschi che racconta il Teatro dell’Opera di Roma attraverso le opere di artisti, disegnatori, costumisti e scenografi che lo hanno reso celebre (Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017), la grande mostra dedicata all’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e l’esibizione recentemente inaugurata ai Musei Capitolini sullo studioso Johann Joachim Winckelmann e il suo rivoluzionario approccio all’archeologia (Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento). Tra le novità, l’inaugurazione del nuovo spazio espositivo della Centrale Montemartini, che dal 21 dicembre accoglie una mostra dedicata al dialogo tra due importanti culture affacciate sul mediterraneo: quella egizia e quella etrusca (Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato).
Per i più tecnologici non mancherà l’appuntamento con L’Ara com’era, la visita immersiva all’interno dell’altare di Augusto. Il racconto multisensoriale dell’Ara Pacis continuerà la sua programmazione anche durante le festività natalizie per consentire un viaggio tridimensionale nell’antichità, alla scoperta delle origini di Roma (in programma 22, 23, 28, 29, 30 dicembre e 2, 3,4, 5, 6 gennaio).
Altra esperienza da non perdere l’incontro con l’astronomia offerto dal Planetario di Roma all’Ex Dogana di San Lorenzo. La programmazione nei giorni di festa proporrà agli appassionati e ai curiosi lo spettacolo OpenSpaces. Planetarium Reloaded!, un’esperienza emozionante che permetterà di viaggiare tra le stelle e conoscere da vicino i misteri del cosmo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il circo Medrano a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

circo medranacirco medrana1Dopo una lunga tournée in giro per l’Europa, il Circo Medrano torna nelle principali città italiane e debutterà a Roma sabato 23 dicembre ’17 alle ore 18,30 a Saxa Rubra. Nel corso dell’evento di apertura della tappa romana verrà anche presentato progetto “Il Circo Solidarietà” a favore dei poveri di Papa Francesco tramite l’Elemosineria Vaticana. Quest’anno il Circo Medrano ha scelto di contribuire ad una buona causa attraverso il “Circo circo medrana3Solidarietà”, un progetto ideato e voluto dalla famiglia Casartelli e dall’imprenditore Fabrizio Grandi, per dare un supporto economico ed emotivo ai poveri di Papa Francesco, sostenuti ogni giorno da Monsignor Konrad Krajewski, l’Elemosiniere del Vaticano.
Il 23 dicembre 2017 saranno presenti per questa apertura tanti ospiti del mondo dello spettacolo, della cultura, dell’imprenditoria italiana per inaugurare anche questo progetto: 4 giovedì al Circo Medrano, che da dopo la Befana 2018, vedranno come protagonisti il Circo e i personaggi del mondo dello spettacolo, che si esibiranno per raccogliere fondi a sostegno delle persone indigenti. Il Circo Medrano devolverà a questa causa una percentuale dell’incasso di questi quattro giovedì.La cifra raccolta verrà consegnata ufficialmente e pubblicamente l’8 Febbraio 2018 . Il progetto permetterà ai romani di contribuire a dare un sorriso a chi è in difficoltà. (foto: circo medrana)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: Capodanno al Circo Massimo

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

Circo MassimoDimensione Suono Roma ancora una volta firma il Capodanno a Roma nella suggestiva cornice del Circo Massimo. Evento nell’evento, la conduzione delle voci di Dimensione Suono Roma, che dalle 21.00 del 31 dicembre incominceranno ad infiammare l’arena creando un’alternanza tra sorrisi, divertimento, musica e le performance artistiche de La Fura dels Baus, in un incontro tra modernità e mondo classico, musica e arte, in un viaggio pieno di energia verso il nuovo anno.In un habitat quasi naturale, anche se in un orario non consueto, Geppo e Ignazio Failla suoneranno la “Sveglia dei Gladiatori LIVE” e tutto potrà accadere in attesa del nuovo anno, con gag irresistibili, interazione col pubblico, video, luci, immagini ed evoluzioni di playlist mai immaginate, scatenando livelli di interazione social mai toccati fino a creare un ponte virtuale e sempre connesso tra il pubblico al Circo Massimo e quello in ostaggio dei cenoni.E dopo la mezzanotte il mondo si ferma e a condurlo sarà il “Dimensione Suono Roma Special Party”, il vj set di Mauro Zavadava Mandolesi dj, animato da Ignazio Failla e impreziosito dalle video installazioni create ad hoc e sapientemente miscelate live dai vj di Dimensione Suono Roma sul palco del Circo Massimo.Impossibile stare fermi con una sequenza musicale micidiale, creata con i suoni dei dj e dei producer più forti del momento: Axwell & Ingrosso, Ofenbach, David Guetta, Bob Sinclar, Avicii, Alesso, Calvin Harris, Tiesto, Armin Van Buuren, Alok e tutte le star della dance internazionale. Il vj set di Dimensione Suono Roma sarà il faro della notte del divertimento sfrenato con le hit più ritmate dal ’90 ad oggi. Suoni, colori, immagini e gadget luminosi, per un’esperienza multisensoriale!Dimensione Suono Roma è media partner del Capodanno al Circo Massimo e sarà anche la voce ufficiale di tutto l’evento “La Festa di Roma”: nei giorni precedenti, tramite i GR e gli spazi di approfondimento, informando i romani e i turisti su tutti gli appuntamenti in programma.
Il Day After, il 1° gennaio 2018, gli inviati di Dimensione Suono Roma racconteranno, collegandosi in diretta radio, gli spettacoli in strada che si alterneranno tra piazza dell’Emporio e ponte Garibaldi, Giardino degli Aranci e Bocca della Verità. (foto: circo massimo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La magia del Natale nelle ludoteche e nei musei di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

albero-natale-vaticano1Luci, addobbi colorati e tanta magia nell’aria… per i bambini le feste natalizie sono accompagnate anche da una speciale “carrellata” di appuntamenti ricchi di favole e creatività nelle due ludoteche di Roma, Casina di Raffaello e Technotown a cura dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura. Tanta allegria anche nei Musei in Comunecon il programma Musei in gioco: svariate e divertenti attività per scoprire la storia di Roma e delle sue collezioni, anche durante le feste, dal gioco dell’oca al Museo di Casal de’ Pazzi alla caccia all’opera, con giochi di osservazione e di memoria per conoscere l’arte antica, ai Musei Capitolini. Le attività sono promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.
Divertimento assicurato alla ludoteca tecnologico – scientifica di Villa Torlonia, un luogo di creatività e di scoperta dove curiosi dai 6 ai 100 anni (e oltre…) possono mettersi in gioco attraverso esperienze interattive avventurandosi nel mondo della tecnologia, della natura, della robotica e della multimedialità. Tra le tante attività organizzate per festeggiare il Natale, da non perdere la sfida dei babbo robot in programma ogni giorno dal 23 dicembre al 6 gennaio e l’edizione speciale di “Impronte di luce – Christmas” nelle giornate del 27 e 28 dicembre.Le attività sono a cura dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.
In questa nuova avventura di programmazione robotica i piccoli Babbo Natale Robot potranno essere aiutati a portare un pacco regalo nel caminetto di ogni bambino. Una vera e propria sfida da portare avanti tutti insieme per arricchire il proprio robot di elementi che possano aiutarlo a prendere il pacco regalo e a portarlo a destinazione. Sarà un’occasione per festeggiare in maniera divertente e differente il vostro Natale Robotico.Attività dai 6 anni in su
Rayografie – Dietro un nome così strano si nasconde la semplice invenzione di un artista dadaista e surrealista, che amava giocare con la scienza e la tecnologia: Man Ray ha chiamato rayografia il suo modo di creare immagini con la luce componendo oggetti della vita di tutti i giorni. Insieme nella camera oscura si giocherà creando opere d’arte; in particolare, in questa edizione speciale, saranno create fantasiose cartoline natalizie da poter regalare ai nostri amici per augurare un fantastico anno nuovo.Attività dagli 8 anni in su
Da Martedì a Domenica 9.30 – 19.00 – 24 dicembre e 31 gennaio 9.30 – 14.00
Chiuso: lunedì (tranne lunedì 26 dicembre), 25 dicembre, 1 gennaio Prenotazione obbligatoria Tel. 060608 Costo: Intero € 8 per 1 attività; € 14 per 2 attività; € 18 per 3 attività – Ridotto € 7 per 1 attività; € 12 per 2 attività; € 15 per 3 attività – Gratuito per diversamente abile e accompagnatore.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: 47 milioni di euro per pronto soccorso e aree emergenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

sicilia-regione-default-120718100156_bigPalermo. Un piano di investimenti per quasi 50 milioni di euro é stato approvato dall’assessore regionale alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, nell’ambito del contributo per il ripiano delle perdite della GSA. Si tratta di interventi mirati principalmente all’emergenza e urgenza, che rispondono ai criteri individuati dal Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato tra le diverse progettualità e richieste delle Aziende del sistema sanitario regionale.
I fondi assegnati, per complessivi 47.603.000,00 euro, sono nella loro quasi totalità destinati alle unità operative di Pronto Soccorso ed all’emergenza-urgenza e consentiranno un primo piano di interventi previsti in questi delicatissimi settori Le aree interessate sono: Sciacca, Canicattì, Caltanissetta, Gela, Acireale, Paternò, Bronte, Militello V. C., Catania, Enna, Nicosia, Leonforte, Sant’Agata di Militello, Milazzo, Palermo, Vittoria, Ragusa, Avola, Siracusa, Trapani e Alcamo-Castelvetrano.Sono altresì finanziati, tra gli altri, il centro amianto di Augusta e l’unità spinale unipolare dell’Irccs Bonino Pulejo presso l’azienda Cannizzaro di Catania.”Per il governo Musumeci – ha dichiarato l’assessore alla Salute, Ruggero Razza – le unità di pronto soccorso e tutta l’area emergenza-urgenza rappresentano una priorità. Desidero rivolgere il compiacimento mio personale e dell’intero governo alla Direzione programmazione per il lavoro svolto, grazie al quale potranno essere avviate iniziative attese nel territorio. Va detto che la procedura é iniziata nei mesi scorsi e il governo ha condiviso e stimolato un criterio di selezione che partisse dalle aree di crisi”.
Razza ha inoltre evidenziato come “la difficile gestione delle unità di pronto soccorso sarà, assieme alla Rete ospedaliera, al centro dell’incontro con i direttori generali ed i commissari che si è tenuto oggi a Palermo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge di bilancio o mercato delle vacche?

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

camera deputatiDichiarazione congiunta degli onorevoli Alberto Giorgetti, Lorena Milanato, Rocco Palese e Stefania Prestigiacomo, deputati di Forza Italia:“Destano grande preoccupazione le assurde e inaccettabili modalità con le quali stanno proseguendo i lavori in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati in merito all’esame della cosiddetta manovra. Stiamo assistendo, sempre più sconcertati, ad una situazione di caos totale.Continua l’assalto alla diligenza, continuano le mance e le marchette, con l’approvazione irresponsabile di emendamenti legati solo ed esclusivamente ad interessi particolari, a vantaggio, di volta in volta, di specifiche categorie. Un vero e proprio mercato delle vacche.Governo e maggioranza continuano ad istruire nuovi fascicoli, su temi non esaminati sino ad ora, prolungando i lavori in modo indeterminato. Si prosegue stravolgendo i principi della legge di bilancio, attraverso l’inserimento di contenuti assolutamente eterogenei e non rispondenti alle caratteristiche previste dalla legge di contabilità e di finanza pubblica. All’interno del testo continuano ad essere infilati interventi ordinamentali, microsettoriali e inadeguati a fornire un quadro complessivo di finanza pubblica coerente, così come richiesto dalla disciplina vigente.Pertanto si stanno minando le fondamenta dei conti pubblici, con enorme danno per il Paese e per i cittadini italiani, lasciando in eredità al prossimo governo una situazione grave. Di tutto questo si dovranno assumere le responsabilità Gentiloni, Renzi, il ministro Padoan e il Partito democratico”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »