Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Archive for 5 gennaio 2018

Assegnato allo stilista Michele Miglionico il “Capri Fashion Award 2017”

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Michele Miglionico2CMichele Miglionicoapri. Il Premio “Capri Fashion Award 2017”, è stato riconosciuto allo stilista Michele Miglionico durante la serata inaugurale dell’evento “Capri Hollywood” quale eccellenza dell’Alta Moda che si è distinta a livello nazionale e internazionale.Per questa occasione sul palco lo stilista ha presentato quattro outfits Alta Moda della collezione “Madonne Lucane”.Anche quest’anno a Capri si è svolta Capri Hollywood, una grande festa internazionale del cinema giunta alla sua XXII edizione organizzata dal produttore Pascal Vicedomini con il sostegno del Mibact, della Regione Campania, del Comune di Anacapri e della Città di Capri.Tante le proposte cinematografiche ed anche anteprime europee, al “Capri, Hollywood – The International Film Festival 2017” dove l’ eccezionale cartellone di 90 pellicole selezionate tra i migliori titoli internazionali ma anche italiani, hanno avuto l’ accesso gratuito per il pubblico nelle sale di Capri e di Anacapri. Questa 22esima edizione di “Capri, Hollywood” presieduta dall’icona della musica israeliana Noa (presidente del festival onorario) e dal premio Oscar Alessandro Bertolazzi ha visto la presenza di tanti ospiti e premiati. Sul palco a ricevere la statuina appositamente creata per l’evento dall’artista napoletano Lello Esposito l’attrice Michele Miglionico1statunitense premio Oscar Melissa Leo per il film “Novitiate” (anteprima europea), il regista spagnolo Alex De La Iglesia, gli attori Massimiliano Gallo, Pippo Delbono, Toby Sebastian, Michele Morrone, Valeria Fabrizi e Mirko Trovato. Premiato il cantante Enzo Gragnaniello per il film Gatta Cenerentola ed i registi Louis Nero, Jonas Carpignano, Sebastiano Riso, Claudio Sestrieri, Paolo Franchi, Giuseppe Varlotta e Alessandro Valori.
Ed ancora presenti l’attore Gianfranco Gallo interprete della pluripremiata serie Gomorra, The Jackal, gli Arteteca, Sud58, Valeria Marini, Patrizia Pellegrino, Antonella Salvucci, i cantanti Nicole Slack Jones, Aurelio Fierro Jr, Lucariello e Nelson, gli stilisti Michele Miglionico, Nino Lettieri ed i produttori Maria Carolina Terzi, Nando Mormone e Amedeo Letizia.Nella giuria di Capri e Hollywood con il fondatore del festival Pascal Vicedomini anche l’attrice tedesca vincitrice del Golden Globe Nastassja Kinski (premio Capri Career Achievement Award), il produttore italiano Andrea Iervolino, lo scenografo premio Oscar Gianni Quaranta, lo sceneggiatore Enrico Vanzina, il regista Francesco Patierno e la produttrice Ida Di Benedetto che hanno decretato quale miglior film “Get Out – Scappa” diretto da Jordan Peele e miglior regista Christopher Nolan per “Dunkirk.La ventiduesima edizione di Capri, Hollywood – The International Film Festival è stata dedicata a Elizabeth Taylor con una mostra d’arte dell’artista B.Zarro realizzata negli spazi trecenteschi della Certosa di San Giacomo.
Dal 25 febbraio al 3 marzo il festival si sposterà a Los Angeles per promuovere il cinema e la cultura italiana in occasione della 90esima edizione degli Oscar. (foto: Michele Miglionico)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Garmin® signs as title sponsor for fishing pro Jason Christie

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Jason_ChristieGarmin International, Inc., a unit of Garmin Ltd. (NASDAQ:GRMN), today announced its title sponsorship of professional Bassmaster Elite series angler and longtime Garmin pro, Jason Christie. Three-time Elite Series champion and winner of two Bassmaster Opens and 10 FLW events, Christie is a leading, and perhaps one of the most recognized anglers on the national bass tournament scene. With 56 top-ten finishes to date, he is currently BassFan’s second-highest ranked bass fisherman in the world.Garmin is excited to announce its title sponsorship of professional Bassmaster Elite series angler and longtime Garmin pro, Jason Christie. Three-time Elite Series champion and winner of two Bassmaster Opens and 10 FLW events, Christie is a leading, and perhaps one of the most recognized anglers on the national bass tournament scene.
“This new sponsorship reaffirms our continued commitment to being a top player in the freshwater fishing industry and we couldn’t be more excited to be all-in with Jason,” said David Dunn, Garmin director of marine sales. “With a world-class team of nearly 70 anglers and some of the most innovative sonar technology on the water today, the time was right for Garmin to become a title sponsor and Jason is a perfect fit. An avid angler, outdoorsman and family man with a proven track record of success, he represents Garmin’s values through and through.”“I knew from day one with Garmin that they were a company I wanted to be a part of,” said Christie. “Garmin’s Panoptix™ sonar technology has played a huge role in my recent success, especially my win on St. Clair last year, and I know this opportunity will only push both Garmin and myself further to the top. Electronics have always been crucial to me on the water, and I’m looking forward to working even closer with Garmin now as they lead the way.”Christie will kick off the 2018 tournament season at Lake Martin, Feb. 8-11, and will compete in his sixth Bassmaster Classic at Lake Hartwell, March 16-18. The Garmin logo will have prominent visibility on Christie’s new jersey, boat and vehicle at all of his tournament weigh-ins and public appearances this year. Click here to learn more about Christie and this new sponsorship.Additionally, Garmin has four more reasons to be excited about the 2018 season as it welcomes the following professional anglers to its team: Randy Haynes (FLW), Brian Snowden (B.A.S.S.), Carl Svebek (B.A.S.S.), and Jesse Tacoronte (B.A.S.S.). The Garmin team will be equipped with detailed lake maps and best-in-class electronics and technology, including the National Marine Electronics Association (NMEA®) award-winning GPSMAP® 7600xsv series chartplotters ranging in size from seven- to 16-inches, and the Garmin Panoptix PS22-TR all-seeing sonar. Garmin was the first to bring Panoptix sonar imaging to the water, giving anglers the ability to see all around their boat in real time.Garmin is the world’s leading marine electronics manufacturer1 and was recently named Manufacturer of the Year for the third consecutive year by the NMEA, an honor given to the most recognized marine electronics company for support of products in the field. Garmin’s portfolio includes some of the industry’s most sophisticated chartplotters and touchscreen multifunction displays, sonar technology, high-definition radar, autopilots, high-resolution mapping, sailing instrumentation, and other products and services that are known for innovation, reliability, and ease-of-use.For decades, Garmin has pioneered new GPS navigation and wireless devices and applications that are designed for people who live an active lifestyle. Garmin serves five primary business units, including automotive, aviation, fitness, marine, and outdoor recreation. (Photo: Jason_Christie)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Garmin® heads to CES with a new scalable infotainment platform

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

GarminGarmin International Inc., a unit of Garmin Ltd. (NASDAQ: GRMN), will be introducing its scalable infotainment platform for Automotive Original Equipment Manufacturers (OEMs) at the 2018 Consumer Electronics Show (CES). The platform uses the Intel Atom® quad core x7 or Intel Atom® dual core x5 (Apollo Lake) processor and includes multiple premium industry-firsts for consumers like wireless rear-seat navigation, comprehensive weather forecasts along a route, Foursquare’s Location Intelligence and Places Database, and unique integration of Amazon’s cloud-based Alexa voice service. A brief highlight video showing the infotainment system can be viewed here.
“Garmin’s scalable infotainment platform offers a level of performance and design that consumers expect from consumer electronics but have never seen in OEM infotainment,” said Kip Dondlinger, Garmin automotive OEM manager of product and user experience. “The new platform provides adaptable hardware and software for infotainment head units that suit specific OEM needs at the mid- and high-end levels of the market.”Driving in bad weather can be a common concern for consumers. To help bring peace of mind, Garmin utilizes predictive routing algorithms that work with AccuWeather Go™ powered by MinuteCast® technology to display the weather conditions that can be expected along any given route. Thanks to this joint effort between Garmin and AccuWeather, the scalable infotainment platform offers the first navigation system to provide comprehensive minute-by-minute weather forecasts with Superior Accuracy™ to pinpoint exact routes.The Garmin scalable infotainment platform takes Alexa integration in the vehicle to a new level. Alexa works directly with the on-board navigation and media player software established by Garmin – which means no smartphones or apps required. Consumers can easily select their destination with the Alexa hands-free voice service and then have it automatically synced to turn-by-turn navigation from Garmin. What’s more, consumers can ask Alexa questions and receive both audio and on-screen responses; play music through the head unit’s media player; control home automation while traveling on the road; and access hundreds of other Alexa skills from the vehicle’s head unit.In addition, Garmin also uses the infotainment platform for Wireless Rear Seat Navigation and Entertainment. Tablets or smartphones – Apple or Android – will have access to the head unit’s mapping and full navigation functionality streaming over Wi-Fi® to the rear seat. Rear seat passengers will be able to see the vehicle’s route, search points of interest, and even send destinations to the head unit. Users can also stream media content from the infotainment system to their device via Wi-Fi, making the vehicle an entertainment hub that mimics the experience seen on commercial airliners.The versatile platform includes on-board and connected Foursquare points of interest (POI) integration, a feature that was recently launched by Garmin as a factory-installed navigation solution. With Foursquare’s Places Database that powers 125,000+ developers including Uber, Twitter, Samsung and Snapchat, Foursquare adds more POIs in the categories of Food and Drink, Lodging, and Entertainment which are the most searched categories in a car.During CES, the infotainment platform will be installed in a new demonstration vehicle with an all-digital Garmin instrument cluster with full-screen moving maps. In this vehicle, Garmin will showcase the platform in conjunction with “Lenexa” HMI (human machine interface). As shown in the 2017 concept, the Lenexa HMI’s unique knob and display design makes frequently used audio and smartphone features more easily accessible through tactile controls. For decades, Garmin has pioneered new GPS navigation and wireless devices and applications that are designed for people who live an active lifestyle. Garmin serves five primary business units, including automotive, aviation, fitness, marine, and outdoor recreation. (photo: garmin)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AlgoSec Announces Strategic Partnership with MEGAZONE, the Largest AWS Partner in the APAC Region

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Business WireAlgoSec (VP, APAC: Guy Givoni), the leading provider of business-driven security management solutions with its headquarter located in Boston, U.S., and MEGAZONE Corporation (CSO: Max Lee), a Korean cloud-specialized IT company announced a strategic partnership. AlgoSec, the leading provider of business-driven security management solutions, and MEGAZONE Corpora
AlgoSec, the leading provider of business-driven security management solutions, and MEGAZONE Corporation, a Korean cloud-specialized IT company and the largest AWS partner in the APAC region announced a strategic partnership. This partnership between the two companies was designed to face growing cloud security threats and provide high levels of security and control monitoring services in cloud environments.AlgoSec is a network security infrastructure provider established in 2004 with over 1,700 customers worldwide. AlgoSec security management suite, including AlgoSec BusinessFlow, AlgoSec FireFlow, AlgoSec Firewall Analyzer and etc. are built for enterprise security management by delivering unique business-driven security policy optimization and automation. Their mission is to simplify and automate security policies to accelerate application delivery.The partnership between AWS Premier Consulting Partner and Asia’s largest AWS partner, MEGAZONE, and global network security software provider, AlgoSec, will enable local AWS users to carry out their own customizable security management system in their own business pace.”AlgoSec’s solutions, which are considered innovative for automation, security and productivity in the operations and management of work process, will be optimized for a variety of cloud-related solutions and services MEGAZONE offers to its customers. With the strategic partnership with AlgoSec, our team expects that MEGAZONE will be able to provide more effective security policies to meet customer needs and open up opportunities to differentiate itself based on the MSP capabilities.” said Max Lee, CSO at MEGAZONE.“We are very pleased to sign this partnership with MEGAZONE since it will allow us to introduce AlgoSec’s security management solutions, optimized for cloud environments, and market-proven best practices in the rapidly growing Korea’s public cloud market. Especially, for many enterprise customers planning for cloud migration in the near future, we will help them successfully migrate to the cloud based on AlgoSec’s state-of-the-art technology.” said Jeongsoo Tak, AlgoSec’s Regional GM in Korea. (Photo: Business Wire)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

DermTech Announces Health Canada Approval

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

DermTechDermTech, Inc., the global leader in non-invasive molecular dermatology, announced today that its licensee, DermTech Canada Inc. has received approval to market DermTech’s Pigmented Lesions Assay (PLA) and non-invasive biopsy kit for the detection of melanoma in Canada. DermTech Canada will market and sell the PLA, and samples will be processed at DermTech’s central laboratory in La Jolla, California. Provincial coverage approvals are in process, initially focused on British Columbia and Ontario, and are expected to expand across Canada.“Health Canada’s approval of the license to market our assay in Canada is a further validation of the utility of our cancer detection platform and a strong statement about the potential demand for a non-invasive alternative to surgical biopsies. We will be working closely with our Canadian licensee to leverage our sales and marketing expertise ensuring a successful launch across Canada,” stated Dr. John Dobak, CEO of DermTech, Inc.“We are very excited to receive such rapid approval from Health Canada and are enthusiastic about our upcoming Canada-wide launch to bring DermTech’s important new cancer diagnostic to Canadian patients. We look forward to working closely with the DermTech US team to make this roll-out a success,” said Douglas Horne, CEO of DermTech Canada Inc. (photo: DermTech)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ares Management Real Estate Fund Announces Sale of Kendall Multifamily Complex in South Florida

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

orlando-floridaAres Management L.P. (NYSE: ARES) announced today that funds managed by its Real Estate Group have completed the sale of Signature at Kendall, an upscale garden-style multifamily development with a total of 546 residential units located in the Kendall submarket of Miami. Terms of the sale were not disclosed.Located at 8881 SW 172nd Avenue in Kendall, FL, the property offers a full array of luxurious amenities. Construction of the initial phase began in late 2014, with the second commencing in mid-2015. The entire complex witnessed significant demand from tenants, driving leasing velocity and accelerating Ares’ successful exit of the investment sooner than originally anticipated.“Signature at Kendall marks our fifth ground-up development in Miami’s dynamic suburban multifamily market, a region of the U.S. where we have consistently invested in best-in-class multifamily and mixed-use developments,” commented Andrew Holm, Partner in the Real Estate group at Ares Management. “This transaction fits our longstanding national investment focus to identify opportunities in economically vibrant, major metropolitan markets that provide residents with attractive rents and amenities in prominent locations with proximity to key transportation thoroughfares and retail hubs.”Signature at Kendall is a gated community consisting of 21 three and four-story apartment buildings, covered parking close to each building, a main clubhouse that houses its management office, a resident lounge, business center and gym as well as such outdoor amenities as a resort-style swimming pool, an outdoor living room, a tot-lot and dog park. The second phase contains an additional pool, clubhouse, and fitness center.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

LightBay Capital Raises $615 Million for Debut Private Equity Fund

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Natali a New York (2)New York. LightBay Capital (“LightBay”), a Los Angeles-based private equity firm focused on middle-market opportunities, today announced that it has successfully completed fundraising for its inaugural institutional fund, LightBay Investment Partners LP (the “Fund”), with total committed capital of $615 million. The oversubscribed Fund, which LightBay officially began marketing in April 2017, exceeded its target of $450 million with commitments from a diverse investor group, which includes leading family offices, foundations, fund of funds, insurers, pension plans, and LightBay professionals.
LightBay is led by cofounders Nav Rahemtulla and Adam Stein, who were original members of Ares Management’s private equity group (“Ares”) where they invested together for over 15 years. Prior to forming LightBay, Messrs. Rahemtulla and Stein led Ares’ Healthcare and Consumer & Retail industry groups, respectively. LightBay invests in growing businesses primarily in the consumer, healthcare, and business services sectors. The Fund’s flexible investment strategy incorporates leveraged buy-outs, shared-control opportunities, and special situations, targeting investments between $25 million and $150 million.
“We could not be more pleased with the composition of our investor base and are grateful for their strong level of support and confidence in LightBay,” said Mr. Rahemtulla. “Adam and I are thrilled to continue our partnership with so many institutions who have been with us our entire careers. Together with our new limited partners, we look forward to enjoying continued success.”Mr. Stein added, “The flexibility of our capital base enables us to invest in high-quality companies in all market environments, and our strategy is well suited to take advantage of the disruption occurring across the consumer, healthcare, and business services sectors. We have built a terrific team with experience in business development, investing, and driving operational excellence, and are eager to partner with talented management teams and create meaningful value for our investors.” UBS Private Funds Group acted as advisor and exclusive placement agent for LightBay. Kirkland & Ellis LLP served as legal counsel to LightBay.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra dell’artista Sara Lovari

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

sara lovarisara lovari1Roma sabato 13 gennaio 2018 ore 18.00 orari: tutti i giorni10.00-13.00 16.00-19.00 chiusura: domenica e lunedì galleria triphè: via Delle Fosse di Castello 2 a cura di Maria Laura Perilli. La conosci la storia della bambola di carta? E’ La bambola che da qualsiasi posizione tu decida di osservarla, lei ti guarda, con lo sguardo comprensivo tra il sensuale, il divertito e l’arrendevole.
La bambola di carta è la donna del 21 secolo, la speleologa irrisolta del sentimento. La bambola di carta è così perché non si spezza mai. Lei è una ‘’Queen’’. Sara Lovari, attraverso l’assemblaggio di carta, cartoni, immagini, macchie di colore bianco ci propone in una chiave tra l’ironico, il sapore retrò dall’impercettibile sapore vintage, la donna di oggi attraverso lo spirito degli anni 60. L’utilizzo dell’assemblaggio che rimanda ad artisti quali ad esempio lo statunitense Joseph Cornell in Sara Lovari viene utilizzato con uno stile strettamente personale e ad alta identificabilità.
Sono installazioni dal sapore retrò, incastonate all’interno di teche di vetro con uno spirito quasi nostalgico, tra il romantico e l’ironico. Le immagini proposte da Sara Lovari sono quelle della donna anni 60; gli anni che preparavano alla contestazione del 68’, anni in cui la fiat 1100 diventava il nuovo sara lovari2status simbolo degli italiani e la donna, nel tumultuoso consumismo economico, viveva i primi fermenti della sua emancipazione. Le donne vengono incastonate in teche di vetro; quasi a salvaguardia della loro femminilità e fragilità. Una sorta di baluardo contro l’interpretazione maschilista vissuta in chiave di dominio. Anche l’impiego della carta come materiale privilegiato nella realizzazione delle opere non può dirsi casuale. La carta infatti, rappresenta da sempre , un materiale delicato ,leggero, ma nel contempo duttile e dai molteplici impieghi.E ‘proprio in questo connubbio tra simbolo e materiale utilizzato che l’artista riesce ad offrire contenuti intensi con leggerezza e materiale povero. Tre delle 20 opere presenti in mostra sono centrali .Si tratta delle donne i cui abiti ricordano luoghi storici di Roma; quasi ad identificare l’idea del sensibile femminile come un qualcosa di immortale come può esserlo un edificio storico che ha consegnato all’immortalità la sua infinita bellezza ; perchè una donna può essere un’insieme di tante affascinanti contraddizioni; dove insieme si fondano buon senso e un po’ di emotiva sregolatezza. Come spesso si sente citare” la bellezza salverà il mondo”per cui la donna avrà sicuramente un ruolo fondante in questo processo vertiginoso che dovrà sicuramente compiersi in un prossimo futuro. (foto: sara lovari)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

McAfee Acquires the Worldwide Leader in the CASB Market Segment

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

californiaSANTA CLARA, Calif. McAfee today announced the completion of its previously announced acquisition of Skyhigh Networks. With the close of this deal, Skyhigh Networks becomes part of the McAfee Cloud Security Business Unit.Skyhigh is an ideal complement to McAfee’s strategy – one focused on building and optimizing mission-critical cybersecurity environments for the future. Skyhigh Networks pioneered the cloud access security broker (CASB) market segment that analysts describe as one of the fastest growing areas of information security investments of the last five years. With this technology, McAfee can now offer a cloud portfolio that addresses the three primary challenges of managing multi-cloud environments—visibility into networks, workloads and data, advanced threat protection and pervasive data protection.“Today’s announcement marks a new milestone for the future of our company,” said Chris Young, chief executive officer, McAfee. “With two industry leaders coming together under one company, we will make cybersecurity an enabler to the transformative power of our digital age. We are focused on securing customers from their devices to the cloud, giving customers access to market-leading capabilities in the architectural control points that matter most.”According to McAfee’s 2017 cloud adoption and security report, Building Trust in a Cloudy Sky, 93% of organizations use some form of cloud services. McAfee cloud security solutions provide visibility, advanced threat protection, and data protection controls across all clouds to secure network traffic, workloads, and data. The multi-cloud security management of Skyhigh Security Cloud (Skyhigh), McAfee Cloud Workload Security (McAfee CWS) and McAfee Virtual Network Security Platform (McAfee vNSP) allows administrators to identify and secure critical cloud resources.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sette incontri di storia e arte dal 14 gennaio Teatro Argentina

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

MUSEI CAPITOLINI 1510 Jacopo RipandaOstia Antica, Foro delle Corporazioni con pavimento a mosaico, navi e faroRoma. Il Teatro di Roma largo Argentina 1 riporta in scena Roma e la sua Storia raccontate attraverso il Mediterraneo, quarta edizione di un appuntamento divenuto ormai imperdibile per il pubblico romano che nelle passate stagioni ne ha decretato un successo senza precedenti con lunghe code al botteghino e un teatro sempre gremito in ogni ordine di palchi.
Sette appuntamenti – da gennaio a maggio al Teatro Argentina, la domenica alle ore 11 (14 gennaio, 4 e 18 febbraio, 8 – 15 – 22 aprile, 13 maggio) – un viaggio di parole, testimonianze e immagini, che è prima di tutto incontro con le forme di bellezza per indagare le relazioni fra Roma e il Mediterraneo. Il Mediterraneo è un susseguirsi di mari, di paesaggi, di popoli, un crocevia antichissimo dove persone, merci, idee e diverse forme dell’estetica generarono la diffusione di civiltà, culti, costumi e leggende. A metà del II secolo a.C. la definitiva vittoria romana contro i cartaginesi, la presa di Corinto e l’eredità del regno di Pergamo, consegnarono alla Repubblica il dominio del Mediterraneo e tutti i territori di porto-di-Classe-Sant-Apollinarequest’area passarono sotto la sua autorità, favorendo l’assimilazione giuridica, linguistica e l’ellenizzazione della cultura romana. Ma quello dei romani è un popolo che ha le sue radici e le sue origini negli dèi, infatti dice Omero: “Dalla guerra di Troia Enea si salverà per volere degli dèi”; l’ultimo degli eroi greci diventa così il capostipite dei romani.A guidarci negli antichi percorsi e testimonianze, segni millenari di storia e cultura dense di eventi e affollate di grandi personaggi, saranno gli interventi di storici dell’arte, studiosi ed esperti, introdotti e presentati da Massimiliano Ghilardi, direttore Associato dell’Istituto Nazionale di Studi Romani e Segretario Generale dell’Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma. Prima di ogni intervento iniziale, Anteprime dal passato, notizie su ritrovamenti, scoperte e mostre, a Roma e non solo, a cura di Andreas M. Steiner, direttore dei mensili Archeo e Medioevo. Mentre, lo storico dell’arte, Claudio Strinati, con Racconti d’Arte porterà il suo contributo negli incontri del 14 gennaio, 18 febbraio, 15 aprile. (foto: musei capitolini,Ostia_antica-mosaico-navi, porto-di-Classe-Sant-Apollinare)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contratto Istruzione e Ricerca, Usb ribadisce all’Aran: 300 euro di aumento per tutti

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

ministero-pubblica-istruzioneDiciamo subito che questo inizio di discussione articolato in due giornate ha messo subito in evidenza il fallimento del nuovo comparto la cui estrema eterogeneità rappresenta di fatto un problema insormontabile nella costruzione di un unico contratto di lavoro. Infatti la Scuola continua a dover essere trattata in modo separato per un’oggettiva differenza da tutto il resto del Pubblico Impiego e Università Ricerca e AFAM pur potendo contare su qualche elemento comune ne hanno molti altri specifici che sono però alla base del loro funzionamento. Quindi se non si vogliono snaturare completamente istituzioni che hanno un ruolo così delicato nella nostra società, assimilarli in un unico contratto diventa un esercizio di fatto impossibile.Entrando più nel merito, in questi due giorni di discussione oltre ad affrontare questioni di metodo che hanno portato il tavolo a propendere per discussioni articolate in sezioni riferite agli ex comparti, si sono iniziati a trattare il tema delle relazioni sindacali e la questione economica.
In entrambi i casi abbiamo registrato una rigidità da parte di ARAN che ha lasciato pochi spazi in merito alla possibilità di superare realmente quanto disposto dalla cosidetta legge Brunetta e sulle risorse a disposizione degli aumenti che sembrano ipotecate dal 3,48% di aumento elargito per i lavoratori del comparto delle Funzioni Centrali.USB nei suoi interventi ha sottolineato come non consideri in alcun modo vincolante il contratto delle Funzioni Centrali, rivendicando una piena contrattazione per Istruzione e Ricerca, che oltre ad essere un diritto legittimo per qualsiasi contratto, in questo caso diventa una necessità improrogabile a causa delle peculiarità dei settori interessati che devono assolutamente essere salvaguardate. In questo senso abbiamo ribadito come la percentuale di aumento prevista non copra neanche in minima parte la perdita del potere d’acquisto dei dipendenti pubblici che in questi anni di blocco è pari al 12,2% in termini di inflazione e abbiamo rilanciato la proposta della piattaforma USB di 300 euro di aumenti per tutti, senza percentuali che andrebbero a allargare la forbice salariale già presente in tutti i settori. In particolare abbiamo sottolineato come il Governo abbia trovato le risorse (400 euro netti mensili) per adeguare i dirigenti scolastici ai nuovi colleghi del comparto, mentre i docenti e il personale ATA sembrano destinati a rimanere le Cenerentole del comparto, in compagnia del personale tecnico amministrativo degli atenei. O come i lavoratori degli enti di Ricerca debbano continuare ad essere in fondo alla classifica dei salari europei nella Ricerca, salvo poi lamentarsi dell’ormai fin troppo citata “fuga dei cervelli”. È chiaro come lo scellerato accordo del 30 novembre, che USB non ha firmato, individuando in 85 euro medi lordi la cifra utile al contratto pesi come un macigno su questo rinnovo contrattuale.Sulle relazioni sindacali, per le quali l’ARAN a fine riunione ha consegnato una bozza di documento che ci riserviamo di analizzare, USB oltre a richiedere di riportare nella contrattazioni le materie dell’organizzazione del lavoro, dell’orario di lavoro, della mobilità e della formazione, ha rivendicato le specificità degli ex comparti. Più nel dettaglio riteniamo vada valorizzato il ruolo delle RSU nelle contrattazioni di Ateneo magari anche estendodolo ad altri settori come quello degli Enti di Ricerca; va tenuto conto che nell’organizzazione del lavoro degli EPR ha particolare rilievo la carta del ricercatore; infine è fondamentale salvaguardare la particolare organizzazione della Scuola, anche in questo caso estremamente diversa da tutti gli altri, togliendo ai Dirigenti Scolastici lo strapotere conferitogli dalla Legge brunetta e dalla legge 107/2015.La contrattazione proseguirà la prossima settimana per sezioni entrando nel merito delle specifiche problematiche, USB continuerà a sostenere le ragioni di lavoratori che dopo otto anni di blocco vogliono un contratto che dia risposte alle loro richieste sia in termini economici che normativi, anche se i primi segnali non ci sembra che vadano in questo senso.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Rinnovo del contratto, fumata nera all’Aran: gli 85 euro rimangono un miraggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

ministero-finanzeSindacati rappresentativi e parte pubblica sono ferme a quello che l’Anief sostiene dalla scorsa estate: l’aumento del 3,48% per il 2018, pure da marzo anziché del 1° gennaio, tralasciando i miserevoli arretrati per il biennio 2016-2017, arriva a coprire in media non più di 70 euro per docenti e Ata. Considerando che moltissimi dipendenti della scuola percepiscono compensi ridotti, non superiori ai 25mila euro, per loro la maggiorazione sarà quindi ben lontana dai famigerati 85 euro. Anche la richiesta, caldeggiata da alcuni sindacati rappresentativi, di trasferire i bonus previsti dalla Legge 107/2015, relativi al merito annuale e all’aggiornamento professionale, si traduce in un loro auspicio (peraltro molto discutibile, visto che i 500 euro annui oggi netti si dimezzerebbero per via della tassazione) lontano dal compiersi. Nulla di fatto anche per i diplomati magistrale, con la parte pubblica che prende tempo per decidere sul da farsi.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Ancora una volta i sindacati rappresentativi sono vittime di loro stessi. Prima sottoscrivono, suonando la fanfara, accordi preliminari senza la dovuta accortezza. Poi, a distanza di tempo, prendono le distanze da quei documenti, rivendicando punti sino a quel momento non trattati ma evidentemente sollecitati dalla base, da chi vive la scuola tutti i giorni e conosce da vicino quali sono le necessità da includere in un contratto finalmente adeguato alla categoria. Per i diplomati magistrale, viene da chiedersi cosa avrebbero dovuto fare, dal momento in cui l’amministrazione ha improvvisamente deciso di cambiare le carte in tavola, tirandoli fuori da quelle graduatorie utili ad essere assunti a tempo indeterminato, come hanno fatto i loro compagni di banco per anni e come del resto ha confermato lo stesso Consiglio di Stato accogliendo un alto numero di ricorsi presentati per la medesima motivazione. Rimane quindi confermato lo sciopero Anief dell’8 gennaio, al ritorno dalle vacanze, con annessi sit-in in diverse città.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni 2018: Promesse suggestive e impegni reali

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

elezioni1In vista delle elezioni del 4 marzo prossimo si iniziano a fare promesse, per lo più suggestive, che hanno come motivo principale l’aumento della spesa pubblica: diminuzione delle tasse e aumento della spesa sociale. Siamo tutti d’accordo nel ritenere che la tassazione sia eccessiva e che gli interventi di carattere sociale debbano essere più incisivi. Una diminuzione e rimodulazione delle tasse (es. tassa forfettaria o flax tax) si trasformerebbe in maggiore spesa e quindi in un aumento del gettito fiscale? Su questo argomento la Fed, la banca centrale americana, ha espresso dubbi proprio sui benefici economici della riforma fiscale (diminuzione della tasse) del presidente Donald Trump. Sostenere le fasce economicamente più deboli (es. reddito di cittadinanza, reddito di dignità, ecc.) è doveroso se non si trasforma in un’assegnazione dai costi insostenibili.
Ci sono, invece, gli impegni reali, per esempio i 12 miliardi che occorre trovare per sterilizzare le clausole di salvaguardia del prossimo anno e la predisposizione, ad aprile, del Documento di programmazione economica e finanziaria. Da ricordare, infine, che abbiamo un debito pubblico di circa 2300 miliardi. Attenzione ai pifferai! (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abstraction Beyond Borders, Impressionist and Modern Art Evening Sale, 27 February 2018

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Impressionist and Modern ArtLondon – Christie’s will offer a collection that traces the development of abstraction as artists across Europe redefined art in the 20th Century. Abstraction Beyond Borders will be included in the Impressionist and Modern Art Evening Sale and The Art of the Surreal on 27 February 2018, launching ‘20th Century at Christie’s’, a series of sales that will take place in London from 27 February to 7 March 2018. A total of ten works represents the diversity of artists working in different cities across the continent, such as Georges Braque, František Kupka, Francis Picabia, Kurt Schwitters and Georges Vantongerloo, who shunned pictorial representation, instead creating unprecedented works that pushed the boundaries of what art could be. This group demonstrates the idiosyncrasy of these artists’ restless invention. From line, colour and form, to medium and material, their curiosity, daring eclecticism and pioneering spirit of exploration nearly 100 years ago paved the way for artists and collectors today. Highlights include Francis Picabia’s Peinture (Pot de fleurs) (circa 1924-26, estimate: £900,000-1,200,000, illustrated, above), an example of the series of ornate collaged paintings which occupied the artist during the mid-1920s and Iris (1929, estimate: £800,000-1,200,000). Composition émanante de l’équation y=ax2+bx+18 avec accord de l’orangé-vert-violet by Georges Vantongerloo (1930, estimate: £800,000-1,200,000) encapsulates his individual approach to the ideals of the De Stijl movement, adopting a mathematically constructed composition to explore the inter-relationship of a carefully selected group of colours. Das Richard-Fretiag-Bild by Kurt Schwitters (1927, estimate: £500,000-700,000, illustrated, above) is a rare Merz relief that dates from the height of his involvement with the International Constructivist movement, while Series C, III, Elevation (1935-38, estimate: £500,000-700,000) by František Kupka, one of the first truly abstract artists, establishes the radical simplification of form that characterises his late work. Georges Braque’s cubist composition, Cartes et cornet à dés (circa 1910-11, estimate: £500,000-800,000), originally owned by the pioneering early modern collector Wilhelm Uhde, presents the origin of this move towards a new, non-representational artistic language. Highlights from Abstraction Beyond Borders will be on view in Hong Kong (10-12 January) and Taipei (15-17 January) before being exhibited in London from 20 to 27 February 2018.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saldi invernali 2017 a Parigi: 10 gennaio 2018 e altri eventi

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

parigi2I saldi invernali a Parigi dureranno 6 settimane come quelli estivi. Non perdete l’occasione per fare uno po’ di shopping parigino e comprare quel capo o quel paio di scarpe su cui avevate messo gli occhi ad un prezzo più conveniente.
I saldi sono una grande occasione per “far girare l’economia”, ma anche per acquistare quel capo notato da tempo in vetrina. Secondo la legge di modernizzazione dell’economia del 4 agosto 2008 i saldi in Francia e a Parigi si svolgono in due periodi dell’anno molto precisi:
Saldi invernali, iniziano il secondo mercoledi di gennaio alle ore 8.00. Se la data corrispondente cade oltre il 12 gennaio, la data d’inizio viene anticipata al primo mercoledi di gennaio.
Saldi estivi, iniziano l’ultimo mercoledi di giugno alle ore 8.00. Se la data corrispondente cade oltre il 28 giugno, la data d’inizio sarà quella del penultimo mercoledi.Alcuni dipartimenti di Francia come la Moselle, i Pyrénées-Atlantiques, la Guyana e la Réunion applicano un calendario leggermente diverso. Entrambi i periodi di saldi hanno comunque una durata di 5 settimane e si ripetono tutti gli anni.I periodi dei saldi estivi ed invernali sono divisi generalemente in démarques, solitamente tre. La prima settimana i prezzi sono scontati in media del 30%, passano al 40%-50% circa due settimane dopo con la seconda démarque, e arrivano alla terza con percentuali di riduzione anche superiori al 50%. Durante i saldi i negozianti sono infatti autorizzati eccezionalmente a vendere anche a perdita.I commercianti possono applicare durante il resto dell’anno uno o due periodi complementari di saldi, per una durata totale di due settimane. Spesso vengono divisi tra metà aprile e ottobre. È questo il periodo in cui potrai fare gli affari migliori.
Chi passa da Parigi dal 2 al 4 febbraio e vuole vivere un’esperienza insolita e divertente dovrebbe prendere nota di questo nome: Paris Face Cachée. In occasione di questo evento, infatti, vengono aperti al pubblico un centinaio di luoghi solitamente vietati e chiusi, vengono proposte avventure insolite in luoghi pubblici e spettacoli in posti atipici, come la torretta della Gare de Lyon. Storia, arte, fisica, scienza, innovazione, gastronomia… ce n’è per tutti i gusti, basta scegliere il tema, ma il programma rimane segreto – caché – fino all’ultimo.
Dopo lo shopping e il divertimento, un po’ di cultura: dal 16 al 19 marzo, il Salone del Libro Livre Paris di Porte de Versailles è l’occasione giusta per immergersi nell’affascinante mondo dell’editoria. L’evento letterario più famoso di Francia, che si tiene da più di trent’anni, ha già attirato oltre 1.200 editori e 4.500 scrittori e dato risalto al libro in tutte le sue forme: romanzi, saggi, volumi sull’arte, fumetti, libri per bambini, guide di cucina… E chi ama la letteratura francese contemporanea può sperare nell’incontro con il proprio autore preferito: ogni giorno, diverse sessioni di firma copie consentono ai visitatori di conoscere dal vivo gli scrittori e gli illustratori più apprezzati del momento. L’evento permette inoltre di scoprire di più sul panorama editoriale di altre nazioni: ogni anno il Salone ospita un Paese straniero e, nel 2018, la protagonista sarà la Russia. Non solo: è ricchissimo anche il programma gratuito di eventi paralleli, con mostre, laboratori e suggestive passeggiate letterarie lungo la Senna.
Con l’arrivo della primavera, niente di meglio che uscire all’aria aperta per una corsetta: a Parigi è il momento della maratona. La Marathon de Paris, che si terrà l’8 aprile, parte niente meno che da Avenue des Champs-Elysées per poi proseguire per 42,195 chilometri lungo le strade più belle della città. Conosciuta per essere una delle maratone urbane più suggestive, la corsa passerà da alcuni dei monumenti più emblematici della capitale, toccando Rue de Rivoli, il Louvre, Place de la Bastille e poi via lungo le rive della Senna e attraverso il Bois de Vincennes e il Bois de Boulogne. Atleti o semplici appassionati pronti a fare il tifo: gioia, sudore ed emozione sono garantite per tutti.
(foto: parigi)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche le farmacie coinvolte nella direttiva per la riduzione dell’uso della plastica a favore dell’ambiente

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

Interno farmacia

472659764

Dal 1 gennaio 2018 anche le farmacie sono coinvolte nell’obbligo di far pagare al consumatore finale il sacchetto di plastica biodegradabile che contiene gli acquisti.Le farmacie rispettando la legge introdurranno nello scontrino la voce “shopper” o “busta” introducendo un costo simbolico per venire incontro anche alle esigenze dei cittadini.Nello spirito della normativa europea, che vuole portare alla riduzione dell’uso della plastica per salvaguardare l’ambiente e i nostri mari, i farmacisti potranno proporre ai clienti la possibilità di portare via il farmaco senza sacchetto, in particolare quando di tratta di una singola confezione, e saranno disponibili all’impiego della borsa riutilizzabile portata dal cliente in tutti gli altri casi.“Il rispetto della legge è una condizione naturale per la farmacia, e anche in questo caso la rispetteremo” spiega Annarosa Racca presidente di Federfarma Lombardia. “Le farmacie cercheranno di venire incontro alle esigenze dei cittadini, comprendiamo infatti che questa nuova norma comporta, per tutti noi consumatori, un esborso aggiuntivo. Introdurremo un costo molto limitato per i sacchetti e cercheremo di collaborare sempre con i nostri clienti con i quali abbiamo quotidianamente un dialogo, anche per spiegare l’obiettivo della legge, visto che abbiamo tutti a cuore il nostro territorio. Nelle farmacie saranno presenti anche cartelli informativi per spiegare in questo primo mese le novità.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo VI e il “peccato sociale”

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

paolo VINelle pagine regionali di questo quotidiano, alcuni giorni addietro è apparso un articolo che ricordava ai lettori il 50esimo anniversario della Populorum Progressi, enciclica che ha segnato uno spartiacque tra il cristianesimo tardo medievale e il cristianesimo proiettato nella società attuale, condizionata dal capitalismo e dagli egoismi dei potenti, vuoi come individuo che come nazioni.
Non posso dilungarmi nell’analisi dell’enciclica, in quanto non basterebbero le pagine dell’intero quotidiano, desidero solamente fornire talune precisazioni inerenti la persona Montini, prima di diventare Paolo VI. Chi desiderasse approfondire valutare la dimensione di tale enciclica può collegarsi al presente link, http://www.ildialogo.org/DottrinaSociale/ nel quale l’argomento è trattato approfonditamente.In questa sede mi limito a testimoniare l’uomo che sta dietro tale enciclica, per comprendere l’origine culturale, sociale e umana che fornì l’occasione per tradurre in una impostazione trascendente i temi scottanti degli anni 1960. Innanzitutto occorre precisare come ci siano due modio di leggere l’enciclica:
• la prima nella scia del percorso già iniziato con la Rerum Novarum, agganciando e completando le tematiche degli altri documenti più importanti che seguirono la Rerum Novarum e che precedettero la PP;
• la seconda che si caratterizza per l’innovazione degli argomenti che l’hanno resa di perenne attualità, essendo rivolta non più soltanto alle classi disagiate per riconoscere loro diritti precedentemente disconosciuti, ma perché si rivolge a tutti gli uomini nei loro rapporti interpersonali con tutti i popoli della terra. Detto ciò ritorniamo alla figura storica e culturale di Papa Montini.Non potrei non cominciare da quella baracca trasformata in Chiesa dove l’Arcivescovo di Milano, mons. Montini, celebrò la Messa di Natale il 25 dicembre del 1955; quel giorno documentò al mondo che la Chiesa è nata tra i poveri ed è destinata ai poveri, ed è la sola voce che può e deve levarsi forte per sostenere i diritti dei più deboli e dei più fragili, di quelli che non hanno voce per farsi sentire.Come Arcivescovo mons. Montini visitò l’America Latina e l’Africa, ma non si fermò ad ammirare i superbi reperti archeologici dei conquistadores, ma guardò la realtà dell’indio e del negro, come realtà di uomini sofferenti in mezzo ad altri uomini opulenti ed egoisti; lì dovette maturare la convinzione del nuovo peccato commesso ogni giorno da quanti non vedono nel prossimo bisognoso la presenza di quell’Uomo che porta una Croce non Sua in giro per il mondo, appesantita dall’egoismo di tanti uomini, in una nuova Via Crucis dove si rinnova, stazione dopo stazione, il PECCATO SOCIALE.
Ricordando la pastorale del Natale 1955, in quel gelido tugurio dove il Cristo era presente nei derelitti di una Milano occupatissima a celebrare non il rinnovarsi del mistero della Natività, ma il rito del cenone, e la lettera Enciclica PP, ritroviamo tutto l’itinerario dell’uomo Montini e la dilatazione degli orizzonti operata dall’assunzione della paternità universale.L’esigenza di toccare con mano la miseria che affligge una grande parte del mondo, condusse Paolo VI, eletto al Pontificato, a visitare la Chiesa dei poveri in un pellegrinaggio che lo portò, innanzitutto, in Palestina nel 1964, in quella terra travagliata e contesa; era solo il 1964, ancora l’esercito israeliano non aveva scatenato quella che la storia ricorderà come “la guerra dei sei giorni”, quando, con un’azione aggressiva quanto fulminea, occupò i territori che l’ONU aveva assegnato ai palestinesi, dalla striscia di Gaza a Sud, alla Cisgiordania a Nord, alle alture del Golan, insediando i coloni e schierando l’esercito a difesa dei territori occupati. I residenti nella Cisgiordania ripararono in Libano alla periferia di Beirut nei villaggi di Sabra e Shatila, dove, nel settembre del 1982, in quattro giorni di feroci persecuzioni dal 15 al 18 del mese, vennero massacrati dall’esercito mercenario del gen. libanese Haddad in una spedizione di esecuzione di massa ordinata dal ministro della difesa israeliano Hariel Sharon ed eseguita dalle truppe mercenarie libanesi. Terminata quella orrenda strage, il mondo occidentale cercò di minimizzare il numero dei morti e, in un primo momento, parlò di 800 morti, ma l’evidenza dei fatti, emersa per l’intervento di vari organismi internazionali, obbligò la stampa di regime occidentale ad accettare che i morti “superarono i 10.000”. Quei poveri e oppressi, che Paolo VI volle visitare per portare una speranza di solidarietà, si apprestavano a diventare vittime, mentre l’Occidente, che ha da sempre sostenuto il governi dei più forti, non ha mosso un dito prima per impedire quella strage di donne, vecchi e bambini, quindi per aiutare i superstiti a sopravvivere. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

India: i Dalit protestano contro la discriminazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

PUNE, IndiaIn seguito alle proteste di massa dei Dalit in India, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha invitato il premier Narendra Modi sia a porre fine alla perdurante discriminazione di questo gruppo di popolazione particolarmente svantaggiato sia di prendere pubblicamente le distanze dalla violenza degli estremisti hindù contro le minoranze etniche e religiose del paese. Se si continua a non perseguire, a non punire e a non condannare pubblicamente le violenze e le aggressioni dei nazionalisti hindù contro Dalit, Cristiani e Musulmani, l’India rischia di dover affrontare un anno particolarmente difficile, durante il quale le prossime elezioni politiche possono fungere da pretesto per un aumento delle violenze contro le minoranze. E’ evidente che la tutela delle minoranze in India è insufficiente e necessita urgentemente di interventi politici decisi.Negli scorsi giorni centinaia di migliaia di Dalit hanno protestato a Mumbai contro il perdurare della discriminazione nei loro confronti e contro la violenza da parte dei nazionalisti hindù. Le proteste hanno in buon parte bloccato il traffico della metropoli. Le proteste erano state scatenate dalla morte violenta del 28enne Rahul Phatangale. Il giovane dalit è stato ucciso a Pune lo scorso 1 gennaio 2018 da un presunto nazionalista hindù durante le commemorazioni del 200esimo anniversario della battaglia di Bhima-Koregaon. La battaglia del 1818 aveva segnato la vittoria dei Dalit e dei soldati britannici contro i membri di una casta alta.I circa 200 milioni di Dalit, che una volta venivano chiamati anche “intoccabili”, avevano posto grandi speranze nella vittoria elettorale del 2014 dell’attuale premier Narendra Modi. Ma le loro aspettative di una progressiva riduzione delle discriminazioni e di un miglioramento della loro situazione sociale sono andate deluse. Oltre al perdurare della discriminazione nel sistema scolastico e nel mercato del lavoro, i Dalit sono sempre più spesso vittime di aggressioni, omicidi, stupri, rapimenti e saccheggi da parte degli estremisti hindù. La disoccupazione tra i Dalit è tuttora il doppio rispetto alla media nazionale. Il crescente malcontento tra i Dalit sta causando sempre più proteste pubbliche. Solamente nello stato federale del Maharashtra nel 2016 ci sono state quasi 60 manifestazioni pubbliche dei Dalit.La violenza degli estremisti nazionalisti hindù colpisce in modo crescente anche chi appartiene a una delle varie minoranze religiose dell’India e la protesta cresce anche tra Cristiani e Musulmani. Se il governo indiano non adotta finalmente misure per porre fine alla crescente violenza estremista, la maggiore democrazia dell’Asia rischia di essere minata dall’instabilità sociale.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumatori su saldi: previsioni Confcommercio trascurano l’effetto sconto

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

saldiSecondo la Confcommercio, è in aumento la percentuale di italiani che acquisteranno durante i saldi invernali 2018: 61,4% contro i 58,5% dell’anno scorso.”Vedremo se le intenzioni di acquisto si tradurranno in acquisti veri. Lo speriamo, ma il rischio è che la decisione dei commercianti di abbassare la percentuale di sconto, iniziata dopo la leggera ripresa dei consumi, potrebbe deludere i consumatori, rivelandosi controproducente. Insomma, in questa previsione si trascura l’effetto promozionale dello sconto, quello effettivo, non quello pubblicizzato nelle vetrine, spesso gonfiato” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Come attestato in modo incontrovertibile dai dati Istat, dopo il record degli sconti registrati nel gennaio 2015, pari al 23,4% per la voce Abbigliamento e calzature, è iniziata una riduzione dei ribassi, arrivando lo scorso inverno a -21,7%. Se verrà mantenuto questo trend, quest’anno ci sarà un abbassamento dei prezzi del 21,3 per cento” prosegue Dona.”I commercianti fanno ancora in tempo a cambiare idea, smentendo le nostre previsioni e aumentando gli sconti, visto che nella gran parte delle regioni i saldi iniziano domani” prosegue Dona.Secondo la studio dell’Unione Nazionale Consumatori, infatti, che ha analizzato le rilevazioni dell’Istat, stimando il trend di quest’anno, Abbigliamento e Calzature registreranno uno sconto del 21,3%, gli Indumenti del 23,7%, il solo Abbigliamento del 21,3%. Ribassi ancora inferiori per le Calzature, i cui prezzi scendono del 21%, e per gli Accessori (guanti, cravatte, cinture…), -12,7%, in attenuazione rispetto al precedente -13,1%.”I dati Istat ci confermano che gli sconti solitamente pubblicizzati in vetrina, 70% e 50%, sono gonfiati e ben lontani da quelli effettivi. Ma il consumatore ora è molto più attento rispetto a qualche anno fa: guarda al prezzo effettivo da pagare e alla reale convenienza, va qualche giorno prima a controllare a quanto ammonta il prezzo pieno. Insomma, non si fa più incantare da ribassi improbabili ” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sacchetti: vengono pagati anche se non sono presi!

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

sacchetti plastica“Clamoroso! I consumatori pagano i sacchetti anche se non li prendono. E’ quanto segnalano i nostri iscritti. La famosa foto circolata su vari giornali e social con 4 arance ed 1 scontrino appiccicato sopra ogni arancia, è pericolosissima. Il rischio, in quel caso, è di pagare, infatti, 4 sacchetti … mai presi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Alle casse, infatti, non viene digitato a parte il sacchetto, ma il sovraprezzo scatta in automatico nel momento stesso in cui viene passato il codice a barre della frutta e della verdura. Insomma, dopo il danno, la beffa!” prosegue Dona.”Chiediamo di porre immediatamente rimedio a questa situazione assurda o scatteranno le denunce e le azioni legali a tutela dei consumatori” conclude Dona.L’associazione invita i consumatori a continuare a segnalare allo sportello del nostro sito (www.consumatori.it) tutte le anomalie riscontrate e ad inviarci copia dello scontrino con il prezzo pagato per il sacchetto.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »