Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 6 gennaio 2018

The “Australian Digital Tech Disruptors 2017” report has been added to Research and Markets’ offering

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Sydney, perla australianaSydney. This study explores and analyses 18 technologically innovative companies founded or headquartered in Australia for their technological disruption for the year 2017. These companies operate in a range of industries such as automotive car sharing, fintech, business intelligence and analytics, logistics, customer experience testing, and project management. They share key commonalities of serving as innovative, digital disruptors in their respective markets – changing traditional business models and finding new means through which to generate and deliver value to end users. Companies need to be able to generate continuous value for their customers through on-going research and development (R&D) and innovation. Differentiation is key for retaining a competitive advantage in the market, as the threat from competitors within digital industries remains significant, with typically lower barriers of entry than brick-and-mortar enterprises. There have been unique innovations in capabilities such as Big Data analytics, allowing companies to gain detailed insights into customer behaviours and operational effectiveness, paving way for large-scale market disruption.For Australian start-ups, international expansion and branding are essential to strengthen their reputation for differentiation and gaining a distinct first-mover advantage. Successful business models in Australia should be scaled across overseas markets to minimise the risk of emerging competitor digital platforms securing early market share. Innovative technology applications and industrial capabilities such as Big Data analytics, cloud technology, Internet of Things (IoT), and Artificial Intelligence (AI) are likely to be important in a start-up’s long-term strategy as main or peripheral features.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inserting and Replacing Velodyne Showcases the Best of Next-Generation LiDAR, Extends Its Industry Leadership at CES 2018

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Business WireInsert under the “Cutting Edge Customer Solutions” section of the release issued January 3, 2018, at 5:00am ET, as the second bullet point: “DIBOTICS, a pioneer in real-time LiDAR processing (SLAM on Chip), will showcase the latest features of its Augmented LiDAR technology using VLP-16, VLP-32, and HDL-32C sensors: precise Localisation and Ego-motion without requiring IMU, Live 3D Mapping, Point-wise Classification, Object Detection and Tracking, and “Calibration-less” Multi-LiDAR Fusion.”
Velodyne LiDAR, the world leader in 3D vision systems for autonomous vehicles, today announced an expansive presence at CES 2018, January 9-12 in Las Vegas. Demonstrations of the LiDAR sensors that have powered the first wave of autonomous vehicles will be featured in Velodyne’s booth #3525 in the North Hall of the Las Vegas Convention Center. Key customers leading the global movement towards driverless cars and developing new use cases for advanced LiDAR technology will also have a presence in Velodyne’s space. In addition, Velodyne will highlight news, key products, and customer achievements during an in-booth press conference on Tuesday, January 9, at 3:30 pm PST.”We expect 2018 to be a watershed year for both Velodyne and the industry, laying the foundation for autonomous vehicle deployments around the world in just a few years,” said Mike Jellen, president and chief commercial officer, Velodyne LiDAR. “At CES 2018, Velodyne will showcase the LiDAR that will be seen on the first wave of autonomous vehicles, as well as new LiDAR use cases that take advantage of Velodyne’s high-resolution, long-range sensors.” (photo: Business Wire)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parkland Center for Clinical Innovation (PCCI) Announces New Board Member

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Richard D. DanielsRichard D. Daniels has been appointed to the Parkland Center for Clinical Innovation (PCCI) Board of Directors. Richard D. Daniels is Executive Vice President and Chief Information Officer for Kaiser Foundation Health Plan, Inc. and Kaiser Foundation Hospitals.“We are very honored and fortunate to have Mr. Daniels join the PCCI board. His extensive leadership experience at Kaiser Permanente and across financial sectors will help guide our future innovations in AI and personalized care in areas that are truly pioneering new ways to health for individuals,” said Steve Miff, President and CEO, PCCI.In his current role Daniels is responsible for the ongoing leadership of Kaiser Permanente’s Information Technology vision, strategy and execution. He is a member of the national executive team. Prior to Daniels’ appointment to the role of Executive Vice President and Chief Information Officer, Daniels served as senior vice president of Enterprise Shared Services, which includes End User Services, National Facilities Services and National Pharmacy Operations. Daniels joined Kaiser Permanente in May of 2008 as Kaiser Permanente’s Information Technology senior vice president and business information officer of Health Plan and Hospital Operations.“I am truly honored to join the PCCI board,” said Daniels. “PCCI is committed to innovative thinking and to the extremely important work of improving healthcare for the greater benefit of society. I look forward to working with PCCI on some of the major transformational opportunities in health care.” (photo: Richard D. Daniels)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MyKronoz, il marchio svizzero di indossabili, annuncia l’arrivo dello smartwatch ZeTime Petite Hybrid al CES 2018

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

MKZ-Wall 3450x1540-Side AA seguito di una storica campagna di crowdfunding che l’anno scorso ha raccolto oltre 6 milioni di dollari su Kickstarter e Indiegogo, MyKronoz, il marchio premium di orologi per la generazione smart, ha annunciato in data odierna il lancio globale dello smartwatch ibrido ZeTime Petite. ZeTime Petite (39 mm) e Regular (44 mm) saranno in esposizione e disponibili per demo al CES 2018, dal 9 al 12 gennaio a Las Vegas.Il primo smartwatch ibrido con lancette meccaniche sopra a un touchscreen a colori: ZeTime offre il classico design di un orologio svizzero unito alle funzionalità più avanzate di uno smartwatch. “Smart Movement”, la tecnologia proprietaria di MyKronoz, permette alle lancette sempre attive di ZeTime di funzionare fino 30 giorni con una singola carica, garantendo la funzione primaria dell’orologio: indicare l’orario. Con un prezzo al dettaglio a partire da 199 dollari, il dispositivo ibrido è ora disponibile in due diverse misure (39 mm e 44 mm) e tre collezioni che comprendono una varietà di casse e cinturini per soddisfare i gusti più diversi.”MyKronoz vuole stabilire un nuovo standard, nel settore dell’orologeria come in quello degli indossabili. Con ZeTime abbiamo creato il primo smartwatch senza compromessi, incorporando il meglio del design e della maestria svizzeri in un dispositivo indossabile”, ha commentato Boris Brault, CEO e fondatore di MyKronoz. “Mentre perseguiamo la nostra ambizione di diventare il leader del futuro per una nuova generazioni di orologi con prezzi attraenti e tecnologie innovative, siamo estremamente entusiasti e orgogliosi di presentare al CES 2018 la nostra linea rivoluzionaria di prodotti”.
A riprova della sua strategia audace e ambiziosa, MyKronoz ZeTime è stato supportato da oltre 35.000 sostenitori, diventando lo smartwatch ibrido più finanziato con la campagna più grande mai promossa da un’azienda europea, nonché il prodotto più sostenuto del 2017. Oggi ZeTime continua ad avere un seguito attivo sulle comunità online; il prodotto verrà promosso in maniera massiccia all’inizio del 2018 nei punti di vendita al dettaglio di oltre 60 paesi.Con un touchscreen a colori da 1,05 pollici per la versione Petite, e uno da 1,22 pollici per la versione Regular, MyKronoz è oggi l’unico marchio di indossabili a offrire uno smartwatch con display e cassa in due diverse misure, il che è un attributo chiave per alimentare l’adozione su larga scala.ZeTime è dotato di funzionalità avanzate e di facile utilizzo per ogni consumatore. (foto: MyKronoz ZeTime)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GLORY Launches Direct Sales & Service Presence in Ireland

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

dublinoDublino. GLORY Ltd announced that it has completed a business purchase through acquiring the assets of Semeci Limited, a leading provider of cash automation solutions to the retail banking industry in Ireland, who traded as Cash Handling Systems (CHS).
Ireland represents an important growth market for Glory. In 2016, economic growth exceeded that of any other country in the Eurozone resulting in increased investment in bank branches and retail stores. With around 70% of all retail transactions completed in cash, businesses across the country are recognising the opportunities presented by automating their cash operations to reduce costs and refocus staff on higher value customer facing activities.Commenting on the acquisition Akihiro Harada, CEO of Glory Global Solutions, said, “This acquisition supports Glory’s strategy of expanding our international business through providing sales and maintenance service directly to our end customers. This is very much in line with the company’s growth strategy, focussing more of our management resources on the expansion of our business beyond Japan.”
Vincent Nakache, Glory’s President Europe, Middle East and Africa said, ‘CHS has been a successful Glory partner with an excellent track record. With Ireland experiencing a resurgent economic climate and a positive growth outlook, we believe the additional synergy and resources that a direct Glory presence offers, coupled with the relationships the existing team has in place, will bring many benefits both to existing and new customers.”John Corcoran, Director of Semeci Limited, commented, “We are delighted to be joining the Glory family. Glory is a world leader in cash technology solutions and we have enjoyed a long association with them. The acquisition means that our customers will have direct access to the extended Glory team while enjoying continuity of the individual relationships we have nurtured over the years. I am very much looking forward to my continued involvement in the business and working closely with my new Glory colleagues.”The new subsidiary company will trade as Glory Ireland.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Distributed Bio Announces SuperHuman Platform License Agreement With Pfizer Inc.

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

terapia antibioticaDistributed Bio, a global leader in computational optimization of fully human monoclonal antibody libraries, is pleased to announce an agreement with Pfizer Inc. (NYSE: PFE) to license the Distributed Bio SuperHuman Platform for the identification of novel antibodies for use as therapeutic agents.
Under the terms of the agreement, Distributed Bio will transfer and license its proprietary SuperHuman 2.0 antibody discovery platform to Pfizer, which will utilize the SuperHuman Antibody Library to perform screening activities against Pfizer-selected targets. Pfizer has also secured access to continued improvements to the SuperHuman Platform. Distributed Bio will receive an undisclosed annual licensing fee and future payments upon achievement of specified preclinical and clinical milestones.
“The SuperHuman Platform represents the culmination of a decade of our research in computational library design,” says Jacob Glanville, Co-Founder and Chief Science Officer of Distributed Bio. “From analyzing thousands of human immune systems with our machine learning AbGenesis platform, we have harvested from nature the rules of making exceptional therapeutic repertoires. The result is a library of 76 billion antibodies that contains over 5,000 hits against any antigen, including hundreds of picomolar binders, all thermostable, non-immunogenic, pre-screened by human blood and therapeutically developed in advance to avoid engineering delays downstream. “We believe our platform is superior in generating a greater number of molecules than can be generated by other technologies, and we hope this will help enable our collaborators at Pfizer to more quickly search for ultra-high affinity, species-cross reactive and highly specific therapeutic antibodies.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sanborn Receives Final Acceptance and Praise for Early Completion of Arkansas Statewide Orthoimagery Project

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

ArkansasThe Sanborn Map Company Inc. (Sanborn) team mobilized to Arkansas to collect high-resolution imagery to map the entire State of Arkansas under the 2017-2018 Statewide Orthoimagery Program. Sanborn collected more than 50,000 aerial images at 12-inch and 6-inch resolutions, all with 4-bands, covering over 60,000 square miles. The initial 12-inch resolution collection, covering the entire State, was completed within a total of four (4) weeks. Sanborn provided an innovative cloud-based service solution for imagery delivery and quality review. The service solution included delivery of geo-referenced imagery within four (4) weeks from flight, allowing stakeholders early access to imagery web services while final image processing was performed. Sanborn’s early delivery system allowed end users access to imagery substantially faster than the previous Arkansas Statewide contract for similar services.The Statewide Orthoimagery Program fulfills the requirement for the Arkansas GIS Office to update and maintain the Arkansas statewide imagery base map. The base map products are an important resource for state and local governing entities, and they form the foundation that enables accuracy and consistency for the geospatial products and data produced in and for the State of Arkansas.“The early access and expedited imagery delivery was a major benefit for the State’s Geographic Information System base map,” says Shelby D. Johnson, Geographic Information Officer from the Arkansas GIS Office. “We were able to provide imagery data quicker than previous projects while dramatically improving the resolution and quality of the imagery for many areas. The new data provides significant value to our constituents. Our ability to quickly disseminate this data to many of our rural 9-1-1 centers in the State will enable them to put it to use for public safety faster. It’s a springboard for them on the steps toward next-generation 9-1-1 capability.”The project culminated in a meeting on October 3-6, 2017, with officials from the Arkansas GIS Office and representatives from Sanborn meeting at the Arkansas GIS User Forum in Eureka Springs, Ark., where Sanborn presented a complete overview of the project to both stakeholders and end-users. At the meeting, the project team worked with State and county agencies to provide detailed information as to the products and distribution.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove violenze nella Repubblica Centrafricana spingono migliaia di persone verso il Ciad

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Onu palaceL’UNHCR, l’Agenzia ONU per i Rifugiati, sta registrando e aiutando migliaia di nuovi rifugiati in arrivo nel Ciad, soprattutto donne e bambini in fuga da un recente riacutizzarsi delle violenze nel nordest della Repubblica Centrafricana.Si stima che dalla fine di dicembre siano arrivati nel Ciad meridionale più di 5.000 rifugiati, in fuga dagli scontri tra i gruppi armati Mouvement national pour la libération de la Centrafrique (MNLC) e Révolution et Justice (RJ) nella città di Paoua. In questa città, situata nel distretto di Ouham-Pendé, si registra la presenza di altri 20.000 sfollati interni.Insieme al governo del Ciad, l’UNHCR ha finora registrato circa 2.350 nuovi rifugiati nel villaggio di Odoumian, a poco meno di 15 chilometri dal confine con la Repubblica Centrafricana.Molti rifugiati hanno raggiunto i dipartimenti di Nya-Pende e Lam Mountains a piedi. Le autorità locali affermano che dal 27 dicembre 2017, data di inizio degli ultimi scontri, sono arrivati circa 5.600 rifugiati. Più di 1.000 sono invece giunti ai campi per rifugiati nei pressi della città di Goré.Stiamo assistendo al più grande movimento di rifugiati dalla Repubblica Centrafricana, superando il numero totale registrato nel 2017, quando circa 2000 persone fuggirono in Chad. In molti riferiscono diffuse violazioni dei diritti umani commesse dai membri dei due gruppi armati nei villaggi lungo il confine tra Repubblica Centrafricana e Ciad.Il confine con la Repubblica Centrafricana è ufficialmente chiuso. L’UNHCR accoglie con favore il gesto umanitario delle autorità del Ciad, che hanno permesso l’ingresso ai rifugiati in cerca di protezione internazionale nonostante la chiusura.L’Agenzia ONU per i Rifugiati sta inoltre aiutando le autorità del Ciad a registrare e ad assistere i rifugiati. Insieme alle agenzie partner, l’UNHCR fornisce anche check-up medici a tutti i rifugiati in condizioni di salute precarie.Il Ciad ospita più di 75.000 rifugiati provenienti dalla Repubblica Centrafricana, su un totale di 538.000 ospitati in tutti gli Stati confinanti.Nella Repubblica Centrafricana la situazione è andata deteriorandosi in maniera significativa durante la seconda metà del 2017. La violenza armata e gli attacchi nei confronti delle associazioni umanitarie e dei peacekeepers hanno provocato un aumento del 50% nel numero degli sfollati interni, facendo salire il totale dai 400.000 di maggio ai 600.000 della fine dell’anno. Il numero totale dei rifugiati e degli sfollati interni è il più alto mai registrato nella Repubblica Centrafricana, circa un quarto della popolazione totale, che si assesta sui 4,6 milioni.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Il Bar da Liborio

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

BAR DA LIBORIORoma dal 9 al 14 gennaio 2018 Teatro Trastevere via Jacopa de’ Settesoli 3 (lun-sab: 21:00 / dom: 17:30) Il Bar da Liborio Regia Lucrezia Scamarcio scritto da Gianmarco Orlando Con Gabriele Crisafulli – Damiano Venuto – Giulio Ronzoni – Gianmarco Orlando. Musiche Giulio Ronzoni. Scenografia Andrea Faccini. «Ma che bar è questo?» «Un bar all’italiana!» «E cioè?» «Gestito male!» E’ Un Luogo di schizofrenia delirante ed esilarante. Un luogo dove ogni cosa perde di senso o ne acquista, dipende dagli occhi di chi lo guarda. Una piccola magia, infondo siamo a teatro dove si esibivano anche i prestigiatori. Cosa accade? Liborio è in scena da solo con quello stupido ludopatico di Pierangelo, tutto sembra presagire una normale giornata al bar per i due quando ad un certo punto…
Aspettate un momento ma perchè ve lo sto raccontando? Venite a guardare lo spettacolo e basta! E se siete già a teatro seguite con attenzione, fidatevi se vi distraete è la fine. E fate silenzio in sala. E mettete il silenzioso ai telefoni. Non li usate proprio. Buona visione. Tenete a mente: questo non è uno spettacolo ma un’evento, una festa. Siete parte anche voi del mondo della Compagnia del Caso, lasciatevi guidare dai nostri esperti membri in un mondo di pura immaginazione, o quasi. Gli attori e autori a fine spettacolo resteranno a vostra disposizione per qualsiasi domanda. (foto: da liborio)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La quarta gamba del centro destra è un “petalo”?

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

petali“Quarta gamba? Io lo chiamo quarto petalo di un quadrifoglio, che porta fortuna. Berlusconi è riuscito nel miracolo di riaggregare la sua area politica del 1994. Invece Renzi sta fallendo persino con il petalino radicale, mentre Grillo tenta un`inutile imitazione”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista al “Corriere della Sera”.“I leader più o meno pentiti o ballerini non ci interessano. Noi andiamo a riprendere elettori delle componenti cattolica, democristiana, liberale e repubblicana: rappresentano la storia più nobile del Paese, sono fortemente radicate e supereranno il 3% di consensi”. Però questa alleanza non piace alla Lega di Salvini. “Privarsi di un petalo per miopia o egoismo è masochismo puro. Servono Forza Italia, la visione nazionalista e sovranista della Meloni, la proposta politica e il linguaggio della Lega, i contenuti e i valori di cattolici, liberali e repubblicani. Ringrazio Berlusconi per la sua capacità combinatoria, perché tutti insieme formiamo un`offerta politica che non ha uguali”.Quanti collegi avrà questo ‘quarto petalo’? C`è chi dice il 15%. “Non lo sa nessuno. Si faranno stime e sondaggi e avranno il loro giusto spazio. Avremo i candidati migliori nei collegi più appropriati in ragione dei consensi di tutti i partner dell`alleanza. E otterremo la maggioranza assoluta. Secondo tutti gli istituti di sondaggio oggi il centrodestra è al primo posto, con un`oscillazione fra il 37 e il 40%. Appena avremo definito il programma di governo, saliremo ancora di 4-5 punti”.Fdl chiede anche garanzie contro eventuali futuri accordi di governo con il Pd o con i 5S. “Il programma comune che sottoscriveremo è già un impegno. Poi, dal momento che gli eletti nei collegi uninominali non avranno più il colore dei singoli petali bensì quello dell`intera alleanza, ci saranno nuove regole di lealtà e correttezza verso la coalizione”. Pensa a accordi privati? O va modificata la legge sul vincolo di mandato? “È una legge costituzionale, sarebbe un problema modificarla. Però i regolamenti parlamentari dovranno essere cambiati in coerenza con la nuova legge elettorale”. In caso di vittoria, che cosa proporrete al primo Consiglio dei ministri? “Stiamo tutti lavorando agli obiettivi dei primi 100 giorni. Direi che le priorità, in parallelo, sono: meno tasse; riforma del welfare con la cancellazione della legge Fornero; lotta alla povertà; sicurezza”, conclude Brunetta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sciare: Consigli

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

sciareNei prossimi due mesi si concentrano le offerte per le “settimane bianche” per una vacanza di sport invernali e viene da se’ praticare lo sci o lo snowboard. Per uno sciatore medio, la possibilita’ di un incidente, di una certa gravita’, si puo’ verificare ogni 680 giornate di sport e con una “settimana bianca” all’anno si puo’ sciare tranquillamente tutta la vita.
Ovviamente ci sono le norme di sicurezza. Ne riassumiamo alcune:
– dare la precedenza a chi viene da destra;
– non fermarsi al centro della pista, in curva o nei dossi;
– obbligo di casco per i minori di 14 anni;
– adeguamento della velocita’ alle proprie capacita’ e condizioni ambientali.
Aggiungiamo che per i fuori pista e’ consigliabile portare con se’ l’Arva, lo strumento che consente di essere rintracciati in caso di valanga. Comunque, e’ bene essere accompagnati da una guida e non tentare escursioni solitarie.
Si possono stipulare polizze con un’assicurazione anche per una sola giornata o per piu’ giorni acquistando contestualmente lo skipass (leggere sempre le condizioni!).
Per l’acquisto dell’attrezzatura occorre preventivare una spesa complessiva di circa 300 euro (sci, attacchi, racchette e scarponi) o piu’ in relazione alla qualita’, alla marca e alle prestazioni che si richiedono all’equipaggiamento.
Da ricordare che non e’ pensabile passare dalla poltrona dell’ufficio alle 8 ore di sci sulla pista: il rischio di incidenti, anche lievi, e’ in agguato, in particolare nelle ore pomeridiane, quando i muscoli sono stanchi e rispondono poco alle sollecitazioni. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: prezzi 2017 +1,2%

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

istatSecondo i dati Istat resi noti oggi, in media, nel 2017 i prezzi al consumo registrano una crescita dell’1,2%, dopo la lieve flessione del 2016 (-0,1%).”Una pessima notizia il balzo dell’inflazione. Per una coppia con due figli, la classica famiglia italiana, significa avere avuto nel 2017 una maggior spesa annua complessiva di 469 euro, 364 per la famiglia media Istat da 2,4 componenti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.Secondo i calcoli dell’associazione (cfr tabella), infatti, l’incremento dei prezzi dell’1,2% si traduce, in termini di aumento del costo della vita, in una stangata pari a 469 euro per una coppia con due figli, 364 (363,51) per la famiglia tipo Istat, 432 euro per una coppia con 1 figlio.
Per un pensionato con più di 65 anni, la maggior spesa nei dodici mesi è stata pari a 235 euro, 247 euro per un single con meno di 35 anni, 365 euro per una coppia senza figli con meno di 35 anni, 414 per una coppia senza figli tra 35 e 64 anni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Afghanistan: La brigata “Sassari” adotta l’orfanatrofio di Herat

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

brigata_sassari_heratHERAT Il contingente italiano del Train Advise Assist Command West (TAAC W) ha effettuato una donazione a favore dell’orfanotrofio “Khaja Abdullah Ansari”, nell’ambito dei progetti di cooperazione civile e militare coordinati con il Dipartimento per le Politiche Sociali del governatorato di Herat. I beni, richiesti dalla direzione dell’orfanotrofio e consegnati dai militari della SASSARI, consistono in materiale per l’infanzia quali pannolini, bavaglini, biberon, set di sterilizzazione per biberon, kit per la pappa, abiti per bimbini di varie età e, vista la coincidenza con le festività natalizie, giocattoli vari che giungono grazie alla generosa donazione della Protezione Civile di Ittiri e dalla Scuola media statale n. 3 di Sassari.
Il progetto presso l’orfanotrofio prosegue il lavoro iniziato nel 2008, quando la Cooperazione Civile e Militare Italiana avviò le donazioni di beni di prima necessità ai bambini e i lavori di messa in sicurezza dell’infrastruttura. Negli anni successivi, sono stati effettuati lavori volti al miglioramento delle condizioni igienico sanitarie, alla riqualificazione delle aree giochi e c’è stato costante interesse per il potenziamento degli aspetti didattici dell’istituto. La donazione si è svolta alla presenza del Comandante del TAAC-W, Generale Gianluca Carai, della direttrice dell’orfanotrofio maschile e femminile nonchè di una rappresentanza dei bambini ospiti della struttura. Nell’occasione la dirigente ha ringraziato il contingente italiano da sempre vicino alle esigenze della popolazione afghana più sfortunata e, nel ricordare i numerosi progetti realizzati nella struttura, ha raccontato che i primi bambini aiutati dal contingente italiano nel 2008 ora sono adulti inseriti nel mondo del lavoro o studenti al pari di altri più fortunati.
L’orfanotrofio, che attualmente ospita oltre 250 tra bambini e bambine provenienti da tutta la regione ovest, è intitolato alla importante figura di Khwaja Abd Allah Ansari, prolifico autore di opere poetiche, il cui mausoleo è tuttora meta di un incessante pellegrinaggio culturale. (foto: brigata sassari)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I lavoratori Almaviva e GSE dimostrano che Calenda afferma il falso

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

calenda-carloIl tweet del ministro dello Sviluppo Economico è stampato in formato gigante, a caratteri cubitali: ” (…) Sui 153 c’è il problema della chiusura di tutta la sede di Roma”.A esporlo stamane davanti alla sede romana di Almaviva Contact sono le lavoratrici e i lavoratori dell’azienda, per lo più madri di famiglia: ex licenziati illegittimamente, 153 già reintegrati da un Giudice del Lavoro (sono attese a breve altre sentenze), ma immediatamente dopo trasferiti in Sicilia, a 800 km di distanza dalle loro famiglie, in piena violazione della Legge 300/1970: per loro non c’è giorno di festa che tenga, la lotta per riconquistare il posto di lavoro non si ferma.
La situazione davanti ai cancelli è a dir poco surreale. A un paio di metri dagli ex dipendenti Almaviva lasciati in mezzo a una strada, infatti, altri lavoratori timbrano il cartellino ed entrano in turno: tra questi ultimi anche i dipendenti GSE, la cui manodopera è prestata all’azienda di Tripi attraverso un singolarissimo appalto, pure giudicato illecito dal tribunale del Lavoro di Roma. Ma quindi la sede di Roma non era chiusa, come diceva il ministro?
“Noi siamo in 88 a lavorare qui dal 27 dicembre, per l’appalto del call center GSE. Tra l’altro questo appalto è anche stato dichiarato illecito da un giudice, ed una parte di noi stanno già lavorando direttamente in GSE mentre i restanti che stanno aspettando la sentenza del 8 febbraio vengono a lavorare tutti i giorni ad Almaviva” dice Rosetta, Rsu di Gse.La vertenza-simbolo d’Italia, che nel 2017 ha rappresentato più plasticamente che mai la più sfrontata arroganza a cui si può spingere un’azienda nel pretendere l’abbassamento del costo del lavoro, torna dunque in primo piano già in questo inizio di anno nuovo. Quella stessa arroganza per cui se un lavoratore non è disposto a ridursi alla fame – o a spaccare la sua famiglia – merita di perdere il lavoro per cui ha sacrificato giorni, notti, anni della sua vita. In bella mostra, pure in formato gigante, oggi c’è anche un altro bel cinguettìo del ministro Calenda: “(…) Ho cercato di evitare i licenziamenti, ma le RSU hanno sbagliato a non firmare l’accordo”.”A noi non ci hanno licenziato le RSU come vogliono far credere, ma loro con il loro comportamento. Quello che hanno fatto le RSU è stato applicare la volontà dei lavoratori per come era stata espressa nelle assemblee sindacali. Noi abbiamo rifiutato perché comportava un peggioramento dei nostri diritti, ed il Governo non ha fatto altro che avallare le richieste di Tripi. Come all’epoca assecondarono le dichiarazioni di Tripi sulla crisi della sede di Roma, giustificate solo attraverso delle slide preparate dall’azienda, anche oggi continuano a dare sponda alla proprietà di Almaviva dicendo che la sede è chiusa mentre non è vero, giustificando così il trasferimento a Catania dei 153 lavoratori che hanno vinto la sentenza di reintegro. Il Governo continua a dar retta alle chiacchere e non hai fatti.” – dice invece Lorella, lavoratrice Almaviva.I lavoratori Almaviva che non hanno ceduto a un ricatto tanto vergognoso infatti non hanno colpe, piuttosto un grande merito: quello di aver insegnato a tutti i lavoratori italiani cos’è la Dignità del Lavoro. Quella stessa Dignità che la nostra Carta Costituzionale recita all’articolo 1: “L’Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro”. Leggete bene, Tripi e Calenda: “sul Lavoro”, non sulla schiavitù. (Comitati di lavoratori Almaviva e Gse)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ministero della pubblica istruzione rinuncia all’uso della lingua italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

respect-costituzione“Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con un bando pubblicato il 27 dicembre scorso ha imposto la compilazione, esclusivamente in lingua inglese, delle domande per ottenere il finanziamento dei progetti universitari di ‘interesse nazionale’. Sostanzialmente, una domanda rivolta alla PA abolisce l’uso della lingua italiana e costringe al solo utilizzo di una lingua straniera. Ma la lingua italiana è, nella sua ufficialità, vettore della cultura e della tradizione immanenti nella comunità nazionale, tutelate anche dall’articolo 9 della Costituzione”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
“La Corte Costituzionale (Sentenza 21 febbraio 2017, n. 42), anche con riguardo ai corsi di studio in lingua straniera, ha chiarito che: – l’obiettivo dell’internazionalizzazione deve essere soddisfatto senza pregiudicare i principi costituzionali del primato della lingua italiana, della parità nell’accesso all’istruzione universitaria e della libertà d’insegnamento.L’autonomia universitaria riconosciuta dall’articolo 33 della Costituzione, infatti, deve pur sempre svilupparsi ’nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato’ e, prima ancora, dai diversi principi costituzionali che nell’ambito dell’istruzione vengono in rilievo. Ancor più rilevante appare, in questa prospettiva, il trattamento giuridico riservato alle procedure del MIUR ai fini della partecipazione a bandi pubblici che deve egualmente ispirarsi a criteri di ragionevolezza, proporzionalità e adeguatezza.Sempre la giurisprudenza costituzionale in materia, ferma la tutela delle minoranze linguistiche, ha infatti ribadito – in via generale – come la lingua sia ‘elemento fondamentale di identità culturale e […] mezzo primario di trasmissione dei relativi valori’, ’elemento di identità individuale e collettiva di importanza basilare’. Ciò che del pari vale per l’’unica lingua ufficiale’ del sistema costituzionale: la lingua italiana.La soluzione più ragionevole appare dunque quella di consentire la presentazione della domanda nella lingua nazionale e/o in lingua inglese, riservando la scelta a coloro che presentano le domande in base all’opzione più conveniente ed adeguata alla disciplina per la quale si propone un progetto di ricerca. Ogni altra soluzione appare semplicemente irrazionale e, forse, frutto di un orientamento meramente politico che pare caratterizzare non solo il MIUR ma l’intero Governo Gentiloni: la dismissione culturale dell’identità nazionale e l’abbandono, in ogni occasione, degli elementi fondanti della cultura nazionale e della trasmissione dei relativi valori.Anche il messaggio distorto che deriva dalla errata ed irragionevole decisione del MIUR, richiede una immediata precisazione del Ministro che, peraltro, non appare certamente il migliore esempio di difesa della lingua italiana”, conclude Brunetta.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del Corso Le Grandi tradizioni religiose

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

università santa croceRoma 9 gennaio 2018, alle 16,00, si terrà presso la Pontificia Università della Santa Croce (Aula Benedetto XVI) la presentazione del Corso Le Grandi tradizioni religiose. Interverrano Mons. Miguel Ángel Ayuso, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso; Khalid Chaouki, presidente del Centro Islamico Culturale d’Italia-Grande Moschea di Roma; Noemi Di Segni, presidente Unione delle Comunità Ebraiche Italiane; Valentino Cottino, Preside del PISAI; Katsutoshi Mizumo, responsabile del centro Rissho Kosei Kai, e Swamini Hamsananda, vicepresidente dell’Unione Induista Italiana. Il corso è organizzato dall’Associazione ISCOM, e dalla Pontificia Università della Santa Croce, con la collaborazione del PISAI e del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso.
Il corso intende fornire una informazione di base sulla struttura delle principali tradizioni religiose che – come tali – costituiscono il fondamento delle diverse culture, influendo sulle formazioni sociali, sulle strutture giuridiche, e sulla vita politica ed economica dei vari paesi.
http://iscom.info/le-grandi-tradizioni-religiose.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’influenza sta facendo registrare il picco di casi in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

influenzaNell’ultima settimana di rilevazione (25–31 dicembre 2017) sono stati 673mila gli italiani a letto colpiti dal virus, con un netto incremento del numero di diagnosi rispetto ai 7 giorni precedenti (438.800) in tutte le fasce di età. I dati emergono dall’ultimo rapporto Influnet elaborato dal Dipartimento Epidemiologico dell’Istituto Superiore di Sanità. “La nostra società scientifica, grazie ai medici sentinella distribuiti su tutto il territorio e a un’esperienza ventennale, è asse portante di questo sistema di rilevazione – spiega il dott. Claudio Cricelli, presidente Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) -. Dall’inizio della sorveglianza (a metà ottobre), abbiamo registrato nel nostro Paese 2.168.500 casi di influenza. Sta continuando l’ascesa della curva epidemica e il livello di incidenza è superiore a quello osservato nella precedente stagione influenzale. La situazione è sotto controllo e il sistema assistenziale riesce ad assorbire i carichi di lavoro: quest’anno infatti in tutto il territorio si è avuto un incremento della domanda e dell’offerta del vaccino antiinfluenzale, che fa ben sperare sui numeri positivi di copertura vaccinale non solo negli anziani ma anche nelle persone a rischio”. Il livello di incidenza del virus in Italia è pari a 11,11 casi per mille assistiti. Le regioni più colpite, dove è stata superata la soglia dei 13,50 casi ogni mille assistiti (considerata intensità molto alta), sono Basilicata (34,89), P.A. Trento (22,02), Calabria (21,57), Marche (16,87), Liguria (14,97) e Piemonte (14,48). “Insieme all’influenza circolano regolarmente gli altri virus respiratori, pari ad altri 315 mila casi nell’ultima settimana – sottolinea il dott. Aurelio Sessa, responsabile SIMG del settore -. Il carico assistenziale non è solo per i pronto soccorso ma anche per i nostri ambulatori e per le tante visite domiciliari che impegnano i medici di medicina generale, i pediatri di famiglia e i servizi di continuità assistenziale. In Europa si sta assistendo a un incremento dell’attività influenzale nell’ovest, nord e sud del Continente con una positività dei tamponi nella sorveglianza virologica del 32% e un incremento rispetto alla precedente settimana del 28%. Vi è un’importante co-circolazione tra virus A e virus B, pari al 50% di ciascuno”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enrico Ruggeri lascia SIAE per affidare a Soundreef la raccolta e gestione dei diritti d’autore

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Ruggeri - altaL’accordo tra l’artista e la società fondata da Davide D’Atri è operativo dal primo gennaio di quest’anno. “L’arrivo di Enrico Ruggeri – commenta Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato di Soundreef S.p.A. – è un grande onore per tutti noi. Lavorare con il suo repertorio ci rende contenti e orgogliosi del percorso fatto e conferma gli importanti progressi della nostra azienda”. “Le iscrizioni a Soundreef – conferma Francesco Danieli, amministratore delegato di Soundreef ltd – sono continuate in maniera esponenziale durante tutto il 2017 da un punto di vista quantitativo ma anche qualitativo come dimostra l’iscrizione di un grandissimo artista come Enrico Ruggeri”.
“Tutto è nato da un incontro con i ‘ragazzi’ di Soundreef– dichiara Ruggeri –Ho trovato entusiasmo, combattiva attitudine alla sfida e voglia di comunicare progetti, qualità che da sempre cerco nelle persone con le quali lavoro. Non un “ente”, ma un gruppo di persone con un volto e una voce. Ecco perché ho deciso di intraprendere con loro un percorso comune. Ringrazio la SIAE per gli anni trascorsi assieme e inizio una nuova avventura, con l’intento (che sono certo sia comune a tutti…) di tutelare il diritto d’autore, importantissima battaglia culturale”.Enrico Ruggeri fonda il suo primo gruppo (Josafat) nel 1972, ad appena 15 anni. A seguito dell’ingresso nella band di Silvio Capeccia (1974) il gruppo cambia nome in Champagne Molotov e nel 1977, dalla fusione con la band Trifoglio, nascono i Decibel. Il primo vero successo del gruppo è il brano Contessa, che partecipa al Festival di Sanremo nel 1980. Successivamente Ruggeri inizia la propria carriera da solista e diventa anche uno degli autori più ricercati da numerose interpreti femminili, tra cui Fiorella Mannoia (‘Quello che le donne non dicono’) e Loredana Bertè (‘Il mare d’inverno’). L’artista vince il Festival di Sanremo per la prima volta nel 1987 con il brano ‘Si può dare di più’, presentato insieme a Gianni Morandi e Umberto Tozzi. Nel 1993 bissa il successo, come solista e con il brano ‘Mistero’. Quest’anno Enrico Ruggeri parteciperà alla competizione canora sanremese con il suo storico gruppo dei Decibel.
Soundreef sta rivoluzionando la gestione dei diritti d’autore in Europa e non solo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e sistemi digitali. Opera in più di 20 Paesi nel Mondo e amministra il repertorio di oltre 25.000 autori ed editori nel Mondo, di cui ben 10.000 in Italia, tra cui Fedez, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli e Fabio Rovazzi. (foto. ruggeri)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imposta/canone Rai: Verso l’abolizione elettorale?

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Rai: sede di romaIl segretario del partito Democratico ha annunciato che intende proporre l’abolizione dell’imposta sul possesso di un apparecchio televisivo, il cosiddetto canone che oggi si paga attraverso la bolletta elettrica. Come contropartita chiede l’abolizione del tetto pubblicitario perche’ la Rai meglio competa con gli altri attori del mercato, il tutto con una gradualita’ al ribasso dei contributi dello Stato.Qualcosa si muove li’ dove sembrava che, dopo l’avvio del nuovo sistema di riscossione, si fosse ampiamente risolto il problema dell’evasione, e messa una sorta di pietra tombale sulla piu’ che discussa e irrazionale vicenda fiscale e commerciale (a partire dal fatto che un’imposta venga chiamata -con tanto di conferma istituzionale- canone o abbonamento).
Si muove agli inizi della campagna elettorale. Bene: vuol dire che qualcuno ha capito che il tema e’ di quelli scottanti (anche irrazionale, per quanto ci riguarda), che fanno vibrare i nervi degli elettori e, perche’ no, magari catturare il consenso. Per ora la proposta viene dal partito di governo, ma ci risulta che anche diversi partiti di opposizione la pensano nello stesso modo (almeno lo dicono), speriamo che la di la’ di buttarsi accuse gli uni contro gli altri come sempre dovrebbe avvenire in campagna elettorale, siano concreti e chiari in merito, soprattutto sui tempi.
E’ importante che questo divenga un tema da campagna elettorale. Fino ad oggi in materia ha sempre dominato un magma consociativo, poiche’ tutti i partiti in qualche modo hanno il loro pezzo di potere all’interno del sistema pubblico di informazione radiotelevisiva e mai hanno manifestato intenzione di scardinarlo: vuoi per sistemare le loro persone nei posti chiave e non solo, vuoi per garantirsi pezzi di informazione.Aspettiamo con ansia l’avvio delle discussioni. Speriamo solo che, considerati svariati precedenti anche se non in materia specifica (ma in tema di riduzioni fiscali ad ampio spettro, c’e’ la gara a chi propone di piu’), non si tratti solo di un’abolizione elettorale.(Vincenzo Donvito, presidente Aduc) Sul fronte politico l’on.le Brunetta capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati annota su twitter: “CarloCalenda schiaffeggia mister Etruria @matteorenzi. Per ministro Sviluppo economico abolizione canone sarebbe una ‘partita (presa) di (in) giro’. Buio per il Fiorentino. E comunque, per la cronaca, canone in bolletta è arrivato con suoi millegiorni. Dicesi incoerenza”.
Per Giorgio Lainati (Nci) vicepresidente della commissione di Vigilanza Rai: “Com’era facilmente prevedibile la TV pubblica diventa da subito terreno di scontro per la campagna elettorale. La proposta del segretario PD Renzi sull’abolizione del canone è pura propaganda elettorale visto che comunque lo Stato continuerebbe a versare alle casse della RAI soldi pubblici per un periodo indefinito in attesa di una presunta e futuribile redistribuzione delle risorse pubblicitarie. La RAI, la più grande Azienda di informazione e di cultura del Paese merita di più e di meglio. Le forze politiche dovrebbero proporre per il futuro di un’Azienda così delicata per la tutela del pluralismo e della democrazia iniziative legislative serie e fattibili e non spot elettorali”. E per finire Giorgia Meloni su facebook scrive: “«Pare che Renzi, dopo aver messo in bolletta il canone Rai per far pagare a tutti gli italiani lo stipendio di Fabio Fazio, Benigni e Saviano, ora voglia abolirlo. Delle due l’una: o siamo di fronte a una folgorazione e quindi attendiamo che si scusi pubblicamente con i cittadini o è la solita televendita da campagna elettorale di Matteo “Do Nascimento” Renzi, che insieme all’abolizione del canone regalerà una bicicletta col cambio Shimano. Il 4 marzo gli italiani sceglieranno FdI e un governo di patrioti anche per non dover più sopportare queste prese per i fondelli».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bangladesh: Rischi di un povero regime alimentare per i nuovi arrivi di rifugiati Rohingy

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

BangladeshSecondo un nuovo studio, sebbene oltre il 90 per cento dei rifugiati Rohingya a Cox’s Bazar abbia ricevuto assistenza alimentare d’emergenza, rimane la forte preoccupazione per la limitata possibilità di avere un regime alimentare diversificato ed equilibrato.La Verifica d’Emergenza per la Vulnerabilità dei Rohingya (REVA) è stata effettuata dall’agenzia dell’ONU World Food Programme (WFP) e dai partner del Settore della Sicurezza Alimentare a novembre e dicembre 2017. Oltre 2.000 famiglie sono state interpellate per capire i principali bisogni dei rifugiati e delle comunità ospitanti. Le domande vertevano, tra le altre cose, sul tipo di regime alimentare, sulla spesa per il cibo e per altri beni, e sul tipo di misure adottate per sfamare la famiglia.Con oltre 656.000 persone fuggite nel Bangladesh dal Myanmar dal 25 agosto 2017, e una comunità pre-esistente di rifugiati di circa 300.000 persone, la situazione della sicurezza alimentare a Cox’s Bazar è estremamente precaria. Il WFP sta fornendo cibo e voucher per il cibo a oltre 700.000 rifugiati.La Direttrice WFP nel paese, Christa Rader, spiega: “Il WFP potenzierà, nel 2018, il suo programma di voucher elettronici per raggiungere i nuovi arrivi a Cox’s Bazar. I voucher alimentari per i rifugiati sono utili a tutti i livelli: permettono regimi alimentari più ricchi, incoraggiano l’empowerment delle donne e, a lungo termine, i costi sono minori rispetto alle distribuzioni di cibo”.Lo studio sottolinea come le persone che ricevono i voucher elettronici abbiano migliori regimi alimentari di quanti non ne usufruiscono; per questo, nel 2018 il WFP rafforzerà questo programma. Al momento, circa 90.000 persone usufruiscono del programma di voucher elettronici del WFP, cioè di una somma mensile su una carta prepagata che può essere usata in negozi specifici per acquistare 19 diversi tipi di cibi, incluso riso, lenticchie, verdure fresche, peperoncino, uova e pesce essiccato.
Le distribuzioni di cibo del WFP ai nuovi arrivi, invece, includono riso, olio vegetale e lenticchie che costituiscono una razione d’emergenza pensata per fornire le calorie di base ma che manca in diversità. Sono le donne a ricevere i voucher elettronici per le famiglie, possono così decidere cosa acquistare e come distribuire l’assistenza tra i membri della famiglia. Alla luce dei livelli estremamente alti di malnutrizione, secondo le verifiche di ottobre e novembre, il WFP sta anche fornendo sostegno nutrizionale ai bambini al di sotto dei cinque anni e alle donne incinte e che allattano. Lo studio raccomanda anche il potenziamento dei programmi di sostegno ai mezzi di sussistenza tra le comunità ospitanti, dando priorità alle donne senza reddito, spiegando come sarebbe auspicabile che i rifugiati nei campi avessero l’opportunità di guadagnare del denaro al fine di ridurre la loro vulnerabilità economica. Inoltre, lo studio incoraggia il rafforzamento di servizi e le distribuzioni di beni non alimentari per rispondere ai bisogni di base, incluso il miglioramento dell’accesso alla legna da ardere e dell’acqua potabile che risponda ai minimi standard qualitativi.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »