Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Archive for 9 gennaio 2018

Globecast Extends Partnership with SES for Distribution Services to Orange Romania

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

x-defaultGlobecast, the global solutions provider for media, has extended its partnership with SES for the premium TV distribution services it provides to Orange Romania using SES’s satellite capacity.
Under the multi-year extension announced by SES, Globecast will lease several transponders on ASTRA 5B at 31.5 degrees East to serve Orange Romania, which uses the capacity to broadcast 112 channels, of which 52 are in HD, using the DVB-S2 and MPEG-4 technical standards. Globecast manages the contribution, encryption and encoding for the entire TV package, as well as signal transport to the uplink facilities for ASTRA 5B.Orange Romania’s premium TV offer was launched in June 2013 with the support of SES, leveraging the high power and wide coverage of the ASTRA 5B satellite to deliver HD channels via the smallest dish in the Romanian market. In a highly competitive TV market, with 98 percent pay-TV coverage and five operating DTH platforms, Orange TV’s satellite platform has grown exponentially since its launch.
“We’ve worked extensively with SES and this is another example of the benefits of this partnership for our customers. In such a competitive market, quality of service is an essential factor in determining success, and we are pleased to extend this specific part of the relationship,” said Biliana Pumpalovic, General Director of Globecast in Moscow. “This extension agreement highlights the role of satellite as vital infrastructure for telecommunications operators to deliver television packages to their subscribers,” said Martin Ornass-Kubacki, Vice President and Chief Regional Officer, at SES Video. “We have been supporting Orange Romania for its DTH service since the beginning, not only from a technical point of view but also in the area of marketing, to promote their offer to the entire country. We are very pleased to continue working with such an innovative partner and enable them to deliver high-quality service to their consumers.” “Our customers’ experience is at the forefront of all the services we supply to our customers, be it the most extensive 4G network in the country or the content that we provide access to. We are proud to bring Orange Love convergent packs to all households by offering satellite television in addition to our fiber offer. The extension of the partnership with Globecast and SES fits right in with this strategy,” said Yves Martin, Chief Marketing Officer at Orange Romania. (photo: ASTRA 5B)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ASUS Laptops Ready for Amazon Alexa in 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

ASUS ZenBookCES — ASUS today announced at CES® 2018 that select models in its upcoming 2018 range of ZenBook and VivoBook laptops1 will feature support for Amazon Alexa, ushering in a new era of voice-based interaction for PC users.“Voice is a natural interface for interacting with technology and can make everyday tasks simpler,” said Steve Rabuchin, Vice President, Amazon Alexa. “We’re delighted that ASUS will bring the Alexa experience to its laptop models – providing hands-free voice capabilities, and tens of thousands of skills, to PC customers at their desks and on-the-go.”ASUS is passionate about innovation, constantly striving to create devices that help deliver a seamless digital life for all our customers. The combination of Alexa cloud-based technology and sophisticated audio hardware on ASUS laptops will offer users a new and effortless way to interact with their devices, enhancing their experiences in productivity, entertainment and smart-home management wherever they are. At home or on the go, with Alexa, users can perform thousands of tasks using intuitive and natural voice commands, including managing calendars and to-do lists, listening to music and audiobooks, controlling smart home devices and much more.“ASUS truly embraces our company’s slogan; ‘in search of incredible,’ and it is something that we aspire to bring to our customers; a truly incredible experience,” said Steve Chang, President of ASUS North America. “We do this by continuing to introduce innovation, as well as by improving technology and user experience. Combining Alexa with ASUS PCs will allow customers to complete a variety of formerly complex tasks, simply by speaking. This allows customers greater efficiency and allows them to spend more time on their own passions; to search for their own incredible.” (photo: ASUS ZenBook)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GE, Roche Enter Partnership to Develop Integrated Digital Diagnostics Platform to Improve Oncology and Critical Care Treatment

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

Roche Enter PartnershipGE Healthcare has entered into a strategic, long-term partnership with Roche (SIX: RO, ROG; OTCQX: RHHBY) to jointly develop and co-market digital clinical decision support solutions. The partnership will initially focus on products that accelerate and improve individualized treatment options for cancer and critical care patients.The two companies aim to develop an industry-first digital platform, using advanced analytics to provide workflow solutions and apps that support clinical decisions. This will allow the seamless integration and analysis of in-vivo and in-vitro data, patient records, medical best practice, real time monitoring and the latest research outcomes. Clinicians will then have the comprehensive decision support for providing the right treatment and quality of care for their patients.For example, oncology care teams with multiple specialists will have a comprehensive data dashboard to review, collaborate and align on treatment decisions for cancer patients at each stage of their disease. In the critical care setting, data from a patient’s hospital monitoring equipment will be integrated with their biomarker, tissue pathology, genomic and sequencing data, helping physicians to identify, or even predict severe complications before they strike.GE Healthcare is a worldwide leader in medical imaging equipment, while Roche Diagnostics is the global leader in in-vitro diagnostics.“This is the first time that two major players in healthcare have combined advanced analytics with in-vivo and in-vitro diagnostics to this degree. We believe this alliance will help accelerate the delivery of data-driven precision health for customers, patients and the healthcare industry,” said Kieran Murphy, President & CEO of GE Healthcare.“This unique partnership will deliver innovative solutions and insights in clinical decision-making. Our goal is to support clinicians and other relevant stakeholders for the benefit of patients by providing the right decision support at the right time and through comprehensive digital offerings,” said Roland Diggelmann, CEO Roche Diagnostics.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toyota Motor Europe and Dassault Systèmes Collaborate on Next Generation Digital Marketing

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

ToyotaDassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA)(Paris:DSY) and Toyota Motor Europe have signed a three-year contract to collaborate on an optimized digital production process to create next generation digital marketing solutions for all new car launches in Europe. These solutions will feature localized and personalized content targeting consumers seeking new, customized experiences in the car buying journey. With Dassault Systèmes’ “Virtual Garage” industry solution experience, Toyota Motor Europe can leverage 3DEXCITE high-end visualization applications for automated and integrated digital marketing asset production processes. Toyota Motor Europe can use its engineering data to create high-impact assets featuring virtual representations of vehicles that communicate emotional brand and product themes to its target audiences.Thanks to automated end-to-end asset production processes, consumers can experience brochures, online video content, web configurators, and other assets featuring new vehicle models or colors that are localized for preferences in specific markets or personalized to individual customer tastes, accommodating nearly any product requirement with high quality, consistency and accuracy. Digital technology is increasingly influencing how consumers shop, and the automotive industry seeks to leverage this trend to more closely connect with and engage consumers. Whether consumers are casually exploring vehicles for the first time or nearing a purchase decision, they want to be inspired, with access to the right information at their fingertips. “In TME, we are constantly improving our consumer-centric approach and recognize that a lean and flexible digital asset production process is key to supporting mass customization,” said Alex Carnazza, Manager, Web Content & Brochures, Marketing Communications, Toyota Motor Europe. “Dassault Systèmes’ vision allows us to prepare for a robust digital strategy aimed at gaining a competitive advantage in terms of costs, time, quality, scalability, integration and agility when producing digital marketing assets.” “Dassault Systèmes is helping Toyota Motor Europe connect data, people and ideas to create excitement and emotion with consumers early on in the purchase experience,” said Olivier Sappin, Vice President, Transportation & Mobility Industry, Dassault Systèmes. “Going forward, we will work with Toyota Motor Europe to explore how the 3DEXPERIENCE platform can bring additional value and further enrich these unique experiences through onsite services and solutions.” (photo: Toyota)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ASUS Republic of Gamers Announces ROG Swift PG65 Big Format Gaming Display with NVIDIA G-SYNC at CES 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

gamingCES — ASUS Republic of Gamers (ROG) today announced that it will unveil the new ROG Swift PG65 big format gaming display (BFGD) with NVIDIA® G-SYNC® at CES® 2018 in Las Vegas. The 65-inch 4K UHD ROG Swift PG65 is the world’s largest gaming display format, and is designed to bring uncompromising performance and a giant screen experience that’s ideal for PC gaming.
The new monitor will be on display at the ROG Showcase Room at Encore Las Vegas, Fairway Villa, from January 9-12, 2018. For additional information on ASUS ROG Swift PG65 BFGD with NVIDIA G-SYNC, please visit: ASUS ROG.ROG Swift PG65 is a huge 65-inch 4K UHD (3840 x 2160) HDR BFGD that finally brings PC gaming to the giant screen. With NVIDIA G-SYNC and a 120Hz refresh rate, ROG Swift PG65 ensures a highly responsive, tear-free, stutter-free, and immersive gaming experience.ROG Swift PG65 can emit 1000 nits peak brightness that’s several times greater than standard displays. Its direct-lit full-array LED backlight is dynamically controlled across all zones, providing very high contrast for richer, more natural-looking dark scenes. Its 178° wide-view panel provides brighter imagery, and its cinema-grade DCI-P3 color gamut provides a color range that is 25% wider than sRGB, resulting in more realistic color reproduction.With ROG Swift PG65, users can also enjoy 4K HDR content streaming with the integrated NVIDIA® SHIELD®, the most advanced streamer with video, gaming, voice control and smart home command capabilities.Gaming monitors have advanced by leaps and bounds over the past few years, with higher refresh rates, lower input lag, and NVIDIA G-SYNC technology providing a more responsive and smooth gaming experience. But while PC gamers have been able to enjoy these advancements at their desks, a giant screen PC gaming experience has been inaccessible ― until now. ASUS ROG has always strived to deliver the best experiences for PC gamers, and ROG Swift gaming monitors have consistently offered top-of-the-line specs such as high refresh rates, quick response times, G-SYNC technology, and crisp resolution. The ROG commitment aims to ensure that gamers will have outstanding performance, anywhere ― and with the ROG Swift PG65 BFGD, that experience finally extends to the gaming den. (photo: gaming)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Merkle First Agency to Achieve Specialized Partner Status for Adobe Campaign in Mainland China

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

london-centralLondon. Merkle (www.merkleinc.com), a leading technology-enabled, data-driven performance marketing agency, announced that it has been awarded the Asia Pacific regional specialization for Adobe Campaign, part of Adobe Marketing Cloud. Additionally, Merkle, part of Dentsu Aegis Network, has achieved Global Specialized Partner status for Adobe Campaign. Merkle is the only agency with the Global Specialized Partner status for Adobe Campaign, which was achieved by adding the Asia Pacific regional specialization to its existing status in the Americas and European region.“Merkle is the first Adobe Solution Partner to achieve this specialization certification in mainland China. We’re very excited about the global recognition, as the specialization certification in Asia Pacific supports our continued expansion and growth in this region,” said Ted Bray, growth officer for Merkle APAC.Merkle has performed multiple successful customer implementations, the requisite number of certifications, and the required volume of sales to realize Global Specialized Partner status for Adobe Campaign. As an Adobe Global Alliance Partner with an industry vertical approach and Specialized status for Adobe Campaign, Adobe Experience Manager, and Adobe Analytics, Merkle enables brands to maximize their Adobe Experience Cloud investments by creating tailored customer experiences with innate precision.“With a long history and close relationship between Adobe and Merkle, we value our collaboration as a key factor in the success we help brands achieve,” said David Skinner, head of global alliances and partnerships for Merkle.Since joining the Adobe Solution Partner program in 2015, Merkle has expanded its relationship to become an Adobe Global Alliance Solution Partner with the full range of platform capabilities across the world. Earlier this year, Merkle was named Adobe’s 2016 Emerging Partner of the Year for the Americas and for the EMEA North Region (United Kingdom, Ireland, Nordics, and Western Europe).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diplomati magistrale: inutile attendere il parere dell’Avvocatura di Stato

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

pacifico-marcelloSe non arriva subito un decreto legge sarà ancora sciopero il 1° e il 23 marzo. Secondo Marcello Pacifico, leader del giovane sindacato, non c’è tempo da perdere: occorre ristabilire da subito il principio di diritto, facendo incontrare domanda e offerta, senza compromettere la continuità didattica. Laddove i posti sono vacanti e disponibili, nel primo ciclo come alle superiori, bisogna riaprire e scorrere le graduatorie per assumere tutti i precari abilitati, non solo i diplomati magistrale ma anche i laureati in Scienze della formazione primaria, gli specializzati Tfa, Pas: va fatto senza aspettare che entri a regime il nuovo sistema di formazione e reclutamento che peraltro sarà aperto anche ai docenti di ruolo, come indicato dalla Corte Costituzionale. A chi dice che non si può, replichiamo che non ci sarebbe nulla di strano: già in passato, il Parlamento ha aperto le GaE, nel 2008 e nel 2012.
Secondo l’organizzazione sindacale, la strada da percorrere non è quella dei concorsi riservati alla categoria: per questo, oggi ha depositato un decreto legge urgente, rivolto al Governo, con tutti i riferimenti normativi di sicura valenza costituzionale, attraverso cui nelle more dell’attuazione della nuova formazione iniziale e reclutamento, a seguito della sentenza dell’adunanza plenaria, si riaprano per la terza e ultima volta le graduatorie ad esaurimento per il personale docente abilitato e si confermino nei ruoli i docenti già assunti con riserva. In attesa di una risposta del Governo e delle forze politiche, Anief continua a raccogliere le adesioni per ricorrere gratuitamente alla Cedu, per la disparità di trattamento in atto e la violazione del giudicato, alla Cassazione per annullare la sentenza dell’adunanza plenaria per eccesso di giurisdizione, alla Commissione di petizione del Parlamento Europeo e al Consiglio UE.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La scomparsa di Paola de Paoli

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

Paola de PaoliPaola De Paoli, presidente emerita di UGIS (l’Unione dei giornalisti scientifici italiani), ci ha lasciati. Paola aveva guidato l’associazione dal 1984 al 2010, ed era stata presidente per due mandati (1987-1988 e 1998-2000) di EUSJA, la European Union of Science Journalists’ Associations. Lo scorso dicembre aveva compiuto 93 anni. Il marito Camillo Marchetti, anch’egli giornalista, le è stato accanto fino all’ultimo. Erano sposati da quasi sessant’anni. Laureata in Lingue e Letterature straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, Paola De Paoli ha iniziato a occuparsi di giornalismo scientifico e tecnico negli anni Sessanta, collaborando dal 1970 al “Sole 24 Ore” e occupandosi in particolare di politica della ricerca. Dal 1992 al 1998 ha fatto parte del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e dal 2002 al 2005 è stata membro del gruppo di lavoro per la comunicazione scientifica del Comitato nazionale per le biotecnologie. Tra il 1956 e il 1977 ha svolto attività editoriale per case editrici americane specializzate in ambito scientifico. Dal 1969 al 1983 è stata consulente dell’allora MURST (Ministero per la ricerca scientifica e tecnologica) e editor della rivista “MURST. Politica della ricerca scientifica e tecnologica”. È stata co-autrice di pubblicazioni di storia e divulgazione della scienza, tra le quali “Le biotecnologie in Italia”, “Le piste della ricerca”, “Luna vent’anni dopo”.
Paola De Paoli ha festeggiato i suoi 90 anni assieme a colleghi e amici dell’UGIS il 3 dicembre 2014 al Museo della scienza e della tecnologia di Milano. In tale occasione ha annunciato la volontà di devolvere 30 mila euro per tre borse di studio destinate ad altrettanti giovani giornalisti scientifici sotto i 35 anni: una assegnata nel 2015 e due nel 2016, in occasione del cinquantenario dell’UGIS. Tra i numerosi riconoscimenti, il Premio Capo d’Orlando per la divulgazione scientifica assegnatole a Vico Equense. “Paola ha dedicato con passione parte della sua vita all’Unione dei giornalisti scientifici – nota Giovanni Caprara, presidente UGIS -. Sotto la sua guida sono state realizzate importanti iniziative che hanno contribuito a rafforzare l’immagine dell’Unione e i legami tra soci. Paola è stata testimone di una fase importante delle attività di ricerca nel nostro Paese e il suo impegno e la sua attività avevano creato occasioni preziose di aggiornamento e di amicizia di cui le saremo sempre grati. Con entusiasmo ha lasciato una traccia importante nel giornalismo scientifico italiano ed europeo consolidando un’identità di cui il mondo dell’informazione nel nostro Paese ha grande bisogno”. (foto: paola de paoli)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Storie di persone e comunità verso i diritti”

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

GiornalistiRoma giovedì 18 gennaio 2018 alla Sala Stampa Estera, Via dell’Umiltà 83/c, dalle ore 10 conferenza stampa in occasione della presentazione della Nuova Dichiarazione di Intenti del CISP- Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli, scritta a 500 mani con gli operatori dei paesi in cui lavorano alcuni dei protagonisti del CISP, provenienti da Colombia, Libano, Bosnia Erzegovina, Italia, Etiopia, Niger e Somalia. Saranno loro a raccontare le storie delle persone, dei progetti e dei contesti nei quali operano.
Il CISP compie 35 anni. Anni di impegno in ogni parte del mondo – nelle aree dove più forte è il disagio e dove conflitti e tensioni determinano impossibili condizioni di vita – nei quali sono stati realizzati con professionalità migliaia di progetti per l’affermazione dei diritti delle persone e delle comunità: azioni di contrasto alla povertà e alla fame, promozione della pace , della salute e del lavoro. Si stima che ogni anno a beneficiare dei nostri progetti, attraverso il lavoro di operatori internazionali e locali, siano almeno 5 milioni e mezzo di persone .
Oggi il CISP è operativo in più di 25 paesi. Trenta rappresentanti del CISP si ritroveranno a Roma dal 17 al 19 gennaio 2018 nella Conferenza organizzativa dell’associazione durante la quale sarà approvata la Nuova Dichiarazione di intenti, scritta tramite un lungo confronto “a 500 mani”. Le mani degli operatori che si preparano ad una nuova fase di attività con alle spalle un ricco patrimonio di esperienze. La Nuova Dichiarazione di intenti del CISP ha come quadro di riferimento l’Agenda 2030 sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pubblici dipendenti: in fila per un obolo

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

ministero-finanzeQuest’anno non è stata la Befana a portare cenere e carbone nelle calze dei dipendenti pubblici ma CGIL-CISL-UIL-CONFSAL e Governo con l’ipotesi di Contratto collettivo per le Funzioni Centrali, sottoscritta il 23 dicembre, a ridosso delle festività natalizie.La fretta di chiudere l’accordo per far arrivare nelle tasche dei lavoratori qualche soldo prima delle elezioni politiche e di quelle per il rinnovo delle RSU, secondo la regola mai abbandonata del voto di scambio, non ha certo aiutato la trattativa; così come non ha aiutato l’atteggiamento dell’Aran nel condurre il confronto e la continua fuga di documenti dati in pasto ai giornali ancor prima di presentarli e discuterli al tavolo, in modo tale da considerarne i contenuti ormai come acquisiti. Ma certo è che su tutta la trattativa ha pesato in maniera fortemente negativa il protocollo del 30 novembre 2016, siglato guarda caso dalle stesse organizzazioni sindacali firmatarie dell’ipotesi di contratto, che si sono accontentate di 85 euro medi lordi da marzo 2018, dopo oltre otto anni di blocco contrattuale, che per i livelli economici della prima e seconda area diventano ancora di meno. A poco serve l’elemento “perequativo”, perché è un palliativo per il solo 2018 che non va nemmeno nel conteggio del TFR. Tre giorni di trattativa, dal 20 alla notte del 22 dicembre, per arrivare alla definizione di un pessimo contratto, che i lavoratori e le lavoratrici del pubblico impiego non meritavano, dopo aver subito una lunga, violenta ed ingiustificata campagna di denigrazione collettiva.Un pessimo contratto dal punto di vista economico, dal momento che non restituisce neanche il 40% dell’inflazione registrata nel periodo di blocco della contrattazione, tra il 2010 e il 2017. Un pessimo contratto che ha evitato di affrontare uno dei nodi principali della discussione: il riconoscimento della professionalità acquisita e il superamento del mansionismo della prima e seconda area (Aree A e B), da attuare attraverso una profonda e necessaria revisione degli ordinamenti professionali. Chi ha firmato il contratto ha deciso di rinviare qualunque decisione a dopo le elezioni RSU, istituendo una non necessaria Commissione paritetica forse perché aveva in testa soluzioni impopolari.Un pessimo contratto col quale si inasprisce ulteriormente l’azione disciplinare, colpevolizzando in modo indiscriminato le assenze a cavallo dei fine settimana o dei giorni festivi, si adottano restrizioni sulla fruizione dei permessi Legge 104 prevedendone la programmazione mensile, si limitano a 18 ore le assenze annue riconosciute per visite mediche, terapie, prestazioni specialistiche.Un pessimo contratto che sui sistemi premiali mantiene intatta la filosofia introdotta da Brunetta, rinviando alla contrattazione integrativa la scelta d’individuare la quota dei più meritevoli tra quelli considerati più bravi della media, a cui destinare una quota maggiorata di incentivo. E’ la riedizione del sistema di valutazione previsto da Brunetta, solo che saranno i sindacati a decidere le quote di composizione delle tre fasce, riappropriandosi così della contrattazione!Non sono invece più materia di contrattazione tre importanti argomenti come: l’articolazione dell’orario di lavoro; la formazione; la mobilità del personale. Si può parlare in questo caso di un recupero del ruolo sindacale come hanno fatto CGIL-CISL-UIL all’indomani della firma del protocollo del 30 novembre? Oltre all’informativa, il contratto prevede l’istituto del “confronto”, nato dalle ceneri della concertazione, cha non ha in ogni caso natura negoziale, come l’Osservatorio paritetico per l’innovazione, che sarà costituito in tutte le amministrazioni.CGIL-CISL-UIL-CONFSAL si sono rifiutate di cancellare dal contratto l’odiosa norma ricattatoria che prevede che solo i firmatari del Contratto collettivo nazionale di lavoro possano poi partecipare alla contrattazione integrativa di amministrazione. Non conta essere rappresentativi, avere iscritti e voti RSU in numero sufficiente ad essere ammessi al tavolo della contrattazione all’Aran, perché lì scattano altre tagliole, inventate ad arte per ostacolare le organizzazioni sindacali che possono ancora contare su una vera partecipazione dei lavoratori.Tranne alcune norme di civiltà come quelle sulle unioni civili e sulla protezione delle donne che subiscono violenza, nel complesso ci troviamo di fronte ad un contratto insufficiente sul piano economico e fortemente negativo su quello normativo. Eppure c’è chi, come la CGIL, lo presenta come un “buon contratto, acquisitivo (?!), innovativo, che garantisce un sistema di relazioni sindacali rinnovato e più forte”. E del resto come giustificare altrimenti una firma che ancora una volta ha il sapore amaro della marchetta elettorale? Saranno i lavoratori e le lavoratrici del comparto Funzioni Centrali a decidere nelle prossime settimane se è un buon contratto o se sono giuste e condivisibili le valutazioni che hanno portato la USB a non sottoscrivere l’ipotesi di accordo e ad aprire la consultazione tra i lavoratori. Invitiamo tutti a partecipare e a prendere posizioneLa parola ora deve passare ai lavoratoriEsecutivo Nazionale USB PI

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il quartetto Dotti in viaggio tra le melodie senza tempo

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

DottiBari Venerdì 12 gennaio al 12.03 ore 21 City Club Viale Einaudi, 60 si esibirà il Quartetto Dotti con lo spettacolo musicale “Viaggio tra le melodie senza tempo”, un repertorio di canzoni della prima metà del ‘900, per riscoprire melodie presenti nella nostra memoria, che ci riportano al ricordo dei nostri genitori e nonni che ne accennavano i motivi cantandoli e fischiettandoli in momenti di spensieratezza.
“Proporremo un viaggio musicale – spiega Piero Dotti – che avrà inizio dall’Italia e si sposterà andando in Sud America, perlustrando il continente e spaziando dal tango argentino al Calipso che richiama il Mar dei Caraibi, passando per l’Europa e terminando nuovamente in Italia. Durante questo percorso eseguiremo canzoni degli anni ’30, ’40 e ‘50”.
Nel corso del concerto verranno raccontati alcuni aspetti connessi al difficile contesto storico in cui quei brani prendevano forma, con testi che lanciavano messaggi di rinascita intellettuale, speranza, maggiore libertà di espressione, lasciando alle spalle le devastazioni della seconda guerra mondiale. Il filo conduttore del repertorio unisce diverse culture musicali legate a sonorità tradizionali, come il tango argentino, la musica cubana, caraibica il jazz afro-americano e la canzone italiana. “Un po’ di anni fa abbiamo iniziato a svolgere un lavoro di ricerca sui generi latino e italiano. Ci siamo resi conto di come nel tempo questi si siano tramandati nelle culture musicali, però sempre facendo capo al periodo storico. Dunque durante l’esibizione racconterò perché abbiamo scelto questi determinati brani e in che modo si intrecciano tra di loro”.
QuartettoPoliedrico dalla voce calda e suadente, Piero Dotti è un noto ammiratore di Frank Sinatra, ma ha iniziato il suo percorso musicale avvicinandosi al genere rock, suonando la batteria e le percussioni, anche se già da adolescente amava intonare canzoni. Con lui ci saranno Paolo Luiso al pianoforte, Francesco Cinquepalmi al contrabbasso e Cesare Pastanella alle percussioni.
“Grazie ad una particolare professionalità che caratterizza i componenti del gruppo, siamo riusciti ad immergerci completamente in queste sonorità senza tempo. Così, lavorando insieme e confrontandoci, siamo riusciti a riproporre i suoni più antichi e originali, riarrangiandoli in maniera differente”.
Tre le formule proposte dal 12.03 per partecipare al concerto: la “cena spettacolo” durante la quale si potrà cenare seduti al tavolo, degustando le prelibatezze proposte dagli chef del 12.03; la soluzione “Apericena” con la quale si potrà approfittare di un ricco aperitivo preparato per l’occasione, prima di prendere parte all’evento; l’ingresso all’esibizione musicale. (foto: quartetto, dotti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vita da cosplayer: in 2.000 a Modena per un grande raduno

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

CosplayerModena sabato 13 e domenica 14 gennaio nell’ambito di Expo Elettronica a Modena Fiere Viale Virgilio, 70/90 uscita Autostrada Modena nord dalle 9.00 alle 18.00 Ingresso (ticket unico valido per tutti i settori espositivi): intero € 10,00; ridotto € 8,00.
Per tutto il weekend si svolge una mostra mercato a misura di cosplayer, una due giorni dedicata al fumetto usato e da collezione: si spazia da quelli più retrò dal sapore vintage, agli intramontabili cult del passato sino ai più amati dai giovani appassionati, che ammiccano alle serie giapponesi, con la possibilità di scovare in fiera costumi, accessori e complementi ispirati ai beniamini più seguiti. A ModenaFiere, grazie alla collaborazione con lo staff di B.H.C Best Horror Cosplay, sono attesi oltre 2.000 “eroi mascherati”, ma le adesioni sulla pagina facebook dell’evento sono in costante aumento.
Cosplayer1Qui si trovano manga, anime, modellini, action figures, fumetti, comix, telefilm, videogiochi, giochi, giochi da tavolo, gioco libero, role playing games, autori e youtubers. CosMo è anche animazione a 360° grandi con megaschermo sul palco, stand fotografici per i cosplayers, tornei di videogiochi, tornei di carte collezionabili, ospiti e mostre inedite.Il Cosplay nasce sulla scia dei cartoons asiatici: il termine è una contrazione delle parole inglesi “costume” e “play”, e indica un hobby, nato in Giappone e successivamente diffusosi nel resto del mondo, che consiste nel vestirsi come i personaggi di manga, anime, videogiochi, telefilm, film, o anche gruppi musicali. Con la particolarità che i costumi sono rigorosamente realizzati a mano dalle persone che li indossano.
Ma Expo Elettronica non è solo fumetti. Con un unico ticket d’ingresso il pubblico può visitare anche altri quattro settori tematici: quello dedicato all’elettronica professionale e di consumo; Mo.Del, che raccoglie le proposte del mondo del modellismo; Mo.Ma, un’area riservata alle nuove tecnologie open source, e la Mostra del disco, un’area tutta dedicata a dischi, cd, dvd usati e da collezione.(foto: Cosplayer)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Argomenti da campagna elettorale: Italiani ingenui ma non fessi

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

alloccoConvocate le elezioni, gli argomenti da campagna elettorale sono piu’ evidenti che mai. Vediamo alcuni:
Abolizione del canone Rai.
Abolizione della tassa di possesso degli autoveicoli.
Gratuita’ dell’iscrizione all’universita’.
Stipendio minimo: 10 euro l’ora.
Reddito di cittadinanza di 780 euro per tutti.
Flat tax per tutti al 15%.
Riduzione debito pubblico del 40% in una legislatura.
Abbassamento eta’ pensionabile (abolizione legge Fornero).
Referendum per uscire dall’euro.
… e siamo solo all’inizio.
Visto il tenore di partenza, ce ne aspettiamo anche di piu’ eclatanti. E tutte hanno la caratteristica di voler essere coinvolgenti e popolari. Che nel lessico e pratica comune della politica, scivola molto facilmente in “populiste”, termine per definire qualcosa che dovrebbe essere dato in pasto al popolo per fargli credere cose che poi non verranno mai realizzate. Abbiamo gia’ detto la nostra sul canone Rai, auspicando che non sia la solita promessa elettorale, ma un reale terreno di confronto e scontro nella sostanza… ma le prime avvisaglie ci fanno ricredere (valga per tutti che alcuni esponenti della Leganord da sempre contrari al canone, vista che l’abolizione e’ proposta dal loro avversario, ecco che si ritrovano ad essere paladini del canone). Sugli altri argomenti non ci pronunciamo in questo contesto e momento, ma ascoltiamo e leggiamo. Gli esempi che abbiamo fatto sicuramente presentano problematicita’ di applicazione, ma “mai dire mai”. Siamo creduloni? Probabile. Ma non siamo fessi! Nel contempo siamo tra coloro che poi rendono conto e, comunque, valutando sul fatto che in democrazia le proposte di governo e di riforma non possono che essere maggiormente evidenziate in campagna elettorale. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc) (foto: allocco)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Europa l’ottimismo economico ha la meglio sul populismo

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

Dicken Philip.jpg(By Philip Dicken, Responsabile azionario Europa) Alle porte del 2018 si prospetta un anno positivo per le azioni. In tutta Europa si rilevano chiare indicazioni di una continuazione della crescita economica dopo un 2017 all’insegna del vigore.Secondo i dati relativi all’indice dei responsabili degli acquisti (PMI), nel novembre 2017 la crescita dell’occupazione e gli ordinativi del settore manifatturiero nell’eurozona hanno raggiunto i livelli più alti degli ultimi 17 anni. Ciò crea i presupposti per una solida espansione economica.
Alla fine del 2016 speravamo che il 2017 avrebbe portato un miglioramento della crescita degli utili, e il settore corporate non ha deluso le attese. I profitti hanno evidenziato un aumento sostenibile per la prima volta dalla crisi finanziaria globale. Nel 2018 la crescita degli utili potrebbe raggiungere il 15%, creando un contesto favorevole per i mercati azionari Persino il Regno Unito, circondato dall’incertezza dei negoziati sulla Brexit, ha registrato una discreta performance nel 2017. La crescita economica britannica sarà forse più lenta di quanto atteso prima del referendum sull’uscita dall’UE, ma il paese non ha subito quel crollo che i pessimisti avevano previsto.La politica monetaria nel Vecchio Continente andrà incontro a un progressivo inasprimento, con una riduzione del quantitative easing nell’eurozona. Il Regno Unito potrebbe innalzare i tassi d’interesse, ma non tanto rapidamente da destabilizzare l’economia o il mercato.A livello globale i cicli economici sono più sincronizzati che mai. Sul fronte degli scambi internazionali, un clima di cooperazione e interconnessione favorisce la diffusione di opportunità commerciali redditizie tra diversi paesi.
Il quadro economico favorevole dell’Europa dovrebbe sostenere le performance azionarie. L’incertezza politica pone qualche problema, ma se all’inizio del 2017 il trend populista che pervadeva l’Europa appariva inarrestabile, il trascorrere dei mesi ha dimostrato che nella sfera politica nulla è mai certo. Il populismo ha perso popolarità. Diversi eventi politici che avrebbero potuto generare una significativa incertezza economica, come le elezioni francesi e olandesi, non hanno decretato il successo dei movimenti populisti. Per contro, all’inizio del 2017 la vittoria della Cancelliera Angela Merkel alle elezioni tedesche sembrava assicurata, ma le trattative per la formazione di un governo di coalizione hanno indebolito il suo potere.
Alle porte del 2018 il contesto politico si conferma complesso. In tutta Europa gli elettori continuano a mettere in discussione le dinamiche politiche centriste del passato. Con la globalizzazione e il progresso tecnologico alcuni settori tradizionali stanno diventando ridondanti, mentre le città, specialmente i centri finanziari, crescono in ricchezza. Nelle aree post-industriali gli elettori esprimono insoddisfazione per il divario economico derivante da questo processo.
Il movimento populista tedesco ha guadagnato posizioni. La CDU, il partito di Angela Merkel, ha ottenuto una percentuale più bassa di voti alle elezioni del 2017. L’AfD, il partito nazionalista di stampo populista, prima assente dal Bundestag, è diventato la terza forza politica del paese. Piazzatosi alle spalle del principale partito di opposizione, l’SPD, non entrerà nel nuovo esecutivo. Tuttavia, con lo stallo delle trattative per la formazione del nuovo governo, si profila la possibilità di nuove elezioni generali nel 2018, che potrebbero sbloccare la situazione di impasse.
Il populismo è un fattore rilevante anche in Italia, dove sono previste elezioni legislative nel marzo del 2018. Oggi tuttavia il Movimento 5 Stelle, nemico giurato dell’establishment, appare meno pericoloso, in quanto la legge elettorale è stata modificata in modo tale da rendere più difficile la formazione di un governo pentastellato. Le dichiarazioni e le posizioni dei 5 Stelle si sono ammorbidite e, pur avendo guadagnato consensi in tutta Italia (come emerso dalle elezioni regionali siciliane di novembre), il rifiuto di formare coalizioni con altri partiti li costringerebbe a mettersi da parte nel caso vincessero meno del 51% dei seggi.
Il quadro economico alle porte del 2018 appare positivo. Nel 2017 siamo stati incoraggiati dal miglioramento della situazione politica (rispetto al 2016, anno che ha visto le due vittorie populiste di Trump e della Brexit) e dalla ripresa economica generalizzata. Finora i mercati hanno continuato ad avanzare imperterriti nonostante alcune sorprese politiche; l’espansione economica è robusta, l’inflazione è contenuta e la crescita degli utili è ben avviata.
Che cosa potrebbe ostacolare questa traiettoria? La crescita economica potrebbe essere frenata da un evento politico clamoroso. Ad esempio, sviluppi negativi sul fronte della Brexit potrebbero indebolire lo status di Londra quale centro finanziario globale, con ripercussioni potenzialmente favorevoli per altri centri europei, ma anche con la possibilità di ricadute negative.
In vista del 2018 la nostra strategia d’investimento non ha subito cambiamenti radicali. Le valutazioni di molte aziende difensive di alta qualità sono aumentate sulla scia del miglioramento delle condizioni economiche. Pertanto, la ricerca di società di qualità ma sottovalutate si è intensificata.Le economie europee sviluppate, con le loro aziende ben gestite, offrono agli investitori l’opportunità di generare crescita nel corso del prossimo anno: tra i settori particolarmente interessanti figurano industria, tecnologia e servizi al consumatore.Un numero crescente di imprese in Europa viene quotato sul mercato tramite IPO. Queste società offrono opportunità entusiasmanti agli investitori selettivi disposti a esaminare attentamente ciascuna tesi d’investimento e ad assicurare che la governance sia solida. Un’altra valida fonte di rendimento per i gestori attivi è rappresentata dal livello sostenuto dell’attività di fusione e acquisizione.Benché minore rispetto a circa un anno fa, il rischio politico continua a destare preoccupazione, ma non bisogna dimenticare che può essere anche foriero di opportunità. Gli investitori a lungo termine sono ben posizionati per trarre vantaggio da quotazioni scontate nelle fasi di volatilità sui mercati. Negli investimenti vale sempre il vecchio adagio: spesso il momento giusto per acquistare è quando gli altri vendono. Dati gli scarsi segnali di un rallentamento della robusta crescita europea, entriamo nel 2018 con un spirito di ottimismo. (foto: Dicken Philip)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una nuova frontiera nella ricerca di nuovi farmaci antitumorali

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

farmaciLa ricerca è stata pubblicata il 4 gennaio sulla rivista Nature Communications. Creare farmaci innovativi capaci di agire contemporaneamente su più di un bersaglio epigenetico contro il cancro: ci stanno provando i gruppi dei prof. Andrea Mattevi (Università di Pavia), Antonello Mai (Università La Sapienza di Roma), Philip A. Cole (Johns Hopkins University, USA) e Rhoda M. Alani (Boston University, USA), costituendo un gruppo internazionale di ricercatori con un obiettivo molto ambizioso: concepire con i farmaci duali una nuova arma a disposizione dell’oncologia.
Di che cosa si tratta in pratica? Il genoma contiene tutte le informazioni necessarie per la nascita, la crescita e il funzionamento del nostro organismo. In ogni cellula alcuni geni devono essere spenti, altri blandamente attivati, altri pienamente accesi in modo analogo agli strumenti di un’orchestra. Si tratta dei meccanismi che definiscono l’identità delle nostre cellule in ciascuno degli organi che formano il nostro corpo. Le cellule accendono e spengono i geni mediante modifiche chimiche che alterano la forma tridimensionale che assumono il DNA e le proteine a esso legate. Queste modifiche, dette epigenetiche, sono continuamente aggiunte e rimosse, e sono anche al cuore della progressiva trasformazione di una cellula sana in una tumorale. Non solo le modifiche epigenetiche contribuiscono alla capacità dei tumori di crescere indefinitamente, ma rendono le cellule tumorali capaci di resistere e sopravvivere alle terapie.AIRC sostiene molti progetti che ambiscono a sviluppare farmaci che agiscano selettivamente sui processi epigenetici riportando la cellula a uno stato non-canceroso o inducendo le cellule cancerose a morire spontaneamente. Si possono immaginare questi farmaci come degli interruttori in grado di operare un “reset”, analogamente a ciò che facciamo con un computer o un apparecchio elettronico quando fa le bizze e smette di funzionare correttamente. Tra i farmaci epigenetici già in uso, i cosiddetti inibitori delle istone-deacetilasi sono già impiegati per il trattamento di alcuni linfomi. Più di recente alcune molecole che agiscono sulle istone-demetilasi sono entrate in una fase avanzata di sperimentazione clinica nel trattamento di alcune leucemie. Demetilasi e deacetilasi sono responsabili dell’aggiunta di modifiche chimiche che accendono e spengono molti geni che controllano la proliferazione cellulare. Nessuno aveva ancora provato a progettare farmaci duali attivi contro entrambi questi bersagli.Dopo uno sforzo pluriennale dei molti ricercatori coinvolti si è riusciti ora a creare le prime molecole ad azione duale “antidemetilasi & antideacetilasi” che hanno mostrato una potente azione antitumorale contro le cellule di melanoma. L’azione simultanea contro più bersagli offre molteplici vantaggi. Innanzitutto aumenta la selettività, in quanto i farmaci agiscono soltanto in cellule, come quelle tumorali, in cui i processi epigenetici sono più gravemente alterati. Nel contempo si tratta di una strategia che richiede una conoscenza dettagliata dei bersagli che si intende colpire, unita a molta creatività nell’immaginare, progettare e realizzare queste molecole ad azione multipla.I risultati ottenuti sono ovviamente un primo passo, ma la dimostrazione di principio che questa strategia non solo è fattibile ma assolutamente promettente apre una strada del tutto inesplorata nello sviluppo di nuovi farmaci epigenetici. La strategia di un unico farmaco per più bersagli potrà essere adesso applicata ad altri bersagli farmacologici ed è divenuta possibile grazie all’incontro sinergico tra i ricercatori di ambito chimico e biologico con i ricercatori clinici, così da poter tradurre le scoperte scientifiche in potenziali benefici per i pazienti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autostrade: ora basta aumenti: Intervengano Art e Anac

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

trasporto2Non ci siamo assuefatti alla stangata che ogni inizio anno ci danno le società autostradali. Questo 2018 sia l’ultimo di una lunga serie dove nella assoluta mancanza di trasparenza (i contratti di concessione sono segreti eppure le autostrade sono un bene pubblico) vengono estorti milioni di euro agli automobilisti.Aumenti assolutamente ingiustificati perché gli investimenti sono in calo (-33% nel periodo 2010-2015) come le manutenzioni(-9% nel periodo 2011-2016) mentre aumentano a dismisura gli utili (più 49% negli ultimi due anni passati da 953 milioni a 1422), gli introiti (più 16% nel periodo 2013-2016) e i ricavi da pedaggi (più 19% nel periodo 2009-2016 per 1 miliardo di euro)Rete Consumatori Italia promossa da Assoutenti, insieme a Casa del Consumatore e Codici, ha deciso di chiedere un intervento deciso al Presidente dell’Autorità dei Trasporti Camanzi, dell’ANAC Cantone e dell’Antitrust Pitruzzella per ripristinare trasparenza e politiche commerciali corrette nei confronti dei consumatori.Rete Consumatori Italia chiede altresì al Ministro Del Rio di convocare una riunione urgentissima per rivedere le concessioni e le modalità di verifica su investimenti, qualità della rete e aumenti tariffari, affinché il 2018 diventi L’ANNO ZERO DELLE CONCESSIONI RISCRIVENDO LE GARANZIE PER GLI AUTOMOBILISTI comprese penali per le società autostradali inadempienti. Infine, Rete Consumatori Italia invita tutti gli automobilisti a stampare la ricevuta (o trattenere quelle bancarie-telepass) per ogni tratta autostradale effettuata in previsione dell’azione legale contro le società autostradali che verrà promossa entro giugno 2018.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Freddo e inverno sono arrivati: come difendersi dall’influenza

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

vaccinazione-antinfluenzale-2012-2013Preceduto da notizie preoccupanti provenienti dall’Australia, dove c’è stato un alto incremento della diffusione della malattia e dei casi gravi rispetto agli anni precedenti, con oltre 50 morti, il male di stagione è alle porte e non è il caso di prenderlo “sotto gamba”. Secondo le previsioni, quest’anno saranno circa 5 milioni gli italiani colpiti dall’influenza, con un maggiore interessamento delle fasce che comprendono bambini ed anziani.L’influenza non va sottovalutata poiché è la terza causa di morte fra le malattie infettive, dopo la Tubercolosi e l’Aids. Il 90 per cento dei decessi si registra fra gli anziani, questi spesso preceduti da complicanze che ne determinano l’ospedalizzazione. “Se è vero che l’influenza non deve destare preoccupazione nella popolazione sana, essa può portare conseguenze gravi nei soggetti più a rischio” – dichiara il Prof. Fabrizio Pregliasco, Virologo, Ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano e Direttore Sanitario IRCCS Galeazzi di Milano. “In tal senso, il vaccino costituisce, senza dubbio, un salvavita per le categorie più fragili: i bambini piccoli, gli over 65 e coloro che sono affetti da patologie croniche sia di natura respiratoria che cardiaca”. Anche se il picco influenzale è atteso dopo l’Epifania, migliaia di italiani sono già bloccati a letto in queste ore; la causa però non è solamente l’influenza vera e propria, infatti si stanno ancora registrando infezioni ad opera di virus “cugini”: “Attualmente, oltre i primi casi di influenza conclamata, stiamo assistendo, principalmente, alla circolazione di forme parainfluenzali legate agli sbalzi termici, causate da uno dei 262 virus diversi che hanno sintomi meno pesanti dell’influenza stagionale, ma che sono ugualmente debilitanti” – precisa il Prof. Pregliasco.Per il picco dell’influenza “vera” bisognerà ancora aspettare un almeno mese, ma come distinguerla dagli altri “mali di stagione”? “La “vera” influenza – continua il Prof. Pregliasco – si riconosce perché causa la presenza contemporanea di tre fattori: febbre elevata (più di 38 gradi) ad esordio brusco, sintomi sistemici come dolori muscolari/articolari e sintomi respiratori come tosse, naso che cola, congestione/secrezione nasale o mal di gola. Questi sintomi perdurano per diversi giorni e, nei soggetti più deboli, possono insorgere gravi complicanze, purtroppo a volte dall’esito addirittura fatale. Per tutte le altre patologie circolanti nei mesi invernali, si parla di infezioni respiratorie acute o sindromi parainfluenzali, ugualmente fastidiose, certo, ma non pericolose come può essere l’influenza per alcune categorie o fasce d’età”.Oltre alla vaccinazione ci sono alcune misure efficaci nel prevenire infezioni di questo tipo: lavarsi frequentemente le mani, coprire la bocca e il naso quando si starnutisce e tossisce e rimanere a casa nei primi giorni di malattia respiratoria febbrile per non contagiare le persone con cui si viene in contatto. L’influenza è altamente “età-dipendente”: se è vero che il paziente anziano è maggiormente vulnerabile al virus di tipo A, il virus B ha un impatto relativamente maggiore nei bambini e negli adolescenti. Una strategia vaccinale ottimale dovrebbe tener conto di questi aspetti epidemiologici.
“Gli anziani, anche se in buona salute, hanno una ridotta capacità di risposta agli stimoli antigenici ed è quindi importante scegliere per loro un vaccino in grado di potenziare la risposta immunitaria” – continua il Prof. Pregliasco. “Nei vaccini adiuvati, oltre all’antigene, cioè quella sostanza che è propria dei batteri o dei virus verso la quale dobbiamo innescare la difesa, contiene anche altre sostanze adiuvanti, che aiutano il sistema immunitario a reagire in maniera più efficace alla presenza del virus”.Tutto ciò è stato ampiamente confermato dalla ricerca scientifica, infatti il vaccino adiuvato viene utilizzato in circa 30 paesi del mondo, inclusi gli Stati Uniti d’America. Recentemente, anche il Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI) Inglese ha espresso parere positivo per l’utilizzo del vaccino trivalente adiuvato negli over 65 in Gran Bretagna a partire dalla stagione influenzale 2018-19.“Vaccinarsi – conclude il Prof. Pregliasco – rappresenta un indubbio contributo a preservare le aspettative e la qualità di vita, soprattutto nei più anziani, sia in termini di benessere fisico che psicologico. La prevenzione è l’arma vincente, perché offre sempre la grande opportunità di poter condurre una vita in salute, attiva e indipendente”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lazio: Pazienti per ore sulle barelle del 118

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

pronto soccorso tor vergataE’ drammatica la situazione dei pronto soccorso di Roma e del Lazio. Già nei primi giorni del 2018 le strutture ospedaliere e il personale sanitario non riescono a far fronte alle richieste di accesso. Il 3 gennaio pronto soccorso quali il Policlinico Casilino avevano 144 persone in lista di cui 40 in attesa di ricovero; Tor Vergata 121 di cui 12 in attesa di ricovero; il Gemelli 159 in lista e 27 in attesa di ricovero; S.Camillo-Forlanini 101 in lista di cui 50 in attesa di ricovero e così via.
La visita o il ricovero avviene il più delle volte con i pazienti per ore ed ore sistemati alla meno peggio sulle barelle delle ambulanze del 118, con evidenti ripercussioni sul servizio di emergenza extraospedaliero che non ha più mezzi di soccorso da inviare, mentre i cittadini subiscono attese lunghissime anche per patologie da codice giallo. L’esiguo personale restante che non è fermo presso i pronto soccorso lavora in costante emergenza, sotto stress e in condizioni a rischio di errori. Evidenziamo l’enorme responsabilità che grava sugli operatori delle Centrali Operative del 118 i quali non avendo mezzi disponibili da inviare per poter evadere le richieste della cittadinanza, vanno incontro a gravi problemi medico-legali. Denunciamo che né l’Ares 118 né la Regione Lazio ad oggi sembrano prendersi l’onere giuridico e morale di tale situazione.Da qualche anno a Roma e nel Lazio il sistema di emergenza va in tilt in coincidenza del picco influenzale, dei ponti festivi che privano la cittadinanza dei medici di base, o dei primi intensi caldi. Dopo anni di tagli al Sistema sanitario pubblico, di fronte a questa insostenibile situazione sono gravi le responsabilità della Regione che si è dimostrata incapace di prevedere, programmare, organizzare ed attuare misure di protezione sanitaria della cittadinanza per far fronte a un’emergenza prevedibile e prevista.L’Unione Sindacale di Base chiede da anni che sia resa efficace ed efficiente la rete dell’emergenza sanitaria con l’assunzione di personale ai pronto soccorso, al 118 e negli ospedali pubblici e che vengano ripristinati e rafforzati i servizi territoriali che in questi anni sono stati declassati e depauperati. L’USB alcuni anni fa denunciò l’utilizzo di ambulanze “a chiamata spot” anche per il fenomeno del “blocco barelle” evidenziando che tutto ciò avrebbe aumentato la spesa senza risolvere il problema. Chiedemmo di utilizzare quei fondi per assumere personale e riaprire reparti di degenza, ma nulla è stato fatto.Anche in condizioni normali il sistema di emergenza ha enormi difficoltà a far fronte alle numerosissime richieste di assistenza sanitaria, e qualsiasi condizione aggiuntiva che aumenti le esigenze dalla cittadinanza manda il sistema in tilt. Gli abitanti del Lazio hanno diritto alla salute e all’assistenza sanitaria di cui necessitano.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto formativo “Italian Model United Nations”

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

IMUN, studenti-ambasciatori in assembleaRoma 9 Gennaio 2018, ore 14.00 – Auditorium della Conciliazione che, per l’occasione, accoglierà la festosa “delegazione” dei ben quattromila diplomatici e ambasciatori partecipanti all’edizione del Lazio, la più numerosa di sempre.Numerose le personalità istituzionali che interverranno per fare gli auguri di buon lavoro ai giovani partecipanti, tra queste il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ed Enrico Giovannini, portavoce Asvis (già Presidente ISTAT e Ministro del Lavoro).
L’edizione romana si terrà dal 9 al 13 gennaio e vedrà i “Delegates” al lavoro in varie sedi istituzionali in cui si terranno le simulazioni dei lavori ONU, tra cui la Camera dei Deputati. Ad IMUN Roma 2018 partecipano studenti delle scuole superiori di tutto il Lazio (la grande maggioranza), ma anche di Toscana, Emilia-Romagna, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Sardegna, Umbria, Veneto, Molise) e delegazioni di scuole straniere, tra cui Giordania, Francia, Malta.
Dopo Roma, la maratona dei giovani diplomatici, che coinvolgerà in totale circa 6000 studenti, proseguirà da nord a sud, attraverso Lombardia, Piemonte, Campania, Puglia, Sicilia. Migliaia di studenti partecipanti e centinaia di Scuole coinvolte, sia italiane che estere: IMUN 2018 ha visto aumentare il numero dei partecipanti e si conferma una formula di grande successo, grazie all’entusiasmo di migliaia di studenti (e al supporto dei loro docenti) desiderosi di cimentarsi in un’esperienza formativa unica, cioè diventare “ambasciatori e diplomatici per un giorno” per avvicinarsi al mondo della diplomazia e della cooperazione internazionale, per comprendere come funzionano le assemblee dell’ONU e delle più importanti organizzazioni internazionali.
I giovani vestiranno i panni di Ambasciatori, dopo il successo di “Young7”, l’iniziativa che United Network ha realizzato con il Ministero dell’Istruzione, e che ha portato a Taormina a maggio, nei giorni del G7, studenti delle scuole superiori italiane che hanno simulato le sedute del summit internazionale, confrontandosi sui temi dell’agenda diplomatica in discussione.
IMUN, assemblea presso la sede FAOIn virtù della collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, tutti i progetti formativi promossi e organizzati da UN, riconosciuti esplicitamente, tra l’altro, quali percorsi di Alternanza Scuola Lavoro. Numerosi inoltre i patrocini istituzionali e le partnership attivati con le principali istituzioni in Italia, tra questi: Parlamento Europeo, Missione Permanente italiana presso le Nazioni Unite, Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Regione Lazio, Regione Piemonte, Comuni di Catania, Bari, Torino, Napoli, Università di Palermo, Università La Sapienza di Roma, Università Suor Orsola Benincasa e Università Parthenope di Napoli, Università degli Studi della Tuscia, Institut Francais di Napoli.
studenti-imun (1)IMUN è una maratona che attraversa le scuole superiori italiane da nord a sud per l’intero mese di Gennaio, i cui “atleti” sono gli studenti che, in una sorta di staffetta per tappe, si avvicendano nel ruolo di diplomatici diventando protagonisti dei processi decisionali che possono orientare le sorti dell’umanità.
Il progetto dei Model United Nations si articola in due fasi: una preparatoria, durante la quale gli allievi studiano i temi e il modo in cui operare all’interno della simulazione; e una operativa basata sul metodo del learning by doing, in cui i delegati vestono il ruolo dei diplomatici all’interno del Model. Nel corso delle varie assemblee gli studenti “delegati” svolgeranno dunque tutte le attività tipiche della diplomazia: scriveranno e terranno discorsi, prepareranno bozze di risoluzione, negoziati con alleati e avversari, risoluzione di conflitti, impareranno a muoversi all’interno delle committees adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite. (foto: IMUN, assemblea presso la sede FAO)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autostrada A 24: mobilitazione dei sindaci

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

autostrade“Sosteniamo con convinzione la mobilitazione dei sindaci dei tanti comuni dell’area metropolitana, e dei cittadini romani che vivono nell’area orientale della Capitale – Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia – trattati come bancomat dal centrosinistra che non ha esitato a mettere le mani nei loro portafogli. L’irragionevole aumento delle tariffe autostradali su tratti ormai di uso quotidiano da parte degli automobilisti dell’hinterland la dice lunga sulle capacità del presidente Zingaretti di tutelare gli abitanti del Lazio, ma anche di opporsi a un governo del suo stesso colore politico che ha deciso questa assurda gabella. Siamo già scesi in strada nei giorni scorsi per protestare contro gli aumenti – conclude Santori – oggi ribadiamo il nostro sostegno al sit-in dei sindaci dell’area metropolitana a difesa dei cittadini che già pagano le tasse più alte d’Italia e meritano di essere tutelati dal Pd”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »