Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Biocarburanti a base di olio di palma: La posizione dell’U.E.

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 gennaio 2018

olio di palma“La decisione del Parlamento europeo di escludere i biocarburanti a base di olio di palma dal futuro delle energie rinnovabili dell’UE è un attacco del tutto ingiustificato nei confronti di agricoltori, famiglie e comunità malesi. Il Governo malese ha intenzione di proteggere i diritti di 650.000 piccoli coltivatori ed è suo compito assicurare un futuro ad un settore, come quello dell’olio di palma, che ha tolto dalla povertà milioni di malesi. La discriminazione protezionistica contro le esportazioni di olio di pama malese non sarà tollerata”. Così in una nota il ministro dell’Industria delle Piantagioni e delle Materie Prime, Mah Siew Keong, a seguito della decisione di oggi del Parlamento Europeo a Strasburgo che ha votato il divieto di utilizzare l’olio di palma nella produzione di biocarburanti, come parte della Direttiva UE sulle energie rinnovabili (RED).
“L’olio di palma verrà bandito creando un caso di discriminazione verso i paesi produttori di olio di palma e così facendo l’UE dimostra di portare avanti un’apartheid delle colture, una barriera commerciale inaccettabile e protezionistica, e nondimeno, una violazione degli impegni dell’UE in sede OMS. Il nostro Governo – puntualizza il ministro – non esiterà a prendere le opportune misure correttive. La decisione del Parlamento Europeo di discriminare i biocarburanti dell’olio di palma avrà un impatto negativo, non solo sul commercio e sulla cooperazione tra Unione Europea e Malesia, ma anche verso i più importanti paesi del Sud Est asiatico”.
“Esortiamo i governi europei a respingere la posizione del Parlamento sui biocarburanti da olio di palma. Il blocco imposto dal Parlamento Europeo metterà anche a rischio l’impegno del Consiglio Europeo e relativamente alla creazione di posti di lavoro e alla crescita e sviluppo di rapporti commerciali con il Sud-Est asiatico. Le affermazioni del Parlamento, circa l’impatto ambientale dell’olio di palma prodotto in Malesia, sono palesemente false. La Malesia – continua la nota – ha uno dei regimi di protezione delle foreste più avanzati al mondo, come riconosciuto dalle Nazioni Unite e dalla Banca Mondiale. La capacità della Malesia di proteggere le proprie foreste è di gran lunga superiore a quella di molti paesi europei”.
“L’olio di palma proveniente dalla Malesia è in grado di soddisfare i rigorosi standard di sostenibilità richiesti ed è certificato come sostenibile dai principali schemi europei, tra cui l’ISCC tedesco (Certificazione Internazionale di Sostenibilità e Carbonio), esattamente come riconosciuto dalla Commissione Europea. Il tentativo di denigrazione da parte Parlamento europeo – conclude il ministro – è offensivo e senza presupposti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: