Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Archive for 10 febbraio 2018

Pubblico impiego: venduti per trenta miseri denari

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Pare che i sindacati confederali si siano fatti convincere a firmare il nuovo contratto degli statali dopo anni di rinvii e di polemiche per via delle scarse risorse messe in campo dal governo Renzi-Gentiloni. Dovremmo, quindi, farcene una ragione? Dobbiamo arguire che in nome della salvezza dei conti pubblici il dipendente pubblico, servitore dello Stato per antonomasia, ha detto signorsì e ha messo la coda fra le gambe? Eppure tutto questo non mi convince. Prima di tutto perché sulla debolezza dei nostri conti pubblici dovremmo semmai stendere un velo pietoso. Diversamente non si comprenderebbe come è stato possibile trovare trenta miliardi di euro per salvare le banche e permettere che i loro manager alla fine del loro mandato gli stessi istituti di credito erogassero decine di milioni di euro di ben servito. E dire che non si può asserire che avessero amministrato bene. Tutt’altro se hanno portato al quasi fallimento le loro aziende e fatte tante vittime tra azionisti e correntisti. Poi cosa dovremmo argomentare pensando alle centinaia di miliardi di euro persi per la mancata seria lotta all’evasione fiscale, agli sprechi, alla corruzione e via di questo passo?
Se per anni i governi che ci hanno preceduto avessero imboccata la via virtuosa non ci ritroveremmo con i loro leader o eredi che ci ripropongono la stessa ricetta come se nulla fosse e con il rischio reale di un grave e irreversibile peggioramento. Quando ci convinceremo che esiste un partito dell’avere e uno dell’essere e che quest’ultimo pur essendo una maggioranza schiacciante resta schiavo di un potere arrogante e presuntuoso convinto che si può dire di tutto ai poveri italiani perché oltre alla memoria corta sono degli allocchi? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra ‘Connaissance du Monde’

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Connaissance du MondeFirenze fino al 1 Marzo 2018 SACI Gallery Palazzo dei Cartelloni Via Sant’Antonino 11, Orario: Lunedì-Venerdì 9-19 / Sabato-Domenica 13-19 mostra ‘Connaissance du Monde’ del genio africano Frédéric Bruly Bouabré a cura di Antonella Pisilli. Quando il 28 gennaio del 2014 è morto Frédéric Bruly Bouabré un patrimonio di conoscenza si è perso per sempre ma nella sua lunga vita l’artista ci ha donato migliaia di “feuilles volages”, disegni in formato cartolina che rimangono a testimoniare il suo importante lavoro e hanno lasciato una traccia del sapere universale del mondo.Nato a Zepregue Daloa ufficialmente nel 1923, ma in realtà nel 1921, nella sua lunga vita ha lavorato incessantemente ogni giorno per trasmettere al suo popolo prima e al mondo poi, la conoscenza dell’universo, occupandosi di tutti campi del sapere, fu scrittore, artista, narratore, filosofo, saggio, mistico, inventore, ricercatore, pacifista, insegnante, poeta, comunicatore, profeta, studioso, visionario, osservatore, documentarista e archivista del mondo che lo circondava.Il lavoro di Frédéric Bruly Bouabré inizia con una visione: la “Vision du soleil”.
Giovedì 11 marzo del 1948 si aprì nel cielo, davanti ai suoi occhi il sole che si divise in altri sette sfere colorate e descrisse un cerchio di bellezza intorno alla madre sole, in quell’istante Bouabré diventò Cheik Nadro, ‘Colui che non dimentica’.Dal momento della rivelazione ha iniziato a disegnare su delle piccole cartoline tutto ciò che era nascosto sulla superficie delle cose, dalle forme sulle bucce dei frutti, alle immagini dei giornali, a tutto ciò che vedeva e che pensava fosse necessario per archiviare il mondo, un lungo lavoro, perpetuato per 60 anni che ha raccolto in un’enciclopedica opera dal titolo “Connaissance du monde”. Frédéric Bruly Bouabré, si è dedicato oltre che al disegno anche alla scrittura perché voleva che la lingua parlata venisse trascritta e diventasse testo scritto, per questo inventa un alfabeto.
Frédéric Bruly Bouabré racconta che nel villaggio vicino a Daloa, a Bekora, c’erano dei piccoli ciottoli neri molto famosi per la loro bellezza, andò a Bekora e li prese, sembravano scolpiti e pensò fossero elementi di una scrittura antica. In quegli stessi giorni feci un sogno e una voce gli rivelò di pronunciare, al risveglio, il nome dei segni che aveva riconosciuto.Da questa seconda rivelazione riuscì con fatica e molto lavoro a trovare l’equivalenza tra suoni e segni e da lì disegnò 500 sillabe. Questa totalità è ciò che chiama un sistema di scrittura, l’alfabeto Bété.Durante la mostra verrà proiettato il film “Nadro” (1998) della regista Ivana Massetti, la quale con un affascinante stile visivo, ci conduce nelle tappe fondamentali della vita di Bouabré. Ivana Massetti del suo film dice: “Il film cattura tutto ciò che non esisterà più nel prossimo millennio. Tutto questo non lo rivedremo mai più”.Nel prossimo futuro, questa figura entrerà a far parte di un’iconografia che sarà studiata e comunicata su Internet, l’immagine virtuale di una realtà virtuale. Nel film, l’uomo e l’artista coesistono.Nel film, il suo volto è lì, la sua espressione ostinata, il suo sguardo, la sua voce. Una presenza reale, non un eco. E’ la gioia, il calore e la bellezza di un incontro. Il nostro incontro. Il compimento di un viaggio. Un viaggio di iniziazione, in cui lo sguardo del discepolo magnifica il maestro. Storie possibile solo tra esseri umani”. Le opere esposte fanno parte della Collezione di arte contemporanea africana Kyo Noir. (foto: Connaissance du Monde)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Personale di Umberto Manzo

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

umberto manzoNapoli Venerdì 16 febbraio 2018 alle ore 19.00 presso lo Studio Trisorio Riviera di Chiaia, 215 sarà inaugurata una personale di Umberto Manzo. Fin dagli anni Ottanta il lavoro dell’artista partenopeo è caratterizzato da un percorso che l’ha portato a confrontarsi con tecniche e materiali eterogenei quali l’emulsione fotografica, la grafite, la pittura a olio, i colori e le colle vegetali, fino ad elaborare un proprio linguaggio inconfondibile.
Nelle opere più recenti l’artista sperimenta nuove soluzioni formali per realizzare i suoi archivi della memoria, continua a stratificare i suoi disegni e li colloca nello spessore del telaio creando poi tagli multiformi, sagome di erme classiche, profili di volti, attraverso i quali riemergono le carte con infinite narrazioni. Come nei suoi primi lavori il corpo resta la sua cifra stilistica riconoscibile e diventa unità di misura dello spazio e del tempo.
L’artista scruta oltre la superficie, alla ricerca di molteplici significati, di un ordine nuovo che indaga anche lo spazio delle architetture classiche, dei monumenti del passato più lontano, come la Piscina Mirabilis o gli anfiteatri romani, evocati nelle sue ultime opere.La mostra si potrà visitare fino al 7 aprile.
Umberto Manzo ha esposto in gallerie private e spazi pubblici in Italia e all’estero. Le sue opere fanno parte di importanti collezioni private internazionali. Alcuni suoi lavori di grandi dimensioni sono installati in permanenza nella Stazione Cilea della Metropolitana di Napoli e nei prossimi mesi due sue opere verranno acquisite nelle collezioni del Museo di Capodimonte e del Museo Madre di Napoli. (foto: umberto manzo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Sospesa” Mostra personale di pittura di: Lucia Fantoni

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

sospesaMilano 21 febbraio 2018 dalle ore 18,30 alle ore 21,00 In mostra fino al 6 Marzo mattino Presso: Galleria d’Arte Contemporanea Statuto13 Via Statuto, 13 (corte int.) Apertura al pubblico: dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato.
L’arte della pittrice Lucia Fantoni è maturata nel corso degli anni ed è frutto di un profondo percorso introspettivo, permeato da grandi sofferenze – come quella della malattia – che sono state l’elemento formativo della sua creatività.Decisa ad esporre le sue tele per la prima volta, sceglie assieme al Curatore della mostra un preciso percorso espositivo cronologico: tre periodi che partono da oltre dieci anni or sono e che ci conducono per mano in un viaggio conoscitivo, umano e creativo di una donna che ha saputo rafforzarsi nonostante le dure avversità della vita e incoraggiare con la sua arte chiunque si trovi in una situazione infausta e tormentosa.Ciò che colpisce immediatamente nell’artista e che è evidente nei suoi quadri è la forza d’animo combattiva e la caparbietà nella lotta. Le pennellate nervose, materiche e vorticose; i colori intensi che spesso vogliono uscire dalla tela, sono l’eco di questo grande temperamento e il riflesso del suo fare arte.Ispirata dalle cromie di Kandinskij e di Klee, coniuga la sua poetica nel suo mondo interiore, che oscilla tra la figurazione e l’astrazione, dove inizialmente si avvertiva un prepotente bisogno di serenità e di tranquillità introspettive ma, in seguito, dipanava – e accade anche attualmente – verso un dinamismo, una tempestuosità che sono sinonimi di voglia di vivere e di voler gridare all’esterno e per l’eternità quanto sia imperante il desiderio di combattere e di estroiettare le proprie sensazioni.Questo complesso e articolato processo che si è succeduto nel tempo si evince chiaramente nelle opere di Lucia Fantoni, dove il rosso dei petali dei fiori è violento, dove le atmosfere astratte sono piacevolmente cadenzate da toni freddi e caldi, da bianchi e tocchi di pennello che altro non sono se non l’automatismo segnico e taumatorgico della propria arte..della propria vita.Il ricavato delle vendite delle proprie opere andrà in donazione ad un’ Associazione che si prodiga nella lotta contro il Parkinson e che coinvolge gli operatori del settore che si impegnano quotidianamente nella missione di migliorare la qualità della vita delle persone affette da questa terribile malattia. Fantoni con la sua arte e con questo gesto continua a stupire anche chi la conosce da poco tempo.
“Sospesa” vuole essere dunque la prima di molte e future attività che l’artista desidera promuovere. Lei che potrebbe sentirsi sospesa su un filo ma che con la sua tenacia e alacrità sa arrivare al cuore del fruitore con le sue opere d’arte, ricaricandolo di quella forza astrale, di quell’energia spirituale e vera che solo chi ha realmente sofferto può trasmettere con tale spontaneità e genuino sentimento filantropico. (foto: sospesa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra “International Surrealism Now”, dopo New York arriva il Portogallo

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Santiago RibeiroNEW YORK. Dopo la mostra d’arte multimediale nella piazza di Times Square, a New York, la mostra “International Surrealism Now” di Santiago Ribeiro va a Coimbra, in Portogallo. Le opere del pittore surrealista portoghese sono esposte dallo scorso luglio sugli schermi multimediali di Thomson Reuters e Nasdaq OMX Group, a Times Square, la piazza multimediale più famosa del mondo, e verranno esposte ancora per tutto il 2018.Basato su sogni e visioni, l’immagine surreale metaforica di Ribeiro sorprende, rompe e scatena sentimenti contrastanti.I suoi dipinti sono stati descritti come “composizioni complesse che illustrano le profonde preoccupazioni della società moderna e il suo comportamento individuale e collettivo”.
“Cerco sempre di fare qualcosa di nuovo, diverso e innovativo e l’idea di esporre a Times Square vuole significare che i media e le nuove tecnologie sono un modo moderno di diffondere la nostra arte”, ha affermato Ribeiro.I suoi lavori saranno esposti, con degli intervalli, durante tutto l’anno in corso e tra gli sponsor dell’evento si trovano la Bissaya Barreto Foundation, la Coimbra Chamber e lo studio nordamericano MagicCraftsman.Partecipano alla più grande mostra d’arte surrealista del mondo del XXI secolo ben 107 artisti surrealisti provenienti da 45 paesi e cinque continenti.I paesi che saranno rappresentati includono: Algeria, Argentina, Australia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Cina, Colombia, Croazia, Repubblica Ceca, Cuba, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Islanda, Indonesia, Iran, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Messico, Marocco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Nigeria, Filippine, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Svezia, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti, Ucraina, Venezuela e Vietnam.
Santiago Ribeiro nato a Coimbra, Portogallo, Ribeiro ha frequentato corsi d’arte presso Escola Avelar Brotero e la Escola Superior de Educação a Coimbra ed ha organizzato e partecipato a numerose mostre personali e collettive in Portogallo e all’estero. (foto: Santiago Ribeiro)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

1936 Bugatti Type 57SC Coupé Atlantic Wins Third Annual The Peninsula Classics Best of the Best Award

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

bugattiA rare and beautiful 1936 Bugatti Type 57SC Atlantic was named the winner of the prestigious The Peninsula Classics Best of the Best Award today at The Peninsula Paris hotel. Now in its third year, The Peninsula Classics Best of the Best Award brought together eight of the world’s finest classic cars—the best of show winners from the top international concours—to compete for the title of the most exceptional motor car in the world. The Bugatti is co-owned by the Mullin Automotive Museum, and Rob and Melani Walton, located in California, USA, and was named “Best of Show Concours d’Etat” at the 2017 Chantilly Arts & Elegance.Speaking of the award’s legacy, The Hon. Sir Michael Kadoorie, Chairman of The Hongkong and Shanghai Hotels, Limited and co-founder of the award said, “My great hope is that we not only succeed in thrilling long-term car enthusiasts, but that this award will also ignite a new-found passion for those just discovering the world of motoring.”Powered by a supercharged engine and considered by many to be the first supercar ever made, the winning Bugatti is one of four Type 57 Atlantic models ever produced, with only three in the world remaining. The vehicle was designed at the height of the art deco movement by Jean Bugatti, Ettore Bugatti’s son. Jean based the car on his other design, the 1935 Aérolithe concept car, which was famously riveted externally, for fear of the magnesium-alloy body parts catching fire. Jean kept this signature riveted seam on the all-aluminium body of the Atlantic.“The Bugatti Type 57SC Atlantic is the crown jewel of the automotive circuit,” said Bugatti Head of Tradition Julius Kruta. “This car was Jean Bugatti’s masterpiece with its beautiful and breath-taking lines, plus its unmatched performance for the time. Today, it remains the ultimate expression of the Bugatti legacy: unparalleled power and beautiful design.”This model, chassis number 57374, was the first Type 57 Atlantic produced and is the only surviving “Aéro Coupé,” a designation given to the first two cars that were mechanically very similar to the Aérolithe. The car was delivered new in 1936 to Britain’s Nathaniel Mayer Victor Rothschild, third Baron Rothschild, and has since passed through few owners in its 82-year history. The car has been displayed internationally, and most recently, was on display at the Los Angeles-based Petersen Automotive Museum for the “Art of Bugatti” exhibit. (photo: bugatti)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Upstream Unveils Its Evolved Mobile Marketing Promotions Offering Next Gen Promos

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

UpstreamLeading mobile commerce platform, Upstream, has today announced the launch of Next Gen Promos, an evolution of its existing, award-winning, marketing promotions. The service now offers integrated social media sharing, and the ability to boost interactions over web, SMS and apps, which allows 100% of an operator’s userbase to engage with fun and interactive promotions.
As highlighted in Upstream’s 2017 Digital Services Emerging Markets Report, conducted with Ovum, 72% of consumers state that digital services are an important factor in deciding whether to stay with a network operator. To meet changing consumer demands, driven by the proliferation of more capable mobile devices, Upstream has introduced the biggest development of its promotions solution to date. With the launch of Next Gen Promos, mobile network operators are able to provide their subscribers with top games and high value prizes, through an all-digital experience.
The innovative gamified user experience is unique to emerging markets. By adding Next Gen Promos to their portfolio, mobile network operators can raise their ARPU significantly through increased user engagement and improved customer retention.Next Gen Promos offer consumers a series of digital games to play and compete in, designed to boost their motivation, improve their skills and make engagement more fun. Consumers are able to compete for even higher value premium prizes, extra perks and bonus prizes like free access to digital or premium services. They can see which prizes they are competing for, climb a level based system by earning points, and share their success with their friends through the enhanced social media sharing functionality, with direct links to Facebook.Chrysa Karamanidi, Head of Product at Upstream commented; “The recent explosion in the use of smartphones across emerging markets has brought us both opportunities and challenges. There are now more users than ever before who are able to access rich content on their devices, but at the same time, the range of devices being used is also the broadest it has ever been.We’ve transformed the way marketing promotions work to best support mobile network operators in providing a new and exciting experience to their subscribers. Next Gen Promos bring a brand-new level of interactive content to 100% of a network operator’s user base, enabling consumers to share their progress on social media. This is the next generation of mobile marketing promotions, offering mobile network operators in emerging markets a new way to drive engagement across their entire customer base.” (photo: Upstream)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SWISS TXT: First Ever Cloud-Based Live Subtitles for the European Handball Championships in Croatia

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Live subtitling in the cloudBy migrating subtitling infrastructure to its own cloud, SWISS TXT is revolutionising the live subtitling market with a reasonably-priced SaaS solution. The service was first used for MTG TV Norway at the European Handball Championships in Croatia.
SWISS TXT has transferred the live subtitling infrastructure to its own cloud. This makes it possible to produce live subtitles more flexibly, quickly and cheaply than ever before. The server is now set up and operated automatically and regardless of location, allowing broadcasters to do away with costly subtitling infrastructure.The live TV signal from the European Handball Championships in Croatia is sent to MTG TV Norway in Oslo, where SWISS TXT taps into the stream and moves it to the SWISS TXT Media Cloud for future use. BTI Studios, an established provider of access services in Europe, automatically receives a low-res version of the stream from the cloud and subtitles it live into Norwegian. The subtitled stream is then transmitted via Media Cloud from SWISS TXT to the MTG Broadcasting Centre in London, where the signal is broadcast to viewers in Norway.Using this pay-as-you-go solution means that MTG TV Norway can broadcast subtitles at a lower cost as it is no longer forced to operate its own infrastructure.Andreas Bakka Hjertø, Program Director at MTG TV Norway: “We are always excited to try new technology, and I’m happy to say that the solution for live subtitles for the European Handball Championships worked very well for us”. Robert Holmström, CTO at BTI Studios: “As a leading provider of localization services, we are always seeking ways to improve workflows for our clients. SWISS TXT’s Media Cloud provides efficiencies in live subtitling, enabling BTI’s in-house subtitlers to connect with MTG’s systems for a smoother delivery of live subtitling services”. (photo: Live subtitling in the cloud)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Alliance of Science Organisations in Germany sees open access to digital sequence information at risks

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Janis EitnerThe Alliance of Science Organisations in Germany strongly cautions against expanding the scope of the Convention on Biological Diversity (CBD) and the Nagoya Protocol (NP) to include digital sequence information (DSI). Such an expansion would have far-reaching negative consequences, which could severely damage scientific research progress in the fields of environmental and life sciences and biodiversity, and would particularly threaten international research cooperation within these fields. Furthermore, current efforts to make science more open and transparent (e.g. the European Open Science Cloud Declaration) and initiatives to warrant open access to data from publicly funded research would be jeopardized.In principle, the Alliance supports the NP, which regulates access to genetic resources and the fair and equitable sharing of resulting benefits (Access and Benefit Sharing, ABS) as of October 2014. It is a central concern of the Alliance that its members respect good scientific practices (established by field-specific Codes of Conduct) when cooperating with partners in a national or international context.
However, in 2013, the Alliance did publish a joint statement during the EU legislative process pointing out the foreseeable difficulties of implementing the NP for non-commercial research. Indeed, experience now confirms that, as a result of implementation of the NP, international cooperation in biodiversity research, the analysis of human and animal pathogen-vectors, and the investigation of plant diseases, among others, have been significantly obstructed. The main issues have been severe delays, bureaucratic barriers, difficulties obtaining sampling permits from the respective authorities, and existing legal uncertainty. (photo: Janis Eitner)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Soglie di Luce: Opere di Pietro Gentili dal 1970 al 2000

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

casina-delle-civetteRoma Inaugurazione 16 febbraio ore 16.00 (Apertura al pubblico dal 17 febbraio al 27 maggio 2018) Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette Via Nomentana 70. Saranno presenti Maria Grazia Massafra Responsabile del Museo della Casina delle Civette e Curatrice della mostra Claudio Cerritelli Docente di Storia dell’arte contemporanea, Accademia di Brera e Curatore della mostra Francesca Caprioli Direttrice Artistica dell’Associazione Culturale Fabrica Emanuela Gentili Archivio Gentili. La prima mostra personale di Pietro Gentili nella Capitale, dopo la sua scomparsa, ha l’intento di farne conoscere l’universo artistico attraverso 50 opere tra quadri, sculture, gioielli, moduli tridimensionali realizzate utilizzando tempera, foglia d’oro e d’argento, sabbia, polvere di specchio, plexiglass, legno. Tra scudi di angeli, cieli stellati, porte aperte su di uno spazio “altro”, giochi di superfici riflettenti, filo conduttore dell’esposizione è la luce come soglia verso un’altra dimensione. Come scrive Claudio Cerritelli l’immagine della “porta” si pone come luogo del mistero conoscitivo dell’arte, soglia dove si avverte il desiderio e la ricerca della luce spirituale, percepita nella vastità senza fine del tempo. Il percorso creativo di Pietro Gentili ha un carattere talmente singolare da escludere ogni possibile appartenenza al gioco delle tendenze artistiche contemporanee. Il mondo di astrazione del suo lavoro ha, tuttavia, attinenze dirette con tutto un filone di arte contemporanea di carattere mistico-simbolico-spiritualistico che si rifà al mondo orientale, alla religione e alla filosofia Zen.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Andrea Mainardi testimonial di Acqua Farina e Fantasia!

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Per raccontare e interpretare le gustose specialità del territorio, Lunigiana Preziosa S.r.l., la giovane azienda pontremolese che produce in modo artigianale, e in pieno rispetto dell’antica cucina della Lunigiana, testaroli, panigacci, castagnaccio, pattoncine, farinata e ceciotte con il marchio Acqua Farina e Fantasia ha scelto lo chef Andrea Mainardi con cui ha di recente firmato un accordo biennale.Lo chef e ristoratore Biondoatomico, che ha all’attivo tre anni all’Albereta di Gualtiero Marchesi sotto la guida di Andrea Berton, è noto per le sue apparizioni come chef e giurato nel programma La Prova del Cuoco, condotto da Antonella Clerici. Andrea Mainardi ha anche condotto due programmi su SKY Fox Life: “Ci Pensa Mainardi” e ” Tra 2 Fuochi”.Con lo scopo di ottenere una maggiore awareness del marchio e dei prodotti della gamma, Andrea Mainardi promuoverà in esclusiva e fino alla fine del 2019, le prelibatezze di Acqua Farina e Fantasia attraverso una serie di dodici videoricette. Inoltre, l’energico chef Mainardi presterà la sua immagine per una campagna adv dedicata ai canali di vendita ho.re.ca e consumer.Bollono in pentola tanti eventi e progetti tra cui attività di digital storytelling sui social network sia di Andrea Mainardi, sia di Acqua Farina e Fantasia; la pagina Facebook di Mainardi conta attualmente quasi 30.000 followers. Michelangelo Benelli, amministratore delegato di Lunigiana Preziosa Srl, dichiara “siamo felici che chef Mainardi faccia parte della nostra giovane e dinamica squadra e siamo convinti di ottenere, con l’aiuto della grande capacità comunicativa di Andrea, un aumento di notorietà e una riconoscibilità per le prelibatezze del nostro territorio”..

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dipinto di Johann Paul Schor, ultima importante acquisizione fatta dalle Gallerie degli Uffizi

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Johann Paul SchorFirenze “Spettacolare e raro” – così il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt ha definito il grande dipinto di Johan Paul Schor, datato 1664, appena acquistato dalle Gallerie degli Uffizi. – “La tela mostra un centinaio di figure vestite in abiti dorati che sfilano per il carnevale del 1664 insieme alle antiche maschere della commedia dell’arte. Il corteo accompagna gioiosamente un monumentale carro trionfale – capolavoro dello stesso Schor, documentato dalle fonti – e una carrozza che ospita personaggi dell’aristocrazia romana. Facendoci rivivere i fasti del barocco nell’Urbe, l’artista immortala e contestualizza un capolavoro effimero e pertanto ora perduto, appunto un monumentale carro trionfale dorato, e inoltre ritrae se stesso in basso a destra, nell’atto di mostrare orgogliosamente il foglio con la firma: Gio. Paul Schor de Insprvh fat(to) il carro e il quadro anno 1664. Il quadro quindi si inserisce anche nella raccolta di autoritratti iniziata proprio in quegli anni da Leopoldo de’ Medici, lo straordinario collezionista che celebriamo ancora fino al 25 febbraio con una grande mostra a Palazzo Pitti. Da ricordare che Schor, originario di Innsbruck in Austria, raggiunse fama internazionale a Roma, dove risiedette dal 1640 fino alla morte nel 1679: egli pertanto rappresenta in maniera emblematica la dimensione veramente europea della scena artistica italiana nel periodo barocco. Anche per questo motivo, l’acquisto del dipinto sottolinea la statura nazionale ed europea delle collezioni delle Gallerie degli Uffizi.” Aggiunge la Curatrice della Pittura del Seicento Maria Matilde Simari: “Lo scenografo e artista austriaco – che in Italia veniva chiamato Giovanni Paolo Todesco (1615 -1679) – ha dato in questo dipinto una originale testimonianza della sua straripante fantasia barocca. Schor era capace di concepire scenografie urbane di straordinaria inventiva, ma anche di eseguire pregevoli pitture ad affresco e su tela, oltre a progettare arredi e oggetti di uso quotidiano. Fu un assiduo collaboratore di Gian Lorenzo Bernini che in questo maestro nordico trovò affinità nella realizzazione di macchine e apparati esuberanti che espressero al massimo grado il gusto tipico del loro periodo storico.” Conclude la Curatrice della pittura del Settecento, degli Arazzi, dei Mobili e delle Carrozze Alessandra Griffo: “La destinazione prevista in apertura del nuovo Museo delle Carrozze di Palazzo Pitti valorizzerà appieno il significato e la particolarità iconografica del dipinto che corrispondeva a una specialità dell’artista. Al tema delle carrozze esaminate in dettaglio per le loro potenzialità decorative e rappresentative si riconducono infatti numerosi fogli di Johann Paul Schor e del suo ambito, patrimonio del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e di altre collezioni internazionali.” (foto: Johann Paul Schor)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Manifesto sulla Bpco”

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

federanzianiSenior Italia FederAnziani, la federazione della terza età, aderisce al “Manifesto sulla Bpco”, stilato e sottoscritto in comune accordo con altre organizzazioni rappresentative del mondo sanitario, medico-medico scientifico e dei pazienti per una gestione ottimale della patologia.
La Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), oggi quarta causa di morte, si avvia a diventare entro il 2020, la terza causa a livello globale con una previsione di 6 milioni di morti. In Italia la patologia colpisce, secondo i dati ISTAT, il 5,6% delle persone adulte, cioè circa 3,5 milioni di persone, con tassi di incidenza più elevati nelle regioni meridionali. Essa è responsabile del 55% delle morti per Malattie Respiratorie. Ciononostante, tutti gli studi condotti evidenziano come questa patologia, che colpisce in modo più rilevante i pazienti senior, sia ancora fortemente sotto diagnosticata e, quindi, sottostimata.All’impatto sulla salute dei pazienti si aggiunge inoltre quello economico sul Servizio Sanitario Nazionale per la durata della sua storia naturale e le invalidità che determina. Difatti, oltre alla sua grande frequenza e diffusione, alla mortalità elevata e alla scarsa qualità di vita, la BPCO è rilevante anche per il risvolto economico e sociale in termini di sofferenze, disabilità e costi sanitari sia diretti (richiesta di prestazioni sanitarie anche di emergenza) che indiretti (riduzione della vita lavorativa, coinvolgimento dell’assistenza sociale o familiare), risultando dunque tra le malattie più costose. Si stima, infatti, che l’impatto economico della patologia sia pari a 2.723,00 euro all’anno per paziente tra costi diretti e indiretti. Il costo diretto maggiore è rappresentato dalle risorse assorbite per far fronte ai ricoveri ospedalieri, soprattutto nei soggetti più compromessi nella fase avanzata della malattia, con un valore medio annuo per paziente di euro 1.970,42. In questo quadro drammatico, Senior Italia FederAnziani è da sempre impegnata per fare fronte all’emergenza generata da questa patologia, lavorando in sinergia con i diversi attori del sistema sanitario, come membro presso il Ministero della Salute di GARD – Italia, che fa parte dell’iniziativa dell’OMS “Alleanza Globale contro le Malattie Respiratorie Croniche – GARD”, e infine ponendo le criticità e le soluzioni sostenibili rispetto a tale patologia al centro del lavoro comune di medici, pazienti, infermieri, farmacisti e istituzioni nel suo Congresso Nazionale. “Dal punto di vista del paziente senior”, dichiara il Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina, “è centrale la promozione di una maggiore consapevolezza rispetto a questa patologia. Purtroppo spesso la mancanza di respiro viene accettata da chi ne soffre come dovuta all’età, come una conseguenza inevitabile del passare degli anni. Ma sappiamo che non è semplicemente così. L’unica certezza che si ha è che, sottovalutando i primi sintomi, si ritarda o si perde del tutto la possibilità di una diagnosi tempestiva e quindi di una presa in carico ottimale. Migliorare la consapevolezza sulla patologia e sui fattori di rischio, la conoscenza dei sintomi per i quali è opportuno rivolgersi prima possibile al proprio medico di fiducia, promuovere una maggiore sinergia tra medico di medicina generale e specialista, raccomandare l’utilizzo della spirometria a tutti i pazienti con il sospetto clinico di BPCO, aiutare il paziente nell’auto-gestione della propria malattia, anche attraverso la riabilitazione respiratoria, sono le azioni prioritarie da mettere in campo, che come organizzazione di pazienti sosteniamo e siamo pronti a lavorare in un comune impegno di tutti i soggetti coinvolti perché finalmente siano soluzioni operative e pienamente efficaci”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Storia e storia della parola: il caso “patria”

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Perugia martedì, 13 febbraio, ore 14.00 Palazzina Valitutti, Sala professori Francesco Bruni, professore di Storia della lingua italiana all’Università Ca’ Foscari di Venezia, accademico della Crusca, dei Lincei e degli Agiati, terrà una conferenza sulla storia della parola e sul caso ‘patria. L’evento s’inserisce nell’ambito delle attività didattiche promosse dalla Scuola di dottorato in scienze umane e sociali della Stranieri, diretta dalla professoressa Giovanna Zaganelli che si articola in comunicazione della letteratura e della tradizione culturale italiana nel mondo; cooperazione alla pace e allo sviluppo; scienza del libro e della scrittura; scienze del linguaggio.
Professor Bruni sul significato di ‘patria’: si tratta di una parola importante?
“È importante perché appartiene a una famiglia di parole che dimostra, tanto per fare un esempio, come ci sia una grande elasticità nei significati che le parole che possono avere. Patria deriva da ‘pater’, quindi è una parola che, insieme con ‘madre’, ci riporta alle origini della vita. È una parola profondamente legata alla biologia. È una parola della ‘famiglia’ in senso stretto: marito moglie, padre, madre e figli. Per lo Stoicismo, una delle correnti filosofiche della cultura greca classica, la patria del sapiente è il mondo. Andiamo dallo stretto ‘privato’ della famiglia mononucleare al mondo come patria del sapiente, che non è legato ad una città, ad uno Stato, perché con la sua sapienza può abitare dappertutto. Si passa dal privato all’universale e dalla concretezza della biologia, e della realtà familiare, all’astratto”.
Francesco Bruni, nato a Perugia, è un linguista e storico della letteratura italiana. Ha studiato Lettere classiche all’Università di Napoli, allievo di Salvatore Battaglia, con cui si laureò nel 1965, discutendo una tesi di filologia romanza. Autore di importanti e numerosi libri diventati pilastri nel mondo accademico nazionale e internazionale, e soprattutto tra gli studenti e appassionati di Storia della lingua.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Activism: insieme siamo storia!

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Questo è un momento importante, oggi infatti proseguiamo il sogno di Gianroberto completando la nostra piattaforma Rousseau. La funzione Activism l’aveva pensata proprio lui, e noi in due anni siamo riusciti a realizzarla. Sono davvero fiera, e un po’ emozionata, di essere qui oggi ad annunciarlo a tutti voi. Activism è il passato, il presente ed il futuro del MoVimento 5 Stelle. Sì perché non è solo uno strumento che ci aiuterà giorno per giorno, ma che servirà anche a ricordare la nostra storia. Questa applicazione raccoglie da una parte le storie, gli eventi e le battaglie più significative del MoVimento che hanno dato forma a quello che siamo oggi. Dall’altra invece consente a tutti di conoscere le iniziative future del MoVimento 5 Stelle, sia nazionali sia locali. Voglio spiegarvi anche a cosa serve Activism. Con Activism potrete cercare gli eventi ufficiali in programma del MoVimento 5 Stelle in base alle tipologie di evento, alla data o a luogo in cui sono previsti. Potrete partecipare e ricevere notizie aggiornate sulle agorà tematiche e sulle assemblee pubbliche locali, sui convegni, sui seminari, sui gazebo o banchetti nella propria città. Ma anche su eventi nazionali come Italia 5 Stelle, Villaggio Rousseau o il tour sul programma. E infine potrete scaricare il materiale informativo per informarsi e per promuovere le attività sul proprio territorio.
E come vi ho detto prima Activism è anche memoria: vi permetterà di ricordare e condividere gli eventi e le battaglie più importanti del MoVimento 5 Stelle e che oggi appartengono alla nostra storia.
C’è poi la funzione “Iniziative future”, che serve a programmare e a organizzare le attività di tutti noi. Pure questa è divisa in categorie: agorà, assemblee, convegni e via dicendo.
Poi avremo un’altra novità. Vi metteremo a disposizione i materiali, che vi possono servire per il banchetto come per la campagna elettorale o per un referendum. Tutto questo lo troverete su Activism. Questo è davvero un momento molto importante. Sono fiera di poter concludere un percorso che avevamo iniziato con Gianroberto due anni fa. Adesso tocca a noi, continuiamo a scrivere tutti insieme la nostra storia. (Paola Taverna)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

6th Annual World Patient Safety, Science & Technology Summit Is SOLD OUT!

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Joe KianiThanks to overwhelming demand to hear the latest advances in patient safety, registration for the 6th Annual World Patient Safety, Science and Technology Summit is now closed. In order to make sure that as many people as possible can attend, we have made the Summit available online via live streaming.The entire Patient Safety Movement Foundation team is committed to increasing awareness about the exciting and innovative patient safety developments emanating from the summit. There will be keynote addresses from leading political figures and patient safety experts, plenary sessions with healthcare luminaries, members of the press and patient advocates, as well as announcements from organizations who have made their own commitments to reach the Patient Safety Movement Foundation’s goal of ZERO preventable deaths by 2020.
More than 200,000 U.S. patients and three million worldwide die each year from preventable causes. The Patient Safety Movement Foundation (PSMF) was established through the support of the Masimo Foundation for Ethics, Innovation, and Competition in Healthcare to reduce that number of preventable deaths to zero by 2020 (0X2020). Improving patient safety requires a collaborative effort from all stakeholders, including patients, healthcare providers, medical technology companies, government, employers, and private payers. The PSMF works with all stakeholders to address problems with actionable solutions. The Foundation also convenes the World Patient Safety, Science and Technology Summit bringing together some of the world’s best minds for thought-provoking discussions and new ideas that challenge the status quo. By presenting specific, high-impact solutions to meet patient safety challenges, called Actionable Patient Safety Solutions, encouraging medical technology companies to share the data their products are purchased for, and asking hospitals to make commitments to implement Actionable Patient Safety Solutions, the Patient Safety Movement Foundation is working toward zero preventable deaths by 2020. (photo: Joe Kiani)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Defy Ventures and Gov. Hickenlooper Team Up to Launch Inaugural Entrepreneur Training Program at Arkansas Valley Correctional Facility

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

John HickenlooperDefy Ventures, an entrepreneurship, employment and character development training program for currently and formerly incarcerated men, women and youth, unveiled its first program in Colorado today. Gov. John Hickenlooper met one-on-one with incarcerated Entrepreneurs-in-Training (EITs) to provide support, mentorship and coaching as part of the day long training event.
“It was great to see firsthand how Defy Ventures is giving incarcerated people the tools to transform their own lives,” said Governor John Hickenlooper. “This program is a step toward lasting change for the men and women who want a second chance at life. We’re thrilled to have Defy here in Colorado.”Today 78 EITs, paired with 50 volunteers from the business community, completed the Business Coaching Day, the first milestone of a nine month training program that culminates in a Shark Tank-style pitch competition and graduation. The Business Coaching Day consists of a series of group and one-on-one sessions that include powerful icebreakers, and coaching on business ideation, reentry plans, and resumes.“I care deeply about the men in this facility and their ability to change the course of their lives not only for themselves, but for their families as well,” added Warden Terry Jaques. “Today’s exercise was emotionally intense and went far beyond offering readiness skills but more importantly focused on strengthening the mental health, self-esteem and aspirations of our men, giving them a new sense of hope.”Following today’s event, the EITs will continue to progress through the nine-month MBA-like training which includes executive coaching, financial investment courses, startup business techniques, parenting education, character development, Shark Tank-style business pitch competition and an emotional graduation ceremony that is attended by cheering mentors, family and friends.Defy Ventures was founded by Catherine Hoke in 2010 as a way for incarcerated people to harness their natural talents and business sense and repurpose those skills toward legitimate careers. To date, Defy EITs have built more than 165 businesses and created more than 350 employment opportunities.“Defy is deeply honored to partner with the Governor’s office and the Colorado Department of Corrections to bring our transformational program here,” said Bob Omer, Executive Director of Defy Colorado. “We’re grateful to the Warden and staff at Arkansas Valley for welcoming us and look forward to expanding into other prisons throughout the state.” (photo: Hickenlooper)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cure gratis per l’Alzheimer: sentenza della Cassazione

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

Le cure per i malati di Alzheimer devono essere gratuite e a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con una sentenza che aprirà la strada a oltre 700mila famiglie, che hanno un malato in casa, per chiedere i rimborsi delle spese sostenute per le cure, circa 2.000 euro al mese in media per farmaci, infermieri e badanti. In molti casi i costi sono anche superiori quando un familiare, di solito una donna, deve lasciare il lavoro per assistere un parente che cade nella patologia grave conclamata e perde autonomia.Il costo di questa sentenza per il Servizio Sanitario Nazionale potrebbe arrivare a decine di miliardi l’anno.La patologia di Alzheimer colpisce oggi nel mondo 47milioni di malati, che, a causa dell’allungamento della vita e dell’invecchiamento generale, diventeranno 130 milioni entro il 2050 con un costo enorme per la società. La malattia non ha ancora una cura ma si può prevenire e contrastare, affrontandola prima che aggredisca il nostro cervello, che come tutti gli altri organi ha bisogno di cure e di controlli, come siamo abituati a fare andando dall’oculista o dal dermatologo o dall’ortopedico, ma mai andiamo a fare un controllo del cervello con una valutazione dello stato cognitivo.La prevenzione è alla base del protocollo contro l’Alzheimer, Train the Brain (Allena il cervello), che ha dato risultati positivi nell’80% dei soggetti trattati, che erano all’inizio della malattia (MCI Mild Cognitive Impairment) Il protocollo, non farmacologico, ideato dal Prof. Lamberto Maffei, che ha lavorato con la Prof.ssa Rita levi Montalcini, è stato realizzato all’istituto di Neuroscienze dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e viene applicato e diffuso dalla Fondazione IGEA Onlus (www.fondazioneigea.it), per metterlo a disposizione di tutte le persone che possono averne bisogno. Train the Brain si basa sulla stimolazione della plasticità del cervello, organo che può reagire ai cambiamenti, come quelli provocati da una malattia, per contrastarla. Semplificando si può dire che questo protocollo rappresenta la palestra della mente, per contrastare l’invecchiamento e prevenire le patologie cerebrali. Il cervello è un organo come tutti gli altri, con il tempo invecchia e con lo stress può perdere vivacità. Per mantenerlo attivo si deve fare esercizio proprio come si fa andando in palestra a fare ginnastica. Con la ginnastica i nostri muscoli si mantengono tonici e funzionano meglio, non tornano ad essere quelli dei vent’anni ma si allontanano l’invecchiamento e il rischio di ammalarsi. La stessa cosa accade per il cervello, che, come tutti gli altri organi, ha bisogno di controlli e prevenzione.
Una efficace forma di difesa, che può ridurre fino al 35% il rischio di cadere nell’Alzheimer, è costituita dai corretti comportamenti e stili di vita, da seguire sempre, fin dalla giovinezza. Non si deve aspettare di essere anziani, per fare prevenzione prima si inizia meglio è. Uno studio della Commissione “Lancet” per le Demenze ha individuato tra i principali fattori di rischio da evitare nell’arco di tutta la vita: l’obesità, la sedentarietà, alcune patologie come il diabete, l’ipertensione e la depressione, la perdita di rapporti sociali. A questi si aggiungono: il fumo, l’alcol, la cattiva o eccessiva alimentazione. Controllare questi fattori di rischio nei nostri comportamenti quotidiani costituisce una forma di prevenzione che può assicurare una più sana prosecuzione della vita in età avanzata.Questi fattori che rappresentano il 35% del rischio possono essere controllati e modificati nei nostri comportamenti quotidiani, iniziando a qualsiasi età. Certamente prima si comincia meglio è. Il restante 65% dei fattori di rischio, tra i quali il principale è l’aumento dell’età, non sono modificabili e questo rende ancora più importante agire prima possibile sui fattori che possiamo controllare.Questa insidiosa patologia è silente, inizialmente priva di sintomi, chi è malato non lo sa. La malattia lavora lentamente per 15 – 20 anni distruggendo progressivamente i neuroni, il cervello compensa con i neuroni superstiti la mancanza di quelli colpiti, per questo non ci sono segnali evidenti ma si può fare una diagnosi precoce iniziando a un controllo dello stato cognitivo. La malattia prosegue al buio fino a quando il corredo neuronale è devastato e solo allora appaiono i sintomi quando non c’è più possibilità di difesa.Il progetto Train the Brain, la Palestra della Mente, è utile come prevenzione anche alle persone sane e alle persone che non presentano sintomi ma che potrebbero essere a rischio dato che la malattia per lunghi anni non da sintomi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola, vietato trattare: Cgil Cisl Uil firmano un contratto indegno per salari da fame

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

moneteSullo schema già sperimentato con le Funzioni Centrali, ieri abbiamo assistito alla ormai consueta accelerazione della trattativa ferma da settimane e mai veramente decollata, che ha portato nell’arco di 18 ore alla firma dell’ennesimo contratto a perdere per i lavoratori pubblici.
Con le nostre continue denunce abbiamo costretto i confederali a non accettare le parti più irricevibili del nuovo contratto (tutoraggio e formazione nella funzione docente, aumento dei carichi a parità di salario), portandoli sulle nostre posizioni e condizionando la trattativa; questo li ha spinti a dare vita ad una trattativa vergognosa svolta su due tavoli: uno con le confederazioni complici di CGIL CISL e UIL e le loro organizzazioni della Scuola e l’altro ritenuto dall’ARAN marginale, con tutte le altre organizzazioni sindacali comprese quelle di CGIL CISL e UIL di Ricerca e Università.Cgil, Cisl e Uil, con questa indegna contrattazione separata, irrispettosa delle altre O.S. e dei lavoratori, hanno firmato l’ennesimo contratto “bidone” per tutta la categoria, con aumenti stipendiali ridicoli pari a un caffè al giorno e una parte normativa che lascia inalterati i peggiori aspetti della legge 107 e della legge Brunetta. Ancora più inaccettabile questa modalità da parte di un sindacato, la Flc Cgil, che ci propina costantemente solfe sulla democrazia sindacale e la partecipazione, mentre alla prova dei fatti nelle scuole e nei tavoli contrattuali assume atteggiamenti arroganti e antidemocratici.Rinviata a data successiva la trattazione delle sanzioni disciplinari, ma questo significa semplicemente che resta in vigore la legge 165 del 2001, che tanti contenziosi ha creato nelle scuole, consentendo ai Dirigenti di comminare sanzioni con trattenuta dello stipendio a troppi lavoratori.Alternanza scuola lavoro e formazione sono totalmente lasciate ai vari commi della legge 107 e pertanto, laddove nella bozza iniziale del contratto il tentativo di normare questi aspetti andava a ledere il capitolo relativo alla funzione docente, adesso la totale deregulation alla quale si torna senza alcun miglioramento contrattuale darà libera interpretazione e ampia discrezionalità ai Dirigenti Scolastici.Inquietante l’Art. 26, realizzazione del PTOF mediante l’organico dell’autonomia, in cui si afferma che: “i docenti in servizio in ciascuna istituzione scolastica appartengono al relativo organico dell’autonomia di cui all’articolo 1, comma 63, della legge 13 luglio 2015, n.107 e concorrono alla realizzazione del piano triennale dell’offerta formativa tramite attività individuali e collegiali: di insegnamento; di potenziamento; di sostegno; di progettazione; di ricerca; di coordinamento didattico e organizzativo”.
Da domani tutti i docenti potranno essere utilizzati in piena libertà dal Dirigente Scolastico, senza alcun rispetto delle professionalità acquisite e nel totale arbitrio gestionale.
A poco serve il “nuovo fondo per il miglioramento dell’offerta formativa” costituito da varie voci tra cui FIS e Bonus premiale, il cui taglio progressivo annuale dovrebbe servire solo a mettere pochi spicci sulla retribuzione professionale docente ma privando le scuole di risorse già all’osso e comunque destinando ancora una buona parte per la premialità. Con la connivenza delle RSU si lascia ai Dirigenti Scolastici il ruolo di assoluta discrezionalità e autocrazia nella gestione della distribuzione di questi soldi che appartengono a tutti i lavoratori e continueranno a essere assegnati a pochi con la solita fasulla propaganda sul riconoscimento del merito.
Inaccettabile il passaggio sulla mobilità. Il contratto diventa triennale, si potrà presentare domanda ogni anno, ma sarà impedito ai docenti che hanno ottenuto titolarità su scuola, dopo le operazioni di mobilità, di presentare domanda per i successivi tre anni.
L’assegnazione dei docenti alle classi è oggetto di mera informazione, l’assegnazione ai plessi e alle sezioni staccate si limita ad un semplice confronto tra Dirigente ed RSU, così come i cinque giorni di formazione il cui utilizzo può essere deciso unilateralmente dal DS anche se le RSU non concordano.Gli aumenti stipendiali vengono “pompati” con una perequazione che fa partire gli aumenti solo dal primo Marzo e non da Gennaio, senza alcuna garanzia che gli stessi siano riconfermati dal 2019, in quanto necessitano di un ulteriore ed eventuale intervento economico del futuro governo.Resta una sezione “obblighi dei dipendenti” totalmente legata ai doveri di diligenza e collaborazione, aprendo scenari pericolosissimi in relazione all’uso dei social con genitori ed alunni, con la possibilità di pesanti sanzioni future per quanti non utilizzino con “finalità educative” tali strumenti.
Che dire? Un cattivo contratto, inutile nella sua incapacità di contrastare gli effetti nefasti degli ultimi interventi normativi che hanno modificato la scuola pubblica statale e totalmente prono alla logica gerarchica del preside padrone e dei “gruppetti” di potere che ormai incarnano nelle scuole la svolta aziendalistica.Un contratto dal quale alcuni aspetti nefasti sono stati espunti grazie alla denuncia che come USB abbiamo fatto in totale solitudine e informando costantemente i lavoratori. A quel che è stato eliminato dalla bozza non è subentrato alcun aspetto positivo o di miglioramento delle condizioni dei lavoratori docenti e ATA, nessuno dei problemi relativi ai numerosi contenziosi che negli ultimi anni abbiamo portato avanti con i lavoratori viene sanato con questo nuovo contratto.Nella storia della contrattazione collettiva i lavoratori ad ogni rinnovo hanno ottenuto un aumento di diritti e salario. Questa volta i lavoratori fanno i conti con una firma indegna apposta da quei sindacati abituati a venderli dentro e fuori dall’Aran. I diritti sempre in bilico fanno il paio con un salario da fame che sarà eroso in pochi mesi dall’inflazione, dalle prossime finanziarie lacrime e sangue, da quanto il nuovo governo riuscirà a stanziare per il sistema perequativo perché, in assenza di nuovi stanziamenti, quel piccolo aumento che vedremo dal mese di aprile potrebbe tornare a decrescere a partire dal gennaio 2019.La truffa è servita, la teatrale presenza sullo sfondo dei sindacati rappresentativi inutili comparse è stata utile solo alla svendita dei lavoratori pubblici.Un’altra rappresentanza sindacale è possibile: siamo certi che i lavoratori della scuola daranno una sonora risposta alle prossime elezioni politiche, ma anche alle prossime elezioni RSU.
Lo sciopero del 23 febbraio rimane e lo confermiamo a gran voce nella consapevolezza che è necessaria più di prima una presenza forte e numerosa dei lavoratori in piazza.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si è conclusa una delle contrattazioni più false, segrete e peggiorative della storia della scuola pubblica

Posted by fidest press agency su sabato, 10 febbraio 2018

ministero-pubblica-istruzioneUn contrattazione finta, in quanto non anticipata nemmeno da un minuto di sciopero da parte dei sindacati presenti al tavolo dell’ARAN, e che, attraverso la sottoscrizione del divieto di sciopero nei quattro mesi precedenti e durante la contrattazione, recepisce i principi del nefasto accordo del 10 gennaio 2014 (Testo Unico sulla rappresentanza).Una contrattazione segreta, poiché né il “nuovo atto d’indirizzo” né le bozze di un contratto di ben 178 pagine, sono mai state rese pubbliche dai sindacati (confederali, autonomi e di base) presenti al tavolo, in ossequio al principio della complicità sindacato/controparte.Tra le poche negative certezze rimane il fatto che i lavoratori della scuola (come tutti i lavoratori dipendenti) hanno perso, in questi 10 anni di blocco contrattuale, oltre il 10 % del salario reale a causa di una pur bassa inflazione. Restituire poco più del 3% del salario, dopo 10 anni di blocco, non rappresenta un aumento ma un furto!Per di più, per le categorie più basse, gli aumenti non sono stati integralmente finanziati per il 2019, si profila una beffa !Anche nel comparto scuola è introdotto l’organismo paritetico sindacati e amministrazione, una sorta di camera di valutazione del personale attraverso la quale differenziare individualmente la produttività e colpire chi si assenta in determinati periodi dell’anno. Nelle prossime ore svilupperemo un analisi precisa sia per la parte economica che normativa.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »