Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Sabatino Mustacchi: Il ritorno a casa di Marco Moise

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 febbraio 2018

Il ritorno a casa di Marco MoiseMilano Giovedì 15 febbraio 2018, ore 18 Casa della Memoria via Federico Confalonieri 14 Sabatino Mustacchi: Il ritorno a casa di Marco Moise. Roberto Cenati ne discute con l’Autore. Il legame che unisce i figli ai propri padri è indistruttibile anche quando i fatti della vita sembrano averlo interrotto. Nel 2002, Sabatino riceve in maniera casuale una notizia riguardante il padre, Marco Moise, mai conosciuto perché scomparso da ben cinquantotto anni. Il padre, infatti, era stato deportato da Trieste nel 1944 e non si era saputo più niente di lui. Tutti lo avevano dato per morto nel lager, ma non era così. Seguendo delle tracce che proprio il padre aveva lasciato, Sabatino riesce a ricostruire cosa era veramente successo. Viene anche alla luce che Marco Moise, tra le sue tante vicissitudini, aveva lavorato nelle fabbriche sotterranee tedesche. Impianti che producevano armi talmente devastanti che avrebbero potuto cambiare il corso della seconda guerra mondiale.Nel racconto s’intrecciano due filoni narrativi. Uno, che ha per protagonista il figlio, si riferisce alle ricerche e al ritorno a Trieste di Marco Moise. L’altro si basa sui fatti accaduti prima e durante il periodo bellico. La storia è vera ed è stata pubblicata su alcuni giornali nel 2003. Sabatino Mustacchi Nato a Trieste da famiglia ebraica multietnica colpita dal nazifascismo con la deportazione del padre e di altri famigliari. Per la sua precarietà di orfano e per la superficiale considerazione della Shoah del primo dopoguerra, Sabatino sviluppa il suo percorso educativo lontano da casa. La sua attività professionistica d’informatico lo porta a lavorare all’estero su importanti imprese internazionali e italiane. Da circa vent’anni, sollecitato da imprevisti e sconvolgenti eventi che hanno chiarito la tragica storia del padre, ha scritto il suo primo libro “Il ritorno a casa di Marco Moise” (2014). Si occupa attivamente di ricerche storiche sui tragici eventi della seconda guerra mondiale e sulle discriminazioni razziali. È da sempre impegnato sui temi sociali, sui diritti umani e nell’antifascismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: