Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Il governo dell’onestà: dall’utopia al populismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 febbraio 2018

logo fidest ookIn questi giorni si sta accentuando l’intervento dei media sulla questione morale. A questo punto pare evidente che nessuno vuole attaccare sul proprio groppone la patente della disonestà. E quelli che non vi riescono fanno mille sforzi per dimostrare che gli stessi onesti non esistono. Diventa così prepotente il ritornello di corrotti, corruttori e corruttibili. Sembra che non ci sia altra strada da percorrere come sta già accadendo con la sistematica demonizzazione delle istituzioni: il parlamento degli inquisiti e dei volta gabbana come ce lo prefigura lo stesso Berlusconi con la sua dichiarata volontà di fare shopping con i transfughi degli altri partiti. E da questa sistematica maldicenza non ne escono bene le altre istituzioni dello Stato dal Tar al Consiglio di Stato, dalla magistratura alla corte costituzionale e alla stessa presidenza della Repubblica. Il fine ci appare chiaro. Si vuole, nel corso di questa campagna elettorale, demoralizzare il voto libero e ricorrere al fatalismo degli italiani: tanto non c’è niente da fare, i politici sono tutti corrotti. E’ possibile che la brava gente non si rende conto dell’inganno? L’esempio tipico l’abbiamo avuto sulla storia dei rimborsi delle indennità percepite dai parlamentari cinque stelle e di qualche errore nella scelta dei candidati mentre sull’altro fronte si stendeva una cortina fumogena su peccati di gran lunga più gravi. Perché non è stato scritto che per cinque anni vi sono stati parlamentari che hanno percepito un terzo delle loro indennità e gli altri le hanno intascate tutte? Perché gli altri loro colleghi non si sono comportati allo stesso modo? Perché non si dice a chiare note che oggi si sta giocando una partita vitale per le sorti del nostro Paese? Da una parte vi è il passato e persino il finto presente e dall’altra la possibilità di voltare pagina e guardare un futuro diverso e non ci vengano a dire che è solo utopia o populismo. (Centro studi politici e sociali della Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: