Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 2 marzo 2018

Cinque stelle: La forza dalle migliori risorse culturali e accademiche italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Ho letto con attenzione i curriculum della squadra di governo messa in campo da Cinque stelle: Donne e uomini di primissimo ordine. Sarebbe davvero un peccato che gli italiani perdessero questa opportunità che è a loro offerta di rigenerare una classe politica che da troppo tempo ruota intorno ai soliti personaggi. L’insegnamento di 5 stelle è magistrale. Occorre portare avanti un pensiero nuovo o meglio un pensiero troppo a lungo umiliato dalle varie manovre di palazzo, dai soliti e stantii slogan, da figure logorate e ingessate da una logica politica incapace di rinnovarsi in meglio, di far uscire dal pantano dei luoghi comuni nuove energie, nuove forze, nuove realtà.
Vi proponiamo il loro curriculum certi che potrete apprezzarne i meriti e respingere al mittente quanti potrebbero cercare in loro il capello che si è infilato nell’occhio per tentare di farci dimenticare le travi che accecano la loro vista e non li fanno andare oltre il loro naso.
MINISTERO PER I RAPPORTI CON IL PARLAMENTO, GLI AFFARI REGIONALI E LA DEMOCRAZIA DIRETTA: DOTT. RICCARDO FRACCARO
Riccardo Fraccaro è nato a Montebelluna (Treviso) il 13.01.1981. E’ candidato alla Camera presso il Collegio Uninominale di Pergine Valsugana e al Collegio plurinominale del Trentino – Alto Adige. E’ laureato in Giurisprudenza con una tesi in diritto internazionale dell’ambiente. Prima di essere eletto come deputato ha lavorato per una Società di servizi energetici. Nel 2013 è stato eletto alla Camera dei Deputati e Segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera. E’ l’autore della norma che ha consentito di eliminare gli affitti d’oro di Montecitorio con un risparmio per la finanza pubblica di 32 milioni di euro l’anno, circa 130 milioni nella legislatura. Tra le sue numerose proposte spiccano quelle sulla democrazia diretta, sul conflitto di interessi e sul reddito energetico, già applicata nel Comune di Porto Torres che, oltre a promuovere la diffusione delle energie rinnovabili, consente un risparmio sulla bolletta elettrica per le famiglie. È inoltre autore delle norme per l’applicazione della tecnologia V2G in Italia e per l’introduzione di meccanismi premiali a favore delle imprese che utilizzano beni e servizi da filiera corta. Da sempre impegnato nei temi relativi la partecipazione e il decentramento, si è occupato anche di autonomia nel corso della XVII legislatura.
MINISTERO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, LA DEBUROCRATIZZAZIONE E LA MERITOCRAZIA: PROF. GIUSEPPE CONTE
Il Prof. Giuseppe Conte è nato a Volturara Appula (FG) ed è residente a Roma. E’ laureato in Giurisprudenza all’Università di Roma “La Sapienza”; è stato borsista del CNR; vanta un’ampia esperienza di studio in Italia e all’estero (Yale University, New York University, Institute of Advanced Legal Studies, Université Sorbonne) e di insegnamento (Univ. Sassari, Roma Tre, Luiss); attualmente è professore ordinario di Diritto privato all’Università di Firenze; è Direttore di prestigiose riviste e collane scientifiche; è componente del Comitato scientifico della Fondazione Italiana del Notariato; è socio di varie associazioni scientifiche italiane e straniere e autore di numerose pubblicazioni. Negli anni 2010/2011 ha fatto parte del C.d.A. dell’Agenzia Spaziale Italiana; nel triennio 2012-2015 è stato componente dell’Arbitro Bancario e Finanziario (sede di Napoli). Il Parlamento lo ha designato, a partire dal 2013, componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa. Il Prof. Giuseppe Conte, oltre ad essere Vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa, è stato anche Presidente della Commissione disciplinare e, tra gli altri incarichi, ha coordinato l’istruttoria che, recentemente, ha condotto alla destituzione del consigliere di Stato Bellomo, per i suoi comportamenti inappropriati con le allieve dei corsi di preparazione alla magistratura.
MINISTERO PER LA QUALITÀ DELLA VITA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE: PRO.SSA FILOMENA MAGGINO
Filomena Maggino ha 58 anni, è nata a Foggia e ha vissuto in molte regioni italiane. E’ Professoressa di Statistica Sociale presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza. È direttrice della rivista scientifica internazionale Social Indicators Research (Ricerca nel campo degli Indicatori Sociali) e dell’Enciclopedia sulla ricerca nel campo della Qualità della Vita e del Benessere. È Presidente e co-fondatrice dell’Associazione italiana per gli studi sulla qualità della vita (AIQUAV). È la fondatrice del Laboratorio di Statistica per la Ricerca in ambito Sociale ed Educativo (StaRSE) e coordinatrice del Laboratorio di Relazioni Internazionali e Cyber Sicurezza (CIRLab). Tra gli incarichi che ha ricoperto e ricopre si ricordano quello di membro della Commissione scientifica per la misura del benessere (progetto BES dell’Istat-CNEL) e del Gruppo di Esperti sulla Qualità della vita (Eurostat – Commissione Europea). È stata presidentessa della Società internazionale per gli Studi sulla Qualità della Vita (ISQOLS). I suoi campi di ricerca e di attività sono: indicatori sociali, indicatori che vadano oltre al Pil, analisi e misurazione del benessere, indicatori di diseguaglianza e sostenibilità, comunicazione statistica e politica, big data. Oltre che con l’Istat ha collaborato con diverse altre organizzazioni governative.
MINISTERO PER LO SPORT: DOMENICO FIORAVANTI
Domenico Fioravanti ha 40 anni, è nato il 31 maggio 1977. È candidato al collegio uninominale di Torino 2. E’ stato il primo atleta italiano a diventare campione olimpico di nuoto nella combinata 100 e 200 metri rana alle Olimpiadi di Sidney. Ha anche ottenuto 4 medaglie d’oro in competizioni europee. Durante la sua carriera agonistica ha vinto 46 titoli nazionali. È stato testimonial della Federazione Italiana Nuoto (FIN) e inviato RAI in occasione dei più importanti eventi di nuoto. Nel novembre 2011 è stato annunciato l’inserimento di Fioravanti nella prestigiosa International Swimming Hall of Fame. Il nuotatore è il tredicesimo italiano ad entrarvi.
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE: PROF.SSA EMANUELA DEL RE
La Prof.ssa Emanuela Del Re è nata a Roma nel 1963 dove è attualmente residente. Candidata uninominale del Movimento 5 Stelle per la Camera dei Deputati nel Collegio di Primavalle. E’ una nota esperta a livello nazionale e internazionale di geopolitica e sicurezza, migrazioni e rifugiati, conflitti, questioni religiose e minoranze. E’ nota per le sue ricerche sul campo e per i progetti di intervento in difficili zone di conflitto. Dal 1990 è testimone diretta di guerre e crisi sociali nel mondo– Sudafrica, Balcani, Caucaso, Africa, Medio Oriente – facendosi con le sue analisi voce delle vittime, e promotrice di politiche e strategie. Professoressa universitaria presso l’Unicusano, è stata professore Jean Monnet presso ‘La Sapienza’ e PhD researcher presso l’Istituto Universitario Europeo. E’ coordinatrice nazionale della sezione di Sociologia della Religione dell’Associazione Italiana di Sociologia. Collabora assiduamente con istituzioni accademiche, politiche e diplomatiche in tutto il mondo, ed è relatrice nei più importanti forum internazionali. Direttrice di ricerche del CeMiSS per anni, ha collaborato con i contingenti italiani nei Balcani e in Afghanistan. E’ riferimento per istituzioni italiane ed estere per questioni di sicurezza. Scrive su importanti riviste internazionali ed è firma consueta e membro del consiglio redazionale di Limes. E’ membro di importanti think tank nel mondo. Ha fondato un’agenzia internazionale di negoziato con cui conduce progetti di intervento. Attualmente dirige progetti per la ricostruzione della società civile in Siria e per i rifugiati in Iraq e Giordania finanziati dalla Commissione Europea e dal Ministero degli Esteri italiano. Conduce attività negoziale con città divise e in transizione nel mondo. E’ stata osservatrice internazionale per l’ONU, l’Unione Europea, l’OSCE. Ha all’attivo numerosissime pubblicazioni internazionali e film-documentari, con cui diffonde analisi scientifiche e proposte politiche e sociali.
MINISTERO DELL’INTERNO: PROF.SSA PAOLA GIANNETAKIS
Paola Giannetakis è nata il 26.11.1972 a Perugia, dove risiede. Candidata uninominale alla Camera dei Deputati con il MoVimento 5 Stelle nel Collegio Umbria 1 – Perugia. Laureata in psicologia, in criminologia e in giustizia penale, si è specializzata in scienze comportamentali applicate alle investigazioni, alla security e all’intelligence, tra Italia, Stati Uniti e Gran Bretagna. E’ professore straordinario presso l’Università degli Studi Link Campus University di Roma. Dirige due master universitari presso quest’Università: uno in Scientific Intelligence e uno in Scienze criminologiche e Investigazioni Forensi. Coordina il curriculum di Scienze Forensi, Investigative e Criminologiche nel percorso di laurea in Giurisprudenza. E’ anche membro del Comitato esecutivo del Dipartimento di Ricerca dell’Università, responsabile dei laboratori di Intelligence Scientifica e Crime Forensic LAB. E’ membro attivo della comunità scientifica internazionale in materia di psicologia applicata e criminologia. Collabora con numerose riviste scientifiche nello specifico settore. Ha svolto anche incarichi di consulente tecnico in vari casi giudiziari. Collabora con le forze di polizia nell’ambito dei settori di competenza, nonché in ambito di security management. Responsabile del nascente centro di ricerca in scienze e tecnologie applicate alla security e all’intelligence. Coordina numerose ricerche scientifiche nell’analisi di fenomeni complessi come il terrorismo, la violenza di genere e la cyber-psychology.
MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: AVV. ALFONSO BONAFEDE
Alfonso Bonafede è nato a Mazara del Vallo il 02.07.1976 e risiede a Firenze dal 1995. Candidato alla Camera all’uninominale ed al plurinominale nel collegio di Firenze, Novoli, Perentola. Si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Firenze, rimanendo collaboratore in questa Facoltà dal 2002 come cultore di Diritto Privato. Nel 2006 ha ottenuto un Dottorato di ricerca presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa e sempre nel 2006 è diventato avvocato presso il Foro di Firenze. Nel 2013 è stato eletto Deputato per il MoVimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati e per tutta la legislatura ha ricoperto il ruolo di Vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera. Negli ultimi 5 anni è stato uno dei cinque componenti del Collegio d’Appello interno della Camera. Alcune delle proposte più significative portate avanti dal Deputato Alfonso Bonafede in Parlamento sono quelle sull’introduzione in Italia della “class action” (Azioni di classe per tutti i cittadini e per le imprese e non solo per i consumatori) approvata all’unanimità alla Camera dei Deputati e quella sul divorzio breve che è confluita nella legge approvata in Parlamento nel 2015.
MINISTERO DELLA DIFESA: DOTT.SSA ELISABETTA TRENTA
Elisabetta Trenta è nata a Velletri nel 1967, ed è residente a Roma. E’ candidata al Senato per il M5S nel collegio plurinominale di Lazio 2. E’ laureata in scienze politiche, ed ha un master in cooperazione internazionale, ed uno in intelligence e sicurezza. E’ una manager di programmi e progetti di sviluppo, esperta in difesa, sicurezza e cooperazione internazionale, nonché docente universitaria. Attualmente è anche Vicedirettore del Master in Intelligence e sicurezza dell’Università Link Campus di Roma. E’ ricercatrice in materia di sicurezza e difesa presso il Centro Militare di Studi Strategici. Per nove mesi, su incarico del Ministero degli Affari Esteri, è stata Political Advisor dei Comandanti della ITJTF in Iraq. Ha rivestito anche il ruolo di esperta in governance nell’Unità di assistenza alla Ricostruzione di Thi Qar. Dal 1998 è stata responsabile di molti progetti di sviluppo e assistenza alla governance sia in Italia che all’estero, dove ha coordinato interventi come quello per l’assistenza ai City Council della provincia di Thi Qar (Iraq) o quello per il rafforzamento delle competenze del Ministero dell’Interno in Libano. E’ stata inoltre Country Advisor per la Missione Leonte in ambito UNIFIL in Libano nel 2009 e ha partecipato ad attività militari e civili, in Italia e all’estero, su incarico del Ministero della Difesa.
MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE: PROF. ANDREA ROVENTINI
Andrea Roventini ha 40 anni ed è nato a Mirandola (MO) il 16.04.1977. E’ Professore di Economia politica alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. È ricercatore a Sciences Po, Osservatorio Francese delle Congiunture Economiche (OFCE) a Nizza, e co-redattore del Journal of Evolutionary Economics. Ha ricevuto fondi per la ricerca scientifica dalla U.S. National Science Foundation (NSF), dall’Institute for New Economic Thinking (INET) e dalla Commissione Europea. È autore di numerose pubblicazioni in riviste scientifiche internazionali, tra cui alcune come co-autore di Giovanni Dosi e del premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz. È laureato in Economia Politica all’Università di Modena e Reggio Emilia e ha conseguito il dottorato in Economics and Management alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Ha svolto attività di docenza presso l’Università di Verona e l’Università di Parigi Ouest Nanterre. È stato invitato a tenere seminari e corsi da università e istituzioni internazionali, tra cui le Banche Centrali di Canada, Russia e Brasile e alla Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’America Latina. I suoi interessi di ricerca sono rivolti principalmente allo studio della crescita economica e delle crisi, agli effetti delle politiche fiscali, monetarie, dell’innovazione e ambientali.
MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: PROF. LORENZO FIORAMONTI
Lorenzo Fioramonti è nato a Roma il 29.04.1977. E’ candidato con il Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati al collegio uninominale di Roma, Torre Angela. E’ professore ordinario di Economia politica all’Università di Pretoria (Sud Africa) e direttore-fondatore del Centre for the study of Governance Innovation (Govlnn). È Professore Straordinario alla School of Public Leadership dell’Università di Stellenbosch (Sud Africa), ricercatore al Centre for Social Investment dell’Università di Heidelberg e alla Hertie School of Governance (Germania) e ricercatore associato all’Università delle Nazioni Unite (sede di Bruges, in Belgio). È la prima e unica cattedra Jean Monnet ad personam in Africa. Detiene anche la cattedra UNESCO-UNU in Integrazione regionale, Migrazione e libera circolazione delle persone. Nel 2012 ha ricevuto il premio UP Exceptional Young Researcher Award e nel 2014 è diventato il primo Presidente della European Union Studies Association dell’Africa sub-sahariana. È autore di oltre 60 articoli scientifici e 10 saggi, che sono stati presentati, tra gli altri, da Bloomberg e il Financial Times. Ha pubblicato su prestigiosi come The New York Times, The Guardian, Foreign Policy, Harvard Business Review. Ha collaborato con diversi governi (Scozia, Slovenia, Costa Rica, Buthan, Sud Africa). I suoi interessi di ricerca spaziano dai paradigmi economici alternativi alla governance dei beni comuni, passando per le innovazioni politiche globali e le nuove forme di regionalismo sovranazionale.
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI: DOTT.SSA ALESSANDRA PESCE
La dottoressa Alessandra Pesce è nata a Roma il 16 gennaio 1969, dove risiede. Si è laureata in Economia e Commercio all’Università di Roma “La Sapienza” ed ha conseguito un dottorato di ricerca in “Istituzioni e Politiche per lo Sviluppo Economico” presso la stessa Facoltà. Da gennaio 2007 è Dirigente di Ricerca a tempo indeterminato, presso il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria. I campi di ricerca presso i quali ha operato sono analisi e valutazione della politica agricola comunitaria (PAC) e dello sviluppo rurale, studi sull’impatto territoriale, analisi di carattere congiunturale sul sistema agro-alimentare, analisi e diffusione delle buone prassi di sviluppo rurale, applicazione degli strumenti di monitoraggio e valutazione. Dal luglio 2014 ad oggi ha fatto parte del Gabinetto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dove, in ruoli di segreteria, ha curato le attività relative al supporto tecnico-scientifico per l’elaborazione e il monitoraggio delle politiche del dicastero. E’ autrice di numerose pubblicazioni di carattere accademico.
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE: GENERALE SERGIO COSTA
Sergio Costa è nato a Napoli il 22.04.1959 dove risiede. Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri, Comandante Regione Carabinieri Forestale Campania oltre ad essere Laureato in Scienze Agrarie ha conseguito un Master in Diritto dell’Ambiente e si è specializzato in investigazioni ambientali. Inoltre si è impegnato al contrasto di ecomafie e al contrasto del clan dei Casalesi. Tra le altre azioni più significative c’è quella di aver scoperto la più grande discarica seppellita di rifiuti pericolosi di Europa nel territorio di Caserta, mettendo a nudo gli opachi rapporti delinquenziali nell’ambito dei rifiuti tossici. Così come ha anche scoperto la discarica dei rifiuti nel territorio del Parco Nazionale del Vesuvio. Inoltre ha operato attivamente nell’ambito di indagini internazionali sempre nell’ambito del traffico illecito di rifiuti nocivi. Ha collaborato con la Direzione Nazionale Antimafia nello svolgimento di analisi investigative ambientali sull’intero territorio nazionale.
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI: PROF. MAURO COLTORTI
Il Prof. Mauro Coltorti è nato a Jesi (AN), il 12.12.1954, dove risiede. E’ Candidato Uninominale per il MoVimento 5 Stelle al Senato della repubblica nel collegio di Ancona. Si è laureato in Geologia all’Università di Ferrara nel 1978. E’ stato ricercatore presso l’Università di Camerino e Professore Associato di Geomorfologia e Geomorfologia Applicata presso l’Università di Siena. Diviene Professore Ordinario nel 2000. Nell’ambito delle docenze all’estero, è stato Professore di Fotogeologia presso il Dipartimento di Geologia di Luanda, Angola e Professore di Geomorfologia e Analisi del territorio nell’Università di Addis Abeba, Etiopia, nell’ambito dei programmi di Cooperazione ai Paesi in Via di Sviluppo del Ministero degli Esteri. Dal 2005 al 2013 è stato Presidente della Sezione per la Stratigrafia quaternaria europea (SEQS) e dal 2015 è Presidente della Commissione di Stratigrafia e Cronologia (SACCOM) dell’INQUA (Unione internazionale per la ricerca quaternaria). Fino al 2015 è stato Direttore del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente, presso l’Università di Siena. Si occupa di criticità legate ai pericoli naturali (frane, alluvioni, erosione costiera, terremoti, ecc.), alle relazioni con gli interventi antropici e i cambiamenti climatici sia in Italia che all’estero.
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI: PROF. PASQUALE TRIDICO
Pasquale Tridico ha 42 anni, è nato a Scala Coeli (CS) in provincia di Cosenza. E’ Professore di Economia del Lavoro e Politica Economica, presso l’Università Roma Tre. E’ anche titolare della cattedra Jean Monnet dell’Unione Europea in “Crescita economica e sistemi di welfare”. È Segretario Generale dell’associazione accademica per l’Economia politica evolutiva EAEPE, una delle più grandi in Europa, e autore di oltre 80 pubblicazioni in italiano e in inglese. Ha un dottorato in Economia (Università Roma Tre), una laurea in Scienze Politiche (Università di Roma La Sapienza), e un master alla S.I.O.I di Roma. Vincitore della prestigiosa borsa Fulbright nel 2010-11, Pasquale Tridico ha svolto attività di ricerca negli Stati Uniti presso l’università di New York e presso l’Università della California a Los Angeles (UCLA). I suoi interessi di ricerca includono: l’economia del lavoro, le disuguaglianze di reddito, i sistemi di welfare, la politica economica italiana ed europea, lo sviluppo economico e le crisi finanziarie. Su questi temi e sul nesso tra disuguaglianza, finanziarizzazione e crescita, Pasquale Tridico si è affermato come una voce autorevole tra gli economisti keynesiani in Europa.
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA: Dottor SALVATORE GIULIANO
Salvatore Giuliano ha 50 anni, è nato a Brindisi il 9/03/1967. E’ Dirigente Scolastico dell’IISS Ettore Majorana di Brindisi. Ha collaborato con varie commissioni ministeriali e dal 2016 è stato nominato esperto del Ministro dell’Istruzione, università e ricerca con delega alla Formazione dei Dirigenti Scolastici e sostegno della loro attività. È componente del gruppo di lavoro ministeriale sulle metodologie didattiche. È Cultore della materia per la disciplina “Pedagogia Sperimentale” presso la Facoltà di Scienze della Formazione, Scienze Politiche e Sociali dell’Università del Salento. È coordinatore della rete nazionale di scuole Book in Progress composta da circa 150 istituzioni scolastiche del territorio nazionale. È coordinatore ed organizzatore di numerosi eventi di formazione sulla didattica e sull’innovazione digitale. Vanta diverse pubblicazioni sui progetti di innovazione scolastica, che ha attuato in prima persona. È stato Docente di Laboratorio di Informatica Gestionale, Matematica applicata e Docente di Discipline Giuridiche ed Economiche. È laureato in Economia Bancaria, Finanziaria ed Assicurativa presso l’Università degli Studi di Lecce e ha conseguito un Master in Discipline per la didattica – “Tecnologie dell’istruzione”.
MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI E DEL TURISMO: DOTT. ALBERTO BONISOLI
Aberto Bonisoli è nato a Castel d’Ario (MN) il 26 dicembre 1961 ed è residente a Castelletto Sopra Ticino (NO). Candidato uninominale del MoVimento 5 Stelle per la Camera dei Deputati nel Collegio di Milano centro. Direttore di NABA, la Nuova Accademia di Belle Arti Milano, la più grande Accademia privata italiana, dal 1980 legalmente riconosciuta dal sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), parte del comparto universitario italiano che fa capo al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Classe 1961, dal 2013 guida la Piattaforma Sistema Formativo Moda, l’associazione volta a promuovere e rafforzare il sistema italiano di formazione moda. Nel corso della sua esperienza professionale ha offerto consulenza a istituzioni pubbliche, nazionali e dell’Unione Europea, e a università in oltre venti paesi. Dal 2005 al 2007 ha ricoperto il ruolo di Senior Consultant presso il Ministero Italiano dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, lavorando alla definizione programmi integrati per favorire l’adattamento alla cornice comunitaria dei programmi italiani di ricerca e sviluppo.
MINISTERO DELLA SALUTE: PROF. ARMANDO BARTOLAZZI
Armando Bartolazzi è nato a Roma il 11.02.1961 dove è attualmente residente. Scienziato, Dirigente, Patologo-Oncologo presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma. Nel 2001 ha scoperto un metodo diagnostico per la diagnosi precoce del carcinoma tiroideo (Galectina-3 test-method), applicabile su materiale ago-aspirato, attualmente utilizzato nella pratica clinica nei centri specializzati di tutto il mondo. Nel 2012 ha conseguito la doppia abilitazione Ministeriale a Professore Ordinario di Anatomia Patologica ed in Patologia Generale. Dal 1999 – Visiting Scientist e poi Associato di Ricerca presso il Cancer Center Karolinska, Karolinska Hospital, Stockholm, Sweden, per progetti di ricerca in collaborazione sul Cancro tutt’ora in corso. Negli anni 1993/94 è stato Post-Doctoral Fellow in Pathology presso l’Harvard Medical School, Massachusetts General Hospital, Boston USA. La sua attività di scienziato a tempo pieno ha avuto inizio nel 1987 presso Il Centro di Ricerche Sperimentali dell’Istituto Nazionale dei Tumori Regina Elena di Roma (IRCCS). Nello stesso Istituto ha ottenuto la posizione permanente di Dirigente di Anatomia ed Istologia Patologica a far data dal 1993. E’ autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali indicizzate, alcune delle quali con alto fattore di impatto sulla comunità scientifica internazionale. Nel 2002 ha ottenuto l’incarico di alta specializzazione per la diagnosi dei tumori tiroidei, presso l’Azienda Ospedaliera di appartenenza. Nel 2015 è stato inserito nella lista TIS –Top Italian Scientists – Via-Academy grazie all’alto impatto scientifico delle ricerche effettuate ed ha ottenuto riconoscimenti Internazionali come patologo esperto di carcinomi tiroidei – dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO- IARC) e dall’Agenzia Internazionale del Cancro (Lyon cedex DB, France). Dal 2001 è anche Membro della Commissione di esperti valutatori progetti di ricerca EU nel settore delle Scienze, Ricerca e sviluppo.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I rischi dei passaggi mentali condivisi

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Uno di questi aspetti è senza dubbio il rischio di entrare in un paesaggio mentale colonizzato. Come, ad esempio, abbiamo vissuto le nostre mutazioni antropologiche o le gestiamo in una situazione particolare? Un aspetto illuminante lo abbiamo dal prologo di un dialogo di Platone il “Protagora” nel quale egli mostra come Socrate gestisse una situazione insolita. Immaginiamoci la scena: Ippocrate, figlio di Apollodoro arriva a casa di Socrate e bussa con insistenza alla sua porta. Ha fretta e si fa premura di richiamare l’attenzione di Socrate e Socrate di rimando: cos’è che ti accade, perché vieni a quest’ora? E lui, tutto agitato, gli risponde: “ma come non lo sai? È arrivato Protagora e dobbiamo fare qualcosa.” A questo punto Socrate prende tempo e cerca di far ragionare il suo giovane amico non tanto per impedirgli di andare ad ascoltare Protagora quanto di capire che egli non è il tutto ma solo una parte della conoscenza e in questo modo ci ha impartito una lezione magistrale che regge il suo e il nostro tempo: “consapevolezza delle caratteristiche dell’informazione, accesso all’informazione, disponibilità di una molteplicità di fonti, esame critico e dialogo dell’informazione. Ha creato una vera e propria comunità di apprendimento, di collaborazione. Lui ha scelto il rischio, non si tira indietro, si espone ma lo fa a ragion veduta.
Se ci caliamo da questo pensiero “antico” nella nostra quotidianità mi rendo conto che i nostri maggiori errori stanno proprio nel fatto che non cerchiamo di mettere a frutto la nostra intelligenza per analizzare ciò che più di ogni altra cosa l’anima si nutre: di cognizioni, d’informazioni che assumiamo dall’ambiente, ma lo dobbiamo fare con la mente sgombra da presunzioni, luoghi comuni, da logiche oscurantiste. Come dire, restando all’insegnamento di Socrate, andiamo pure ad ascoltare Protagora, poi però lo discuteremo anche con altri. Significa crescere in un clima di verità nelle relazioni. Il saperlo fare significa sgrossare queste verità dalle false, stereotipate, interessate rappresentazioni in situazioni che sovente nulla c’entrano con il digitale ma rientrano in ambiti familiari e ambienti sociali. E la realtà a volte ci sfugge perché non è complicata come si pensa. Un esempio classico lo posso avere dal film di Rohmer dal titolo “Il raggio verde” tratto dal libro di Verne. Il raggio verde è l’ultimo raggio di sole che in giornate particolarmente limpide si colora di questa tonalità. Alla fine arriva e si tratta di un bellissimo puntino verde.
Tutto qui? E’ valsa l’attesa per questo quasi insignificante “segnale”? Sì, se riusciamo a capirne l’insegnamento. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anthem Announces Appearance at Upcoming Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Anthem, Inc. (NYSE: ANTM) announced today that senior management is scheduled to present at the Barclays Global Healthcare Conference on March 13, 2018, at 2:35 p.m. Eastern Daylight Time (EDT). All interested parties are invited to listen to a webcast of the presentation by visiting http://www.antheminc.com and selecting the “Investors” link. Following the presentation, a webcast replay will be available for two weeks.To listen to the live webcast, please visit Anthem’s website at least 15 minutes early to download and install any necessary audio software. Individuals who listen to the presentations will be presumed to have read Anthem’s most recent filings with the SEC, including but not limited to its Annual Report on Form 10-K for the year ended December 31, 2017, and its Quarterly Report on Form 10-Q for the three months ended September 30, 2017.
Anthem is working to transform health care with trusted and caring solutions. Our health plan companies deliver quality products and services that give their members access to the care they need. With over 73 million people served by its affiliated companies, including more than 40 million within its family of health plans, Anthem is one of the nation’s leading health benefits companies. http://www.antheminc.com/companies.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alpine Immune Sciences to Present at Cowen 38th Annual Health Care Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Alpine Immune Sciences, Inc. (NASDAQ:ALPN), a leading immunotherapy company focused on developing treatments for autoimmune/inflammatory diseases and cancer, today announced the company will present at the Cowen 38th Annual Health Care Conference in Boston on Monday, March 12, 2018 at 4:10 pm Eastern Time.A live webcast of the presentation will be available online in the investor relations section of the company’s website at https://ir.alpineimmunesciences.com/events. A replay of the presentation will be available on the company website for 90 days following the webcast.
Alpine Immune Sciences, Inc. is focused on developing novel protein-based immunotherapies using its proprietary variant Ig Domain (vIgD) platform technology. The vIgD platform is designed to interact with multiple targets including many present in the immune synapse. Alpine’s vIgDs are developed using a process known as directed evolution, which produces proteins capable of either enhancing or diminishing an immune response and thereby may potentially apply therapeutically to cancer, autoimmune, and inflammatory diseases. Alpine has also developed Transmembrane Immunomodulatory Protein (TIP) technology, based on the vIgD platform, to potentially enhance engineered cellular therapies. http://www.alpineimmunesciences.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PerkinElmer to Present at Cowen and Company 38th Annual Health Care Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

PerkinElmer, Inc. (NYSE: PKI), a global leader committed to innovating for a healthier world, today announced that the Company will present at the Cowen and Company 38th Annual Health Care Conference on Monday, March 12, 2018 at 2:50 pm ET at the Marriott Copley Place in Boston.
Robert F. Friel, PerkinElmer’s chairman and chief executive officer, will provide an overview of the Company and its strategic priorities.A live audio webcast of the presentation will also be available on the Investors section of the Company’s website at http://www.perkinelmer.com. A replay of the presentation will be posted on the PerkinElmer website after the event and will be available for two weeks following.
PerkinElmer, Inc. is a global leader focused on innovating for a healthier world. The Company reported revenue of approximately $2.3 billion in 2017, has about 11,000 employees serving customers in more than 150 countries, and is a component of the S&P 500 Index. Additional information is available through 1-877-PKI-NYSE, or at http://www.perkinelmer.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VICI Properties to Participate in Citi’s 2018 Global Property CEO Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

VICI Properties Inc. (NYSE: VICI) (“VICI Properties” or the “Company”) announced today that executives of the Company will participate at Citi’s 2018 Global Property CEO Conference on Monday, March 5, 2018 at the Diplomat Resort & Spa in Hollywood, Florida. Edward Pitoniak, Chief Executive Officer of VICI Properties, will be participating in a roundtable discussion on Monday, March 5, 2018 at 9:30 a.m. Eastern Time (ET). Access to a live audio webcast of the presentation will be available through the “Investors” section of the Company’s website, http://www.viciproperties.com. A replay of the webcast will be archived on the Company’s website for approximately 90 days.VICI Properties is an experiential real estate investment trust that owns one of the largest portfolios of market-leading gaming, hospitality and entertainment destinations, including the world-renowned Caesars Palace. VICI Properties’ national, geographically diverse portfolio consists of 20 gaming facilities comprising over 36 million square feet and features approximately 14,500 hotel rooms and more than 150 restaurants, bars and nightclubs. Its properties are leased to leading brands such as Caesars, Horseshoe, Harrah’s and Bally’s, which prioritize customer loyalty and value through great service, superior products and constant innovation. VICI Properties also owns four championship golf courses and 34 acres of undeveloped land adjacent to the Las Vegas Strip. VICI Properties’ strategy is to create the nation’s highest quality and most productive experiential real estate portfolio. For additional information, please visit http://www.viciproperties.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

By Light Merges with Axom Technologies, Expanding Business Focus on Intelligence Community

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

By Light Professional IT Services LLC (By Light) announced today it is merging with Axom Technologies, as Axom becomes a wholly owned subsidiary of By Light and will operate as a separate division. Axom was created with a mission to serve the nation by delivering secure, state of the art information technology, cyber solutions, and engineering services. As the leading Internal Service Provider (ISP) deploying, maintaining, and securing networks that provide connectivity and interoperability, Axom has a strong understanding of the needs surrounding the intelligence community. By Light provides comprehensive hardware and software systems engineering solutions for the design and implementation of both classified and unclassified government networks. Together, By Light and Axom can offer an expanded range of scalable, cost effective enterprise-wide services to both existing and new customers, while also increasing the competitiveness of the combined company for highly sought-after work in the Defense and Intelligence communities.
“Our merger with Axom represents a significant milestone in the achievement of our vision to strengthen our services offerings, expand our client base, and provide additional professional growth opportunities for our employees,” said Bob Donahue Jr., CEO and Founder of By Light. “With the skills and experience of Axom, By Light is better positioned to support customer needs now and in the future.” By Light is backed by Sagewind Capital, a private equity firm based in New York City that provides capital and financial resources to help promising companies achieve success faster. Sagewind’s philosophy of investing in companies with strong management teams in the government/defense, business and healthcare services sectors is made successful by providing additional strategic, operating and financial support.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Talend Emphasizes Cloud-First Strategies for Increasing Business Agility at Strata Data 2018

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Talend (NASDAQ: TLND), a global leader in cloud and big data integration solutions, announced it will exhibit and present on topics ranging from self-service, data preparation and pervasive integration, to General Data Protection Regulation (GDPR) compliance and cloud data lake enablement during the Strata Data Conference taking place March 5-8 at the San Jose Convention Center.“Understanding how to embrace and best implement a cloud-first, data-driven enterprise strategy is critical for companies to reach their digital transformation goals,” said Ashley Stirrup, CMO, Talend. “Our presence at shows like Strata Data create opportunities for us to connect with customers and partners, to share insights and prescriptive advice on how organizations can focus their efforts on sourcing and integrating data, building models, and governing information to instill trust, remain compliant, and succeed in this highly competitive environment.”Talend is proud to sponsor an informational session by its customer, RingCentral, which will highlight how cloud has become a mission-critical vehicle for helping businesses scale, increase agility and enable more pervasive access to data to fuel informed decision making. The company will also join its partner, MapR in booth #1009, for a tutorial on the five pillars that will help customers conquer GDPR. Additional details are outlined below.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lisa McKerracher Invited Member and Speaker at Two Prestigious Universities

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

BioAxone BioSciences, Inc., an emerging clinical-stage biotechnology company focused on developing innovative drugs to restore neurological function, today announced that Lisa McKerracher, CEO, has received two noteworthy invitations. Dr. McKerracher will be a member of the Leader’s Council for the Tannenbaum Open Science Program at McGill University, and at Rutgers University, she will be a speaker at their Spring Rutgers Women in Neuroscience (RUWINS) seminar.
For McGill, Dr. McKerracher will be an active member of Leader’s Council for Tannenbaum Open Science Program. Her role consists of brokering, fostering, and nurturing relationships to guide the Montreal Neurological Institute’s (MNI) transformative journey to become the first Open Science (OS) institute in the world, and to promote the cause of OS to accelerate scientific discovery and adoption.At Rutgers, Dr. McKerracher will be presenting on March 2nd in the Nelson Biological Labs. The purpose of RUWINS is to bring outstanding women neuroscientists to Rutgers and to train young women in leadership.“It is an honor for me to be a part of two highly respected academic institutions where I can assist others trying to make an impact in the science field, just like BioAxone has done in the neurological field,” said Lisa McKerracher, CEO, BioAxone BioSciences. “I look forward to collaborating with members from both Universities and advancing the output of scientific innovations.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Costo degli alloggi in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Stando ai suggerimenti degli esperti, per una corretta gestione del proprio patrimonio la spesa per l’alloggio non dovrebbe superare il 28% delle proprie entrate. Ma se gli italiani seguissero alla lettera questa regola d’oro, in quanti metri quadri riuscirebbero a vivere in affitto? Secondo uno studio di Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it) nelle città di Milano e Firenze una persona da sola potrebbe permettersi poco più di 30 metri quadrati (rispettivamente 33 e 32).
L’analisi ha preso in considerazione la RAL media percepita nei venti capoluoghi di regione e ha incrociato il dato, al netto delle imposte fiscali e previdenziali, con i costi medi degli affitti rilevati in città. Nonostante la retribuzione lorda record (34.330 euro), a Milano un lavoratore dovrebbe accontentarsi di un appartamento da 33 metri quadri, per una spesa mensile pari a 537 euro, la più elevata a livello nazionale. Maggiore è lo scompenso registrato a Firenze: qui la RAL media supera i 30mila euro, cifra che permette di pagare un canone per una casa di appena 32 mq (470 euro al mese).
Va meglio, seppure di poco, a chi sceglie la Capitale. A Roma la retribuzione lorda annua è pari mediamente a 29.977 euro che, a fronte di prezzi al metro quadro pari a 13,77 euro, consentono di sostenere la locazione di un appartamento da 34 metri quadrati.
Scorrendo l’elenco dei venti capoluoghi, si trova un pari merito fra Venezia e Napoli, dove i lavoratori più parsimoniosi, che non vogliono spendere oltre il 28% del proprio reddito per pagare casa, possono permettersi al massimo abitazioni da 40 metri quadrati. Non molto distante la possibilità di chi vive a Bologna, dove nonostante una RAL media che supera i 30mila euro, le spese per l’affitto coprono fino a 43 metri quadrati (per un canone medio di 488 euro al mese).
Non superano i 50 metri quadrati le abitazioni che, secondo questa modalità di calcolo, i lavoratori possono affittare a Trento e Cagliari (rispettivamente 45 e 49 mq).
Sono certamente migliori le condizioni di chi sceglie di lavorare a Campobasso e Catanzaro. Anche se qui le RAL sono inferiori a confronto della media nazionale, pari rispettivamente a 26.197 euro e 25.603 euro, i costi bassi delle locazioni consentono di potersi permettere appartamenti da 73 e 82 metri quadrati. «Non è un caso che, soprattutto nelle grandi città come Milano, Firenze e Roma, i lavoratori abbiano eletto la condivisione come una delle forme abitative predilette – spiega Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it – Sempre più fuori sede preferiscono un appartamento in buone condizioni e in una zona centrale da dividere con una seconda persona, piuttosto che affittare un monolocale in periferia, lontano dai principali punti di riferimento della città».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Idea politica e idea dello Stato

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

L’idea della politica e l’idea dello Stato modernamente inteso, sono oggi in rotta di collisione. E’ una frattura semantica conseguente al riconoscimento dell’asse centrale della società civile, alle multi e interdipendenze, alla razionalità plurale. Il nesso non si trova più concentrato nello Stato, in una classe, struttura, o ceto, ma in ogni persona umana. Il principio di libertà (persona) diritto alla proprietà (natura) s’identifica in un agire dotato di senso solo se rispetta questi due canoni fondazionali, di là della tripartizione del potere che Weber ha proposto: razionale, tradizionale, carismatico.
Lo Stato e l’impresa economica sono i due grandi soggetti creati dal mondo moderno. Entrambi sono attraversati dalla politica ma in forma sempre più ridotta, semplice postulato normativo, a una forma di giustificazione del potere esistente. In questo modo, la politica non è più riconoscibile come centro di una società, ma solo come sistema autoreferente senza finalità extra-sociali. Un potere che sempre più s’identifica con il vecchio detto: auctoritas non veritas facit legem. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mercato taroccato: I falsi

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Esiste una produzione industriale mondiale fondata sui “falsi” e i guadagni che ne ricavano sono enormi perché si rivolge a un settore dove i potenziali acquirenti hanno una minore disponibilità di risorse e tendono al risparmio ma al tempo stesso non vogliono rinunciare a taluni beni.
In una trasmissione televisiva tempo fa è stato fatto un esempio illuminante. Sono state mostrate due penne stilografiche di valore.
L’originale costa 50 euro e la falsa 40 (ma imitata alla perfezione). La prima per produrla occorrono 35 euro mentre per la seconda cinque. L’acquirente per risparmiare dieci euro permette alla filiera dal fabbricante al commerciante di guadagnare 35 euro contro i quindici dell’originale. E’ solo un esempio ma che potremmo fare con i tantissimi prodotti, falsi e originali, che hanno invaso i nostri mercati e ci riferiamo non solo all’Italia ma un po’ ovunque nel mondo. E’ un giro d’affari che ora adotta una tecnica di vendita più raffinata e lucrosa.
Prima si riconoscevano i “falsi” dal prezzo. La differenza era enorme. Ora è stato corretto il tiro. Se riprendiamo l’esempio precedente sappiamo che lo stesso prodotto (la penna stilografica) era venduta al mercato del falso intorno alle 10 euro. Il basso prezzo aveva insospettivo molti acquirenti e da qui lo stratagemma di far apparire il falso come un originale “scontato”. E se i guadagni aumentano, il giro d’affari diventa più allettante e la corruzione dilaga.
Per porvi riparo occorrono più controlli e più consapevolezza per i consumatori che se si può risparmiare con un falso con qualche fronzolo il danno maggiore proviene da quei beni che possono incidere sulla salute e sul nostro benessere: pensiamo ai medicinali, ai prodotti di bellezza, ai giocattoli, agli alimenti. Non solo. Il falso finisce con il danneggiare la nostra economia. Penso al mercato degli occhiali da sole. L’Italia deteneva un primato che oggi è venuto meno e centinaia di piccoli ma efficienti laboratori sono stati costretti alla chiusura. Lo stesso dicasi per l’industria calzaturiera e non sono le sole a soffrirne, lo è anche l’agricoltura nel suo complesso e l’artigianato. D’altra parte non posso pensare che da solo il consumatore sia in grado di salvaguardarsi se non interviene, da una parte, il legislatore con norme più severe e, dall’altra, un sistema di controlli più potenziato in uomini e tecnologie. D’altra parte il lassismo di questi ultimi anni ha provocato un danno diretto, con la chiusura delle nostre imprese, e di riflesso (compreso il danno salute) per svariati miliardi di euro e questa emorragia deve essere assolutamente fermata. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il modello italiano di nazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Le grandi nazioni si sono costruite essenzialmente su due modelli, quello legittimistico basato sull’alleanza fra il “trono” e “l’altare” e quello giacobino della “nazione in armi”.
Qual è il modello italiano? Se penso al nostro Risorgimento mi pare impossibile inquadrare la sua evoluzione in uno dei due citati modelli.
D’altra parte la nazione “legittimista” finì con il realizzarsi con il concordato del 1929 che chiudeva la questione romana, identificata da Antonio Gramsci come il problema principale (insieme con quella meridionale) per la realizzazione effettiva dell’unità nazionale. Fu una partenza debole, per le istituzioni liberali, essendo rimaste a lungo prive dell’apporto delle masse cattoliche e contadine. E’ in quella fase che il nazionalismo diventa, proprio perché espressione di élite ristrette, antiparlamentare e potenzialmente eversivo. La rivincita dell’idea della nazione in armi venne con la Resistenza, in cui però le motivazioni patriottiche e quelle classiste non si fusero mai completamente, la lotta sociale s’intrecciò con la guerra civile, e il risultato fu la costruzione di un nuovo Stato e di un nuovo patto costituzionale che prescindeva dall’idea di nazione. Un’altra indicativa svolta l’abbiamo avuta nel 1948, dove i vincitori si raccolsero intorno alla figura di Alcide de Gasperi e i perdenti si sentirono stranieri in patria. Ancora una volta il vento del cambiamento nelle relazioni internazionali dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989 riportò in Italia un sostanziale reinserimento delle forze di origine comunista e il loro modo di riconciliarsi pienamente con l’idea di nazione. Oggi, probabilmente, siamo di fronte a nuove forme evolutive del nostro modello di nazione. La sua crescita è in una fase iniziale per cui per il momento è arduo dare una definizione esaustiva. Vedremo nei prossimi anni. Ciò che, tuttavia, mi appare indicativo è che nell’attesa del nuovo corso ci siamo imbattuti in un risveglio dei localismi e delle tendenze separatiste. La verità è che abbiamo fatto poco per dare al sistema paese il suo assetto unitario lasciando che il meridione restasse indietro rispetto agli stimoli innovativi esercitati nel Nord.
Ora questo nodo irrisolto giunge al pettine e potrebbe guastare la festa a quella parte degli italiani che sente vivo il sentimento unitario. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani un popolo ingovernabile?

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Dalla sua unità sono trascorsi circa 160 anni eppure tutta la sua storia e la cronaca di questi giorni ci danno una nazione divisa così come lo fu con la dittatura fascista. Allora si cercò un’identità unitaria più che in altri tempi storici, ma invano. I fascisti riuscirono a provocare solo un fuoco di paglia che ci portò di filato in una guerra dalla quale uscimmo malconci ma non redenti. Diventammo forzatamente democristiani per ragioni di politica internazionale, ma con un partito comunista molto forte e temuto. Con lo sfaldamento della D.C. e dei suoi alleati, negli anni novanta, ci ritrovammo senza una guida ma alla mercé del primo imbonitore di turno. Così costruimmo un altro ventennio, dove fornimmo prova della nostra capacità di sopravvivere agli scandali, alla corruzione, al malgoverno, agli inciuci e alle panzane che ci ammannivano a manca e a destra. Ora ci ritroviamo con i cocci in mano, ma continuiamo a bramare il nostro messia politico e poco importa se ha dei difetti e delle debolezze. E’ lui che ci fa sognare il paese che non è e che non sarà a dispetto della cruda realtà. Per lui ci dividiamo, litighiamo, fanatizziamo e rendiamo sempre più confuso e triste la nostra vita. Non riusciamo ad avere la mente lucida, d’essere consapevoli che non è più il tempo delle deleghe in bianco, ma che dobbiamo verificare di persona il mandato che noi affidiamo ai nostri eletti. Dobbiamo avere la cognizione di essere un popolo che non ha più la licenza d’inseguire le chimere ma di misurare il futuro con le sue mani e le sue azioni. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impariamo a convivere con le idee altrui

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

In questi giorni abbiamo avuto la comprova, ammesso che ci fosse stato bisogno, del modo come diventino conflittuali le opinioni e persino la rappresentazione di fatti e circostanze che, per il loro evolversi, si pensa possano avere un solo modo di vederli. Altri, invece, dimostrano il contrario.
Si può essere, ovviamente, in mala fede, ma ciò non cambia la sostanza del ragionamento. Nel corso della sua lunga storia l’umanità si è nutrita di passioni, di conflitti, di gioie e di dolori. Moltitudini di esseri umani hanno ucciso e sono stati uccisi dai loro simili per un interesse partigiano, per odi razziali e tribali, per la sete di possesso, per il primato di un principe e per il fanatismo religioso, per la cultura temporale della fede. Abbiamo avuto il secolo delle ideologie aberranti. Ci siamo abbeverati alla fonte delle logiche consumistiche e abbiamo visto il nostro simile come preda da dominare e, all’occorrenza, eliminare.
Alla fine è spuntato il XXI secolo e molti guardandosi dietro sono riusciti ad inorridire per gli orrori compiuti, ma non sono stati capaci di porvi riparo, pur consapevoli che stiamo avviandoci sulla strada del non ritorno. Ciò che oggi è più importante che siano consci del perché di tanti insuccessi. E’ perché non abbiamo imparato a convivere con le idee altrui, a rispettarle e a misurarci con esse poiché non esiste una verità conclamata ma tanti pezzi di verità sparsi per il mondo e che attendono pazientemente d’essere individuati e raccolti come si fa con un puzzle. Noi abbiamo bisogno di uomini come lo è stato Giovanni Paolo II e ancor prima Ghandi e molti altri e, tra questi, potrebbe esserci Papa Francesco. Uomini che fanno paura a chi si trova nel suo elemento guazzando nel torbido. E’ un segnale importante e se anche la loro luce è flebile, nell’oscurità di una notte senza stelle, non dobbiamo perderne la traccia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il cattolicesimo e le nuove sfide

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

I temi ricorrenti, e non sono solo di questi giorni, sono quelli che più di frequente appaiono anche sui quotidiani di tutto il mondo e si riferiscono alle coppie di fatto, a matrimoni omosessuali, alla riproduzione sessuale in vitro, ai divorzi e più in generale alle nuove provocazioni di “frontiera” della genetica.
La risposta che oggi abbiamo, sia pure articolata in modo diverso, è quella di generale chiusura per il diverso che si prospetta e con un certo irrigidimento delle posizioni in specie in casa del Vaticano. Non dico, a questo punto, che sia un errore fissare dei paletti oltre i quali presumere che si possa giungere a creare confusione di ruoli e perdita di valori etici e religiosi. Tutt’altro. Vi è, in ogni caso, un margine entro il quale occorre ragionare con più ponderazione.
Il timore è pienamente giustificato da parte di chi pensa che, concedendo qualcosa, si finisca con il far franare il castello che si è costruito in secoli di professioni di fede e di dogmi accertati e riconosciuti validi e sperimentati con successo nel tempo a dispetto degli eventi e della loro mutabilità legata, si ritiene, alle mode e non alle certezze alle quali sembravano ancorarsi.
E’ anche vero che una revisione delle “certezze” va fatta sgombrando il campo dall’idea che taluni considerano la religione un sinonimo di “conservazione”, di “tradizione” e che, in virtù di ciò, non accettano il nuovo per partito preso e non per intimo convincimento. Di certo un grande passo papa Giovanni Paolo II, e in una certa misura i suoi predecessori, l’hanno compiuta sul fronte del riconoscimento dei propri errori nei confronti delle altre professioni cristiane, ma è ancora poco se vogliamo dare una nuova visione di una Fede che sappia riconoscere i suoi limiti temporali mentre ci parla del trascendente.
Non dico, però, le cose che dovrebbero essere cambiate o i rigori della dottrina che andrebbero smussati, ma suggerisco che se ne parli sia pure a porte chiuse, ma se ne parli anche nei “palazzi” del potere ecclesiastico perché qualcosa è cambiato tra la gente e quel qualcosa merita la dovuta attenzione ed anche riconoscimento. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gesù storico, Gesù della fede

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Giuseppe Flavio, storico ebreo negli anni 93 o 94 d.C. nelle sue “Antichità giudaiche” parla di Gesù. Oggi non esiste il manoscritto originale. Possiamo accedere alla sua conoscenza solo attraverso la copiatura del manoscritto ad opera, nel corso dei secoli, dei diversi monaci cristiani. A questo riguardo va altresì precisato che prima del terzo secolo d.C. non esistevano monasteri e data la professione di fede ebraica di Flavio e l’ambiente nel quale viveva vi possono essere stati dei ritocchi al suo manoscritto. Pur con tutte queste puntellature, ciò che emerge, dal testo giunto ai giorni nostri, è che la testimonianza sull’esistenza di Gesù è da considerarsi valida. Flavio lo definisce: “Un uomo buono che attrasse dietro di se molte persone, che ebbe dei discepoli che gli rimasero fedeli anche nei momenti più difficili e che fu condannato sotto Pilato e morì sulla croce e che i suoi discepoli, sin dal primo momento, dissero che al terzo giorno era resuscitato e vive in mezzo a noi, e in lui si compiono le cose meravigliose annunciate dai profeti.”
A questa testimonianza “esterna” si aggiunge quella dei suoi discepoli e, soprattutto dei quattro evangelisti: Matteo, Marco, Luca e Giovanni che ci hanno raccontato la vita di Gesù segnandola come la “buona notizia” dal greco “evangèlicon”. Non solo. A latere sono fiorite altre “buone notizie” da autori poco noti e che sono passate alla storia come “apocrife”. Da tutto ciò non mi sembra vi possano essere dubbi sull’esistenza di un uomo carismatico, dalla parola suadente, dalla fermezza dei suoi principi posto al cospetto delle debolezze umane incluse quelle dei sacerdoti di Gerusalemme nel tollerare la presenza di mercanti dinanzi al tempio, luogo di fede e di sacrale rispetto. Ma la storia può spiegare il Gesù della fede?
Questa riflessione la considero importante per valutare il fondamento sul quale si costruiscono il cristianesimo e la sua pesante eredità di sofferenze, martirii, persecuzioni ed emarginazioni. La parola di Gesù è stata quella che uccide perché la natura umana conosce la strada giusta ma preferisce percorrere l’impervia. Perché non è sufficiente costruire una Chiesa in nome di un Gesù elevato agli onori di un Dio. Occorre ogni giorno dare testimonianza di se ed essere costruttori di pace per ritrovare la via, la verità e la giustizia. E in questo le religioni non sempre si ritrovano con il Gesù della fede facendoci dubitare della sua stessa esistenza. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il genocidio dei diversi

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Ogni volta le pagine della storia grondano di sangue innocente. Penso ai cristiani dati in pasto ai leoni nell’antica Roma, ai bambini handicappati che gli spartani buttavano dalla rupe. Penso alla polizia etnica serba ai danni dei kosovari, alla caccia e alla morte di milioni di ebrei nella civile ed evoluta Germania, alle leggi razziali fasciste, alle migliaia di bambini ebrei che in Francia alcuni funzionari del governo, del maresciallo Pétain, alleato con i nazisti, nella seconda guerra mondiale, denunciavano e mandavano a morire nelle camere a gas. I massacri delle foibe ai danni della popolazione italiana della Venezia Giulia e della Dalmazia. E ancora gli zingari e i disabili e a guerra finita, nel 1945, i nazisti continuavano a trucidare gli ebrei ungheresi che sino a quel momento erano stati dimenticati o se vogliamo risparmiati. E’ stata una mattanza senza soluzione di continuità. Tutti, possiamo dire, ci hanno intinto il pane e ancora oggi i rigurgiti, di tanta bieca violenza, si avvertono qua e là in manifestazioni antisemite, razziste che fanno vittime di ogni genere anche per ragioni religiose tra cristiani e musulmani, tra musulmani ed induisti, tra integralisti musulmani colpevoli di essere sciiti o sunniti. E’ la prova provata che nemmeno le democrazie occidentali oggi restano immuni da questo veleno sottile che s’insinua nelle loro viscere e le rende altrettanto esposte a revanscismi di natura razzista. Perché ancora oggi pregare in una moschea, o in una cattedrale cristiana o in una sinagoga o in un tempio indù fa la differenza e la distinzione nel radicamento della cultura del diverso, dell’esclusivo, del fedele in opposizione all’infedele?
Perché ancora oggi le logiche del consumismo impongono la figura di un essere umano vincente, di una figura super agiata, se non ricca, dai natali doc e si volgono cinici per una selezione della razza che ha tanto il sapore del razzismo nel nome del diverso, dell’escluso, del povero, dell’emarginato. Se noi non superiamo questi limiti di natura religiosa e laica che danno la misura dei nostri egoismi, è difficile poterci considerare costruttori di pace, di fraternità e di solidarietà universale. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Un altro “buco” della riforma Renzi

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 marzo 2018

Dopo i concorsi riservati, le Ssis e i Tirocini formativi, cui potevano iscriversi anche i docenti di ruolo, la Legge 107/2015 ha in effetti previsto un percorso specifico: la possibilità è contenuta nel comma 3 dell’art. 4 del decreto legislativo 59/2017, del 13 aprile scorso; è previsto, in pratica, che vengano organizzate attività formative specifiche, basate su una collaborazione strutturata e paritetica fra scuola, università e istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, con una chiara distinzione dei rispettivi ruoli e corrispondenti competenze. Peccato che di questo percorso non vi sia traccia nei progetti ministeriale e non se ne parli nemmeno a livello politico-sindacale. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Mentre si stanno per avviare i corsi per gli abilitati, con un alto numero di categorie escluse in modo illegittimo, nel 2018 il Governo uscente ha promesso l’attivazione anche per coloro che devono frequentare due anni di Fit (con un numero minimo di anni di servizio) e il triennio completo (in possesso solo della laurea), ma di questi percorsi abilitanti ad oggi non c’è traccia. Per gli insegnanti di ruolo non può essere utile nemmeno la sentenza-chiave della Corte Costituzionale, del 6 dicembre 2017, che ha dichiarato illegittima l’esclusione dei docenti di ruolo dai concorsi. Partecipare, infatti, alla selezione pubblica nazionale comporterebbe l’impossibilità di accedere al percorso formativo, in particolare al secondo anno di Fit, non compatibile con lo status di chi è di ruolo. Allo stesso modo, però, non si può negare loro il diritto a fornirsi di un’abilitazione ulteriore o della specializzazione su sostegno, il cui conseguimento è fondamentale per evitare anche spostamenti coatti, oltre che finire negli sconvenienti ambiti territoriali, dovuti alla soprannumerarietà per via del dimensionamento, del calo demografico e della formazione di quelle classi ‘pollaio’ che tutti i Governi stigmatizzano senza però muovere un dito.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »