Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 13 marzo 2018

Banche europee: trend, rischi e vulnerabilità

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Milano Mercoledì 14 marzo 2018 Ore 11.45 Thomson Reuters 2° piano Via Dogana, 1 Mario Quagliariello, Director of the Economic Analysis and Statistics Department at the European Banking Authority (EBA), discuterà con Edoardo Lombella, Head of NPL Portfolio Disposals at Banco BPM, e Marco Lamandini, Professor of Commercial Law at University of Bologna, sulla situazione attuale delle banche europee.
L’unità di analisi dei rischi dell’EBA è responsabile del monitoraggio delle tendenze del mercato e dell’identificazione dei rischi e delle vulnerabilità nel settore bancario, oltre allo sviluppo della metodologia per lo stress test a livello UE e al coordinamento dell’esecuzione dell’esercizio. L’unità svolge attivamente studi tematici sulle banche dell’UE e guida l’analisi comparativa annuale dei modelli interni delle banche.
I relatori discuteranno le linee guida attuali per i prestiti in sofferenza (NPL), i prossimi stress test e le recenti questioni normative relative all’Unione bancaria europea. Seguirà una sessione di domande e risposte. 12:00 Panel di discussione:
Mario Quagliariello, Director of the Economic Analysis and Statistics Department at European Banking Authority
Edoardo Lombella, Head of NPL Portfolio Disposals at Banco BPM
Marco Lamandini, Professor of Commercial Law at University of Bologna
Josina Kamerling, Head of Regulatory Outreach EMEA at CFA Institute
13:00 Q&A

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France: la migliore compagnia aerea per i viaggiatori d’affari

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Si è svolta ieri presso l’Excelsior Hotel Gallia di Milano la Serata di Gala della quinta edizione di IMA, ITALIAN MISSION AWARDS 2018, il premio italiano dedicato al business travel organizzato da Newsteca, casa editrice della testata MISSION – La rivista dei viaggi d’affari. Air France si è aggiudicata il premio come Miglior compagnia aerea per i viaggiatori d’affari.
Alla presenza di oltre 250 professionisti del mondo del business travel, operatori del settore turistico e travel manager, in rappresentanza di 100 aziende, sono stati premiati – e festeggiati – i vincitori delle 26 categorie in gara.
La giuria ha aggiudicato il premio come Miglior compagnia aerea per i viaggiatori d’affari ad Air France con la seguente motivazione: per il vasto network globale e per la capillare presenza nei dieci principali scali italiani. Per i rilevanti investimenti nel miglioramento del comfort a bordo, testimoniati dal rinnovamento delle quattro classi di servizio. “Siamo davvero orgogliosi di questo nuovo riconoscimento assegnato al Gruppo Air France-KLM nel settore del business travel” ha detto Nadia Azale, Direttore Vendite Italia di Air France-KLM “Air France è già stata premiata nel 2015 da Skytrax come compagnia aerea che ha registrato il maggior miglioramento e questo nuovo premio è la dimostrazione del nostro continuo impegno ad offrire servizi e prodotti sempre rinnovati per tutti i nostri clienti”.

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro tra imprenditori molisani e cinesi

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Pergamena Wong (1).jpgRoma. L’associazione “Forche Caudine” si dota di una sezione “Imprese”, affidata a Francesco Caterina e Mauro Bonello, e la inaugura promuovendo un ambizioso incontro con imprenditori di origine cinese, collegati all’associazione Associna, per favorire interscambi con i molisani.
La delegazione cinese, che ha fissato un primo incontro per lunedì prossimo in zona Eur, sarà guidata dal presidente onorario di Associna, l’ingegnere Marco Wong, 54 anni, sei lingue parlate, autore di tre libri. La sua carriera professionale è indicativa: ha esordito come sviluppatore software in Italtel e manager alla Pirelli cavi, diventando poi direttore generale di Jilin Huatai, direttore acquisti di Tim in Perù, vice presidente di Huawei Italia e dal 2011 titolare di aziende attive nella distribuzione di alimentari etnici. Oggi è anche consigliere di amministrazione di Extrabanca spa, il primo istituto bancario principalmente rivolto agli immigrati. Con lui Xinghai Ke della Chiesa cristiana evangelica cinese in Italia, operativa a Roma dal 1981. Per i molisani saranno presenti gli imprenditori Francesco Caterina e Mauro Bonello, oltre ad alcuni membri del direttivo di “Forche Caudine”.
Con circa 300mila residenti, più o meno quanti ne ha il Molise, la folta comunità cinese in Italia è da sempre identificata con il dinamismo economico. Ai circa 60mila imprenditori che operano nel commercio all’ingrosso e al dettaglio, nelle attività manifatturiere e in quelle di ristorazione, si sono aggiunti grandi investitori di realtà imprenditoriali “made in China”, spesso con la negoziazione dei membri di Associna: il giro d’affari nel 2015 è stato di oltre 9,5 miliardi di euro con 18mila dipendenti italiani. Tra gli investimenti più importanti, oltre all’Inter e al Milan, anche Benelli, Cerruti, Krizia, Om Carrelli, Pirelli. Con presenze nel capitale di Enel, Eni, Cdp Reti e di istituti bancari e assicurativi del calibro di Unicredit, Mps, Intesa, Generali, Mediobanca. La composizione del gruppo etnico cinese è ora in ulteriore trasformazione grazie alle nuove generazioni: ci sono quasi ottomila cinesi che frequentano le università italiane (un laureato non comunitario su sei è cinese) e sono quindi pienamente integrati nel tessuto economico e sociale del nostro Paese.C’è però un altro aspetto di grande interesse per l’Italia: i crescenti flussi di turisti provenienti dalla Cina. I cinesi sono diventati primi come spesa per il turismo “outcoming” a Roma. Una risorsa che equivale ad enormi benefici economici e a grandi potenzialità da sfruttare al meglio, anche per il Molise. Anche con tali finalità Forche Caudine promuoverà tali appuntamenti. Ma devono essere principalmente le istituzioni a recepire i nuovi fenomeni. Foto: la pergamena che l’associazione Forche Caudine consegnerà all’ingegnere Wong la prossima settimana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cinema: Visages, Villages

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Roma dal 15 marzo nelle sale italiane un film di Agnès Varda e JR. Un furgone si aggira per la Francia. È quello di uno degli street artist più famosi del mondo: JR. E cosa porta per le campagne francesi? Una enorme macchina fotografica e… una stella della Nouvelle Vague. O, se preferite, la prima regista donna a ricevere l’Oscar alla carriera (nell’intera storia dell’Academy). Comunque, è sempre lei: Agnès Varda. Un incontro impensabile, sulla carta, quello tra un artista di 34 anni e una colonna del cinema mondiale che a maggio ne compirà 90: un incontro inedito tra due artisti che non si conoscevano, ma che amavano reciprocamente le loro creazioni. “Non ci siamo conosciuti per strada. Non ci siamo conosciuti alla fermata dell’autobus. Non ci siamo conosciuti al panificio o in discoteca. Sono stato io a cercare lei”, racconta JR. Così inizia l’avventura di Visages, Villages, il film nato dall’incontro tra Agnès Varda e JR, un road-movie del tutto particolare, un viaggio tra visi e villaggi (appunto), alla ricerca di persone autentiche e di luoghi la cui poesia dimenticata sta nei dettagli. Accolto trionfalmente al Festival di Cannes, candidato all’Oscar come miglior documentario (ma, in attesa del verdetto di Los Angeles del 4 marzo, possiamo già festeggiare l’Oscar alla carriera ricevuto a novembre da Agnès Varda), Visages, Villages arriva nelle sale italiane, distribuito dalla Cineteca di Bologna, da tempo impegnata con il suo laboratorio L’Immagine Ritrovata nel restauro dei film di Agnès Varda, a partire proprio dal suo esordio, nel 1955, La Pointe courte. JR, “ritrattista” contemporaneo che lavora su pareti grandi, a volte immense, è sempre alla ricerca di volti, e questa volta lo fa attraversando alcuni splendidi paesaggi francesi, raggiungendo luoghi oggi, nell’epoca dell’urbanizzazione estrema, sempre più remoti. Ma Visage, Villages non è un dietro le quinte che svela il lavoro di JR: perché ad accompagnarlo c’è Agnès Varda, grazie alla quale l’arte di JR si trasforma in un film, un racconto per immagini, nel quale il processo creativo di JR diventa un esercizio maieutico per tirar fuori voce e pensieri delle persone incontrate lungo il viaggio. “Occhi e sguardo sono importanti nel tuo lavoro”, ha detto Agnès Varda rivolta a JR. “E sono importanti nel film. Tu ci vedi molto bene, a compensare la mia vista sfocata, e paradossalmente i tuoi occhi sono sempre nascosti dietro un paio di occhiali neri. Ci sorprendiamo a vicenda. Spero che sorprenderemo soprattutto gli spettatori, con il nostro rapporto e con le incredibili testimonianze che abbiamo raccolto. Ci sono parole che non dimenticherò mai”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Top 20 most liveable locations for Asian expatriates

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Singapore is once again the most liveable city in the world for Asian expatriates. This was one of the conclusions of the latest Location Ratings survey published by global mobility expert, ECA International.“Singapore has traditionally sat at the top of the ECA rankings and this year is no different,” said Lee Quane, Regional Director – Asia at ECA International. “This is due to a combination of factors such as low crime rates, easy access to good quality schools and healthcare and lower levels of pollution than a lot of other locations in the region”.Updated annually, ECA’s Location Ratings system objectively evaluates a host of factors to form an assessment of the overall quality of living in over 480 locations worldwide. The system helps companies establish appropriate allowances to compensate employees for the adjustment required when going on international assignment. Factors assessed include climate; availability of health services; housing and utilities; isolation; access to a social network and leisure facilities; infrastructure; personal safety; political tensions; and air quality. The impact of some of the factors assessed will vary according to the home location of the assignee.
Elsewhere in Asia, Hong Kong is only joint 28th in ECA’s Asian rankings for expat quality of life.
Quane said “Hong Kong has failed to see an improvement on its score from last year and continues to suffer from long-term air quality and pollution issues which has seen it stay in the low position in the rankings”.The majority of Chinese cities saw a fall in ECA’s rankings. Beijing saw the biggest drop, falling 10 places to 134th on the list.Quane said “With only a few exceptions, Chinese cities saw a drop in their liveability scores for expats. This was mainly due to the increase in internet censorship and the ban on virtual private networks (VPNs) in the past 12 months, as well as the worsening pollution in a number of Chinese locations included in the survey”.Meanwhile, Kuala Lumpur features at a lowly 126th in ECA’s rankings for Asian expats.Quane explained, “In the last five years, Kuala Lumpur has seen a drop in the rankings, falling from 25th to outside the top 100. One of the main causes for this is that whilst other locations have improved their air quality, the high levels of pollution in Kuala Lumpur, coupled with relatively high rates of petty crime, have seen the city slip down the rankings.” “However, the Malaysian capital scores well in categories such as utilities and the availability of housing, so there are still positives for any Asian expatriate moving to Kuala Lumpur.” Quane continued. Taipei is the highest ranked Taiwanese city, featuring at joint 65th on the list.
Quane said, “The main issue for any expatriates moving to Taiwan is the heightened risk of natural disaster in the area. This includes phenomena such as earthquakes and typhoons which, although rare, mean that Taiwanese cities are not considered as liveable as many other locations in Asia.” Japanese cities continue to perform strongly in the liveability rankings, with all the surveyed Japanese locations featuring in the top 40 places for Asian expatriates.Quane said, “Japanese cities are consistently among the best locations for Asian expatriates to relocate to. This is due to, among many things, the excellent facilities and infrastructure, as well as the prevalence of a range of goods and services. Tokyo especially has become increasingly attractive to expats and climbs into the top 10 this year.”
Outside of Asia, Australia leads the way for Asian expats, with Brisbane as the second most liveable location and Sydney and Adelaide in joint third. Quane explained, “Australian cities always tend to perform strongly in terms of liveability for Asian expats due to the excellent facilities and infrastructure, as well as the generally low levels of crime and air pollution”.In Europe, Copenhagen leads the way in 10th place whilst London lags behind in joint 67th. New York is similarly low in the rankings as the joint 82nd most liveable location for Asian expatriates. Quane said, “It may be surprising to some that London and New York do not score as well as many other European and North American locations on the list, but this is due primarily to higher levels of crime and air pollution. However, this is to be expected for cities of this size and both locations are relatively high up the rankings when looking at the full list.”

Posted in Estero/world news, Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Nazionale del Paesaggio connubio con il Parco del Vesuvio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

In occasione della prima edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, che si terrà il giorno 14 marzo 2018, con il fine di promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini e i visitatori sui temi della conoscenza e della salvaguardia del territorio, il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano, si è fatto promotore dell’iniziativa secondo cui i visitatori che esibiranno alla biglietteria del Parco Archeologico il biglietto attestante la visita al cratere del Parco Nazionale del Vesuvio, nei giorni 13 e 14 marzo, potranno usufruire di un biglietto ridotto. Si avvia così una serie di iniziative che d’ora in poi il Parco Archeologico condurrà d’intesa con il Parco Nazionale del Vesuvio. “Il Vesuvio è un aspetto caratterizzante di forte valenza per il Parco Archeologico di Ercolano – dichiara il Direttore Sirano – e il nostro impegno è ricordare quotidianamente che dal Vesuvio tutto ha avuto origine, da qui il tributo in questa giornata a un paesaggio che è natura, ecosistema ma anche valore identitario.”

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quelle ambition pour l’Autorité européenne du travail?

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

 À la veille de la présentation du paquet de mesures en faveur de l’équité sociale de la Commission européenne, qui inclut une proposition de règlement pour la création d’une Autorité européenne du travail, l’Institut Jacques Delors publie un Policy Paper sur la définition de cette future agence européenne. L’Autorité européenne du travail devra servir à renforcer le respect des règles européennes en matière de mobilité, en dotant l’UE d’un rôle accru pour pallier les difficultés rencontrées par les autorités nationales pour détecter, prévenir et lutter contre les cas d’abus et de fraude qui se vérifient aujourd’hui en particulier dans le cas des travailleurs détachés. Mais sa mission sera aussi de faciliter la mobilité européenne, notamment en garantissant un meilleur accès à l’information pour les citoyens et les entreprises.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Musica e suono tra i flussi digitali”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Milano. Mercoledì 14 marzo, lo IED- Istituto Europeo di Design di Milano, dalle ore 18:30 ospita “Musica e suono tra i flussi digitali”, un evento tra musica e innovazione organizzato in collaborazione con Soundreef, società che si occupa di raccolta e gestione dei diritti d’autore. L’appuntamento rientra nell’ambito degli oltre 10 eventi che IED propone fino al 18 marzo per la prima edizione di Milano Digiatal Week, kermesse tutta dedicata alla cultura dell’innovazione digitale. Dopo un momento di confronto su temi come fruizione, cataloghi e nuovi scenari dell’Industria Musicale, la serata culminerà con una performance unica e innovativa in cui Raffaele Costantino, producer, dj e speaker radiofonico (conduttore di Musical Box Radio 2 e Soundreef Waves) interagirà dal vivo con i suoni creati in tempo reale dagli studenti del Corso di Sound Design di IED Milano. All’evento, presentato da Painé Cuadrelli (coordinatore e docente del corso triennale di Sound Design, Scuola di Arti Visive Ied Milano), parteciperà anche Lucian Beierling, responsabile prodotto di Soundreef.
Soundreef sta rivoluzionando la gestione dei diritti d’autore in Europa e non solo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e sistemi digitali. Opera in più di 20 Paesi nel Mondo e amministra il repertorio di oltre 25.000 autori ed editori nel Mondo, di cui più di 11.000 in Italia, tra cui Fedez, J-Ax, Enrico Ruggeri, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli, Fabio Rovazzi, 99 Posse e Dark Polo Gang.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Biasci è il nuovo Presidente Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

L’elezione è avvenuta ieri durante il 44° Congresso Sindacale Nazionale della Federazione. Classe 1955, nato a Livorno dove svolge la professione di pediatra di libera scelta, il dott. Biasci è stato Vice Presidente della FIMP e subentra al dott. Giampietro Chiamenti. “E’ un grandissimo onore poter dirigere per i prossimi anni una così prestigiosa Federazione che rappresenta la grande maggioranza dei pediatri di famiglia italiani – afferma il neo-eletto Paolo Biasci -. Le parole d’ordine della mia presidenza saranno ammodernamento e riorganizzazione: la nostra è, infatti, una professione che deve continuamente rinnovarsi per poter rispondere ai sempre più complessi bisogni di salute della popolazione pediatrica e adeguarsi alle frequenti novità legislative. Tre sono i principali temi sui quali dobbiamo lavorare nei prossimi mesi: interventi di prevenzione nei primi 1.000 giorni di vita sui quali abbiamo già avviato una prolifica collaborazione con le istituzioni sanitarie nazionali che intendiamo rafforzare; attività preventiva e assistenziale ai pazienti con patologia cronica, tra i quali l’obesità rappresenta un fattore di rischio in forte crescita; impegno sulle vaccinazioni, anche se diversificato nelle varie Regioni, per risolvere le criticità che stanno emergendo nel raggiungimento e nel mantenimento di una efficace copertura vaccinale della popolazione. Vogliamo rilanciare le numerose attività scientifiche finora avviate anche attraverso una più stretta cooperazione con altre Società e Associazioni mediche”. “Dal punto di vista sindacale – prosegue Paolo Biasci – il mio impegno sarà concentrato sul giungere il prima possibile ad un rinnovo dell’Accordo Collettivo Nazionale. Nelle scorse settimane abbiamo firmato una pre-intesa e siamo fiduciosi di riuscire a concludere positivamente le trattative in corso anche per la parte normativa”. “Per raggiungere tutti questi importanti obiettivi punteremo molto sulla formazione e sul coinvolgimento delle nuove leve della FIMP che la FIMP si impegna a formare” conclude il neo-presidente Biasci.
Il dott. Paolo Biasci avrà al suo fianco, nei rinnovati vertici della FIMP: Luigi Nigri e Antonio D’Avino (Vice Presidenti), Domenico Careddu (Segretario Nazionale all’Organizzazione), Paolo Felice (Vice Segretario Nazionale all’Organizzazione) Costantino Gobbi (Segretario Nazionale alla Tesoreria) Martino Barretta (Vice Segretario Nazionale alla Tesoreria) Mattia Doria (Segretario Nazionale alle attività Scientifiche), Luciano Antonio Basile (Segretario Nazionale alle attività Previdenziali e Assicurative) e Valdo Flori (Segretario del Presidente).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oltre l’apparenza: Gioco a due nelle stanze dell’Arte

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Roma Galleria d’Arte Eitch Borromini, già dimora storica di Palazzo Phamphilji in Via Santa Maria dell’Anima 30, Mostra di Andrea Pinchi – Paolo Vannuccini. Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’Arte a cura di Sveva Manfredi Zavaglia. Inaugurazione: 14 marzo 2018 alle ore 18,00 Apertura: dal 15 marzo al 14 maggio 2018 Orari: da lunedì a domenica h 11-20 ingresso gratuito. Il progetto espositivo vede al confronto due diverse anime creative: Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini, i due grandi artisti, si confronteranno alla ricerca dell’arte perfetta, dove il comune denominatore è andare “oltre l’apparenza”.
I due artisti espongono in modo velato una realtà insolita dove il comune denominatore è andare “oltre l’apparenza” alla ricerca della bellezza. Una bellezza estetica che fa riflettere in modo profondo ma allo stesso tempo giocoso, come il titolo della mostra suggerisce.
Nelle opere di Andrea Pinchi si evince una eccezionale raffinatezza espressiva. La suspense che suscitano i suoi titoli, sempre originali, suggerisce un’analisi profonda che l’artista percorre nel mondo interiore delle emozioni e nel suo rapportarsi al vivere quotidiano. Il suo lavoro si snoda su canoni di rigore geometrico, di grande equilibrio strutturale, e di forme pulite e squadrate, dove all’improvviso si manifesta e domina il gesto creativo dell’artista. Pinchi utilizza materiali differenti e di recupero per la realizzazione delle sue opere, come ad esempio antichi strumenti musicali o pelle antica che recupera e trasforma. L’artista dà vita a città o luoghi immaginari, viaggi, visioni mistiche e reali con diversi volumi o piccoli fili che si congiungono in una costruzione armonicamente perfetta. Realizza l’impercettibile in modo sottile, il vedo non vedo, con la delicata sensibilità che solo l’artista possiede. Le sue opere diventano il suo mondo, un modo in apparenza giocoso ma in realtà estremamente autentico e profondo.
Contrariamente, le opere di Paolo Vannuccini annunciano immediatamente la sua urgente necessità di parlare al mondo del suo forte bisogno: essere libero di vivere la propria essenza. Così come nel dualismo Pirandelliano, Vannuccini attraverso il suo gesto creativo e informale racconta il suo vero mondo interiore, quello dell’essere e non dell’apparire. Consapevolmente introspettivo, l’artista applica il suo segno sulla tela a colpi di spatola e pennello, in modo turbolento ed istintivo quasi catartico, rispettando però un attento uso del colore e della materia. Le sue opere apparentemente caotiche seguono in realtà un ordine gestuale preciso rivelando sintesi armonica e forti emozioni. Nei suoi ultimi lavori, figure umane spuntano all’improvviso davanti a muri di colore col desiderio di scavalcare e riuscire ad andare oltre; si tratta di sagome di persone che prendono forma, tratti e figure immaginarie sognate dalla sensibilità artistica che porta ad aprire la mente a rianimarla attraverso il colore. L’arte diventa così mezzo fondamentale per raggiungere la pace interiore.
La mostra ha dunque lo scopo di guidare lo spettatore in questo “gioco a due “fra mondo estetico ed interiore, che i due artisti mostrano proprio fra essenza ed apparenza. Un progetto espositivo di rilevanza artistica straordinaria che prevede un viaggio conoscitivo della pittura e del colore, in dialogo continuo con il sé e la vita. Il linguaggio dell’arte in questa doppia personale vuole in modo sottile provocare ed incuriosire l’occhio dell’osservatore attento creando un rapporto diretto tra le opere d’arte, i loro autori ed il pubblico esigente.
Durante l’inaugurazione verrà presentato un lavoro singolare e inedito di Andrea Pinchi: l’etichetta di Filo Rosso, un nuovo vino prodotto da Sartago. Filo Rosso nasce dal fortunato incontro con Andrea Pinchi e dalla voglia di interpretare, anche figurativamente, l’appartenenza di questo vino alla sua Terra. Frutto di una selezione di Sangiovese e Merlot, invecchia 14 mesi in botte e offre morbidezza e carattere all’assaggio. Al naso è speziato. Il colore granato intenso e la struttura delicata lo rendono elegante ed avvolgente. L’arte e il vino conoscono in questa operazione un gesto reciproco di creatività che unisce la tradizione del bere alla bellezza e all’Arte.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti precari anche se di ruolo

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

A breve, l’Ordinanza ministeriale fisserà ufficialmente le date di presentazione delle domande: sono molti gli insegnanti che temono brutti “scherzi”. Finire, infatti, tra i soprannumerari significa oggi, dopo l’approvazione della Legge 107 del 2015, perdere la titolarità per sempre. Si torna, di fatto, ad essere precari, perché finendo gli ambiti territoriali si è soggetti al giudizio triennale del capo d’istituto. Diventa giocoforza fondamentale farsi assegnare tutto il punteggio svolto e i titoli conseguiti. Ciò avviene, sia compilando in modo corretto i modelli predisposti dal Miur, sia rivendicando nelle dovute sedi quello che il Ministero dell’Istruzione non intende riconoscere.
A tal proposito, Anief ricorda come sia illegittima la valutazione parziale del servizio pre-ruolo o prestato nella scuola paritaria. La stessa organizzazione ritiene anche non corretta la tabella di valutazione dei titoli, predisposta sempre dall’amministrazione. Le incongruenze sono diverse: si va dall’abilitazione SSIS alla specializzazione SSIS di sostegno, dal titolo TFA conseguito (anche sostegno) al servizio pre-ruolo al pari di quello prestato dopo la nomina (punti 6 e per intero), dal doppio punteggio per servizio pre-ruolo in piccole isole al servizio militare prestato non in costanza di nomina.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): I docenti danneggiati dalle decisioni errate dell’amministrazione centrale fanno decisamente bene a rivendicare il punteggio corretto. Per come si sono messe le cose, infatti, rischiano di trovarsi senza più scuola e senza alcuna stabilità. In pratica, si dà loro la colpa di aver svolto troppi anni di precariato, visto che gli vengono considerati validi per intero solo i primi quattro. Come riteniamo assurdo che i titoli conseguiti non siano considerati alla stessa stregua. Ancora una volta l’amministrazione scolastica incappa nella violazione della direttiva UE n. 70/99, andando a determinare delle insopportabili discriminazioni tra il personale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fisco: Unc, no ad aumenti dell’Iva

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

“No a qualunque ipotesi di aumento dell’Iva che finirebbe per colpire innanzitutto quel 31% di italiani che, stando ai dati di oggi di Bankitalia, fatica ad arrivare alla fine del mese” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Sarebbe incredibile se, dopo aver tutti promesso in campagna elettorale di voler ridurre le tasse, poi si aumentasse proprio quella più iniqua che, essendo proporzionale, colpirebbe molto di più le famiglie povere e numerose, oltre a reprimere ulteriormente i consumi, che ancora stentano a decollare, considerato che nel IV trimestre 2017 sia i consumi finali che la spesa delle famiglie residenti sono aumentati solo dello 0,1% rispetto al III trimestre 2017” prosegue Dona.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lungo le coste della Calabria

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Mercoledì 14 marzo 2018, in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, a Crotone, presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna, in collaborazione con la locale Capitaneria di Porto, verrà organizzata un’iniziativa volta a mettere in rilievo il Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna, sito appartenente al Polo Museale della Calabria (organismo del MiBACT diretto da Angela Acordon) posto sull’estremità del promontorio omonimo, di estrema rilevanza dal punto di vista storico e archeologico in quanto sede, tra VII secolo a.C. e III secolo d.C., di uno dei principali santuari del Mediterraneo, intitolato alla dea greca Hera Lacinia. In prossimità del parco archeologico è presente un faro, ancora attivo per la navigazione lungo il mar Jonio, che ha offerto lo spunto per un progetto dal titolo “I fari della Calabria” che verrà illustrato nella giornata del 14 marzo p.v.. Promosso dalla Marina Militare Italiana e dal Polo Museale della Calabria, tale progetto vede coinvolto anche il Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna ed il Parco Archeologico Nazionale dell’antica Kaulon presso punta Stilo e vuole puntare l’attenzione sul paesaggio mediante tutte le sue componenti. Entrambi i siti di Capo Colonna e Punta Stilo, infatti, vedono l’interessante legame tra due aree archeologiche di fondamentale importanza per la storia della Magna Grecia, significative per la loro valenza paesaggistica e unite dalla presenza di alcuni tra i più bei fari che costellano le coste calabresi. Entrambi i siti aderiscono inoltre al Museo Navigante, la rete dei Musei del Mare e della Marineria d’Italia, patrocinata dal MiBACT e dall’ICOM – International Council of Museums.
Aperta alla cittadinanza e a tutte le scuole, la giornata vedrà la partecipazione di rappresentanti della Capitaneria di Porto, del direttore del Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna, Gregorio Aversa, e dell’avv. Romano Carratelli, che illustrerà l’omonimo codice manoscritto del XVI secolo, prezioso documento che attesta l’importante sistema difensivo costiero dell’epoca. Con l’occasione sarà anche organizzata una visita guidata al Museo Archeologico, nonché alla mostra “Annibale. La fine di un viaggio” attualmente in corso presso il Museo e strettamente connessa alla storia del santuario di Hera Lacinia, luogo di culto e riferimento per la navigazione del Mediterraneo antico. Dettagli iniziativa:
Ore 11.00: partecipazione delle scuole che verranno accompagnate a conoscere le problematiche del paesaggio di Capo Colonna anche attraverso la visita alla mostra “Annibale. La fine di un viaggio”;
Ore 17.00: incontro per illustrare l’iniziativa “I fari della Calabria tra archeologia e paesaggio”, volta a valorizzare il faro ed il patrimonio paesaggistico oltre che archeologico di Capo Colonna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La leggenda del Golem e della Praga ebraica”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Firenze Mercoledì 14 Marzo 2018, ore 17:00 Via de’ Cerretani n.56/r, “La leggenda del Golem e della Praga ebraica” presentata da Tomáš Jelínek.
Il Golem Josef fu creato da Rabbi Löw per vegliare sulla pace degli ebrei. Realizzato con l’argilla, è diventato la leggenda della misteriosa Praga. Il Golem di Praga, infatti, è conosciuto in tutto il mondo: nella capitale ceca si raccontano leggende che sono un misto tra vera mistica ebraica e magia e che caratterizzano Praga e tutta la Repubblica Ceca. Sappiamo che la mistica ebraica è famosa per le sue conoscenze molto particolari: si dice addirittura che ben cinquecento anni fa, sia stato realizzato un essere obbediente. Una ‘leggenda metropolitana’ ma tutt’altro che banale; la storia del Golem fa parte della più antica tradizione cabalistica ebraica.Tomáš Jelínek è nato nel 1956 a Česká Lípa in Cecoslovacchia, nella zona nord della Boemia, conosciuta come Sudeti. La sua famiglia discende originariamente da Munkatch, città che nel tempo ha visto cambiare ripetutamente la sua bandiera di appartenenza a seguito degli eventi epocali dell’Est Europa: dal disfacimento dell’Impero Austro-Ungarico, fino alla annessione all’Unione Sovietica e poi, dopo la fine della seconda guerra mondiale, all’odierna Ucraina. Ha conseguito l’esame di maturità presso la Scuola Superiore della Comunicazione e della Sicurezza sulle Ferrovie e in seguito si è laureato presso l’Accademia delle Arti Musicali a Praga con una tesi sulla Educazione Creativa. Successivamente ha lavorato presso teatri professionali della Cecoslovacchia a Plzen e a Liberec fino al 1981, anno della sua emigrazione in Italia. In Italia ha continuato ad esercitare la professione di teatrante, principalmente come burattinaio, e ha presentato i suoi spettacoli in Europa, Nord Africa e Israele dove ha ricevuto per le sue attività anche importanti riconoscimenti presso vari festival del settore. Iscritto alla Comunità Ebraica di Firenze, ha cominciato a lavorare come “mashgiach kashruth” dopo i previsti corsi tenuti presso la Ortodox Union. Questa attività lo ha portato alla gestione della mensa rituale ebraica “RUTH’S” a Firenze. Il ciclo di incontri culturali è promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco® in collaborazione con il Centro Congressi al Duomo e con le associazioni culturali della città nell’ambito di Life Beyond Tourism® per contribuire a una migliore conoscenza di culture diverse. Durante “I Mercoledì al Caffè” viene servito un aperitivo al costo di 5 euro. Per presentare un libro, condividere le letture preferite con gli amici, presentare un progetto creativo o un artista, raccontare i propri viaggi o far conoscere le tradizioni del proprio paese.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catella strengthens UK presence by signing a conditioned share purchase agreement to acquire majority stake in APAM Ltd

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Catella AB has, through Catella Property Fund Management AB (“CPFM”), signed a share purchase agreement to acquire a majority stake in the leading UK real estate investment and asset management company, APAM Ltd. Closing of the transaction requires regulatory approval and other conditions to be fulfilled.
APAM Ltd (“APAM”) has experienced fast growth over recent years and had revenues of approximately GBP 7 million during the calendar year 2017. CPFM has agreed to acquire 75% of the shares in APAM for a price corresponding to GBP 18 million, on a debt and cash free basis. A non-refundable down payment of the purchase price of GBP 2.7 million was made at signing, while the remaining amount is to be paid in cash upon completion. Catella is not obligated to complete the transaction according to the agreement but it is expected to complete during second half of 2018, subject to necessary regulatory approval having been obtained from the financial supervisory authority in Luxembourg, Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF).“As a leading company within the strategically important UK market, APAM constitutes a key piece in Catella’s ambition to build the pan-European platform Catella has built the last years within our Property Investment Management business area, which has been our focus for the last four years”, says Knut Pedersen, CEO of Catella AB.
APAM is an independent real estate investment and asset manager operating exclusively in the UK market with a combination of skills to offer clients an ‘end to end’ approach to support their investment strategy. APAM has assets under management (“AUM”) of GBP 1.4 billion and 41 employees.Simon Cooke and William Powell, founders and executive directors of APAM, will remain shareholders in APAM, each with 12.5% of the share capital and voting power after the transaction. APAM will continue to be independently run by its current management team and to pursue its successful growth strategy within UK. Co-operation between Catella and APAM will start immediately. Management from both companies see significant opportunities to strengthen their offering to international investors by leveraging the combined pan-European reach the two companies can provide. With APAM, Catella will reach SEK 200bn in AUM (GBP 18bn).
“Catella Property Investment Management has continuously strengthened its competitive position over the last years and has experienced an annual cumulated growth rate (CAGR) in AUM of 23% and a CAGR of 43% the last three years. This transaction further strengthens our position.” says Timo Nurminen, Head of Property Investment Management at Catella.“We are impressed by the strong risk adjusted return APAM generates for its clients and are delighted to expand our offering for our clients in UK. Catella’s clients, in particular our Asian office’s, will be able to expand their pan-European allocation with a significant share allocated to the UK”, says Timo Nurminen.Simon Cooke, founding shareholder and executive director, said: “This transaction brings together two great names in property investment management and Catella’s strategic investment provides us with an even stronger platform for growth. Will and I will continue to lead and drive the APAM business – it will be very much ‘business as usual’. We have enjoyed building APAM over the last eight years and look forward to working with Catella to leverage the new opportunities that this partnership brings.”William Powell, founding shareholder and executive director, added: “Joining forces with Catella, marks the start of an exciting new chapter in APAM’s development, providing our clients with access to best-in-class advisers across 14 countries and an even more extensive range of services. By combining our strengths, this strategic partnership delivers significant potential to grow our business and our international client base, as well as opportunities for our team.”In connection with the deal, CPFM and the two minority owners in APAM have entered into a call and put option agreement under which CPFM is being granted a call option to acquire the shares of the minority owners and the minority owners are being granted a put option to sell their shares to CPFM during the autumn 2023 at a price to be calculated through a pre-set formula depending on future profit development.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fisioterapisti: titoli all’estero e tirocini

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Università all’estero, titoli di studio conseguiti oltreconfine, tirocini svolti in Italia: come orientare gli studenti che stanno per compiere scelte fondamentali per la loro professione e, dunque, per la loro vita? La questione genera parecchia confusione, perché di solito i percorsi effettuati in altri Paesi non sono spendibili nel nostro, o addirittura vengono considerati non validi, costringendo a intraprendere ulteriori strade formative. Per questo l’AIFI, l’Associazione italiana fisioterapisti, vuole fare chiarezza compilando una breve guida per i futuri colleghi.
Prima di tutto va ricordato che la legge 4 del 1999 prevede la cosiddetta ‘filiazione’, secondo cui “università o istituti superiori di insegnamento a livello universitario aventi sedi nel territorio di Stati esteri ed ivi riconosciuti giuridicamente quali enti senza scopo di lucro possono svolgere in Italia parte dei propri corsi (intesi come materie, e non interi corsi di laurea, compresi i periodi di tirocinio) se prima dell’inizio della loro attività in Italia trasmettono al ministero dell’Università, al ministero dell’Interno e al ministero degli Esteri “copia dell’atto con cui è stato deliberato l’insediamento in Italia, copia dello statuto e ogni altra documentazione legalizzata dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per territorio”.
L’attività della filiazione è autorizzata con decreto del ministro dell’Università e si intende concessa trascorsi 90 giorni dal ricevimento della comunicazione”. Solo in questo caso, autorizzata cioè la filiazione, un Ateneo è legittimato a far svolgere il tirocinio formativo presso le strutture sanitarie italiane: in caso contrario, il tirocinio svolto potrebbe non essere valutato come utile ai fini didattici. Ne conseguirebbe l’impossibilità per il titolo formativo rilasciato dall’Università di ambire al riconoscimento perché non sufficientemente in grado di attestare “un livello di qualifica professionale equivalente al livello immediatamente precedente a quella prevista dalle normative nazionale”.
Allo stesso modo va ricordato che le strutture sanitarie utilizzate dall’Università straniera devono essere convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, pena la non riconoscibilità del titolo. Attualmente, sulla base delle informazioni diffuse dall’apposita Conferenza di Servizi istituita presso il ministero della Salute, risulta che nessuna università abbia richiesto la necessaria autorizzazione. Inoltre, alcuni Consolati e Ambasciate italiane all’estero hanno dichiarato con certezza che i periodi di tirocinio svolti in Italia, in assenza dell’autorizzazione prescritta, sono da considerare al di fuori del curriculum di studi: ne consegue che il monte ore del percorso di studi è inferiore a quello previsto in Italia, il che rappresenta presupposto per applicare una misura compensativa, ovvero un ulteriore periodo di tirocinio o il superamento di una prova di esame, per i quali deve essere corrisposta una somma che varia in relazione alla misura compensativa applicata.
In alcuni casi, le Autorità competenti del Paese di origine del titolo (ovvero le istituzioni che hanno la competenza su quella specifica professione) hanno dichiarato che determinate Università (private) non hanno avuto l’autorizzazione neanche nel Paese di origine. Le situazioni più critiche riguardano al momento università della Repubblica Ceca, dell’Ungheria, della Slovenia e della Spagna.Neanche l’Unione europea segue una strada univoca: nel caso della professione del fisioterapista, infatti, le Direttive comunitarie sul riconoscimento dei titoli non prevedono un riconoscimento automatico. L’istanza deve quindi essere presentata al ministero della Salute, che valuterà ogni singolo caso per la decisione finale, così come previsto dalle normative.
Per concludere, AIFI raccomanda estrema attenzione nella scelta dell’università, considerati anche gli elevati costi da affrontare. Ecco perché il consiglio è quello di richiedere informazioni dettagliate alle Autorità competenti (di solito i ministeri della Sanità), per verificare che le università in questione siano effettivamente riconosciute come tali ed autorizzate, e che la formazione non preveda un titolo il cui percorso formativo viene svolto in un terzo Paese.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Premio Campiello all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Madrid 14 marzo ore 20.00 Istituto Italiano di Cultura di Madrid – Calle Mayor, 86 Ingresso libero fino a esaurimento posti in collaborazione con Confindustria Veneto ospiterà la presentazione del Premio Campiello, uno dei più importanti premi letterari italiani, istituito nel 1962 su iniziativa degli industriali del Veneto ed assegnato annualmente a opere di narrativa italiana. Alla presentazione parteciperanno Simona Vinci e Donatella Di Pietrantonio, rispettivamente Super Campiello 2016 e 2017, insieme al Presidente del Comitato di Gestione, il prof. Piero Luxardo.
Nel corso degli anni, questo importante riconoscimento ha contribuito a segnalare all’attenzione del grande pubblico numerosi autori e romanzi che hanno segnato la storia della letteratura italiana. Il successo di molte delle opere in concorso, confermato dai volumi di vendita, ne ha spesso sollecitato anche la trasposizione cinematografica. Oggi il Premio, ritenuto uno tra i più prestigiosi d’Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano, è un canale con il quale gli industriali veneti intendono offrire il loro contributo alla promozione della narrativa italiana, incentivando e diffondendo il piacere per la lettura nella consapevolezza che un premio trova la sua massima ragion d’essere nel “creare nuovi lettori”. Evento in italiano con traduzione simultanea.
Piero Luxardo, nato a Padova (1952) e residente a Venezia, è Presidente della Girolamo Luxardo S.p.A. di Torreglia (PD). È stato ricercatore confermato e successivamente professore aggregato presso l’Università di Padova, Facoltà di Lettere, Dipartimento di Italianistica. È stato componente del Comitato di Gestione del Premio Campiello dal 2008 al 2011, e successivamente anche nell’anno 2017. Ha già ricoperto la carica di Presidente del medesimo Comitato dal 2012 al 2015.
Simona Vinci è nata a Milano il 6 marzo 1970 e vive a Budrio, in provincia di Bologna. Ha studiato Lettere Moderne all’Università di Bologna. Il suo esordio letterario risale al 1997 con Dei bambini non si sa niente (Einaudi Stile Libero), vincitore del Premio Elsa Morante 2000.
Donatella Di Pietrantonio vive a Penne, in Abruzzo, dove esercita la professione di dentista pediatrico. Ha esordito con il romanzo Mia madre è un fiume (Elliot 2011, Premio Tropea).

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contratto: il Coisp alla FP denuncia niente soldi per la parte normativa

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

“L’Avevamo già detto che questo rinnovo contrattuale sarebbe stato pessimo nei modi, nei tempi e nei risultati, e che sarebbe stato un pessimo affare per il Governo che ce lo ha imposto, a soli fini elettorali, e siamo stati facili profeti visto il risultato delle urne. Oggi questa coda contrattuale ci lascia ancor più perplessi, perché ci troviamo di fronte a numeri che dimostrano quanto sia letteralmente ridicolo lo stanziamento per la parte normativa, e che ci spingono pretendere che si chiarisca chi si assume la responsabilità politica di fronte a impegni assunti evidentemente senza la minima intenzione di rispettarli”.
E’ questo, in estrema sintesi, il contenuto dell’intervento di Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, nell’ambito della riunione che si è tenuta ieri presso il ministero della Funzione pubblica.
“Ci saremmo aspettati – ha aggiunto Pianese – di sentire ministri che in conferenza stampa avessero parlato di 2 milioni e 550mila euro da destinare alla parte normativa per il rinnovo di questo contratto.
Oggi c’è una riunione programmatica, e allora diteci a cosa dovrebbero essere destinati questi 2 milioni e 550mila euro, e quindi il ministero della Funzione pubblica quale programma ha”.
“Noi – ha argomentato il Segretario generale del Coisp – abbiamo consegnato ben due piattaforme contrattuali, a luglio e a dicembre, rispetto alle quali non c’è stata data la possibilità di entrare nel merito e discutere. Siamo arrivati fin qui con una firma che ci è stata letteralmente estorta per il rinnovo e, oggi, rispetto ai contenti di questo addendum abbiamo fatto una semplice divisione: 2 milioni e 550mila euro divisi per 93.000 appartenenti alla Polizia di Stato, sottratte le ritenute, la somma che risulta è 1 euro e 24 centesimi al mese per dipendente”.
“E’ inevitabile – ha insistito Pianese – che ci domandiamo, allora, quale responsabilità politica c’è rispetto a un Governo che si è assunto la responsabilità di firmare un addendum in cui si parla di riformare indennità di missione, accessorie, di servizio, addirittura di introdurne di nuove, e poi lo stanziamento è ridicolo rispetto agli impegni dichiarati. Allora la linea del ministero della Funzione pubblica qual è rispetto a questa coda contrattuale? Noi non accettiamo che la coda contrattuale venga limitata dallo stanziamento che questo Governo ha in modo colpevolmente ridicolo destinato all’interno del contratto nazionale di lavoro. Pretendiamo che ci si assumano le responsabilità politiche rispetto a quello che si è scritto, agli impegni assunti e a quello che si vuole realizzare. Altrimenti vorrà dire che si è trattato per l’ennesima volta di un tentativo mal riuscito di fare campagna elettorale alla vigilia delle elezioni”.
“Ma noi – ha concluso Pianese – non facciamo attività elettorale in funzione del colore del Governo che ci troviamo di fronte. A noi interessano i fatti, che fino a questo momento non ci sono”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Christie’s Leads 20th Century Art Market with Sales in London

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

London – ‘20th Century at Christie’s’ concluded in London on 8 March, with a combined total across five sale platforms of Impressionist and Modern, Surreal and Post-War and Contemporary Art, reaching £341.6 million / $474.5 million / €384.2 million. These results confirmed Christie’s leadership in the 20th Century art market, and were a 24% increase on the equivalent season last year. A passion for collecting and exceptional quality underpinned the private collections offered throughout ‘20th Century at Christie’s’ this season: ‘The Eye of the Architect’, ‘The Collection of Antoni Tàpies’, ‘Abstraction Beyond Borders’, ‘The Triton Collection Foundation’, ‘Property from the Collection of Wilhelm Reinold’ and ‘A Private European Collection: Fontana, Burri, Schütte, Flavin, Kiefer and Richter’. The success they achieved throughout the auction series gives rise to the Collection of Peggy and David Rockefeller, the most significant philanthropic auction, which will take place in New York in May 2018. Icons of the 20th Century including Degas, Monet, Magritte, Kandinsky, Bacon, Warhol, and Basquiat were presented alongside those at the forefront of contemporary art such as Peter Doig, Kristin Baker, Kelley Walker and Cecily Brown, as well as artists who have never appeared at auction in London before: Shafic Abboud, Huguette Caland and Marwan. Collectors from the Americas, Africa, Asia, Europe and the Middle East participated in the sales, representing 73 different countries across 6 continents.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Mobilità, sottoscritto il contratto-ponte per docenti, educatori e Ata: valanga di ricorsi in arrivo

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Coinvolgerà oltre 100mila lavoratori, tra docenti, amministrativi, tecnici, ausiliari e personale educativo e avrà effetti pratici con il prossimo 1° settembre. Assieme alle regole, sono state fissate tutte le date di presentazione delle domande di mobilità, di comunicazione al SIDI e di pubblicazione dei movimenti concessi o rifiutati.Anief ricorda agli interessati che è pronta a rivincere nei tribunali per far riconoscere il servizio pre-ruolo su sostegno nel blocco quinquennale previsto per chi viene assunto o trasferito; per le graduatorie interne d’istituto, per la formulazione delle quali si continua a non considerare per intero il servizio pre-ruolo e contro la mancata considerazione del servizio prestato nella scuola paritaria. Tali mancate valutazioni, si rammenta, possono avere delle conseguenze negative dirette sull’individuazione dei soprannumerari e quindi sulla perdita di titolarità che oggi significa terminare negli sfavorevoli ambiti territoriali, quindi precarizzarsi a vita. Il giovane sindacato ha deciso poi di rivolgersi al giudice del lavoro per impugnare la tabella valutazione dei titoli previsti dalla mobilità 2017/18, anche per quella della mobilità d’ufficio (pure per il servizio specifico svolto nelle scuole paritarie, centri di formazione professionale o comunali anche situati nelle piccole isole). C’è poi un ricorso ad hoc contro l’assurda decisione del Miur di impedire la scelta della seda di attuale incarico triennale e anche la non accettazione di un mancato trasferimento (su ambito territoriale o sede scolastica richiesta) derivante da un errore algoritmico.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Al Miur le lezioni giuridiche che arrivano dai tribunali non sembrano mai bastare: di fatto, risultano confermate le regole dell’anno scorso, con tutte le norme illegittime su cui si sono già espressi tantissimi giudici. Continuiamo a pensare che contrattare sindacalmente un contratto che non si migliora mai non serve a nulla. Ecco perché puntiamo a superare la soglia di rappresentatività e a chiedere ai lavoratori di votare i candidati della lista Anief in occasione delle elezioni Rsu di metà aprile 2018. La nostra presenza, ai tavoli contrattuali di Viale Trastevere e delle scuole, porterà quella ventata di diritto di cui l’istruzione italiana ha bisogno: arrivando, tra l’altro, a coincidere con la discussione di un contratto particolarmente importante, visto che nel 2019 diventerà triennale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »