Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 15 marzo 2018

Shopping online: più trasparenza sui costi delle spedizioni intra UE

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Le nuove norme fanno parte del pacchetto per il commercio elettronico e sono state approvate dal Parlamento europeo con 604 voti in favore, 80 contrari e 12 astensioni.Le imprese di spedizione dovranno fornire i prezzi per i servizi più utilizzati dai cittadini. La Commissione europea pubblicherà tali informazioni su un sito dedicato per consentire ai consumatori e alle imprese di comparare più facilmente prezzi nazionali e transfrontalieri e scegliere l’opzione migliore. Promuovendo una sana concorrenza, il nuovo regolamento dovrebbe contribuire a ridurre le differenze irragionevoli tra prezzi.Secondo una consultazione pubblica della Commissione del 2015, è emerso che oltre i due terzi dei consumatori avevano rinunciato a effettuare un acquisto online perché ritenevano che i costi di spedizione transfrontalieri fossero troppo elevati. Un altro studio del 2015 affermava che i prezzi di spedizione transfrontaliera di pacchi sono in media da 3 a 5 volte più elevati dei prezzi nazionali per lo stesso servizio.Se sono le aree urbane densamente popolate e le imprese con grossi volumi di affari a attirare forme di concorrenza nel settore della spedizione dei pacchi, le PMI e i consumatori che risiedono in aree remote hanno poca possibilità di scelta e sono soggetti a prezzi più elevati.Le norme inoltre permetteranno alle autorità di vigilare sui prezzi dei servizi di consegna transfrontalieri che sembrano irragionevolmente elevati.Le nuove disposizioni insistono particolarmente sull’aspetto di fornire il maggior numero di informazioni ai consumatori che effettuano acquisti transfrontalieri, sulle opzioni di consegna e sulle politiche di gestione dei reclami.
Gli operatori saranno tenuti inoltre a comunicare alle autorità nazionali il fatturato, il numero di pacchi consegnati, il numero e lo status dei dipendenti, le informazioni sui subappaltatori e le procedure di trattamento dei reclami per dare un quadro più chiaro sullo sviluppo del settore e per individuare eventuali carenze del mercato. I servizi di spedizione con meno di 50 dipendenti e che operano in un solo Paese sono esentati dalle nuove misure.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cloudinary to Host 2nd Annual ImageCon Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

San Francisco Thursday, April 12, 2018, 8:30 a.m. – 6:30 p.m. Cloudinary will host its second annual ImageCon conference and bring together digital experts to share ideas and best practices for building interactive and engaging digital experiences. Sponsored by Amazon Web Services (AWS) and Google Cloud, the developer-centric event will take place at the Four Seasons San Francisco, and all ticket sales will support Women Who Code, a global non-profit organization dedicated to inspiring women to excel in technology careers.Over 250 developers, designers and architects are expected to attend the day-long conference designed to provide a forum for industry experts and colleagues to discuss the trends and technologies that are influencing and reshaping the web, mobile experiences and customer engagement. The agenda will include technical sessions and real-world case studies on a variety of digital media topics such as AR/VR, machine learning and web performance. Expert speakers include:
Yoav Weiss, Akamai Technologies
Martin Splitt, Archilogic
Josh Clark, Big Medium
Katie Sylor-Miller, Etsy
Kitt Hodsden, Mackenzie King
Amy Cheng, New York Magazine
Ryan Cooke, Pinterest
“Businesses today increasingly understand the relevance of managing their large media assets in order to create better user engagement, no matter the industry, geography or device,” said Itai Lahan, Co-founder and CEO, Cloudinary. “We launched ImageCon to create an event for those passionate about media to come together, share insights and offer best practices for building, managing and delivering the kinds of online experiences that today’s user requires — and we’re thrilled with the community’s response.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

28th Annual Healthcare Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

New York. Aerie Pharmaceuticals, Inc. (NASDAQ:AERI), an ophthalmic pharmaceutical company focused on the discovery, development and commercialization of first-in-class therapies for the treatment of patients with open-angle glaucoma and other diseases of the eye, today announced that Richard Rubino, Chief Financial Officer, will present in a fireside chat discussion at the Oppenheimer & Co. 28th Annual Healthcare Conference on Tuesday, March 20, 2018 at 8:00am Eastern Time in New York, NY. Mr. Rubino will provide an Aerie overview and business update.
The fireside chat will be webcast live and may be accessed by visiting Aerie’s website at http://investors.aeriepharma.com/. A replay of the webcast will be available for 10 business days.Aerie is an ophthalmic pharmaceutical company focused on the discovery, development and commercialization of first-in-class therapies for the treatment of patients with open-angle glaucoma and other diseases of the eye. Aerie’s first product, Rhopressa® (netarsudil ophthalmic solution) 0.02%, for the reduction of elevated intraocular pressure (IOP) in patients with open-angle glaucoma or ocular hypertension, was approved by the U.S. Food and Drug Administration (FDA) in December 2017. A link to the full product label is available on the Aerie website at http://investors.aeriepharma.com. Aerie’s advanced-stage product candidate, Roclatan™ (netarsudil/latanoprost ophthalmic solution) 0.02%/0.005%, which is a fixed dose combination of Rhopressa® and widely-prescribed PGA (prostaglandin analog) latanoprost, achieved its primary efficacy endpoint in two Phase 3 registration trials, named Mercury 1 and Mercury 2, and also achieved successful 12-month safety and efficacy results in Mercury 1. The Roclatan™ NDA submission is expected to take place in the second quarter of 2018. Aerie is also focused on global expansion and the development of additional product candidates and technologies in ophthalmology.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Global Smoking Survey Findings To Be Presented Via Webcast

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Media worldwide are invited to attend a press event announcing the results of the 2018 State of Smoking Survey, a study commissioned by the Foundation for a Smoke-Free World that aims to better understand why people smoke, what motivates smokers to want to quit, and what makes quitting difficult. It also seeks to find commonalities and differences among smokers worldwide to help shape the development of better approaches for tobacco harm reduction and smoking cessation across diverse cultures and economic conditions.
The international research organization Kantar conducted qualitative and quantitative interviews with 17,421 smokers, ex-smokers and non-smokers in Brazil, France, Greece, India, Israel, Japan, Lebanon, Malawi, New Zealand, Russia, South Africa, United Kingdom and United States. The survey findings will be presented on March 19, 2018 at 10:00 a.m. EDT via live webcast. Media will have an opportunity to ask questions.The World Health Organization (WHO) states that there are one billion smokers worldwide and 7.2 million deaths from smoking each year. By uncovering key drivers behind why people smoke and main barriers to quitting, the Foundation hopes to advance innovative approaches to help smokers quit or switch to reduced-harm products. These approaches will aim to more rapidly and effectively eliminate smoking around the world, hence reduce smoking-related harm and deaths.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

QIAGEN’s QuantiFERON-TB® Gold Plus Gains Endorsement for Latent Tuberculosis Screening in Immigration

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

QIAGEN N.V. (NYSE: QGEN; Frankfurt Prime Standard: QIA) announced today that its QuantiFERON-TB® Gold Plus (QFT-Plus), the gold standard in accurate, cost-effective testing for latent tuberculosis (TB) infection, has been endorsed for immigration medical screening by the International Panel Physicians Association (IPPA). IPPA is a not-for-profit physician education group that works with countries that receive immigrants and refugees, including Australia, Canada, New Zealand, the United Kingdom and the United States. IPPA will hold its 2018 Intergovernmental Physician Training Summit from March 12-16 in Kuala Lumpur, Malaysia.
In a statement the IPPA called the modern class of TB tests known as interferon gamma release assays (IGRAs) “essential to the safety and efficacy of screening programs designed for early detection of TB infection.” Panel physicians, who are medically trained, licensed and experienced doctors practicing overseas and appointed by receiving country governments to handle the mandatory pre-departure medical examinations of migrants, will now be required to use IGRAs for TB screening. For the United States, more than 760 overseas panel physicians worldwide are responsible for examinations of more than one-half million migrants a year receiving permanent lawful residence in the U.S.IPPA said it “endorses the use of QFT-Plus, which is an FDA-approved IGRA that has been rigorously studied and validated by independent peer reviewed journals.” QuantiFERON-TB Gold Plus, the fourth generation of QIAGEN’s market-leading IGRA technology, is the only IGRA endorsed by the panel physicians group. The physician group also noted that “IGRAs have notable advantages over the TST, including higher accuracy especially in BCG-vaccinated persons, a single visit to obtain a result, and quantitative electronic laboratory-reported results that are confidential and with little to no subjectivity.” Many non-U.S.-born persons have been BCG-vaccinated, particularly individuals from countries with a high prevalence of TB.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Insulet to Share Omnipod Clinical Data at Three Major European National Diabetes Congresses

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Insulet Corporation (NASDAQ:PODD) (Insulet or the Company), the leader in tubeless insulin pump technology with its Omnipod® Insulin Management System (Omnipod System), announced that it will have a strong presence at three leading national diabetes congresses in Europe over the coming months:
Diabetes UK Professional Conference (Diabetes UK), March 14-16 at ExCeL, London
Société Francophone du Diabète (SFD) Annual Conference, March 20-23 at Cité des Congrès de Nantes, France
Deutsche Diabetes Gesellschaft (DDG) Diabetes Kongress, May 9-12 at CityCube Berlin, Germany
Insulet will have a booth presence at each meeting to allow its fast-growing European team to interact directly with the diabetes community. Additionally, at Diabetes UK, Insulet will hold a sponsored symposium, “The Omnipod Insulin Management System: Real-world use and future innovation” on Thursday, March 15, in Room 1 from 6:35–7:35 p.m. (local time). Healthcare professionals attending these congresses will also have the opportunity take the “Pod Challenge” to experience first-hand the simplicity and ease of use that the OmnipodSystem offers users globally.The Company’s presence at these major European meetings will provide a platform for the local Insulet teams to more broadly communicate the Company’s plans to transition to direct operations in Europe to distribute and support its Omnipod System on July 1, 2018. The latest news about the transition in Europe is available at https://www.omnipodeurope.com.
“We are excited to attend these important national congresses and support the diabetes communities in Europe,” said Patrick Sullivan, Chairman and Chief Executive Officer. “We are confident our local teams have the experience and talent necessary to transition this business successfully and to drive increased value for our customers and all of our stakeholders.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fortinet nomina la nuova Regional Vice President per la regione EMEA

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Fortinet® (NASDAQ: FTNT), leader mondiale nelle soluzioni di cybersicurezza integrate e automatizzate, ha nominato Lizzie Cohen-Laloum nuova Regional Vice President Southern Europe a capo delle Business Practice Carrier/MSSP per la regione EMEA, riportando direttamente a Yann Pradelle, Vice President Continental Europe. In qualità di senior executive dalla comprovata esperienza nello sviluppo del business e delle attività commerciali, Lizzie unirà le sue forze al team del regional management per guidare la crescita di Fortinet e l’espansione delle quote di mercato in tutta la regione. “Mi fa molto piacere avere Lizzie con noi. La sua esperienza nei segmenti di mercato enterprise e carrier telco, oltre alla solida conoscenza del settore, saranno risorse fondamentali per aiutarci a rafforzare la posizione di leadership di Fortinet in EMEA ed essere considerati come consulenti di sicurezza. Sono fiducioso che Lizzie ci aiuterà a raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati per il 2018 e oltre”, ha commentato Yann Pradelle. Lizzie entra a far parte del team Fortinet da F5, dove ha trascorso 15 anni e ha ricoperto una serie di ruoli di leadership nelle vendite, inizialmente come Sales Director Southern Europe e in seguito come Senior Vice President of Sales EMEA. Prima di F5, Lizzie ha lavorato per 10 anni in Nortel Networks con il ruolo di International Sales Director, dove si è concentrata sull’integrazione dei prodotti di telecomunicazione enterprise dell’azienda sviluppati a livello regionale a coinvolgimento delle vendite del canale globale di Nortel. Commentando la sua nomina, Lizzie ha dichiarato: “Sono davvero entusiasta di entrare in Fortinet, che considero uno dei più innovativi fornitori globali di network security sul mercato. Il mio ruolo consiste nello sfruttare questo successo per accrescere ulteriormente la nostra quota di mercato attraverso un focus enterprise per perseguire la crescita nel segmento Carrier/MSSP, oltre a sviluppare partnership con gli attori chiave del settore. Sono convinta che Fortinet seguirà un percorso di grande successo e non vedo l’ora di affrontare le nuove sfide e opportunità future.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Menara Networks Announces Customer Sampling of its 200G Digital Coherent CFP2-DCO Transceiver

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Menara Networks, an IPG Photonics business and a vertically integrated provider of IP/Ethernet DWDM transport solutions, today announced it is now sampling its Coherent CFP2-DCO transceivers to selected customers.Based on an advanced 16 nm Coherent Processor, Menara’s Digital CFP2-DCO “system-in-a-module” provides complete DWDM coherent transmission for 100G and 200G per wavelength in a CFP2 MSA small form factor. It performs all necessary adaptive PM-QPSK and PM-QAM 16 modulation, digital signal processing for linear and non-linear fiber impairments compensation, G.709 compliant OTN framing, and a multitude of hard and LDPC-based soft decision forward error correction encoders/decoders. Compatible with 100GE, CAUI, OTL4.10, and OTL 4.4 interfaces, Menara’s Coherent CFP2-DCO is full C-band tunable and supports ITU-T G.694.1 6.25 GHz Flexible Grid. With maximum versatility, it enables ZR, Data Center Interconnection, Metro and Long Haul applications.”Building on a long track record of bringing high performance optical modules with advanced functionalities to the market, Menara’s engineering team successfully integrated all necessary functions for digital coherent transmission in a CFP2 form factor,” said Salam ElAhmadi, Menara Networks CTO & VP of Engineering. “CFP2 smaller foot-print not only doubles the faceplate density but also improves 200G coherent transmission economics.”Menara Networks is showcasing its Hytham line of digital coherent modules live on a 200 km repeater-less fiber link featuring IPG Photonics’ industry-leading compact hybrid EDFA/Raman Optical Services Transport Platform (OSTP) at booth # 4423 on the exhibit floor of the Optical Fiber Communications from March 13-15, 2018 at the San Diego Convention Center. Also showcased live is the company’s Atlas line of full C-band tunable, industrial temperature grade 10G SFP+ and XFP modules with integrated OTN framing and Forward Error Correction based on the company proprietary ASICs.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Safety and Environmental Responsibility are Key Themes for Edwards at SEMICON China 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Safety in the sub-fab and environmental responsibility are important topics at SEMICON® China this year, taking place at the Shanghai New International Expo Centre, 14-16 March 2018. Visit Edwards (Hall N1 #1601), one of the world’s largest manufacturers of integrated vacuum and abatement solutions, to learn about effective approaches to improve fab safety and adhere to ever-evolving and stiffer environmental regulations.“Safe and effective management of process exhaust is a growing concern today, especially in the case of next-generation device manufacturing, such as 3D NAND, that require high flows of process gasses,” said Jason Xu, general manager, Edwards China. “We will be presenting solutions to these problems, in terms of both hardware and value-added services, and providing approaches to reduce risk.”Andrew Chambers, senior product manager, and Ma Zhen, applications manager China, will present the poster, “Managing Safety and Cost in Dielectric CVD Process Tool Exhausts – Future Sub-fab Integration Trends.” In their booth, Edwards will also be demonstrating the science of detecting leaks and discuss managing condensable gases in the exhaust line. Additionally, visitors at the Edwards booth can try out the “Molecule Blaster,” an immersive virtual reality experience that illustrates the abatement of greenhouse gases to reduce their impact on the environment; this also demonstrates how virtual reality can help training of service personnel.“Edwards customers truly benefit from ‘Global Knowledge, Locally Applied,’ with more than 4,000 employees world-wide and over 300 across China,” said Xu. “It is the broad experience and deep application knowledge of our tightly integrated network of global employees that allows us to develop industry-wide best-known-methods and then adapt them to the particular needs of each customer’s process, ensuring their safety, conserving the environment and helping to reduce risks.”Visit Edwards (Hall N1 #1601) to learn more about innovative sub-fab solutions and value-added services. Further information about Edwards can be found at http://www.edwardsvacuum.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il regno profondo: Perchè sei qui?

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Bologna Venerdi 16 marzo alle ore 21 Xing e il Polo Museale dell’Emilia-Romagna presentano negli spazi della Ex Chiesa di San Mattia: Il regno profondo. Perchè sei qui? lettura drammatica di Claudia Castellucci e Chiara Guidi, un corpo a corpo di linguaggio e di postura tra le due co-fondatrici della Societas Raffaello Sanzio.
Cosa faccio qui? – è la prima di molte domande che due ‘luogotenenti’ arroccate su un podio, si scambiano. Sono domande elementari, di discorsi ancora più poveri, ma se vi si badasse, come è qui il caso, si aprirebbero crepacci sulla superficie sicura della loro quotidianità. L’abitudine delle cose quotidiane entra all’improvviso nel turbine del dubbio radicale, e la logica stringente -cui le due figure si sottopongono-, è captata da un’ironia che pretende onestà. Le due figure sono ‘luogotenenti’ perché presidiano un luogo su cui sono arroccate, simbolo di fermezza circa il compito di difendere la logica del loro ragionare. L’unico motore, su cui tutto ruota, è la generazione continua di domande insaziate da provvisorie risposte, comprese quelle fornite dalla religione, che pure è la scienza del definitivo. Il carattere scettico e vedovile del dialogo rifluisce in un mare comico che lascia perplessi. La forma di teatro scelta per questo spettacolo recupera il dialogo didascalico classico, per la rappresentazione di un mondo privo di peso, dove ‘non succede niente’, come si suol dire. Le asprezze vernacolari tingono di sangue le vette glaciali di un ragionamento sofisticato che ridiventa primitivo e sfacciato.
Cosa faccio io qui? è la terza parte del ciclo Il regno profondo di Claudia Castellucci, dopo La vita delle vite e Dialogo degli schiavi. Produzione Societas
Claudia Castellucci e Chiara Guidi sono co-fondatrici della Societas Raffaello Sanzio (oggi Societas) compagnia che ha saputo porsi all’avanguardia nella scena teatrale internazionale dai primi anni Ottanta, basata al Teatro Comandini di Cesena. Claudia Castellucci è autrice di testi drammatici e teorici, interprete di spettacoli, fondatrice di scuole di tecnica della rappresentazione, con particolare attenzione allo studio del movimento ritmico e coreografico. Chiara Guidi svolge la propria ricerca scenica su un filo che lega infanzia e voce, lavorando come interprete, drammaturga, regista; e attivando diversi contesti di coinvolgimento scenico e pratiche di osservatorio. http://www.societas.es Col supporto di: Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna. Biglietti: Euro 12 capienza limitata – prenotazione obbligatoria apertura biglietteria h 20.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Amighetto Amighetti

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Poggio a Caiano (PO) 17 marzo nelle Scuderie medicee,via Lorenzo il Magnifico 9 nella sede del Museo Soffici e del ‘900 italiano. (Orario dal 17 marzo – 3 giugno 2018: dal giovedì alla domenica 10-13 / 14,30-19). Amighetto Amighetti (1902-1930) è una mostra antologica dedicata a un artista di indubbio e precoce talento, scomparso a soli 28 anni, che ha lasciato un’eredità pittorica di grande interesse. L’esposizione, promossa dal Comune di Poggio a Caiano con la curatela di Franco Dioli, rende omaggio attraverso 45 opere a un pittore ingiustamente dimenticato che ha segnato un percorso di eccellenza nel panorama artistico del primo ‘900. Ligure di nascita, ma poggese di adozione (vi sono nati il padre e la madre e qui riposa, nel cimitero comunale) Amighetti a soli 26 anni partecipò per la prima volta alla Biennale di Venezia e vi tornò anche due anni dopo, ma nello stesso anno venne a mancare per una grave malattia. Quello del Museo Soffici e del ‘900 italiano è il felice recupero di un artista che stupisce per la personalità e la tecnica padroneggiata già da giovanissimo ed è una mostra che permette di ampliare la conoscenza dell’arte del Novecento, un secolo del quale il Museo è interessato a indagare e valorizzare risvolti e contenuti sotto il profilo artistico e culturale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Stefano Domenicali protagonista a FORUMAutoMotive 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, sarà uno dei protagonisti più attesi dell’evento #FORUMAutoMotive, il serbatoio di idee e centrale di dibattiti sui temi della mobilità a motore in programma a Milano il 20 marzo (Enterprise Hotel in Corso Sempione, 91, dalle ore 9).Il numero uno dell’azienda di Sant’Agata Bolognese sarà intervistato nel corso del “Faccia a faccia” con il giornalista e fondatore di #FORUMAutoMotive Pierluigi Bonora, che si terrà dopo la chiusura del talk show “Donne al volante. Il tocco femminile alla guida di un’azienda automotive” e che anticiperà la tavola rotonda “Mobilità a motore tra sogno e realtà”.Tra i temi al centro dell’intervista anche i risultati conseguiti recentemente da Lamborghini, che nel 2017 ha consegnato nel mondo 3.815 vetture, nuovo record di produzione: +10% rispetto al 2016 e addirittura +300% nel confronto con la produzione del 2010 (1.302 unità). Un anno da incorniciare che ha visto il boom delle vendite di Aventador e Huracán, il debutto di modelli come la Aventador S Coupé e Roadster, la Huracàn Performante, e l’imminente arrivo del nuovo Super SUV Urus che ha portato il brand in un nuovo segmento, una vettura utilizzata nel quotidiano e destinata a conquistare anche molte donne.Le prospettive dell’azienda, le nuove sfide tra hi-tech e ibrido, i trend e l’evoluzione dell’automotive, il mercato italiano. Saranno questi e altri spunti a essere approfonditi nel corso del “Faccia a faccia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni 2018: Lega e M5S hanno le stesse proposte all’80%; Pd e M5S al 15%; Lega e PD al 5%

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

E’ fatta. Il Governo potrebbe insediarsi in pochi giorni. Come mai? Vediamo, analizzando le proposte di Lega, M5S e PD.
1) Lega e M5S hanno le stesse idee su: Europa, euro, Trump e Putin (politica estera), trattati internazionali, dazi, vincolo di bilancio, pensioni, immigrazione, liberalizzazioni, banche e vaccini;
2) PD e M5S hanno gli stessi pareri su: flat tax e armi;
3) Lega e PD hanno le stesse opinioni su: reddito di cittadinanza.
Abbiamo sintetizzato gli argomenti che sono elencati nei programmi presentati agli elettori, nel corso della campagna elettorale. Come si può vedere c’è una larga convergenza tra quanto proposto dalla Lega e quanto presentato dal M5S.Senza “inciuci”, il governo è pronto! Il problema è che non ci sono due Presidenze del Consiglio dei Ministri, una per la Lega e una per il M5S. La diarchia non è prevista dalla nostra Costituzione. Peccato.
(Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Settimana Mondiale del Cervello”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Fino al 18 marzo continua la “Settimana Mondiale del Cervello”, appuntamento annuale patrocinato dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) per far aumentare la pubblica consapevolezza nei confronti della ricerca su questo organo sofisticato e, nello stesso tempo, ancora misterioso del nostro corpo.Il tema dell’edizione 2018 è “Non c’è muscolo senza cervello” e A.L.I.Ce. Italia Onlus, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, ancora una volta aderisce con entusiasmo a questa iniziativa, in linea con gli obiettivi statutari della Onlus e in totale accordo con tutti i soggetti impegnati nella ricerca sulla malattia cerebrovascolare.Obiettivo dell’Associazione è quello di favorire la conoscenza dell’ictus cerebrale e dei fattori di rischio per cercare di limitare danni futuri, attraverso azioni di sensibilizzazione e informazioni precise su come si può prevenire, sull’importanza del riconoscimento precoce dei sintomi e del “fattore tempo” e, quindi, su come sia fondamentale chiamare subito il 112, su tutela sociale e corretta formazione di tutta la popolazione oltreché del personale e degli specialisti coinvolti nella diagnosi, cura e riabilitazione della patologia.
“Il cervello è un organo complesso che va salvaguardato: con la prevenzione e con l’adozione di corretti stili di vita possiamo pensare di mantenerlo in forma, evitando di incorrere in una patologia grave e debilitante come l’ictus cerebrale – dichiara la Dottoressa Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Onlus. La nostra sanità attualmente si trova a gestire una situazione complessa che deve fare i conti con diversi fattori come l’invecchiamento della popolazione e il contenimento della spesa pubblica ma, contemporaneamente, c’è un progresso costante in campo diagnostico-terapeutico (farmaci, strumentazioni, ausili, tecniche d’intervento innovativi). Non dobbiamo inoltre dimenticare che il nostro Paese vive di differenze anche molto significative tra regione e regione, soprattutto tra Nord e Sud: un esempio tra tutti è ancora oggi costituito dalla disomogenea distribuzione delle Unità Neurovascolari (Stroke Unit) sul territorio nazionale, nonostante le precise direttive ministeriali (Decreto n. 70/2015). Passi avanti ne sono stati fatti, ma la strada è ancora lunga ed è compito delle associazioni di sostegno ai malati, come A.L.I.Ce. Italia Onlus, quello di far sentire sempre più forte la propria voce evidenziando le carenze, denunciando ciò che non va e quello che ancora va fatto. Al centro ci devono essere la salute e il benessere del Cittadino, che deve essere sano, non ammalarsi. Ma se si ammala ci vogliono cure eque, un equo accesso ai servizi e, al rientro a casa, deve recuperare la migliore qualità di vita possibile, basata sulle proprie necessità e su quelle del proprio nucleo familiare”.
L’ictus cerebrale è una patologia che, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. Circa la metà degli italiani che ne vengono colpiti ogni anno rimane con problemi di disabilità anche grave: le persone che hanno avuto un ictus e sono sopravvissute, con esiti più o meno invalidanti, sono oggi circa 940.000, ma il fenomeno è in crescita, oltre che per l’invecchiamento progressivo della popolazione, anche perché tra i giovani è in aumento l’abuso di alcool e droghe.Per raggiungere standard omogenei e di qualità, ci vorranno una sempre maggiore integrazione tra enti ed organizzazioni diverse, scientifiche e non, una migliore coesione, proposte concrete e costruttive indirizzate ai medesimi obiettivi a livello nazionale, regionale e locale.Ulteriori dettagli e l’elenco delle varie iniziative attivate sul territorio nazionale durante la “Settimana Mondiale del Cervello” sono visibili sul sito web della SIN http://www.neuro.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Favorire l’accettazione degli investimenti responsabili come strategie mainstream

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

(By Iain Richards, Direttore Investimento Responsabile di Columbia Threadneedle Investments) La domanda di strategie d’investimento responsabile è aumentata costantemente negli ultimi anni, e prevediamo che seguiterà a crescere nel 2018. Tuttavia, diversi fattori continuano ad alimentare un inutile scetticismo, frenando l’accettazione degli investimenti responsabili (IR) come strategie mainstream. Tra tali fattori figurano la confusione attorno alla terminologia comunemente utilizzata in relazione agli IR e i timori riguardo alla solidità dei relativi dati di performance e alla mancanza di strumenti analitici adeguati. Per imprimere una svolta decisiva, occorre che il settore nel suo complesso si impegni a fornire un’offerta più strutturata e trasparente.La logica alla base degli IR è chiara: le aziende ben gestite o in miglioramento che guardano al futuro saranno più probabilmente in grado di generare rendimenti superiori e maggiormente sostenibili nel lungo periodo. Si afferma spesso che gli IR o l’integrazione di fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) in un investimento possano produrre performance migliori, e poiché questo punto non è più messo in discussione, qualsiasi approccio venga proposto è conseguentemente ritenuto valido. Tuttavia, l’enorme varietà di approcci applicati sotto le insegne dell’investimento responsabile ha creato un clima di incertezza e scetticismo sui vantaggi in termini di performance che, semmai, si sta intensificando.
Si impone da tempo una riconsiderazione di ciò che sono gli IR e di cosa essi comportino, sia per assicurare che le esigenze della generazione emergente di investitori responsabili possano essere soddisfatte, sia per contrastare il diffuso scetticismo attorno al contributo delle strategie IR alla performance.Ciò nonostante, e sebbene occorra ancora convincere molti investitori che l’integrazione degli IR nei propri portafogli non avrebbe un impatto negativo sulla performance, la domanda di strategie IR continua ad aumentare. Secondo uno studio europeo del 2016 sugli IR condotto da Eurosif, fra il 2013 e il 2015 gli attivi investiti in una vasta gamma di strategie IR sono aumentati dell’11%, passando da EUR 9.900 miliardi1 a EUR 11.000 miliardi2. Da allora tale crescita è continuata e si prevede che proseguirà ulteriormente, sia sul lato della domanda che sul fronte dell’offerta: si presume ad esempio un’espansione del 30% del mercato dei green bond e delle obbligazioni sostenibili e sociali. Concorre a trainare tale crescita anche la maggiore attenzione nei confronti della sostenibilità, in un contesto caratterizzato da una crescente consapevolezza di aziende ed investitori riguardo alla propria capacità di contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU.
Tutto questo sta conducendo a cambiamenti a livello di allocazione del capitale volti a generare benefici sociali e risultati positivi sostenibili.Da una recente indagine di HSBC risulta che il 59% delle società ha dei piani di investimento per rendere la propria attività più sostenibile da un punto di vista operativo, mentre il 73% degli investitori ha in programma di aumentare gli investimenti con un impatto sociale. Nonostante lo scetticismo della Casa Bianca, i cambiamenti climatici rimangono una questione prioritaria:
secondo lo studio di HSBC, il 68% degli investitori intende incrementare gli investimenti legati al clima o alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. L’attenzione per tali questioni si riflette anche a livello di politiche. Dopo l’adozione, nel 2015 (stesso anno dell’accordo sul clima di Parigi), dell’Articolo 173 della Legge francese sulla transizione energetica per una crescita verde, gli investitori francesi sono tenuti a rendere note le modalità di integrazione di fattori sia ESG che climatici nelle proprie politiche d’investimento, un requisito che sta stimolando il dibattito sulla possibile adozione di principi equivalenti in tutta l’UE.
Nel complesso, ci attendiamo di vedere un interesse crescente nei confronti degli IR e degli IR basati sui risultati. Tuttavia, in tema di integrazione dei fattori ESG, il perdurante scetticismo riguardo alle loro capacità di migliorare le caratteristiche di rischio e performance dei portafogli continua a rappresentare una sfida.
La domanda di investimenti responsabili è ai massimi storici, con oltre EUR 11.000 miliardi allocati in strategie d’investimento sostenibile e responsabile, e prevediamo di osservare un’ulteriore crescita nel 2018] Columbia Threadneedle Investments è un gruppo di asset management leader a livello globale che offre un’ampia gamma di strategie d’investimento a gestione attiva e soluzioni per clienti individuali, istituzionali e corporate in tutto il mondo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforma del Codice Antimafia

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Parma Venerdì 16 marzo, a partire dalle ore 9, si terrà a Palazzo del Governatore (piazza Garibaldi 2) il convegno La Riforma del Codice Antimafia e la gestione dei beni confiscati per un futuro di legalità e giustizia, organizzato da Università di Parma, Associazione Il Borgo, Aiga – Associazione Giovani Avvocati (sezioni di Parma e Reggio Emilia e Coordinamento Emilia Romagna), e Unione Giovani Dottori Commercialisti.
La mattinata si aprirà con i saluti del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, del Presidente della Provincia Filippo Fritelli, del Prefetto Giuseppe Forlani, del Rettore Paolo Andrei, del Presidente del Circolo Il Borgo Giuseppe Luciani, del Coordinatore Aiga Emilia Romagna Mariavittoria Grassi, del Presidente Aiga Parma Alessandra Palumbo e del Vice Presidente dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti di Parma Camilla Zanichelli.
L’apertura della prima parte dei lavori, dedicata nello specifico alla Riforma del Codice Antimafia, è affidata a Rosy Bindi, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, a cui seguiranno gli interventi di Giorgio Pagliari, docente dell’Università di Parma, Stefania Pellegrini, docente dell’Università di Bologna, e Michele Guerra, Assessore del Comune di Parma con delega alla legalità, moderati da Monica Cocconi, Delegata del Rettore dell’Università di Parma a Anticorruzione e Trasparenza.La seconda parte della giornata è dedicata a Legalità, Trasparenza e lotta al fenomeno mafioso, e dopo l’apertura da parte dell’Assessore regionale Massimo Mezzetti, vedrà gli interventi del Viceprefetto Vincenzo Pasqua e degli avvocati Mario Bonati e Simona Cazzaniga, moderati dall’avv. Mario L’Insalata.Il convegno affronta il tema della Riforma del Codice Antimafia in una prospettiva allo stesso tempo di formazione giuridica e di impegno civile, nel contrasto alla criminalità mafiosa. A questo proposito è significativo che l’evento si svolga poco prima della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti della Mafia che si terrà a Parma mercoledì 21 marzo; in vista di tale Giornata alcuni studenti hanno partecipato ad un Laboratorio di progettazione sociale sul tema delle Mafie, organizzato da Forum Solidarietà.La Riforma del Codice antimafia investe, principalmente, la disciplina delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, l’amministrazione, gestione e destinazione di beni sequestrati e confiscati, l’Agenzia nazionale con tali scopi. Rosy Bindi, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia nella scorsa legislatura, nella relazione finale dei lavori della Commissione ha formulato alcuni consigli su come proseguire il lavoro iniziato, a cominciare dalla verità sulle stragi mafiose che va ricercata nella classe politica per permettere un’applicazione effettiva della Costituzione italiana, a Settant’anni dalla sua entrata in vigore.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banco di Napoli e Mediocredito Italiano hanno finanziato Nicolaus

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Il Gruppo Nicolaus, attraverso operazioni di finanziamento sostenute da Mediocredito Italiano e dal Banco di Napoli, entrambe società del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha definito due operazioni immobiliari: l’acquisizione totale del villaggio Il Gabbiano, in Marina di Pulsano, e l’acquisizione del villaggio Bagamoyo, in Marina di Sibari, di cui diviene proprietaria al 50% insieme al gruppo riconducibile alla famiglia Loi, rafforzando, così, la partnership con ITI Marina Hotels & Resort.Per Nicolaus le due acquisizioni vanno nella direzione di rafforzare le strutture di proprietà, per aumentare la catena del valore in un momento particolarmente favorevole per le presenze turistiche nel mare Italia.Il Nicolaus Club Bagamoyo è un villaggio situato direttamente sul mare ed è dotato di 240 camere, immerso in un’ampia pineta, offre piscine e discoteca sulla spiaggia di fine sabbia bianca. Il Gabbiano è un Nicolaus Club Prime, ideale per una clientela alla ricerca di piccole attenzioni, che anche nel corso di una vacanza al mare, desidera poter usufruire sia dei servizi del villaggio che dei comfort alberghieri. L’hotel si compone di due edifici separati dalla piscina centrale, 92 camere e un accesso diretto alla spiaggia.Nicolaus è un tour operator con sede a Ostuni (Br), creato dai fratelli Giuseppe e Roberto Pagliara, attivo da oltre quindici anni nella programmazione e progettazione di pacchetti turistici. Successivamente al consolidamento della propria posizione nell’ambito dell’offerta pugliese, il gruppo Nicolaus ha diversificato le attività, sviluppando i segmenti del wellness e del luxury travel di medio e lungo raggio e mettendosi in evidenza tra i principali player nel mercato dei villaggi nazionale e mediterraneo. Attualmente gestisce 24 Nicolaus Club in Italia (Puglia, Campania, Basilicata, Sicilia, Sardegna) e 6 Nicolaus Club International all’estero (Minorca, Kos, Creta e Rodi). Il gruppo Nicolaus nel 2017 ha ottenuto ricavi per 80 milioni di euro, resi possibili dalla crescita delle presenze nei Nicolaus Club: dalle 78 mila registrate nel 2016 si è passati alle circa 102 mila del 2017.Mediocredito Italiano ha realizzato le operazioni avvalendosi dell’assistenza specialistica per gli investimenti alle imprese delle Filiali del Banco di Napoli, confermando la capacità di raggiungere capillarmente i migliori operatori economici nazionali sostenendone le ambizioni di crescita e sviluppo nei settori protagonisti della fase di ripresa in atto.Giuseppe Pagliara, Ceo di Nicolaus: “Le operazioni sono state eseguite secondo il nostro piano industriale attento da sempre alla gestione equilibrata dal punto di vista del debito e della patrimonializzazione. Il gruppo Nicolaus, con le strutture di proprietà attraverso le società di gestione e con l’attento lavoro del TO, opera continuamente per migliorare il prodotto secondo le esigenze del cliente. Il supporto di Intesa Sanpaolo è stato prezioso per compiere delle operazioni snelle e compatibili con l’attenzione che ci contraddistingue da sempre sulla posizione finanziaria della nostra società e per noi si è confermato come il miglior partner possibile. Nell’operazione Bagamoyo è strategica per noi la partnership con ITI Marina Hotels & Resort con la quale condividiamo le vedute e l’approccio al business equilibrato e stabile. Per il futuro il nostro piano industriale non esclude altre operazioni del genere, con la presenza sempre più massiccia di Nicolaus sul prodotto mare Italia ed Estero attraverso il consolidamento dei Nicolaus Club e dei Nicolaus Club Prime”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il maestro e il discente

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

“Un mondo migliore richiede sapere, bontà e coraggio. Non bisogna rimpiangere il passato o soffocare il libero ingegno con idee che uomini ignoranti ci hanno propinato per secoli. Occorre sperare nell’avvenire, e non voltarsi a guardare a cose oramai morte, che, confidiamo, non rivivranno più in un mondo creato dalla nostra intelligenza.” E qui dobbiamo necessariamente fare una doverosa riflessione sui nostri pedagoghi. Essi hanno voluto imporci un modello di società formale e ipocrita e impedendo ai giovani d’esercitare la loro naturale curiosità. Giustamente Russell osservava: “Tutti i ragazzi si appassionano ai treni, alle ferrovie, eccetera. Credete che questo interesse verrebbe meno se si dicesse loro che la parola “treno” è sconveniente e che non sta bene d’occuparsi di queste cose? Se si bendassero gli occhi ai ragazzi tutte le volte che devono fare un viaggio, e si creasse un’atmosfera misteriosa attorno ai mezzi di trasporto, credete che non ci penserebbero più? Al contrario, il loro interesse aumenterebbe, con in più un morboso senso di peccato. Lo stesso avviene per ciò che riguarda il sesso, in forma più grave, naturalmente, trattandosi di cosa importante e delicata. Il sesso è un aspetto ben più rilevante del treno. Nella mentalità cristiana il sesso deve essere tabù sia pure con il pericolo che molti adolescenti di viva intelligenza diventino nevropatici, timidi, crudeli, ebeti. Tanti ammalati di nervi sarebbero persone normalissime se, in gioventù, avessero ricevuto una più adeguata educazione sessuale. E’ assurdo imporre a un fanciullo l’ignoranza di cose che egli è ansioso di conoscere. Non si potrà avere mai un popolo sano se non si aboliscono questi sistemi, e se l’educazione della gioventù continuerà ad essere controllata ambiguamente.” Queste cose le scriveva Russell oltre mezzo secolo fa ma sta a noi, nella nostra esperienza quotidiana renderci conto di cosa e come è cambiato tale modo di pensare ma anche dei danni che ha lasciato. Non va dimenticato, a questo proposito, che negli ultimi 50 anni abbiamo mutato non di poco il nostro modo di vivere e persino di pensare.
Io che allora c’ero quando per la mentalità dei padri non mi permettevo di fumare davanti ai miei genitori, che il matrimonio era un vincolo sacro e la donna doveva accettarlo anche senza amore e i figli dovevano ubbidire senza fiatare e costruire il loro futuro con la benedizione genitoriale e pure del parentato e benedico il cielo che tutto ciò appartenga solo al passato ma nello stesso tempo non intravedo la luce che sconfigge le ombre dagli eccessi odierni. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le mutazioni genetiche del nostro pensiero

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Oggi si può disquisire quanto si vuole sul buono che abbiamo lasciato e il “meglio” in cui ci siamo ritrovati. Allora, tanto per fare un esempio, il politico che doveva raggiungere la piazza di un paesino di provincia per un suo comizio utilizzava il mezzo pubblico ed ora invece arriva con la scorta e quanto altro. Allora si applaudiva anche se non erano del tutto chiari i concetti espressi soprattutto se aveva la voce suadente e disponeva di frasi ad effetto ed oggi invece è un politico a la page se è chiacchierato, evade il fisco e ha l’amica oltre la seconda o terza moglie benedette dal divorzio ma il parroco o il vescovo del posto non si sentono imbarazzati a stringergli la mano ossequienti. Ben diverso è, ovviamente, l’atteggiamento di questi ecclesiasti se si trovano al cospetto di persone co-muni. Non dimentico a questo riguardo che anche i comunisti di un tempo erano assimilabili ai democristiani “bacchettoni” se si pensa alle contrarietà espresse dagli stessi fedelissimi che mal vedevano il legame che univa Togliatti alla Iotti. Come dire: i valori della famiglia tradizionale andavano tutelati in primis, a prescindere.
Se penso che sul finire del XX secolo già i genitori di allora non trovavano nulla di disdicevole se i propri figli andavano a formare una famiglia senza sposarsi o in chiesa o civilmente, oggi chi ci dice che i nuovi giovani sono ritornati all’antico più per essere trasgressivi al contrario, tanto c’è il divorzio?
E gli “antenati”, genitori e nonni se non bisnonni, non potevano rischiare di passare per degli antiquati agli occhi dei loro rampolli se non li assecondavano. Bisogna essere al passo con i tempi e così fu che anche in Italia s’incominciò ad introdurre l’istituto del divorzio, a riconoscere i diritti delle coppie gay e soprattutto a parlarne uscendo dai vari tabù che ne avevano vietata persino la citazione.
Sul piano sessuale si può dire che la rivoluzione è stata totale. Avendo sempre a paragone i 50 anni fa, vi era ancora l’abitudine, sebbene stesse già allora perdendo colpi, di andare dal barbiere dove all’inizio dell’anno si poteva avere in regalo il pacchetto di figurine di donnine semisvestite o del tutto nude. Eravamo anche nel mezzo delle censure televisive dove esibirsi con poco indosso, in specie se si era procaci, in certi attributi femminili, era proibito e se qualcosa passava le polemiche al vetriolo non mancavano e taluni arrivavano sino alla denuncia penale. Eppure non siamo temporalmente lontani da ciò che oggi ci tocca vedere. Sembra che i nostri occhi ci abbiano fatto così bene l’abitudine che riusciamo a seguire gli spasmi erotici in televisione o al cinema con la massima indifferenza mentre 50 anni fa una giarrettiera che si slacciava ci sconvolgeva la mente. Mi verrebbe da dire: “O tempora O mores”, di ciceroniana memoria quando i nostri avi descrivevano i fasti e i nefasti dell’antica Roma e che oggi possiamo ripetere con altrettanta, se non maggiore, forza pensando che oltre al pudore abbiamo smarrito il senso della vita dove la povertà significa che sei un perdente e se hai i soldi, e non importa come li hai guadagnati, sei un vincente. E si fa l’amore non perché si ama ma perché si soddisfa un bisogno fisico e le donne vanno a caccia di uomini che possono soddisfarle così come un tempo tale opportunità era offerta solo all’altro sesso. Stiamo entrando nel mondo di Sodoma e Gomorra? No ci dicono i moralisti, in chiave contemporanea. Ci stiamo liberando semplicemente dei nostri tabù anche se ciò significa, per l’uso snodato che ne facciamo, perversione, cinismo e nessun rispetto per il nostro prossimo. Ma vi è anche da dire che non tutto muta senza lasciare tracce evidenti di quel passato come la notizia di qualche anno fa che la Rai ha spostato in seconda serata una trasmissione dedicata all’educazione sessuale. E’ accaduto alla puntata di Presa Diretta del 31 gennaio del 2016 e sembra che lo abbiano fatto per non urtare la sensibilità del pubblico della prima serata. Lo denuncia l’on. Nicola Fratoianni, membro della commissione parlamentare di vigilanza, preannunciando anche un’interrogazione parlamentare in merito. E ancora l’oscuramento con pannelli di alcune statue in Campidoglio a Roma, dove si vedevano alcune nudità per la visita di un eminente personaggio. Chi lo ha deciso avrà anch’egli pensato di non urtare la sensibilità del presidente dell’Iran in visita nella nostra capitale. Eppure tanto puritanesimo si scontra, inevitabilmente, con la nostra quotidianità. Se accendiamo una qualunque tv, pubblica o privata che sia, o sfogliamo una qualsiasi rivista cartacea o ci capita di vedere un certo cartello pubblicitario, siamo sommersi di notizie, ammiccamenti sessuali e di storie di violenze di ogni tipo, che, per quanto ci riguarda sono anche più oscene (dal punto di vista umano) di due genitali o un seno al vento. Poi ci sono altre trivialità che non fanno parte della figura del corpo umano, e sono quelle che ascoltiamo anche nelle aule parlamentari, in ogni film o telefilm o spettacolo di intrattenimento mondano o culturale o politico, fin nei cartoni animati (non sono scurrili quei cartoni animati in cui i protagonisti sono dei porcellini che poi, durante uno spot, si invita a mangiarseli in forma di salame o alimenti del genere? … e non è questione d’essere vegetariani…). (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oscenità e violenza nei costumi della nostra contemporaneità

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Osceno – per quanto ci riguarda – è un concetto intimo, e la sua socializzazione è sempre sinonimo di violenza di qualcuno su qualcun altro, questo qualcuno che vuole imporre all’altro il proprio concetto e la propria pratica di oscenità. Talvolta leggendo una sentenza di un giudice, oltre che mantenerci la pancia dalle risate che ci provoca, subito dopo ci rattristiamo: è il Paese in cui siamo nati ed in cui continuiamo a vivere. Si, lo so, siamo testardi a non cambiare Paese, ma c’è sempre un qualche motivo o una qualche bellezza che ci allontana da questi propositi. Mi chiedo, a volte, se i nostri buoni intendimenti non vanno a scontrarsi con le leggi della globalizzazione che oltre a farci vedere tante cose da chi vive all’altro capo del mondo cerca d’importi, per imitazione, la sua cultura e le sue abitudini nel bene e nel male anche se quest’ultimo prevale sul primo. Abbiamo scoperto l’America? No, era stata già scoperta. Ne scriviamo solo perchè, da irriverenti quali siamo verso questa sorta di “pudore di Stato”, auspichiamo che, a furia di parlarne, qualcuno ci rifletta sopra, si incavoli in ogni ambito e ne faccia tesoro per chi dipende dalle sue decisioni e per i propri figli. E’ che tutto è diventato un prodotto d’importazione e d’esportazione. Alla fine non ci accontentiamo più d’essere dei malvagi ma vogliamo esserlo di più per sfidare le stesse leggi della natura e della convivenza civile.
Un tempo il ladro colto in flagrante si limitava a fuggire oggi si rivolta contro la vittima e non esita a seviziarla e ad ucciderla. Abbiamo, in pratica, perso il senso della misura. Non riusciamo più a dare una ragione al nostro essere e divenire e persino quando si deve essere raccolti nella preghiera guardiamo di sottecchi il nostro vicino e siamo distratti da pensieri poco “onorevoli” per una ragazza che ti siede accanto e ti sfiora il braccio e ti accorgi che è carina e che ha il seno che si rivela sotto le pieghe del vestito.
La circostanza ci fa riflettere non tanto per le distrazioni che ci permettiamo in un posto che noi stessi, per altro, abbiamo considerato sacro, ma per la nostra inettitudine nel valutare gli eventi e capacità di saperli controllare e considerarli nella giusta misura. Abbiamo notato, ad esempio, nel pieno di una celebrazione religiosa, cosa accade se nell’affollato asembramento c’è un bambino che piange? Quasi tutti cercano con lo sguardo di localizzare la fonte come se rivolgendo lo sguardo sull’autore e sulla persona alla quale è stato affidato il bimbo si possa tacitare quel pianto o per lo meno accettarlo e giustificarlo o anche esprimere un giudizio critico per chi dovrebbe fare in modo di acquetarne gli effetti sonori. A volte per una manciata di secondi se non di minuti noi ci distraiamo del tutto dall’ambiente dove ci troviamo per far divagare i nostri pensieri, per allontanarci mentalmente dal luogo sacro e dalla funzione che stiamo seguendo che è partecipazione spirituale e materiale alla sacralità del rito. Lo stesso accade per chi tiene accesa la televisione a basso volume mentre si sfaccenda in casa e si finisce con il recepire le notizie che la mente riesce a catturare casualmente confondendone il messaggio tra il trasmesso e la nostra capacità di deformarne il contenuto in virtù del fatto che ne cogliamo solo una parte e cerchiamo di colmare il resto con ciò che supponiamo possa aver detto il personaggio che ci sussurra qualcosa dal monitor del televisore. Questa nostra palese incapacità di ascoltare con attenzione ciò che gli altri dicono non ci consente di seguire il filo logico delle argomentazioni espresse dal nostro occasionale interlocutore e trarne motivo di riflessione rifuggendo dai giudizi avventati o da ricostruzioni di comodo del suo pensiero.
In questo modo i messaggi che gli altri c’inviano finiscono con il peccare di autenticità, non ci permettono di trarne un obiettivo spunto di riflessione, non ci stimolano a valutazioni di merito e a cogliere, nella migliore delle ipotesi, le insidie di un messaggio che sublima l’inganno e la disinformazione. Abbiamo, in pratica, allentato il nostro livello di attenzione, la nostra capacità di discernimento. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »