Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Intervista a Brunetta a “La Repubblica” sulle presidenze delle Camere

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 marzo 2018

“Io dico che se si raggiunge un accordo istituzionale serio sulle presidenze, che non si presti a trabocchetti e agguati d`aula, allora potremmo compiere un buon primo passo verso la formazione di un governo”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “la Repubblica”. Sta dicendo che andiamo verso un possibile governo centrodestra-5Stelle? “Questo lo sta dicendo lei. Io mi limito a dire, alla Catalano, che è meglio avere un accordo sulla presidenza delle Camere che non averlo. E forse siamo a buon punto”.
“Di nomi finora non si è parlato e io non ne faccio. Non sono stati al centro dell`incontro avuto con Toninelli e Grillo”. Non le hanno fatto dunque quello di Fico? “Non spetta ai capigruppo trattare e pronunciarsi sui possibili candidati. È una scelta demandata ai leader e nel vertice del centrodestra in programma oggi a Roma tra Berlusconi, Salvini e Meloni si scioglieranno gli ultimi nodi”.
I grillini, da voi incontrati, insistono invece sulla Camera. “Questi sembra siano i desiderata di Di Maio, stando alle sue dichiarazioni. Nulla è ancora deciso”.
“Una cosa è certa: il calendario. Il centrodestra unito sta lavorando per arrivare a una soluzione in tempi rapidi. lo penso che entro la giornata di sabato, se la situazione resta quella che si sta delineando, potremmo eleggere i presidenti di Camera e Senato. La settimana successiva gli uffici di presidenza e i capogruppo, che poi dovranno presentarsi al Quirinale per le consultazioni”.Al Colle il centrodestra si presenterà unito o in ordine sparso? “Una decisione non è stata presa. Ricordo solo che nel 2013 ogni formazione si presentò con i propri vertici, separatamente”.Presidenze tra centrodestra e M5S, tutti gli altri fuori? “No. Ci siamo fatti carico di far presente ai colleghi dei 5Stelle che la rappresentanza istituzionale, per vicepresidenze, questori, segretari, deve essere la più ampia possibile. Necessario ed opportuno cioè coinvolgere il Pd, contrariamente a quanto fatto da loro cinque anni fa”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: