Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Via Crucis al Colosseo

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

Questa sera, durante la Via Crucis del Verdì Santo, il Colosseo tornerà a parlare al mondo del martirio cristiano e a creare e riannodare «un legame – virtuoso e di testimonianza – tra i cristiani della prima ora, uccisi in quel luogo e quelli che ancora oggi vengono uccisi in diverse parti del mondo per aver accolto seriamente nella loro vita Gesù ed il suo Vangelo».
Un’occasione per ripensare ai molti cristiani che oggi, ancor più che nei primi tempi della Chiesa, pagano con il martirio la fedeltà a Cristo. Fratelli nella fede dai quali, afferma monsignor Galantino, noi che viviamo in «un mondo a corto di testimoni coerenti e appassionati, soprattutto appassionati di Cristo e del Vangelo», possiamo trarre un fondamentale insegnamento. «Il sangue dei nuovi martiri è condanna della nostra superficialità e della superficialità con la quale viviamo la fede, ridotta troppo spesso ad apparenza, a cerimonie che non impegnano e a parole – semmai pie – ma irrilevanti. Cerimonie e parole sulle quali facciamo fatica a scommettere qualcosa di noi stessi».Ma il loro esempio impone al tempo stesso atti concreti da parte nostra. Impone a tante istituzioni di spezzare il loro «triste, assordante e insopportabile silenzio» sulla violenza consumata a danno dei cristiani, e a molte agenzie culturali e umanitarie di porre fine alla loro «riprovevole commozione a intermittenza», che si accende soltanto in occasione di eventi tragicamente eclatanti.
Stasera, durante la Via Crucis, guardando all’Anfiteatro Flavio tutti noi dobbiamo ascoltare il grido dei milioni di cristiani perseguitati. «Papa Francesco ci invita continuamente a far sentire la nostra vicinanza a questi fratelli e sorelle di fede. Ma questo non basta! Bisogna fare tutto quello che è possibile per fermare la violenza cieca di chi vigliaccamente assalta chiese, distruggendole e uccidendo i fedeli. Bisogna fermare la logica perfida ed omicida delle cosiddette leggi contro la blasfemia!».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: