Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 279

Archive for 3 aprile 2018

CVB Financial Corp. Announces First Quarter 2018 Earnings Release Date, Conference Call and Webcast

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

CVB Financial Corp. (NASDAQ: CVBF) and its principal subsidiary, Citizens Business Bank (together, the “Company”), announced today that the Company plans to release its financial results for the first quarter ending March 31, 2018 after the market closes on Wednesday, April 18, 2018. Management will hold a conference call at 7:30 a.m. PDT/10:30 a.m. EDT on Thursday, April 19, 2018 to discuss the Company’s first quarter 2018 financial results.
To listen to the conference call, please dial (877) 506-3368. A taped replay will be made available approximately one hour after the conclusion of the call and will remain available through May 3, 2018 at 6:00 a.m. PDT/9:00 a.m. EDT. To access the replay, please dial (877) 344-7529, passcode 10118523.The conference call will also be simultaneously webcast over the Internet; please visit our Citizens Business Bank website at http://www.cbbank.com and click on the “Investors” tab to access the call from the site. Please access the website 15 minutes prior to the call to download any necessary audio software. This webcast will be recorded and available for replay on the Company’s website approximately two hours after the conclusion of the conference call, and will be available on the website for approximately 12 months.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inside An Intel Chip Fab: One Of The Cleanest Conference Rooms On Earth

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

No dust mops needed here. The inside of a chip factory is cleaner than about any other place you can visit on Earth. To avoid contaminating the chip-making process, the air in an Intel fab clean room is filtered to 1,000 times fewer airborne particles than a sterile hospital operating room.
Intel operations leaders gather for the daily “8:20” – a morning huddle inside Fab D1X to ensure that the Hillsboro, Oregon, chip factory is running smoothly. Up to 30 people may squeeze into this room to confer on factory tool status, parts availability, operating forecasts, experts who may be needed or other urgent issues. The fab – the size of four football fields – runs 24/7/365. (Credit: Walden Kirsch/Intel Corporation)The “Team Room” inside Intel’s Fab D1X in Hillsboro, Oregon, is unique.
It’s the sole conference room inside this entire multibillion-dollar factory. Though the fab sprawls over four football fields, every square foot is supremely expensive and valuable. That’s why Intel designed leading-edge Fab D1X with one and only room like this.
Anything entering the fab – including the Fab D1X Team Room – must be thoroughly scrubbed or swabbed. Human skin and hair must be almost entirely covered. Workers wear head-to-toe bunny suits, protective glasses, two pairs of gloves, booties, hoods, and face masks. Workers often recognize one another by their build or their gait, not their face.In the D1X Team Room, anything that could shed particulates is verboten. No makeup, for example. Common supplies like paper and pencils are off-limits too – they both can create micro-dust. Only ink pens and special fab-approved synthetic paper are allowed in. This is the first photo inside the D1X Team Room ever shared externally.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aida di Giuseppe Verdi al teatro Argentina

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Roma Dal 4 al 27 aprile al Teatro Argentina Largo Argentina 1 in scena AIDA di Giuseppe Verdi, nuovo titolo per l’edizione 2018 del progetto SCUOLA INCANTO, innovativo metodo didattico per l’apprendimento della musica e dell’opera lirica, destinato alle scuole dell’infanzia, elementari e medie, in una versione speciale, coloratissima ed esplosiva che vede in scena – protagonisti – decina di migliaia di bambini. Il progetto approda al Teatro di Roma per il quarto anno consecutivo dopo i successi entusiasmanti della TRAVIATA di Giuseppe Verdi (2015), della CENERENTOLA di Gioachino Rossini (2016), del FLAUTO MAGICO di Wolfgang Amadeus Mozart. Ideato e realizzato dall’Associazione Musicale Europa InCanto, Scuola InCanto è un progetto didattico di avvicinamento alla lirica pensato per gli allievi e gli insegnanti della scuola dell’obbligo con lo scopo di diffondere la conoscenza e l’amore per la musica, l’opera e il teatro in generale. Con Scuola InCanto docenti e studenti dai 3 ai 13 anni potranno vivere da protagonisti il fascino del celebre melodramma verdiano, grazie ad attività didattiche a scuola e in teatro basate sul gioco e il canto. Attraverso seminari, incontri e laboratori per studenti e docenti, i partecipanti studiano la trama e i personaggi di Aida e imparano a intonarne le arie supportati dal libro didattico, dal cd e da OperApp, l’innovativa app per scoprire l’opera tramite smartphone. Un percorso di apprendimento che approda sul palcoscenico dell’Argentina con l’esibizione degli alunni iniseme a cantanti e attori professionisti, guidati dal direttore d’orchestra e accompagnati dall’ensemble orchestrale, in un travolgente spettacolo finale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il complotto Toscanini

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Roma Sabato 7 Aprile – ore 11.00 Biblioteca Vaccheria Nardi – Via Grotta di Gregna, 37 Il complotto Toscanini di Filippo Iannarone. Con l’Autore interviene Giovanni Fasanella, giornalista e scrittore. Interventi musicali di Alvarez Guitar Quartet: Sandro Lazzeri, Stefano Falleri,
Paolo Saltalippi, Alessandro Zucchetti. Piazze, provincia di Siena, 1935. È notte quando la quiete immobile della cittadina toscana viene squarciata da un grido. Di fronte alla folla riversatasi in pochi istanti tra le vie, il corpo inerme di un uomo ucciso da una serie di violente percosse: si tratta di Alberto Rinaldi, solo all’apparenza un comune medico di provincia. In realtà, un luminare della medicina del tempo. Grazie alle sue cure miracolose, infatti, tra i suoi pazienti si annoverano personalità di spicco in Italia e in Europa, fino in America. Malgrado l’attenzione dei giornali e della famiglia della vittima, però, le indagini e il processo si rivelano una farsa, nulla viene chiarito dalla giustizia e tutto scivola nell’oblio. Quattordici anni dopo, nel 1949, il presidente della repubblica Luigi Einaudi vuole conferire la nomina di senatore a vita al grande compositore e direttore d’orchestra Arturo Toscanini. Sul passato del maestro, però, c’è un’unica ombra: il suo nome compare tra i documenti dell’indagine per l’omicidio di Rinaldi, e in quella delicata fase storica di transizione repubblicana è necessario che nessun personaggio pubblico abbia scheletri nell’armadio.
Ma perché la morte di Rinaldi ha a che fare con Arturo Toscanini? Che cosa legava lo scienziato e il maestro? E perché una nuova indagine potrebbe far emergere un coinvolgimento di Toscanini in quella morte spaventosa?Il colonnello Luigi Mari, figura eroica dell’antifascismo liberale, affiancato dal giovane tenente Barbetti, viene incaricato di far luce su un mistero che dura ormai da troppo tempo. Tra depistaggi, colpi di scena e congetture fruttuose, Mari cercherà di scoprire una verità che in molti hanno voluto celare. Il legame tra un genio della direzione musicale e un genio della scienza medica sono l’occasione per narrare del coraggio, dell’audacia e dell’Italia della ricostruzione dopo la tragedia della guerra e del fascismo.
Filippo Iannarone, È nato a Roma nel 1954. Laureatosi in Giurisprudenza, ha proseguito gli studi sulla giurisdizione criminale nel XVI secolo presso l’Archivio Vaticano e presso la Scuola di Paleografia, Diplomatica e Codicologia. Ha lavorato nel gruppo Eni, creato un proprio studio legale, è poi diventato imprenditore nel settore alberghiero. Attualmente vive in Germania. Il complotto Toscanini, il suo primo romanzo, è il frutto di studi, letture e un grande amore per la musica. Il suo sito: http://www.filippoiannarone.it Pagine 400 – Euro 19,90.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cervia Città Giardino

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Cervia. La mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa riapre i battenti nel mese di maggio. Tema per gli allestimenti 2018 “Sport tra Ambiente e Natura”L’ambiente è unico. Fra pineta, mare e saline il territorio cervese accoglie i visitatori con colori sempre accesi e profumi inebrianti offrendo innumerevoli opportunità di vita a contatto con la natura. La pineta con percorsi attrezzati e palestra all’aria aperta invitano ad attività fisiche e salutari come jogging, nordic walking, passeggiate immersi nel verde. La salina, scrigno naturalistico del parco del Delta del Po, diventa protagonista al tramonto nella meraviglia dei colori del cielo che virano dall’arancio al viola, al rosso. Sulla spiaggia le passeggiate lungo la battigia ascoltando il suono della risacca aiutano a ricaricare fisico e spirito.In questo ambiente che predilige verde e natura spicca una manifestazione internazionale che ogni anno rinnova l’abito verde della città. Cervia Città Giardino,Maggio In Fiore nata da una idea elaborata a tavolino da un gruppo di amici verso la fine degli anni sessanta oggi ha assunto un carattere internazionale di grandissimo livello ed è diventata la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa nonché punto di riferimento per architetti ed tecnici del verde di tutta Europa. La manifestazione ha fin da subito posto l’attenzione su un tema importantissimo e per i tempi molto all’avanguardia, ovvero cura e salvaguardia dell’Ambiente.Quest’anno sulla scia dell’esaltazione dello sport che rispecchia una prerogativa dell’area cervese rimarcata dalla presenza già dal 2017 dell’incredibile manifestazione sportiva IRONMAN Italy Emilia Romagna, Cervia Città Giardino ha eletto “Sport tra Ambiente e Natura” a tema dell’anno 2018.
Manifestazione non competitiva, coinvolge ogni anno oltre 60 partecipanti fra enti, scuole, realtà di vario tipo soprattutto città europee che si sfidano in architettura del verde per offrire quanto di meglio e più sbalorditivo si può creare con piante e fiori. L’evento esce dai confini europei attraverso la partecipazione dell’associazione canadese “Communities in Bloom”, che organizza ogni anno il concorso ”International Challenge” che include rappresentanze da tutto il mondo. Il tutto sfocia in una mostra all’aria aperta molto articolata, fruibile ad ogni ora della giornata per il periodo da primavera ad autunno inoltrato fino al ricambio della primavera successiva, momento in cui si mette a punto il nuovo il look floreale della città. Si tratta di una exhibition diffusa sulle aree pubbliche di tutto il territorio cervese che caratterizza piacevolmente città e paesaggio.
Giunta alla sua 46^ edizione Cervia Città Giardino, presenterà i nuovi giardini il 26 maggio in un week end festoso all’insegna di natura e sport. Migliaia le piante e i fiori che saranno utilizzati per gli allestimenti che ogni anno stupiscono sempre di più per fantasia e originalità delle composizioni. Nel week end del 26 e 27 maggio, il Verde Mercato dedicato agli appassionati di giardinaggio e di erboristeria animerà il centro storico da mattino a sera. Saranno esposte piante, fiori, prodotti naturali, vasi, arredo per esterni. A completare il week end floreale la mostra Primavera in Bonsai e una Estemporanea d’Arte.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessio Allegrini e Tetraktis Percussioni suonano all’Aula Magna della Sapienza

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Roma sabato 7 aprile alle 17.30 per i concerti della IUC. Tetraktis la mattina del giorno precedente – venerdì 6 aprile alle 11.00, sempre all’Aula Magna – incontra il pubblico delle scuole e tutti gli appassionati in una conferenza-concerto della serie “Musica pourparler” intitolata “PercuoTiAmo: 1000 modi di fare musica con le percussioni”.Alessio Allegrini, un grande virtuoso del corno, il preferito da Claudio Abbado, e Tetraktis, un gruppo di percussionisti di eccezionale bravura, spaziano dai classici come Cherubini e Rossini fino ai grandi del Novecento come Cage, al tango di Piazzolla e alla musica brasiliana. L’originale amalgama sonoro formato da strumenti così diversi ha anche sollecitato l’estro di due compositori contemporanei che hanno scritto dei nuovi brani apposta per loro.
Un incontro tra le percussioni e il corno è veramente insolito, perfino bizzarro, qualcosa di mai ascoltato prima, ma proprio questo ha tentato Tetraktis Percussioni e Alessio Allegrini a sperimentare questa novità. Insieme eseguono la trascrizione per corno e percussioni di una Sonata di Luigi Cherubini e brani di due autori italiani contemporanei, in prima esecuzione romana: il primo è Elegie del noto jazzista Ramberto Ciammarughi, espressione del lirismo inaspettato che il corno e le percussioni riescono a creare. L’altro è OUT del giovane e apprezzato compositore Riccardo Panfili, innovativa sintesi dei suoni e dei linguaggi della nostra società, in cui convivono la Pop Art, le sperimentazioni ardite, il rock e tanti altri generi musicali.Le percussioni di Tetraktis eseguono inoltre la vivacissima e travolgente Sinfonia dell’Italiana in Algeri di Gioachino Rossini, il virtuosistico Trio per Uno per una gran cassa e tre percussionisti del serbo Nebojša Jovan Živkovic, The song of Quetzcoatl di Lou Harrison, ispirato al mitico serpente piumato adorato dagli atzechi, e Third Construction di John Cage, frutto di una ricerca tra le infinite poliritmie della tradizione centroafricana, un brano molto complesso che è un vero tour de force per i 4 esecutori. Il concerto si conclude con la prima esecuzione a Roma della Brazilian Suite, basata su bellissime melodie della tradizione brasiliana, abilmente rielaborate da David Short appositamente per Allegrini e Tetraktis.
Allegrini e Tetraktis sono uniti dalla convinzione che la musica sia un diritto inalienabile per l’umanità e mettono la musica a sostegno dei diritti umani, ancora troppo poco riconosciuti e tutelati. Questo loro concerto è come un viaggio etnografico, alla ricerca di culture diverse e ignote. La musica non ha confine e accomuna le culture più lontane, con un linguaggio naturale che non conosce guerre e confini e che magicamente unisce.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Casa Testori presenta Iscariotes di Matteo Fato e Nicola Samorì

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Novate Milanese: sabato 7 aprile dalle ore 18.00 Apertura al pubblico: 8 aprile – 6 maggio 2018 Casa Testori (largo A. Testori 13). La mostra è il primo appuntamento della rassegna Pocket Pair, attraverso cui il piano terra della dimora natale di Giovanni Testori viene affidato a cinque curatori incaricati di selezionare due artisti ciascuno, una scelta che corrisponde alla propria scommessa sul talento artistico.
La prima proposta è affidata a Alberto Zanchetta. «Ho raccolto la sfida e ho deciso di giocare due assi», afferma il direttore del MAC di Lissone, il quale ha deciso di invitare due artisti dal curriculum importante e legati da una comune riflessione sulla disciplina pittorica e quella scultorea.
Nel percorso espositivo le opere di Fato e Samorì si intrecciano e si sovrappongono alla memoria di Casa Testori attraverso un allestimento che sottolinea affinità tematiche tra i due artisti, che per l’occasione hanno realizzato una serie di lavori ad hoc ispirati alla passione testoriana per la pittura. Iscariotes è il titolo scelto per questa mostra, che è al tempo stesso affermazione, ripensamento, rifiuto, trasformazione, accettazione dell’appartenenza a una tradizione.
Scrive Alberto Zanchetta: «L’apostolo Giuda incarna quell’apostasia e quell’apologia che appartiene sia a Matteo Fato, sia a Nicola Samorì. E proprio come Giuda, anche le Belle Arti possono essere indotte al suicidio e alla loro redenzione. Sotto l’egida di un sacrificio che non resterà impunito, la mostra viene siglata dalla parola Iscariotes, un nome proprio che si aggiunge alla triangolazione che coinvolge gli artisti e il curatore. Il mefistofelico orgoglio del non serviam (tradire cioè la tradizione) converte il peccato di vanità in una virtù; anziché rassicurare lo sguardo, i due artisti cercando di sobillarlo con disfatte e trionfi, cedevolezze e resistenze, intermittenze e persistenze. Dipinti, sculture, disegni, collage e incisioni stabiliscono infatti un’affinità [s]elettiva, dove analogie e accidentalità rivelano una contiguità d’intenti, che però si biforca su un versante di tenebra e di turbamenti, nel caso di Samorì, o in un crinale luminoso e numinoso, nel caso di Fato. Le contra[ddi]zioni che si manifestano scorrendo lo sguardo da un autore all’altro mettono in evidenza un’iconoclastia che non consiste più nel distruggere le immagini, ma vieppiù nel produrne di nuove che – in una spirale infinita – confinano le precedenti nell’oblio. Se queste opere incarnano un “peccato”, di certo è dispensato dal rimorso e tenta al contrario di far affiorare il rimosso; in questo senso si devono leggere anche gli omaggi che ambo gli artisti dedicano a Giovanni Testori, intervenendo su libri o dipinti da lui amati e qui completamente tra-sfigurati. Come se non bastasse, gli ambienti della casa testoriana vengono assunti non tanto a semplice con/testo espositivo, bensì come un sotto/testo delle stesse opere (tra suggestioni ed echi spettrali, i soffitti, i caminetti, le pavimentazioni e le nicchie vengono sviscerati attraverso un inesauribile carotaggio di immagini mnemoniche o mediatiche). Con questa mostra, Matteo Fato e Nicola Samorì ripensano le discipline tradizionali, le rivoltano come un guanto, rispecchiandosi l’uno nell’altro. Un incontro e un confronto che ha impresso il nome dell’Iscariota”. Accompagna la mostra un catalogo con immagini di allestimento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione libro: “Algoritmi di libertà”

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Roma, 5 aprile a partire dalle 17,00 presso Fieg in via Piemonte 64 si tratterà delle suggestioni del libro “Algoritmi di libertà” di Michele Mezza e si metteranno a fuoco con l’Autore i temi della nuova qualità della potenza di calcolo e di come gli automatismi digitali stiano ridisegnando le forme della democrazia, con una focalizzazione sullo scenario editoriale, dove sono stati anticipati i meccanismi di profilazione e di individualizzazione della comunicazione che oggi sono al centro della scena con il caso Facebook/Cambridge Analytica.
Il commissario dell’Agcom ANTONIO NICITA, il professor COSIMO ACCOTO, il direttore generale della Fieg FABRIZIO CAROTTI, ognuno dalla propria angolazione, affronteranno, con l’introduzione del presidente Fieg MAURIZIO COSTA, in particolare gli aspetti più pertinenti al caso italiano di questa discussione. Il confronto sarà condotto e moderato dalla gjornalista del TG1, Barbara Carfagna, che con la sua fortunata trasmissione Codice ha anticipato numerosi di questi temi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il settore agricolo in attesa di un governo del Paese

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

La situazione di stallo che sta precedendo la formazione del nuovo governo e che paventa anche il possibile ritorno alle urne – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – sta prolungando quel già lungo periodo storico nel quale il Paese non è riuscito ad attuare le riforme di cui ha assoluto bisogno.Il settore agricolo, ad esempio – continua Tiso –, ha fatto dei passi in avanti nel recente periodo, ma non è ancora riuscito a sviluppare il suo grande potenziale e le sue tante multifunzionalità. Gli investimenti sull’aumento della qualità delle produzioni, sulla valorizzazione delle Pmi e sulla razionalizzazione della filiera sono infatti ancora insufficienti per dar vita ad una nuova stagione che abbia al centro proprio il primario.
Una ulteriore verità – conclude Tiso – è che le situazioni derivanti dai difficili contesti internazionali e nazionali richiedono interventi immediati e tempestivi; ed è anche per questo che urge come non mai la nascita di un governo che si ponga alla guida di quei processi essenziali per risollevare il Paese e la qualità della vita dei cittadini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinquantesimo anniversario della morte di Martin Luther King

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Lo Studio Universal (Mediaset Premium DT) presenta, Mercoledì 4 Aprile alle 23:05, il film: “Bus in viaggio” (1996) di Spike Lee che celebra le grandi marce degli afroamericani contro la segregazione e le discriminazioni razziali negli Stati Uniti. Fenomeno cui diede impulso l’attivista negli anni sessanta e che ebbe il suo culmine nel 1995 con la Million Man March, quella in cui King pronunciò lo storico discorso dell’ “I have a dream”; raccontata da Lee, attraverso gli occhi di quattro partecipanti, tra cui un reduce della marcia su Washington del 1963.
Nel 1995, un gruppo di afroamericani parte da Los Angeles per arrivare a Washington, dove è in programma la Million Man March, organizzata dal reverendo Louis Farrakhan, capo della nazione dell’Islam. Il viaggio durerà 72 ore e i partecipanti che sono tutti estranei tra di loro, inizieranno a conoscersi, facendo emergere le loro storie personali.
Martin Luther King nasce il 15 Gennaio 1929 ad Atlanta in Georgia dove il razzismo è estremamente radicato. Suo padre era un predicatore e sua madre una maestra. Studia teologia e successivamente si trasferisce a Boston, dove nel 1953 si sposa con Coretta Scott. Diventa pastore della Chiesa Battista a Montgomery in Alabama. Nel periodo ’55-’60, invece, è l’ ispiratore e l’ organizzatore delle iniziative per il diritto di voto ai neri e per la parità nei diritti civili e sociali, oltre che per l’abolizione, su un piano più generale, delle forme legali di discriminazione ancora attive negli Stati Uniti.Nel 1957 fonda la “Southern Christian Leadership Conference” (Sclc), un movimento che si batte per i diritti di tutte le minoranze e che si fonda su ferrei precetti legati alla non-violenza di stampo gandhiano, suggerendo la nozione di resistenza passiva. Il culmine del movimento si ha il 28 agosto 1963 durante la marcia su Washington quando King pronunci a il suo discorso più famoso “I have a dream….”. Nel 1964 riceve ad Oslo il premio Nobel per la pace. Durante gli anni della lotta, King viene più volte arrestato e molte manifestazioni da lui organizzate finiscono con violenze e arresti di massa; egli continua a predicare la non violenza pur subendo minacce e attentati. Nel 1966 si trasferisce a Chicago e modifica parte della sua impostazione politica: si dichiara contrario alla guerra del Vietnam e si astiene dal condannare le violenze delle organizzazioni estremiste, denunciando le condizioni di miseria e degrado dei ghetti delle metropoli, entrando così direttamente in conflitto con la Casa Bianca.
Nel mese di aprile dell’anno 1968 Luther King si recò a Memphis per partecipare ad una marcia a favore degli spazzini della città (bianchi e neri), che erano in sciopero. Mentre, sulla veranda dell’albergo, s’intratteneva a parlare con i suoi collaboratori, dalla casa di fronte vennero sparati alcuni colpi di fucile: King cadde riverso sulla ringhiera, pochi minuti dopo era morto. Approfittando dei momenti di panico che seguirono, l’assassino si allontanò indisturbato. Erano le ore diciannove del 4 aprile. Il killer fu arrestato a Londra circa due mesi più tardi, si chiamava James Earl Ray, ma rivelò che non era stato lui l’uccisore di King; anzi, sosteneva di sapere chi fosse il vero colpevole. Nome che non poté mai fare perché venne accoltellato la notte seguente nella cella in cui era rinchiuso.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apertura di AIFA ai biosimilari

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Salute Donna Onlus e le Associazioni pazienti del gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere” plaudono all’apertura da parte di AIFA all’utilizzo dei farmaci biosimilari, ma con le dovute cautele.Il position paper presentato da AIFA ha stabilito due importanti novità: primo, il principio dell’intercambiabilità, ovvero i biosimilari sono prodotti intercambiabili con i corrispondenti originatori di riferimento; secondo, l’intercambiabilità vale tanto per i pazienti naive, mai trattati prima, quanto per i pazienti già in cura con un farmaco biologico.Salute Donna Onlus e le altre Associazioni prendono atto dell’importanza che i biosimilari rivestono quale strumento indispensabile a garantire l’accesso tempestivo alle terapie innovative in aree come l’oncologia, la reumatologia, la gastroenterologia e la dermatologia, ma al tempo stesso frenano sul principio di intercambiabilità specie nei pazienti che sono avviati a un trattamento con farmaci biologici, e si fanno portavoce di tante altre Associazioni pazienti, preoccupate che l’utilizzo dei biosimilari diventi solo un’opzione terapeutica basata sul principio del risparmio.«Diciamo sì all’impiego dei farmaci biosimilari nei pazienti naive – dichiara Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna Onlus – ma chiediamo maggiori garanzie per i pazienti già in trattamento con un biologico o con un biosimilare, nei quali la scelta di passare ad un altro biosimilare deve spettare al medico prescrittore che deve prendere questa decisione solo seguendo criteri rigorosamente scientifici, e non di risparmio per il SSN. Concordiamo sul fatto che i biosimilari possano contribuire ad un accesso più ampio ai trattamenti innovativi e in uno stadio sempre più precoce di malattia, ma vogliamo che i benefici reali siano più per i malati che per l’economia».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Organici docenti, che delusione

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Circolare Miur sugli organici del prossimo anno è a dir poco deludente: “conterrà poche novità a fronte di situazioni complesse che richiederebbero un ripensamento della materia”. I posti da consolidare in organico di diritto sono appena 3.530 a fronte di oltre 80mila; appena 1.162 saranno i posti aggiuntivi per la riforma degli Istituti Professionali; si creano i presupposti per tagliare altri ulteriori cattedre al Meridione e nelle Isole: permane il blocco di una cattedra su tre di sostegno, che continua ad andare in deroga benché fosse priva di titolare. Dulcis in fundo, saranno solamente 800 i posti di organico potenziato destinati all’Infanzia. Secondo l’Anief dal Miur si continua ad esprimere concetti in un senso e ad applicare norme in un altro. Si dice in continuazione, ad esempio, che si vuole abbattere il precariato coprendo tutti i posti vacanti, poi però si fa di tutto, inventando norme che vanno oltre l’immaginazione, pur di non utilizzare i posti liberi per le immissioni in ruolo e i trasferimenti.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Abbiamo un’amministrazione centrale che si costituisce in tribunale per negare il titolo abilitante all’insegnamento, per dire no all’inserimento nelle GaE, nella seconda fascia d’istituto e alla partecipazione alla fase transitoria. Noi a questo gioco non ci stiamo: solo nell’ultimo corso-concorso per docenti abilitati, ad esempio, Anief ha raccolto 7 mila ricorsi da parte di docenti per vari motivi esclusi in modo secondo il nostro parere del tutto illegittimo. Ma l’opposizione del Miur alle soluzioni più logiche è a trecentosessanta gradi, perché anche l’apparente marcia indietro sul potenziamento della scuola dell’infanzia è a dir poco ridicola: si è concesso, di fatto, appena il 2 per cento del totale assegnato, dopo il diniego totale della Buona Scuola per la quale i docenti fino a 6 anni non sono stati nemmeno presi in considerazione. Abbiamo, infine, un’organizzazione dei posti di sostegno agli alunni disabili che non si riesce a migliorare: confermando oltre 40mila posti in deroga, anche il prossimo anno scolastico si svolgerà con un posto su tre scoperto e assegnato a supplenza in autunno, dopo il solito balletto di precari che si sono avvicendati, con conseguenze pesanti per i disorientati alunni disabili: una vergogna nazionale per la Ministra dell’Istruzione in uscita che, al di là dei comunicati e delle belle parole espresse per oltre un anno, ha confermato tutte le contraddizioni che hanno caratterizzato le gestioni passate.Alla luce degli organici bloccati, continua la battaglia legale del sindacato, sempre pronto a contrastare in tribunale, attraverso ricorsi mirati, questa politica al risparmi e contro i cittadini.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Graduatorie d’istituto: saranno uniche con docenti titolari di scuola e di ambito

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Nei prossimi giorni, quindi, le amministrazioni scolastiche saranno chiamate ad esaminare i titoli, i servizi e le documentazioni presentate dagli insegnanti in forzo al loro istituto. Il tutto servirà a costituire queste maxi-graduatorie, comprendenti docenti con diverse collocazioni. Purtroppo, le indicazioni che hanno le segreterie da parte dell’amministrazione centrale non sono rispettose dei diritti di molte tipologie di insegnanti. A questo proposito, Anief ricorda che risulta illegittima la valutazione parziale del servizio pre-ruolo o prestato nella scuola paritaria. Lo hanno ribadito molte sentenze dei tribunali. E per questo motivo, il sindacato ha predisposto apposito ricorso, al giudice del lavoro, in modo da far valere il servizio pre-ruolo per intero.Anief, inoltre, ritiene non corretta la tabella di valutazione dei titoli, predisposta sempre dall’amministrazione. Le incongruenze sono diverse: si va dall’abilitazione SSIS alla specializzazione SSIS di sostegno, dal titolo TFA conseguito (anche sostegno) al servizio pre-ruolo al pari di quello prestato dopo la nomina (punti 6 e per intero), dal doppio punteggio per servizio pre-ruolo in piccole isole al servizio militare prestato non in costanza di nomina. Anche in questo caso, Anief consiglia al personale coinvolto di non rischiare di perdere il posto nella scuola di titolarità impugnando la tabella predisposta Miur direttamente al giudice di competenza.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Tutti gli insegnanti che risultano danneggiati dalla purtroppo ampia casistica di norme illegittime farebbero bene e presentare ricorso: soprassedere, per poi ritrovarsi perdenti posto, rappresenterebbe una beffa enorme. Con conseguenze negative immaginabili, derivanti dalla perdita del posto e dall’obbligo di trasferirsi in un’altra sede scolastica. L’aspetto più inquietante di certe decisioni prese dal Miur è la mancata considerazione di titoli e servizi, conseguiti alla stregua di altri invece riconosciuti. A noi, come sindacato, questo palese aggiramento della direttiva UE n. 70/99, con insopportabili discriminazioni tra il personale, non può stare bene. E lo diremo chiaramente, tramite i nostri legali, ai giudici di competenza.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola – Concorso nazionale docenti abilitati: poche adesioni alla sanatoria Renzi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Il Miur fornisce i numeri del percorso di reclutamento transitorio previsto dal Governo Renzi per andare incontro, solo in apparenza, ai precari “storici” della scuola pubblica: ammontano a meno di 50 mila i partecipanti al concorso abilitati della secondaria. Ma il numero dei partecipanti a questa prima tornata è ridondante solo in superficie, poiché ancora una volta, in seguito alle novità introdotte dalla Buona Scuola, i docenti hanno respinto l’elemosina del Governo: parteciperà solo uno su due degli aventi diritto tra Pas e Tfa. Altri 10mila ricorrono per entrare e altrettanti già assunti a tempo indeterminato, grazie al ricorso Anief, aspirano al passaggio tra un ruolo e l’altro. In questo modo falliscono i decreti delegati della Legge 107/2015. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Noi lo ripetiamo da tempo e avremmo la soluzione all’ingarbugliatissimo problema: bisogna stabilizzare e risarcire i precari e attivare le prove suppletive al vecchio concorso, poiché solo così si possono evitare conflitti nei tribunali. In pratica, dopo l’esclusione di 20 mila laureati dal vecchio concorso, lo Stato ci riprova ma tante incognite stanno dando luogo al nuovo contenzioso. Anief, infatti, ha raccolto diverse migliaia di ricorsi per via delle esclusioni incomprensibili dal concorso riservato ai docenti abilitati 2018. Il problema di fondo è che l’amministrazione non ha ancora compreso che il dipendente precario, dopo tre anni di supplenze, va stabilizzato.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lezione in inglese sull’impeachment di Hastings all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Parma Giovedì 5 aprile, alle ore 15.30, nell’Aula Miazzi del Plesso di viale San Michele (viale San Michele 9), la dott.ssa Chiara Rolli, assegnista di ricerca del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, terrà una conferenza in lingua inglese dal titolo Classical Britain: The impeachment of Hastings and Verres.Analizzando molteplici fonti si mostrerà come l’accusa di impeachment a carico del primo Governatore Generale del Bengala, Warren Hastings, uno degli eventi più spettacolari dell’intera storia della Gran Bretagna, fu comparata alla sentenza di Verre, il propretore della Sicilia, che Cicerone fece processare nel 70 a.C. Si tratta dell’ultimo appuntamento di un ciclo di incontri su tematiche relative alla lingua e letteratura inglese, organizzato dall’Unità di Lingue del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, rivolti in particolare a insegnanti e studenti delle scuole medie superiori di Parma e delle province limitrofe.L’incontro è aperto anche a tutti coloro che fossero interessati a partecipare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chirurgia, seminario sull’Enhanced Recovery after Surgery

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Parma mercoledì 4 aprile, alle ore 16.30, nella Sala Congressi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma (via Gramsci 14) nell’ambito dei seminari in Chirurgia generale organizzati dalla Scuola di specializzazione in Chirurgia generale dell’Università di Parma (Dipartimento di Medicina e Chirurgia) e dall’azienda Ospedaliero-Universitaria. Il prof. Carlo Feo, docente di Chirurgia generale all’Università d Ferrara, terrà infatti il seminario Enhanced Recovery After Surgery (ERAS) dopo chirurgia colo-rettale: lo stato dell’arte.
L’Enhanced Recovery After Surgery (ERAS), introdotto dal chirurgo danese Henrik Kehlet a metà degli anni Novanta, è un concetto che ha rivoluzionato la gestione pre e post-operatoria del paziente chirurgico con la finalità di ottenere una precoce mobilizzazione, una ripresa funzionale anticipata, una riduzione delle complicanze post-operatorie, una riduzione della degenza con riduzione dei costi sanitari, consentendo il miglioramento complessivo della qualità della cura.
Naturale integrazione alle tecniche chirurgiche mini-invasive come la laparoscopia, l’ERAS consiste in protocolli gestionali del paziente che includono diversi “item” (ad esempio corretta alimentazione preoperatoria, anestesia/analgesia mirata, restrizione idrica, mobilizzazione precoce del sondino naso-gastrico e del catetere vescicale, ripresa precoce dell’alimentazione e della deambulazione, ecc.) i quali mirano al ristabilimento precoce delle normali funzioni, al controllo ottimale del dolore, a una riabilitazione postoperatoria intensiva, migliorando così la risposta dell’organismo allo stress operatorio.
L’ERAS si fonda in prima istanza sul principio della multidisciplinarità e del coinvolgimento del paziente. Sono necessari infatti da un lato l’integrazione del lavoro di tutti gli operatori sanitari (medici, infermieri, fisioterapisti, nutrizionisti, ecc.) allo scopo di ottenere una corretta gestione del paziente, e dall’altro la completa informazione del paziente e dei familiari sui diversi “item” del protocollo, allo scopo di garantire la sua adesione e partecipazione attiva (ad esempio alimentazione, mobilizzazione precoce, rimozione dei presidi, ecc.).La letteratura scientifica conferma come l’associazione di chirurgia mini-invasiva e protocolli ERAS dia i risultati migliori in termini di risultati a breve termine, complicanze post-operatorie, durata della degenza e qualità percepita. Di particolare rilevanza nel paziente neoplastico, l’ERAS consente di ridurre l’intervallo di tempo che intercorre tra l’intervento chirurgico e l’inizio di trattamenti adiuvanti complementari come la chemioterapia, con un possibile beneficio nella sopravvivenza a distanza.Il prof. Carlo Feo, uno dei chirurghi italiani con la maggiore esperienza nel campo, nel corso del seminario delineerà lo stato dell’arte in materia, con particolare riferimento alla chirurgia colo-rettale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Istituto Ganassini di Ricerche Biochimiche sbarca in Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

L’Istituto Ganassini di Ricerche Biochimiche è un’azienda familiare che opera a Milano dal 1935 nota per la formulazione e produzione di prodotti dermocosmetici.
“La qualità ha un nome” è il mantra che, negli anni, ha assunto per Istituto Ganassini di Ricerche Biochimiche un significato fondamentale e ispiratore di tutte le scelte aziendali. Scelte condivise e riproposte da Giuseppe Ganassini, CEO e quarta generazione alla guida dell’azienda farmaceutica. La missione di Istituto Ganassini è riprodurre nel settore cosmetico la qualità di un’azienda farmaceutica e assicurare così al consumatore benessere e sicurezza.
L’obiettivo è di soddisfare le esigenze dei consumatori offrendo prodotti dermocosmetici che contribuiscano alla cura e alla protezione della pelle, riconosciuti eccellenti per la qualità e realizzati nel rispetto dell’ambiente e delle persone. Prodotti creati con entusiasmo, lavoro di squadra e valori storici, esaltati dalle migliori tecnologie e coinvolgimento intellettuale, che nascono dalla ricerca del bello in tutto quello che Istituto Ganassini crea.I valori fondamentali sono quindi la passione per l’eccellenza, intesa come amore per il bello, il ben fatto e l’etica, intesa come costruzione di valore nel lungo termine attraverso la sostenibilità, la trasparenza e la valorizzazione delle persone. Passione per la scienza e per la tecnologia, che percorrendo l’intera storia dell’azienda, si traducono in innovazione.
Innovazione che si traduce anche nella continua ricerca di nuova mercati e nuovi canali di vendita come ad esempio la Cina. Nell’aprile 2017 Ganassini incontra Alibaba e inizia a lavorare con la tech company cinese, il dialogo porta il gruppo ad aprire prima lo store monomarca Sensilis (giugno 2017) e successivamente (2 marzo 2018) a lanciare su Tmall Global (la piattaforma B2C del gruppo Alibaba) il proprio store https://ganassini.tmall.hk/ .
Il 4 marzo scorso Giuseppe Ganassini ha partecipato ai “Tmall Beauty Awards” – evento che ha riunito a Shanghai oltre mille operatori del settore della cosmetica provenienti da aziende internazionali e cinesi – e in questa sede ha firmato il contratto in esclusiva per 2 anni con il gruppo Alibaba, ufficializzando il lancio del suo flagship store virtuale.
L’apertura dello store consente ai brand del Gruppo Ganassini di approcciare un mercato di 515 milioni di consumatori attivi sulle piattaforme del Gruppo Alibaba, tra le aziende tecnologiche e di e-commerce leader mondiali, il cui ecosistema di marketplaces digitali permette ad aziende e brand di offrire prodotti e servizi in Cina e globalmente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via la 3° edizione di BioUpper

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Dopo il successo delle prime due edizioni, Novartis e Fondazione Cariplo lanciano la terza edizione di BioUpper, il programma a sostegno dei giovani talenti che vogliono creare una start up nelle Scienze della Vita, e annunciano la collaborazione con IBM. L’iniziativa, quest’anno, sarà realizzata con Cariplo Factory, il polo di Fondazione Cariplo dedicato a progetti di open innovation, per sostenere le eccellenze della ricerca italiana a sviluppare i propri progetti innovativi anche attraverso l’uso della tecnologia avanzata.
La terza edizione offre novità importanti per ricercatori, startupper e innovatori delle Scienze della Vita: due percorsi paralleli denominati rispettivamente Call for Ideas e Call for Scale.
Questa edizione mette in palio fino a 540 mila euro in servizi. I tre progetti vincitori della Call for Ideas riceveranno un premio fino a 180 mila euro in servizi ciascuno, da investire per lo sviluppo del progetto sul mercato, mentre i vincitori della Call for Scale avranno l’opportunità di esplorare potenziali partnership commerciali.La Call for Ideas si rivolge a ricercatori, giovani talenti e a tutti coloro che progettano e sognano di tradurre un’idea biotech in impresa, con l’obiettivo di aiutarli a elaborare e presentare progetti innovativi di prodotto o di processo nel campo delle Scienze della Vita. I più meritevoli saranno accompagnati in un percorso personalizzato di accelerazione.
La terza edizione del programma porta, inoltre, il coinvolgimento di una rete molto ampia di acceleratori e incubatori sparsi nel territorio nazionale che realizzeranno il percorso di accelerazione, tra questi: BioUndustry Park, Campania NewSteel, Consorzio ARCA, Digital Magics, dPixel, Fondazione Filarete, Fondazione Toscana Life Sciences, I3P, Jcube, Luiss EnLabs, PoliHub, PTP – Science Park.
Una delle novità più significative della terza edizione, pensata proprio per dare un’ulteriore opportunità di sviluppo ai progetti, è la Call for Scale, rivolta a startup in fase post-seed (TRL compreso tra 5 e 8). La Call for Scale si configura come programma di open innovation con il duplice obiettivo di sostenere l’innovazione nel campo delle Scienze della Vita, attraverso la selezione di startup che hanno sviluppato prodotti e servizi già maturi per essere portati sul mercato, e supportare la crescita delle startup italiane attraverso la collaborazione con aziende pubbliche e private operanti nel settore sanitario e ospedaliero.Le startup selezionate al termine della Call for Scale avranno l’opportunità di presentarsi a un comitato tecnico-scientifico composto da Novartis, Fondazione Cariplo, IBM e Cariplo Factory. Quelle giudicate a più alto potenziale sosterranno degli incontri one-to-one e avranno accesso al Match-Making Program, un percorso che porterà le startup a relazionarsi con i principali attori del mercato per costruire opportunità di business.
Per partecipare a BioUpper è sufficiente accedere al sito http://www.bioupper.com e candidare un progetto che rientri in uno degli ambiti di applicazione, entro il 29 maggio per la Call for Scale ed entro il 5 giugno 2018 per la Call for Ideas.
A spingere Novartis e Fondazione Cariplo a proseguire nello sviluppo dell’iniziativa è stato, tra gli altri, il grande successo realizzato negli anni passati. La seconda edizione di BioUpper ha raccolto oltre 150 candidature, il 30% in più rispetto alla prima del 2015, e dalla sua nascita ad oggi la formula del programma ha prodotto numeri particolarmente significativi per il campo delle Scienze della Vita. Il 70% dei progetti finalisti delle prime due edizioni ha raccolto investimenti per un totale di oltre 2.200.000 euro, provenienti da grant, investitori privati e venture capitalist. Il 55% dei team si è costituito in impresa, mentre il 45% sta continuando la fase di sviluppo del proprio prodotto. Il 65% dei partecipanti, infine, ha stretto partnership commerciali e di co-sviluppo. Il lancio della terza edizione è patrocinato dal Ministero della Salute, Ministero dello Sviluppo Economico e della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Technology Hub ospita SMMdayIT 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2018

Milano Technology Hub – L’evento professionale delle tecnologie innovative – promosso da Senaf (dal 17 al 19 maggio 2018 a Milano, presso MiCo, fieramilanocity) ospiterà la sesta edizione del Social Media Marketing + Digital Communication Days Italia – SMMdayIT, il convegno di riferimento B2B sui temi del social media marketing e della digital communication.
All’interno di Technology Hub sarà presente un’area espositiva denominata Social Media Marketing Hub dedicata alle nuove soluzioni da utilizzare per migliorare le strategie social e web delle aziende: dal monitoring all’ADV e alla Lead Generation, passando per le tecniche SEO ed e-commerce, fino ai tool più indicati e ad un’overview sulle nuove figure professionali che stanno spopolando in quest’ambito.La collaborazione con #SMMdayIT nasce per integrare ed estendere i contenuti della fiera con una serie di approfondimenti dedicati alla comunicazione digital e social. Nelle tre giornate di #SMMdayIT, relatori esperti presenteranno la propria esperienza nell’uso dei social media per fare marketing e comunicazione digitale e indicheranno quali sono i KPI per fare monitoring dei risultati. Saranno oltre 40 gli interventi verticali su temi-chiave, che spiegheranno tecniche, progetti, esperienze e competenze.Tra i vari relatori saranno presenti personaggi istituzionali estremamente referenziati come Luigi Contu, Direttore dell’Agenzia ANSA, e Sergio De Luca, Direttore Comunicazione di Confcommercio Nazionale, che descriveranno i metodi utilizzati nella loro comunicazione digital e social. Per raccontare nuovi modelli di business e lavoro, interverranno Marco De Crescenzio, Founder de Il Milanese Imbruttito, e Federico Palmaroli, Digital content specialist, autore de “Le più belle frasi di Osho”. Grazie alla presenza del direttore responsabile Francesco Piccinini, verrà posto sotto i riflettori anche lo straordinario caso di successo della testata giornalistica Fanpage.
Il format delle giornate prevede la presenza di interventi per ogni tema verticale da 30 minuti ciascuno: 20 minuti di spiegazione pratica di esperienze reali e 10 minuti di discussione con il pubblico. L’audience di riferimento del convegno e della fiera è composta da un’ampia community di professionisti social e digital, ma anche da imprenditori e manager aziendali, giornalisti, addetti stampa, che avranno modo di conoscersi, fare networking e incontrare dal vivo i vari relatori e gli espositori della manifestazione.“Siamo lieti e orgogliosi di poter ospitare quest’anno, all’interno di Technology Hub, il Social Media Marketing + Digital Communication Days Italia – commenta Emilio Bianchi, Direttore Generale di Senaf – La nostra manifestazione si pone da sempre come sinonimo di innovazione tecnologica, ossia di quel processo che porta all’ampliamento e al miglioramento delle tecniche e delle tecnologie di produzione e distribuzione dei prodotti. Allo stesso modo #SMMdayIT è l’espressione dell’innovazione nella comunicazione attraverso il i social network e il digital, per cui questa collaborazione non poteva che nascere spontaneamente”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »