Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 24 maggio 2018

Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Milano Sabato 26 maggio dalle 11 alle 12 alla Galleria d’Arte Moderna di Milano (GAM) Villa Reale, Via Palestro 16 presentata da GAM, il Museo Solomon R. Guggenheim di New York e UBS sarà possibile visitare la mostra accompagnati da uno degli architetti di AOUMM, lo studio di architettura che si è occupato degli allestimenti legati all’esposizione nella sua sede milanese.
Sempre sabato, alle ore 17.30, avrà inoltre luogo, presso la Sala da Ballo di GAM, la conferenza “Dagli spazi pubblici alle istituzioni culturali: in che modo l’architettura facilita l’integrazione sociale e lo scambio tra culture nel contesto urbano?” Riunendo diversi professionisti nell’ambito dell’urbanistica e dell’architettura, l’incontro esplorerà la creazione di spazi culturali al fine di superare barriere fisiche e concettuali. Analizzando diversi modelli di smart cities, i relatori discuteranno Milano come caso di studio per le pratiche di scambio e valorizzazione culturale. Interverranno Luca Astorri dello studio di architettura AOUMM, Elena Granata, professore di Urbanistica presso il Politecnico di Milano e Piero Pelizzaro, Chief Resilience Officer del Comune di Milano.
Domenica 27 maggio alle ore 10.30 e domenica 3 giugno alle ore 10.30: Paesaggi Emotivi. Un percorso multi-sensoriale per tutta la famiglia Visita in mostra + laboratorio per famiglie con bambini di 6-11 anni – durata 90’ Con l’aiuto di materiali appositi, i visitatori useranno i propri sensi per esplorare alcune delle opere e scoprire che non sempre ciò che ci appare “estraneo” e lontano lo è così tanto.
Sabato 2 giugno dalle 11 alle 12 sarà invece possibile incontrare personalmente uno dei 13 artisti in mostra, Ali Cherri, che guiderà il pubblico in un esclusivo tour dell’esposizione (in lingua inglese).Continuano inoltre anche nelle ultime settimane di apertura le visite guidate e i workshop per il pubblico, famiglie e scolaresche, organizzati in collaborazione con Ad Maiora, per offrire un’interpretazione interattiva dei temi della mostra. Nello specifico sono previsti i seguenti appuntamenti (da prenotare sul sito admaiora.education):
Domenica 3 giugno – ore 14:00: visita guidata alla mostra
Sabato 16 giugno ore 16.30: SpostaMenti. Idee e persone in movimento.Percorso tematico in mostra per adulti – durata 60’Un viaggio non lineare, attraverso un puzzle di diverse epoche, materiali, tecniche, idee, luoghi, uno spostamento fisico e intellettuale al termine del quale ci chiederemo se, anche nella nostra testa, qualcosa è cambiato. Tutti i dettagli per le modalità di partecipazione e prenotazione dei vari eventi sono disponibili su gam-milano.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il 25 e 27 maggio, a Busto Garolfo torna il Weekend della Scienza

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Busto Garolfo Venerdì 25 e domenica 27 maggio, il Gruppo di Ricerca storica di Busto Garolfo, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Tarra e il Circolo Astrofili Trezzano, il patrocinio del Comune di Busto Garolfo, della Farmacia Comunale e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e con il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, ripropone la manifestazione di divulgazione della cultura scientifica per i ragazzi delle scuole e per gli adulti. Tre appuntamenti per imparare a guardare il cielo con uno sguardo diverso. «Il successo della prima edizione di Weekend della Scienza ci ha spronato a continuare il percorso di promozione e divulgazione della cultura scientifica con la presenza di esperti che hanno fatto della scienza la propria passione», premette Federica Barbaglia, presidente del Gruppo di ricerca storica. «La presenza di una astrofisica di fama mondiale, quale Patrizia Caraveo, ma anche la possibilità di guardare il cielo sotto la guida di esperti fanno di questa edizione una manifestazione di alto profilo, ma aperta a tutti. Non certo ultimo, avremo un modello in scala 1:10 del razzo Saturno V per rievocare la grande avventura dell’uomo nello spazio».Per il secondo anno consecutivo, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate si affianca al Gruppo di ricerca storica per una manifestazione «che ha il grande valore di avvicinare tutti, dai ragazzi agli adulti, al mondo della scienza», osserva il presidente della Bcc, Roberto Scazzosi. «L’approccio divulgativo su temi estremamente complessi, ma altrettanto affascinanti, fa di questa iniziativa un’occasione di crescita per il nostro territorio. E come banca del territorio siamo vicini a quanti lavorano per costruire un futuro migliore».Il programma del Weekend della Scienza si apre venerdì 25 maggio con la conferenza di Patrizia Caraveo. L’astrofisica di fama mondiale, tra i primi studiosi a comprendere il ruolo fondamentale delle stelle di neutroni nell’astrofisica delle alte energie, terrà la conferenza dal titolo: “Siamo soli nell’universo? Come reagiremmo a un contatto con altri mondi?” (ore 21, nell’auditorium Don Besana di via Manzoni 50). Già dirigente di Ricerca all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Caraveo dirige oggi l’Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano (IASF); ha collaborato a diverse missioni spaziali internazionali dedicate all’astrofisica delle alte energie.
La manifestazione prosegue domenica 27 maggio alle scuole Don Mentasti, in piazzale Partigiani d’Italia. Dalle 15 alle 19 saranno proposti dei laboratori per osservazioni al microscopio di muffe, funghi, lieviti, protozoi e batteri; inoltre ci sarà la possibilità di osservare il sole con i telescopi solari del Circolo Astrofili di Trezzano. A partire alle 21, ci sarà l’osservazione notturna del cielo con i telescopi astronomici sotto la guida di Norberto Milani, presidente del Circolo Astrofili di Trezzano.Per tutto il pomeriggio della giornata, sarà esposto il modello in scala 1:10 del razzo Saturno V che la Nasa utilizzò tra il 1967 e il 1973 in ben 13 missioni dei programmi Apollo e Skylab. L’esposizione è stata possibile grazie alla collaborazione con Luigi Pizzimenti, presidente ADAA (Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica) e uno dei massimi esperti italiani in campo astronautico accreditato presso il Lunar Sample Laboratory Facility della NASA.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lipodistrofie e laminopatie: nasce la prima associazione dei pazienti

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Roma – I pazienti italiani affetti da lipodistrofia hanno finalmente un’associazione pronta a supportarli: si chiama AILIP e conta già una ventina di iscritti. Dato che nel nostro Paese si ipotizzano circa un centinaio di persone affette, è lecito pensare che molte di queste non sappiano ancora di esserlo: favorire una diagnosi sempre più precoce è infatti l’obiettivo principale dell’Associazione Italiana Lipodistrofie. L’associazione è composta da pazienti e familiari di bambini affetti e si rivolge anche alle persone con malattie correlate, come le laminopatie. Il presidente Guido Loro e la vice Valeria Corradin si trovano ora nella fase in cui è utile fare rete e collaborare con altre associazioni, trovare Centri specializzati e medici esperti nella patologia. Sono ancora da pianificare le prossime partecipazioni ai meeting sulla malattia, ma il primo sarà la tavola rotonda sulle lipodistrofie che si terrà a Roma il prossimo 19 settembre.Le lipodistrofie sono un gruppo di patologie multisistemiche con cause e sintomi molto diversi, ma accomunate dalla perdita di tessuto adiposo sottocutaneo e allo stesso tempo dall’accumulo di grasso in distretti corporei dove normalmente non dovrebbe trovarsi, ovvero nei muscoli, negli organi interni e soprattutto nel fegato. Le conseguenze riguardano diversi organi e apparati, e possono includere steatosi epatica, insulinoresistenza, diabete, ovaio policistico, acantosi (pelle scura ed ispessita), infertilità, dolore agli arti e problemi cardiaci e renali. Sono divise in quattro macrogruppi: a seconda della causa possono essere congenite o acquisite, mentre se si considera la distribuzione del grasso nel corpo, si distinguono in forme generalizzate o parziali.Le due forme congenite sono chiamate lipodistrofia generalizzata congenita (Sindrome di Berardinelli-Seip) e lipodistrofia familiare parziale, mentre le acquisite prendono il nome di lipodistrofia generalizzata acquisita (Sindrome di Lawrence) e lipodistrofia familiare acquisita. Le forme congenite sono evidenti sin dai primi mesi di vita, mentre le acquisite si manifestano nell’infanzia, nell’adolescenza e in alcuni casi anche in età più avanzata.
Essendo malattie molto rare, i Centri di riferimento sono pochissimi: AILIP ha come referente l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, nella persona del prof. Ferruccio Santini, responsabile del Centro Obesità presso l’Unità Operativa di Endocrinologia. “Ci stiamo occupando di mappare le altre strutture specializzate, e in evidenza ci sono il Policlinico di Roma–Tor Vergata e l’ospedale Sant’Orsola–Malpighi di Bologna”, spiega Chiara Pistoi, del direttivo di AILIP.Per la carenza di Centri esperti, la diagnosi è spesso ritardata di molti anni, e ciò costringe le persone affette a spostarsi dalla propria regione per farsi visitare in altre strutture, con i disagi conseguenti. In questa situazione i malati e i familiari dei bambini affetti si sentono soli e abbandonati: da qui l’idea di far nascere un’associazione, per poter trovare altre persone con cui condividere l’esperienza dell’affrontare la malattia.
La lipodistrofia, attualmente, è inserita nell’elenco ministeriale con il codice di esenzione RC0080, e con il nome di “LIPODISTROFIA TOTALE”. Un nome che l’associazione AILIP chiede di cambiare, perché non caratterizza la malattia: “Questa definizione veniva usata molti anni fa quando, purtroppo, le diagnosi non erano complete. Fortunatamente, andando avanti, le diagnosi si sono fatte più precise e questo termine non consente di identificare chiaramente la patologia”, sottolinea Chiara Pistoi. “Vogliamo che venga modificata, perché così può creare dei problemi ai pazienti che potrebbero vedere non riconosciuta l’esenzione, necessaria per affrontare il percorso di diagnosi, controlli e cure. Chiediamo dunque che il nome sia corretto in SINDROMI LIPODISTROFICHE, per non discriminare alcun malato e facilitare le prescrizioni dei medici”.
Per la lipodistrofia non è ancora presente un registro nazionale dei malati: esiste però un network italiano per lo studio della malattia, nato nell’aprile del 2016 e coordinato dal prof. Andrea Lenzi, allora presidente della Società Italiana di Endocrinologia (SIE). All’interno del network è stato creato un gruppo di studio, guidato dal prof. Ferruccio Santini e dalla prof.ssa Silvia Migliaccio, dell’Università degli Studi di Roma “Foro Italico”. A livello europeo, invece, esiste il registro dell’European Consortium of Lipodystrophies (ECLip), un network di 14 nazioni il cui meeting annuale si è appena concluso in Germania, a Münster.
Finora il trattamento dei lipodistrofici si è basato sulla metformina o sull’insulina per il diabete, e sugli antidolorifici, insieme alla dieta e a uno stile di vita sano, che comprenda l’attività fisica. L’unico farmaco specifico per questa malattia è però la leptina ricombinante umana (metreleptina), un ormone che ha il compito di informare il cervello sulle risorse energetiche del corpo: nelle persone affette, infatti, l’assenza o carenza di leptina provoca un appetito vorace e un’eccessiva introduzione di calorie. Per saperne di più sulla lipodistrofia visita la sezione di O.Ma.R, il sito di AILIP o il sito https://www.lipodystrophy.eu/it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Manuale di viticoltura

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

La rapida evoluzione delle conoscenze tecnico-scientifiche e del contesto climatico rende cruciale un aggiornamento continuo degli strumenti formativi che fin dai primi livelli devono porre le basi per produrre uve nel rispetto di una sostenibilità ambientale ed economica necessaria a consumatori e produttori.Questo manuale descrive, oltre agli argomenti canonici della viticoltura, anche quelli di introduzione più recente come: la viticoltura di precisione e sito-specifica, le innovazioni nella gestione del vigneto e le tecniche di adattamento al cambio climatico, le nuove tecnologie applicate al miglioramento genetico, i moderni sistemi di allevamento e l’innovazione dei modelli di produzione.Particolare attenzione è dedicata ai criteri di scelta di tecniche e tecnologie applicabili a casi pratici, con l’intento di contribuire allo sviluppo di un’autonoma capacità di valutazione del contesto e delle problematiche e alla creazione delle competenze necessarie ad individuare possibili soluzioni.La ricchezza di schemi ed illustrazioni facilita la lettura soprattutto negli aspetti pratici e in questo senso il volume può essere utile anche a coloro che vogliano aggiornare le proprie conoscenze o formarsi professionalmente su un testo base al passo con i tempi perché il successo oggi scaturisce da una profonda conoscenza ed impiego del sapere tradizionale abbinati al know-how contemporaneo, nella ferma convinzione che “il grande vino nasce nel vigneto”.
I° Edizione € 44,00 – 2018 di Alberto Palliotti – Stefano Poni – Oriana Silvestroni, Edagricole di New Business Media srlISBN: 978-88-506-5533-5

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola – Precari, ripreso lo sciopero della fame

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Dopo la sospensione della protesta per alcuni giorni, le insegnanti del Coordinamento Diplomati Magistrale Abilitati hanno deciso di continuare a denunciare pubblicamente l’ingiustizia che stanno vivendo e di chiedere un intervento della politica attraverso l’approvazione di provvedimento legislativo che preveda la riapertura delle GAE a tutti i docenti abilitati. Si tratta di un provvedimento più che motivato per essere approvato con estrema urgenza, perché in caso contrario verrebbe meno l’avvio regolare del prossimo anno scolastico e lo stesso dicasi per la continuità didattica di tutti gli alunni. Allo stesso modo, si minerebbe la parità di trattamento del personale docente precario Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief): Anche Anief è nuovamente in campo, ovviamente a sostegno delle maestre in sciopero della fame e dei manifestanti che il 29 maggio sciopereranno per la quinta volta per chiedere la riapertura delle GaE a tutto il personale abilitato, come da noi pedissequamente indicato attraverso la proposta di decreto legge urgente presentata da Anief da alcune settimane. Giugno è alle porte e già sono diversi i casi di licenziamento avvenuti. Urge più che mai un atto concreto prodotto dal primo nuovo Consiglio dei Ministri perché possa maturare il dibattito parlamentare su un argomento.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Accordo con Unicredit per l’acquisto del Pavilion a Milano Porta Nuova

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

COIMA RES S.p.A. SIIQ (“COIMA RES” o la “Società”) – società immobiliare quotata specializzata negli investimenti e nella gestione di immobili commerciali in Italia – annuncia di aver siglato con UniCredit S.p.A. (“UniCredit”) un contratto preliminare di acquisto per l’immobile Pavilion (il “Pavilion”) a Milano Porta Nuova (Piazza Gae Aulenti, 10) per Euro 45,0 milioni (o Euro 46,3 milioni incluse tasse e costi di due diligence) più un potenziale earn-out fino a Euro 5,0 milioni. Il closing dell’operazione è previsto entro fine anno. Al momento di proprietà di UniCredit, il Pavilion è un immobile poli-funzionale certificato LEED Gold progettato da Michele De Lucchi con un’area complessiva (SLP) pari a circa 3.000 mq, ed è al momento utilizzato da UniCredit come centro espositivo, ospitando eventi e conferenze. La strategia di investimento prevede la potenziale conversione in uffici e retail.
Il Pavilion rappresenta un’opportunità di investimento unica per COIMA RES data la sua location strategica nel cuore di Porta Nuova tra Piazza Gae Aulenti ed il nuovo parco “Biblioteca degli Alberi” di prossima apertura che rappresenterà il terzo parco più grande nel centro di Milano. L’apertura del parco amplierà l’area pedonale di Porta Nuova ad una superficie complessiva maggiore di 150.000 mq. Le caratteristiche tecniche uniche del Pavilion e la sua visibilità a 360° offrono un alto grado di flessibilità in termini di strategia di locazione. UniCredit prevede di rilasciare il Pavilion entro la fine del 2018 dando a COIMA RES l’opportunità di riposizionare l’asset facendo leva sulla sua location strategica. L’area di Porta Nuova ha vissuto una radicale trasformazione nell’ultimo decennio ed ora rappresenta uno dei quartieri direzionali di maggior successo a Milano. Più di 35.000 dipendenti lavorano attualmente in Porta Nuova in diversi settori che includono i Servizi Finanziari (circa il 30% dei dipendenti), Tecnologia e Telecomunicazioni (circa il 20% dei dipendenti), Ingegneria, Energia, Consulenza, Farmaceutica e Moda. Si prevede che il numero di dipendenti che lavorano in Porta Nuova crescerà di oltre il 30% entro il 2022, con l’ulteriore consolidamento dell’area e con il trasferimento di nuove sedi direzionali nella zona. La crescita combinata di canoni e occupancy per gli uffici di Porta Nuova è prevista essere vicina al 20% nel periodo 2018-2020 secondo studi effettuati dall’istituto indipendente Green Street Advisors. Inoltre, Piazza Gae Aulenti ha già raggiunto un livello di oltre 10 milioni di passaggi all’anno si prevede che questo livello aumenti del 50% nei prossimi tre anni supportato dal trend virtuoso innescatosi a livello occupazionale, residenziale e turistico nella zona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Telethon il Sonia Skarlatos Public Service Award 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

È stato conferito a Fondazione Telethon, nella persona del Direttore Generale Francesca Pasinelli, il Sonia Skarlatos Public Service Award 2018, prestigioso riconoscimento promosso dall’American Society of Gene and Cell Therapy (ASGCT) per premiare persone e organizzazioni che si siano distinte nel promuovere e potenziare costantemente l’avanzamento delle terapie geniche e cellulari attraverso agenzie governative, gruppi di advocacy, attività di divulgazione al pubblico, organizzazioni non profit. I membri, lo staff e il consiglio di amministrazione dell’ASGCT hanno conferito il riconoscimento durante il 21° meeting annuale svoltosi a Chicago.
Il premio, intitolato alla ricercatrice americana Sonia Skarlatos, riconosciuta dalla comunità scientifica come una delle più attive promotrici del settore scomparsa prematuramente nel 2013 e che per prima lo ha ricevuto, viene assegnato per la prima volta al Direttore di una charity e non a un singolo ricercatore riconoscendo quest’anno, a livello internazionale, l’impatto delle ricerche supportate da Fondazione Telethon in questo settore.
Tra le motivazioni del premio, in particolare, viene indicato l’instancabile lavoro portato avanti da Fondazione Telethon perché i pionieristici studi clinici nel campo della terapia genica con cellule staminali ematopoietiche per malattie rare ereditarie si traducessero nella concreta designazione come farmaco orfano e nella conseguente approvazione europea della terapia genica per il deficit di adenosina deaminasi.
Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale. Attraverso un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti. Dalla sua fondazione ha investito in ricerca quasi 500 milioni di euro, ha finanziato oltre 2620 progetti con oltre 1600 ricercatori coinvolti e più di 570 malattie studiate.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza treni Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 maggio 2018

Milano. L’Assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato ha risposto all’interrogazione a firma del portavoce del M5S Lombardia Simone Verni sul tema della sicurezza sui treni e nelle stazioni di viaggiatori e personale. L’atto chiedeva, oltre al coinvolgimento dei Prefetti per elaborare un piano sicurezza, di spiegare che cosa ha fatto fin qui la Giunta regionale anche sulla base di impegni assunti nella scorsa Legislatura per prevenire il problema. De Corato ha elencato una serie di iniziative di Regione Lombardia per incrementare la sicurezza sui convogli. Tra queste l’incontro con il Prefetto di Lecco del 15 maggio scorso, la dotazione di una app per il personale per la segnalazione di aggressioni o gli impianti di videosorveglianza sui nuovi treni.Parzialmente soddisfatto della risposta il consigliere Verni: “Prendiamo atto che sono stati fatti dei piccoli interventi, ma sono del tutto insufficienti. La situazione è fuori controllo, il trasporto pubblico lombardo è un far west.Va bene incontrare i Prefetti, dotarsi di app e installare telecamere, ma, considerati i risultati, l’impressione è che Regione Lombardia si limiti solo ad inseguire la cronaca delle aggressioni.Occorre un intervento coordinato, capillare e strutturato, con la sicurezza sui treni non possiamo permetterci di vivere alla giornata. Ci auguriamo che questa Giunta adotti un piano sicurezza in tempi rapidi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »