Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Governo: Prerogative presidente della Repubblica

Posted by fidest press agency su sabato, 26 Maggio 2018

“Costituzione italiana Articolo 92: “Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri. Il Presidente della Repubblica NOMINA (NON SCEGLIE) il Presidente del Consiglio dei Ministri e, SU PROPOSTA DI QUESTO NOMINA (NON SCEGLIE), i Ministri”. Scusi Presidente Mattarella ma dove avrebbe letto che spetterebbe a lei scegliere i ministri?”  Lo scrive su Facebook il deputato di Fratelli d’Italia Federico Mollicone. Un argomento che è stato già reso noto da Giorgia Meloni quando dichiara: “«Su Paolo Savona, una nuova inaccettabile ingerenza di Mattarella, dopo l’ostinazione a non conferire l’incarico di governo al centrodestra. Ho comunicato a Salvini che Fratelli d’Italia, pur senza aver cambiato idea sul governo giallo-verde, offre il suo convinto aiuto per rivendicare il diritto di un governo a scegliere un ministro dell’economia non indicato da Bruxelles. L’Italia è ancora una nazione sovrana, Juncker e la Merkel se ne facciano una ragione».

4 Risposte a “Governo: Prerogative presidente della Repubblica”

  1. Italo BRUNO said

    Ma questi politicanti la sanno leggere la Carta Costituzionale?
    E’il Presidente della Repubblica che sceglie il Presidente del consiglio identificando una figura che ritiene possa ottenere la fiducia del parlamento e non può mai essere imposto dai partiti.

    Non esiste nessun obbligo costituzionale o di prassi che imponga al presidente della repubblica di fornire l’incarico ad una personalità scelta dai partiti ma, se in parlamento è presente una maggioranza che esprime una chiara indicazione, il Presidente della Repubblica ne può prendere atto e conferire l’incarico di formare il governo alla personalità indicata (come nel caso di Giuseppe Conte).

    Il Presidente della Repubblica non può e non deve sottostare ai diktat dei partiti. Egli deve salvaguardare i principi sanciti nella carta costituzionale e, pertanto, può non nominare un Ministro che va contro il dettato costituzionale (artt. 11, 117 e 120 Cost.)

  2. fidest press agency said

    Tutto bene finché arriviamo alla proposta del presidente del consiglio riguardo la figura del prof. Savona, eminente economista e uomo di stato (fu ministro e persona stimata da un altro presidente della Repubblica). Non si può a questo punto barattarlo con figure di scarso rilievo politico e di prestigio internazionale. E’ stata una discriminante di natura politica. Il prof. Savona per la sua levatura culturale avrebbe ben rappresentata l’Italia nel consesso comunitario e avrebbe potuto sostenere le ragioni del nostro paese. E credo sia stato proprio questo il motivo: per la prima volta nelle sedi comunitarie dove si parla di politica economica avrebbero avuto un competitor e, quindi, non sarebbe stato possibile prenderlo e prenderci in giro come hanno già fatto in passato con personaggi di comodo. E’ vero come Terenzio faceva dire ai suoi guitti: veritas odium parit. Che Savona fosse andato contro i dettati costituzionali è tutto da dimostrare e io vi vedrei contrapposto la censura imposta alle sue opinioni di studioso. Il fatto stesso che il presidente della repubblica non ha reso chiare le motivazioni, in una società dove questo genere di cose va appalesata per evitare fraintendimenti e illazioni, la dice lunga.

  3. fidest press agency said

    Suggerisco a Italo Bruno alla lettura dell’articolo di cui al link https://fidest.wordpress.com/2018/05/30/la-tragedia-greca-nella-politica-italiana/ Credo sia illuminante e in grado di rispondere a tutte le sue perplessità.

  4. Italo BRUNO said

    “È chiaro che dall’euro non si può uscire, e tantomeno dall’Europa, e Savona ha spiegato che non voleva affatto questo, ma un’Europa più forte e più equa”
    Savona non l’ha precisato e né tampoco i due partiti; se l’avessero fatto non saremmo a questo punto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: