Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Archive for 28 maggio 2018

Pour une PAC renouvelée en soutien à une agriculture durable

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Paris Mardi 29 mai à 15h Institut Jacques Delors 19, rue de Milan La Politique agricole commune (PAC) a évolué au fil du temps vers un simple soutien au revenu des agriculteurs, principalement fonction des surfaces cultivées (“premier pilier”) associée à un modeste budget finançant le développement rural (“second pilier”). La tentative de verdissement des aides décidée en 2013 a été globalement un échec. Les propositions qui sont aujourd’hui sur la table laissent envisager une PAC beaucoup moins commune, où les budgets du second pilier seraient fortement réduits, et où l’on renoncerait à toute politique environnementale ambitieuse. La valeur ajoutée européenne d’une telle politique pose question, la forte dépendance des revenus agricoles aux subventions européennes devenant le seul argument probant pour défendre les budgets de la PAC. Pour que celle-ci retrouve une légitimité, il est nécessaire que des objectifs clairs lui soient assignés au service d’un modèle agricole européen. La PAC doit soutenir davantage des biens publics (protection du capital naturel, gestion des eaux, stockage de carbone, maintien de la biodiversité, etc.) ; ses aides doivent être conditionnées à des résultats effectifs et non plus à de tatillonnes obligations de moyens ; et l’allocation des financements aux Etats de l’UE doit reposer sur des critères objectifs et non plus sur la préservation de retours budgétaires nationaux.Jean-Christophe Bureau a obtenu sa thèse à l’université de Paris I Panthéon-Sorbonne en 1986. Professeur d’économie à AgroParisTech (ex Institut National Agronomique Paris-Grignon), il travaille sur la politique agricole et les négociations commerciales. Il coordonne le master d’Economie de l’environnement et de l’énergie de l’Université Paris-Saclay. Il a travaillé auparavant à l’Institut National de la Recherche Agronomique (INRA) où il a dirigé l’Unité Mixte de Recherche en Économie publique (UMR INRA 210), à l’Organisation de Coopération pour le Développement Économique (OCDE), à l’Economic Research Service de l’US Department of Agriculture, à Trinity College Dublin et à Iowa State University. Il a été membre de la cellule permanente du Conseil d’analyse économique du Premier ministre de 2002 à 2004. Il travaille régulièrement pour la Commission européenne, le Parlement européen. En 2016 il a été élu “Fellow” de l’European Association of Agricultural Economists. Il est chercheur associé au CEPII (Centre d’Etudes Prospectives et d’Informations Internationales) et à l’Institut Jacques Delors.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’irriverente si emoziona per tanta solerzia nel difendere i risparmiatori, e fa domande

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

La crisi istituzionale in corso é foriera di tanti spunti e riflessioni. L’ex-premier designato da due partiti che hanno avuto tanti voti alle scorse elezioni politiche, Giuseppe Conte, ci aveva emozionato perche’, oltre a promettere che sarebbe stato l’avvocato degli italiani, aveva messo ben in evidenza un suo prossimo intervento per far recuperare un po’ di soldi a tutti quei risparmiatori che in questi anni sono stati -sostanzialmente- vittime delle banche. Di soldi da recuperare ce ne sono a iosa, e tutti soldi che le banche (essenzialmente i loro manager, grazie ai loro sodali politici e amministrativi) si erano trattenuti in vario modo, dalle truffe esplicite agli arzigogolamenti piu’ raffinati o piu’ volgari per abbindolare risparmiatori che -non poche volte- sono anche sembrati contenti di farsi fregare.Ma il professor Conte é abortito, e proprio per quel ministero dell’Economia che, in linea di massima, avrebbe dovuto svolgere un ruolo primario in questo intento di risarcimento. Ascoltato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che motivava il suo rifiuto di accettare il ministro anti-euro Savona, ci ha colpito il suo motivo di fondo; difendere i soldi dei cittadini. Mattarella ha ragione? Vedremo. Visto che la politica non e’ fatta solo di cose giuste e cose sbagliate, ma anche di chi, come e quando fa queste cose. Ci viene in mente quello che mori’ prematuramente e all’improvviso, ma contento perché aveva ragione…Noi siamo irriverenti e guardiamo sempre l’aspetto beffardo e radicale delle vicende.Dov’era Mattarella, e i suoi predecessori di cui é degna e rispettosa tradizione, quando sono scoppiate le piu’ terribili fregature contro i risparmiatori (elenco a sfare, soprattutto in questi ultimi 20/30 anni)? Certo, lui era “solo” un parlamentare della maggioranza dell’epoca, insieme a tanti altri che, in un modo o nell’altro, hanno avuto a che fare con le sue politiche. Ma era sodale, in un blocco di regime che ha governato questo Paese e amministrato queste istituzioni consentendo alle banche di fare cio’ che hanno fatto. Siamo paranoici e faziosi? Forse, ma da quando Aduc esiste (1990) c’é la fila di persone che tutti i giorni rivendicano giustizia per i torti subiti dalle banche, fila che in questi ultimi anni si é sempre più ingrossata.
E’ questo motivo per fare “di tutta l’erba un fascio”? No! Il populismo non riusciamo ad indossarlo, anche se in questo momento sembra che sia un vestitino adatto e molto seducente e attraente. Quindi non ci troverete ad ogni angolo a gridare “class action”, “banche ladre”, “ridateci i soldi”, “ti faccio causa”, e altre amenità del lessico populista, diffuse anche in ambiente consumeristico, lasciando poi spesso i risparmiatori solo contenti di aver protestato. Abbiamo il “vizio” di guardare sempre più lontano e alla radice dei problemi, rispettando i diritti dei presunti vinti e degli altrettanti presunti vincitori, degli sconfitti e dei trionfatori. Ma é proprio questi ultimi che non riusciamo a vedere, dovendoci accontentare di “parlatori”, piu’ o meno opportunisti e populisti, che cercano di cavalcare uno sdegno e una rivalsa che non riesce a trovare strumenti -di diritto comune- per affermarsi.Cogliamo quindi l’occasione del “populismo” del nostro presidente Mattarella per chiamare alla battaglia tutti coloro che tengono al diritto, all’economia, al risparmio… anche senza chiedere in cambio poltrone che poi -i fatti istituzionali di questi gironi sono una cartina al tornasole- non riescono ad onorare (non ce ne voglia, prof. Conte). Quindi:
– presidente Mattarella, ci dice come vuoi difendere i soldi dei cittadini, oltre alla sua generica (e razionale, per cairità) difesa del metodo e dei meccanismi comunitari?
– non-ministro Savona, lei come assolverebbe a tal compito?
– non-premier Conte, anche se ha già accennato qualcosa, ci illuminerebbe di come in pratica avrebbe fatto a costringere le banche, senza usare i soldi di tutti noi contribuenti, a risarcire i risparmiatori vittime delle loro malefatte?
– leader dei partiti che hanno preso più voti, oltre alle dichiarazioni di principio che avete incluso nel famoso “contratto”, voi cosa fareste? Ci va bene tutto: norme dell’Esecutivo, progetti di legge, referendum, etc… Siamo irriverenti per questo? Bah! (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo presidente incaricato: Carlo Cottarelli

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Il presidente Sergio Mattarella dopo aver licenziato il presidente incaricato Giuseppe Conte che aveva in tasca sia la lista dei ministri sia la maggioranza in Parlamento ora gioca la carta di Carlo Cottarelli. Una scelta non casuale per imporre nuovi sacrifici agli italiani. Lo dice il suo curriculum. E’ nato a Cremona nel 1954. Ha iniziato la sua carriera in Banca d’Italia per poi passare all’Eni e in seguito diventare direttore degli Affari Fiscali del Fondo Monetario Internazionale. Nel 2013 viene chiamato dal governo di Enrico Letta e dal suo successore con l’incarico di Commissario straordinario della Revisione della Spesa Pubblica. Il suo lavoro è stato quello di studiare una cura “salasso” per gli italiani in modo da far contenti i grandi potentati finanziari stranieri. Non ebbe seguito e fu licenziato perché i governi che lo avevano preso in carico non se la sentirono di adottare le proposte che aveva avanzate per la loro chiara impopolarità. Ora ci riprova in prima persona doppiando l’impresa che prima di lui fu compiuta da Monti, e con la moral suasion del presidente Mattarella potrà contare sull’appoggio del Pd che viaggia sul “tanto peggio tanto meglio” e della stessa Forza Italia che gioca su due forni tenendosi stretto la Lega di Salvini e i “voleri del Colle”. Da ricordare che lo stesso Berlusconi aveva offerto a Cottarelli d’entrare nel suo governo. E’ il solito inciucio all’italiana anche se a farne le spese è il solito “popolo sovrano” da tempo spodestato ma non pare accorgersene.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutti i libri per capire il “Savona Pensiero”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Si è parlato molto in questi giorni dell’autobiografia di Paolo Savona appena edita da Rubbettino dal titolo «Come un incubo e come un sogno» In realtà il pensiero di Savona è un pensiero articolato (molto più di quanto alcune semplificazioni mediatiche hanno lasciato credere) che, sui temi di politica economica e di rapporti con l’Europa e la Germania si è tradotto in alcune importanti pubblicazioni edite da Rubbettino che riportiamo di seguito:
GERMANIA «La Rivoluzione democratica di Heine e la Costituzione per la pace perpetua di Kant. Una seconda lettera agli amici tedeschi» Dopo aver lungamente negato l’esistenza di una “questione europea”, l’uscita del Regno Unito dall’Unione ha aperto un dibattito sul come recuperare la perdita di consenso che ha colpito la libera circolazione delle persone nel territorio comunitario, l’euro e lo stesso mercato unico. Nel 60° dei Trattati di Roma, che tanto bene hanno fatto ai popoli europei, i media, il Parlamento e la Commissione UE, e i movimenti politici che aggregano le insoddisfazioni popolari avanzano proposte che riflettono la riemersione delle profonda diversità culturali tra le popolazioni del Vecchio Continente. Queste diversità risalgono indietro nel tempo e si erano assopite a seguito dei brillanti risultati raggiunti indistintamente dai paesi-membri, ma sono state riattivate dai persistenti divari di crescita economica e di occupazione intraeuropei e rispetto al resto del mondo, dagli ingenti flussi immigratori extracomunitari e dalla rigidità politica nell’affrontare tutti questi problemi. Queste radici sono state oggetto di due saggi scritti rispettivamente dal poeta Heinrich Heine e dal filosofo Immanuel Kant, quasi interamente riportati in questo lavoro, che servono di base per comprendere le esitazioni della Germania sia ad assumere un ruolo leader in Europa, sia a considerare le diversità culturali come un vincolo sul quale operare con adeguate politiche e non con ulteriori vincoli e proibizioni. L’Autore ne fa oggetto di una Seconda lettera agli amici tedeschi chiedendo di riesaminare la loro posizione partendo dalle idee dei due personaggi per ridare all’Unione la spinta vitale andata perduta.
EUROPA E WELFARE «Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberal-democrazia L’attrazione fatale per la giustizia sociale e la molla di una nuova rivoluzione globale» Nel 1926 Keynes scrisse il saggio The end of laissez-faire nel quale sosteneva che il capitalismo senza regole doveva essere considerato finito e, tra il 1944 e il 1946, propose con Beveridge di dare vita al welfare e alle politiche di piena occupazione. Nell’arco di vent’anni la convivenza civile registrò un netto miglioramento delle rilevanti conquiste liberali raggiunte nei secoli precedenti. La tesi di questo lavoro è che il liberalismo, entrato in concorrenza con le forze culturali e politiche che si sono avvalse delle sue proposte propugnando istanze più avanzate in termini di benessere, ha subito a opera della giustizia sociale un’attrazione che si è mostrata fatale e ha condotto alla fine della liberaldemocrazia. Da questi eccessi non sono restate immuni neanche le correnti di pensiero politico alternative che hanno accolto, senza saperle controllare, le spinte crescenti provenienti dalla domanda di assistenza; il combinato effetto di aumenti salariali eccedenti la produttività e di un’azione pubblica sulla redistribuzione del reddito, unita alla negazione dell’utilità del mercato nel contribuire alla crescita e alla giustizia sociale, hanno creato inflazione prima e deflazione poi. Dopo quasi mezzo secolo di conquiste, l’orologio della storia è tornato indietro e ha consentito il ritorno di politiche conservatrici propiziate dall’avvento del processo di globalizzazione, caratterizzato da grandi oligopoli e dall’esplosione di una finanza incontrollata che hanno scacciato il legislatore collettivo e riportato al potere un sovrano in forme dematerializzate che impone le sue leggi alla democrazia. I modi di funzionamento dell’Unione europea riflettono questa situazione nella gestione degli Stati-membri e si è persa la tensione politica verso la ricerca di una giustizia sociale coerente con i mutamenti geopolitici epocali intervenuti, dal crollo del comunismo sovietico, all’incessante progresso tecnologico e alle eterne pulsioni violente dell’uomo.
POLITICA ECONOMICA INTERNA «J’accuse Il dramma italiano di un’ennesima occasione perduta» Facendo seguito alla sua diagnosi delle eresie e degli esorcismi della politica economica italiana, pubblicata nel 2012 per gli stessi tipi, che ha raccolto molti consensi e ricevuto due riconoscimenti autorevoli, con questa nuova raccolta di scritti l’Autore traccia un quadro organico dei problemi urgenti che l’Italia deve affrontare al suo interno e in Europa. Egli muove tre J’accuse ai Governi che si sono succeduti dal 2008, data di inizio della crisi finanziaria mondiale: quella di aver trascurato di riaccendere il secondo importante motore della crescita italiana, le costruzioni, come hanno fatto gli Stati Uniti e la Germania; quella di considerare la crescita reale come il principale problema italiano, mentre lo è la spaccatura economica e politica tra il Nord e il Sud; quella di aver aumentato imposte e tasse per sanare la finanza pubblica, mentre le ha usate per accrescere la spesa pubblica primaria. Completano il quadro quattro lettere aperte destinate ai protagonisti della crisi – Juncker, Draghi, Visco, Padoan – già pubblicate e una nuova rivolta al Governo e alla Banca d’Italia, invitandoli a cambiare obbiettivi perseguiti e strumenti usati al fine di invertire la traiettoria verso il sottosviluppo del Paese.
CRISI ECONOMICA ED EUROPA «Eresie, esorcismi e scelte giuste per uscire dalla crisi Il caso Italia» Il lavoro esamina le decisioni di politica economica susseguitesi in Italia dalla nazionalizzazione dell’industria elettrica in poi, definendole “eresie”, ossia dottrine contrarie ai dogmi della razionalità economica, le quali hanno dato vita a puri “esorcismi”, riti che hanno lasciato le cose come prima. Infatti, nonostante le promesse di tagli, la spesa pubblica è continuata a crescere imperterrita, come pure, ma meno, la pressione fiscale, facendo così lievitare l’indebitamento pubblico. Lo Stato si è impossessato di metà del reddito annuo del Paese e non pare ancora soddisfatto, dato che va aggredendo in modo indistinto la ricchezza. L’autore individua nella “manovra” la madre di tutti i mali, una pratica di cui si avvale ora anche l’Unione Europea. La crisi che stiamo vivendo è il conto che gli italiani sono chiamati a pagare per gli errori commessi dagli Stati Uniti nel dopo Bretton Woods, non avendo adeguato le regole sul piano della moneta e dei cambi, e dall’Unione Europea nel dopo Trattato di Maastricht, per non aver attuato il disegno di unificazione politica che l’aveva indotta a creare l’euro. Egli ammette che l’Italia ha le sue colpe, ma esse sono solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso già colmo di squilibri economici e di dissapori mondiali sul da farsi. Il lavoro indica anche le “scelte giuste” da prendere per riportare l’Italia sul sentiero della ripresa produttiva e dell’occupazione. Il lavoro si chiude con un esame critico della Manovra Monti e delle decisioni prese a Bruxelles il 9 dicembre scorso che sono la continuazione della concezione di una “vecchia” Europa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Summary of the contract for the government of change in Italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

This is the summary of the contract for the government of change, signed by the 5 Star Movement and the Lega, the two political forces that won the last elections in Italy. They represent 17 millions of citizens:
01 PUBLIC WATER Protection of this common natural asset, as expressed in the 2011 referendum.
02 AGRICULTURE AND FISHING – MADE-IN-ITALY PRODUCTS Protection of agriculture, as well as support to small-scale fishing and Made-in-Italy products.
03 ENVIRONMENT, GREEN ECONOMY AND ZERO WASTE Environmental sustainability through a “de-fossilized” and “de-carbonized” economy and nance; energy efficiency and renewable sources; support to a “green-economy”, (research, innovation and training for environmental development work); promotion of circular economy.
04 BANK FOR INVESTMENTS AND SAVINGS Establishment of an investment bank for small- and medium-size businesses; protection of savings accounts; separation of credit and investment banks.
05 CONFLICT OF INTERESTS Applicability of the notion of confict of interest in cases of interference between a public interest and another public or private interest that may influence the objective exercise of a public function, regardless of an economic advantage; application of statutory measures also for non-governmental positions.
06 CULTURE Conservation, enhancement and usability of cultural and artistic heritage.
07 PUBLIC DEBT AND DEFICIT Reduction of public debt through GDP growth, rather than through tax- and austerity-based measures; revitalisation of both domestic demand as it pertains to high-multiplier investments and policies to support the purchasing power of households, and foreign demand, by creating better conditions for exports.
08 DEFENSE Protection of Armed Forces personnel; hiring of new resources with increased equipment and tools; rationalisation of military spending, including in reference to the reclamation of decommissioned military real estate assets; review of international missions in relation to national interests.
09 FOREIGN POLICIES ISSUES Membership to NATO with the USA as a privileged ally; openness to Russia to strengthen commercial relations; reorganisation of the diplomatic and consular network for Italians’ rights abroad.
10 TAX MATTERS – FLAT TAX AND SIMPLIFICATION Freezing of VAT and excise taxes; Determination and simplification for households, businesses and VAT-registered professionals; review of the tax system applicable to natural persons and businesses; Flat tax at fixed 15% and 20% for natural persons, VAT-registered professionals, companies and families; provision for a fixed deduction of 3,000.00 based on family income; confirmation of the “no-tax area”; burden of proof on tax authorities; strengthening of compensations between credits and debts towards the Public Administration; abolition of the expense-based (spesometro) and income-based reporting systems (redditometro); enhancement of penalties for large-scale tax evaders; tax reconciliation: reinforcement of debt consolidation procedures.
11 SPEEDY AND EFFICIENT JUSTICE Independence of the Superior Council of Magistracy (SCM); separation of the judiciary – political careers; simplification and reduction of trials; enhancement of the right to self-defense; tightening of penalties for sexual violence; fair compensation for victims of violent crimes; crime expunction reform; end to de-criminalization and early release from jail; penalty increases for theft, robbery and fraud; speedy trials; class-action suits for citizens and businesses; reduction of costs to access justice; fight against poaching; construction of new prisons; new guidelines on the so-called “41-bis” prison reform (“hard prison regime”).
12 IMMIGRATION: REPATRIATION AND STOP TO SMUGGLING ACTIVITIES Revision of the Dublin Regulation; compliance with the principle of fair sharing of responsibilities among EU countries; fast-tracking procedures for the veri cation of the right to refugee status; transparency of public funds for the immigration hospitality system; cooperation among countries.
13 EMPLOYMENT Introduction of minimum hourly wage; reduction of tax wedge and simplification of bureaucratic procedures; voucher system overhaul; enhancement of employment centers; fight against short-term employment and the effects of the Jobs Act; enhancement of training paths.
14 FIGHT AGAINST CORRUPTION Increased penalties for crimes against the Public Administration; debarment from doing business with or holding positions in the Public Administration for perpetrators and enablers of corruption-related crimes; introduction of undercover and inciting agents; strengthening of the National Anti-Corruption Authority; greater protection for whistleblowers; enhancement of wire-tapping, especially in cases concerning corruption; strengthening of crimes related to interactions between organized crime (Mafia) and politicians.
15 MINISTRY FOR DISABILITIES Increase of funds for disabilities and individuals who are not self-sufficient; exclusion from the Indicator of the Equivalent Financial Situation (IEFS) calculation of welfare, social security benefits and indemnities; increase of civil disability allowance and adjustment to the social pension.
16 THE FORNERO PENSION LAW Abolition of imbalances in the social security system introduced by the “Fornero Pension Law”, to facilitate the exit from the labor market of categories that are currently excluded; introduction of Quota 41 and Quota 100 pension reforms; separation between social security and assistance; extension of the “women’s option” measure.
17 POLICIES FOR FAMILIES AND BIRTH RATE INCREASE Policies to enable women to reconcile family and work duties. Increase of maternity allowance; tax benefits for businesses that keep mothers at work after the birth of their children; reimbursements for nursery and baby-sitting expenses, tax benefits including “zero VAT” for neonatal and child products. Benefits for families with dependent elderly, including home assistance through maids and caregivers.
18 EMPLOYMENT-BASED SUPPLEMENTAL INCOME AND MINIMUM PENSION INCREASE Employment-based supplemental income as support for Italian citizens for the purpose of job reintegration; the financial support amounts to 780.00 per month per person, de ned on the OCSE scale for larger families; the beneficiary of the income must accept job offers from employment centers (maximum of 3 proposals over a 2-year period); in the case of refusal, financial benefits will be revoked; investment of 2 billion Euro to reform employment centers. Minimum pension increase for those living below the minimum poverty line: supplement to pensions lower than 780.00 per month.
19 INSTITUTIONAL REFORMS, AUTONOMY AND DEMOCRACY Reduction in the number of parliamentarians; introduction of a mandate constraint for parliamentarians; strengthening of direct democracy; regional autonomy and provision of funds for local authorities; introduction of proactive referenda; elimination of quorum for revocation referenda; enhancement of legislative initiatives; transparency on the financing of foundations connected to political parties; evaluation of the performance of Public Administration managers; cutting laws streamlining of Public Administration.
20 HEALTHCARE Increase of funds for the public health service; protection of regional autonomy in the organisation of health services; termination of the relationship between politics and the provision of health services; fight against waste, corruption and inefficiencies; review of pharmaceutical governance; Automation of the NHS and investments for prevention; reduction of wait on waiting lists.
21 SCHOOL Review of teacher recruitment system; resolution of short-term teaching jobs; effective training system; introduction of tools that take into account the link between teachers and their area of residence; resolution of the “direct-call” system; continuous training for teachers; review of “school-to-work” programs.
22 SAFETY, LEGALITY AND LAW ENFORCEMENT Increase of funds, tools and equipment; sta increase; renewal of contracts and career reorganisation; measures for fire fighters (stabilisation of labor relations, reinforcement of training and adjustment of wages to mirror levels set for law enforcement personnel); reorganisation of the Local Police with increase of equipment and tasks; rigorous fight against bullying and gambling; speedy eviction of illegal occupants and repatriation of illegals; investments in road safety; closing of unlawful nomad camps; fight against toxic bon res.
23 SPORT Implementation of physical activities; provision and upgrading of sports facilities throughout the country; improvement of the operation of sports bodies; introduction of tax and contribution benefits for small amateur sports associations. 24 SOUTHERN ITALY
Definition of policies (support to income, pensions, investments, environment and protection of employment) to achieve Italy’s uniform development, and the reduction of the gap between North and South.
25 CUTS TO COSTS OF POLITICS, INSTITUTIONS AND GOLDEN PENSIONS Cuts to costs of politics, unnecessary institutions and privileges; retroactive equalisation of the social security system of parliamentarians, regional councillors, etc. to the social security system in force for all citizens; reduction of official vehicles, government-paid aircrafts and body guard services; reduction of golden pensions (above 5,000.00 Euro net monthly) that are inconsistent with social contributions paid.
26 TRANSPORT, INFRASTRUCTURE AND TELECOMMUNICATIONS Reduction in the use of vehicles powered by diesel and petrol engines; incentives for hybrid and electric vehicles; National Infrastructure Plan to install electric vehicle recharging stations; strengthening of electric car sharing; development of urban and extra-urban bike trails; investment in resources to equip ports; modernisation and upgrading of railway lines; review of the project in the application of the agreement between Italy and France concerning the Turin- Lyon high-speed railway line; transparent management of public radio – television service lines; elimination of political cronyism and promotion of meritocracy in public radio – TV service.
27 TOURISM Creation of a Ministry of Tourism; abolition of tourism tax; tax credits for tourism businesses that hire young people; redefinition of ENIT (Italian National Tourism Agency) governance and its financial, economic and operational functioning.
28 EUROPEAN UNION Review of European agreements (monetary policy, Stability Pact and growth, Fiscal compact, MES, procedure to balance excessive macroeconomics, etc.); fight against counterfeiting and falsi cation of Made in Italy products; review of Italy’s contribution to the EU; opposition to CETA, MES China, TTIP and similarly inspired treatises.
29 UNIVERSITY AND RESEARCH Increase of resources allocated to universities and research institutions; investments in innovation; elimination of waste; incentive of public-private partnerships that allow greater contribution of resources to research; expansion of student bracket that benefits from “No-Tax area”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Veto sulla nomina di Paolo Savona a Ministro dell’Economia

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

“Si dice che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia messo il veto sulla nomina di Paolo Savona a Ministro dell’Economia, se questa notizia fosse confermata avrebbe dell’incredibile. Perché la verità è che non esiste alcuna norma della Costituzione italiana che consente al Presidente della Repubblica di rifiutarsi di nominare un Ministro solamente perché non ne condivide le idee. E se questo veto fosse confermato sarebbe drammaticamente evidente che il Presidente Mattarella è troppo influenzato dagli interessi delle nazioni straniere e dunque Fratelli d’Italia nel caso in cui questo veto impedisca la formazione del nuovo Governo chiederà al Parlamento italiano la messa in stato d’accusa del Presidente della Repubblica per alto tradimento a norma dell’articolo 90 della Costituzione perché di gente che fa gli interessi delle nazioni straniere e non degli italiani ne abbiamo vista fin troppa”. Lo ha detto in un video su Facebook il Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mattarella: cancellati anni di lavoro, mesi di partecipazione e giorni di speranze

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

“E’ successo qualcosa di incredibile, ma soprattutto di pericoloso. E’ caduto anche l’ultimo velo. Al Presidente della Repubblica italiana non interessa il voto espresso dagli italiani, interessa ciò che gli impongono gli interessi del mercato. Con queste parole sono stati cancellati anni di lavoro, mesi di partecipazione e giorni di speranze. Con queste parole è stato abortito il governo del cambiamento. Riavvolgendo il nastro, riguardando il film di questi ultimi mesi tornano in mente tutti segnali, ai quali non avremmo mai voluto credere, che ci hanno portati a questo giorno. Uno dei più bui della nostra storia politica. La legge elettorale pensata per non farci vincere, la fretta che c’era prima e che ora a quanto pare sembra non esserci più, lo spread che sale a comando. Ora il Presidente è preoccupato dei nostri risparmi. Dov’era quando i nostri risparmi venivano cancellati nella notte dal decreto salva-Boschi? In Italia puoi governare se sei stato condannato, se hai avuto rapporti con la mafia, se non sei laureato, ma non se sei del Movimento Cinque Stelle. Io, come voi, non so cosa succederà domani. Il Presidente ci ha raccontato che questa è la scelta migliore, quella più rassicurante. Domani ci sveglieremo sì senza il ministro dell’Economia che l’Europa non voleva, ma anche senza un governo, con il rischio di impeachment per il Presidente della Repubblica e con un clima di tensione che la mia generazione non ha mai respirato. Presidente chi dobbiamo ringraziare per questo? Gli interessi di chi possono valere tanto?”, così Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impeachment per Mattarella?

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Ieri sera abbiamo dovuto prendere atto del fallimento del contratto di programma tra i pentastellati e i leghisti per un dissenso su un nome da parte del presidente della repubblica. E qui siamo di fronte alla prima anomalia poiché i contraenti rappresentano la maggioranza parlamentare. E allora? ci si chiede. Era proprio necessario che il presidente della Repubblica si mettesse di traverso per un nome indigesto al colle? La percezione che emerge è che si tratti per Mattarella di un clamoroso flop anche perché se il paese attende d’essere governato e sono stati trovati i numeri in parlamento questa condizione di stallo appare innaturale e difficilmente digeribile dall’opinione pubblica. E la domanda che segue è conseguenziale. Ha il presidente rispettato, come afferma, il dettato costituzionale o è andato oltre il suo compito violando le stesse regole che a sua volta cita a suo sostegno? Da qui parte la riflessione dei pentastellati sull’opportunità o meno di mettere in stato d’accusa il Presidente anche se i passaggi sono laboriosi e lunghi e la parola finale non spetta al parlamento bensì alla Corte Costituzionale e il che vuol dire il luogo di provenienza di Mattarella. Il sospetto, quindi, è che non se ne faccia nulla. Resta il vulnus con un governo del Presidente privo del consenso popolare, capace di suscitare un dissenso crescente nell’opinione pubblica e una lacerazione che rischia d’indebolire ulteriormente il rispetto per le istituzioni già in caduta libera nel sentire popolare. Del resto il timore da parte del colle che si arrivi per strade trasverse all’uscita del paese dall’euro non è suffragata dai fatti. Il prof. Savona l’aveva messa in conto come una provocazione per indurre le autorità europee ad accettare un dialogo costruttivo sulla riforma dei trattati e che è auspicato da tutte le forze politiche oggi rappresentate in parlamento e nella società civile.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Europa dei burocrati e delle prime donne

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Le esternazioni di questi giorni da parte di alcuni autorevoli personaggi della “famiglia” europea, vedasi la Francia e la stessa Germania, offrono un’immagine di una Europa deformata e deformante. Ai tempi di re Artù si pensava a un primus inter pares «primo tra uguali» e che il vocabolario Treccani definisce: “Espressione usata con riferimento a chi, tra persone di pari dignità o posizione gerarchica, è considerato il capo per la funzione che esercita o per altri motivi di preminenza”. E qui il primo grave errore poiché abbiamo sbagliato nell’identificarci con il “primus”: Non lo è stato il Parlamento europeo o la stessa commissione europea ma dietro le quinte vi sono sempre loro: i grandi gruppi di interessi economici e soprattutto finanziari.
Se poi passiamo a dare un senso all’espressione: “Europa dei burocrati” possiamo immaginarci una Unione che ha ingabbiato il suo edificio con impalcature che provvedessero a tenerla in un perfetto stato di conservazione. Alla fine si è scoperto che tali ponteggi sono diventati con il tempo parte integrante del fabbricato e ne hanno appesantita la visione e anche il modo di accedervi. E’ questo il risultato di una burocrazia che può avere dei meriti ma non li lascia trasparire come dovrebbe perché è prevalso il suo lato più deteriore che tende a condizionare la stessa autonomia di giudizio dei politici che vi soggiornano.
Per quanto riguarda le “prime donne” lo constatiamo di continuo con gli incontri bilaterali Francia e Germania e le loro sfere d’influenza con gli altri paesi dell’unione tanto che ci ritroviamo con alleanze fatte su interessi condivisi, ma ristretti, a danno di altri e che quest’ultimi sono posti nella condizione o di accettare, sia pure mugugnando, o di opporsi con il rischio di essere isolati e ricattati, ma non certo aiutati se si trovano in difficoltà.
Ma come è stato possibile, c’è da chiedersi, arrivare a questo punto? Ovvero con un progetto unitario così importante, e persino provvidenziale per un’Europa che voglia porsi allo stesso livello delle grandi potenze mondiali e vederselo, invece, sgranare tra le mani in modo così pietoso? E’ perché siamo partiti con i buoni propositi e ci siamo trovati con forti conflitti d’interesse dove l’euromoneta non è servita per unire ma per provocare la sudditanza di alcuni stati nei confronti di altri. A mio avviso se vogliamo uscire da questa impasse non ci resta che rifondare l’Europa partendo dal presupposto che ne esistono due ben distinte e con interessi conflittuali tra loro. E se vogliamo farle convivere sotto lo stesso tetto è necessario mettere da parte le prime donne e spingersi verso una ridistribuzione delle risorse e un aiuto reale a quei paesi che risultano con uno sviluppo più ritardato così come è avvenuto tra le due Germani dopo la caduta del muro di Berlino. Il resto sono sole chiacchiere. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GEICO Reminds You Motorcycle Safety is More Than the Month of May

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

GEICO is committed to reinforcing motorcycle safety for long enjoyable rides during Motorcycle Safety Month and all year long. If you are gearing up for the riding season or thinking about becoming a new rider, make sure you are on a properly sized bike for your ability. Controlling your bike with one foot on the ground or the tip of your toes is not the most confidence-inspiring approach. You should be able to comfortably put both feet on the ground when the bike is stopped, reach the control levers and foot controls for better handling of your bike. Motorcycle safety courses and clinics for on- and off-road riding are available for all experience levels.Before you ride, give the bike a quick once-over to ensure everything is working properly. Over- or under-inflated tires cause the bike to handle differently. Tire pressure, throttle operation, clutch and brake adjustment have the most influence on your control and safety.When purchasing riding gear, select proper fitting clothes for the riding position. Loose or poorly fitted clothing may feel better when you’re walking around, but in the event you go down, they will twist and not protect you as designed. Today’s protective clothing often features vents, waterproofing, reflective material and hidden pockets. Make sure your helmet is at least DOT-approved and includes a face shield.A motorcycles’ smaller size makes it harder to see, so always ride defensively, leave your headlight on at all times, signal in advance and always watch for turning vehicles. Pass only in the passing lane and give yourself enough time to brake. Avoid other vehicles’ blind spots. Be aware of road hazards such as potholes, train tracks, oil slicks, road debris and animals. Any of these can be a problem, even for the most experienced rider.For other motorcycle related articles, please visit GEICO More. Additional safety tips will ensure that everyone has a safe and enjoyable motorcycle season.GEICO (Government Employees Insurance Company) is a member of the Berkshire Hathaway family of companies and is the second-largest private passenger auto insurance company in the United States. GEICO, which was founded in 1936, provides millions of auto insurance quotes to U.S. drivers annually. The company is pleased to serve more than 15 million private passenger customers, insuring more than 24 million vehicles (auto & cycle).Using GEICO’s online service center, policyholders can purchase policies, make policy changes, report claims and print insurance ID cards. Policyholders can also connect to GEICO through the GEICO App, reach a representative over the phone or visit a GEICO local agent.
GEICO also provides insurance quotes on motorcycles, all-terrain vehicles (ATVs), boats, travel trailers and motorhomes (RVs). Coverage for life, homes and apartments is written by non-affiliated insurance companies and is secured through the GEICO Insurance Agency, Inc. Commercial auto insurance and personal umbrella protection are also available. http://www.geico.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il declino del PD: E’ nel suo Dna?

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Per comprendere meglio cosa sta accadendo in casa Pd è necessario fare qualche passo indietro e riandare al tempo in cui è stato capace, per ben due volte, di far cadere il governo Prodi per le sue faide interne e nel lasciare che gli desse una mano il suo alleato di sinistra. Nello stesso tempo rimangono gli interrogativi di sempre: Perché ha evitato di fare una legge sul conflitto d’interesse? Perché ha mancato di mostrare la grinta necessaria nelle elezioni del 2013 facendosi quasi raggiungere dal centro destra pur avendo in partenza quasi dieci punti di distacco? Perché non ha fatto le riforme che oggi dichiara di voler porre mano quando aveva i numeri e era al governo? E ci riferiamo a quelle “vere” e non fasulle come la “buona scuola”. Perché ha ignorato il malessere del paese assecondando il governo Monti che ci ha imposto una cura da cavallo senza una contropartita per la crescita? Perché si continua a dipendere dai poteri forti europei dove è evidente il conflitto d’interessi con la Germania con la quale siamo in concorrenza per l’esportazione di analoghi prodotti? Perché proseguiamo nell’ignorare i reali problemi che non ci consentono di far funzionare una giustizia al passo con i tempi e insistiamo nell’ospitare gli immigrati sino a trasformare l’Italia nel più grande campo profughi d’Europa? E i perché potrebbero continuare all’infinito in quanto mostra di cercare rimedi per la sua leadership più adatti per un funerale che per la sua guarigione. E la ciliegina sulla torta, si fa per dire, è stata messa allorquando Di Maio ha offerto al Pd un contratto per governare insieme ai pentastellati e ne ha ricevuto un gran rifiuto. E ora si scandalizza che lo stesso movimento abbia trovato un alleato diverso anche se tra mille tentennamenti e lo condanna all’oblio? Si dice che chi è causa del suo mal pianga se stesso se non fosse che le lacrime ci accomunano nella consapevolezza che stiamo perdendo un pezzo di storia politica che avremmo voluto volentieri evitare e coinvolge gli stessi valori della democrazia intesa nel suo piano nobile. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In arrivo un’altra spending review, l’eredità del Governo PD metterà in ginocchio la scuola

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Il primo inquilino di viale Trastevere, in procinto di essere nominato assieme al primo Governo della XVIII legislatura, dovrà riuscire a mettere in pratica il programma sulla scuola contenuto nel Contratto di governo M5S-Lega dovendo fare a meno di 160 milioni di euro nei prossimi tre anni: è l’eredità pesante lasciata dal Governo uscente. Conti alla mano, dai documenti interministeriali emerge che ci sono tagli importanti sia nella scuola, sia nei fondi destinati alla formazione. Nei primi due anni le scuole dovranno fare a meno di 36 milioni di euro (sia per il 2018 che per il 2019) e scendere di altri 35 milioni di euro alla fine del triennio. Lo stesso dicasi per i tagli ai fondi destinati all’offerta formativa che saranno di 18 milioni per quest’anno, di 19 milioni per il prossimo e di poco più di 17 milioni per il 2020.Marcello Pacifico (presidente Anief): Si va a tagliare al cuore della scuola, sulle spese vive di prima necessità. È come se agli ospedali si andassero a tagliare i materiali per le operazioni chirurgiche e per la gestione dei pazienti. È un andare inaccettabile. Spetterà al nuovo ministro informare immediatamente il Governo della presenza di questo ulteriore “fardello”, in modo che l’esecutivo possa emanare un decreto soppressivo, trovando le risorse utili a coprire le economie previste della maggioranza uscente. Al nuovo Governo chiediamo di introdurre una politica opposta: la scuola ha bisogno estremo di risorse, considerando che gli investimenti rispetto al Pil sono fortemente sottodimensionati rispetto a tutti i Paesi moderni. Occorre contrastare la dispersione e l’abbandono scolastico, ridurre il numero di alunni per classe, trasformare i 100mila posti in organico di fatto in organico di diritto, la metà dei quali su sostegno, stabilizzandovi tutti i precari storici, i diplomati magistrale e coloro che, in possesso di abilitazione, hanno svolto tre anni di supplenze. Il tempo della spending review è finito, altrimenti la scuola finirà nel baratro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Truffe finanziarie. La colpa è anche dei risparmiatori, talvolta superficiali…

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

E’ emersa oggi la probabile ed ennesima truffa finanziaria che ha visto coinvolti centinaia di risparmiatori che avevano affidato i propri risparmi ad una setta religiosa con sede vicino Todi (. Vedremo se si tratterà di truffa o meno; i contorni ci sono tutti, con tanto di azione della Guardia di Finanza e i vani tentativi della Consob per avere informazioni.
Siamo in clima in cui il neo-capo del governo ha promesso ai risparmiatori presunti truffati dalle banche che farà di tutto per farli tornare in possesso dei loro soldi. Ed esistono ancora (e sempre più) risparmiatori che cadono in queste opportunita’ di guadagni mirabolanti, che anche “ad occhio nudo” e con scarsa conoscenza degli strumenti finanziari, sarebbero facilmente individuabili come trappole per allocchi. Nel caso degli arresti di oggi… va bene che la setta religiosa aveva anche un arcivescovo che teneva messa in quel di Todi, citta’ di una regione messianica (Umbria) e cattolica per eccellenza storica, cosa che avrebbe potuto convincere qualche bacchettone della estrema religiosita’ dell’azione…. ma ci sono ancora queste persone che credono a queste cose? Sembra proprio di sì. Noi in Aduc ne abbiamo collezioni e collezioni. Persone che ci scrivono ogni giorno cercando una strada per recuperare soldi dati a societa’ di broker con sedi nelle isole
Marshall o a Vanuatu nel Pacifico del sud, oppure Saint Vincent e Grenadine nei Caraibi, etc. Tutte societa’ che operano via web e che, promettendo grandi ricavi da investimenti piccoli e medi, riescono a farsi consegnare soldi che, puntualmente, si dissolvono.
Noi di Aduc crediamo di non essere dei pivellini in materia, ma spesso siamo presi da uno sconforto che, al momento (però e per fortuna), non ha ancora avuto il sopravvento. Sono più di 25 anni che diamo consulenza e consigli su come non farsi fregare o mettere i piedi in testa: decaloghi, comunicati, articoli, schede pratiche, call enter di consulenza, sedi con professionisti volontari, trasmissioni radio e tv…. Ma sembra di lottare contro i mulini a vento, dove questi ultimi sono proprio i risparmiatori che, talvolta anche quando hanno ricevuto da noi un qualche consiglio, ci cascano lo stesso. Certo, l’Italia (e non solo) é un Paese in cui il gioco d’azzardo di Stato (lotterie et similia) va per la maggiora, e quindi si capisce perche’ questo azzardo non si debba limitare solo a qualche decina di euro di speranze che si comprano dal tabacchino, ma anche a piccoli gruzzoletti magari messi da parte con qualche speranza di rendita per sé e per i propri eredi.
Noi non molliamo, ovviamente. Ma cogliamo l’occasione per ricordare all’”avvocato degli italiani”, il prof. Giuseppe Conte premier, che dovrà avere a che fare con questi cittadini risparmiatori. Spesso vittime di promotori finanziari e banche che li costringono, per esempio, a comprare azioni di cui non sanno nulla altrimenti non gli danno il mutuo per la casa, o prodotti finanziari che puzzano di truffa “lontani un miglio”. Ma spesso “sempliciotti”, superficiali che, pur essendo stati informati che la fiamma brucia, siccome con un sorriso o con una preghiera gli hanno detto che quel fuoco fa bene alla pelle, non esitano a metterci sopra la mano ad occhi chiusi. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Xiaomi arriva in Italia, espandendo la propria presenza in Europa occidentale

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Xiaomi, il leader mondiale nella tecnologia, ha compiuto grandi passi avanti nella propria espansione globale e annuncia oggi il proprio ingresso ufficiale in Italia, un nuovo mercato dell’Europa occidentale. L’annuncio segue dell’ingresso del brand in Francia, avvenuto solo due giorni fa, e in Spagna, avvenuto sei mesi fa.
Conosciuta per la propria gamma di prodotti eccezionali a prezzi onesti, Xiaomi è pronta a scuotere il mercato italiano degli smartphone e dei dispositivi Internet of Things (IoT) e ad affermarsi nell’Europa occidentale.
Fondata nel 2010, il CEO di Xiaomi Lei Jun e altri sette co-fondatori hanno dato vita all’azienda basata sulla visione “Innovazione per tutti”. Xiaomi ha aperto la strada a un modello di business unico, ispirato dal pensiero di Internet, che garantisce il massimo livello di efficienza, così da offrire prodotti eccezionali dotati di tecnologia all’avanguardia e servizi innovativi, disponibili a prezzi accessibili e onesti.
Il modello business di Xiaomi si basa su tre pilastri: hardware, servizi Internet e new retail. Durante l’evento di lancio tenutosi oggi presso il Superstudio Più di Milano, Xiaomi ha annunciato che porterà in Italia tutti e tre gli elementi di questo modello di business, denominato “Triathlon”, incluso il sito ufficiale Mi.com e il primo Mi Store autorizzato. Attraverso queste operazioni, l’azienda dimostra il proprio impegno nel mercato italiano, oltre alla propria attitudine a cambiare le carte in tavola nel settore tecnologico.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

John Rich to Celebrate Memorial Day and Folds of Honor on Fox & Friends

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

What better way to commemorate Memorial Day than to honor and support the families of our fallen and disabled veterans through the Folds of Honor Foundation, a nonprofit organization dedicated to providing educational scholarships to the families of American military killed or disabled in the line of duty. That’s what John Rich, half of the musical duo Big and Rich, will be doing on the Fox News Channel’s Fox & Friends morning program on Monday, May 28.During the program, John will be presenting a check to the Folds of Honor Foundation to cover college costs for six college graduates that have lost a parent in combat based on the first quarter 2018 sales of Redneck Riviera Whiskey, which he developed in conjunction with Portland, Oregon-based craft distiller Eastside Distilling, Inc. (Nasdaq: EAST).Since 2007, the Folds of Honor Foundation has carried forth this singular, noble mission – to provide educational scholarships to spouses and children of America’s fallen and disabled service-members. Their motto says it best: “Honor Their Sacrifice. Educate Their Legacy.”
John has taken to heart the Folds of Honor mission and has been an active advocate on behalf of the foundation. He has “put his money where his mouth is” in terms of generously tithing to the foundation a share of the profit from his growing Redneck Riviera brand, including apparel, lifestyle products and the newly introduced Redneck Riviera Whiskey that he developed.“This is one of the passions of my life,” said John Rich. “We have an obligation to support the families of our fallen heroes, and there is no better way than to assist them in getting the education they need to pursue their passions and lead the economically productive lives they desire. I believe this honors their military loved ones in a profoundly meaningful way that they would have been extremely proud of. I am humbled and blessed to present this check for the first quarter sales; and I’m looking forward to what the second quarter will bring.“Besides, who is more fun to be with – on TV – than the morning crew at Fox & Friends. Ainslie, Steve and Brian are friends that believe in the Folds of Honor mission, and I look forward to a fun day on the air with them.”Grover Wickersham, Chairman and CEO of Eastside Distilling, commented, “John is a man of great character and conviction, and he has a passion to help where help is needed. It is sad but true that when the lives of our service members are taken, they often leave behind young families. We are proud to be joining John’s efforts to support the families of our fallen and this Memorial Day I contributed an additional seventh scholarship myself to show my personal commitment to John and the Fold’s mission.”Redneck Riviera Whiskey is a small batch whiskey with vanilla honey smoothness and a subtle finish that consumers are sure to love. Redneck Riviera Whiskey was crafted by the famed distilling team at Eastside, including Travis Schoney and Mel Heim. The team painstakingly developed what Eastside and John Rich believe is a superb whiskey unlike any other on the market, working over many months, with input from John Rich and friends.Redneck Riviera Whiskey is currently available in Texas, California, Louisiana, Alabama, Georgia, Mississippi, Florida, North Carolina, North and South Dakota, Oregon, Tennessee, Oklahoma, Nebraska, Kentucky, Iowa, Minnesota and Wisconsin. The list of states will grow as the product rollout continues.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Successful Demonstration of INVISTA’s Latest P8 PTA Technology in China

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

INVISTA Performance Technologies (IPT) announces the success of its latest P8 PTA technology deployed on Jiaxing Petrochemical’s second PTA Line. Started up in record time in December 2017, the plant is now consistently operating at 100 percent design rate with a variable cost performance better than target, firmly establishing Jiaxing Petrochemical’s second PTA Line as the global leader in terms of raw material and utility consumptions. Mike Pickens, President of INVISTA Performance Technologies, commented, “It is a proud moment for IPT, seeing our P8 PTA technology demonstrate the productivity and variable cost performance that we promised to the market and our loyal customer, Jiaxing. This would not have been possible without the excellent teamwork and meticulous efforts put in by Jiaxing Petrochemicals and IPT teams.” Mr. Xu, President of Tongkun Group, is appreciative of the performance of Jiaxing Petrochemical’s second PTA line. He said, “The second PTA line is running well, and we look forward to continued support from INVISTA for further optimization of the plant.” This represents yet another major achievement by IPT in the innovative development and successful deployment of industry leading PTA technologies aimed at creating competitive advantage for our global customers. http://www.ipt.INVISTA.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ellington Financial LLC to Attend Upcoming Investor Conferences

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Ellington Financial LLC (NYSE: EFC) (the “Company”) today announced that it will attend two upcoming investor conferences in New York City. The Company will attend the 2018 KBW Annual Mortgage Finance Conference, located at the Westin Grand Central Hotel in New York City on Thursday, May 31, 2018. The Company will present at approximately 2:20 p.m. Eastern Time. The presentation will be transmitted via a live audio Web cast on the internet at http://wsw.com/webcast/kbw43/efc/ and will be available for 90 days following the event. A recorded replay of the presentation will also be available on the Ellington Financial website at http://www.ellingtonfinancial.com, under “For Our Shareholders — Calendar of Events – Past Events.” The Company will also attend the 2018 JMP Financial Services and Real Estate Conference, located at the St. Regis New York, on Tuesday, June 19, 2018. There will not be a formal company presentation at the JMP Conference.
Ellington Financial LLC is a specialty finance company that invests in a diverse array of financial assets, including residential and commercial mortgage-backed securities, residential and commercial mortgage loans, consumer loans and asset-backed securities backed by consumer loans, collateralized loan obligations, corporate equity and debt securities (including distressed debt), non-mortgage and mortgage-related derivatives, equity investments in mortgage-related entities, and other strategic investments. Ellington Financial LLC is externally managed and advised by Ellington Financial Management LLC, an affiliate of Ellington Management Group, L.L.C.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Citigroup CFO John Gerspach to Present at the Morgan Stanley Financials Conference

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

John Gerspach, Chief Financial Officer of Citigroup, will present at Morgan Stanley Financials Conference on Wednesday, June 13, 2018. The presentation is expected to begin at approximately 8:50 a.m. (Eastern). A live webcast will be available at http://www.citigroup.com/citi/investor. A replay and transcript of the webcast will be available shortly after the event.Citi, the leading global bank, has approximately 200 million customer accounts and does business in more than 160 countries and jurisdictions. Citi provides consumers, corporations, governments and institutions with a broad range of financial products and services, including consumer banking and credit, corporate and investment banking, securities brokerage, transaction services, and wealth.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rambus to Present at Baird 2018 Global Consumer, Technology and Services Conference

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Rambus Inc. (Nasdaq: RMBS) today announced that Rahul Mathur, chief financial officer, will present at the Baird 2018 Global Consumer, Technology and Services Conference in New York on June 7, 2018 at 8:30 a.m. ET. The presentation will be available through a webcast which can be accessed on the Rambus Investor Relations website at investor.rambus.com. A replay of the presentation will also be available on the website following the event.Dedicated to making data faster and safer, Rambus creates innovative hardware, software and services that drive technology advancements from the data center to the mobile edge. Our architecture licenses, IP cores, chips, software, and services span memory and interfaces, security, and emerging technologies to positively impact the modern world. We collaborate with the industry, partnering with leading chip and system designers, foundries, and service providers. Integrated into tens of billions of devices and systems, our products power and secure diverse applications, including Big Data, Internet of Things (IoT) security, mobile payments, and smart ticketing. For more information, visit rambus.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

HomeStreet Announces Preliminary Results from Annual Meeting

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

HomeStreet, Inc. (Nasdaq:HMST) (the “Company” or “HomeStreet”), the parent company of HomeStreet Bank, today announced that based on the preliminary vote count at the Company’s 2018 Annual Meeting reviewed by its proxy solicitor, all three of the Company’s director nominees, Scott M. Boggs, Douglas I. Smith and Mark R. Patterson, have been reelected to the Company’s Board of Directors. HomeStreet previously indicated that, despite the substantial risk that votes on Roaring Blue Lion’s blue proxy cards would be considered invalid under Washington State banking law, the Company would count votes on blue proxy cards on a provisional basis, subject to the final determination as to the validity of the blue proxy cards. Notably, whether or not votes on blue proxy cards are counted, all of the Board’s nominees were reelected by a majority of the votes cast and all of the Company’s proposals have been approved. Mark K. Mason, President and CEO of HomeStreet, said, “On behalf of the entire Board and management team, I would like to thank our shareholders for their support, as well as the highly valuable input they provided during this process. Our focus at HomeStreet continues to be on executing against our clear strategic plan in order to further diversify our business and deliver shareholder value.“In addition, we are committed to translating the feedback we have received from our shareholders into action. We will continue to evaluate our board composition and corporate governance policies to ensure that we are taking the right steps to position the Company for success. We also appreciate the willingness of our shareholders to engage with the Company in discussing our governance practices over the course of the coming year following proxy season. Most importantly, we look forward to further dialogue with our shareholders – as well as our customers, employees and partners – around how best to maximize the potential of HomeStreet moving forward.” The preliminary voting results also indicate that shareholders approved all other proposals considered at the Company’s 2018 Annual Meeting, including the advisory vote (non-binding) to approve executive compensation, proposal on the advisory (non-binding) vote on the frequency of future advisory shareholder votes on executive compensation and the advisory non-binding ratification of the appointment of the Company’s independent registered public accounting firm. The Company will file the voting results, as tabulated by the independent Inspector of Elections, on a Form 8-K with the Securities and Exchange Commission within four business days.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »