Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 315

Archive for 6 giugno 2018

Fondazione Inarcassa: pronta a collaborare con il nuovo governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

“Al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e alla sua squadra di Ministri rivolgiamo il nostro augurio di buon lavoro nella speranza che l’esecutivo che oggi riceverà la fiducia dai due rami del Parlamento confermi le grandi aspettative suscitate in ampie fasce della società italiana”. E’ quanto afferma Egidio Comodo, Presidente di Fondazione Inarcassa, la Fondazione architetti e ingegneri liberi professionisti inscritti Inarcassa, a poche ore dal discorso che il Premier Conte pronuncerà alle Camere per la fiducia.“Un piano nazionale per la tutela e la sicurezza del territorio, il completamento dell’iter di approvazione dei decreti attuativi per la definitiva attuazione del principio dell’equo compenso, una norma chiara e precisa per mettere fine al malcostume del doppio lavoro e un codice appalti più semplice ed efficace, dove la fase progettuale assuma una rinnovata centralità, sono i grandi temi – aggiunge Comodo – sui quali siamo disponibili ad aprire un confronto aperto e costruttivo con il nuovo esecutivo, in particolare con i Ministri competenti Luigi Di Maio e Danilo Toninelli”. “Con il crollo dei redditi da lavoro autonomo, almeno del 18% negli ultimi due anni, i liberi professionisti italiani vivono un momento di difficoltà storico. Una flessione reddituale che ha colpito, in particolare, le giovani generazioni che a fatica raggiungono la soglia di 12.500 euro l’anno. I liberi professionisti, in particolare quelli delle professioni tecniche, sono un presidio di sicurezza e legalità dal quale il Paese non può prescindere. Per questo motivo, tutelare e promuovere le istanze degli architetti e ingegneri liberi professionisti, senza abdicare ai principi del libero mercato, vuol dire lavorare per un sistema Paese più sicuro e più giusto” conclude il Presidente di Fondazione Inarcassa.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lead MEP disappointed at lack of progress by member states on the asylum reform

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Statement by Cecilia Wikström (ALDE, SE), rapporteur for the reform of the Dublin Regulation, on the Justice and Home Affairs Council:“I am deeply disappointed at reports coming out of the Justice and Home Affairs Council today concerning the Dublin regulation and the reforms of the Common European Asylum System (CEAS). Time is quickly running out if we want to find a solution to the Dublin regulation in this mandate, and citizens expect results rather than grandstanding from our leaders.The June summit is the last viable point for the Council to reach an agreement on entering trilogues with the European Parliament in this mandate. I hope that EU governments are willing to set enough of their differences aside at this point in order to allow for negotiations between the Parliament and Council to begin.I am convinced that in these negotiations we can find ways forward that would allow for the creation of a functioning asylum system with adequate support for frontline states, shared responsibilities and correct management of our external borders. Without such negotiations, we stand empty handed with the current failed asylum system and no answers to citizens.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accademia di Francia: Villa aperta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Roma dal 7 al nove giugno 2018. L’Accademia di Francia a Roma, Viale della Trinità dei Monti 1, e la direttrice Muriel Mayette-Holtz aprono le porte di Villa Medici alla musica per Calling for a new Renaissance, ottava edizione del festival Villa Aperta il 7, 8 e 9 giugno 2018. Tre giorni di musica elettronica, sonorità pop e rock fino ai ritmi indiavolati della techno, in una line-up curata da Cristiano Leone e introdotta da conferenze, proiezioni, video arte e aperitivi musicali al tramonto.
Giovedì 7 giugno:Nella giornata di apertura, il festival rende omaggio alla città di Roma, ispirazione per gli artisti e fil rouge tra i diversi progetti artistici: dalla conferenza di Gao Xingjian, realizzata in partenariato con la Libreria Stendhal – Libraire française de Rome, al live di Alvin Curran, americano e romano di adozione, accompagnato da una banda di quaranta musicisti di Testaccio; dal duo Tiger & Woods con la sua combinazione di musica house, techno e disco degli anni 80, al progetto inedito di concerto e mapping video di Julien Ribot, che celebrerà il grande cinema italiano, fino alla chiusura in chiave techno di Agents of Time, trio italiano che sta riscuotendo un successo mondiale. La serata riserverà inoltre una magnifica sorpresa al pubblico romano: una delle più illustri personalità della cultura italiana presenterà un dj-set raffinato e festoso.
Venerdì 8 giugno:Pedro Winter aka Busy P, pioniere della french touch, fondatore dell’etichetta Ed Banger, che quest’anno festeggia i suoi 15 anni attraverso una serie di eventi planetari, ex-manager di Justice e dei Daft Punk, accompagnato da due punte di diamante della scena francese quali Jacques e Myd, incontrerà il pubblico nel pomeriggio per una masterclass sul progetto French Waves. Pedro Winter, Jacques e Myd saliranno poi sul palco di Villa Aperta, in chiusura della serata, per un’emozionante sfida generazionale. A seguire la masterclass, l’artista visivo Xavier Veilhan, reduce dall’immenso successo alla Biennale di Venezia, proporrà un’istallazione immersiva che prenderà vita al ritmo del concerto unplugged di Joakim, che presenterà quindi un primo live intimista al tramonto per poi impossessarsi della scena principale nel corso della serata per un elegante dj set; seguirà una performance inedita e senza precedenti: il compositore polistrumentista Fred Frith animerà con le sue note le pitture potenti e malinconiche del premio Nobel Gao Xingjian, che saranno proiettate sulla facciata di Villa Medici. L’hacker della techno francese NSDOS farà poi ballare il pubblico di Villa Aperta con un live techno realizzato su macchine ibride costruite da lui stesso, in attesa del back to back conclusivo della serata tra Busy P, Jacques e Myd.
Sabato 9 giugno: La terza giornata si apre all’insegna della multidisciplinarietà, dello scambio, della trasmissione del sapere, attraverso un programma di proiezioni dedicate al legame tra musica elettronica e arte contemporanea. Dopo l’aperitivo musicale al tramonto, il pubblico romano potrà scoprire la dolcezza e l’eleganza di Brigitte. In seguito, entrerà in scena Flavien Berger, artista ibrido e à la page, che condensa influenze psichedeliche ed elettroniche con un risultato inaspettatamente etereo. Il gran finale, in due tempi, inizia sotto il segno degli Inrockuptibles: per la serata conclusiva di Villa Aperta, infatti, la più autorevole rivista musicale francese presenta il gruppo pluripremiato L’Impératrice e la sua musica ai confini del pop, chic e sensuale, tinta di disco.Il festival si concluderà con un impressionante show di Rone, uno dei più influenti produttori, musicisti e dj francesi della nuova generazione. Rone, headliner di questa edizione, definito dalla critica “intellettuale sognatore”, ha portato nella musica elettronica francese una dimensione sensuale e onirica senza precedenti, offrendo al pubblico degli spettacoli stupefacenti, attraverso un connubio di musica caleidoscopica e immagini ammalianti. Biglietto, in vendita su TicketOne, 15€ a serata, pass 3 giorni 30€

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Di Milano e Merano i campioni italiani di parapendio 2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

poggio decollo-1.jpgIl nuovo campione d’Italia di volo in parapendio è Aaron Durogati, pilota di Merano (Bolzano), già due volte vincitore della Coppa del Mondo. Come sua collega in campo femminile si riconferma la milanese Silvia Buzzi Ferraris detentrice del titolo.La manifestazione si è svolta sui rilievi dell’Appennino centrale è ha avuto come punto di riferimento il sito di volo di Poggio Bustone (Rieti). La meteo ha concesso una settimana molto favorevole al volo libero, vale a dire senza motore, con cinque voli effettuati dei sei previsti su distanze tra i 50 e quasi 110 km, volo quest’ultimo che ha portato i 104 piloti iscritti a toccare terra a Gioia dei Marsi in Abruzzo. Nutrita la presenza di piloti stranieri grazie alla formula open del campionato, elencati nella speciale classifica della Poggio Bustone Cup nell’ordine: Aaron Durogati, Jacques Fournier (Francia) e Loris Berta.Per quanto riguarda i titoli italiani, Aaron Durogati ha preceduto Loris Berta e il sud tirolese Isidor Fink. Classifica Sport: Martin Stecher, Paul Paduraru, Heinz Senoner, alto atesini il vincitore e il terzo, lucano il secondo. Classifica Serial: Giuliano Minutella, Alessandro Fuzzi, Michele Gaiba. La differenza tra le diverse classifiche sta nella classe nella quale sono omologate le rispettive ali e quindi nelle performances dei mezzi.Organizzazione a cura della scuola locale Aero Club Prodelta capitanata dall’istruttore Claudio Papa e da Lega Piloti. Sponsor Aero Club d’Italia, federazione di riferimento per gli sports dell’aria, e asd FIVL rappresentata in loco dal direttore di gara e meteorologo Damiano Zanocco. (foto copyright di Gustavo Vitali)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Dal premier Conte nessun accenno di Scuola al Senato nel programma di Governo: solo una dimenticanza?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Eppure l’istruzione pubblica era stata sempre presente nei programmi della campagna elettorale di M5S e Lega. Come rimane una delle parti determinanti del Contratto di Governo sottoscritto solo pochi giorni fa dai due movimenti politici che tengono la nuova maggioranza politica. Il più lungo discorso programmatico della storia della Repubblica, nell’Aula di Palazzo Madama, viene incentrato su un “Governo pragmatico, del fare” con un’azione tutta basata su “ascolto, esecuzione e controllo”: “Flat tax, Migranti, lotta alla mafia, lotta alla corruzione, Reddito di cittadinanza, salario minimo orario sono stati alcuni degli argomenti affrontati. Nessun accenno invece alle problematiche della scuola o alla cultura in generale”.Anief ricorda al Governo che sono diversi gli ambiti su cui agire: procedere con la cancellazione del precariato, riaprendo le GaE con un decreto d’urgenza, per superare la discussa sentenza del Consiglio di Stato che ha messo alla porta oltre 60mila maestre e maestri con diploma magistrale, ma anche per assumere tutti i precari abilitati sui 100mila posti vacanti. Inoltre, bisogna anche agire sul contratto di categoria andando a rivedere la mobilità e gli scatti automatici, da aprire anche ai precari, come sostengono ormai da tempo i giudici. Allo stesso modo, va rivista la riforma del Governo Renzi. Inoltre, va modificata, senza cambiare le carte in tavola, l’assurda Legge Fornero, introducendo la possibilità di andare in pensione a quota 100, sempre a patto che quelle della scuola vengano considerate professioni usuranti. Infine, servono svariati miliardi di euro per avere stipendi per docenti e Ata adeguati all’Ocse.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Ciò significa che l’Italia sarà commissariata dall’Europa per l’incapacità di gestire il precariato e la spesa pubblica aumenterà per colpa della politica, se non si cercherà di risolvere i problemi più urgenti. Inoltre, senza un programma politico centrato sullo sviluppo e sull’investimento di investimenti sul settore dell’istruzione, quello che si sta per avviare non si potrebbe definire il governo del cambiamento. A questo punto, ci aspettiamo che alla Camera dei Deputati, ma soprattutto in occasione del primo Consiglio dei Ministri, il presidente del Consiglio incaricato ci sorprenda con riferimenti espliciti alla Scuola e alle tante problematiche da risolvere. È un passaggio che gli italiani ritengono imprescindibile, attraverso il quale si gioca parte della credibilità del nuovo esecutivo M5S-Lega. (Al Senato il governo ha ottenuto la fiducia con 171 voti favorevoli, 117 contrari e 25 astenuti. Si è chiusa così la giornata della fiducia di ieri di Palazzo Madama al governo del premier Giuseppe Conte.)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’essere soli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Sembra un paradosso. Ora che siamo in tanti nel mondo la solitudine dell’essere umano si sta cronicizzando, non è più un’eccezione ma se non proprio una regola, mostra segni evidenti sia pure con sfumature diverse. E’ una solitudine non solo individuale ma di coppia. Quanti anziani hanno ridotto se non perso il contatto con i loro figli e nipoti? Vivono da soli e devono far fronte ai problemi quotidiani con la debolezza delle loro forze, tra dolori articolari e patologie di varia natura. La borsa della spesa diventa sempre più pesante e il carrello si trascina a fatica. Ma ciò non è il solo aspetto che è diventato un fardello esclusivo dell’anziano. Anche tra i giovani la solitudine vi fa capolino in specie tra chi non riesce a trovare un lavoro stabile. Essa si esprime in vari modi. Si può vivere in famiglia e sentirsi soli con i propri problemi esistenziali e di comunicazione con l’esterno. Si possono avere conoscenti ma non amici. Si possono avere rapporti fugaci con l’altro sesso ma non costanti e fondati su progetti per una solida vita in comune. Li vediamo, questi giovani, frequentare da soli i luoghi di culto, bazzicare nei locali pubblici, ritrovarsi nelle biblioteche e anche tra i banchi di scuola e nelle aree universitarie. Talvolta fanno comunella con un branco ma senza molta convinzione e corrono il rischio di fare scelte sbagliate che li fanno ricadere nella loro solitudine caricandosi di un’esperienza ancora più amara. E poi vi è un’altra faccia della solitudine che vuole essere esorcizzata cercando un’attrazione sessuale contrabbandata con il sentimento. E da qui ne escono ancora più solinghi e amareggiati. Il rischio possibile, se non cadono in depressione, è che possono anche avvitarsi ad una deriva pericolosa che li porta a logiche estremiste e anarchicheggianti e di aberrazione culturale. E questo fa tutt’uno con il crollo delle identità delle democrazie occidentali e non. E qui diventa un aspetto che una classe politica al passo con i tempi non può ignorare e deve farsene carico con adeguati interventi. (Prima parte. Segue: E’ possibile sconfiggere la solitudine?) (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da oggi le opere di Michelangelo e Raffaello sono esposte insieme nella stessa sala agli Uffizi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Firenze Piazzale degli Uffizi, 6. Il nuovo allestimento è introdotto da una lectio magistralis di Antonio Paolucci, già Soprintendente ai Beni Artistici e Storici, e Ministro per i Beni culturali e ambientali, e Direttore dei Musei Vaticani. Nella grande sala numero 41 del corridoio di ponente, che fino all’ottobre 2016 ha ospitato i dipinti di Sandro Botticelli riallestiti in nuovi spazi, è nato ora un nuovo allestimento volto a far sentire la diversità delle voci artistiche e gli scambi tra Raffaello e Michelangelo, che dal 1504 al 1508 erano contemporaneamente a Firenze. Insieme all’adiacente Sala di Leonardo, che aprirà tra poche settimane, la nuova sala che riunisce i capolavori di Raffaello e Michelangelo celebra il periodo davvero unico nella storia dell’umanità, quando in città, nel giro di un pugno di anni, i più grandi artisti del mondo crearono le opere iconiche che oggi fanno parte dell’idea universale del Rinascimento in Italia. La fioritura delle arti durante la prima Repubblica Fiorentina del gonfaloniere Piero Soderini (1498-1512) fu infatti polifonica, dominata dalla concorrenza tra numerosi protagonisti di un mecenatismo illuminato, e pertanto la nuova installazione riporta alla luce il ruolo di committenti privati, come i Doni – oltre al Papa, gli unici committenti che riuscirono a strappare capolavori sia a Michelangelo, sia a Raffaello – e i Nasi, per i quali l’Urbinate dipinse la Madonna del Cardellino. Questo capolavoro, insieme alle altre opere del maestro, viene dunque riabilitato dalla postazione nell’angusto corridoio del primo piano dove è stato esposto per sei anni, dal giugno 2012, e salendo di nuovo al piano alto della galleria, si riunisce al Tondo Doni di Michelangelo, dipinto all’incirca nello stesso periodo. Al Tondo si affiancano i due ritratti di Maddalena e Agnolo Doni di Raffaello, giunti da Palazzo Pitti: in questo modo si ricostituisce il nesso storico tra opere volute da uno stesso committente e originariamente ospitate nello stesso palazzo, e si documenta inoltre la reazione dell’Urbinate a Leonardo da Vinci, le cui opere saranno esposte a breve nella vicina sala 35. Allo stesso tempo, il supposto Ritratto di Perugino attribuito a Raffaello da gran parte della critica, è spostato nella sala 27 per lo stesso principio di dialogo ideale tra opere e artisti, che sono evocati anche nelle loro sembianze, per farli sentire più presenti durante la visita.
Ne esce avvantaggiata anche la Galleria Palatina, il più importante nucleo di opere di Raffaello al mondo: invece di 11 in futuro ospiterà addiritura 12 opere dell’Urbinate. Grazie infatti al trasferimento dagli Uffizi del Ritratto di giovane con la mela (forse Francesco Maria della Rovere), a Palazzo Pitti viene ad essere documentata anche la ritrattistica dell’ultimo periodo dell’artista a Urbino, rafforzando così il concetto all’origine della trasformazione della Sala del Saturno in uno spazio dedicato al Sanzio, che documenti lo sviluppo artistico del pittore attraverso tutte le fasi della sua biografia. Questo aspetto viene vieppiù approfondito grazie alla ricollocazione, sempre nella Sala di Saturno, della Testa di Maria Maddalena di Pietro Perugino (1494), maestro di Raffaello. Anche il magnifico Ritratto di Leone X è destinato a tornare a Palazzo Pitti – da dove fu tolto solo negli anni ’50 del Novecento – dopo il suo restauro attualmente in corso all’Opificio delle Pietre Dure. Sarà dunque un rientro in grande stile, e un ricongiungimento con l’altro grande ritratto papale di Raffaello, Giulio II, che dagli Uffizi si trasferisce alla Galleria Palatina e che sarà possibile ammirare fin da subito, nella parete già occupata da un cinquecentesco Ritratto di scultore destinato al nuovo allestimento degli autoritratti e ritratti di artisti agli Uffizi (dove sarà anche l’Autoritratto del Sanzio).
Con i nuovi allestimenti e spostamenti si opera una rivoluzione al contrario, perché si torna di fatto alle origini e si ristabiliscono alcuni importanti assetti collezionistici: agli Uffizi i coniugi Doni possono dunque di nuovo guardare, almeno in effige, il Tondo di Michelangelo che avevano commissionato (e lautamente pagato), probabilmente per la nascita della figlia Maria. Per questo privilegio ritrovato, Palazzo Pitti ne risulta risarcito di molti capolavori, e di importanti restituzioni tra i quali anche la Natività del grande manierista Francesco Salviati, che era stata trasferita agli Uffizi negli anni Cinquanta del Novecento. Tutto il progetto del restauro e della risistemazione della sala di Raffaello e Michelangelo è stato generosamente offerto dagli Amici degli Uffizi e dai Friends of the Uffizi Galleries, le uniche associazioni senza fini di lucro interamente dedicate al sostegno, alla tutela e alla valorizzazione delle Gallerie degli Uffizi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Anello Magico: Autostima al femminile”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

E’ stato scritto da Oriana Staiano, trainer Internazionale in PNL e Coach, nasce con il desiderio di voler scrivere un libro sull’autostima della donna differente dal comune. Molte problematiche di oggi sono legate alla mancanza di autostima: il non sentirsi all’altezza, la paura di valere, il senso dell’abbandono, l’annullamento di sé stessi, la dipendenza affettiva.Il libro rappresenta un viaggio di trasformazione completa, dentro di sé e fuori, con momenti di riflessione, di allenamento mentale e di decisioni importanti. Un progetto con suggerimenti concreti, tecniche, pratiche per iniziare a volersi bene, riprendere la stima in sé stesse e anche la propria vita. L’autrice racconta l’opera L’Anello Magico, “Nel 2010 chiesi ad una mia allieva quale fosse, secondo lei, una tematica da affrontare nel mio prossimo libro, un argomento che fosse di aiuto per gli altri. Lei, senza pensarci due volte, mi disse: “un libro che aiuti le donne a volersi bene”. E così è stato. Nel 2012, decisi di togliere alcuni capitoli più “leggeri” e di metterne altri più inerenti alla vita di purtroppo molte donne, tre capitoli che affrontassero le varie tipologie di violenza: sul lavoro, fisica, mentale e psicologica. Nell’edizione che presentiamo adesso, ho deciso di riscrivere quasi totalmente il libro, sono passati 8 anni dalla prima pubblicazione ed io sono cambiata da allora, la mia esperienza di donna è ancora più maturata, in questi anni ho potuto vedere, ascoltare e provare il dolore di essere donna. Grazie al mio vissuto ho scoperto il valore amore in tutta la sua interezza, ho potuto toccare con mano il valore coppia. Le mie letture, la vita, la famiglia e i miei allievi hanno aiutato la mia crescita e la stesura del libro L’Anello Magico – Autostima al femminile. Grazie al lavoro che faccio ho potuto essere di supporto a centinaia di donne in difficoltà. Ed è per tutto questo che ho voluto inaugurare la nuova vita di In Mind proprio con un volume sulle donne e per le donne. Lo dedico a voi e a tutti gli uomini che le amano, nel senso vero del termine.”
Shockdom, casa editrice fondata da Lucio Staiano con oltre 100 titoli a catalogo, presenta il primo libro di In Mind, l’etichetta rivolta alla crescita personale entrata a far parte di Shockdom. Prezzo al pubblico 12 euro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

204.mo Anniversario della Fondazione dei Carabinieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

“Nella ricorrenza del 204.mo Anniversario della Fondazione dei Carabinieri mi preme sottolineare come l’Arma sia stata in questi anni un presidio non solo di legalità ma soprattutto di libertà per i cittadini”: lo afferma in una nota Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati e presidente della Direzione nazionale di Fratelli di Italia. “L’esempio di uomini e donne dell’Arma che hanno sacrificato la propria vita per la difesa dei valori dello Stato sia un ulteriore stimolo per il nuovo governo affinchè la difesa e la tutela delle forze dell’ordine diventino una priorità da perseguire, senza slogan, con azioni concrete volte a difendere la dignità di chi indossa una divisa” conclude Cirielli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un voto al Governo sui programmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

“Fratelli d’Italia è dalla parte degli italiani, sempre. Se dal governo Conte arriveranno provvedimenti che condividiamo, come il taglio delle tasse, il blocco all’immigrazione irregolare, la difesa della sicurezza dei cittadini, la tutela delle nostre imprese, dei nostri prodotti, del lavoro italiano, voteremo quei provvedimenti. Se arriveranno cose che non condividiamo come il blocco dei lavori per la costruzione di nuove infrastrutture, l’assistenzialismo spinto perché la sfida per gli italiani è creare lavoro e non dare a tutti una mancetta, non voteremo quei provvedimenti perché non li condividiamo”. È quanto dichiara il presidente di fratelli d’Italia Giorgia Meloni interpellata dai giornalisti sul governo Conte che oggi e domani chiederà la fiducia alle camere.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studenti in festa con la “Schiena va a scuola”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Se il mondo della scuola non fa attenzione alla schiena, costringe la schiena ad andare a scuola a spiegare la propria importanza. Questo l’obiettivo promosso e centrato da Aifi Lombardia, l’associazione di fisioterapisti lombardi, che con la seconda edizione dell’iniziativa ‘La Schiena va a Scuola’ con la collaborazione della Regione Lombardia, ha coinvolto circa 80 istituti e 1.200 bambini in incontri formativi con professionisti, al fine di sensibilizzare i piu’ piccoli sulle ricette per la salvaguardia della propria schiena, a iniziare dalla postura in classe e dall’attenzione al peso dello zaino.
“Nelle classi ho trovato molta concitazione e molto brusio, ma di quello positivo”, racconta Marco Castiglioni, fisioterapista Aifi. “I ragazzi erano interessati alla salute della schiena ma anche all’importanza di fare sport, lo sport che ti appassiona e che poi decidi di portare avanti con gli anni”, aggiunge. “Approcciarsi ai ragazzi e’ importante perche’ sono molto plasmabili”, spiega Flavio Cova, altro professionista Aifi inviato tra i giovani studenti. Esperienza unica anche perche’ viene stimolata la fantasia dei ragazzini. “Quando si parlava dello star seduti mi hanno chiesto se si poteva stare seduti con le gambe in alto sul divano- scherza Cova- direi che e’ una posizione che si puo’ anche provare ad utilizzare, forse non e’ ottimale per la nostra colonna e per il nostro fisico”.
Accanto all’aspetto formativo, Aifi Lombardia ha affiancato un’iniziativa artistica che prevedeva un concorso tra le classi coinvolte. La gara consisteva nel realizzare cartelloni che vertessero sui temi trattati durante gli incontri. “Li ho visti molto entusiasti anche a ricercare informazioni da altre parti e su altri testi, e poi nel rispettare quelle regole che erano state consigliate, come la postura, la pratica sportiva, una dieta equilibrata”, spiega Lorena Giorgetti, insegnante della IC dell’Istituto Comprensivo Dante – Scuola Majno di Gallarate, vincitrice del primo premio. “Gia’ da subito hanno dimostrato un interesse pazzesco verso l’attivita’”, aggiunge il docente di Arte e Immagine Roberto Salva’, “e la difficolta’ e’ stata proprio quella di concentrare le idee di tutti i miei alunni su un cartellone di piccole dimensioni”. Un’esperienza che ha entusiasmato lo stesso dirigente scolastico dell’Istituto Majno, Daniele Chiffi. “Questo perche’ in fondo i nostri ragazzi passano a scuola tante ore e arrivano con zaini pesantissimi- racconta- quindi sapere come assumere atteggiamenti corretti e’ una cosa di cui la scuola si deve necessariamente interessare”.
L’interesse, e qui sono tutti concordi, deve pero’ poter lasciare qualcosa nel tempo, e magari allargare la platea. La fase di crescita non e’ soltanto questa delle medie anche per suor Iolanda Pistani, dirigente dell’Istituto Comprensivo Cardinal Ferrari di Cantu’, che grazie ai ragazzi della 1A si e’ aggiudicato la seconda piazza. “Pensiamo sia molto utile- ammette- tanto e’ vero che quando ci e’ stata fatta la richiesta di questo progetto per le prime, qualche genitore delle classi piu’ grandi ha chiesto che potesse essere allargata l’iniziativa. E cosi’ anche ai ragazzi di seconda e’ stata offerta la possibilita’ di un incontro col fisioterapista”.
Della stessa idea Carla Sommaruga l’insegnante coordinatrice dell’Istituto comprensivo ‘Gerolamo Cardano’ di Madonna di Campagna, a Gallarate, che con la sua 1G ha conquistato il terzo posto. “Ripartire dalle prossime classi prime e affrontare il discorso potrebbe essere un lavoro che resta come un’eredita’ per gli altri”, ammette la docente. Ed e’ proprio il concetto del lascito quello su cui insistere maggiormente: “La grande sorpresa e’ stato il fatto di avere costruito e steso loro il decalogo”, confida l’insegnante di matematica del Cardinal Ferrari, Elena Rezzonico- ci tengono anche al fatto che venga rispettato. Tant’e’ che spesso e volentieri furbescamente chiedono all’insegnante di fare piccola pausa perche’ nel decalogo c’e’ scritto di muoversi di tanto in tanto”, ironizza.
In tutto sono stati circa 80 gli elaborati sottoposti all’esame della giuria, composta dallo staff del progetto e guidata dal presidente di Aifi Lombardia, Gianluca Rossi. Il terzo premio consiste in chiavette Usb con il materiale del progetto, il secondo in cartellette-leggio per mantenere una posizione ergonomica durante lo studio, mentre il primo premio e’ costituito da un kit con attrezzatura tecnico-sportiva offerta dalla ditta Errea per stimolare i ragazzi all’attivita’ motoria.
Insomma, dato il successo dell’iniziativa e la voglia di rinnovarne forme e contenuti, e’ proprio vero che, come dice il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo ‘Gerolamo Cardano’, Vito Ilacqua, “bisogna fare scuola fuori dalla scuola- dice- e questo e’ stato un modo diverso per acquisire quelle competenze che sicuramente in un contesto di classe, chiusi tra quattro pareti e una porta, i ragazzi non avrebbero saputo acquisire”. Ilacqua tra l’altro ha avuto modo di sperimentare gli effetti di una cattiva postura, ma anche la gioia della sana attivita’: “Ero giovane e mi avevano diagnosticato una leggera scoliosi, per cui dovevo fare attivita’ sportiva”, racconta. “Mi sono dedicato dunque a pallamano prima a livello amatoriale in oratorio, fino ad arrivare in serie A”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obiettivi e politiche ambientali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

«Era lecito attendersi qualche passaggio più incisivo in tema di obiettivi e politiche ambientali dal discorso programmatico tenuto al Senato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. A lui e al nuovo Governo va ovviamente concessa un’ampia apertura di credito e bisognerà attendere i primi provvedimenti normativi per esprimere opportuni giudizi di merito. Ma a quello che si presenta costantemente come l’Esecutivo del cambiamento è giusto chiedere posizioni più nette, parole che non lascino dubbi sul fatto che la tutela dell’ambiente trovi finalmente il posto centrale che le spetta».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Veniamo da una legislatura durante la quale non si è riusciti a portare a casa una legge per il contrasto al consumo del suolo, si sono lasciati soli gli amministratori locali sul fronte dell’abusivismo e delle demolizioni, si è chiesto ai cittadini di non recarsi a votare per i referendum che riguardavano il futuro e la salute di tutti. Il contratto di Governo sottoscritto da Lega e Movimento 5 Stelle non lascia intravedere un vero cambio di passo, infarcito com’è di dichiarazioni assai vaghe e sostanzialmente prive di un supporto concreto sotto il profilo operativo e delle risorse. Forse sono troppe le differenze di approccio a certi temi da parte delle due forze di maggioranza, ma è anche possibile che il presidente Conte riesca a operare una sintesi che finirà per sorprendere tutti in positivo. A patto, ovviamente, che dimostri più coraggio rispetto ai suoi predecessori».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggi: matrimonio all’estero e luna di miele a sorpresa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Negli Stati Uniti si chiama “elopement wedding”. Per molto tempo è stato la scelta delle coppie che vivevano un amore contrastato, oppure delle celebrità in cerca di privacy: la fuga romantica coronata da un matrimonio segreto e da una luna di miele in una località altrettanto riservata. Negli ultimi anni è diventa una tendenza anche per gli sposini che non devono nascondere nulla, ma che vogliono comunque concedersi un momento ultra speciale: e sta prendendo piede anche in Italia, spiega Eleonora Sasso del reparto Marketing di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata in lune di miele insolite e personalizzate. «Sposarsi all’estero, con una cerimonia solo per sé o pochi intimi, è possibile anche senza essere una coppia di star.Questa formula piace a molti: giovani cosmopoliti, coppie alle seconde nozze, o semplicemente chi vuole sentirsi un po’ una celebrità».L’importante, sottolinea, CartOrange, è scegliere molto bene la destinazione e farsi seguire da un consulente esperto, che sappia consigliare anche per la burocrazia. «Se per le coppie vip straniere la meta più gettonata è l’Italia, per le coppie italiane le destinazioni da sogno sono altre –spiega sempre Eleonora Sasso–. Una delle più apprezzate è New York, dove si può realizzare un matrimonio a Central Park. Per chi vuole sposarsi su una spiaggia consigliamo Messico, isole dei Carabi e Mauritius, dove si trova una situazione ottimale sia dal punto di vista legale, sia per possibilità di personalizzazione della cerimonia e della vacanza, con qualsiasi servizio si possa desiderare».E chi non rinuncia al matrimonio tradizionale in Italia ma cerca comunque qualcosa di diverso e intimo per la luna di miele? «Può ispirarsi sempre ai vip, che dettano le tendenze in fatto di destinazioni insolite» assicura CartOrange, che ha individuato alcune proposte ad hoc.
CartOrange – Viaggi su misura (www.cartorange.com) è la più grande azienda di Consulenti per Viaggiare®, attiva in Italia da oltre dieci anni con 450 professionisti e svariate filiali sul territorio nazionale. Un servizio a domicilio personalizzato per proporre viaggi di nozze, di gruppo e individuali sempre unici e arricchiti con esperienze alla scoperta della cultura, della storia e della natura delle destinazioni.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LATAM Airlines aumenta le rotte in Europa come parte del suo piano di espansione globale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

LATAM Airlines ha annunciato l’apertura delle vendite del nuovo volo Lisbona-San Paolo e il lancio della rotta Monaco-San Paolo che sarà operativa dalla prima metà del 2019. Queste nuove rotte fanno parte del piano internazionale ed europeo di espansione di LATAM Airlines Group.
“Continuiamo ad offrire nuove e impareggiabili opzioni di viaggio, collegando l’America Latina con tutto il mondo come mai prima d’ora”, ha dichiarato Enrique Cueto, CEO di LATAM Airlines Group. “Negli ultimi due anni, LATAM ha lanciato non solo 30 nuove rotte, un numero senza precedenti – incluse nuove destinazioni in Europa, Nord America e Oceania – ma sta anche rafforzando le rotte esistenti con più frequenze e opzioni di connessione”.
Dal prossimo 2 settembre, LATAM Airlines offrirà cinque voli settimanali che collegheranno Lisbona con l’aeroporto di Guarulhos a San Paolo. Questo volo sarà operato da un Boeing 767, con una capacità di 191 posti in Economy Class e 30 in Premium Business. I biglietti sono disponibili a partire da questa settimana sul sito latam.com e attraverso altri canali commerciali. Il primo aeromobile LATAM a svolgere questa rotta atterrerà all’aeroporto di Lisbona il 3 settembre.Il volo di andata, JJ8179, di LATAM Airlines che verrà operato da Lisbona a San Paolo-Guarulhos avrà una durata di 10 ore e 45 minuti e volerà durante il giorno. L’esatto orario di partenza e di arrivo dipenderà dai giorni durante i quali verrà operato il viaggio. Il volo di ritorno, JJ8178, da San Paolo-Guarulhos a Lisbona sarà un volo notturno della durata di 10 ore.
A questa rotta verrà aggiunta, nella prima metà del 2019, la rotta Monaco – San Paolo, operata da LATAM Airlines, ancora in attesa dell’approvazione da parte dell’autorità di regolamentazione. La capitale bavarese diventerà così la seconda destinazione LATAM in Germania dopo Francoforte, e la nona capitale europea con un volo operato da LATAM.
Con queste nuove rotte, LATAM Airlines Group e le sue affiliate offriranno voli verso 143 destinazioni in 26 paesi. Solo nel 2017, LATAM ha inaugurato 13 nuove rotte internazionali, tra cui il volo più lungo della sua storia, il Santiago-Melbourne e nel 2018 LATAM lancerà altri 17 voli internazionali, raggiungendo ben 30 nuovi voli inaugurati negli ultimi due anni.
Per l’acquisto dei biglietti e ulteriori informazioni, visitare latam.com.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quartetto ELSA a “Note in Biblioteca”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Roma Venerdì 8 giugno alle 20.30 presso la Biblioteca “Ennio Flaiano” (via Monte Ruggero 29) si svolge un nuovo incontro musicale ad INGRESSO GRATUITO del ciclo “Note in Biblioteca”, organizzato dalla IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti. Il Quartetto Elsa presenterà alcuni capolavori della musica per quartetto d’archi del Settecento (Joseph Haydn) e dell’Ottocento (Edvard Grieg) e un brano contemporaneo del poco più che ventenne Matteo Gualandi.
Il Quartetto Elsa nasce nel 2014 dall’incontro tra quattro giovanissimi – il più vecchio aveva allora diciotto anni – studenti romani del Conservatorio di Santa Cecilia, che si erano conosciuti suonando insieme nella JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia: sono le violiniste Alice Notarangelo (1999) e Sofia Bandini (1999), il violista Emanuele Ruggero (1996) e il violoncellista Leonardo Notarangelo (2000). Nel corso della sua ancor breve attività questo Quartetto già ha vinto vari concorsi nazionali e internazionali e si è esibito a Palazzo Chigi in occasione del Premio Strega 2014, Villa Madama alla presenza della Presidente della Camera dei Deputati, Castel Sant’Angelo, Villa D’Este di Tivoli, Ambasciata di Francia, Basilica di San Giovanni in Laterano, Castello Caetani di Sermoneta, Cenacolo della Basilica di Santa Croce a Firenze, Pontificio Istituto di Musica Sacra.
Introduce all’ascolto Giulia Paradiso, specializzanda in Musicologia all’Università “La Sapienza” di Roma. Questi incontri musicali nelle biblioteche di Roma Capitale sono organizzati dalla IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti in collaborazione con Sapienza Università di Roma e Biblioteche di Roma. (www.concertiiuc.it)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Arezzo I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo. Dal 16 giugno al 14 ottobre, la città toscana ospita Lapidarium: dalla parte dei vinti, una delle tappe fondamentali del suggestivo progetto itinerante e in continua evoluzione a cui l’artista lavora dal 2014. (Sedi espositive
San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea) Una mostra imponente con oltre 200 opere realizzate in pietra, bronzo, resina, legno e altri materiali che verranno allestite in più luoghi del centro storico aretino (San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea), sull’idea del viaggio, della migrazione.
Con questo progetto infatti, Aceves, uno dei massimi interpreti dell’arte contemporanea a livello mondiale, intende ricreare idealmente le peregrinazioni della “Quadriga di San Marco”, opera che l’artista messicano, appena ventenne ebbe modo di ammirare nella sua Città del Messico, restandone folgorato. Erano gli anni ’70 e prima di essere musealizzati, quegli antichissimi cavalli bronzei provenienti da Costantinopoli, percorrevano un ultimo giro attorno al mondo, che avrebbe messo fine alla serie di migrazioni delle quali, sin dal XIII secolo, erano stati protagonisti.Da lì, per Aceves, l’idea dare vita ad un opera che potesse ripercorrere lo stesso itinerario fatto dalla “Quadriga di San Marco”: il suo Lapidarium propone statue dedicate al cavallo, simbolo che evoca il movimento, lo spostamento.Come nei classici lapidari museali, dove sono conservati frammenti di opere antiche con cui ricostruire la storia, anche l’opera di Aceves è caratterizzata dal “frammento”, elemento attraverso il quale ciascuno può recuperare le radici della propria storia.
Il viaggio dei cavalli di Aceves è il viaggio dei popoli migranti, una tema di grande attualità, ma che in assoluto caratterizza ciclicamente l’intera storia dell’umanità. I suoi cavalli itineranti sono mutilati, scheletrici, sopravvissuti: una sorta di monumento equestre inverso, dedicato non ai vincitori ma ai vinti, agli antieroi di ieri, di oggi, di sempre.Non mancano poi i motivi per i quali Lapidarium: dalla parte dei vinti si sposa ad Arezzo, città il cui simbolo araldico è un cavallo e che ai cavalli affida la celebrazione della sua festa più importante: la Giostra del Saracino. Inoltre alla “Quadriga di San Marco” si legano due episodi importanti: nel 1364, fu l’aretino Francesco Petrarca, ospite d’onore ai festeggiamenti per la sottomissione di Candia alla Repubblica di Venezia, a dare annuncio dell’avvenuto trasferimento del gruppo equestre alla corte dei dogi veneziani. Infine la quadriga ha un rimando immediato a Costantino, figura importante per il percorso umano e intellettuale di Aceves la cui storia trova ad Arezzo la propria consacrazione racconto affrescato da Piero della Francesca.
Gustavo Aceves (1957, Città del Messico) attualmente vive e lavora a Pietrasanta in Italia. Ha iniziato come pittore autodidatta e in tempi più recenti si è accostato alla scultura. I suoi dipinti si sono focalizzati sulla figura umana e si sono caratterizzati per l’uso di colori forti tipici dei murales messicani. A partire dagli anni ’70 le sue opere sono state esposte in tutto il mondo dalla Biennale di Venezia alla Biennale di Pechino e figurano nelle più importanti collezioni private e permanenti, fra cui il museo della Memoria y Tolerancia di Città del Messico e i Musei Vaticani. E’ uno degli artisti proposti dalle aste di Christie’s e Sotheby.La mostra Lapidarium: dalla parte dei vinti è organizzata dalla Fondazione Guido d’Arezzo in collaborazione con il Comune di Arezzo. Orari: dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Giorno di chiusura: lunedì. Ingresso: 3 euro. Accesso gratuito per i minori di 12 anni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europe has been more resilient than US to the financial crisis, a study on mortality found

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Milan/Rotterdam. European countries have been more successful than US in avoiding an aggravation of health inequalities due to the 2008 financial crisis. This is the conclusion of a study published on PNAS by Lifepath, a project funded by the European Commission, which investigates the biological pathways underlying social differences in healthy ageing.Health inequalities between different socioeconomic groups are a highly persistent phenomenon, despite having been the focus of public health policy in many countries. Since the early 2000s, the United States has experienced a rise in the so-called “deaths of despair” among low educated middle-aged white Americans, as a result of rising rates of suicide and poisonings, partly due to an epidemic of misuse of opioid painkiller drugs. The multidisciplinary team of Lifepath experts tried to see if similar trends occurred also in Europe. The researchers, led by Johan Mackenbach, professor of Public Health at the Erasmus University Medical Center in Rotterdam, collected data on mortality from 1980 to 2014 for 17 countries (covering 9.8 million deaths), and data on self-reported morbidity – which is a condition of disease, disability, or poor health – from 2002 to 2014 for 27 countries (covering 350,000 survey respondents). And they found that, in contrast to the United States, and despite the occurrence of an economic crisis, health of the low educated in Europe has improved in recent years, while health inequalities have sometimes narrowed.«As the negative consequences of economic crises are likely to strike harder on the most disadvantaged, it is important to assess the health effects by socioeconomic group», said Mackenbach. «Our study shows that, despite the recession, most European countries have experienced an improvement of the health of the low educated in recent years. In Eastern Europe, this even represents a reversal as compared to previous decades».In most Western European countries, mortality has steadily declined among both the low and the high educated without visible signs of a trend interruption due to the 2008 financial crisis, despite the very real increases in unemployment and poverty, often accompanied by cuts to social security and health services. «We think that the underlying trends were too powerful to be derailed, and the short-term effects of the crisis on people’s living conditions were too weak and too well-buffered to be translated into wide-spread health risks», said Paolo Vineis, professor at the Imperial College of London and leader of the Lifepath project.Also, the effects of the economic crisis on people’s health risks were probably mixed, because some risks, such as the stress of being laid off or having financial debts, increased, contributing to a rise of the suicide rate, whereas other risks, such as the risk of dying in a car crash or of excessive drinking, declined.In several Eastern European countries, particularly Hungary, Lithuania and Estonia, a trend reversal has occurred: after a dramatic increase due to the political and economic transformations following the collapse of the Soviet Union, mortality has started to decline among the low educated. These changes have been attributed to a combination of long-term declines in smoking, improvements in health care, dietary changes, road traffic safety measures and alcohol control policies. The massive investments in these countries’ infrastructure, supported by the European Commission, may also have helped. «This is probably our most remarkable finding, as such an inversion has not been reported before», concluded Mackenbach. «It seems that mortality-lowering policies have finally also reached the low educated. This means that inequalities by socioeconomic position need to be monitored when new health strategies are being implemented».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appuntamenti con PalermoJam con Giorgia Meli duo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Domenica 10 giugno alle 19,30 (Ogni domenica a partire dalle 19.30 Terrazze di Rinascente Palermo – Piazza S. Domenico, 18) ci sarà la nuova data dell’happy hour organizzato da Obicà e Il Bar, con la musica a fare da piacevole sottofondo, tra un drink e un assaggio di eccellenze italiane, nella scenografica location delle Terrazze di Rinascente in Piazza San Domenico, nel cuore del centro storico di Palermo, il più grande d’Europa.Protagonista di questa settimana sarà il Giorgia Meli duo. La voce assoluta di Giorgia Meli, accompagnata da Diego Tarantino al contrabbasso. Un duo in cui coesistono universi sonori plastici e dinamici, un susseguirsi di sfumature acustiche velate da suggestioni digitali dove l’elettronica richiama paesaggi tropicali per poi sempre tornare alla canzone narratrice della ricchezza degli elementi vitali: un insieme di diversi linguaggi per esprimere differenti vibrazioni sonore. Filo conduttore sarà la canzone in tutte le sue sfumature La consulenza artistico musicale per PalermoJam è di Vassily Sortino. PalermoJam continuerà anche nelle settimane successive. L’aperitivo nelle serate di PalermoJam ha un costo di 12 euro a persona e comprende un taglierino e un drink.
Per essere aggiornati sugli eventi del locale si può cliccare sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/ObicaMozzarellaBar/ Le terrazze panoramiche di Obicà e Il Bar sono la location ideale per organizzare eventi aziendali e feste private con intrattenimento musicale. Effetto wow assicurato!

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto EasyExport

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Co.Mark (Gruppo Tecnoinvestimenti), azienda specializzata in servizi di Temporary Export Management, e Unioncamere annunciano che ha preso il via il progetto EasyExport nell’ambito dell’accordo siglato a novembre 2017 per offrire alle PMI italiane un sostegno concreto al loro processo di internazionalizzazione. L’iniziativa, della durata di sei mesi, coinvolge ventuno Camere di Commercio distribuite sul territorio italiano: 6 nel Nord Italia (Valdostana, Torino, Genova, Riviere della Liguria, Treviso- Belluno e Udine), 7 nel Centro (oltre all’Unione Regionale della Toscana, si tratta delle CCIAA di Bologna, Perugia, Terni, Ascoli, Fermo e Roma) e 8 nel Sud (oltre all’UR della Campania, sono Molise, Bari, Potenza, Matera, Reggio Calabria, Cagliari e Messina).Presso la Camera di commercio, i Temporary Export Specialist® (TES®) di Co.Mark favoriranno l’individuazione e l’erogazione dei servizi innovativi per l’export da affiancare ai servizi attualmente erogati dalle strutture camerali, supportandone anche le attività di comunicazione e le azioni di marketing.I TES opereranno a titolo gratuito per mezza giornata alla settimana e, contemporaneamente, formeranno gli operatori del sistema camerale trasferendo loro le conoscenze necessarie per poi poter assistere le imprese che si rivolgeranno alle CCIAA per una consulenza in tema di export.
“Stimiamo ci siano in Italia almeno 45mila imprese che hanno i numeri per esportare stabilmente ma che non lo fanno, per mancanza di competenze interne o perché non trovano soggetti che sui territori le assistono nel muovere i passi giusti” ha sottolineato il presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello. “Il sistema delle Camere di commercio è oggi fortemente impegnato a rafforzare la presenza all’estero delle nostre imprese, realizzando – anche attraverso progetti come EasyExport – iniziative innovative per assistere i potenziali esportatori nel loro sforzo di raggiungere i mercati esteri di interesse”.“Da oltre vent’anni affianchiamo gli imprenditori nello sviluppo della loro strategia commerciale all’estero. I risultati ottenuti ci consentono di affermare che le PMI italiane possono non solo gareggiare a testa alta nell’arena internazionale, ma anche ottenere grandi risultati e sbaragliare la concorrenza purché possano disporre delle competenze e degli strumenti idonei – commenta Massimo Lentsch, Amministratore Delegato di Co.Mark, Gruppo Tecnoinvestimenti – La nostra collaborazione con Unioncamere consentirà a un numero sempre crescente di PMI in tutta Italia di cogliere nel modo migliore le opportunità offerte dai mercati esteri.” La partnership prevede che – a progetto concluso – i professionisti di Co.Mark potranno anche continuare a operare presso le sedi camerali per un ulteriore periodo, grazie a uno specifico accordo commerciale. Infine, allo scopo di diffondere la cultura dell’internazionalizzazione tra le aziende del territorio, Co.Mark e le CCIAA organizzeranno una serie di seminari gratuiti sul tema.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il rock non esiste più”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

L’11 giugno esce in digital download “Il rock non esiste più”, il primo singolo di Kill Nea, prodotto artisticamente dal M° Umberto lervolino per Neamusic (distribuito da Artist First), accompagnato anche dal videoclip, realizzato da Alessio Caglioni per IVICA, disponibile a breve su YouTube. “Il rock non esiste più racconta il suggestivo parallelismo tra i sogni e le illusioni adolescenziali di una ragazza, e il mondo musicale e culturale in cui è cresciuta – come spiega il cantautore bolognese -. Poi tutto è cambiato: l’incedere della “rivoluzione” tecnologica, del web e dei social ha modificato rapporti personali, modi di vivere e perfino i modi di sognare e di fare musica, creando nuove figure (youtuber, influencer, blogger, trapper, rapper, deejay ecc.), che ormai dettano mode e tendenze e stanno rubando la scena ai cantanti e alle band, fino a qualche tempo fa unici e incontrastati idoli delle folle. C’è chi dice che il rock è morto e chi invece sostiene che il rock non morirà mai. Di sicuro “quel” modo di vivere, di suonare e di fare rock del periodo ‘pre-social’, ormai non esiste più”. Mi piace sottolineare – prosegue Kill Nea – lo ‘zampino’ in questo progetto anche di GO!ENTERTAINEMENT!! che insieme a tutta la squadra firmano e accompagnano quello che potrebbe essere, mi auguro, il brano per l’estate 2018…e il video sicuramente, ci dà una bella anteprima di estate”. “Il rock non esiste più” rappresenta un nuovo viaggio artistico, musicale e personale che porta ad un taglio con le precedenti esperienze e a tutto il mondo dell’artista conosciuto prima come Nearco, affrontando un nuovo percorso e una nuova stagione, mantenendo però l’elemento che lo ha sempre contraddistinto: l’anima rock, cantautorale e provocatoria.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »