Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Riforma totale del sistema della giustizia minorile

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Sulla giustizia minorile c’è un’omertà che dev’essere eliminata. Per questo, come associazione Verità Altre, e in sinergia con altre realtà associative a livello nazionale, siamo costretti a chiedere un incontro con le Alte Autorità dello Stato e i ministri competenti affinché ci sia una riforma totale del sistema della giustizia minorile. Oggi sono giunte all’associazione le grida disperate di una madre che stiamo seguendo e la comunicazione di un’altra associazione che ci ha informati che un altro minore di due anni che è stato violentemente strappato alla madre. Si tratta di un fenomeno nazionale di cui nessuno parla, chiuso nel recinto del silenzio e della pratica degli incontri protetti vietati per legge. Su questo silenzio lucrano molte realtà coinvolte nell’assistenza, per modo di dire, ai minori affidati a case famiglia, sotto la protezione di assistenti sociali, e di altre figure professionali altrimenti prive di occupazione. Stiamo scrivendo una lettera a tutti i parlamentari affinché si possa fare un incontro istituzionale per scardinare un sistema drammatico che lede i genitori, spesso una delle due parti è la donna, e a volte si trasforma in tragedie vere con figli uccisi e una giustizia che dimostra tutta la sua incapacità nell’affrontare situazioni di emergenza vera. Al centro della sofferenza ci sono i bambini che vengono separati dai genitori con ferite che durano tutta la vita. E’ urgente intervenire affinché non si distrugga il futuro di questi bambini, il cui presente è avvolto nella disperazione nel generale silenzio”. È quanto dichiara il presidente dell’associazione Verità Altre, avv. Carlo Priolo che ha predisposto una lettera ai presidenti e vicepresidenti di Camera e Senato sulla situazione in cui versa la giustizia minorile, e su un caso drammatico che sta avvenendo in questi giorni nell’assenza totale delle autorità competenti. Alcuni numeri: sono 40mila i bambini nelle case famiglia, 20mila gli affidamenti senza ragione, 250mila i genitori, partenti, amici espropriati dall’affetto dei figli, 3 miliardi di euro che vengono versati annualmente alle case famiglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: