Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Commedie e tragedie in odore di “antichità” rispolverate ai giorni nostri

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 luglio 2018

A questo punto apro una parentesi per fare una riflessione sul fatto che noi abbiamo colto molto del sapere e dell’inventiva degli autori greci e romani che scrissero innumerevoli commedie e tragedie come se volessimo semplicemente cambiare l’abito sdrucito per sostituirlo con un nuovo di zecca pur considerando che la materia prima è comunque la stessa. Un discorso che per estensione dovremmo fare a molte altre vicende umane che interessano il nostro vivere quotidiano, i nostri rapporti sociali, la politica e anche le relazioni tra popoli.
A volte sembra che talune circostanze si ripetano con il solo stratagemma d’apportarvi qualche piccola variante e facendo cambiare vestito agli autori e ai loro guitti tanto per confondere le idee e le mescolanze messe in cantiere. In questo gioco delle parti dove la finzione diventa realtà e la realtà finzione ne diede prova eccellente, ma anche tragica lo stesso Molière quando nel febbraio del 1673 mise in scena “L’ammalato immaginario” e si calò nella parte del protagonista e alla terza rappresentazione la sua salute precaria, essendo stato colto da un grave esaurimento, trasformò l’immaginario della commedia nel reale della vita avendo voluto dissimulare, al contrario del suo personaggio, il suo male fisico e la sua sofferenza che di lì a poco lo portò alla morte. Morì a cinquantuno anni e di lui si dice che “nacque per il teatro e soccombette, si può dire, in teatro circondato di applausi e di gloria”. Quale dipartita poteva essere più teatrale e vera di un uomo che ha amato osservare i suoi contemporanei e ne aveva avvertito il lato comico della vita facendoci ridere a crepapelle.
Potrei continuare a lungo seguendo il tempo percorso dei letterati francesi che in tutte le loro variegate manifestazioni dalla tragedia alla commedia, dalla narrativa alla poesia, hanno dato prova di un fervore artistico e di una creatività inesauribile. (Riccardo Alfonso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: