Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 1 settembre 2018

UiPath Heads to Singapore for First Event in Southeast Asia

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

Singapore the Garden Studio in the Andaz Hotel (5 Fraser St) on Wednesday, September 12, 2018 from 1-7 p.m. UiPath, the leading enterprise Robotic Process Automation (RPA) software company, today announced its first event to be held in Southeast Asia, with #UiPathTogether Singapore taking place on September 12, 2018. #UiPathTogether Singapore will bring together some of the leading experts in RPA, AI and digital transformation, including Singapore and Asian companies that are leveraging RPA to automate internal processes.
Some of Asia, and the world’s, leading companies will be in attendance, sharing their experiences in automation, digital transformation and the future of work. Speakers include George Asgari, regional head of customer engineering at Google; Saranya Sriram, cloud solution architect lead – APAC partnerships at Microsoft; and Hajime Harvey Koyanagi, managing director, Tokyo, Japan at Dentsu. Additional Asian firms present include Dairy Farm, represented by Finance Director Tom van der Lee; and Philip Kent, executive vice president of MSIG, among others.Flying in for #UiPathTogether Singapore are some of UiPath’s top executives, including Ashim Gupta, chief customer success officer, who in his previous role at GE pioneered RPA within the company; Boris Krumrey, chief robotics officer, who leads the product and integration design of the company’s RPA and AI technologies; and Bobby Patrick, chief marketing officer, responsible for global branding, product marketing, communications and demand generation.Globally, the RPA market was valued at US $271 million in 2016 and is expected to grow to US $1.2 billion by 2021 at a compound annual growth rate of 36 percent. Nowhere is a technology such as RPA more relevant than for a country such as Singapore, given its need for productivity growth and smart city ambitions, and UiPath has seen over 2,000 percent growth here over the past year.The region’s finance hub has a highly-developed financial services industry which is drawn to the city due, among other reasons, to its educated workforce. RPA is able to automate many of the repetitive, rules-based tasks that bankers currently do, freeing them up to do more high value work. This not only increases productivity but reduces the cost of business, further improving Singapore’s competitive edge. The same can be applied across many other industries, from manufacturing to insurance, and to other nations in the region looking to rise up the economic value chain.Significantly, though, RPA can drive a city’s smart city ambitions. Innovations from self-driving cars to better healthcare provision rely on data and the smart analysis and application of that data.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stanze per i fuori sede

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

Il mercato italiano delle stanze per i fuori sede, nel corso dell’ultimo anno, è stato caratterizzato da trend molto diversi da città a città. Secondo un’analisi di Immobiliare.it, quello che per anni ha rappresentato una costante, ossia il caro-affitti, adesso è un fenomeno che continua a pesare sulle tasche degli studenti che vivono, per esempio, a Milano, Palermo e Bologna, dove i prezzi sono ancora in aumento, ma si è arrestato in altri centri, come Pavia o Siena.A Milano si confermano cifre da record, con una media di 543 euro al mese per una stanza singola (+3% in un anno). Molto distante la richiesta a Roma: per una singola nella Capitale si pagano 428 euro, prezzo sceso del 2% in un anno a fronte di una domanda in lieve calo (-2%).
La terza città con i costi più elevati è Bologna, che ha visto aumentare i prezzi delle singole del 12% nell’ultimo anno (399 euro).In crescita i prezzi anche a Bari, Napoli, Catania e Padova, dove non si è superato il +5% su base annua; segna un vero e proprio record Palermo, in cui affittare una singola quest’anno costerà il 14% in più rispetto all’anno scorso, per un importo medio di 226 euro al mese.
Chi si accontenta di dividere la stanza con un’altra persona può contare su importanti margini di risparmio, al punto che in un anno la richiesta di questo tipo di sistemazione è aumentata del 3% a livello nazionale. La media italiana per affittare un posto letto è di 285 euro, ma anche in questo caso le oscillazioni da città a città sono evidenti. A Milano il posto in doppia costa 368 euro, mentre a Roma ne bastano 305. Chi sceglie per i suoi studi gli atenei del Sud (Bari, Catania e Palermo) o quello di Pavia può contare su un canone medio che non supera i 200 euro a persona.Le oscillazioni più significative non riguardano solo i prezzi ma anche l’offerta, che in alcune città risulta in sensibile calo (-9% in un anno a Bologna, per esempio). Complice di questo trend è la destagionalizzazione del mercato per l’ingresso dei lavoratori fuori sede che hanno portato anche il flusso della domanda, un tempo concentrata sul mese di settembre, a essere più costante nel corso dell’anno, riducendo così il numero di alloggi disponibili per gli studenti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Soluzioni di Intelligent Data Management

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

L’innovativo fornitore di soluzioni di Intelligent Data Management per la Hyper-Available Enterprise™, annuncia di aver ampliato la propria collaborazione con Cisco per fornire al mercato Veeam High Availability on Cisco HyperFlex™ – una nuova piattaforma di data management altamente resiliente che assicura grande scalabilità, semplicità di gestione e supporto per ambienti multi-cloud attraverso i servizi di supporto Cisco. Per aggiornare le attuale e complesse soluzioni legacy per la protezione dei dati con soluzioni multi-cloud, le aziende necessitano di moderne soluzioni di data protection, che siano affidabili, scalabili, semplici da gestire e che supportino ambienti muti-site e multi-cloud. Da oggi è possibile effettuare questo importante aggiornamento affidandosi ad un’unica soluzione e riducendo le complessità legate alle attività di acquisto, implementazione e supporto. “La nostra partnership con Cisco continua a rafforzarsi e ad ampliarsi”, ha commentato Peter McKay, Co-CEO and President di Veeam. “Siamo ISV Partner of the Year di Cisco e, insieme, abbiamo ottenuto un grande successo sul mercato. Collaboriamo ora ad una nuova soluzione che risponde ad una delle esigenze più sentite dei nostri clienti: modernizzare i data center in modo innovativo. Veeam Availability on Cisco HyperFlex tiene conto dei feedback di grandi aziende e service provider, che ci hanno chiesto di poter usufruire di ulteriori soluzioni integrate con Cisco. I clienti avranno la possibilità di rivolgersi ad un unico vendor, dal momento che questa soluzione sarà commercializzata direttamente da Cisco. Siamo lieti di poter collaborare con il team di Cisco per servire grandi ambienti IT a cui garantiamo la piena resilienza dei loro sistemi”.La nuova soluzione associa la Veeam Hyper-Availability Platform con la proposizione Cisco Hyperconverged Infrastructure (HCI), HyperFlex, per risolvere i problemi causati da tecnologie legacy inaffidabili e poco scalabili che non sono in grado di garantire la hyper-availability di cui le aziende moderne hanno bisogno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capannelle: niente corse per il mese di settembre

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

Si è appreso che Roma non è stata inserita dal Mipaaft, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, nel calendario delle corse ippiche per il mese di settembre. L’Amministrazione ribadisce la vicinanza a tutti i lavoratori, operatori, proprietari, allevatori, tecnici dell’Ippodromo delle Capannelle e richiederà un urgente incontro con il Ministero e la Hippogroup per risolvere una situazione venutasi a creare per ragioni interne al concessionario, le quali però non possono bloccare l’ippica romana e lo sport della Capitale.“Come già ribadito più volte l’Amministrazione sta facendo tutto quanto in suo potere per far sì che le attività dell’Ippodromo non vengano interrotte: non solo abbiamo adottato tutti gli atti amministrativi per garantire la possibilità alla Hippogroup di continuare la gestione dell’Ippodromo nelle more di definizione del contenzioso in corso, ma siamo in fase di valutazione e disamina della richiesta di interesse sull’Ippodromo pervenuta e stiamo inoltre procedendo alla conclusione del bando per affidare a un nuovo concessionario l’impianto. I problemi interni alla Hippogroup, la loro scarsa chiarezza sulle reali intenzioni per il futuro, che comportano, non va dimenticato, l’incertezza lavorativa per i dipendenti e gli operatori del settore, stanno creando una situazione paradossale che va risolta al più presto. Roma non ha intenzione di rinunciare alle corse né vuole chiudere l’Ippodromo”, dichiara l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini, Daniele Frongia.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ebola: aiuti a 82mila bambini in 250 scuole in RD Congo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

Dato che oltre 82.500 bambini si preparano al nuovo anno scolastico nelle aree colpite da Ebola nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, l’UNICEF sta ampliando i programmi per l’istruzione, la salute, l’acqua e i servizi igienico-sanitari per aiutare le scuole a fornire ambienti per l’apprendimento sicuri per bambini e insegnanti. Il Governo della Repubblica Democratica del Congo ha recentemente deciso di procedere come pianificato con l’inizio dell’anno scolastico nelle provincie colpite di Nord Kivu e Ituri, dove circa 250 scuole figurano nell’elenco delle zone sanitarie colpite da Ebola.“L’istruzione è un diritto per ogni bambino ed è essenziale per sviluppare il loro pieno potenziale. Soprattutto in periodi di crisi come durante l’epidemia di Ebola, le scuole per i bambini sono vitali per trovare una stabilità, imparare misure di prevenzione e ricevere supporto psicosociale,” ha dichiarato Gianfranco Rotigliano, Rappresentante UNICEF in Repubblica Democratica del Congo a seguito di una missione a Mangina, epicentro dell’epidemia di Ebola. “Ogni sforzo deve essere fatto per garantire un inizio del nuovo anno scolastico sicuro e senza problemi,” ha aggiunto.I responsabili e gli insegnanti delle scuole saranno formati su come prevenire e proteggersi da Ebola e come istruire i bambini sulle corrette pratiche igieniche per prevenire la diffusione del virus. Per garantire che le scuole nelle zone sanitarie colpite siano preparate per una risposta adeguata, l’UNICEF sta distribuendo aiuti igienico-sanitari e idrici che comprendono: termometri laser, kit per lavarsi le mani, megafoni e cartelloni con informazioni sulla prevenzione per le 250 scuole.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reato esporre le confezioni di acqua minerale al sole

Posted by fidest press agency su sabato, 1 settembre 2018

Dura sentenza della Cassazione penale: va condannato il commerciante che tiene esposte nel piazzale alla luce del sole le casse d’acqua. Basta la sola detenzione per la vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione: è un illecito di pericolo perché vi è il rischio di alterazione per i contenitori Pet. Un’ottima notizia per i consumatori e una negativa per quegli esercenti che sono abituati a stoccare le casse di bottiglie d’acqua minerale alla luce del sole e senza alcuna protezione. Per la Cassazione penale, infatti, con la sentenza 39037/18, pubblicata il 28 agosto dev’essere condannato penalmente l’esercente che tiene le confezioni di acqua minerale esposte in questo modo: la contravvenzione di cui all’art. 5, lett. b) L. n. 283 del 1962 che riguarda la detenzione per la vendita di prodotti destinati all’alimentazione in cattivo stato di conservazione è un reato di pericolo presunto con anticipazione della soglia di punibilità per la rilevanza del bene protetto, la salute, sicché il reato sì concretizza anche senza effettivo accertamento del danno al bene protetto. A segnarlo, Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”che ribadisce come la decisione segni un punto in favore dei consumatori nella tutela della propria salute e un monito per tutti quei commercianti che continuano a perpetuare una prassi che non favorisce la conservazione corretta di un prodotto fondamentale per la vita come l’acqua. A tal proposito, rileva la Suprema Corte che per la configurazione del reato a carico del negoziante, è sufficiente che le confezioni d’acqua siano conservate esposte alla luce del sole: basta il solo rischio che i contenitori di Pet possano alterarsi per reazione chimica all’esposizione ai raggi solari. Nella fattispecie, la terza sezione penale ha confermato la condanna emessa dal Tribunale di Messina nei confronti di un commerciante reo del reato di cui all’articolo 5 della legge 283/82, perché era stato appurato che le confezioni di acqua minerale erano accatastate alla rinfusa all’esterno di un deposito ed esposte alla luce del sole, in periodo estivo in pieno giorno in una zona notoriamente calda come la Sicilia. Sulla scia di numerosi precedenti giurisprudenziali, con la decisione in commento, la Suprema Corte ha ricordato che «Il reato di detenzione per la vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione è configurabile quando si accerti che le concrete modalità della condotta siano idonee a determinare il pericolo di un danno o deterioramento dell’alimento, senza che rilevi a tal fine la produzione e di un danno alla salute, attesa la sua natura di reato a tutela del c.d. ordine. alimentare, volto ad assicurare che il prodotto giunga al consumo con le garanzie igieniche imposte dalla sua natura (Cass. Sez. 3 n. 0772 del 5/ 5/2015, Torcetta, Rv. 269901)». E per accertare il cattivo stato di conservazione non servono specifiche analisi di laboratorio, ma sono sufficienti dati obiettivi, come il verbale ispettivo, documentazione fotografie o la prova testimoniale. L’acqua, peraltro, deve essere assimilata ad altri liquidi alimentari come l’olio o il vino: è un prodotto vivo e subisce alterazioni quando è stipato in contenitori stagni che impediscono i normali interscambi che avvengono con l’aria ed altre forme di energia. Il divieto di esporre le bottiglie d’acqua alla luce e al calore del sole, in tal senso, era già previsto addirittura dal decreto ministeriale del 20 gennaio 1927, quando i contenitori in commercio erano solo di vetro. Ciò vale tantopiù con le confezioni in Pet, «atteso che l’esposizione, anche parziale, di prodotti destinati al consumo umano alle condizioni atmosferiche esterne, tra cui l’impatto con i raggi solari può costituire potenziale pericolo per la salute dei consumatori, in quanto sono possibili fenomeni chimici di alterazione dei contenitori e di conseguenza del loro contenuto».

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »