Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 4 settembre 2018

Crisi libica: Preoccupazioni di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

“Un’informativa urgente del governo sulla rapida evoluzione della crisi in Libia”. A richiederla in una lettera inviata ai rispettivi presidenti di Senato e Camera i capigruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Madama e Montecitorio, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida. Per Fratelli d’Italia, infatti, “un’ulteriore destabilizzazione della Libia rischia di avere gravi ripercussioni rispetto all’intensificarsi del traffico di migranti clandestini trasportati in Italia”, ed è “opportuno che il governo solleciti il sostegno armato della Comunità internazionale al governo legittimo di Tripoli e ponga finalmente con forza l’esigenza della immediata istituzione di un blocco navale al largo delle coste libiche per fermare il flusso migratorio”. In particolare, sotto accusa il comportamento della Francia “spregiudicata nell’agire fuori i propri confini per perseguire il proprio esclusivo interesse nazionale”, e che esporrebbe l’Italia ad “una vera e propria aggressione da parte di uno Stato membro della Ue e alleato militare della Nato”. “Un comportamento inaccettabile – precisano Ciriani e Lollobrigida – che riteniamo debba essere quanto prima censurato nelle competenti sedi internazionali”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Borrometi entra nella squadra di Tv2000

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Paolo Borrometi, giornalista siciliano sotto scorta per le sue inchieste antimafia, è stato assunto con contratto giornalistico da Tv2000 a partire dal 1 settembre 2018. Per l’emittente della Cei realizzerà servizi e inchieste sui temi a lui più cari: quelli di denuncia “con nomi e cognomi” di infiltrazioni mafiose nel territorio e storie positive, di riscatto dai lacci della criminalità e di solidarietà. Borrometi collaborerà con il Tg2000 e sarà impegnato anche all’interno del programma pomeridiano in onda dal lunedì al venerdì alle ore 14. “Sono orgoglioso e ringrazio di cuore la famiglia di Tv2000 – ha commentato Paolo Borrometi – per l’occasione di crescita professionale ed umana che mi è stata offerta. Sono certo, oggi più che mai, che il giornalismo libero sia quanto di più importante e necessario nella società attuale”.“Sono molto felice di poter contare su questo giovane e coraggioso giornalista – ha aggiunto il direttore delle testate giornalistiche, Lucio Brunelli – con il quale è nata da tempo una bella amicizia. Mi sembra anche un bel segnale che la Chiesa italiana manda al mondo dell’informazione e al Paese intero, un giornalismo di inchiesta, mosso da forti motivazioni civili e ideali”.“Attraverso lo sguardo di Borrometi – ha concluso il direttore di Tv2000, Paolo Ruffini – i programmi di approfondimento di Tv2000 si arricchiscono di ciò che spesso manca alla televisione del nostro tempo una capacità di racconto della realtà che sappia denunciare il male senza diventarne parte e vedere il bene e farlo crescere”. Paolo Borrometi parteciperà il 12 settembre a Milano alla presentazione dei palinsesti di Tv2000 e InBlu Radio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quanto i partiti ci dicono di voler cambiare tutto

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Se volessimo citare il primo uomo che ha soggiogato i suoi simili con la suggestiva proposta di voler cambiare tutto dovremmo tornare all’età della pietra. Da allora ad oggi ne è passata di acqua sotto i ponti ma la barca della speranza e dell’attesa è riuscita a tenere la barra dritta a dispetto delle acque agitate in cui si è trovata. E’ uno strano destino il nostro. Ci accontentiamo dei trenta miseri denari e per guadagnarli non ci facciamo scrupolo di tradire il nostro simile per affidarlo nelle mani del carnefice. Ma perché queste anime pie hanno bisogno di un cambiamento? Perché lo attendono con tanta ansia tanto da illudersi delle parole del primo imbonitore di turno seguendolo docilmente come nella storia del pifferaio di Hamelin? Perché la nostra mente è limitata a tal punto da deprivarsi dalla capacità che dovrebbe essere innata nel discernere il falso dal vero? Forse perché è stata tanta l’attesa e l’amarezza della disillusione che abbiamo finito con l’affidare ai posteri questa lunga attesa non volendo rinunciare a quell’ultimo barlume da un moccolo di candela. E’ che di generazione in generazioni ci prendiamo in carico questa pesante eredità ma finiamo sempre con il vanificarla non riuscendo a fare altro che a rinviarne la soluzione. Se in base a questa premessa ci caliamo nella realtà italiana potremmo spiegare meglio il grado umorale degli elettori da 25 anni a questa parte. E ci sono voluti 25 anni per arrivare a una sola conclusione: le promesse non sono mancate ma è rimasta immutata la logica gattopardesca “del tutto cambiare per nulla cambiare”. Abbiamo avuto persino partiti e movimenti nuovi o partiti che ci hanno fatto credere d’aver cambiato pelle ma hanno finito solo con il fare la fine dei pifferi di montagna che andarono a suonare e furono suonati. Ora è la volta dei pifferi giallo-verdi e che dire se non ai posteri: a voi la “facile” sentenza. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giovambattista Spadafora forgia gli award per la Mostra internazionale del cinema di Venezia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Venezia. Un connubio artistico per declinare, in diverse modalità, la contemporaneità tra creazione e cinema. Il maestro Giovambattista Spadafora, orgoglio della stessa terra che ha consentito a Gioacchino da Fiore di espandere il verbo della sapienza e della riflessione, sarà presente alla 75esima edizione della Mostra d’arte di Venezia. La kermesse, sin dalla sua prima edizione, ha inteso favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme, tra spettacolo ed industria, in uno spirito di libertà e di dialogo.
Una visione operativa perfettamente condivisa dalla famiglia Spadafora che, ben prima che la Biennale concettualizzasse l’evento, dall’amenità della Sila, si dedicava alla forgiatura dell’oro e dei metalli preziosi, incastonando gemme e sogni dedicati all’infinita realtà della bellezza. Ed è in questo passaggio che i gioielli Spadafora continuano a rappresentare un punto di riferimento nell’oreficeria d’autore, contribuendo in maniera decisiva alla costruzione del concetto più autentico di “made in Italy”.Dal passato al futuro il passo breve. Ma la presenza dei gioielli Spadafora e del maestro Giovambattista, depositario di una conoscenza che ha travalicato la storia, alla Mostra di Venezia è il coronamento di un percorso che ha visto l’azienda rinnovarsi per interagire con il cambiamento, rafforzando sempre di più la propria origine.La firma di Spadafora, dal punto di vista ideativo e realizzativo, sarà apposta sugli award che verranno consegnati, tra gli alti, all’attrice Carolina Crescentini, alla regista Malgorzata Szumowska che ha vinto due volte il Festiva di Berlino, all’attrice Susanna Nicchiarelli che, tra gli altri, ha lavorato con Nanni Moretti. Ed ancora all’attore Michele Riondino. Un “red carpet” di valore assoluto che si arricchirà ancora di più con il divenire della mostra, fino alla sua naturale conclusione.Il legame tra arte cinematografica ed alta oreficeria, che la famiglia Spadafora considera nella propria ricerca verso la perfezione, si pone come un punto di sintesi essenziale. Una sinergia che trova ragion d’essere nel lavoro e nella dimensione spirituale della creazione che induce poi alla realizzazione del gioiello. Un cammino entusiasmante, dove ogni passo comunica il senso più profondo dell’essere artigiano.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Anno scolastico da Far West

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Mancano le graduatorie dei precari del personale Ata e le graduatorie relative alle assegnazioni provvisorie e allora ogni ambito territoriale fa da sé, mentre a causa dell’esaurimento delle GaE e la mancata pubblicazione di mote GMRA quasi metà delle 58 mila assunzioni va deserta. Si dovrà aspettare, invece, il primo collegio docenti del 3 settembre, in molte scuole, per iniziare il giro delle telefonate per nominare i supplenti dalla prima fascia delle graduatorie d’istituto, ancora non pubblicate.Pazza questa scuola italiana come non mai. Il 1° settembre inizia con la presa di servizio di soltanto un docente su due di quelli preventivati, perché le graduatorie ad esaurimento restano esaurite e perché le nuove graduatorie di merito straordinarie non sono pubblicate. Per il ritardo della pubblicazione delle graduatorie – entro il 20 settembre si attendono quelle di terza fascia, nda – invece, a Napoli, sono confermati i precari Ata dell’anno scorso, mentre a Bari gli insegnanti che hanno fatto domanda di assegnazione provvisoria si possono presentare in una delle scuole che hanno richiesto, a caso, in attesa di ricevere la risposta positiva o negativa rispetto all’istanza presentata.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Miur autorizza 212 nuovi presidi ma ne recluta solo 59

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Udir, le reggenze sono il problema, non la risoluzione: quanto tempo bisogna che passi ancora per comprenderlo? Il Centro studi del giovane sindacato sta in questi giorni monitorando i siti degli Uffici scolastici regionali costantemente, al fine di poter aggiornare in real time i dati relativi alle reggenze assegnate in tutta Italia. La lista è purtroppo ricca e la situazione che si prospetta non è certamente delle più tranquille: le regioni con i numeri più alti sono la Lombardia (con 329 reggenze), il Veneto (259) e la Toscana (148). Inoltre, risultano essere 10 i dirigenti scolastici neoimmessi in Sicilia e 49 in Campania. Udir denuncia da moltissimi mesi il fenomeno negativo delle reggenze.Che fosse un evento in ascesa il giovane sindacato Udir lo aveva già capito molto tempo fa, quando ha anche fornito soluzioni tangibili ed economiche, purtroppo rimaste inascoltate. Guardiamo nel dettaglio il numero degli istituti per regione che andranno in reggenza, con la specifica di quelli che già sono stati assegnati: Abruzzo 28, Basilicata 24, Calabria 90, Campania 59 (2 già assegnati), Emilia 214 (assegnati), Friuli Venezia-Giulia 71 (assegnati), Lazio 151(assegnati), Liguria 62 (assegnati), Lombardia 329, Marche 58 (assegnati), Molise 11 (assegnati), Piemonte 201 (assegnati), Puglia 127 (assegnati), Sardegna 72 (assegnati), Sicilia 90 (mancano ancora delle province), Toscana 148 (assegnati), Umbria 32, Valle D’Aosta 7 (assegnati), Veneto 259 (assegnati) . Ma al problema c’è una logica soluzione? Certamente è necessario semplificare le procedure di selezione e formazione del nuovo concorso in atto e, inoltre, è necessario riaprire una procedura riservata ai ricorrenti del 2011, per evitare l’annullamento del corso riservato svoltosi nel 2015, quando si pronuncerà la Consulta in autunno sulla Buona Scuola. Bisogna infatti rimembrare che Udir ha ormai da un anno evidenziato il grave problema delle reggenze scolastiche; inoltre, con l’inizio dell’anno scolastico, a seguito dei pensionamenti volontari e d’ufficio, aveva già preannunciato che sarebbero state oltre 2 mila le scuole prive del loro capo d’istituto. Insomma, quella che doveva essere una situazione transitoria sta divenendo una bruttissima abitudine. Il sindacato ha più volte suggerito risoluzioni per ovviare a questo gravissimo problema, dichiarando pure la propria disponibilità ad appoggiare azioni in tal senso.Marcello Pacifico presidente nazionale Udir afferma come “questa situazione che andiamo osservando e che riguarda tutte le regioni italiane non farà che accrescere il caos nelle nostre scuole: noi abbiamo più volte proposto soluzioni a costo zero per ovviare almeno temporaneamente a questi disservizi annunciati. Come pretendere, infatti, una migliore prestazione se si svilisce il ruolo del dirigente scolastico che è già in molti casi impegnato a gestire più di 1500 alunni e 250 lavoratori tra docenti e Ata per una singola istituzione scolastica, con più plessi spesso distanti tra loro e in comuni diversi. Dove sono le promesse ascoltate in campagna elettorale? Come sindacato di categoria ci siamo messi e ci mettiamo a disposizione: i lavoratori della scuola e i discenti hanno bisogno di sentirsi tutelati e noi stiamo facendo il possibile. Ma ora attendiamo i fatti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il movimento politico che non c’è

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

L’articolo di spalla apparso giorni fa su “Il fatto quotidiano” a firma del suo direttore Marco Travaglio mi ha fatto riflettere. Il tema trattato s’incentrava su alcune considerazioni di merito sull’attuale governo che è stato definito, dagli stessi protagonisti, “del cambiamento”. Ho ricavata l’impressione che le parti in causa abbiano scelta questa soluzione ab torto collo. E qui lo ha evidenziato chiaramente Travaglio quanto scrive: “sono due forze popolari ma con idee e basi sociali diverse se non opposte” tanto che sono riuscite ad ottenere una composizione solo mediante un solenne impegno contrattuale. E’ che tutto questo non sarebbe successo se il PD non si fosse lasciato condizionare dal suo ex-segretario Matteo Renzi che ben altri progetti aveva in testa e primo fra tutti quello di allearsi con Berlusconi e quest’ultimo d’emarginare il suo scomodo alleato Matteo Salvini. Le cose, come possiamo constatare, sono andate diversamente e nel peggiore dei modi per il PD che sta sopravvivendo con il suo segretario fantasma Maurizio Martina ma che alle sue spalle resta la figura più reale del suo ex Matteo Renzi pronto a riaffacciarsi sulla scena politica come se il passato, che lo ha coinvolto ed emarginato, fosse solo un brutto sogno e in questo modo, se lo lasciano a briglia sciolta, riuscirà solo a far recitare il profundis al suo partito. Eppure di un movimento che possa richiamarsi alla sinistra e ritornare alla ribalta dell’attenzione popolare e, quel che più conta, al consenso elettorale se ne avverte fisicamente il bisogno. E’ un discorso che ancora una volta mi costringe a parlare di partiti che secondo un certo cliché, stile vecchio secolo, chiamiamo di destra, di centro e di sinistra oltre alle varie sfumature e alleanze che possono andare dal centro alla destra e alla sinistra o anche definirsi “estremi”. Oggi invece il rapporto è duale tra chi è e chi ha e l’evidenza dei fatti rende, semmai, più tragico questo divario tra miliardi di persone che passano dalla povertà alla miseria o si barcamenano con retribuzioni modeste o affogano nella disoccupazione cronica o in lavori occasionali e stagionali. All’opposto ci imbattiamo in un’area di ricchezza sempre più ristretta ed esclusiva che prospera soprattutto sulle indigenze altrui. E’ un nodo che, fatalmente, sta andando al pettine anche se a tutt’oggi non è la mancanza di consapevolezza del dramma che in tanti si sta vivendo ma la capacità di trasformare il malcontento che serpeggia in una forza di potere transnazionale e a guida unitaria. Ci arriveremo, certamente, ma non vorrei che accadesse troppo tardi trasformando la dialettica politica in una vera e propria guerra civile su scala planetaria. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Node festival 2018: Ryoichi Kurokawa. al-jabr (algebra)

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Modena 14 settembre 2018, ore 18 Periodo mostra: 14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 Galleria Civica di Modena Palazzo Santa Margherita Corso Canalgrande, 103. (Orari di apertura
mercoledì, giovedì, venerdì: 11-13; 16-19 sabato, domenica e festivi: 11-19). NODE 2018 apre il percorso che porterà al festival internazionale di musica elettronica e live media (14>18 novembre 2018, Modena) con al-jabr (algebra), mostra di Ryoichi Kurokawa a cura di NODE e prodotta da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE. La mostra, prima personale in un’istituzione italiana dell’artista giapponese dedicato quest’anno al tema della Verità. L’esposizione raccoglie alcune tra le produzioni recenti più significative di Kurokawa, attraverso un percorso multisensoriale caratterizzato da imponenti opere audiovisive, installazioni, sculture e stampe digitali.
Originario di Osaka ma residente a Berlino, Kurokawa descrive i suoi lavori come sculture “time-based”, ovvero un’arte fondata sullo scorrimento temporale, dove suono e immagine si uniscono in modo indivisibile. Il suo linguaggio audiovisivo alterna complessità e semplicità combinandole in una sintesi affascinante. Sinfonie di suoni che, in combinazione con paesaggi digitali generati al computer, cambiano il modo in cui lo spettatore percepisce il reale.
Il concetto di unione delle parti rappresenta il tema chiave della mostra, a cui si richiama il titolo al-jabr, radice araba da cui deriva il termine “algebra” la cui etimologia indica la ricomposizione delle parti di un insieme. Nelle opere in mostra si ripropongono concetti e metodologie quali la decostruzione e la conseguente ricostruzione di elementi naturali (elementum, lttrans, renature), la riunione di strutture divise (oscillating continuum), la rielaborazione di leggi e dati scientifici (ad/ab Atom, unfold.alt, unfold.mod). Tali metolologie ricordano una versione moderna e tecnologicamente avanzata della tecnica artistica del kintsugi, ideata alla fine del 1400 da ceramisti giapponesi per riparare tazze e vasi, in cui le linee di rottura sono evidenziate con polvere d’oro che rende la fragilità il loro punto di forza. Il kintsugi non è solo un concetto artistico ma ha profonde radici nell’estetica del wabi-sabi, la visione del mondo tipica della cultura giapponese fondata sull’accettazione della transitorietà delle cose che echeggia anche nella poetica di Kurokawa.Ne costituisce un esempio la serie elementum (2018): fiori essiccati e pressati che hanno perso la loro bellezza originale sono riassemblati dall’artista e arricchiti da un intervento su vetro creato attraverso un processo di elaborazione digitale dell’immagine che sembra collegare i vari frammenti e dare al fiore nuova vita valorizzandone il processo di decadenza. In maniera analoga le grafiche astratte della serie lttrans (2018), e le sculture appartenenti alla serie renature::bc-class (2015) possono essere percepite come immagini di fiori e insetti, ma, avvicinandosi gradualmente, si rivelano un insieme di filamenti e particelle: si tratta quindi di una rappresentazione digitale del vero in cui viene reso visibile il processo di ricostruzione, esattamente come avviene nel kintsugi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti e blocco navale

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

“L’Europa deve fare i conti con il continente africano e l’ambizione per oltre il 15% della sua popolazione a emigrare. Numeri che è irragionevole pensare di poter gestire e necessitano dell’immediata attivazione di un ‘blocco navale’ che, ricordo, inaugurò per primo il governo Prodi con l’Albania nel 1997. Dall’altro lato occorre smettere di sfruttare l’Africa, di dominarla fomentando guerre tribali e regionali, vendendo armi, difendendo dittatori e governi fantoccio come fanno buona parte dei paesi predicatori di solidarietà. Peraltro i blocchi vengono costantemente sostenuti dalla Germania e dalla Francia attraverso il respingimento alle frontiere, il rifiuto a ricollocare i clandestini, la solerzia nella restituzione all’Italia dei transitanti irregolari in numero superiore ai profughi assegnati, la difficoltà nella concretizzazione delle quote di profughi. Non si capisce perché le anime belle della sinistra non facciano le loro proteste sotto le ambasciate tedesche e francesi, invece che a piazza San Babila. Del resto o si stabilisce la convenzione erga omnes della libera circolazione (per chi la condivide) oppure, se nessuno vuole accogliere gli immigrati irregolari, non può certo farlo da sola l’Italia, se non con conseguenze pari alla sconfitta di una nuova guerra mondiale.
Se l’Europa – su input della Merkel – dà 6 miliardi alla Turchia per bloccare con l’esercito la frontiera sud, significa che intende contrastare questo esodo e, dunque, deve finanziare l’Italia per la medesima finalità. Nulla cambia, se non logisticamente, tra confine terrestre e confine marittimo. Così come Prodi, senza troppi complimenti, fece accordi bilaterali con l’Albania e respinse i pescherecci carichi di esseri umani, oggi Conte sottoscriva accordi con la Libia e schieri la flotta per scoraggiare gli scafisti e stroncare il mercato di esseri umani. Riportando indietro i clandestini. Va detto che con l’atteggiamento di questo governo gli sbarchi sono diminuiti, se invece si vuole adottare il metodo propinato dalla sinistra con ‘Mare Nostrum’ allora aspettiamoci la moltiplicazione”. E’ quanto ha dichiarato Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, intervenuto come ospite a Sky Ttg24.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Avvio dei cantieri didattici e della mappatura 3D del Parco

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Ercolano (Napoli) “Il Parco Archeologico di Ercolano – dichiara il Direttore Sirano – si conferma un laboratorio aperto, interdisciplinare, internazionale, attrattivo per le eccellenze mondiali nella formazione delle alte competenze nel settore del patrimonio culturale, una palestra di formazione per i futuri professionisti.”
Si prosegue così una strada che trova il suo primo avvio con la lungimirante attività di Amedeo Maiuri, un testimone raccolto da ultimo dalla lungimirante azione della Fondazione Packard il cui team dell’Herculaneum Conservation Project assicura al nuovo Parco autonomo uno straordinario partenariato pubblico-privato. Una lunga storia che nel tempo ha reso il Parco una realtà unica al mondo dove giovani talenti trovano un terreno di costante sperimentazione e crescita.
Settembre al Parco si apre infatti con un fermento l’attività di ricerca, tutela e conservazione del patrimonio culturale del Parco Archeologico di Ercolano con una serie di progetti che coinvolgono il Parco e prestigiose istituzioni di studio, ricerca e conservazione. Le attività di ricerca si apriranno al pubblico con un appuntamento settimanale che consentirà di seguire il “dietro-le-quinte” delle attività che si svolgono quotidianamente al Parco e consentono la vita e la conservazione per il futuro dell’immenso patrimonio archeologico di Ercolano. Presto on line il calendario degli appuntamenti.
Partono il 3 settembre, e si protrarranno fino al 5 ottobre, i cantieri didattici frutto della convenzione stipulata tra il Parco e l’Istituto Superiore di Conservazione e Restauro (ISCR), ente afferente al MIBAC, specializzato nel restauro di opere d’arte e del patrimonio dei beni culturali, che ospita nelle sedi di Roma e di Matera la Scuola di Alta Formazione (SAF) a cui compete il ruolo di formare i futuri restauratori con un approccio interdisciplinare fondato sulla ricerca e la sperimentazione. L’attività di ricerca scientifica congiunta si realizza appunto anche attraverso la formazione sul sito degli allievi della SAF iscritti al Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali, quest’anno impegnati in cantieri didattici estivi all’interno del Parco Archeologico di Ercolano sotto la guida dei Direttori della scuola di Roma e Matera e del personale docente dell’ISCR in sinergia con il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano e dello staff dell’ufficio tecnico e scientifico del Parco. Le attività hanno come oggetto lo studio e un primo intervento di messa in sicurezza dei mosaici pavimentali del triclinio (16) e di un cubicolo (18) della Casa del Colonnato Tuscanico sul Decumano Massimo, inserendosi in un progetto più ampio che prevede il restauro integrale della domus al fine di restituirla alla fruizione da parte del pubblico.
Dal 7 settembre e fino al 29 settembre il Parco di Ercolano sarà inoltre nell’occhio del mirino del laser 3D ad opera della Kurume University, il team giapponese applicherà la tecnologia aggiornata della scansione laser per completare una prima scansione già effettuata tra il 2015 e il 2016, includendo anche l’indagine di Villa dei Papiri. Scanner a lungo e corto raggio permetteranno di accendere un riflettore ulteriore sui preziosi mosaici della Casa del bel cortile e della Casa di Nettuno e Anfitrite e sulle pitture del sito, permettendo di ingrandire elementi specifici e visualizzarli sia in due che in tre dimensioni, consentendo così di scrutare un oggetto da vicino e in maggior dettaglio. La scansione laser fornisce inoltre informazioni riguardo la comprensione della composizione di un dipinto o un mosaico, oltre che di approfondire dimensioni precise di ambienti e muri.
Sempre a settembre continueranno gli studi multidisciplinari di ricostituzione dell’originario aspetto degli apparati decorativi della casa di Nettuno e Anfitrite da parte dell’Università di Toulouse nell’ambito del progetto Vesuvia.
Continuano a cura del Parco i restauro nella casa del Bicentenario, cui collabora anche il Getty Conservation Institute, e le importanti manutenzioni straordinarie su strutture e superfici decorate che riguarderanno, tra l’altro, anche il grande mosaico della casa dell’Albergo.
Domenica 2 settembre torna inoltre l’appuntamento con l’ingresso gratuito al Parco Archeologico di Ercolano, dove i volontari della proloco Hercvlanevm offriranno ai visitatori un gradevole cenno di accoglienza.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UNHCR esorta la Grecia a far fronte al sovraffollamento nei centri di accoglienza sulle isole dell’Egeo

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esorta il governo greco a risolvere la situazione nei Centri di accoglienza e identificazione (RIC) del Mar Egeo, comunemente noti come ‘hotspot’. I centri sono seriamente sovraffollati. Ciò significa che migliaia di richiedenti asilo e migranti, tra cui molti bambini, vivono in condizioni misere, inadeguate e in rapido deterioramento. Alcuni sono in questi centri da più di sei mesi.
L’UNHCR invita le autorità ad accelerare quanto più possibile le procedure di trasferimento delle persone idonee sulla terraferma; ad incrementare la capacità ricettiva per ospitarle; a migliorare rapidamente le condizioni nei centri di accoglienza e a offrire sistemazioni alternative ai più vulnerabili.La situazione sta raggiungendo un punto critico al RIC di Moria, sull’isola di Lesbo, dove più di 7.000 richiedenti asilo e migranti sono stipati in rifugi pensati per 2.000 persone soltanto. Un quarto di questi sono bambini.Si stima che 2.700 persone, principalmente famiglie siriane e irachene, risiedano nel centro di Vathy, a Samos, originariamente progettato per accoglierne meno di 700. Questo costringe molti a sistemarsi in tende inconsistenti e ripari di fortuna. Se la situazione non viene affrontata prima dell’arrivo dell’inverno rischia di diventare davvero preoccupante. Le persone che hanno bisogno di cure mediche sono costrette a fare la fila per ore prima di essere visitate.Nei centri di accoglienza sulle isole di Chios e Kos le persone ospitate sono ormai quasi il doppio rispetto alla capacità di accoglienza delle strutture.Simili livelli di sovraffollamento non si verificavano dal mese di marzo 2016, quando gli arrivi erano molto più numerosi. Tutti i RIC hanno un accesso limitato ai servizi. L’UNHCR è particolarmente preoccupato per le strutture sanitarie del tutto inadeguate, per il verificarsi di scontri tra le comunità frustrate, per l’aumento delle molestie sessuali e delle aggressioni e per la crescente necessità di cure mediche e psicosociali. Esprime tuttavia soddisfazione per l’ospitalità dimostrata dalle comunità locali ed è consapevole dell’impatto che questa situazione ha su di loro.I minori, compresi centinaia di bambini e bambine non accompagnati, sono particolarmente a rischio, così come decine di donne incinte, neonati, vittime di violenze sessuali e altre persone estremamente vulnerabili.
Più di 3.000 richiedenti asilo sulle isole hanno ricevuto l’autorizzazione a trasferirsi sulla terraferma, ma le operazioni sono state rallentate a causa della mancanza di sufficienti alloggi e strutture ricettive. Circa 800 richiedenti asilo sono stati trasferiti nel mese di agosto, tuttavia questo non riesce ad alleviare la pressione in quanto altre persone continuano ad arrivare sulle isole. Si calcola che nel mese di agosto la media degli arrivi giornalieri fosse di 114 persone, rispetto alle 83 di luglio. Più del 70% sono famiglie provenienti da Siria, Iraq e Afghanistan.Nonostante abbia ricevuto finanziamenti europei, il governo ha dovuto affrontare una serie di difficoltà nel rispettare l’impegno concordato di decongestionare i centri di accoglienza sulle isole. L’UNHCR esorta le autorità a intensificare gli sforzi per superare i ritardi amministrativi e logistici. Nel frattempo, occorre prendere in considerazione misure straordinarie, tra cui alloggi di emergenza o strutture alternative, e incoraggiare le autorità a lavorare a stretto contatto con la società civile e le organizzazioni non governative in settori specifici come l’assistenza sanitaria.L’UNHCR rimane pronto a sostenere le autorità greche nel consolidare le capacità e nel rafforzare la risposta operativa, così come nel trasferire le persone idonee sulla terraferma. Su richiesta del governo, l’UNHCR ha concordato in via eccezionale di continuare a sostenere il trasporto dei richiedenti asilo sulla terraferma nel mese di settembre, al fine di evitare ulteriori ritardi.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In libreria il primo volume dei diari di Susan Sontag

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Rinata, il primo dei tre volumi dei diari e appunti di Susan Sontag di cui nottetempo pubblica l’edizione italiana, coglie e rivela l’autrice­ tra i maggiori pensatori e scrittori del XX secolo – mentre è pienamente immersa in una fase di “autoinvenzione”. Esordendo con la penna di una vorace e prodigiosa quattordicenne, Rinata termina con le annotazioni di una Sontag trentenne, che vive a New York e comincia a essere pubblicata. Il diario di questo periodo è l’affascinante storia di un apprendistato intellettuale, alla ricerca di identità e voce, sorretto da una volontà fortissima e dal profondo, radicato desiderio di essere circondata dalla letteratura e dalla cultura. Com’è stato scritto, il diario può essere considerato come il primo libro di Susan Sontag, “la storia di una donna che lotta con la propria consapevolezza”.
Susan Sontag (1933-2004), tra gli intellettuali americani piú influenti della seconda metà del Novecento, è stata scrittrice, saggista, attivista politica. Tra le sue opere piú note, ricordiamo Contro l’interpretazione (1966), Sulla fotografia (1977), L’amante del vulcano (1992), Davanti al dolore degli altri (2003).A cura di David Rieff. Traduzione di Paolo Dilonardo (fonte: edizioninottetempo.it)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libro: “La lettrice di Čechov”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

L’esordio narrativo di Giulia Corsalini. Nina è una donna ucraina, di lingua russa, che arriva in Italia per accudire una signora anziana. Nel suo paese ha lasciato il marito malato e l’amata figlia Katja, a cui spera di poter assicurare un futuro, la laurea in medicina, il matrimonio.La sua solitudine si divide tra le faccende domestiche e il risveglio di una passione per gli studi umanistici e per Čechov in particolare, che la spingono a frequentare l’istituto di slavistica dell’Università cittadina dove conosce il professore di Lingua e Letteratura russa, Giulio De Felice, che le offre un contratto temporaneo di docenza.La loro relazione, in gran parte inespressa e fatta di piccole occasioni checovianamente mancate, finisce tuttavia per trattenerla in Italia, compromettendo il rapporto con la figlia. Intanto, l’arrivo di un nuovo ricercatore offre a De Felice l’occasione di lasciare che Nina torni nel proprio paese.Seguono anni di vuoto e silenzio, improvvisamente interrotti da un invito di De Felice che reclama la sua presenza a un convegno su Čechov.
Giulia Corsalini vive nella campagna di Recanati con il marito e due figli. Ha conseguito la Laurea in Lettere e il dottorato in Italianistica; insegna nel liceo classico Leopardi di Recanati e nell’università degli Studi di Macerata. (fonte: edizioninottetempo.it)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La mia città” di Antonio Moresco e Giuliano Della Casa

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Antonio Moresco e Mantova, sua città natale. Un libro di schegge liriche pensate in dialogo e talora come controcanto ai dipinti di Giuliano Della Casa, realizzati per l’occasione. Visioni, evocazioni affiorano come la città da un’acqua di memorie, luoghi, lunghe ombre mosse, grande freddo. “Durante l’adolescenza, certe volte affittavo una barca alla Canottieri Mincio e remavo fino al punto dove c’erano i fiori di loto. Arrivavo là. Passavo con la barca in mezzo alle loro grandi foglie pesanti e fredde che galleggiavano orizzontali sull’acqua e a quei loro inconcepibili fiori che venivano su dal fondo e dal fango”.
Antonio Moresco, nato a Mantova settant’anni fa, ha pubblicato decine di volumi, tradotti in tedesco, inglese e francese. È da tempo riconosciuto come uno tra i maggiori autori italiani viventi.
Giuliano Della Casa, nato a Modena, è cresciuto nell’Emilia di Spatola, Ghirri, Parmiggiani. Pittore e illustratore di fama internazionale, ha lavorato con scrittori e poeti. Tra i suoi molti lavori, l’illustrazione di capolavori come il Gargantua e Pantagrueledi François Rabelais (Einaudi) e il manuale La scienza in cucina e l’Arte di mangiar benedi Pellegrino Artusi (Einaudi). (fonte: edizioninottetempo.it)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca in oncologia, Fda: meno placebo, studi più efficienti

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

In futuro l’uso del placebo in studi clinici oncologici potrebbe venire limitato a circostanze particolari. Questo quanto evidenziato da un documento della Food and drug admnistration rivolto alle aziende e per ora pubblicato come bozza, aperta a ricevere commenti e osservazioni.
Nel documento di linee guida proposte dall’ente di controllo statunitense viene raccomandato che gli studi clinici controllati randomizzati per il trattamento di neoplasie ematologiche e malattie oncologiche abbiano un disegno controllato con placebo solo in casi selezionati.
Nel caso in cui l’azienda volesse ugualmente inserire l’utilizzo di un gruppo di controllo placebo, la Fda richiede che sia inserito un razionale per la progettazione dello studio, e una descrizione dettagliata nel protocollo e nel piano di analisi statistica, della proposta per lo studio in cieco e in aperto.Le motivazioni della Fda sono di natura etica e anche pratica. Nel caso degli antitumorali, infatti, uno studio in doppio-cieco potrebbe creare problemi al malato: per esempio, far confondere i sintomi della malattia con gli effetti collaterali del farmaco. Per esempio – si legge nel documento Fda – «in uno studio di immunoterapia in cieco, un paziente incluso nel gruppo di controllo che sviluppa eventi avversi può ricevere trattamenti non necessari per la gestione di eventi avversi attribuiti erroneamente al farmaco sperimentale».A commento del documento, sul sito Fda, Scott Gottlieb, medico e commissario dell’Agenzia, precisa che «gli studi clinici prospetticamente randomizzati, controllati con placebo, sono spesso lo strumento più potente che abbiamo per rispondere a domande fondamentali sulla sicurezza e l’efficacia di nuovi prodotti medici. Ma è necessaria una maggiore efficienza, dal momento che gli studi clinici stanno diventando più costosi e complessi da amministrare. Inoltre, molti dei nuovi prodotti che ci viene chiesto di valutare non sono facilmente valutati utilizzando questi approcci tradizionali. Allo stesso tempo, nuove tecnologie e nuove fonti di dati e analisi rendono possibili approcci migliori». (Chiara Romeo – fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carenza medici nella sanità pubblica

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

“Il ministero della Salute conferma l’intenzione già annunciata di procedere il più rapidamente possibile al fine di superare un problema per lungo tempo non affrontato”, quello della carenza di medici nella sanità pubblica italiana. Lo afferma il sottosegretario Armando Bartolazzi, dopo il primo incontro sul tema con i sindacati. “E’ stato un confronto proficuo e utile – sottolinea – Ringraziamo tutti i sindacati per le indicazioni e i suggerimenti che abbiamo ricevuto, in gran parte in linea con la nostra visione programmatica”.
Il confronto si è svolto presso il dicastero di Lungotevere Ripa “in vista degli interventi annunciati dal ministro Giulia Grillo per la gestione della carenza di medici nelle strutture sanitarie pubbliche”, si legge nella nota del ministero.Dal canto suo, Anaao-Assomed, in una nota, sottolinea come “i rappresentanti del Ministero presenti all’incontro abbiano manifestato interesse per le proposte che avanziamo oramai dal 2011. Si tratta, nella fattispecie, della richiesta di aumento di posti nelle scuole di specialità di almeno 2 mila unità, della possibilità di assunzione dei medici in formazione nell’ultimo anno di scuola con contratto a tempo determinato da trasformare in tempo indeterminato al momento dell’acquisizione del titolo, con funzioni adeguate al livello di competenze e autonomie raggiunte e tutoraggio garantito dal direttore della struttura di destinazione per il completamento del percorso formativo. E ancora attivazione del teaching hospital, nuova programmazione del fabbisogno di medici correlata non solo agli aspetti quantitativi ma anche qualitativi, suddivisa per specialità e per Regioni”. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Evacuazione di 300 persone detenute a rischio nell’instabile capitale libica

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Tripoli. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), in uno sforzo congiunto con l’OIM, Medici Senza Frontiere (MSF), UNOCHA e il Dipartimento libico per la lotta alla migrazione illegale (DCIM), martedì scorso ha organizzato l’urgente evacuazione di circa 300 rifugiati e migranti trattenuti nel centro di detenzione di Ain Zara, a Tripoli. Negli ultimi giorni è aumentata la tensione nella capitale e gruppi armati stanno combattendo nelle immediate vicinanze del centro. Centinaia di rifugiati e migranti detenuti ad Ain Zara rischiavano concretamente di diventare vittime dei conflitti.
Le persone evacuate sono principalmente cittadini eritrei, etiopi e somali e sono state tutte trasferite nel centro di detenzione di Abu Salim, situato in una posizione relativamente più sicura dove le organizzazioni internazionali possono fornire loro assistenza.L’UNHCR è impegnato a distribuire beni di prima necessità, tra cui coperte, mentre l’OIM fornisce materassi, cibo e acqua. MSF fornisce acqua, cibo e consulti medici preliminari.
In linea di principio, l’UNHCR si oppone alla detenzione di rifugiati e richiedenti asilo che necessitano di protezione internazionale, ma è presente ovunque siano i rifugiati, al fine di fornire loro assistenza salvavita e favorire il loro rilascio.Gli operatori dell’UNHCR, insieme ai loro partner di LibAid, hanno anche visitato una scuola a Tripoli dove oltre 35 famiglie libiche sfollate si sono rifugiate per sfuggire alle ostilità nelle aree di Ain Zara, Salah al-Din e Khallat al-Farrjan Sala (a sud di Tripoli). Queste famiglie sono traumatizzate e hanno urgente bisogno di cibo, acqua potabile e aiuti di prima necessità. L’UNHCR sta lavorando in coordinamento con le autorità e i partner competenti per assistere queste famiglie.L’UNHCR continua inoltre a monitorare da vicino gli sviluppi della situazione ed è pronto a rispondere a nuovi e immediati bisogni umanitari.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CTA Says New NAFTA Agreement Must Include Three Countries and Focus on Key Issues

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

The following statement is attributed to Gary Shapiro, president and CEO, Consumer Technology Association (CTA), regarding President Trump’s notification to Congress of plans to update the North American Free Trade Agreement (NAFTA): “We’re encouraged by the open dialogue between the Trump and Peña Nieto administrations, working toward a modernized trade agreement that recognizes the technology sector’s critical role in American economic growth. At the same time, we are concerned that excluding Canada from a final agreement will limit our export opportunities and hurt the U.S. economy.“Nevertheless, to maintain America’s innovation leadership a renegotiated agreement must: reduce barriers to digital trade by eliminating tariffs on content such as e-books and software; protect intellectual property rights and innovation with a balanced copyright approach including fair use and intermediary liability protections; eliminate technical barriers to trade; and recognize parity in rules of origin.“The technology sector is critical to America’s economic growth and global leadership. We urge the administration to focus on these key innovation priorities as negotiations evolve.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Thales and Gemalto are Granted Regulatory Clearance from the Competition Board in Turkey

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Reference is made to the joint press release by Thales (Euronext Paris: HO) and Gemalto (Euronext Amsterdam and Paris: GTO) dated 27 March 2018 in relation to the launch of the recommended all-cash offer by Thales for all the issued and outstanding shares of Gemalto (the “Offer”), the publication of the Offer Document, and the joint press release of Thales and Gemalto dated 10 August 2018 in relation to the further extension of the Acceptance Period. Terms not defined in this press release will have the meaning as set forth in the Offer Document.Thales and Gemalto today announce that they have received antitrust Regulatory Clearance in Turkey. The decision of the Turkish Competition Board, which was notified today to Thales, is effective as of 27 August 2018.Together with the anti-trust clearance obtained in China and Israel, and clearances relating to foreign investments in Australia and Canada, Thales and Gemalto have obtained 5 of the required 14 Regulatory Clearances.Thales and Gemalto continue to work constructively with the competent antitrust authorities to obtain the remaining Regulatory Clearances in Australia, for the European Union, in Mexico, in New Zealand, in Russia, in South Africa and in the United States. In addition, Thales and Gemalto are seeking CFIUS approval in the United States and Regulatory Clearance relating to foreign investments from the competent authority in Russia.As expected, the transaction should close shortly after all of the Regulatory Clearances have been secured which should occur before the end of 2018.
Further announcements will be made if and when a Regulatory Clearance has been obtained or the Offer Condition with respect to Regulatory Clearances is satisfied, waived or has become incapable of being satisfied, or as otherwise required by applicable law. As announced on 10 August 2018, the Acceptance Period has been further extended by Thales in accordance with an exemption granted by the Dutch financial markets authority (AFM) and will end two weeks after the fulfilment of the Offer Condition with respect to Regulatory Clearances or the waiver thereof (but no later than the Long Stop Date).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »