Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 8 settembre 2018

Siena con gli occhi di un bambino

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Siena Dall’otto al 22 settembre (apertura tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 22) una singolare mostra fotografica di Marco Zamperini, nello spazio espositivo di via Cecco Angiolieri 13. Ingresso libero.(Vernissage sabato 8 settembre ore 18). Zamperini, fotografo senese, regala alla sua città un viaggio emotivo ed emozionale che prende il via da una domanda: vi è mai capitato di tornare in un luogo frequentato da bambini e di rimanere sorpresi perché lo ricordavi diverso e molto più grande di come lo vedete adesso?
E così, armato di grandangolo Marco Zamperini torna nei luoghi della sua infanzia alla ricerca di quel punto di vista che li rendeva enormi e magici al suo sguardo di bambino. Ne ricava immagini che mostrano una Siena insolita, intima e bellissima, fatta di prospettive verticali che si infrangono in strade perfette, tracciate nel cielo. Un mondo pieno di poesia, dove i confini si fondono con l’infinito e che è proprio di chi guarda tutto col naso all’insù con stupore e meraviglia.Ed è la “meraviglia” il fil rouge che lega gli scatti di Zamperini: “Siena con gli occhi di un bambino” è un lavoro che nasce dalla volontà di ritornare piccoli, spogliarsi di visioni preconcette e recuperare la capacità di guardare, sognando.Un cammino che dalla fotografia arriva dritto all’anima, invitando lo spettatore a osservare da una prospettiva differente, a portare lo sguardo dal basso verso l’alto in maniera mai scontata e mai banale, ma interiore, intima, profonda.La mostra, curata da Stefano Andrei e realizzata in collaborazione con Liberamente Osteria, sarà aperta ogni giorno dalle ore 18 alle ore 22 ad ingresso libero e sarà arricchita da una video istallazione con immagini dedicate a Siena di Marco Zamperini.
Durante l’orario di apertura l’autore sarà disponibile a omaggiare di una “foto ritratto” i visitatori interessati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

9° edizione di Art Parma Fair

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

La manifestazione avrà luogo presso Fiere di Parma, nel padiglione 7, in due week-end consecutivi: sabato 29 e domenica 30 Settembre con apertura a partire dalle 10.00 alle 19.00 e ancora da venerdì 5 a domenica 7 Ottobre con ingresso nei medesimi orari.
Un grande evento culturale, una preziosa opportunità per le proposte artistiche di alto profilo, uno dei più importanti e qualificanti momenti di incontro e confronto tra pubblico, collezionisti, esperti del settore ed una folta platea di Gallerie d’Arte che convergono da tutta Italia, ed oltre. Tutto questo è Art Parma Fair: più di 80 espositori e un intero padiglione costituiranno per 5 giorni il Quartiere dell’Arte.Molto più, dunque, di una mostra-mercato di Gallerie, ma una ragionata e analitica vetrina di tutte le correnti artistiche, dalle più influenti a quelle emergenti con un focus speciale posto proprio sulle ultime tendenze e sugli artisti che meglio le rappresentano.
Art Parma Fair è un importante appuntamento per i collezionisti alla ricerca dell’opera su cui fare il giusto investimento, un’occasione per esperti del settore alla ricerca di nuovi talenti destinati a crescere nel tempo. Talenti che saranno presenti nella sezione Contemporary Art Talent Show, il progetto di Arte Under 5000 Accessibile di Nord Est Fair, riservato a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi che presentino opere d’arte dal costo inferiore ai 5000 euro.
C.A.T.S. offre la possibilità di partecipare con stand di varie dimensioni, dalle piccole metrature a quelle più ampie, ad un prezzo contenuto.Infatti gli ambienti proposti sono pensati in modo da offrire grandi capacità espositive anche in spazi di piccole dimensioni, alla portata di tutte le tasche, ma in un contesto di assoluto rilievo. Contemporary Art Talent Show è un immenso vantaggio per tutti quegli artisti, anche emergenti, che ambiscono ad entrare ed affermarsi nel mercato dell’arte, godendo del feedback mediatico che solo le grandi fiere assicurano, vivendo inoltre, l’esperienza di misurarsi con un pubblico di visitatori esperti e fortemente interessati. Una vera chance di crescita artistica e professionale.L’occasione per investire sul proprio talento e creatività, per soddisfare un collezionismo colto e sofisticato, dando la possibilità di porre sotto una nuova luce il fare arte nella contemporaneità, con soluzioni innovative, alternative ed installazioni inconsuete.
Ad evidenziare la mission di CATS Contemporary Art Talent Show, di far conoscere i nuovi talenti, debutta in questa edizione il premio collegato alla fiera, al quale potranno accedere tutti gli artisti espositori: il Premio C.A.T. In più, ArtParma Fair presenta anche in questa edizione una variegata ed esaustiva panoramica di eventi collaterali, come interessantissime conferenze e presentazioni, presso l’Area Convegni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Mostra Il viaggiatore mentale

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Jon RafmanModena 14 settembre 2018, ore 18 Periodo mostra: Venerdì 14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 Galleria Civica di Modena Palazzina dei Giardini Corso Cavour, 2. La mostra, curata da Diana Baldon è presentata da Fondazione Fotografia Modena insieme alla Galleria Civica di Modena.  Diana Baldon, assistente curatrice Chiara Dall’Olio raccoglie una selezione di installazioni multimediali presentate in Italia per la prima volta che ripercorrono la produzione dell’artista canadese a partire dal 2011 ad oggi. Servendosi di linguaggi e supporti diversi, che vanno dalla fotografia al video, dalla scultura all’installazione, Rafman indaga la fusione sempre più indistinta tra la realtà e la sua simulazione nella società contemporanea attraverso opere che confondono i confini tra il materiale e il virtuale, tra i corpi in carne e ossa e le loro repliche tecnologiche.
Nato nel 1981 a Montreal, dove vive e lavora, dopo gli studi in lettere e filosofia alla McGill University Jon Rafman si diploma in film, video e new media presso la School of the Art Institute di Chicago. Sin dai suoi esordi l’artista si concentra sulle conseguenze dell’uso della tecnologia sulla nostra percezione della realtà. Per creare Kool-Aid Man (2008-11) ha frequentato per tre anni la piattaforma virtuale Second Life per scoprire le innumerevoli e multiformi rappresentazioni dei suoi “abitanti” digitali con un avatar che dà il nome all’opera. Rafman si astiene dal giudicare o criticare gli abitanti di Second Life poiché il suo intento è quello di mostrare come la tecnologia consenta alle persone di creare nuove rappresentazioni di sé all’interno di ambienti fantastici, dando loro la libertà di plasmare nuove identità e iconografie.L’artista ha utilizzato Internet e le sue svariate comunità digitali anche come archivio di immagini per i video della sua trilogia Betamale Trilogy (realizzati tra il 2013 e il 2015), composta dalle installazioni Still Life (Betamale), Mainsqueeze e Erysichthon presenti in mostra. Come nei romanzi di Georges Bataille, dove nello spazio claustrofobico e rovinoso della scrittura la storia implode su se stessa, moltiplicando i piani narrativi e le sue rappresentazioni, anche nei video della Betamale Trilogy si ha la sensazione di essere intrappolati in una spirale di situazioni stranianti e seduttive. Rafman rappresenta con grande abilità l’ambiguo potere seduttivo della rete che sembra promettere libertà e mondi da scoprire, mentre in realtà imprigiona l’utente in uno spazio tracciato da algoritmi e da agenzie che ne elaborano i dati di navigazione per poi rivenderli.
All’ingresso della Palazzina dei Giardini i visitatori della mostra vengono accolti da una delle opere più recenti di Jon Rafman, Legendary Reality (2017) in cui l’artista ci conduce in un viaggio nell’ “inner space”. Un narratore anonimo racconta un viaggio immaginifico attraverso quello che sembra essere un paesaggio dai tratti fantascientifici invece potrebbe essere semplicemente ciò che vede dallo schermo del suo computer su cui scorrono dettagliate rappresentazioni storiche aumentate da esperienze virtuali.
Orari di apertura mercoledì, giovedì, venerdì: 11-13; 16-19 sabato, domenica e festivi: 11-19
Orari per il festivalfilosofia 2018 venerdì 14 settembre, ore 9-23 sabato 15 settembre, ore 9-24 domenica 16 settembre, ore 9-21 Ingresso Intero: 6 € | Ridotto: 4 € (foto: Jon Rafman)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° Congresso Nazionale Onda

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Milano, 19 settembre h. 12.30 Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia 6. Un buon sonno gioca un ruolo determinante per un corretto stile di vita e per salvaguardare il benessere psicofisico. La fase della vita che va dai 48 ai 65 anni si rivela particolarmente delicata sotto questo profilo perché se si sperimenta una carenza di sonno, cominciano a manifestarsi i principali disturbi che impattano anche a livello relazionale, come dimostrano i dati dell’indagine conoscitiva di Onda “Post-fertilità e disturbi del sonno” sulla percezione e sull’esperienza dei disturbi del sonno in uomini e donne che verranno presentati e discussi durante la conferenza stampa. Partecipano:
Annamaria Bernardini de Pace, Avvocato matrimonialista
Luigi Ferini Strambi, Primario UO Neurologia-Centro del Sonno, IRCCS San Raffaele Turro e Università Vita-Salute San Raffaele, Milano
Stefano Genovese, Responsabile Unità di Diabetologia, Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Centro Cardiologico Monzino IRCCS, Milano
Claudio Mencacci, Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, ASST Fatebenefratelli-Sacco, Milano
Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terza Giornata Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Roma mercoledì 12 settembre 2018 ore 11.30 ANCI – Sala Presidenza Via dei Prefetti, 46 presentazione terza Giornata Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia che si svolgerà il 30 settembre 2018, una festa diffusa su tutto il territorio nazionale e che vede la partecipazione di oltre 60 piccoli e medi comuni aderenti all’Associazione Borghi Autentici d’Italia. Dalla Liguria alla Sicilia, i comuni che parteciperanno all’evento racconteranno la storia dei loro sapori, attraverso una serie di iniziative dedicate, tra street food, show cooking, mercatini autentici a km 0, convegni, mostre fotografiche ed eventi di carattere antropologico e storico.
Intervengono: IVAN STOMEO –Presidente dell’Associazione Borghi Autentici – Sindaco di Melpignano (LE) GIANLUCA GRECO – Coordinatore Giornata Nazionale dei Borghi Autentici MASSIMO CASTELLI – Coordinatore Nazionale dei Piccoli Comuni dell’ANCI

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jackson Hole: la Fed ignora le minacce della finanza

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

All’annuale conferenza economica di fine agosto di Jackson Hole, nello stato del Wyoming, Jerome Powell, il neo governatore delle Federal Reserve, ha dato dei segnali poco rassicuranti sul futuro dell’economia e della finanza americana e mondiale.
Mettendosi sulla scia di uno dei suoi recenti predecessori, Alan Greenspan, ha esaltato la politica presentata nel 2003 dell’attesa, quella di “aspettare e vedere” prima di decidere se alzare i tassi d’interesse. Come si ricorderà, i tassi bassi non furono negativi per l’economia reale, che continuò a “tirare” senza ricadute inflazionistiche.
Allora la grande liquidità a basso costo, aumentata anche con le tecniche del “leverage”, che permettono di moltiplicare la disponibilità di capitali partendo da una base limitata, si riversò in gran parte nel settore finanziario, alimentando le varie bolle speculative fino all’esplosione della Grande Crisi del 2007-8.
Il rischio è ripetere lo stesso errore.
Nel suo discorso, Powell afferma di essere pienamente consapevole che, negli Usa, le passate due crisi economiche hanno avuto origine dalle degenerazioni dei mercati finanziari. Ma, con troppa disinvoltura, s’illude e, purtroppo, trasmette a tutti l’illusione che “due decenni di riforme e di nuove regole e i passi avanti fatti nel settore privato hanno grandemente aumentato la forza e la stabilità del sistema finanziario, riducendo la possibilità che gli inevitabili choc finanziari diventino delle crisi vere e proprie”.
Eppure, come anche noi abbiamo più volte documentato, negli Usa l’andamento della finanza non è stato in alcun modo veramente regolamentato e messo in sicurezza. Da ultimo ne è prova il fatto che anche la legge di riforma dei mercati finanziari e, in particolare, quello dei derivati, è stata svuotata. La “Dodd Frank Act” è stata abilmente bypassata riportando la bolla degli otc quasi agli stessi livelli di prima della Grande Crisi. Lo stesso dicasi per le varie altre bolle finanziarie. Altri dati confermano incontestabilmente un generale peggioramento del debito pubblico, di quello privato e di quello corporate, quello delle imprese.
Powell, tuttavia, pur rivendicando l’aumento dell’occupazione, ammette che non tutto è roseo. Anche se il tasso di disoccupazione del 3,9% è al livello più basso da decenni.
Egli afferma che gli occupati sono aumentati, ma la produttività del lavoro è bassa. Basta notare che l’aumento del Pil non è in linea con l’aumento dell’occupazione. In altre parole, molti nuovi posti di lavoro sono sotto qualificati, in settori come quelli dei servizi a basso valore aggiunto. I salari reali, poi, registrano, da decenni, una crescita assai lenta.
Inoltre, la mobilità economica è più bassa di quella delle altre economie del settore industriale avanzato. Anche il problema dei continui deficit del bilancio federale si protrae pericolosamente da troppi anni.
Gli analisti e la Federal Reserve, solitamente studiano i rapporti tra i livelli di occupazione, quelli dell’inflazione e i tassi d’interesse. Affermano che, quando l’occupazione cresce tanto, l’economia tende a “surriscaldarsi”, con il rischio di maggiore inflazione. Di conseguenza il “motore” deve essere “raffreddato” con l’aumento dei tassi d’interesse.
E’ un ragionamento che molti si aspettano dalla Fed.
Powell, però, non è d’accordo. Nel suo discordo di Jackson Hole, egli individua degli esempi storici con decisioni sbagliate e conseguenze molto negative. Ad esempio, alla fine degli anni settanta per fermare il rischio d’inflazione i tassi d’interesse furono aumentati fino a diventare a due cifre, mandando in tilt l’intera economia americana e anche quella di molti paesi, a cominciare da quelli in via di sviluppo.
Da un po’ di tempo nelle stanze della Fed, molta, troppa, psicologia occupa il posto degli studi dei dati e delle tendenze reali per approntare le analisi economiche e monetarie. In passato si puntava molto sulla comunicazione fatta dalla Fed ai mercati. Oggi, Powell valorizza, eccessivamente, il ruolo dei target, come quello dell’inflazione, definiti quasi a tavolino, e così le percezioni e le attese dei mercati. Il che fa parte delle strategie di comunicazione.
Il problema vero è la sottovalutazione del ruolo della finanza e della speculazione. Forse è un atto di scaramanzia. Ma, ignorare i segnali di pericolo porta a fare incidenti rovinosi. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank, fuori dall’indice Euro Stoxx 50

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Dichiarazione dell’onorevole Claudia Porchietto (Forza Italia): Deutsche Bank, la più grande banca tedesca, uscirà il prossimo 24 settembre dall’indice delle blue chip europee, l’Euro Stoxx 50, a seguito del crollo della sua capitalizzazione di mercato che quest’anno è scesa del 38% a 20,2 miliardi di euro. Lo ha confermato la stessa banca di Francoforte per la quale si tratta dell’ultimo contraccolpo di quello che è già stato un 2018 molto difficile. In un comunicato Deutsche Bank si è affrettata a precisare che il suo impegno per la ristrutturazione e il miglioramento della redditività “non sono influenzati dall’annuncio del fornitore dell’indice, promettendo che aumenterà la capitalizzazione. La competitività dell’economia tedesca si conferma non essere immune dai contraccolpi del mercato, così come periodicamente riemergono le accuse contro le politiche economiche della Merkel di essere responsabili della debolezza dell’Eurozona. La Deutsche Bank fuori dall’indice Euro Stoxx 50 che rispecchia le 50 principali blue chip europee è un segnale coincidente con l’eccedenza commerciale tedesca che spinge ulteriormente le esportazioni e rallenta le importazioni. Le lamentele sui livelli di produttività e risparmio in Germania non trovano ascolto a Berlino. La cancelliera tedesca Angela Merkel non ha tempo per fare speculazioni su quale dovrebbe essere il tasso di cambio d’equilibrio dell’euro, o per spiegare a certi politici europei perché le aziende del loro Paese se la cavano relativamente male. Invece di lamentarsi della capacità di esportazione delle aziende tedesche, gli europei farebbero meglio a preoccuparsi per il futuro delle esportazioni tedesche, che sembrano mostrare segnali di difficoltà. I dati relativi al primo trimestre del 2018 mostrano che i flussi dell’export sono calati dell’1 per cento, per la prima volta in otto anni. Se confermato il recente calo delle esportazioni tedesche non è un problema reale per la Germania. Potrebbe comportare tuttavia problemi per il resto dell’Ue, o perché le aziende tedesche dedicheranno maggiore attenzione al mercato interno, mettendo fuori gioco i rivali esteri, o perché sarebbe il segnale di tensioni nei commerci mondiali, che rendono vulnerabili molti Paesi Ue. Un saldo commerciale più basso della Germania non porterebbe benefici alle aziende dell’area Ue. Questo richiama l’attenzione su una lezione fondamentale, che molti policymakers europei rifiutano cocciutamente di recepire: un andamento positivo dell’economia tedesca è una buona notizia per quelli che sono nella posizione di soddisfare la domanda tedesca; eventuali problemi della Germania, invece, si trasformano rapidamente in una sfida per il resto dell’Unione: una sfida che molti Paesi sono incapaci di raccogliere, e ancor meno di volgere a proprio vantaggio. Lo afferma in una nota l’on. Claudia Porchietto di FI(fonte: Macchioni Communications Carpe Diem Srl)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio imprese italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Nel 2017 è proseguito il miglioramento dei bilanci delle imprese italiane, sul fronte sia dei conti economici che della sostenibilità finanziaria. I ricavi delle imprese, infatti, hanno registrato il segno più per il quinto anno consecutivo, con una crescita del 4,3% che è risultata quasi doppia rispetto ai valori dell’anno precedente (+2,3%). Hanno trainato la crescita le società che operano nell’industria (+5,9%), mentre le imprese attive nelle costruzioni e nel terziario hanno fatto registrare un aumento più contenuto, pari al 3,4%. La crescita dei fatturati è stata accompagnata da una discesa di oneri e debiti finanziari: l’ammontare dei debiti finanziari a bilancio, lo scorso anno, è stata un multiplo pari a 4,3 volte il MOL (margine operativo lordo), una cifra in calo rispetto al 4,7 del 2016 e lontana dal 5 del 2007, mentre il costo medio del debito per le società analizzate si è ridotto dal 3,1% del 2016 al 2,8% del 2017.Sono alcuni dei risultati che emergono dall’Osservatorio sui Bilanci 2017 di Cerved, primario operatore in Italia nell’analisi e nella gestione del rischio di credito e nella fornitura di soluzioni commerciali e marketing per le aziende, che ha analizzato e riclassificato i primi 150mila bilanci depositati dalle società italiane a giugno 2018.
“L’andamento favorevole degli oneri finanziari, in discesa grazie soprattutto alla politica espansiva della BCE, ha permesso alla redditività netta di proseguire il suo recupero, ritornando su livelli precedenti allo scoppio della crisi – commenta Marco Nespolo, Amministratore delegato di Cerved -. Il ROE, l’indice che sintetizza il ritorno sul capitale investito, nel 2017 si è attestato al di sopra dei livelli del 2007 (9,9% contro 9,4%): l’aumento è stato particolarmente marcato per le micro imprese e per le PMI, mentre le grandi avevano già raggiunto lo scorso anno livelli superiori a quelli pre-crisi”.
Questa accelerazione dei ricavi è stata però accompagnata da un rialzo dei costi esterni, soprattutto delle materie prime (+5,7% tra 2016 e 2017), con il risultato di un lieve rallentamento del valore aggiunto (+4,2%, contro il 4,8% dell’anno precedente). La redditività lorda è cresciuta, ma meno dei ricavi e con risultati più polarizzati tra società con margini negativi e aziende con performance positive.Il processo di rafforzamento finanziario delle imprese ha acquisito ulteriore slancio, con oneri e debiti finanziari più sostenibili. Tra 2016 e 2017 è aumentato l’ammontare dei debiti finanziari nei bilanci delle imprese analizzate (+1,7%), ma questa tendenza ha riguardato esclusivamente le imprese medio-grandi ed è coincisa con una selezione ancora più attenta nella concessione del credito, con un numero ristretto di società che hanno aumentato il proprio indebitamento. Anche i dati di bilancio confermano, dunque, che la fase maggiormente espansiva del credito non ha riguardato tutti, ma anzi che il credit crunch è proseguito per le imprese più piccole.Il maggior rigore nel concedere credito ha reso i debiti più sostenibili per tutte le imprese. Nel 2017 l’ammontare dei debiti finanziari a bilancio è un multiplo pari a 4,3 volte il MOL, una cifra in calo rispetto al 4,7 del 2016 e lontana dal 5 del 2007. I conti delle imprese sono più solidi non solo perché le banche sono state più attente nel concedere credito, ma, come indicano i bilanci, hanno giocato un ruolo importante anche i bassi tassi di interesse e gli sforzi degli imprenditori nel ricapitalizzare le proprie imprese.
Secondo i dati, infatti, il costo medio del debito per le società analizzate si è ridotto dal 3,1% del 2016 al 2,8% del 2017, ai minimi nel corso del decennio, con riduzioni che hanno riguardato tutte le fasce dimensionali. La combinazione di margini in recupero e bassi tassi di interesse ha ulteriormente ridotto l’impatto degli oneri finanziari sul MOL, un indicatore frequentemente utilizzato dagli analisti per valutare la sostenibilità delle aziende: nel 2017, il rapporto si è attestato al 17,5%, contro il 21,7% del 2016. Il capitale netto, invece, è aumentato del 7,1%, accelerando rispetto al +5,6% dell’anno precedente: il rapporto tra debiti finanziari e capitale netto è così sceso nel 2017 al 51%, tre punti in meno del 2016 (54%) e molto lontano dai valori del 2007 (90%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mercato dell’auto usata in crescita anche ad agosto

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Ennesimo bilancio positivo nel mese di agosto per il mercato delle auto di seconda mano, che con 192.717 passaggi di proprietà, depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), ha registrato una crescita del 3,5% rispetto allo stesso mese del 2017. Per ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute 185 usate nel mese di agosto e 147 nei primi otto mesi dell’anno.Diversamente da quanto si verifica sul fronte delle prime iscrizioni, dove le auto diesel continuano a perdere quote di mercato (-8,1% ad agosto rispetto allo stesso mese del 2017, con un’incidenza rispetto al totale delle vendite in calo dal 60,1% di agosto 2017 al 56,7% di agosto 2018), le vetture usate alimentate a gasolio hanno riportato ad agosto un incremento mensile del 5,3% (+6% nei primi otto mesi dell’anno). In merito l’ACI sottolinea ancora una volta come attualmente in Italia esista un parco circolante di circa 16.900.000 auto diesel che contrasta sensibilmente con le politiche ambientalistiche annunciate da alcune importanti amministrazioni locali.Ancora in calo, al contrario, i passaggi di proprietà dei motocicli, che nel mese di agosto hanno registrato al netto delle minivolture una variazione mensile negativa del 3,8%.In totale nei primi otto mesi del 2018 si evidenziano incrementi del 5,5% per le auto di seconda mano e del 3,6% per tutti i veicoli, con un calo del 2,4% per i motocicli.I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it In crescita generalizzata ad agosto il bilancio mensile delle radiazioni, in crescita del 4,4% nel settore delle quattro ruote e dell’8,5% in quello delle due ruote. Il tasso unitario di sostituzione del parco auto nel mese di agosto risulta pari a 0,83 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 83), attestandosi a 0,72 nel periodo gennaio-agosto 2018.
Nei primi otto mesi dell’anno le radiazioni hanno messo a bilancio incrementi complessivi del 6,7% per le autovetture, del 10,6% per i motocicli e del 7,1% per tutti i veicoli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

30° Concorso dell’Unione europea – EUCYS 2018 per giovani inventori

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Dublino (Irlanda) dal 14 al 19 settembre. L’Italia è presente con 6 studenti e 2 progetti selezionati dalla Fast. Possono vincere sino a settemila euro e vari riconoscimenti come la partecipazione al conferimento dei Nobel. “I neo Archimede tengono alta la bandiera italiana e spero si allunghi la lista dei successi ottenuti dai ragazzi finalisti,” dice Alberto Pieri, segretario generale della Fast, Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche che ogni anno organizza la selezione di EUCYS su incarico della Commissione europea.
I giovani che rappresentano l’Italia alla finale europea di Dublino sono tutti nati nel 2000: Federico Malnati, Matteo Palmieri, Alessandro Sosso dell’Istituto G. Ferraris di Torino con il progetto “(R)evolution simulator” – un simulatore elettronico per calcolare l’adattamento ai cambiamenti ambientali; Nicolò Vallana, Luca Fermi, Edoardo Puce dell’Istituto Belluzzi-Da Vinci di Rimini con il prototipo “Techno B Brace”- una applicazione innovativa per chi ha problemi di schiena. “Il mio personale augurio”, dice il presidente della Fast e coordinatore della Giuria Roberto Cusolito, “ai nostri portabandiera è di approfittare di questa esperienza unica. Se poi ritornano vincitori di premi o riconoscimenti, aggiorniamo volentieri la lista dei successi conseguiti anche quest’anno”.
Sul sito della Fast (www.fast.mi.it) c’è già il bando della nuova edizione del concorso “I giovani e le scienze”; l’iscrizione scade il 1° febbraio 2019. Possono presentare la loro candidatura ragazzi e ragazze tra i 14 ed i 20 anni. Dal 16 al 18 marzo 2019 si tiene a Milano la selezione per la 31° edizione di EUCYS, il concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati che è uno dei più prestigiosi appuntamenti internazionali, voluto dalle istituzioni di Bruxelles (Parlamento, Consiglio e Commissione europea). “I premi ed i riconoscimenti dell’edizione 2019 sono ancora più rilevanti degli anni scorsi”, dice il presidente della Fast, “EUCYS è la vetrina annuale delle migliori idee e delle più interessanti realizzazioni degli studenti dei 28 Stati dell’Unione e di una dozzina di nazioni invitate”. Circa 150 finalisti con una novantina di proposte, risultato di un lungo e severo processo di selezione durato almeno un anno, condividono l’opportunità di incontrarsi e competere con colleghi con analoghi interessi. E’ un percorso che può aprire brillanti carriere nella scienza, nella ricerca e nella tecnologia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale della sepsi

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Roma giovedì, 13 settembre 2018 ore 9.00 – 17.00 Sala Capitolare Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva Presso il Senato della Repubblica Piazza della Minerva, si tiene un convegno promosso dall’Associazione Culturale “Giuseppe Dossetti: i Valori – Tutela e Sviluppo dei Diritti” ONLUS, la Società Italiana di Microbiologia SIM e l’Associazione Microbiologi Clinici Italiani AMCLI per celebrare la 38° La giornata mondiale della sepsi, che si celebra come ogni anno il 13 settembre. E’ un’importante occasione per conoscere questa malattia sistemica che, causata da un’infezione, può dare origine al danneggiamento degli organi ed alla morte. La diagnosi precoce nonché una terapia mirata riducono la mortalità per sepsi del 50%. (fonte: http://www.dossetti.it)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: in Sicilia gravi problemi su sostegno, infanzia, primaria

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Nell’Isola le lezioni riprendono peggio di come erano terminate. Nonostante sia triplicato il numero di certificazioni di alunni con disabilità, l’organico dei posti in deroga continua a rimanere un terzo di quello complessivamente attivato, almeno fino a quando non si pronuncerà il Tar sul ricorso gratuito patrocinato da Anief, mentre i docenti di sostegno assunti in ruolo rappresentano solo un decimo di quel 4,2% autorizzato alla regione rispetto a quello nazionale. La recente ordinanza del Consiglio di Stato sull’incostituzionalità del concorso straordinario per abilitati della secondaria mette poi a rischio le domande presentate dai 6.340 docenti precari cge, una parte dei quali ancora aspettano la nomina delle commissioni. Infine, a tre anni dal bando è stato assunto soltanto un vincitore su cinque del concorso 2016 per infanzia e primaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza scuole: – Crollano ancora tetti e controsoffitti

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

A Messina viene giù un altro tetto e il sindaco dispone la chiusura di diversi plessi: nel capoluogo siciliano, diventano 35 gli istituti che non apriranno il primo giorno di scuola, con 12 mila alunni a rischio lezione. Tragedia sfiorata a Campoleone, dove cede il controsoffitto di una scuola primaria. Per il sindacato la situazione rimane da allarme rosso: poiché appena il 5 % degli edifici in muratura ed il 15 % in cemento armato sono stati costruiti dopo il 1982, serve un immediato adeguamento delle strutture e degli impianti, sia per la prevenzione incendi che per la vulnerabilità sismica. Nel frattempo, Udir mette a disposizione dei propri iscritti due modelli di diffida per tutelare i dirigenti scolastici. Nei prossimi giorni sarà reso noto il calendario dei nuovi incontri formativi proprio sulla sicurezza delle istituzioni scolastiche.Un altro anno scolastico ha preso il via e il grave problema della sicurezza edilizia degli oltre 40 mila edifici scolastici italiani rimane purtroppo nella sua interezza: è di queste ore la notizia del cedimento di un tetto e a Messina, dove il sindaco ha disposto la chiusura di diversi plessi che non garantiscono l’incolumità degli studenti e del personale. Diventano 35, così, gli istituti che non apriranno il primo giorno di scuola, finché non saranno in regola, con 12 mila alunni che a questo punto che rischiano di non iniziare le lezioni. Anche a Campoleone, vicino Latina, crolla il controsoffitto di una scuola primaria: i tecnici dicono che staremmo a parlare di una tragedia, se solo il cedimento fosse avvenuto a scuole iniziate, considerando che i pannelli con parte della struttura che li doveva contenere sono caduti anche dentro una classe.Il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ha cercato di minimizzare i rischi che corrono ogni giorno la maggior parte degli otto milioni di alunni e del milione e 200 mila lavoratori – tra docenti, Ata e dirigenti scolastici – che operano nei nostri istituti: dopo avere ammesso che per molte scuole la certificazione è carente, Bussetti ha annunciato un’operazione trasparenza, da realizzare entro la fine di questo mese. Si è poi detto pronto a confrontarsi con l’Anci (associazione dei Comuni italiani), evitando però “allarmismi e chiusure preventive”.“La competenza è dei proprietari degli immobili quindi per la maggior parte dei casi Comuni e Province – ha dichiarato il Ministro -. Noi abbiamo un monitoraggio nazionale preciso e sappiamo che per molti edifici la certificazione è ancora carente. Evitiamo allarmismi e chiusure preventive. Ci sarà un’operazione trasparenza: a settembre tutti potranno consultare online i dati e avere una fotografia delle condizioni degli edifici scolastici, dal punto di vista sismico, anti incendio e cosi via. Sto facendo di tutto – ha aggiunto – per accelerare e semplificare, mettendo intanto a disposizione le risorse per i certificati di vulnerabilità sismica, che andranno predisposti entro fine 2018. Dobbiamo fare uno sforzo comune perché l’edilizia scolastica richiede l’impegno di ciascuno. Ne parlerò senz’altro con il presidente Antonio Decaro, che ho già incontrato. Ma intanto iniziamo a lavorare. Lo stiamo già facendo: con un Accordo quadro che porteremo a inizio settembre in Conferenza unificata semplificheremo le modalità di spesa, evitando la moltiplicazione di decreti di riparto“.Dopo avr ricordato, nei giorni scorsi, dopo il crollo del ponte Morandi di Genova, che la metà delle scuole italiane ha più di 50 anni, 2 su 10 risultano chiuse o in ristrutturazione e lo Stato utilizza meno del 10% dei fondi stanziati, Udir replica alle parole di Ministro. E ribadisce che quasi la metà degli edifici scolastici italiani è sprovvisto di tutte le certificazioni sull’edificio scolastico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Salva-precari: appello di Anief al Presidente e ai componenti della I e V commissione della Camera

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Il sindacato autonomo chiede agli onorevoli parlamentari interessati di mantenere in vita l’emendamento al comma 3-quinquies all’articolo 6 del Decreto legge 91/2018, perché è l’ultima speranza di assunzione dei precari dopo il rinvio del Consiglio di Stato alla Consulta dei concorsi riservati. Ignorare tale evidenza aumenterebbe il contenzioso e i relativi risarcimenti, senza alcuna motivazione logica. Domani scadono i termini per la presentazione di emendamenti. Il presidente Pacifico invia una nota ai Deputati.
L’emendamento salva-precari della scuola approda alla Camera: a partire da oggi, con una settimana di anticipo rispetto al calendario iniziale, il Presidente e i componenti della I e V commissione della Camera saranno chiamati ad esprimersi sull’emendamento al comma 3-quinquies all’articolo 6 del Decreto legge 91/2018 inserito nel decreto Milleproroghe. Si tratta di un passaggio fondamentale per decine di migliaia di docenti abilitati all’insegnamento, costretti dalla normativa vigente a lavorare solo attraverso 10-20 graduatorie d’istituto per svolgere supplenze di breve durata e senza alcuna prospettiva di stabilizzazione.Sulla possibilità di riaprire le GaE a tutti i supplenti provvisti di abilitazione all’insegnamento si è già espresso positivamente il Senato ad inizio agosto ed anche per questo motivo la prossima settimana, l’11 settembre, Anief ha organizzato uno sciopero nazionale con contestuale manifestazione nazionale proprio davanti a Montecitorio, alla quale hanno aderito giù diverse altre organizzazioni sindacali autonome e associazioni di categoria.Nella nota, il sindacato ricorda ai parlamentari che il buon esito dell’emendamento in questione è fondamentale per “l’assunzione su tutti i posti programmati già per quest’anno scolastico e per il prossimo, in attesa della decisione della Consulta, senza perpetrare il precariato”, oltre che per “rendere più efficiente e rapida l’assegnazione delle supplenze annuali e al termine delle attività didattiche, cui si ricorre, per ora, principalmente attraverso lo scorrimento fortuito (in base alla scelta di 10/20 scuole) delle graduatorie d’istituto”.“La decisione dei parlamentari – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – assume dunque più impellenza, dal momento in cui il Consiglio di Stato ha optato, attraverso l’ordinanza n. 5233/2018, per la remissione alla Corte Costituzionale sulla decisione del Governo Renzi di limitare l’accesso al concorso riservato della scuola secondaria solo ad alcune categorie di abilitati all’insegnamento. Approvare l’emendamento apri-GaE (comma 3-quienquies, art. 6), rimane così l’unica strada percorribile per evitare il caos organizzativo e l’ingolfamento dei tribunali, visto che si innescherebbe una corsa al ricorso senza precedenti”, conclude il sindacalista autonomo, che per l’occasione ha chiesto di incontrare i politici coinvolti e i rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione politica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso docenti abilitati

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Secondo i giudici di Palazzo Spada, la gestione della fase transitoria della scuola secondaria, prevista dalla precedente maggioranza parlamentare e ripresa dall’attuale per la primaria e l’infanzia, sarebbe illegittima per violazione degli articoli 2, 51 e 97 della Costituzione: l’unica soluzione, per il Consiglio di Stato, è tornare ai percorsi abilitanti e ai concorsi. Ecco perché per Anief bisogna provvedere con urgenza alla riapertura delle GaE, con lo scorrimento del doppio canale. La parola presto spetterà al Parlamento, a partire dall’11 settembre, quando i precari manifesteranno davanti alla Camera, nel giorno dello sciopero nazionale Anief e dell’avvio dell’emendamento salva-precari LeU 6.3 all’art. 6 del decreto legge 91/18, già approvato in Senato. Diventano pubbliche le motivazioni che hanno indotto il giudice delle leggi, attraverso l’ordinanza n. 5233/2018, a chiedere l’intervento della Corte Costituzionale sul primo concorso straordinario riservato agli abilitati previsto dal comma 2, lettera b) e dal comma 3 dell’art. 17 del decreto legislativo n. 59/2017 collegato alla Buona Scuola, per via dell’esclusione illegittima di un dottore di ricerca ma anche, in giudizi diversi, degli insegnanti tecnico pratici o dei docenti abilitati all’estero: secondo i giudici di Palazzo Spada, la gestione della fase transitoria della scuola secondaria sarebbe illegittima per violazione degli articoli 2, 51 e 97 della Costituzione. L’unica soluzione, sempre per il Consiglio di Stato, è quindi tornare ai percorsi abilitanti e ai concorsi.A questo punto, la Consulta potrebbe travolgere l’intera procedura concorsuale, per salvare la quale il sindacato chiede fin d’ora di riaprire le GaE e confermare nei ruoli i neo-assunti, al pari delle maestre con diploma magistrale: se tra le soluzioni profilate dal Consiglio di Stato, infatti, c’è quella di riaprire le procedure abilitanti e ordinarie concorsuali, invero, come corollario deve essere assunto il principio dello scorrimento di quelle graduatorie permanenti che attraverso il doppio canale compensava il precariato dell’abuso italiano dei contratti a termine.D’altronde, se le ordinanze riguardano il primo concorso riservato al personale abilitato, già stanno comportando conseguenze sul secondo concorso, riservato al personale precario con 36 mesi di servizio nella scuola superiore – per il quale è opportuno consentire l’accesso al fine di conseguire l’abilitazione al FIT al di fuori dell’accesso a numero programmato legato al reclutamento – e senza i 24 CFU (considerata l’esperienza didattica maturata), o ancora sul personale della primaria e infanzia con 24 mesi di servizio che avrebbe dovuto svolgere il terzo concorso riservato previsto dal Decreto Dignità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Precariato: la Camera anticipa l’esame del Decreto Legge n. 91/18 Mille-proroghe

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Una settimana prima rispetto al calendario estivo e dello sciopero nazionale proclamato da Anief, i parlamentari si occuperanno dell’emendamento salva-supplenti della scuola introdotto nel Decreto Legge n. 91/18 Mille-proroghe, sul quale il Senato si è già espresso favorevolmente ad inizio agosto: ad occuparsene, in particolare, saranno la I e la V Commissione di Montecitorio, relatori Baldino e Buompane, un giorno dopo la remissione alla Consulta del concorso riservato dalla Buona Scuola.
Prende il via con una settimana di anticipo rispetto ai lavori programmati, il delicato esame dell’emendamento salva-precari della scuola, con cui il Parlamento potrebbe riaprire le GaE ai docenti precari abilitati e sul quale il Senato si è già espresso favorevolmente ad inizio agosto: ad occuparsene, in particolare, saranno la I e la V Commissione di Montecitorio, relatori Baldino e Buompane, un giorno dopo la remissione alla Consulta del concorso riservato dalla Legge 107/2015 attraverso l’ordinanza n. 5233/2018.Cresce, di conseguenza, l’attenzione di decine di migliaia di docenti supplenti, tutti abilitati all’insegnamento, su come si comporteranno i parlamentari. Come cresce il numero di coloro che hanno già aderito alla manifestazione nazionale dell’11 settembre, nel giorno dello sciopero Anief, per il quale continuano a giungere riscontri positivi di diverse altre organizzazioni sindacali e associazioni di categoria, tutte convinte della bontà della richiesta di conferma dell’emendamento apri-GaE (comma 3-quienquies, art. 6).“Sarebbe l’unica soluzione per evitare il caos nelle nostre scuole, con l’aggravante che tantissimi docenti perderebbero la possibilità di lavorare e altrettanti alunni costretti a cambiare una percentuale ingente di insegnanti”, ribadisce Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, che per l’occasione ha chiesto di incontrati i politici coinvolti e i rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione politica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

WJC calls Labour’s decision to adopt IHRA definition of antisemitism step in right direction

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

NEW YORK – The World Jewish Congress views the UK Labour Party’s decision to adopt the International Holocaust Remembrance Alliance’s definition of antisemitism in full as “a step in the right direction,” and echoes the British Jewish community’s calls to follow up with appropriate action to root out incidences of racism from top to bottom, WJC CEO and Executive Vice President Robert Singer said Tuesday.“The adoption of the IHRA definition of antisemitism by the National Executive Committee of the Labour Party in the UK is a step in the right direction but will not, in itself, be enough to deal with the damaging cases of antisemitism which have struck at the heart of its relationship with the UK Jewish community,” Singer said.
“Labour Leader Jeremy Corbyn must now do everything in his power to ensure that all such cases are dealt with as a matter of priority. At a time of heightened populism and extremism in Europe and beyond, we have been disheartened to see a lack of leadership from a once well-respected party on this issue. We hope action will be forthcoming,” Singer said.“The International Holocaust Remembrance Alliance’s definition of antisemitism, including each of its 11 integral examples, is a crucial code of conduct, which, if adopted universally, can truly guide governments and individual entities in the fight against racism and discrimination,” Singer added. “Under the leadership of our president, Ronald S. Lauder, the WJC has made it a priority to fight antisemitism on all levels, and we deeply hope that other organizations and bodies will follow suit.”The World Jewish Congress has stood beside its affiliate, the Board of Deputies of British Jews, in urging Labour to adopt the definition in full, and has advocated for years to all members of IHRA to do the same. As part of the WJC’s commitment to fighting antisemitism, it recently named Jewish leader Julius Meinl as Commissioner for Combating Antisemitism.
In an op-ed in the New Statesman on August 23, Singer wrote: “For us it is clear, however, that adoption [of the IHRA definition] itself is not enough; following adoption, national parliaments need to recognize the importance of applying the definition systematically, to yield as an effective tool for law enforcement. Adopt; encode; and enforce. Only then, can antisemitism be confronted appropriately and comprehensively.” Board of Deputies of British Jews President Marie van der Zyl on Tuesday also released the following statement: “The decision by the National Executive Committee to adopt the International Holocaust Remembrance Alliance working definition of Antisemitism in full with all of its illustrative examples had to be the right call. It is very long overdue and regrettable that Labour has wasted a whole summer trying to dictate to Jews what constitutes offence against us. However the adoption of the internationally-recognised definition by itself, can only be the beginning. Action is what matters.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s: Gerhard Richter’s Schädel

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

London – Gerhard Richter’s Schädel (Skull) (1983, estimate on request) will be unveiled at Christie’s Hong Kong for the first time in 30 years, in advance of Christie’s Post-War and Contemporary Art Evening Auction, and is one of the highlight works of Christie’s Frieze Week auction series. Last exhibited in January 1988 at the Galerie Fred Jahn, Munich, Schädel (Skull) is a masterpiece that stems from the height of his photo-painting practice. Executed in 1983, it is the first of the iconic series of only eight skull paintings created that year, of which four are now displayed in museum collections. The work will be on view from 4-7 September, Christie’s Hong Kong; 15-18 September, Christie’s Rockefeller Center, New York; and from 28 September 2018 at Christie’s King Street, London. The Post-War and Contemporary Art Evening Auction will take place on 4 October 2018. Francis Outred, Chairman and Head of Post-War and Contemporary Art EMERI: “Richter’s Schädel (Skull) stands among his most poignant, intimate and technically refined works. Its subject matter places it in conversation with the memento mori tradition that was cultivated by the Old Masters and extrapolated during the twentieth century by artists such as Picasso and Cézanne. The dialogue between painterly abstraction and photorealist representation had been simmering across separate strands of Richter’s practice for nearly two decades. Here, through a motif laden with historic, symbolic and metaphysical charge, the two poles are brought into resonant alignment. The painted surface, though no longer a portal to nature, takes on another kind of truth: it becomes a physical reality in its own right. In this haunting, timeless image of death, the purpose of painting is thus reborn. It is no longer simply a metaphor for the fleetingness of life, but for the evanescence of images, and the death of painting’s innocence. Last shown in 1988 at Galerie Fred Jahn, the reappearance of a major Richter work after 30 years is a significant moment, one that I am pleased we can coincide with Frieze Week this October.”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trireme Insurance Group Announces Acquisition of MGB Insurance Brokers Limited

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Trireme Insurance Group, the international subsidiary of U.S. Risk Insurance Group, LLC, is pleased to announce that it has acquired MGB Insurance Brokers Limited (MGB). MGB will operate alongside Trireme’s existing London brokers, Oxford Insurance Brokers and James Hampden International.Founded in 2001, and headquartered in London, MGB is a Lloyd’s broker specializing in placing professional indemnity risks for companies in the construction, consulting, accounting, insurance, and other industries.Randall Goss, Chairman of Trireme Insurance Group, said, “MGB’s approach to its partner brokers and clients is very similar to U.S. Risk’s. They value client service and building a long-term relationship by demonstrating their expert knowledge of their market segments. We are thrilled to have them as part of our group.” Nick Bender, Joint Managing Director of MGB, said, “Glenn Gostling and I are delighted to join the U.S. Risk family of companies. We believe their entrepreneurial culture matches up very well with ours, and we are excited to be able to both supplement our offering to current brokers and clients and to expand our client base through the U.S. Risk network of agents.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cohu to Participate at the Deutsche Bank Technology Conference

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Cohu, Inc. (NASDAQ: COHU), a leading supplier of semiconductor equipment, announced that Luis A. Müller, President and CEO, and Jeffrey D. Jones, Vice President and CFO, will participate at the Deutsche Bank Technology Conference to be held at the Bellagio in Las Vegas, NV on September 13, 2018.Portfolio managers and analysts who wish to request a meeting with management should contact their Deutsche Bank representative.Interested investors can access Cohu’s slide presentation by visiting the Investor Information section on Cohu’s website at http://www.cohu.com.
Cohu is a leading supplier of semiconductor test and inspection handlers, micro-electro mechanical system (MEMS) test modules, test contactors and thermal sub-systems used by global semiconductor manufacturers and test subcontractors. http://www.cohu.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »