Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 9 settembre 2018

Trafficanti s’impersonano membri dello staff dell’Agenzia in Libia per circuire i rifugiati

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Tripoli. L’UNHCR, Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, è sgomenta per la notizia secondo la quale alcuni trafficanti si presenterebbero come personale dell’UNHCR in Libia e chiede alle autorità di agire contro tutti i criminali che cercano di colpire rifugiati e migranti disperati.
Le informazioni in possesso dell’UNHCR provengono da rifugiati che riferiscono di essere stati venduti ai trafficanti in Libia e sono stati oggetto di abusi e torture, anche dopo essere stati intercettati in mare. L’UNHCR sta raccogliendo maggiori informazioni e indagando su queste accuse.In Libia, l’UNHCR ed i suoi partner sono presenti nei punti ufficiali di sbarco per fornire assistenza umanitaria e medica, compresi cibo, acqua, vestiti, per salvare la vita a rifugiati e migranti.Una volta che le persone trafficate tornano a terra, le autorità libiche li trasportano in centri di detenzione, gestiti dalla Direzione per la lotta alla migrazione illegale (sotto la competenza del Ministero degli Interni). I team dell’UNHCR sono presenti anche lì per monitorare la situazione, aiutare e identificare i più vulnerabili per cercare di trovare soluzioni, specialmente nei paesi terzi.L’UNHCR non è coinvolto nel trasferimento di rifugiati dai punti di sbarco ai centri di detenzione.
L’UNHCR ha ricevuto segnalazioni di atrocità indicibili commesse contro i rifugiati e i richiedenti asilo nelle strade di Tripoli, tra cui stupri, rapimenti e torture. Una donna ha detto all’UNHCR che criminali sconosciuti hanno rapito suo marito, l’hanno violentata e hanno torturato suo figlio di un anno. La donna ha detto che il bambino è stato denudato e molestato sessualmente dai criminali.L’UNHCR si oppone alla detenzione di rifugiati e richiedenti asilo, ma è presente nei luoghi in cui si trovano i rifugiati per fornire loro assistenza salvavita.
L’UNHCR chiede inoltre una forte azione istituzionale per colpire i trafficanti responsabili.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Film premiato: What you gonna do when the world’s on fire?

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Venezia. Vivere da Sportivi, con Amova, ha premiato il Fair Play 2018 del film di Roberto Minervini ‘What you gonna do when the world’s on fire’, per aver saputo evidenziare i più alti valori etici e sportivi. A ritirare il premio nello spazio della Regione Veneto all’Hotel Excelsior al Lido di Venezia, il produttore del film di Minervini, Dario Zonta che, in un simbolico passaggio di consegne del ‘fair play’, riceveva dalle mani dei campioni olimpici Valentina Vezzali, Luca Dotto, Moreno Argentin, Matteo Anesi, Martina Valcepina, Raimondo Cappa insieme all’olimpionica Francesca Bettrone e al paralimpico Simone Careddu, la targa 2018 ‘Vivere da Sportivi –il Fair Play al Cinema’.Ospiti alla cerimonia, l’Assessore Cultura e Sport della Regione Veneto, Corazzari, l’Assessore alle Politiche Educative del Comune di Venezia, Romor, il Generale Avitabile, Com. Prov. G.d.F., il Colonnello Lunardo, Com. Prov. Carabinieri e, il dott. Vomiero Vice Questore di Venezia. Una presenza rappresentativa per sottolineare quel fil rouge che lega Cinema e Sport. “Solo la narrazione sportiva o cinematografica, diretta o indiretta” – dichiara Monica Promontorio, presidente dell’Associazione VDS (Vivere da Sportivi) – “riesce a promuovere, su scala mondiale, comportamenti etici e valori sociali più consapevoli”. “ Perché la forza comunicativa dei due linguaggi – prosegue Raimondo Cappa, vicepresidente Amova – “ha il potere di smuovere emozioni, passioni, sogni e desideri e, quindi, anche il senso etico dello sportivo.Dato l’alto contenuto artistico riscontrato in questa edizione dalla Biennale, la Giuria di Vivere da Sportivi capitanata dal critico cinematografico Roberto Silvestri e composta da Francesca Nocerino, conduttrice-curatrice di Cinematinée Tg2; Pierluigi Frassineti, autore e sceneggiatore; Alvaro Moretti, Vice Direttore il Messaggero; Alberto Nuvolari, Presidente USSI Veneto e docente di giornalismo; Katia Rossi, coordinatrice giuria e ideatrice del premio, ha assegnato due menzioni Fair Play speciali.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sistema Pmi, l’Università fa squadra con le imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Roma venerdì 14 settembre, dalle ore 9.30 alle 16.30, al Tiber Campus della John Cabot University, Lungotevere Raffaello Sanzio 12, Trastevere. L’evento, alla sua prima edizione e unico nel suo genere, è organizzato dalla John Cabot University (JCU) – fra le maggiori università americane in Europa, con sede nel cuore di Roma, a Trastevere.
Parteciperanno imprenditori, dipendenti e liberi professionisti, senza limiti di età, oltre a laureati e a giovani che necessitano di specializzazione per inserirsi nel mercato occupazionale. «Non devono esistere distanze fra università e mondo del lavoro; al contrario è fondamentale creare sinergia. In questa ottica, il nostro ateneo è ormai un punto di riferimento certo in Italia, ora anche con uno spazio specifico dedicato alle Pmi», ha dichiarato Franco Pavoncello, presidente della John Cabot University.«C’è un preoccupante mismatch di competenze, bisogna prenderne consapevolezza. E purtroppo nel nostro Paese le imprese non fanno rete a sufficienza. Per questo abbiamo pensato di dare vita a Sistema Pmi, così da aiutare le aziende a condividere capacità ed esperienze, facendo incontrare imprenditori ed esperti, come fossero giocatori e preparatori di una grande squadra. Quello attuale, infatti, non è un mercato del lavoro per solisti, e il team crea un valore aggiunto essenziale per andare in goal, quindi per raggiungere l’obiettivo», ha dichiarato Antonella Salvatore, docente di Marketing e direttore del Career Services della JCU.
L’evento è suddiviso in tre aree: Digitalizzazione, Crescita e Finanza sostenibile, Formazione e Consulenza. Gli esperti saranno a disposizione dei partecipanti per incontri, colloqui individuali, networking e analisi di casi-studio. La conclusione è prevista per le ore 16.30.
Sistema Pmi è promosso dal Centro di Alta Formazione e Avviamento alla Carriera della JCU, in partnership con l’Istituto per l’imprenditoria JCU, yourCFO Consulting Group e Mama Industry.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master on-line in “Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza”

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Ferrara Fino al 5 novembre è possibile iscriversi alla diciottesima edizione del Master universitario di I livello in “Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza”, attivato dall’Università di Ferrara con modalità didattica on-line e laboratori facoltativi in presenza. Il Master si rivolge sia a coloro che intendono esercitare una professione nell’ambito della comunicazione scientifica (giornali, media digitali, istituzioni ed enti di ricerca, URP, uffici stampa, aziende pubbliche e private, musei, case editrici, scuola), sia a persone già inserite nel mondo del lavoro che desiderano acquisire competenze e strumenti di comunicazione per promuovere o riqualificare la propria figura professionale.Tutta l’attività didattica on-line è seguita da docenti e tutor di classe e contenuto (elenco dei docenti e dei corsi nel sito dell’Università). Le uniche attività obbligatorie in presenza sono gli esami, che si svolgono sempre nel fine settimana. Le attività facoltative (seminari, laboratori, conferenze, spettacoli) sono organizzate in coincidenza con le sessioni di esame.Il Master, con più di 600 iscritti dalla sua fondazione, rappresenta non solo una delle iniziative più longeve in questo settore, ma anche l’unico percorso di formazione a distanza in Comunicazione della scienza nel panorama nazionale. Il Master è a numero chiuso: verranno accettate le prime 40 iscrizioni.L’attivazione è subordinata al raggiungimento di 30 iscrizioni. Le iscrizioni si possono effettuare esclusivamente on-line all’indirizzo https://studiare.unife.it/Home.do
La tassa di iscrizione è pari a Euro 2.400,00. Chiusura delle iscrizioni: 5 novembre 2018.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terza edizione: Teatrum Botanicum

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Torino Venerdì 14 Settembre alle ore 18.00 PAV – Parco Arte Vivente Via Giordano Bruno 31 si inaugura Teatrum Botanicum, terza edizione del festival dedicato ad artisti e curatori emergenti la cui indagine si colloca nello spazio interstiziale tra pratiche e riflessioni artistiche ed ecologiche proprie del centro d’arte contemporanea. Il programma del festival, orientato alle logiche della performance, si svolgerà nel corso delle giornate di venerdì e sabato, per poi concludersi domenica con il workshop condotto da Enrico Malatesta.
Rimanere affascinati da una pianta non è un fatto così scontato; o almeno è quanto dimostrato dalla teoria della plant blindness, termine coniato nel 1998 dagli studiosi di botanica James Wandersee ed Elisabeth Schussler al fine di indicare l’incapacità di notare la presenza di piante nel proprio ambiente e, di conseguenza, riconoscerne l’importanza nell’economia della biosfera e delle vicende umane. Si tratta di una dinamica quantomai paradossale, dato che le piante costituiscono la base della maggior parte degli habitat animali. Nondimeno, tendenzialmente sono proprio le figure zoomorfe a rubare la scena al mondo vegetale, sia a livello percettivo, sia sul piano culturale: è più semplice processare la nozione dell’estinzione dei panda, che ricordarci di connetterla alla scarsità del bamboo! Non tutte le piante sono uguali e non tutte risultano ugualmente invisibili: ad esempio, le variazioni nella loro surface texture (eccezionalmente ricca e complessa) costituiscono un fattore fortemente discriminante, così come le fasi del ciclo vitale. “Prima che le azalee del profondo Sud fioriscano, vengono percepite come arbusti pressochè anonimi” scrivono James H. Wandersee ed Elisabeth E. Schussler “quando si coprono di boccioli rossi, rosa e bianchi, nessuno può ignorarle”. Digitate “azalea” in un motore di ricerca online e vedrete formarsi una griglia di immagini floreali. L’immagine che, istintivamente, assoceremmo al concetto di “azalea”. Lo schema dell’azalea.
La teoria di Barlett, formulata dallo psicologo britannico negli anni ’30, sostiene che tutti gli esseri umani possiedono regole o script categorici che utilizzano per interpretare il mondo. Le nuove informazioni vengono processate in modo da non entrare in conflitto con queste regole, il cui insieme forma lo schema, una cornice fatta di parametri individuali quanto collettivi, soggetta all’esposizione a questo o quel contesto specifico. Quando le informazioni che percepiamo contraddicono i parametri dello schema, queste potrebbero non essere comprese.
Cosa succede nel nostro cervello, di fronte ad un’azalea non ancora fiorita? È più che probabile che questa diventi un indistinto wallpaper verde, senza bisogno di turbare il nostro schema-azalea. Spostiamoci verso un altro contesto specifico: cosa succede nel nostro cervello, di fronte ad un’opera d’arte che non incontra il nostro schema-opera d’arte? O il nostro schema-mostra. O il nostro schema-concerto. O il nostro schema-performance. Come recepiremo, memorizzeremo e processeremo le informazioni inedite? Barlett individua tre possibili reazioni: accreditation, tuning e restructuring. Laddove la prima reazione non prevede alcuna modifica allo schema pre-esistente e l’ultima designa il processo di creazione di un nuovo schema, tuning indica il momento in cui realizziamo che il nostro schema è sostanzialmente inadeguato alle nuove informazioni. Questo ci spinge a prendere coscienza della concretezza dello schema ed innesca un processo di trasformazione dello stesso. È interessante vedere come Barlett attinga l’espressione tuning all’ambito del sensibile e, nella fattispecie, del suono: un discreto endorsment nei confronti della pervasività dell’esperienza estetica.
Orari: venerdì, 15 – 18; sabato e domenica, 12 – 19; Ingresso: 4 euro; ridotto: 3 euro; gratuito: Abbonamento Torino Musei, Torino+Piemonte Card, minori di 10 anni, over 65, persone con disabilità.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arrivano di nuovo le pagelle delle agenzie di rating

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Arrivano le nuove pagelle delle agenzie di rating sull’Italia! La maggioranza dei media e tanti politici sono contenti come a Natale, sotto l’albero. Finalmente sapremo che i nostri titoli si avvicinano sempre più al livello di “spazzatura” e la cosa sembra consolare molti. In passato, abbiamo più volte messo in guardia da queste “incursioni”. Lo abbiamo fatto quando al governo c’era Berlusconi e le opposizioni usavano i rating per provare che tutto andava male. Lo abbiamo fatto quando al governo c’erano i vari governi del centrosinistra e le opposizioni sventolavano le pagelle negative. Lo facciamo anche ora con il nuovo governo e le nuove opposizioni. I rating di Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch non sono valutazioni fatte da enti indipendenti ed eticamente impeccabili. Le agenzie sono imprese private con base negli Usa che hanno la pretesa di giudicare le economie del resto del mondo. In America, invece, sono annualmente tenute d’occhio dalle istituzioni di controllo per scovare eventuali conflitti d’interesse e non sono per niente amate dalle autorità di governo. Il loro ruolo nefasto e corresponsabile nella Grande Crisi del 2007-8, i loro trascorsi e i legami con le grandi banche e con la finanza speculativa, non depongono bene. Fitch è posseduta dal colosso della comunicazione Hearst, che ha capitali e partecipazioni in centinaia di differenti business privati. Tra i suoi executive vanta dirigenti che hanno lavorato con banche e finanziarie come Merryl Linch, Lehman Brothers, Goldman Sachs , l’inglese Lloyd Bank, la Beneficial Corporation, ecc.Moody’s Corp. ha un fatturato di 4,2 miliardi di dollari per i suoi servizi finanziari e di rating. I suoi grandi azionisti sono fondi d’investimento e grandi banche. I suoi dirigenti si sono fatti le ossa nella Federal Reserve, nella City Group, nella JP Morgan Chase, nelle multinazionali della farmaceutica e del petrolio, come l’ExxonMobil. La S&P Global controlla anche l’omonima agenzia di rating. Prima era controllata dal conglomerato Mc Graw Hill Financial, una multinazionale dei servizi finanziari, che ha cambiato nome. I grandi azionisti sono i chiacchierati fondi d’investimento Black Rock e Vanguard. Vanta dirigenti che sono stati in posizioni di comando alla City Bank, alla JP Morgan Chase, alla banca olandese ING, al francese Credit Agricole, al Credit Suisse, e anche in grandi corporation tra cui la PepsiCo, la Lockeed Martin (tecnologia militare), ecc. Basterebbe una veloce occhiata ai loro siti internet per farsi un’idea precisa dei tanti passaggi dal mondo della grande finanza e della speculazione a quello delle grandi corporation che dominano i mercati e viceversa. E’ più che opportuno, quindi, ricordare quanto detto su di loro dalle massime autorità americane. Il documento “The financial crisis inquiry report”, preparato da una Commissione bipartisan e pubblicato dal governo americano nel 2011, evidenzia in oltre 650 dettagliatissime pagine le nefandezze perpetrate prima e durante la Grande Crisi finanziaria del 2007-8. Così sintetizza: ”Noi affermiamo che i fallimenti delle agenzie di rating sono stati delle cause essenziali della distruzione finanziaria. Le tre agenzie sono state le provocatrici chiave del meltdown finanziario. I titoli legati alle ipoteche immobiliari, centrali nello scatenamento della crisi, non potevano essere valutati e venduti senza il marchio di approvazione delle agenzie. Gli investitori, spesso in modo cieco, hanno fatto affidamento sui loro rating. In alcuni casi erano persino obbligati a comprare tali titoli, pena un aggravamento degli standard relativi alle regole sui capitali loro impostogli. La crisi non sarebbe potuta avvenire senza le dette agenzie. I loro rating, prima alle stelle e poi repentinamente abbassati, hanno mandato in tilt i mercati e le imprese”. Anche il dossier del Senato americano “Wall Street and the financial crisis: anatomy of a financial collapse”, pubblicato nel 2011, sulla base di approfondite indagini e di numerose audizioni, dettaglia il ruolo centrale e nefasto delle agenzie nel provocare la Grande Crisi. Evidenzia, in particolare, il loro ruolo fraudolento nel propinare titoli taroccati dai loro rating. Non deve quindi sorprendere se nel 2015 solo la S&P ha pagato 1,5 miliardi di dollari di multa per simili comportamenti fraudolenti. Una sanzione monetaria molto conveniente, sia per il modesto importo, sia perché l’agenzia ha evitato che le indagini andassero più a fondo, facendo eventualmente emergere risvolti più scabrosi e penalmente perseguibili.Evidenziamo tutto ciò certo non per occultare gli evidenti problemi economici del nostro paese. Ci sembra, però, insopportabile la mancanza di critiche nei confronti delle citate agenzie private di rating, che, dopo aver contribuito grandemente a provocare la crisi finanziaria più grande della storia, di cui il mondo e l’Italia soffrono ancora, imperterrite, e riverite, proseguono a dare pagelle a tutti, governi e imprese. Se i loro rating fossero degli esercizi innocui di dispensare giudizi non richiesti, si potrebbe lasciarle giocare. Purtroppo i rating sono presi in considerazione dai mercati per giudicare le varie economie nazionali e, di conseguenza, per definire anche i tassi d’interesse sul debito pubblico. Si rammenti, inoltre, che la Bce li usa per definire l’affidabilità delle obbligazioni pubbliche dei paesi membri dell’Ue e per decidere se accettare o no tali titoli in garanzia per operazioni di credito e di finanziamento. Ciò, in verità, ci sembra una cosa del tutto “indigesta”. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vero o falso? Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

La casa automobile.jpgModena venerdì 14 settembre, ore 18 Periodo mostra: 14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 Museo della Figurina Palazzo Santa Margherita Corso Corso Canalgrande 10.
Mostra Vero o falso? Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza a cura di Pleiadi Emilia, in occasione del festivalfilosofia 2018, dedicato quest’anno al tema della Verità. L’esposizione indaga il rapporto tra scienza e verità conducendo il pubblico all’interno del laboratorio scientifico, luogo simbolo dell’obiettività e dell’attendibilità. Attraverso un percorso interattivo, il visitatore si mette nei panni dello scienziato alle prese con il compito di svelare falsi miti e trovare conferme celate nelle immagini delle figurine.
Come affermava lo scrittore visionario Jules Verne, la scienza non esclude gli errori, anzi spesso sono proprio questi ultimi a portare alla verità. Per questo motivo, la mostra darà ai visitatori la possibilità di effettuare esperimenti in prima persona e in autonomia tramite due installazioni interattive, soffermarsi sugli approfondimenti testuali, osservare reperti straordinari come un contenitore contenente polvere lunare e oggetti tridimensionali selezionati allo scopo di avvalorare o smentire gli elementi che emergono dal mondo della figurina. Si svelerà, ad esempio, se contiene più vitamina C un’arancia o un peperone, cosa c’è dietro al trucco del letto di chiodi su cui siede il fachiro e, più in generale, come scienza e tecnologia abbiano cambiato la vita di tutti i giorni a partire dall’evoluzione dei prodotti, degli strumenti e dei contenitori in dotazione nelle farmacie a partire dalla fine dell’Ottocento.
Il percorso espositivo parte dalla dicotomia “verità vs falso mito”, declinata in tre macro ambiti: medicina, alimentazione e ambiente. Per quanto riguarda la medicina, in particolare, il focus è sui contenuti pubblicitari delle figurine storiche di fine Ottocento, che sponsorizzavano prodotti farmaceutici spesso realizzati attraverso principi attivi tenuti segreti. In esposizione, alcuni esempi di rimedi e soluzioni d’altri tempi, messi in relazione con le nozioni oggi consolidate. Analogamente, nel campo dell’alimentazione si parlerà di prodotti industriali innovativi per l’epoca quali gli estratti di carne, gli amari quali la Ferrochina o il cioccolato in tutte le sue versioni, le cui virtù spesso esagerate e mitizzate venivano illustrate nel retro delle figurine, a volte tramite tabelle comparative. Nel campo dell’ambiente, infine, si sveleranno le notizie fasulle che circolavano su animali (preistorici e non), piante e mondo extra-terreste.
La sezione “Magia o scienza?” illustra fenomeni naturali facilmente comprensibili in termini scientifici, mentre altre figurine spiegano esperimenti ludici che nascondono trucchi, illusioni ottiche e cinematografiche. Attraverso la fisica è inoltre possibile spiegare le incredibili potenzialità di alcune specie di insetti, che assomigliano a quelle immaginate per i supereroi protagonisti delle recenti e fortunate saghe cinematografiche e televisive.
Se è vero che grazie all’immaginazione si può sognare il futuro è vero anche che la scienza e la tecnologia in alcuni casi lo rendono reale. Proprio per questo la mostra si sofferma anche sulle visioni oniriche di fine Ottocento – come le case-mobili, il foto-telefono, la macchina che elimina il maltempo o l’apparecchio per la visione di spettacoli teatrali a casa propria – alcune delle quali sono rimaste nella sfera dell’immaginario mentre altre si sono poi avverate determinando un importante progresso per l’intero genere umano.
Orari di apertura mercoledì, giovedì, venerdì: 11-13; 16-19 sabato, domenica e festivi: 11-19
Ingresso Intero: 6 € | Ridotto: 4 € (foto copyright museo della figurina: la casa automobile)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Towards a Juncker plan closer to the territories?

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

europe paris.pngParis 18 september 2018 Eulalia Rubio, senior research fellow at the Jacques Delors Institute, presents the findings of the report on the role of national promotional banks in the next European budget in a “Europe breakfast” organized by Caisse des Dépôts et Consignations (CDC).
As part of a series of conferences organized by Caisse des Dépôts et Consignations (CDC), and following the publication of the Jacques Delors Institute’s report “Making better use of public funding: the role of national promotional banks and institutions in the next EU budget” (Eulalia Rubio, Fleurilys Virel, Benedetta Pavesi, 07/08/2018), Eulalia Rubio presents the conclusions and recommendations of this report.The creation and implementation of these instruments is a key issue for national banks and development institutions (National Promotional Banks and Institutions, “NPBIs”). Their role in this area has increased over time and there is a more explicit recognition of the benefits of NPBI involvement in the implementation of the EU budget. However, information on the exact modalities of intervention of NPBIs in the design, management and implementation of EU financial instruments and safeguards is limited. This report examines the Commission’s proposals for the next generation of financial instruments and budget guarantees, before making recommendations on how to improve the role of NPBIs in the next Multiannual Financial Framework (MFF). (photo: europe paris)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conference: Making Europe’s Economic Union Work

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Berlin 19 september 2018. The Jacques Delors Institute, the Jacques Delors Institut – Berlin, the Bertelsmann Stiftung and the Hertie School of Governance organise a high level conference in Berlin, with great European personalities, including Mario Draghi and Enrico Letta. When the euro was set up, economic policymaking largely remained with member states. Yet the crisis has shown how far national economic policy can undermine the stability of the common currency. It has put the spotlight on the “E” in EMU and laid bare that a stable Eurozone requires a functioning economic union alongside a common monetary policy. Our conference discusses the future of economic policy in the euro area from a range of different perspectives–with one clear goal in mind: How to make the economic union work better.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yemen: 21 bambini uccisi a luglio, altri 55 ad agosto

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

“Secondo team delle Nazioni Unite che operano sul campo, 21 bambini sono stati uccisi a causa del conflitto in Yemen a luglio. Altri 55- secondo le notizie- sarebbero stati uccisi in due settimane in agosto. Dopo oltre 3 anni di conflitto, la situazione dei bambini in Yemen continua a peggiorare, non a migliorare. I servizi sociali funzionano a malapena e tutto il paese è sull’orlo del collasso. La maggior parte dei dipendenti pubblici non riceve stipendio da almeno due anni. Le infrastrutture civili già indebolite – comprese reti idriche, scuole e strutture sanitarie – sono state attaccate.
L’offerta dei beni di basi è estremamente scarsa. Quando questi servizi non vengono erogati, i bambini sono i primi a subirne le conseguenze perché i loro bisogni, sanitari, di istruzione e di protezione, vengono trascurati.Se non agiamo adesso, l’impatto di questa guerra ci tormenterà per le prossime generazioni. Anche se il conflitto dovesse finire oggi, ci vorrebbero anni per ricostruire il paese.
Chiedo alle parti in conflitto in Yemen, che dovrebbero riunirsi per i colloqui di pace per la prima volta in tre anni, e ai loro alleati, di porre la protezione dei bambini al centro della discussione e dei risultati che ne verranno.In particolare, chiedo alle parti in conflitto di:
garantire accesso sicuro e senza impedimenti a tutti i bambini che hanno bisogno di aiuto, secondo i principi umanitari e in linea con il diritto umanitario internazionale e i diritti umani.Porre fine agli attacchi aerei e agli attacchi sui civili e le infrastrutture civili, soprattutto per proteggere le vite dei bambini;Interrompere il reclutamento e l’uso di bambini nel conflitto e rilasciare tutti i bambini associati con forze o gruppi armati;Fermare l’arresto arbitrario e la detenzione dei bambini, compresi tutti quelli detenuti per presunta associazione con gruppi d’opposizione armati, il rilascio di tutti i bambini detenuti per accuse legate alla sicurezza e garantire loro supporto per il reintegro.I bambini dello Yemen hanno bisogno di superare tutto questo. Hanno bisogno di giustizia. Hanno bisogno di una pace durevole, adesso”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Momenti da ricordare: sono le piccole cose

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

In un’epoca in cui ogni momento vissuto permane nella memoria nella misura in cui viene immortalato, postato e condiviso in diretta sui social, esistono però anche tanti ricordi intimi che si sottraggono alla camera dello smartphone. Per sette italiani su 10 (72%) i momenti da ricordare sono legati alle piccole cose, a esperienze emotivamente coinvolgenti o ad avvenimenti inaspettati, e non soltanto ai grandi e lieti eventi della vita, quali il matrimonio, la laurea, il giorno della Prima Comunione o quella della nascita o del battesimo di un figlio.
È quanto emerge da uno studio promosso da Coppa del Nonno in occasione della campagna digital “Momenti da ricordare”. La ricerca è stata condotta su circa 1200 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 55 anni, con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) e su un panel di 20 esperti tra psichiatri e psicologi, attraverso un monitoraggio dei principali social network, forum, blog e community, per approfondire il ruolo e il significato dei ricordi nella vita quotidiana degli italiani. A quali momenti sono legati i ricordi più significativi degli italiani? Tra i momenti indelebili nella memoria del popolo del Belpaese c’è sicuramente il primo incontro con la persona di cui si è innamorati (57%); la prima vacanza soltanto con gli amici (46%); una grande sfuriata di papà per avergli disobbedito (35%), ma anche l’emozione suscitata da un bel film (32%) o dalla lettura di un romanzo avvincente (18%).
Con quali persone gli italiani hanno condiviso i momenti rimasti indelebili nella propria memoria? Più di sei su 10 (64%) custodiscono nel cuore un’esperienza vissuta con il proprio fidanzato/coniuge o con il proprio figlio (59%); uno su 2 (52%) lega invece i propri ricordi più belli a un momento condiviso con gli amici o con i propri genitori (41%), mentre uno su tre (33%) a un’esperienza vissuta con i propri nonni.
Così nel cassetto dei ricordi legati in particolar modo alla sfera familiare un italiano su 2 ripesca con affetto l’abbraccio scambiato con la propria mamma sull’uscio di casa prima di una partenza per motivi lavorativi (51%) o quella carezza materna capace di mutare in un sorriso il proprio pianto (47%); quattro su 10 (43%) ricordano invece l’abbraccio forte ricevuto dal papà dopo un goal segnato durante una partita di calcio o dopo la vittoria in una gara importante, segno di gioia e condivisione. C’è chi ancora ricorda con commozione le prime sillabe di senso compiuto pronunciate dalla figlia (35%) o i primi passi di suo figlio (32%) e chi custodisce nel cuore il momento in cui correva dal nonno per ricevere una caramella o un cioccolatino (27%) e il profumo del ragù o della pasta al forno preparati dalla nonna per il pranzo domenicale (19%).
Spesso in realtà sono proprio i profumi e i sapori a ridestare nella memoria ricordi lontani. Tale processo in atto viene raccontato da Marcel Proust nel suo capolavoro autobiografico Alla ricerca del tempo perduto, ove i ricordi d’infanzia dell’autore affiorano mentre egli intinge la sua madeleine nel tè. Ma perché è così importante ricordare? “Ricordare ha la potenza di riportarci all’evento o a quel momento così come se stesse accadendo nel presente, portando con sé tutte le sensazioni positive provate a livello corporeo, emotivo e sensoriale – afferma la Dr.ssa Ilaria Merici, psicologa e psicoterapeuta dello Studio Porta Nuova a Milano – La memoria è senza tempo. Ha quindi la capacità di riportarci in uno stato d’animo senza fatica. Per questo ha proprietà curative. Le esperienze che non siamo in grado di ricordare, perché rimosse, hanno in genere un contenuto o neutro, non specifico né contestuale, o traumatico, molto negativo. In qualche modo la memoria ci proibisce di ricordare ciò che in quel momento non siamo in grado di sopportare”. Insomma anche quando è la gallery di Facebook a suggerirla e ridestarla, la bellezza di un ricordo risiede nell’esperienza vissuta con le persone che si amano e non semplicemente in centinaia di scatti fugaci capaci di riempire con estrema facilità la memoria dello smartphone senza però implementare quella del cuore.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teenager e violenze a scuola e fuori

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Secondo un nuovo rapporto lanciato oggi dall’UNICEF, metà degli studenti fra i 13 e i 15 anni nel mondo – circa 150 milioni – hanno riferito di aver subito violenza da parte dei loro coetanei a scuola e fuori.Secondo il rapporto An Everyday Lesson: #ENDviolence in Schools (Una lezione quotidiana: porre fine alla violenza nelle scuole) la violenza tra coetanei – misurata come il numero di bambini che hanno riferito di essere stati vittime di bullismo nell’ultimo mese o che sono stati coinvolti in scontri fisici nell’ultimo anno – è una componente diffusa dell’istruzione dei giovani nel mondo. Ha un impatto sull’apprendimento degli studenti e sul loro benessere sia nei paesi poveri sia ricchi.Il rapporto sottolinea diversi modi in cui gli studenti subiscono violenza in classe e fuori. Secondo gli ultimi dati dell’UNICEF:A livello globale, poco più di 1 studente su 3 fra 13 e 15 anni è vittima di bullismo e circa la stessa percentuale è coinvolta in scontri fisici.3 studenti su 10 in 39 paesi industrializzati ammettono di esercitare bullismo sui loro coetanei;Nel 2017, sono stati registrati 396 attacchi documentati o verificati sulle scuole nella Repubblica Democratica del Congo, 26 sulle scuole in Sud Sudan, 67 attacchi in Siria e 20 attacchi in Yemen;Circa 720 milioni di bambini in età scolastica vivono in paesi in cui le punizioni fisiche a scuola non sono completamente proibite;
Le ragazze e i ragazzi sono egualmente esposti al rischio di bullismo, ma le ragazze hanno maggiori probabilità di essere vittime di forme psicologiche di bullismo e i ragazzi incorrono in un rischio maggiore di violenze fisiche e minacce;
In Italia, il 37% degli studenti fra i 13 e i 15 anni hanno riferito di essere stati vittime di bullismo a scuola almeno una volta negli ultimi due mesi e/o di essere stati coinvolti in scontri fisici almeno una volta nei 12 mesi passati. In questa stessa fascia di età, il 12% degli studenti ha subito atti di bullismo (a scuola almeno una volta negli ultimi due mesi) e il 31% è stato coinvolto in atti di violenza fisica (almeno una volta negli ultimi 12 mesi).
“L’istruzione è fondamentale per costruire delle società che vivano in pace, eppure, per milioni di bambini nel mondo, la scuola stessa non è sicura”, ha dichiarato il Direttore generale dell’UNICEF, Henrietta Fore. “Ogni giorno, i bambini incontrano numerosi pericoli, fra cui scontri, pressione per unirsi alle gang, bullismo – sia di persona che online –, punizioni violente, molestie sessuali e violenza armata. Nel breve periodo tutto ciò ha un impatto sul loro apprendimento, nel lungo periodo può condurre a depressione, ansia e persino suicidio. La violenza è una lezione indimenticabile che nessun bambino ha bisogno di imparare”.Il rapporto evidenzia che la violenza con armi a scuola, come coltelli e pistole, continua a provocare morti. Sostiene inoltre che in un mondo sempre più digitale, i bulli stanno disseminando messaggi violenti, offensivi e umilianti premendo dei pulsanti sulla tastiera.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova stagione di Elegance Cafè Jazz Club

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Roma Venerdì 14 settembre Ore 21.30 e 23.30 Elegance Cafè Jazz Club Via Francesco Carletti, 5 il club jazz nel cuore del quartiere Ostiense, con la sua programmazione giornaliera a base di jazz tradizionale e contemporaneo, swing, smooth jazz, latin jazz e tutte le sue contaminazioni e per i gusti più adulti e raffinati.
Al trio Triplets il compito di inaugurare la stagione, che già si preannuncia ricca di contenuti e novità. Triplets è il nome dell’album pubblicato lo scorso giugno in tutto il mondo firmato dal batterista Amedeo Ariano con il suo trio. Considerato dal pubblico e dalla critica tra i migliori batteristi italiani, Ariano, grazie alla sua versatilità musicale, vanta collaborazioni con jazzisti internazionali, tra cui George Coleman, Johnny Griffin e Benny Golson e artisti del pop italiano come il pianista cantautore Sergio Cammariere, con cui collabora da 18 anni, Lucio Dalla e Renzo Arbore. Ariano ha scelto per questo lavoro discografico la formula del trio, avvalendosi di due talenti del panorama jazzistico contemporaneo. Una combo coinvolgente e frizzante che unisce l’esperienza dei due musicisti, Ariano e Bulgarelli, che suonano insieme da oltre vent’anni, al giovane talento della Tandoi, pianista romana, ma olandese di adozione. L’intesa tra loro diventa, infatti, una delle caratteristiche predominanti di Triplets e l’interplay è palpabile. Triplets è un viaggio musicale che parte dalla tradizione per arrivare a linguaggi più moderni, con uno spirito divertente e la voglia di trasmettere tante emozioni, sia dolci che a tratti amare, proprio come nella vita, ma sempre “swinganti”e brillanti. Il cd include 8 tracce, tra standard riarrangiati, un brano originale dal titolo “BulgArianTandoj” e due brani cantati, di cui “You don’t Know me”, dedicata al grande Ray Charles. Sul palco Francesca Tandoi (piano, voce), Amedeo Ariano (batteria) e Luca Bulgarelli (contrabbasso).
Per la stagione 2018-19 la programmazione è confermata con la migliore musica dal vivo dal martedì alla domenica. Il mercoledì continua la tradizionale jam session ad ingresso gratuito, dove il pubblico e i musicisti sono invitati sul palco per improvvisare e interagire tra loro. Novità della stagione sarà il doppio set del venerdì e del sabato, dove le band previste nel programma si esibiranno in un doppio concerto alle 21 e alle 23.30. Il ristorante è un altro fiore all’occhiello di Elegance Cafè Jazz Club: un menù stagionale curato dallo chef Gabriele Cordaro, con proposte di concezione mediterranea, ma, al contempo aperta a contaminazioni internazionali. Il mixology bar è diretto dal maestro barman Anton Khella che ha creato su misura un’offerta originale di cocktail secondo la regola del bere bene, e una ricchissima lista di distillati fa tutto il mondo assieme ad un’ampia carta dei vini curata dal sommelier professionista FIS e titolare Remo Proietto. Novità sul fronte enogastronomico l’aperitivo domenicale: dalle 19 fino alle 21 sarà possibile gustare un drink a scelta accompagnato da un piatto di assaggi gourmet. Per il mese di ottobre sono previsti -tra gli altri- sabato 27 il Trio Bobo (Faso, Christian Meyer e Alessio Menconi) e mercoledì 31 il trombettista Jeremy Pelt dagli USA. Euro 15 (ingresso e prima consumazione)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pazienti oncologici: umanizzare i percorsi di cura

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Rapporto con il medico, organizzazione dei percorsi di cura, esigenza di informazione e ascolto: sono questi i temi sui quali si concentrano le centinaia di suggerimenti raccolti fino ad oggi sulla piattaforma online di iAMGENIUS, l’iniziativa con l’obiettivo di umanizzare i percorsi di cura dando spazio alla viva voce dei pazienti e creando sinergie tra le loro idee e il talento di giovani creativi. La raccolta dei suggerimenti continua: per i pazienti c’è tempo fino al 30 settembre per inserire le loro proposte collegandosi al sito http://www.iamgenius.it. “Cosa potrebbe aiutarti nella tua vita quotidiana?” è la domanda alla quale rispondere, indicando gli ostacoli o i problemi che si incontrano lungo il percorso di cura e che potrebbero essere rimossi o semplificati. Dall’informazione sulla patologia, alla comunicazione con il medico, dal supporto psicologico all’orientamento nelle strutture, dal rapporto con i familiari alle tematiche legate al mondo del lavoro: questi sono gli aspetti della vita quotidiana sui quali lavorare per umanizzare i percorsi di cura e migliorare la qualità di vita.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mytaxi arriva a Oxford, Reading e Malaga

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Mytaxi, l’app per i taxi leader in Europa, annuncia l’arrivo del servizio in tre nuove città, Oxford, Reading e Malaga. Sono state 10 le nuove location lanciate nell’arco del 2018, che si sono unite alle oltre 100 città europee in cui il servizio è già attivo. L’espansione internazionale dell’azienda si manifesta anche nel successo economico raggiunto: solo nei primi 6 mesi dell’anno, la società è riuscita ad aumentare il fatturato generato dai viaggi al di fuori del Paese di origine del cliente di circa il 170% rispetto allo scorso anno.”mytaxi è la app dedicata al mondo dei taxi più capillare d’Europa, e la presenza internazionale del sevizio è proprio uno dei fattori che i nostri clienti amano di più, potendo affidarsi ad un servizio di qualità non solo nel proprio Paese ma anche all’estero.” – rivela Andy Batty, Chief Operating Officer di mytaxi. “Nei prossimi mesi continueremo ad espandere la nostra presenza a livello internazionale, con particolare attenzione ai mercati in cui mytaxi è già presente, come ad esempio l’Italia”.Oltre al recente arrivo di mytaxi ad Oxford, Reading e Malaga, il servizio è stato lanciato nel corso del 2018 anche a Nottingham, Brighton, Manchester, Edimburgo, Katowice, Poznan e Porto. Oggi più di 10 milioni di passeggeri e 100.000 tassisti utilizzano mytaxi in una delle 100 città europee in cui il servizio è attivo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Opere del dopoguerra italiano dalla collezione di Fondazione Cariverona

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Verona 13 ottobre – 9 dicembre 2018 Apertura al pubblico durante ArtVerona Sabato 13 ottobre e domenica 14 ottobre dalle 11 alle 20 Fino a fine mostra sabato e domenica dalle 11 alle 20
Fondazione Cariverona, Palazzo Pellegrini Via A. Forti 3. Fondazione Cariverona apre al pubblico la sua sede, lo storico Palazzo Pellegrini in via Achille Forti a Verona, con la mostra Un nuovo gesto, una nuova materia dedicata alle opere della sua collezione che più rappresentano la stagione informale e ospitata in uno spazio appositamente restaurato e visitabile per la prima volta in questa rinnovata veste. La selezione delle opere fa parte di un più ampio progetto di condivisione con il pubblico della collezione di Fondazione Cariverona all’interno della nuova sala espositiva, che insieme al cortile monumentale ospiterà esempi della più vasta raccolta conservata dall’istituzione.L’inaugurazione di questo spazio raccolto al piano terra dell’importante atrio di Palazzo Pellegrini, coincide con le giornate di ArtVerona, la fiera d’arte giunta quest’anno alla sua quattordicesima edizione.
La rassegna Un nuovo gesto, una nuova materia raggruppa una serie di 15 opere emblematiche realizzate tra il 1945 e il 1961 e selezionate da Luca Massimo Barbero – direttore artistico della collezione. I lavori appartengono ad artisti aderenti ai movimenti del Fronte Nuovo delle Arti (1946-1950) e del Gruppo degli Otto (1952-1954) che rappresentano la forza della tendenza avanguardistica post-bellica dell’arte italiana: opere che evidenziano il sorgere di nuove sensibilità artistiche e di una nuova dimensione compositiva e materica.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

American Express Executives to Participate in Upcoming Conferences

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

American Express (NYSE:AXP) Chief Financial Officer, Jeffrey C. Campbell, will participate in the Barclays Global Financial Services Conference in New York City, on Wednesday, September 12, 2018, at 12:00 p.m. (ET). Mr. Campbell will participate in a question-and-answer session relating to the company’s business strategy and financial performance.Additionally, American Express Group President of Global Consumer Services, Douglas E. Buckminster, will participate in the Autonomous Research Future of Commerce Symposium in New York City, on Thursday, September 20,2018 at 2:05 p.m. (ET). Mr. Buckminster will participate in a question-and-answer session relating to the company’s global consumer business.Live audio webcasts of both events will be accessible to the general public through the American Express Investor Relations website at http://ir.americanexpress.com. An audio replay of each presentation will be available after the event at the same website address.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cambridge Mobile Telematics and Aioi Nissay Dowa Launch Telematics Platform in Southeast Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Global insurer Aioi Nissay Dowa and Cambridge Mobile Telematics (CMT), the world’s largest smartphone-centric telematics provider, brought their longstanding partnership to Southeast Asia through Aioi’s new subsidiary, Singapore-based AIS Asia. AIS Asia recently launched Visual-drive, a multi-language mobile telematics app for personal line and commercial insurance.
“One of our missions is to provide a telematics scheme to local insurers quickly and reasonably in Southeast Asia, who would like to develop telematics insurance like UBI,” said Susumu Tategami, AIS Asia’s managing director.Visual-drive works in conjunction with the optional tag, a Bluetooth tracking device attached to the user’s car.Aioi and CMT have worked together since 2016 when they brought Visual Drive to Japan. “Southeast Asia consists of over 10 countries and CMT’s solutions are very universal, so they can meet our demands,” said Tategami.In 2017, Aioi launched CMT’s DriveWell Fleet program to enable commercial fleet owners and insurers to reduce claims, improve employee safety and increase operational efficiency. AIS Asia is planning to provide the Visual-drive program to commercial fleet owners in Southeast Asia as well.“We are excited to work with Aioi to expand our global reach to new markets that are embracing smartphone-centric telematics, by offering our services and products to insurers in Southeast Asia,” said Katherine Wellman, CMT’s vice president of product and marketing.Since 2016, telematics has become more universally prevalent with increased demand from consumers and companies across the globe.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sputnik ATX, an Austin Accelerator Program, Announces Partnership with The University of Texas at Austin

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Sputnik ATX, an Austin accelerator focused on growth companies, today announced a collaboration with the University of Texas at Austin. The Sputnik ATX curriculum, designed to teach aspiring entrepreneurs how to launch their own companies, will be available university-wide.
“Sputnik is proud to partner with an institution that matches our dedication to fostering the entrepreneurial spirit,” said Oksana Malysheva, CEO and Co-Founder of Sputnik ATX. “Together with UT Austin, we will equip more entrepreneurs with the tools and guidance they need to succeed. This partnership marks another step towards our vision of growing the startup ecosystem in Austin and helping founders reach their fullest potential. We are excited to see the positive impact this collaboration will have on our community.” As part of the collaboration, Sputnik ATX will host one UT Austin student with every cohort, allowing him or her to learn the curriculum from Sputnik executives, alongside startup founders. Sputnik will also be making a version of its curriculum available online, exclusive and tailored to UT Austin students.“We are pleased at the opportunity to partner with Sputnik ATX to help UT Austin’s budding entrepreneurs address the challenges of starting their own companies,“ said Les Nichols, Interim Director of the Office of Technology Commercialization at UT Austin. Providing entrepreneurs with business skills not only helps them on a personal level, but entrepreneurial innovation is also essential for society. New enterprise helps us to be globally competitive and is an engine for economic growth and prosperity.” Sputnik ATX selected its second cohort of startup companies in July 2018. The participating founders are currently in the midst of completing the three-month structured curriculum, which will conclude with a ‘Demo Day’ presentation to a panel of investors in October. Sputnik ATX will open its next application round this fall. Entrepreneurs living within a 300-mile radius of Austin (including San Antonio, Dallas and Houston), or those who agree to move their businesses within that radius if accepted are eligible to apply. Applicants are required to have a minimum viable product and at least one paying customer.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Meet Group to Speak at RTC and CHina CHat Conferences

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

The Meet Group, Inc. (NASDAQ:MEET), a public market leader in the mobile meeting space, announced today that CFO, Jim Bugden and SVP of Engineering, Richard Friedman will speak at RTC September 7-8, 2018 and newly appointed VP of Livestreaming, Lauren Hallanan, will speak at CHina CHat September 20-21, 2018. RTC, also known as Real Time Web Solutions Conference, explores the countless ways companies are expanding their footprints through the use of real-time communications. The event will take place at The Great Wall Hotel in Beijing, China where Bugden will present on the social-entertainment trends in North America on Friday, September 7 at 2:30 pm and Friedman will keynote on the main stage at 9:30 am on Saturday, September 8.”I am very excited by the opportunity to talk about our video use case in front of this audience who helped create the standards that make it possible,” said Friedman. “We could not have scaled from one US application to four global brands without this technology.”
CHina CHat is a 2-day conference dedicated to WeChat and China digital marketing for international companies and is located at The Place in Shanghai, China. Hallanan is scheduled to participate in a panel discussion and host a break out session focusing on the influencer marketing industry in China on Friday, September 21.“CHina CHat attracts hundreds of the top minds in China’s social media and tech industries,” said Hallanan. “I’m looking forward to strengthening relationships and making new connections. It will be a great opportunity to share the growth of The Meet Group with the China community.”Before joining The Meet Group, Hallanan worked as a livestreaming consultant for The Meet Group giving an insider’s perspective on the growth and success of Momo and other Chinese livestreaming applications. Hallanan was also a top streamer on a number of Chinese platforms from 2016-2017 when she lived in Beijing, China. In her new position, Lauren will continue to advise on product and also manage external outreach related to the company’s livestreaming platform.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »