Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Lavoro domenicale e festivo: la proposta di Legge è ottima

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 settembre 2018

Il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, durante un incontro con i Cobas, aveva confermato quanto promesso in campagna elettorale e dichiarato l’intenzione di convocare un tavolo per rivedere la legge sulle liberalizzazioni. Al tavolo il sottosegretario Cominardi aveva confermato le intenzioni e la proposta di Legge è arrivata puntuale, chiara nelle intenzioni e soddisfacente per i lavoratori del commercio, che l’hanno salutata in rete come una vera e propria manna dal cielo.«Ho letto la proposta di Legge sul lavoro domenicale e festivo. Ottima – dichiara Francesco Iacovone, dell’esecutivo nazionale Cobas – certo se fosse stato un decreto Legge sarebbe stato più veloce, ma se il Parlamento non la snatura abbiamo vinto noi. E di brutto! Resterebbero in piedi le 4 domeniche di dicembre e altre 4 a scelta nel corso di tutto il resto dell’anno. La deroga alle località turistiche è prevista soltanto per le piccole attività commerciali.»«Ora ci auspichiamo un iter parlamentare veloce – prosegue il rappresentante Cobas – che lasci inalterati i cardini del provvedimento, sarebbe una boccata d’ossigeno per i piccoli commercianti e soprattutto per i lavoratori, che in queste ore stanno inondando la rete di esplosioni di entusiasmo che testimoniano quanto disagio il lavoro domenicale e festivo provoca alle loro esistenze.»«Il disegno di legge, composto di due soli articoli, di fatto abroga i due articoli che hanno liberalizzato le aperture dei negozi e in particolare l’articolo 31 del cosiddetto “Salva Italia” varato dal governo Monti, che aveva introdotto su questo fronte la massima autonomia da parte degli esercizi commerciali, promettendo miracoli che si sono trasformati in crisi occupazionali a scapito di chi lavora nel commercio. Proseguiremo questa battaglia per la dignità e seguiremo da vicino i lavori parlamentari, affinché anche gli addetti del commercio possano ritornare a condurre una vita normale.», conclude Iacovone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: