Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 20 settembre 2018

AIM Group International festeggia 10 anni a Madrid e apre un nuovo ufficio a Barcellona

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Madrid AIM Group International, agenzia leader nell’organizzazione di congressi, meeting ed eventi, celebra il decimo anniversario della sua presenza in Spagna con l’ufficio di Madrid e annuncia l’apertura di un nuovo ufficio a Barcellona. L’annuncio è stato dato ieri durante il party tenuto a Madrid, che ha coinvolto clienti, partner, fornitori, giornalisti e rappresentanti del settore.L’ufficio AIM Group di Madrid in 10 anni ha realizzato più di 1.000 eventi per 230 clienti con quasi 100.000 partecipanti coinvolti, in 35 diverse destinazioni. Questi pochi dati descrivono il dinamismo dell’agenzia sul mercato spagnolo.“10 anni fa abbiamo aperto un piccolo ufficio a Madrid con l’obiettivo di offrire l’esperienza del nostro gruppo ai clienti anche in Spagna, – spiega Gianluca Buongiorno, presidente AIM Group International -. Da allora, abbiamo ottenuto importanti risultati tanto da posizionarci tra le aziende leader del mercato, con un solido business a livello regionale, nazionale e internazionale e clienti di piccole, medie e grandi dimensioni, sia del segmento corporate che associativo”.La crescita del business in Spagna e la determinazione a rafforzare la presenza del gruppo a livello internazionale sono tra le motivazioni dell’apertura del nuovo ufficio a Barcellona, che consentirà ad AIM Group di collaborare in modo più efficace con i clienti operando nel capoluogo catalano come organizzatore di congressi ed eventi e Destination Management Company specializzata. “Barcellona è la prima destinazione in Europa per il mercato dei congressi secondo le statistiche internazionali, perciò poter essere attivi in una città così dinamica ed entrare a far parte della meeting industry locale ci motiva fortemente – sottolinea Marco Quagliarella, Director International Operations di AIM Group International -. Siamo sicuri di poter così offrire più soluzioni ai clienti e sviluppare nuovo business”.L’ufficio di Barcellona riporta alla Country Manager di AIM Spain, Natalie Alagna, che dichiara: “Siamo davvero soddisfatti dei risultati raggiunti ed entusiasti per la prospettiva di operare a Barcellona con un nuovo ufficio, che sarà gestito da Felipe Gonzales Del Moral, figura senior del nostro team di Madrid. Il nostro obiettivo è posizionarci tra i migliori professionisti sul mercato, mantenendo il nostro approccio tailor-made, la stessa qualità di esecuzione e pensiero innovativo, e con il nostro entusiasmo tipicamente spagnolo”.L’entusiasmo è stato tangibile ieri sera al 10 Years Celebration Party, svolto nell’originale atmosfera di The Haciendas Club a Madrid, cui hanno partecipato circa cento ospiti, insieme al top management di AIM Group e tutto il team AIM Madrid.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola – Sicurezza: limitate risorse per gli interventi

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

La relazione sullo stato di attuazione del Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici mostra delle pecche enormi, tra cui insufficienti risorse economiche rispetto a quanto servirebbe e in relazione agli interventi da produrre. Udir: il 61% di interventi dal 2002 è davvero un dato poco felice: la sicurezza delle nostre scuole, nonché di coloro che vi operano ogni giorno, è una delle prerogative per la quale ci siamo battuti sin dalla fondazione del nostro sindacato. Come previsto dalla legge n. 289/2002, la Corte dei Conti ha pubblicato una relazione sullo stato di attuazione del Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Ma presenta dei punti complessi, come per esempio “nella gestione dei diversi piani stralcio in cui si articola: l’inadeguatezza delle risorse finanziarie disponibili in relazione al fabbisogno stimato e all’urgenza degli interventi affermata dal legislatore, il passaggio da una logica emergenziale ad una strutturale nella programmazione, la parzialità degli interventi di messa a norma che hanno interessato solo una porzione limitata del patrimonio edilizio scolastico”. Inoltre, “risultano avviati 1951 progetti, mentre quelli non avviati sono 637 (24 per cento del totale). Sono stati conclusi 1617 interventi sui 2651 previsti, pari al 61 per cento”. Per quanto riguarda poi l’adeguamento alla norma antisismica degli istituti italiani, lo studio ha registrato “la gravità della mancata messa a norma dal punto di vista sismico per molti di essi, tenuto conto delle conseguenze e della giurisprudenza penale in materia”.
Udir si è sempre speso per trovare soluzioni al problema della sicurezza degli istituti, anche quando, qualche giorno fa, il ministro Bussetti affermò che i ragazzi devono sapere perfettamente che cosa fare in caso di incidente, terremoto, incendio, calamità naturale: il sindacato ricordò come questo genere di attenzione deve andare di pari passo all’impegno per dotare gli istituti di edifici sicuri. Da tempo infatti lamenta che la maggior parte dei 42mila plessi scolastici non risulta a norma. Lo sanno bene i dirigenti scolastici che in questi primi giorni di scuola sono alle prese con le certificazioni sulla sicurezza da aggiornare: è lunga la lista degli obblighi da adempiere e dei passaggi da attuare.Le difficoltà sono legate al fatto che, purtroppo, la metà delle scuole ha quasi 50 anni, essendo stata realizzata prima del 1971. Ultimamente, il rigore sulle misure preventive e il logoramento delle strutture hanno fatto sì che molte scuole chiudessero: infatti, oggi rispetto a 42.292 edifici scolastici ve ne sono ben 8.450 dove non si svolgono le lezioni, poiché risultano in ristrutturazione, dismessi oppure in fase di ricostruzione. Sarebbe poi necessario modificare le norme sulla responsabilità della manutenzione degli edifici scolastici, attraverso la revisione del Testo Unico sulla sicurezza: il giovane sindacato ha chiesto in più sedi, modalità ed occasioni di fare ciò, anche esonerando le responsabilità della dirigenza scolastica, ma pure dei lavoratori, docenti e Ata responsabili della sicurezza (gli Rls e Rsp d’istituto), a seguito della loro denuncia agli organi competenti sul rischio e sugli interventi necessari. Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, afferma che “il 61% di interventi dal 2002 è davvero un dato poco felice. Non possiamo essere bloccati dalle poche risorse economiche: la sicurezza delle nostre scuole, nonché di coloro che vi operano ogni giorno tra docenti, insegnanti, Ata, DS e alunni, è una delle prerogative per la quale ci siamo battuti sin dalla fondazione del nostro sindacato. Bisogna intervenire quando si è al corrente dei rischi, poiché il bene di tutti deve stare in cima alle priorità. Ma risulta altrettanto necessario essere vigili sulle fasi di manutenzione e controllo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collezioni autunno/inverno indossate e presentate dalle clienti

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Capena (Rm) 28 settembre alle ore 17:00, a titolo completamente gratuito, il Centro Commerciale Tiberinvs sito in via Tiberina 9 sfilata durante la quale saranno proprio le clienti le vere protagoniste, indossando gli abiti della collezione autunno – inverno dei molteplici negozi della galleria commerciale, come Patrizia Pepe, Jeckerson, Halfon, Sport più, Rifle, Disegual, Prima Classe, Jonny Joy, Target, in collaborazione con Let’s Bubble, marchio ideato da Federica Panicucci!Sarà una giornata ricca di emozioni, uno show suggestivo, decisamente unico nel suo genere, presentato dalla drag Paola Penelope protagonista del film Metamorfosi (2014) dove due persone raccontano la loro storia, dall’infanzia al presente, ripercorrendo le vicende che hanno scandito il loro percorso di crescita, di dolore e fatica, di lucida consapevolezza, fino alla decisione coraggiosa, sofferta e liberatoria insieme di cambiamento di sesso.
Il tutto sarà arricchito dalla ballerina e coreografa Ilaria Aguzzi e dalle performance della ballerina e attrice Sara Morgillo che aprirà la manifestazione. Per l’occasione entrambe vestiranno Let’s Bubble, che ha ideato l’evento, punto vendita della galleria commerciale gestito dall’icona intramontabile del famoso programma degli anni ’90 “Non è la Rai” Eleonora Cecere, che ha partecipato, inoltre, ad importanti programmi televisivi come “Domenica In”, “Stasera mi butto”, “Tappeto Volante” e in film per il grande schermo come “L’intervista” di Federico Fellini, “La Famiglia” di Ettore Scola. Come in passato, con spettacoli di altissimo spessore culturale, anche in questa occasione, il Tiberinvs non deluderà le aspettative dei suoi molteplici clienti, e proprio a tale proposito il centro commerciale si differenzia dai suoi competitori poiché ha come punto di forza il benessere del cliente stesso, per cui non punta esclusivamente al proprio fabbisogno, ma cerca di creare un vero e proprio “punto di incontro” per tutti, grandi e piccini, e proprio in questa occasione darà l’opportunità di assistere ad uno spettacolo meraviglioso, adatto ad ogni tipo di età! La struttura commerciale è situata nel Comune di Capena, in un punto cardine, facilmente raggiungibile da tutto l’ambiente territoriale circostante, per cui non ci resta che invitarvi a raggiungere questa “magica” location, che vi catapulterà in un mondo fantastico e surreale.Ma senza dare troppe anticipazioni vi invitiamo al Centro Commerciale Tiberinvs, precisamente al 1° piano presso la Galleria Argento, per assistere ad uno show mai visto prima che regalerà emozioni uniche… a tale proposito a tutte le partecipanti è stato regalato un corso presso una scuola di portamento!

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Stranieri la presentazione de “Il mago delle lingue”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Perugia martedì 25 settembre – ore 15 Sala Goldoni, Palazzo Gallenga. Si tratta di un progetto, finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus, che vede l’Università per Stranieri di Perugia nel ruolo di partner con la supervisione scientifica della prof.ssa Giuliana Grego Bolli, e realizzato da un consorzio di 10 Istituzioni di 4 paesi europei (Germania, Italia, Regno Unito, Spagna) con il coordinamento del Goethe-Institut.
A Palazzo Gallenga saranno presentate le attività progettuali realizzate e il computer game sviluppato, “The Language Magician”, quale strumento che può essere utilizzato nelle scuole primarie europee per la valutazione dei progressi nell’apprendimento delle lingue straniere (inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano) da parte degli alunni. Il gioco “Il mago delle lingue”, (https://www.thelanguagemagician.net/it/) grazie alla narrazione e alla grafica coinvolgente, presenta agli alunni task linguistici da risolvere, in modo divertente e senza timore di essere valutati. Al tempo stesso il docente, in una singola lezione, può raccogliere dati sulle capacità e conoscenze acquisite da un’intera classe nella lingua straniera testata, senza dover correggere nessuna verifica. I risultati, facilmente scaricabili alla fine di ogni sessione di gioco, possono essere utilizzati per valutare le abilità di lettura, scrittura e ascolto.All’evento, rivolto principalmente ai docenti delle scuole primarie umbre e ai dirigenti scolastici, con l’obiettivo di consentire la sperimentazione diretta del gioco online, interverranno la prof.ssa Giuliana Grego Bolli, responsabile scientifico del progetto per l’Ateneo, Anna Cicogna, componente del Team di ricerca, Steven Fawkes, esperto esterno del partner di progetto “Association for Language Learning” (UK), e un rappresentante dell’ufficio scolastico regionale dell’Umbria. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Su pace fiscale governo incoerente e contradditorio. Necessaria radicale riforma fiscale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

“Sulla manovra, dai primi passi e dalle prime dichiarazioni, è sempre più evidente l’incoerenza e la contraddittorietà del governo giallo-verde. Infatti, non è assolutamente verosimile poter raggiungere gli obiettivi di cassa previsti attraverso un condono utilizzabile solo da una nicchia di contribuenti, e cioè soltanto da coloro che hanno dichiarato e non pagato, escludendo così tutti i debitori per verbali ed accertamenti fiscali. Non è immaginabile una qualsivoglia ‘pace fiscale’ che non si accompagni ad una reale riforma fiscale in senso radicale, che contempli semplificazione e riduzione dell’onere tributario. Le attuali modifiche con la flat tax per gli autonomi forfettari non modificherebbe infatti alcunché per il 98 per cento dei contribuenti. Piuttosto sarebbe opportuno intervenire sulla flat tax incrementale e sulle norme per attrarre in Italia, attraverso la leva fiscale, nuova ricchezza e pensionati stranieri”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Importanza del sonno nella donna e nella vita di coppia

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

“Difficoltà ad addormentarsi, sonno agitato, risvegli notturni e sveglia anticipata sono chiari segnali di disturbi del sonno, indicatori importanti che impattano sulla salute fisica e psichica e sulla stabilità della coppia”, introduce Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. “Per oltre il 90% degli italiani tra i 45 e i 65 anni dormire bene è molto importante e alla base del benessere, ma solo per 1 su 10 è facile”. A scattare la più recente fotografia sui disturbi del sonno dopo l’età fertile è Onda, attraverso un’indagine, condotta da Elma Research su un campione di 150 uomini e 150 donne tra i 45 e i 65 anni, presentata all’apertura del 2° Congresso nazionale dell’Osservatorio “La donna e la coppia dopo l’età fertile – La salute che cambia: prevenzione, stili di vita, fragilità” in svolgimento a Milano e che pone un accento particolare sull’evoluzione della salute, della prevenzione e degli stili di vita in questa fascia d’età.I dati rivelano che 4 intervistati su 5 soffrono o hanno sofferto di disturbi del sonno e la metà del campione ritiene necessarie e salutari almeno 8 ore di riposo per notte anche se, di fatto, l’83% ammette di dormire al massimo 7 ore, con il 16% che ne dorme al massimo 5. Tra le diverse cause che impediscono un buon sonno, quelle più considerate sono lo stress mentale e i traumi (88%), stile di vita e alimentazione non adeguati (79%) nonché stanchezza fisica (76%), ma anche malattie (56%) e menopausa e invecchiamento (42%). Si ritiene che i disturbi del sonno portino a molte conseguenze: psichiche per il 98% degli intervistati, in primis nervosismo e irritabilità, ma anche cattivo umore, assenza di lucidità e difficoltà di concentrazione e apprendimento; fisiche, soprattutto stanchezza e mancanza di energie per l’83% e nel 41% dei casi anche conseguenze relazionali con tendenza ad isolarsi, problemi nella comunicazione e dialogo nella coppia e calo del desiderio sessuale.“Dall’indagine emerge anche che la parte femminile del campione valorizza maggiormente l’importanza del sonno e più degli uomini ritiene che sia alla base del benessere della persona”, afferma Luigi Ferini Strambi, Primario UO Neurologia-Centro del Sonno, IRCCS San Raffaele Turro e Università Vita-Salute San Raffaele, Milano.Secondo l’indagine, in generale le donne temono di più l’insorgenza di questi disturbi e di fatto ne soffrono più degli uomini: l’87% delle intervistate lamenta di avere questo problema rispetto al 67% del campione maschile. “Quanto affermato dalle donne è in effetti in linea con i dati scientifici secondo i quali l’insonnia è 1,5 volte più comune nelle donne rispetto agli uomini e questo valore tende ad aumentare dopo i 65 anni”, prosegue Ferini Strambi. “Questo dato è in parte spiegato da una più marcata riduzione della secrezione di melatonina, ormone che regola il ciclo sonno-veglia, nelle donne rispetto agli uomini con l’avanzare degli anni. Anche la riduzione di progesterone, che ha un effetto sedativo e riduce i microrisvegli intrasonno, in menopausa può spiegare l’aumentata prevalenza di insonnia in questa fascia d’età. Inoltre, è noto che la depressione sia uno dei più importanti fattori scatenanti dell’insonnia cronica; non stupisce quindi che l’insonnia tenda a cronicizzare più frequentemente nella donna che è colpita dalla depressione in maniera doppia rispetto agli uomini”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova rassegna del Tatum art di Palermo

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Palermo. Lunedì 24 settembre al Tatum art di Palermo inizia – con un primo set alle 19,30 e un secondo alle 21,30 – “Jazz in fall”, la nuova rassegna del Tatum art di Palermo, in via dell’Università 38 (traversa di via Maqueda, a pochi passi dalla facoltà di Giurisprudenza), spazio per la musica di qualità creato e ideato da Toti Cannistraro e Francesco Costanzo.
A “sbagnare” musicalmente il palco sarà il Joy Garrison quartet. Joy Garrison, newyorchese e figlia d’arte, comincia a cantare sotto la guida di suo padre Jimmy Garrison, per anni contrabbassista dello storico quartetto di John Coltrane. Ha cantato nei più importanti locali di Manhattan al fianco di musicisti come Barney Kessel, Cameron Brown, Billy Heart, Ronnie Matthews, Hank Jones, Kevin Hubanks, Alberta Hunter solo per citarne alcuni. Il jazz, il gospel, il soul, il blues, il funk sono le sue passioni. Da molti anni in Europa, ha all’attivo sei album all’attivo. Fa concerti in tutta Europa, proponendo la sua musica che attraversa tutte le forme espressive che il suo talento le consente. Numerose le partecipazioni a trasmissioni televisive e radiofoniche come solista o al fianco di artisti come Zucchero, Carmen Mc Rae, Giovanni Tommaso, Tony Scott, Renzo Arbore, Romano Mussolini, Gloria Esteban e tanti altri.Con lei sul palco: Valerio Rizzo al piano, Stefano India al basso e Giuseppe Urso alla batteria.
La rassegna continuerà nei giorni a seguire. Il 7 ottobre c’è il Tittarelli Presti quintet, il 17 ottobre Ricky Margitza italian quartet, il 23 ottobre Joel Frahm trio, l’1 novembre Martin wind trio featuring Gary Versace e Matt Wilson, il 5 novembre Steve Kuhn trio, il 15 novembre Carlo Atti quartet, il 25 novembre Bill Carrothers, il 4 dicembre Alessandro Lanzoni quintet, il 13 dicembre The new messangers. Partecipare allo spettacolo di Joy Garrison costa 8 euro il set delle 19,30, 12 euro quello delle 21,30.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giuliana Cusino: Donne vi voglio cantare

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Mantova. Dal 22 settembre al 4 ottobre 2018 Inaugurazione Sabato 22 settembre, ore 17.30 alla presenza dell’artista la Galleria Arianna Sartori di Mantova nella sede di Via Ippolito Nievo 10, ospiterà la mostra personale dell’artista torinese Giuliana Cusino intitolata “Donne vi voglio cantare”.In mostra una serie di pannelli in ceramica raku realizzati dall’artista dal 2017 ad oggi.L’inaugurazione della mostra si svolgerà Sabato 22 settembre alle ore 17.30 alla presenza dell’artista.
Giuliana Cusino ha sviluppato con l’arte un rapporto che oggi la trova vivace creatrice di proposte figurate. Esegue quelle immagini, a cui da sempre dà vita, mettendo insieme colori e forme, lasciato il foglio bianco per il raku, tecnica ceramica tra le più laboriose e impegnative. Questo fa sì che le sue creazioni, solo apparentemente immediate, rendano un senso di complessità domata che sfugge a chi si accosti alla sua arte senza sapere della tecnica e dei lunghi processi che la caratterizzano.Mi è già capitato di scherzare con Giuliana, paragonando i suoi manufatti a ‘prodotti da forno’ della più elaborata pasticceria, ma oso riprendere il paragone, certo di non uscire dal seminato, perché sempre di ‘prodotti da forno’ si tratta. Infatti: quale prodigiosa maestria! e quanta operosità! soprattutto se, per il processo di fabbricazione, il ceramista stesso è impedito fino alla fine non solo di conoscere l’effetto finale di colori ed increspi materici, ma addirittura di sapere se la materia lavorata supererà indenne la prova dell’ultima cottura…Giuliana ha un gusto per il ritorno all’arte dei grandi, li rilegge e li reinterpreta in un rapporto di genuina confidenza, e dall’intimità con il loro mondo non solo li ha meno distanti e remoti ma trae delle proposte per i suoi manufatti.Servendosi della massa argillosa, ma senza dare ad essa definizione spaziale, ché si mantiene per lo più sulle due dimensioni, crea opere che non sono mai bassorilievi. Ma veri e propri fogli d’album che usa per le sue composizioni, composizioni che le giungono da quei momenti nei quali metteva la sua creatività a disposizione del mondo dei piccoli, nella scuola e nell’editoria. Ora, con il raku, riprende i soggetti e i colori di un tempo e dà loro corpo e figura artistica esclusiva. Essi trovano vaghi richiami nei mosaici e nei vetri cattedrali, e, davvero i suoi risultati sono notevoli, le tavole a cui dà forma solo lei può crearle, ricche come sono di quei cromatismi che le fanno vive, e prive di ogni traccia di bianco, foss’anche il contenuto di un riflesso, e tutte vivono di profonde espressioni poetiche.Non si sa, in questo lavorio improntato su antiche ricette, quale ruolo il caso possa giocare, quale invece la consapevolezza. Per definire le sue creazioni, noi ritroviamo in esse un’arte vera e un’ispirazione genuina, vissute con trasporto e passionalità. Arte di cose piccole, come spesso lo sono anche i suoi soggetti, fatti di una materia tanto povera quanto la terra, che lei, novello Demiurgo, ha plasmato, formato, colorato per poi proporci, in serena umiltà, ma con sincero trasporto spirituale. (Carlo Alfonso Maria Burdet)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Contratto dirigenti scolastici, si va verso la chiusura al ribasso

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

C’è un autentico macigno: le risorse non bastano! Servirebbero circa 90 milioni di euro lordo stato, ma in totale sono 72 milioni: ne mancano circa 18. L’unica soluzione è attingere dal FUN 2017/2018 e 2018/2019: le somme andrebbero stornate ed utilizzate per la retribuzione di posizione/quota fissa. Così facendo, ci sarà una riduzione drastica della retribuzione di posizione/quota variabile e della retribuzione di risultato rispetto a quelle oggi vigenti. Nel frattempo entreranno in servizio i vincitori del concorso attualmente in svolgimento: i dirigenti scolastici aumenteranno e la torta andrà divisa tra una platea più ampia rispetto a quella odierna. I sindacati degli ex presidi stanno facendo un’operazione d’immagine, ma la “sostanza” appare posizionata più in basso dell’apparenza. La questione, in definitiva, è: i sindacati hanno intenzione di chiedere al Miur e all’ARN la restituzione dei tagli illegittimi operati negli ultimi anni, almeno a partire dal 1 gennaio 2018? C’è un autentico macigno: le risorse non bastano! Servirebbero circa 90 milioni di euro lordo stato, ma in totale sono 72 milioni: ne mancano circa 18. L’unica soluzione è attingere dal FUN 2017/2018 e 2018/2019: le somme andrebbero stornate ed utilizzate per la retribuzione di posizione/quota fissa. Così facendo, ci sarà una riduzione drastica della retribuzione di posizione/quota variabile e della retribuzione di risultato rispetto a quelle oggi vigenti. Nel frattempo entreranno in servizio i vincitori del concorso attualmente in svolgimento: i dirigenti scolastici aumenteranno e la torta andrà divisa tra una platea più ampia rispetto a quella odierna. I sindacati degli ex presidi stanno facendo un’operazione d’immagine, ma la “sostanza” appare posizionata più in basso dell’apparenza. La questione, in definitiva, è: i sindacati hanno intenzione di chiedere al Miur e all’ARN la restituzione dei tagli illegittimi operati negli ultimi anni, almeno a partire dal 1 gennaio 2018?

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Il 3 e 4 settembre si è tenuto a Pechino il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese. Il FOCAC, fondato nel 2000, è alla sua terza grande conferenza internazionale dedicata alla cooperazione tra Africa e Cina per un destino condiviso.
Oltre mille rappresentanti di seicento imprese e istituti di ricerca hanno partecipato all’evento, Molti gli imprenditori cinesi e africani interessati a promuovere i rapporti nel campo dell’industrializzazione, del commercio e delle infrastrutture. Finora gli investimenti cinesi nel continente africano sono stati massicci: 110 miliardi di dollari negli ultimi 10 anni. Ora la Cina, per i prossimi tre anni, s’impegna con altri 60 miliardi, di cui 15 in crediti a tasso zero, 20 in crediti privilegiati, 10 per un fondo speciale di sviluppo, 5 per finanziare importazioni dall’Africa e 10 miliardi per sostenere investimenti da parte delle imprese cinesi in Africa. Nel periodo gennaio-luglio 2018, gli scambi tra Africa e Cina hanno già raggiunto i 116 miliardi di dollari, con un aumento del 19% rispetto allo stesso periodo del 2017. Significativo è il dato relativo alle loro bilance commerciali, che sono quasi in parità.
La grande novità, in verità, sta nell’intenzione cinese di estendere il programma infrastrutturale della Nuova via della seta, la cosiddetta Belt and Road Initiative, verso il continente africano. E’ stato, infatti, firmato un nuovo piano d’azione per integrare la Belt and Road, al suo quinto anniversario, con l’Agenda 2030 dell’ONU e con l’Agenda 2063 dell’Unione Africana, nonché con i vari piani nazionali di sviluppo dei Paesi africani.
L’occidente, e in particolare l’Europa, ha, purtroppo, fallito miseramente nei rapporti con l’Africa. Ancora forte è l’influenza delle logiche neocoloniali! La Cina, invece, a suo modo si è impegnata per lo sviluppo del continente africano. Certo non lo fa a titolo gratuito e molti aspetti della loro cooperazione potrebbero essere modificati e migliorati. Tuttavia, essa sembra voglia coniugare gli investimenti con lo sviluppo. Non si tratta, quindi, di mero accaparramento di terre e di materie prime. In quest’ottica, le infrastrutture e le industrie manifatturiere sono considerate i percorsi principali della crescita economica del continente. La Cina ha già dato un grande contributo in tale direzione. Dal 2000 ha costruito oltre 5.000 km di ferrovie e di strade. Molti africani sostengono che, nell’ambito dell’ampliamento della Nuova via della seta, la cooperazione cinese-africana potrebbe affrontare e risolvere alcune sfide fondamentali per lo sviluppo e il benessere dei popoli. In Africa, dove 600 milioni di persone non hanno ancora accesso all’energia elettrica, il 40% dei prestiti cinesi è destinato al settore della produzione di energia e il 30% alla modernizzazione delle infrastrutture.
Ovviamente l’occidente, però, accusa la Cina di sfruttare le risorse del continente per attirare i leader africani nella “trappola del debito”: renderli dipendenti e sottomessi facendoli indebitare con le banche cinesi. In realtà il Consiglio Economico e Sociale dell’ONU ha recentemente documentato che, per i paesi africani, in media il tasso tra debito pubblico e Pil è del 32%. Per alcuni paesi produttori di petrolio sarebbe del 40%. Un tasso superiore al 25% posto come obiettivo dal FMI. Ben sotto i livelli dei paesi occidentali!
Il successo del summit del FOCAC dimostra che gli attacchi strumentali non hanno presa. Anzi.
Il presidente Xi, nel suo discorso, ha ribadito l’importanza di operare insieme per realizzare un mondo multipolare e ha affermato che la Cina intende cancellare i debiti di alcuni Stati poveri dell’Africa. Xu Jinghu, inviata speciale per gli affari africani, ha aggiunto che “la Cina non ha aumentato il fardello del debito africano”. Le ragioni complesse della crescita del debito africano sono molteplici, a partire dalla caduta dei prezzi delle materie prime che ha ridotto le entrate dei singoli Stati. La Cina pone molta attenzione alle problematiche del debito dei paesi poveri e di quelli in via di sviluppo. Nei paesi africani si pone la domanda: dove sono l’Europa e gli Stati Uniti quando si parla di investimenti nel continente e della necessità di liberarlo dal fardello del debito? A tale interrogativo non si può sfuggire se realmente s’intende “aggredire” la questione africana che, volenti o nolenti, riguarda non poco l’Europa. In primis l’Italia. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca LinkedIn sui livelli di soddisfazione professionale e personale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Secondo una nuova ricerca LinkedIn, i professionisti italiani vedono il successo come qualcosa di irrealizzabile. Il 38% non sa se riuscirà mai a raggiungerlo e solo il 15% di loro pensa di riuscire a ottenerlo nei prossimi cinque anni. Al 63% delle persone basterebbe riuscire a trovare un giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. Il 31% dei lavoratori del Belpaese inoltre vorrebbe che la società moderna attribuisse meno importanza al successo.Crisi economica, lavoro precario e futuro incerto. Scenari che i lavoratori di tutto il mondo stanno cercando di lasciarsi alle spalle, ma che allo stesso tempo rendono difficile definire cosa possa realmente significare oggi per un professionista la parola “successo”. Vera incognita 4.0, questa, che LinkedIn, la rete professionale online più grande del mondo, ha voluto indagare annunciando i risultati della sua nuova ricerca, “This Is Success”, dedicata a comprendere come, in un mondo iper-connesso, nel quale il time management acquisisce sempre di più un connotato di necessità, le nuove generazioni di lavoratori interpretino il concetto di raggiungere la propria soddisfazione personale e professionale.“In un periodo storico come quello che stiamo vivendo, riuscire a emergere, farsi notare, ottenere risultati e magari venire anche premiati per il nostro lavoro, non è così semplice e scontato” ha dichiarato Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn. “Spesso, infatti, i professionisti si trovano a dover affrontare momenti di grande insoddisfazione e a volte anche frustrazione. Secondo i nostri dati, questo, può portarli in molti casi a essere infelici o addirittura a deprimersi. Grazie a piattaforme come la nostra, però, questi talenti possono trovare ispirazione per cambiare il proprio futuro, ottenere migliori opportunità e imparare nuove cose per tornare a credere nei propri sogni”.
L’analisi, condotta da YouGov tra ottobre e novembre 2017, su un campione di oltre 18 mila intervistati presenti in 16 Paesi, tra cui anche Italia, Francia, Australia, Inghilterra, Stati Uniti e altri, ha rivelato come a livello globale la definizione di successo, nella maggior parte dei casi, corrisponda principalmente all’essere felici (73%), allo stare bene (70%) e al passare del tempo con la propria famiglia (56%), relegando quindi gli aspetti più propriamente collegati all’ambiente lavorativo, come ottenere promozioni (39%), avere uno stipendio a sei zeri (24%), ricevere un aumento (21%) o guadagnare più dei propri amici (11%), nelle ultime posizioni della classifica.Un aspetto questo che sottolinea come in tutto il mondo, ormai, i lavoratori stiano abbandonando sempre di più l’idea, anni ’80 e ’90, che faceva corrispondere l’apice del proprio successo con la propria posizione professionale, spostando il focus su aspetti più importanti della sfera personale di ognuno. In Italia, in modo particolare, gli oltre mille lavoratori intervistati hanno confermato questa tendenza ponendo, però, lo stare bene al primo posto nella loro definizione di successo (69%), seguito dall’essere felici (67%) e dall’avere un buon equilibrio tra vita privata e professionale (53%). In fondo a questa speciale classifica gli italiani hanno poi inserito nelle ultime posizioni il guadagnare più dei propri amici (4%) e ottenere un aumento (13%). A dimostrazione di come questi aspetti abbiano un impatto sempre minore sulla soddisfazione dei professionisti moderni, decisamente più interessati alla ricerca della felicità.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fitwalking for AIL: passeggiata solidale non competitiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Domenica 30 settembre è in programma a Roma la seconda edizione della Fitwalking a sostegno di AIL nel verde della terrazza del Pincio di Villa Borghese. La passeggiata solidale non competitiva ha l’obiettivo di raccogliere fondi per sostenere i pazienti oncoematologici e le loro famiglie. È realizzata con il patrocinio del Comune di Roma e del CONI ed avrà inizio alle ore 9.00 (partenza ore 10:30) con un percorso di 3 o 5 Km all’interno della Villa. La Fitwalking for AIL sarà una importante occasione per raccontare i traguardi raggiunti e le ulteriori prospettive nella cura dei tumori del sangue e per informare i pazienti affetti da queste patologie sulla possibilità di condurre una vita attiva, incoraggiandoli alla pratica dello sport. I rilevanti risultati negli studi scientifici e le terapie sempre più efficaci e mirate, hanno infatti determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici. È necessario però continuare su questa strada per raggiungere nuovi obiettivi e rendere leucemie, linfomi e mielomi sempre più guaribili.
Fitwalking è una disciplina sportiva nata solo qualche anno fa ma ormai molto diffusa; utile per mantenere il fisico allenato senza compiere sforzi eccessivi, è l’ideale per chi desidera fare sport e migliorare le proprie capacità fisiche passeggiando nella natura.
In occasione della Fitwalking for AIL, sulla Terrazza del Pincio verrà allestito un villaggio per l’accoglienza; il percorso prevede la partenza dalla scenografica Terrazza e poi 3 o 5 km attraverso il parco, con il taglio del traguardo nuovamente al Pincio.
L’AIL, da 50 anni, promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma. Assiste i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi del lungo e spesso sofferto percorso della malattia, offrendo loro servizi, conoscenza e comprensione. È al loro fianco per migliorarne la qualità della vita e sostenerli nel complesso percorso delle cure.La quota di partecipazione alla Fitwalking for AIL è di 10 euro che saranno destinati interamente all’Associazione.L’iniziativa è stata realizzata grazie al sostegno di AMGEN, ABBVIE, SANOFI GENZYME, ROME AMERICAN HOSPITAL, ALCE NERO, ARCAPLANET, GERMINAL BIO, S.M.’87, BELOW THE SIGN.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobility week

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Bicicletta, treno, tram, bus, metropolitana, e poi le novità relativamente recenti di bike e car sharing. E anche mezzi a impatto zero come motorino elettrico, monopattino, rollerblade e la nuovissima airwheel, la ruota elettrica per muoversi in città. Sono tanti i mezzi alternativi all’auto privata che si possono sperimentare per andare al lavoro in un grande centro come Milano: per un giorno, i dipendenti della società di consulenza Methodos li hanno adottati tutti, in occasione della Settimana Europea della Mobilità (16-22 settembre).«Innanzitutto ci sembrava importante partecipare a questo appuntamento che porta in primo piano il tema della mobilità sostenibile, su cui si gioca il futuro di tutti noi – commenta Alessio Vaccarezza, CEO di Methodos Italia –. Abbiamo provato a calcolare, ovviamente in modo molto grezzo, qual è l’impatto ambientale di una giornata di lavoro car-free per un ufficio di 40 persone come il nostro. È risultato che si evitano in tutto circa 1.060 chilometri di spostamenti, che equivalgono (prendendo in considerazione l’uso di un’auto a benzina di media cilindrata) a 160 kg di emissioni di CO2 risparmiate. Grosso modo si tratterebbe di 800 kg di emissioni in meno in una settimana, e 40 tonnellate di anidride carbonica risparmiate in un anno lavorativo».Numeri ancora più grandi se si pensa che all’iniziativa hanno aderito anche le altre società di Methodos Group,in Germania e Francia, e Digital Attitude, la start-up innovativa di Methodos per il digitale.Al di là dell’impatto ambientale ridotto, quello che Methodos ha voluto sottolineare è la necessità di ripensare gli spostamenti in un’ottica di sostenibilità, conciliazione vita-lavoro, benessere e produttività. La società milanese è infatti specialista nell’ambito del change management, cioè accompagna le aziende che affrontano processi di cambiamento organizzativo. «Lo spostamento casa-lavoro è uno dei primissimi punti analizzati nel nostro modello Employee Journey Experience – spiega Giuseppe Geneletti, Head Smart Working di Methodos–. In questo percorso, che parte dall’ascolto delle esigenze e delle aspettative dei dipendenti, emerge che il viaggio per andare e tornare dall’ufficio è vissuto con stress, può porre problemi di conciliazione con la vita familiare e, se si analizzano le performance aziendali, a volte risulta un boomerang per la produttività. Il tempo passato in auto nel traffico è letteralmente buttato via, se si pensa che oggi ci sono strumenti e tecnologie che consentono di spostarsi meglio o addirittura, nel caso dello smartworking, di non spostarsi affatto». Ecco perché Methodos aiuta le aziende ad adottare misure che favoriscono la mobilità dolce: dall’inserimento degli abbonamenti ai mezzi o al bike/car sharing fra i benefit o nel welfare aziendale, fino all’adozione di tecnologie e modelli organizzativi che facilitano il lavoro da remoto.
«Naturalmente questo comporta il ripensamento di tutta una serie di modelli organizzativi molto radicati, e che oggi devono cambiare in direzione della flessibilità, dell’autonomia, della collaborazione e dell’ottimizzazione di strumenti, tecnologie e spazi di lavoro» sottolinea Geneletti.Un cambiamento che incontra ancora qualche resistenza, ma che di fatto coinvolge e coinvolgerà sempre di più le aziende, grandi e piccole. «La direzione in cui il mondo del lavoro si sta muovendo è questa – conclude Vaccarezza –. L’importante è ricordare che, in questo caso, “one size does not fit all”, cioè quello che va bene, ad esempio, per una società di servizi con sede in centro a Milano, non si può applicare allo stesso modo in un altro contesto. Ma il cambiamento è necessario, e devono comprenderlo e sostenerlo anche le amministrazioni locali, le società di trasporti, le organizzazioni del mondo del lavoro e le istituzioni. La Settimana Europea della Mobilità è un’ottima occasione per richiamare l’attenzione sul tema».

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cantieri per lavori stradali a Roma: appalti a passo di lumaca

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Roma. «Il problema dei tempi biblici di aggiudicazione delle gare d’appalto indette dal Campidoglio è dovuto spesso all’indisponibilità delle commissioni interne, composte da personale comunale sorteggiato. Il nocciolo della questione è che, con questo sistema, vengono estratti anche dipendenti o dirigenti privi degli idonei requisiti professionali, che si vedono poi costretti a rifiutare l’incarico». Lo ha reso noto Antonello Palmieri, presidente dell’associazione ROMANUOVA.«La legge sugli appalti stabilisce che le Commissioni composte da membri interni alle amministrazioni, sono ammesse fintantoché non venga istituito dall’Anac (l’Autorità nazionale anticorruzione) l’Albo dei commissari di gara. Assodato che le gare bandite dal Comune di Roma, e non aggiudicate, hanno raggiunto numeri record, la Sindaca dovrebbe urgentemente prendersi carico della questione e sollecitare l’Anac affinché istituisca l’Albo», ha sottolineato Palmieri. «Se le gare fossero aggiudicate in tempi rapidi, la città inizierebbe a respirare, dopo oltre due anni di immobilismo. A Roma si riprenderebbe a lavorare su strade e servizi, favorendo – tra l’altro – nuova occupazione», ha concluso Palmieri.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sondaggio Eurobarometro: l’UE deve fare di più su terrorismo, disoccupazione e ambiente

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Gli europei chiedono un maggiore intervento dell’UE su molti fronti, dal terrorismo, alla disoccupazione, all’ambiente. In Italia migliora la percezione dell’Europa.Più del 50% dei cittadini europei che hanno partecipato al sondaggio Eurobarometro ha dichiarato di volere un’Europa più attiva in settori che vanno dalla politica economica alle migrazioni all’uguaglianza di genere.La lotta contro il terrorismo, la lotta alla disoccupazione e la protezione dell’ambiente sono le tre aree in cui, in media, i tre quarti degli europei si aspettano un’Europa più presente.Fra gli italiani il sentimento è simile: rispetto a dodici temi su quindici sondati la considerazione nei confronti dell’UE negli ultimi due anni è migliorata.
Una chiara maggioranza degli europei vuole che gli stati membri agiscano insieme sulla scena internazionale. Sette intervistati su dieci pensano che gli stati membri debbano lavorare insieme per far fronte alla crescente influenza della Russia e della Cina (71%), all’instabilità nei paesi arabi (71%) e agli Stati Uniti con la presidenza Trump (68%).Non bisogna però perdere di vista i bisogni e gli interessi dei singoli paesi. Il 58% degli italiani ritiene, ad esempio, che gli interessi del proprio paese vadano presi in considerazione lavorando con gli altri stati membri.Il 43% degli intervistati italiani ha un giudizio positivo sulle iniziative di promozione della democrazia e della pace nel mondo, mentre il 40% ne ha un’opinione tendenzialmente negativa.Gli europei considerano che le azioni dell’UE sufficienti superano quelle insufficienti in diverse aree fra cui: l’uguaglianza di genere (46% contro 40%), la politica industriale (42% contro 31%) e la politica estera (41% contro 36%).La soddisfazione degli intervistati cresce anche in aree come terrorismo, immigrazione e disoccupazione.Le iniziative UE nella lotta al terrorismo sono considerate adeguate dal 32% degli intervistati, contro il 23% dell’aprile 2016. Per quanto riguarda l’immigrazione, il 26% pensa che l’UE faccia abbastanza, una percentuale in aumento di sette punti rispetto al 2016. Su sicurezza e protezione dei confini esterni gli italiani ritengono che l’azione dell’UE sia adeguata o buona con incrementi tra 8 e 10 punti percentuali rispetto al 2016.I risultati sono molto diversi da paese a paese. Se il 92% dei greci considera le azioni contro la disoccupazione inadeguate, è dello stesso parere solo il 27% dei cechi.I risultati sono stati annunciati il 18 settembre 2018 e provengono da una ricerca Eurobarometro effettuata da Kantar Public su un campione di 27.601 persone in aprile 2018 per il Parlamento europeo. Una prima relazione è stata pubblicata a maggio 2018.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rule of law in Slovakia: MEPs concerned about corruption and impunity

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Civil Liberties MEPs, concerned by corruption, conflicts of interest and impunity in Slovakia’s. After a two-day visit to Slovakia, Sophie in ‘t Veld (ALDE, NL), who heads the European Parliament delegation, said: “We are glad to see that the investigation into the murder of Ján Kuciak and his fiancée seems to be advancing. Justice needs to be served, first for the families of the victims, but also to guarantee the safety of all journalists and for the sake of democracy. We have also been able to ascertain that many Slovaks are very committed to creating a modern, transparent and trusted public administration. But we still see corruption, too many conflicts of interest and impunity.We find particularly worrying the revolving doors that politicians use to remain in the corridors of power. We have the same people, the same faces, coming up again and again”.On behalf of the cross-party delegation, she underlined that “this is not about Slovakia, this is about the integrity of the EU as a community of law. We will only preserve the rule of law if all Member States uphold the same standards, such as the separation of powers and the proper enforcement of law and fundamental rights. All EU citizens are entitled to the same standards and we must ensure that this is respected.”Finally, she called for the reinforcement of the role of Europol. “Europe should not become a gangster paradise; crime has no borders while law enforcement is constrained by national boundaries.In Slovakia, MEPs met President Andrej Kiska, Prime Minister Pellegrini and the ministers of justice, Gábor Gál, and the interior, Denisa Sakova. They also quizzed special prosecutors, the national police chief and representatives of other law enforcement bodies, several journalists and editors, NGOs active in the fields of transparency and fighting corruption, and Ján Kuciak’s family lawyer.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

EP and Kosovo parliamentary committee hails EP vote on visa liberalisation

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

MEPs and Members of the Assembly of Kosovo met in Pristina on 17-18 September 2018 for the 5th meeting of the EU-Kosovo Stabilisation and Association Parliamentary Committee.
The meeting, co-chaired by Mr Tonino PICULA (S&D, HR) and Mr Memli KRASNIQI (PDK, Kosovo), was marked by the EP vote last Thursday in favor of liberalizing visas for Kosovo, paving the way for Kosovo people to enter EU member states without a visa for up to 90 days. The landmark vote showed a clear political will in the European Parliament to support Kosovo on its path towards a visa free regime. Co-chairs have called on EU Members states to follow suit.Parliamentarians held in-depth and fruitful discussions on a number of important issues including the implementation of the EU-Kosovo Stabilisation and Association Agreement and visa liberalisation, the Dialogue between Kosovo and Serbia, the rule of law with a focus on the fight against corruption and organised crime, fundamental freedoms, fight against domestic violence and protection of minorities, war crimes and way towards reconciliation.The Co-Chairs agreed that progress in the process of normalisation of relations between Serbia and Kosovo is an essential principle which will underpin the development of relations and cooperation between them and the European Union. They stressed the importance of commitment and dedication by both sides to the EU-facilitated dialogue with a view of concluding a legally binding agreement on all outstanding issues.The Co-Chairs welcomed the adoption of a joint declaration and recommendations and expressed commitment to continue with the very good relations between the two parliaments.The 6th EU-Kosovo SAPC meeting shall take place in Strasbourg on 13-14 March, 2019.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A Masterpiece by Sir Anthony van Dyck

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

London – Portrait of Princess Mary (1631–1660), daughter of King Charles I of England, full-length, in a pink dress decorated with silver embroidery and ribbons by Sir Anthony van Dyck, 1641, will be offered from a Distinguished Private Collection in Christie’s Old Masters Evening Sale on 6 December, during Christie’s Classic Week (estimate: £5,000,000-8,000,000). Commissioned to celebrate the crucial alliance between the British crown and the House of Orange, this intimate ad vivum (from life) portrait of Princess Mary, the finest portrait of the type, is remarkable for its royal provenance, the superb quality of its draughtsmanship and its exceptional condition. It is one of the most important European Royal Portraits to come to auction for a generation. The painting will go on public view for the first time, ahead of the auction, at Christie’s Shanghai on 19 until 21 September, later touring to New York where it will be on public view from 25 to 30 October and to Hong Kong between 23 and 26 November, ahead of the pre-sale public exhibition in London from 1 to 6 December.John Stainton, Deputy Chairman, Old Master Paintings, Christie’s EMERI: “This beautifully-preserved full-length portrait of Princess Mary, eldest daughter of King Charles I of England, and future mother of King William III of England, was one of the last commissions executed by van Dyck, in the summer of 1641, only months before the artist’s premature death at the age of forty-two. It bears many of the hallmarks of his remarkable genius – in the subtle rendering of the sitter’s physiognomy, the masterful depiction of the shimmering drapery, the brilliance of the palette, and the assured draughtsmanship and deft handling of the paint. A work of the finest quality, it represents the culmination of all that van Dyck had learnt from his master, Peter Paul Rubens, and from his Venetian predecessors, notably Titian. By developing his own distinctive style of portraiture, characterised by a calm authority and supreme elegance, van Dyck both revolutionised portraiture in Europe and left a legacy for future generations of artists from Gainsborough and Lawrence, to Sargent and Freud.”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Two Day Course: The Business Use of AI (Dubai, United Arab Emirates

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Your competitors are using AI to analyze sales, what do you do? Organizations today are very enamored with artificial intelligence capabilities to find hidden patterns and tease out issues in data and text. Each organization is trying to find an advantage over its competitors. This explosion of interest in AI poses a challenge to managers for effectively make sense of and use AI effectively.The most nimble and adaptable companies and executives will thrive. Organizations that can rapidly sense and respond to opportunities will seize the advantage in the AI-enabled landscape (Erik Brynjolfsson and Andrew Mcafee, HBR).Understanding, organizing, integrating and delivering AI is a key issue today. Businesses must be clear about the use and value of AI to avoid chasing an unachievable and expensive dream.AI carries with it many implications. Jobs change dramatically, current skills become obsolete and displaced, there may exist resistance to change and unrealistic fear of robots taking over as well as other aspects of automation. This was true when automation hit the factory floor in the 1960s and 1970s. Union issues may pale by comparison with a white-collar response. Today pictures of auto assembly and other manufacturing plants show few workers. What detail work remains is slowly but surely giving way to automation.However, the positive side promises better-paying work, newer and more interesting tasks and less physically demanding and boring operations.Managers and professionals should prepare for the coming changes. What happens when AI becomes part of the work process? What can we expect from AI capabilities today? What may happen in the future? Answers to these and other questions are part of the value of this course.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The “The Business Use of AI” training has been added to ResearchAndMarkets.com’s offering

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Your competitors are using AI to analyze sales, what do you do? Organizations today are very enamored with artificial intelligence capabilities to find hidden patterns and tease out issues in data and text. Each organization is trying to find an advantage over its competitors. This explosion of interest in AI poses a challenge to managers for effectively make sense of and use AI effectively.The most nimble and adaptable companies and executives will thrive. Organizations that can rapidly sense and respond to opportunities will seize the advantage in the AI-enabled landscape (Erik Brynjolfsson and Andrew Mcafee, HBR).Understanding, organizing, integrating and delivering AI is a key issue today. Businesses must be clear about the use and value of AI to avoid chasing an unachievable and expensive dream.AI carries with it many implications. Jobs change dramatically, current skills become obsolete and displaced, there may exist resistance to change and unrealistic fear of robots taking over as well as other aspects of automation. This was true when automation hit the factory floor in the 1960s and 1970s. Union issues may pale by comparison with a white-collar response. Today pictures of auto assembly and other manufacturing plants show few workers. What detail work remains is slowly but surely giving way to automation.However, the positive side promises better-paying work, newer and more interesting tasks and less physically demanding and boring operations. Managers and professionals should prepare for the coming changes. What happens when AI becomes part of the work process? What can we expect from AI capabilities today? What may happen in the future? Answers to these and other questions are part of the value of this course.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »