Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 21 settembre 2018

Éventails Européens et Asiatiques du XVIIE au XXE Siècle

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

ventaglio.jpgParis Drouot. Cet automne, la vente d’éventails organisée par la maison Coutau-Bégarie & Associés s’annonce être une vente des plus raffinées. Un ensemble d’éventails rares et précieux datant du XVIIe au XXe siècle sera ainsi proposé aux enchères à Drouot le 19 novembre 2018. (photo by: Lasellaz, Le Triomphe d’Amphitrite ©Coutau-Bégarie/Drouot)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Dieci anni per dire addio alle auto a benzina, gasolio e alle ibride convenzionali”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Se l’Europa intende onorare gli impegni presi con gli accordi di Parigi per limitare l’innalzamento delle temperature medie entro il grado e mezzo, la vendita di auto a benzina, a gasolio e delle ibride convenzionali dovrà finire entro il 2028. È quanto emerge da uno studio commissionato da Greenpeace al prestigioso istituto di ricerca tedesco DLR.Il rapporto chiarisce anche che il numero delle auto a benzina e gasolio circolanti sulle strade europee dovrà ridursi dell’80% entro il 2035 e che – a meno di politiche attive e drastiche, che anticipino ulteriormente la scomparsa dei veicoli “fossili” – le auto con motori a combustione interna rimarranno tra le flotte europee fino ai primi anni ’40.«Il phase out dei motori ‘fossili’, alimentati con i derivati del petrolio, non solo avrà effetti positivi per il clima ma aiuterà significativamente a ridurre la crisi sanitaria che viene dall’inquinamento atmosferico, migliorando la nostra qualità della vita», ha dichiarato Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace Italia.L’abbandono della tecnologia del motore a combustione interna, tuttavia, sarà possibile solo se i governi nazionali e l’industria dell’automobile si faranno pienamente carico della sfida per la difesa del clima. Il confronto tra il Parlamento Europeo e i Paesi membri dell’Unione riguardo ai tetti di emissione di gas serra per automobili e veicoli commerciali leggeri mostra, però, quanto i politici europei siano lontani dal senso profondo di questa sfida.«Molte case automobilistiche sono ancor oggi disperatamente aggrappate al motore a combustione interna. Tuttavia, se queste imprese vogliono conservare le loro quote di mercato, dovranno spostarsi velocemente verso nuovi modelli di business, investendo sull’auto elettrica e verso servizi di mobilità condivisa. Questo richiederà nuove norme e nuovi investimenti per sviluppare veicoli elettrici economici, più piccoli e con consumi di energia ridotti», ha aggiunto Boraschi.La prospettiva di rimpiazzare le auto oggi circolanti con auto elettriche, in un rapporto di uno a uno, non è sostenibile in termini ambientali. Il numero di auto private circolanti dovrà ridursi sensibilmente e, al contempo, dovrà realizzarsi una profonda innovazione tecnologica capace di cambiare drasticamente il mondo dell’auto.Greenpeace chiede ai governi europei di garantire che la vendita di auto “a petrolio”, incluse le ibride convenzionali, abbia termine entro il 2028. Ogni Stato dovrà fissare un’opportuna data di phase out e adottare e implementare una cornice normativa vincolante per decarbonizzare velocemente e radicalmente il settore trasporti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Trieste e la scienza

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Trieste. Gli autori sono: Davide Ludovisi e Fedtrieste e la scienzaerica Sgorbissa. Da oltre quindici anni si occupano di comunicazione scientifica. La prefazione è di Pietro Greco, giornalista scientifico e storico conduttore di Radio3 Scienza. Il libro “Trieste e la scienza. Storia e personaggi” racconta in modo divulgativo le storie di famosi personaggi come Sigmund Freud, che a Trieste ha passato un periodo fondamentale, Erwin Schrödinger, che sul Carso ha conosciuto le teorie di Einstein, la coppia Edoardo Weiss e Vanda Shrenger, che ha portato la psicoanalisi in Italia, i geniali matematici triestini Bruno de Finetti e Pierpaolo Luzzatto Fegiz, ma anche Massimiliano d’Asburgo, che da Trieste ha organizzato una delle più grandi spedizioni naturalistiche mondiali via mare o Humphry Davy, il chimico che ha ispirato il personaggio di Victor Frankenstein e che nel porto adriatico ha condotto i suoi ultimi esperimenti, ossessionato da un’apparente nuova forma di elettricità. Ovviamente ci sono pure Franco Basaglia, Franco Panizon, Margherita Hack, Dennis Sciama, Rita Levi Montalcini, tutti accomunati da un profondo legame con la città.Il libro esplora anche le storie ancora poco note di triestini di nascita o d’adozione come Carl Weyprecht, intrepido esploratore ottocentesco che ha concepito l’Anno polare internazionale, Giacomo Ciamician, pioniere della fotochimica e dei sistemi a energia solare, Michele Besso, il migliore amico di Albert Einstein che ha aiutato nella formulazione della teoria della Relatività ristretta, Pietro Valdoni, il caposcuola della chirurgia italiana, Gaetano Kanizsa, uno dei più grandi psicologi sperimentali italiani, Mario Tosi, il padre della fisica della materia condensata in Italia e molti, moltissimi altri.Immancabili ovviamente i protagonisti che tra gli anni Sessanta e Ottanta hanno trasformato Trieste nella città della scienza conosciuta nel mondo: in testa Paolo Budinich, il caparbio fisico che assieme al collega e premio Nobel Abdus Salam ha saputo sfruttare la situazione politica del dopoguerra. I due, beneficiando soprattutto del lavoro di scienziati del calibro di Francesco Vercelli, Carlo Morelli, Arturo Falaschi e Luciano Fonda (solo per citarne alcuni) sono riusciti a concepire un sistema integrato di ricerca di peso mondiale, proiettato nel futuro ma che ha solide radici in duecento anni di storia. È un libro che racconta anche l’evoluzione della scienza stessa, dagli scienziati eclettici e individualisti ai grandi team internazionali della Big Science dei giorni nostri. Oltre alle 70 biografie dei protagonisti principali, un excursus storico inquadra l’evoluzione degli istituti di ricerca nel contesto degli eventi storici internazionali e locali, raccontando come l’immigrazione, la multiculturalità e lo slancio economico abbiano influito positivamente anche sullo sviluppo della ricerca. Un lungo capitolo è dedicato alle ultime frontiere scientifiche e tecnologiche che si stanno esplorando ora a Trieste, per capire cosa ci potrà riservare il futuro di un sistema di ricerca integrato unico in Europa. Facebook: https://www.facebook.com/triesteelascienza/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trapani Pop Festival: Proclamazione vincitore

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Lorenzo Agosta, 19 anni, di origine siciliane e residente a Roma, con il brano inedito Come back home, ha vinto la seconda edizione del Trapani Pop Festival, che si è svolta dall’11 al 15 settembre 2018 a Trapani. Lorenzo fin da piccolo ha mostrato interesse per la musica. Cantautore, suona la tastiera e la chitarra da autodidatta. Ha partecipato a vari concorsi musicali nazionali. Porta a casa un premio in denaro di 4.000 euro. Il Trapani Pop Festival 2018, con la conduzione della speaker radiofonica Vittoria Abbenante, ha visto esibirsi importanti artisti come Gatto Panceri, cantautore e virtuoso chitarrista, Daria Biancardi, cantante dall’anima profonda come la sua voce soul che si è distinta nel talent show “The voice of Italy”, Briga, cantautore rapper italiano, tra i partecipanti del programma televisivo “Amici” di Maria De Filippi. La giuria composta da Gianni Errera (Presidente dell’etichetta discografica romana “One Publishing e Music”), Giovanni De Santis (direttore artistico dell’Ente Luglio Musicale Trapanese), M° Andrea Certa (responsabile della programmazione lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese), Luca Valsiglio (produttore), Gatto Panceri (cantautore), Maria Scuderi (Staff “Amici della Musica” di Trapani), Filippo Broglia (direttore della REC media, una delle strutture più quotate per la promozione e la comunicazione musicale), ha decretato il vincitore. Il Trapani Pop Festival è un evento organizzato dall’Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione, giunto alla sua seconda edizione, quest’anno realizzato in collaborazione con il Comune di Trapani, gli Amici della Musica di Trapani e aziende del territorio. Dall’11 al 15 settembre, nello scenario del Chiostro di San Domenico (sede delle attività didattiche del campus) e del Teatro “Giuseppe Di Stefano” alla Villa Margherita a Trapani (sede dei concerti in concomitanza con le finali), ha visto protagonisti band e cantautori provenienti da tutta Italia. Il campus si è svolto dall’11 al 13 settembre con laboratori e seminari mattutini e pomeridiani a cui hanno partecipato i cantautori e le band selezionate, alla presenza di produttori, arrangiatori e strumentisti. Dal 14 al 15 settembre hanno preso il via gli show case e i concerti. I PARTECIPANTI DEL TRAPANI POP FESTIVAL: Active Sound (Trapani) L’amore è una strana cosa, Danilo Pappalardo (Trapani) Made in China, Paolo Acchiardi [Elia] (Cuneo) Amore povero, povero amore, MarK Cucchelli (Padova) Un uomo solo, Lorenzo Agosta (Vittoria) Come back home, Giorgia Gruppuso (Trapani) Mai, Gaia Averna (Gela) Se mi sei accanto, Diverbero (Lecce) 23 coriandoli, Davide Mazzoni (Roma) Davide Terremoto, Sofia Fratelli (Roma) Torna da me,

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Giornate Europee del Patrimonio ai Musei del Bargello

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Firenze Sabato 22 e Domenica 23 Settembre presso i Musei del Bargello via del Proconsolo 4 le Giornate Europee del Patrimonio costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa avente lo scopo di far apprezzare e conoscere ai cittadini il patrimonio culturale condiviso, incoraggiandone alla partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni. Il tema di quest’anno è “L’Arte di condividere”: condivisione delle conoscenze sul patrimonio culturale presenti nei luoghi della cultura; delle sue espressioni materiali e immateriali; del territorio di cui è espressione; dei saperi e delle esperienze di cui sono depositarie le comunità.
Si inizierà sabato 22 settembre alle ore 12:00 al Museo di Palazzo Martelli (Via Ferdinando Zannetti, 8) con la Presentazione della guida in lingua inglese The Museum of Casa Martelli. Si tratta dell’edizione, aggiornata e tradotta, della guida dello storico palazzo fiorentino, curata da Monica Bietti (curatrice responsabile del museo) e Francesca Fiorelli. La guida è pubblicata dalla casa editrice Sillabe. La presentazione, durante la quale interverrà anche Paola D’Agostino, direttore dei Musei del Bargello, è ad ingresso libero e sarà incastonata tra una serie di visite guidate nelle sale di Casa Martelli (sempre gratuite ma previa prenotazione). In particolare coloro che assisteranno alla presentazione potranno visitare, a margine della stessa, la “sala da bagno” recentemente restaurata.
Nel pomeriggio dello stesso giorno, alle ore 15.00 al Museo delle Cappelle Medicee (Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6), ci sarà l’ultimo appuntamento di Museum Time: spazio ai più piccoli. Si tratta di un ciclo di laboratori didattici dedicati a bambini e famiglie attraverso i quali l’Associazione L’immaginario, che ne cura la realizzazione, ha voluto creare percorsi didattici per far avvicinare le famiglie al mondo dei musei. La partecipazione, previa prenotazione (info@immaginar.io), è gratuita per i minori e libera con il biglietto di ingresso per gli accompagnatori. Per la sera suggeriamo una visita “straordinaria” al Museo Nazionale del Bargello (via del Proconsolo, 4). I motivi per passare una notte al museo sono molti. L’orario prima di tutto: grazie a una serie di aperture straordinarie appositamente predisposte per le Giornate del Patrimonio, sabato 22 il Museo offrirà una vera e propria “maratona” museale con apertura non-stop dalle 8.00 alle 24.00. Il prezzo sarà un’ulteriore incentivo: a partire dalle 21:00, infatti, l’accesso ai capolavori del Bargello, avverrà al costo simbolico di € 1,00 (ma senza fare troppo tardi, perché la biglietteria chiude alle 23.30).
L’incentivo più stimolante sarà sicuramente la presenza, come guida d’eccezione per una visita, in chiave social e all’insegna dell’hashtag #UnitedforArts, dello stesso direttore dei Musei del Bargello: la dottoressa Paola D’Agostino accoglierà i visitatori e alle 21.30 li condurrà personalmente tra le sale del Bargello svelando i segreti di alcuni dei capolavori del Museo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Prospettive di crescita delle PMI: Riforme pubbliche, garanzie e accesso al credito come volano di sviluppo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Roma 21 settembre 2018 alle 9.45 alla Camera dei Deputati, palazzo San Macuto, in via del Seminario,76, l’Asso112-Associazione Confidi Italiani organizza il convegno “Prospettive di crescita delle PMI: riforme pubbliche, garanzie e accesso al credito come volano di sviluppo”. Partecipano l’on. Carla Ruocco, Presidente della Commissione VI (Finanze) della Camera dei Deputati, la dr.ssa Donatella Visconti, Presidente di ASSO112, l’on. Francesca Gerardi della Commissione VI (Finanze) della Camera dei Deputati, l’avv. Savatore Vescina, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il dr. Nicola Buonfiglio, Esperto della Divisione VI del MISE, il dr. Vito Antonio Furio di CRIF e Alberto Rodeghiero, Vice Presidente di ASSO112. Il convegno approfondirà le prospettive di crescita delle PMI con il contributo delle istituzioni, dei civil servants e delle imprese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 10 mercatini di Natale più belli d’Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Un’atmosfera unica invade le città di tutta Europa durante il periodo dell’Avvento e dei mercatini di Natale, dove sembra di vivere in una fiaba. Luci soffuse che colorano le vie della città, il profumo di vin brulè, delle caldarroste e lo spirito di festa. Una tradizione nata in Germania nel 1434 che con il suo fascino ha conquistato tutta Europa, rendendo questo momento dell’anno ancora più speciale. Quali sono i mercatini di Natale da non perdere? holidayguru.it ha stilato una lista dei mercatini più belli e popolari d’Europa.
1. Dresda, Germania. Uno dei mercatini di Natale più famosi è lo Streizelmarkt di Dresda. Il mercato di Dresda è il mercatino di Natale più antico al mondo con la sua prima edizione datata 1434. Durante il periodo dell’Avvento più di 250 espositori animano e colorano la città con le tradizionali bancarelle dai tetti rossi. Assolutamente da non perdere è il Festival dello Stollen, tipico pane natalizio con canditi e frutta secca. A Dresda si può ammirare la piramide a gradoni più grande del mondo, entrata nel Guinness dei primati con le sue 42 figure e un’altezza di 14,6 metri. Quest’anno i mercatini di Dresda accolgono i visitatori dal 28 novembre al 24 dicembre.
2. Norimberga, Germania. Il Christkindlesmarkt di Norimberga è uno dei mercatini di Natale più tipici e per questo è tanto amato dai turisti. Ogni anno, circa due milioni di visitatori da tutto il mondo si recano in pellegrinaggio nella città bavarese per vivere l’atmosfera unica del Natale. Oltre alle numerose bancarelle con le tradizionali decorazioni natalizie e il delizioso pan di zenzero, qui c’è anche un colorato programma di spettacoli ed eventi dedicati anche ai bambini. Dal 30 novembre al 24 dicembre potrai visitare i magici mercatini di Norimberga.
3. Monaco di Baviera, Germania. A Marienplatz, la piazza principale di Monaco di Baviera, si trova il più grande mercatino di Natale con i suoi 20.000 mq di superficie. Di fronte al municipio si può ammirare il maestoso albero di Natale alto 30 metri e splendidamente decorato con 2500 luci colorate. Ogni anno l’albero viene donato da un paese straniero il quale può allestire le sue bancarelle nella piazza più frequentata dai turisti. Qui, dal 27 novembre al 24 dicembre, si possono trovare oggetti intagliati a mano, presepi, tessuti lavorati artigianalmente e prodotti tipici.
4. Colmar, Francia Il mercatino di Natale a Colmar è senza dubbio uno dei mercatini di Natale più belli di tutta la Francia. Le piccole bancarelle nella città vecchia offrono deliziose specialità alsaziane e bellissime decorazioni natalizie. Soprattutto la sera si può assaporare l’atmosfera unica creata dalle luci di Natale, dagli addobbi e dai festoni che decorano la città. Se vuoi vivere la magia del Natale a Colmar, puoi travere i mercatini dal 23 novembre al 30 dicembre.
5. Strasburgo, Francia Insieme al mercatino di Dresda e di Norimberga, il mercatino di Natale di Strasburgo è uno dei più antichi d’Europa. I primi documenti che attestano la sua presenza risalgono al 1570! Quest’anno potrai vivere l’autentica magia del Natale tra le bancarelle del mercatino più antico della Francia dal 24 novembre al 30 dicembre. Il centro della città è interamente addobbato con luminarie, decorazioni tradizionali e l’albero di Natale a Broglieplatz offre un’atmosfera festosa.
6. Bruxelles, Belgio Il mercato di Natale Plaisir d’Hiver nel centro di Bruxelles è probabilmente il più bello di tutto il Belgio. Copre un totale di oltre due chilometri e offre più di 200 stand. Un’occasione perfetta per andare a caccia di regali, per una serata intima o per festeggiare con amici! Oltre ad ammirare la città in festa dalla bellissima ruota panoramica, puoi divertirti a pattinare sulla pista di ghiaccio o lasciarti rapire dallo spettacolo di suoni e luci. Con stand di oltre 20 nazioni e culture, il mercatino di Bruxelles è probabilmente il più multiculturale d’Europa. Tra il 30 novembre e il 06 gennaio potrai vivere la magia dei mercatini di Natale nella capitale belga.
7. Vienna, Austria la città del Danubio Blu, dal 24 novembre al 26 dicembre s’illumina di migliaia di luci e l’aria profuma di biscotti e vin brulè. In questo periodo dell’anno 150 tipiche bancarelle vengono allestite nella Piazza del Municipio. Tra il Museo delle Belle Arti e il Museo di Storia Naturale si trova Il Villaggio di Natale di Maria-Theresien-platz e se cercate oggetti d’artigianato tipico questo è il posto giusto. Altro evento imperdibile per il Natale viennese è il mercatino di Natale nel cortile interno del Castello di Schönbrunn. Un vero spettacolo!
8. Merano, Italia In Italia una delle città più gettonate per un weekend a caccia di regali tra i mercatini di Natale è Merano. La città altoatesina, dal 23 novembre al 06 gennaio, organizza lungo la passeggiata sul fiume Passirio dei mercatini in tipico stile tirolese, dove il legno e la cucina tradizionale sono elementi caratteristici. Se poi si abbina un soggiorno alle rinomate terme, Merano è la meta perfetta per una fuga d’inverno all’insegna della tradizione e del benessere.
9. Praga, Repubblica Ceca Anche il mercatino di Praga vanta una lunga tradizione e attira ogni anno molti visitatori. In particolare il grande mercato nella Piazza Vecchia è molto suggestivo. Qui potrai passeggiare tra bancarelle di prodotti gastronomici locali, oggetti realizzati a mano e giochi per bambini accompagnati dalle canzoni di Natale suonate dal vivo. Nelle vicinanze, presso la famosa Piazza Venceslao c’è un altro mercatino di Natale che merita una visita. Entrambi sono aperti dal 01 dicembre al 06 gennaio.
10. Lucerna, Svizzera In Svizzera, uno dei mercatini di Natale tra i più tipici e più amati dai turisti è quello di Lucerna. Dal 24 novembre al 24 dicembre la cittadina che sorge tra montagne innevate e l’omonimo lago si addobba per le feste. Dalla stazione fino alla piazza principale, passando per le viette del centro città, i mille colori degli addobbi e il profumo delle specialità natalizie ti guideranno tra le tipiche bancarelle. Al calar del sole non perdere lo spettacolo delle luci che si riflettono sull’acqua, davvero emozionante.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi in cima alla classifica 2018 delle città più sicure

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Abu Dhabi. Per il secondo anno consecutivo, Abu Dhabi è stata nominata la città più sicura al mondo secondo Numbeo, un sito web che analizza e raccoglie i dati di città e Paesi per sviluppare il database per utenti più grande al mondo.Sorpassando oltre 300 città in tutto il mondo, tra cui Tokyo, Basilea, Monaco e Vienna, la capitale degli Emirati Arabi Uniti è tornata in cima alla lista come la città più sicura al mondo, con l’indice di sicurezza dell’Emirato che sale da 86,46 punti per primo semestre dello scorso anno a 88,26 punti durante i primi sei mesi di quest’anno.SE Saif Saeed Ghobash, Undersecretary, Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi, ha dichiarato: “La sicurezza è fondamentale quando si sceglie una città da visitare, da vivere o in cui lavorare, e siamo orgogliosi di essere i primi in classifica per il secondo anno consecutivo. La solida reputazione della nostra capitale per la sicurezza, e un tessuto sociale del tutto privo di criminalità, testimoniano gli sforzi in corso per accreditare l’Emirato come meta distintiva con standard internazionali di sicurezza. Ci auguriamo che questo ulteriore elemento aggiunga valore per tutti i visitatori e i residenti di Abu Dhabi, che decidono di trascorrere qui il loro tempo e godono della nostra rinomata ospitalità.” L’indice ha classificato 338 città a livello globale ed è una stima dei livelli di sicurezza generali in ogni città o Paese. Fondato nel 2009, Numbeo è un database online collaborativo che consente agli utenti di condividere e confrontare le informazioni sul costo e la qualità della vita tra Paesi e città.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: La Corte di Giustizia Europea accoglie le tesi dello Stato italiano sulle ragioni oggettive legate al concorso

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Secondo i giudici di Lussemburgo, la norma del Testo Unico della scuola – l’art. 485 co.1 d.lgs. 16.4.1994, n. 297 relativo alle ricostruzioni di carriera -, laddove discrimina il servizio prestato dai lavoratori quando erano precari, sarebbe compatibile con il diritto dell’Unione Europea se intende valorizzare l’accesso per merito garantito dalla Costituzione: a questo punto, la partita per i legali Anief rimane aperta in Corte di Cassazione, dopo le 350 sentenze vinte in primo grado e appello presso i tribunali del lavoro, considerato che le stesse presunte ragioni oggettive dopo alcuni anni di servizio scompaiono dando luogo a un riallineamento della carriera.La partita delle ricostruzioni di carriera del personale scolastico si sposta in Cassazione: la Corte di Giustizia Europea ha oggi infatti stabilito che la considerazione diversificata delle prestazioni professionali dei lavoratori precari, considerate oltre i primi quattro anni solo in parte ai fini economici e professionali, sarebbe compatibile con il diritto dell’Unione qualora intenda valorizzare l’accesso per merito garantito dalla Costituzione.“Stando così le cose – dichiara Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – chiederemo al giudice nazionale di verificare anche la legittimità costituzionale della norma, perché paradossalmente oggi sembra più conveniente rimanere precario che entrare nei ruoli dello Stato. Il tutto, dopo i ricorsi vinti sul precariato presso la Corte Suprema, come d’altronde gli stessi giudici della Corte di Giustizia Europea in diversi punti della causa 466/17 Motter hanno rimarcato”. “Spetta dunque al giudice nazionale, nel caso concreto, valutare se queste ragioni oggettive siano reali. Ma se ad un docente precario viene riconosciuto tutto il servizio pre-ruolo mentre a un insegnante di ruolo per sedici anni è “raffreddata” la carriera, sarà difficile per l’Avvocatura giustificare queste astratte ragioni oggettive”, conclude il sindacalista Anief-Cisal.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rilancio edilizia pubblica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

C’è una grande opera pubblica di cui nessun governo ha più voluto occuparsi da decenni, ed è il rilancio dell’edilizia pubblica e popolare per garantire la casa a tutti quelli che non hanno le risorse economiche per reperire un alloggio sul mercato. Più sono aumentati i poveri e si è allargata la forbice della disuguaglianza e meno attenzione è stata posta alla fame crescente di un tetto, con il patrimonio residenziale pubblico ormai ridotto all’osso, appena il 3% dell’intero patrimonio immobiliare del paese. Le grandi opere progettate nel paese spesso sono entrate in conflitto con la salvaguardia del territorio e le stesse esigenze delle popolazioni locali. Rilanciare l’edilizia pubblica, puntando al riuso e al cambio di destinazione di tanto patrimonio abbandonato e/o degradato, incontrerebbe invece il sostegno di tutti quelli che non possono permettersi affitti o mutui incompatibili con il proprio salario, spesso precario e intermittente. Ed avrebbe anche l’effetto di rimettere in moto una parte importante della nostra economia, pensando per una volta alle condizioni di chi è rimasto indietro piuttosto che semplicemente al profitto dei costruttori. Al contrario, quello che hanno fatto finora i governi di centrodestra e di centrosinistra è stato reprimere movimenti e cittadini che hanno occupato per necessità, continuando a tenere bloccata ogni politica della casa. Con il governo Renzi ed il decreto Lupi si è approvato un ulteriore ridimensionamento del patrimonio residenziale pubblico e con i decreti Minniti si è rafforzata la criminalizzazione della gente povera in grave difficoltà, mentre sono aumentati vertiginosamente gli sfratti per morosità. Ora, con il “governo del cambiamento”, la situazione potrebbe addirittura peggiorare. Mentre nel contratto di governo non c’è traccia di una politica della casa se non nei termini odiosi della repressione delle occupazioni, con la circolare Salvini è partita una nuova fase della guerra contro i poveri. Eppure la casa nel nostro paese resta ancora un diritto, scritto nella Costituzione e confermato da diversi trattati internazionali sottoscritti dall’Italia. Per aggirare la mancanza degli alloggi popolari a fronte di una grande domanda inevasa, la strategia adottata in diverse regioni con apposite nuove leggi regionali è stata finora quella di alzare i criteri per accedervi, provando così a restringere la platea degli aventi diritto. Si introduce il concetto vago ed arbitrario di fragilità, per sottintendere che la casa può essere assicurata soltanto ad individui in condizioni di miseria assoluta. E si continua a favorire l’iniziativa privata, permettendo altro consumo di suolo, nuove costruzioni e cementificazioni, rifiutandosi di affrontare la questione del diritto ad una vita dignitosa per chi non ha i mezzi per accedere ad un alloggio vivibile e decente. Già nel mese di giugno ASIA-USB indirizzò una lettera al Ministro alle Infrastrutture Toninelli per sollecitare un incontro ed una inversione di tendenza. Finora non abbiamo ricevuto alcuna risposta.Giovedì 4 ottobre presidi in tutte le città sotto le Prefetture e a Roma sotto il Ministero delle Infrastrutture per il diritto alla casa e contro la guerra ai poveriSabato 20 ottobre tutti a Roma alla manifestazione “Nazionalizzazioni qui ed ora” per il rilancio dell’edilizia pubblica e popolareAsia USB e Federazione del Sociale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata della pace: Appello sant’Egidio

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

In occasione della Giornata internazionale della Pace, che si celebra domani 21 settembre, la Comunità di Sant’Egidio lancia un appello agli Stati e agli organismi internazionali, perché vengano moltiplicati gli sforzi di mediazione per fermare gli oltre 30 conflitti attualmente in corso nel mondo. Siamo di fronte a situazioni in molti casi irrisolte proprio per l’inerzia o, peggio, la determinazione a non chiudere guerre vergognosamente lunghe. Il caso della Siria parla per tutti: un conflitto che dura da più anni della seconda guerra mondiale e che ha già provocato oltre mezzo milione di vittime, quasi sei milioni di rifugiati e quasi sette di sfollati interni. Ma ci sono tante altre situazioni in cui basterebbe più volontà a intervenire e meno interessi di parte (economici, politici e strategici) per arrivare a negoziati efficaci.
Occorre ricordare che nessuno trae beneficio dai conflitti, solo i trafficanti di armi e chi prospera nell’instabilità. La guerra, grande o piccola che sia, si lascia dietro ferite e distruzioni che necessitano decenni per essere sanate. La Comunità di Sant’Egidio, nel cinquantesimo della sua nascita, rinnova con forza il suo impegno a intervenire per giungere ad accordi di pace, là dove viene chiamata a farlo o là dove individua anche un minimo spiraglio per portare il suo contributo di cristiani che non si rassegnano di fronte ai conflitti e alla violenza. A partire dai Paesi dove sta già operando per la pace come Centrafrica, Sud Sudan o Libia, solo per citarne alcuni.I corridoi umanitari – realizzati da Sant’Egidio insieme alle Chiese protestanti, alla Conferenza episcopale italiana e ad altre realtà – in oltre due anni sono già riusciti ad accogliere e integrare duemila rifugiati in Europa. Sono anch’essi un’opera di pace che invita ad affrontare in modo adeguato il dramma degli oltre 68 milioni di profughi esistenti oggi nel mondo, frutto amaro di guerre ma anche di disastri ambientali e discriminazioni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Rule of law in Malta: speed up murder investigation and halt corruption, MEPs ask

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Sophia in ‘t Veld (ALDE, NL) , Head of the committee’s delegation to Malta, said: “Given the confidentiality, we have not been able to verify what progress was made in the investigation and if the authorities are still looking into all the different hypothesis about who ordered the killing of Daphne Caruana Galizia. Resolving the crime is crucial, not only for the family of the victim, but for democracy as a whole.We would like to see the libel cases against Ms Caruana Galizia, which are now being faced by her family, withdrawn. We have also asked the minister of justice Owen Bonnici to find a solution for the makeshift memorial for Daphne, allowing people to mourn or make a statement, and to unambiguously condemn the hate campaigns against her and her family”.Ms In ‘t Veld noted the unavailability of minister for tourism Konrad Mizzi to meet with the delegation.“We have several concerns about numerous scandals, such as the alleged sale of humanitarian visas to Libyan nationals, money laundering through Maltese banks or the alleged involvement of people in government circles in corruption cases. The mechanism of “citizenship for investment” though not illegal in itself, could provide a back door to the EU to undesired elements, putting pressure on passport free travel within the Schengen area. The Member States are closely connected, so in order to preserve credibility and trust, it is crucial to uphold the same standards across the EU.We find particularly worrying the passiveness of the institutions in triggering investigations even in the face of incriminating evidence. Everybody is pointing at someone else, so it is unclear who will initiate an investigation into suspicious activities: the police, the magistrates, or just a citizens complaint. We therefore propose to invite the Venice Commission to Malta to assess the systems in place as well as the application in practice. And more broadly, we propose to put a rule of law mechanism in place to analyse the situation of the rule of law in all Member States on an ongoing basis, as per the legislative proposal of the European Parliament.Finally, we call on the government and on the political opposition to act as a unifying and reconciling force to help the Maltese society overcome its divisions and animosity”, she concluded.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EU Member States are stepping up measures to protect seas and oceans, but more improvements are needed

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

The European Commission published a report on the implementation of the EU Marine Strategy Framework Directive assessing the measures put in place by EU Member States[1] to achieve ‘good environmental status’ by 2020. This concept is defined by measures conserving biodiversity and tackling pressures like overfishing, seabed damage, marine litter and contaminants.Karmenu Vella, Commissioner for Environment, Maritime Affairs and Fisheries, said: “Oceans and seas are essential to the well-being of our planet, and we cannot compromise on their protection. This is why the EU has one of the most ambitious marine environment policies in the world. Over the last years, Member States have put a lot of effort to ensure that the seas’ resources are used and managed sustainably, relying a lot on regional cooperation. Unfortunately, despite these efforts, the measures taken so far are not yet sufficient to achieve good, healthy and productive seas by 2020. I therefore urge Member States to take heed of the recommendations made by the Commission to move a step closer to achieving this goal.”
The programmes of measures set up by Member States under the Marine Strategy Framework Directive are the last step of 6-year strategies. In their programmes of measures Member States have relied on regional cooperation more than ever before, and integrated different national, EU and international policies. For example to fight overfishing and reduce the negative impacts of fishing, Member States have reported measures taken under the EU Common Fisheries Policy, in regional and international agreements, as well as new measures, such as introducing the use of specific and less damaging fishing gear.One in four measures announced by Member States has been developed specifically for the purposes of this Directive to target pressures on the marine environment that would otherwise not be covered. Nevertheless, the assessment shows that the goal of ‘good environmental status’ of European marine waters by 2020 will not be achieved without further improvements. In some cases, such as marine litter, where Member States lacked coordinated measures, this shortcoming is partly addressed at EU level, through the EU’s Strategy on plastics and its subsequent actions.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Last call for Nantes cruise dialogue on 25 September!

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Are you interested in, working at or caring about the cruise sector in the Atlantic, North Sea and Arctic? Then join to the Regional Cruise Dialogue on 25 September in Nantes!
Stakeholders from ports, cruise operators, local SMEs, catering sector and more will engage in a common effort to build a sustainable and competitive sector.Europe accounts for about one third of global cruise shipping, and the sector is booming. It is the biggest maritime sector in terms of gross value added and employment, with capacity set to double over the coming years.
A sustainable business requires however a strong coordination with local stakeholders at port towns. For this, the European Commission has set up Regional Dialogues, to bring all parties involved in coastal tourism closer together, share views and find common solutions.This edition, dedicated especially to the Atlantic, North Sea and Arctic, is the third in a series of regional dialogues, and follows the Mediterranean (Olbia, 2015) and the Baltic (Copenhagen, 2016).
There are still a few days to register and come to Nantes on 25 September. We encourage everyone involved in the sector to sign up. Because we consider it important to have as many different views as possible at the table. Because we care about a sustainable, competitive coastal tourism sector.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Arctic representatives and EU talk investment in digital at first Arctic Stakeholder Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

The European Commission has welcomed some 120 representatives from the Arctic, including the indigenous peoples, to discuss how our most northern region can be developed sustainably.
Among the priorities covered: connecting the Arctic and improving its accessibility through high-speed broadband. Also EU funding for cross-border cooperation figured high on the agenda, along with sustainable investment and Arctic science.Europe’s strength lies in its diversity and inclusivity. But living in the northern periphery, it can be challenging to make your voice heard. That’s why the European Commission has invited Arctic representatives to come to Brussels and discuss their needs and policy recommendations in the first Arctic Stakeholder Conference.
Main topic of the conference was connecting the Arctic to the rest of the world, notably through broadband connection. Fast-speed internet access is essential to develop private and public services in the region, including distance education and e-health.However, rolling out such a network in remote areas requires significant investments, and while EU funding is available for Member States, it is not used to the full extent. The conference has looked at ways to improve its uptake.Investing in the Arctic economy is needed to secure long-term welfare and wellbeing of the local population. However, when thinking about the needs of future generations, we should pay equal attention to the rich cultural heritage coming from the indigenous way of life.Listening to the opinion of those who have been living there the longest is therefore a cornerstone of the EU’s Arctic policy. At the meeting, the Arctic indigenous peoples could clarify how we can strike this delicate balance and develop their native area sustainably.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The Commission has adopted a proposal for fishing opportunities for 2019

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

For the commercially most important fish stocks in the Baltic Sea.In particular, the Commission proposes to increase catches for plaice, Western cod, sprat, Gulf of Riga herring and the Main Basin salmon stocks. For the remaining stocks covered by the proposal the Commission proposes a reduction in catches.Karmenu Vella, Commissioner for Environment, Fisheries and Maritime Affairs, said: “We are proposing a balanced package that will ensure sustainable fisheries in the Baltic Sea. The good news is that important quotas for Western Baltic cod can be increased, after several years of hardship for the fishermen. The sacrifices are paying off as the stock is recovering. As per usual, the picture is mixed, as this year we will have to reduce the quotas for Western herring in order to make sure that it is soon in a better state.”The proposed total allowable catches (TAC) are based on scientific advice from the International Council on the Exploration of the Seas and follow the Baltic multiannual management plan adopted in 2016 by Member States and the European Parliament.Efforts by stakeholders in recent years have already succeeded in rebuilding important stocks in the Baltic Sea and in allowing that, where complete scientific advice is available, 7 out of 8 catch limits are set in line with the principle of maximum sustainable yield, covering 95% of fish landings in volume. But further action remains necessary to ensure all stocks grow to levels that allow for sustainable exploitation.The Council will now examine the Commission proposal, and European Ministers for Fisheries aim at adopting it during their meeting of 15-16 October.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

EUBeachCleanUp campaign goes global!

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

On the occasion of World Cleanup Day, some 50 EU delegations and representations are teaming up with NGOs, embassies, schools and volunteer networks to organise beach clean activities across the world.Every year, some 8 million tons of plastic enter the sea. That rubbish is there to stay. Made to last, plastic can survive hundreds of years in the ocean environment. As it slowly degrades, plastic marine litter turns into microplastics, becomes ingested by animals and in turn enters the human food chain.The EU is determined to solve this issue once and for all. The European Commission has recently launched legal proposals to curb marine litter from single-use plastics, as well as from derelict fishing gear. Through the various EU funds, innovative projects to reduce, reuse or recycle marine litter get EU support. Also in international forums such as the G7 and the UN, the EU is taking the lead and encouraging other countries to take action.But public policy and legislation alone cannot solve this problem. Indeed, a clean ocean is the responsibility of all. Our way of purchasing and consuming, and of getting rid of our waste affects the entire planet.By cleaning beaches, riversides and even cities, the EU representations and delegations (its embassies in EU and non-EU countries, respectively) want to send a strong statement. Let’s solve this issue now, together!
The #EUBeachCleanup campaign started on 11 September in Fiji and will end on 27 October in Singapore, a few days before the Our Ocean 2018 conference in Bali.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Bayer: Garbagnate tra i migliori siti produttivi 4.0 al mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

World Economic Forum ha inserito lo stabilimento Bayer di Garbagnate Milanese tra le nove migliori realtà produttive al mondo.Il sito di Bayer è l’unico a rappresentare l’Italia nella prestigiosa classifica: le altre eccellenze si trovano in Cina, negli Stati Uniti e in Europa.
L’indagine è durata un anno e ha preso in considerazione oltre 1.000 stabilimenti produttivi, valutati sia per le innovazioni tecnologiche utilizzate che per la sostenibilità.
Il sito di Garbagnate, nato nel 1946, è collocato all’interno del Parco delle Groane alle porte di Milano ed è specializzato nella produzione ed il confezionamento di farmaci in forma solida quali compresse e microcapsule sia per il mercato italiano che per quelli esteri. A livello mondiale, questo sito rappresenta per Bayer un impianto d’eccellenza ad alta sostenibilità che – tra gli stabilimenti Bayer – produce il maggior numero di compresse all’anno. Si tratta di un primato che ha visto raddoppiare, nel giro di pochi anni, la produzione di pastiglie passando da cinque miliardi nel 2013 a undici miliardi nel 2018.“Siamo orgogliosi di essere l’unico sito produttivo italiano 4.0 inserito dal World Economic Forum tra i più tecnologicamente avanzati al mondo. I punti di forza che premiano Garbagnate sono le soluzioni digitali e l’utilizzo dei dati adottati per raggiungere significativi sviluppi produttivi. Ma anche l’approccio che mette al centro le persone e la sostenibilità” ha commentato Monica Poggio, amministratore delegato di Bayer in Italia“.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »