Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Report McAfee Labs sulle minacce: settembre 2018

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

SANTA CLARA, California. McAfee, azienda leader nella cybersecurity dal dispositivo al cloud, ha recentemente pubblicato il Report McAfee Labs sulle minacce: settembre 2018 che prende in esame la crescita e le tendenze di nuovi malware, ransomware e altre minacce informatiche nel secondo trimestre del 2018. In Q2, McAfee Labs ha visto impennarsi la crescita dei malware volti a guadagnare tramite il ‘mining’ delle criptovalute iniziata nel quarto trimestre del 2017 e proseguita fino alla prima metà del 2018. McAfee ha anche osservato il continuo adattamento del tipo di exploit di vulnerabilità del malware utilizzato nelle epidemie di WannaCry e NotPetya del 2017.Anche se meno comune del ransomware, il malware cryptomining è emerso rapidamente come elemento importante nel panorama delle minacce. Dopo essere cresciuti di circa 400.000 unità nel quarto trimestre 2017, i nuovi campioni di malware criptomining sono aumentati di un sorprendente 629%, assestandosi a oltre 2,9 milioni di campioni nel primo trimestre del 2018. Questa tendenza è proseguita nel secondo trimestre, con una crescita dell’86% dei campioni totali, pari a oltre 2,5 milioni di nuovi campioni. McAfee Labs ha identificato quelli che sembrano essere malware più vecchi, come i ransomware appena riattrezzati con capacità di estrazione mineraria.In alcuni casi, il mining delle criptovalute prende di mira gruppi specifici invece che indirizzarsi a grandi numeri di potenziali vittime. Un ceppo di malware cryptomining ha preso di mira i giocatori su un forum russo ponendosi come una “mod” in grado di migliorare alcuni giochi popolari. I giocatori sono stati indotti a scaricare il software dannoso, che ha continuato a utilizzare le risorse del loro computer a scopo di lucro.Anche se il minning di criptovalute si rivolge principalmente ai PC, sono stati presi di mira anche altri tipi di dispositivi. Ad esempio, gli smartphone Android in Cina e Corea sono stati oggetto del malware ADB.Miner per produrre criptovalute Monero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: