Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 3 ottobre 2018

Manovra: Il Governo vuole bloccare i trasferimenti di 800 mila docenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

In arrivo l’obbligo di residenza professionale nella regione per partecipare ai concorsi e di fermo per un triennio per coloro che sono stati soddisfatti, anche parzialmente, in occasione dell’ultima domanda presentata. La doppia penalizzazione potrebbe essere contenuta già nella nota di aggiornamento al DEF, dopo che il CCNL 2016/18 ha rinviato alla contrattazione con i sindacati le nuove regole per la mobilità del personale docente. Contrario il presidente Anief Marcello Pacifico: è discriminante escludere a priori un candidato da una selezione pubblica di carattere nazionale solo perché residente in un’altra regione. Anche il blocco dei trasferimenti del personale docente di ruolo non ha senso, perché non si può negare il diritto al ricongiungimento ai figli: contrasteremo la norma ai tavoli di contrattazione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti mal gestiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

A quasi un mese dall’inizio dell’anno scolastico vi sono ancora diverse migliaia di cattedre da assegnare: gli Uffici scolastici hanno passato la “palla” alle scuole, che stanno convocando dalle graduatorie d’istituto. A Milano, la realtà scolastica più grande d’Italia, in estate non si è coperto nemmeno il turn over: il dirigente responsabile, Yuri Coppi, subentrato all’attuale Ministro dell’Istruzione, spiega che ci sono troppe graduatorie esaurite, sia per le discipline che per il sostegno. Ma gli abilitati ci sono. La verità, ricorda l’Anief, è che allo Stato conviene troppo tenere 110 mila insegnanti precari, mantenendo in vita posti in deroga e in organico di fatto: la vessazione legalizzata verso i supplenti, comunque, non sfugge ai giudici, secondo i quali un precario non può esser trattato in modo diversificato o subalterno ad un collega di ruolo. Così scattano risarcimenti con molti zeri a carico dell’amministrazione che avrebbe speso meno immettendo in ruolo. Gli uffici scolastici stanno riscontrando problemi sempre più grandi nell’assegnare le supplenze annuali: si tratta di oltre 110 mila contratti che in molti casi non possono essere stipulati per mancanza di candidati. I quali, però, a ben vedere ci sono, ma rimangono collocati nelle graduatorie sbagliate: quelle d’istituto. La difficile situazione, che comporta un onere di lavoro non indifferente per le segreterie scolastiche e l’arrivo degli insegnanti sulle cattedre vacanti con settimane se non mesi di ritardo, non risparmia nessuna provincia. Ad iniziare dalle più grandi.
Quanto sta accadendo a Milano, la provincia dove operano più insegnanti e Ata, è davvero emblematico: nella provincia vi sono ben 35 mila docenti che insegnano a 445.038 alunni iscritti in 333 istituti autonomi suddivisi su 1.263 plessi, dove operano 8.722 unità di personale Ata. In occasione delle assunzioni a tempo indeterminato, non si è coperto nemmeno il turn over, perché nelle GaE e nelle graduatorie di merito non ci sono più candidati.
Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, ritiene che quella di Milano sia una circostanza che rappresenta al meglio le gravi colpe della macchina organizzativa scolastica sulla mancata copertura delle cattedre vacanti e disponibili: nel ribadire il concetto espresso poche ore prima a Rai Radio Uno, nel corso della trasmissione cattedre vuote, Pacifico ha ricordato che “tutto nasce da un organico finto volutamente tenuto in piedi dalla macchina amministrativa italiana per risparmiare soldi pubblici a danno del personale, ma prima ancora degli allievi in formazione. La verità è che allo Stato conviene continuare a mantenere più di 100 mila posti nello stato di precarietà, perché non assegna a docenti e Ata le mensilità di luglio e agosto, oltre agli scatti stipendiali e tutto quello che ne consegue”.Tutto questo accade, tra l’altro, a dispetto della sentenza della Corte di Giustizia Europea del novembre 2014 e sulla quale si è pronunciata la Cassazione italiana nel 2016, sancendo una volta per tutte l’applicazione del principio di non discriminazione, secondo il quale un docente precario non può esser trattato in modo diversificato o subalterno ad un collega di ruolo.“Ecco perché – continua Pacifico – ai supplenti deve essere riconosciuta l’anzianità di servizio e tutto il resto. Ma poiché questo non avviene, sempre più insegnanti, anche passati di ruolo, ricorrono contro le condizioni professionali a cui sono stati costretti dallo Stato, il quale è sempre più spesso condannato a risarcimenti cospicui per l’abuso dei contratti a termine. Per mettere la parola fine a questa assurdità comunque un sistema c’è ed e quello di trasformare l’organico di fatto in organico di diritto e contemporaneamente riaprire le GaE: in tal modo, quei posti si renderebbero utili, anziché attendere il termine dei prossimi concorsi pubblici, straordinari e ordinari, che prima di diversi anni non potranno portare al ruolo alcun insegnante”. “Perché al Miur non si muovano non si comprende. Perché se per il sostegno ci sono oltre 50 mila cattedre libere, si procede per sole 13 mila assunzioni e poi se ne attuano a malapena 1.600, non si può pensare di risolvere tutto con un concorso da 10 mila posti: occorre urgentemente mettere mano alle norme, andando a cancellare, prima di tutto, quella che lascia in deroga il 33% delle cattedre vacanti. Invece, si tira dritto e la situazione di anno in anno va peggiorando”, conclude il sindacalista Anief-Cisal.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola:Corsi di formazione in materia di privacy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Con Nota del 19 settembre 2018, indirizzata agli Snodi Formativi Territoriali, il Miur ha inviato il programma dei corsi formativi in materia di privacy, concordato con il Responsabile della protezione dati del Miur e l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Ai sensi della Nota n. 24534 del 22 agosto 2018, infatti, le attività formative sulla privacy – secondo quanto previsto dal Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (Regolamento UE/2016/679) – potranno essere svolte dagli Snodi Formativi Territoriali, individuati con l’Avviso “Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE). Eurosofia, soggetto qualificato dal Miur per la formazione del personale della Scuola ai sensi della direttiva n. 170/2016, insieme con Udir e con la società Servizi & Supporti organizzano un percorso formativo della durata di 30 ore, presente sul sito del MePA (Mercato elettronico della Pubblica amministrazione) con codice EUSFSSPRVCY.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Orientamento della giurisprudenza rispetto ai contratti a termine del personale scolastico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

La causa si concluse quattro anni fa con un verdetto favorevole per Anief e i suoi legali, ma ad oggi non si vede la sua effettiva realizzazione. Con essa si riconosce il diritto dei lavoratori che hanno prestato servizio per 36 mesi in modo continuativo a essere finalmente assunti a tempo indeterminato. Il Presidente nazionale Anief, Marcello Pacifico, ci illustra l’orientamento della giurisprudenza italiana riguardo ai contratti a termine del personale della scuola.
“Anief ha vinto in Corte di Giustizia con i suoi avvocati e abbiamo vinto anche in Corte Costituzionale e in Corte di Cassazione. Di fatto dopo 4 anni ormai c’è una giurisprudenza granitica della Corte suprema italiana che riconosce al personale precario la parità di trattamento economica e giuridica col personale di ruolo. Quindi, laddove ci siano dei precari che continuano a prendere sempre lo stipendio iniziale è evidente che debbano ricorrere perché la legge purtroppo non è cambiata e bisogna rivolgersi al tribunale per avere, per esempio, gli scatti di anzianità; stiamo parlando di 12 – 15 mila euro di arretrati per 10 anni di supplenza. Dopo di che, sempre la Corte di Cassazione ha stabilito che il personale precario, che rimane in tale stato e che ha avuto più di 36 mesi di supplenza al 31 agosto o al 30 giugno nella stessa scuola, ha diritto anche a un risarcimento che per 10 anni di precariato si quantifica in altri 15 mila euro. In tutto questo, se si va a dimostrare pure che durante le mensilità estive, di luglio e agosto, il posto era vacante e disponibile, si vanno a recuperare ulteriori 1500 euro per anno. Quindi, sono azioni che si devono intraprendere anche se si è entrati di ruolo perché, come dimostra la causa Rossato ma indipendentemente da questa, già oggi al personale di ruolo sono riconosciuti gli scatti di anzianità che gli erano stati negati da precario e tutto questo non c’entra niente con la ricostruzione di carriera. Quindi, invitiamo tutto il personale docente e Ata a ricorrere nei tribunali, i ricorsi sono gratuiti, per avere finalmente lo stipendio che gli spettava”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sindacati militari: a Roma nasce il progetto S.I.M.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

(GRNET.IT) Roma. Si sono riuniti in un albergo del centro di Roma un centinaio di militari appartenenti ad Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia Costiera, Carabinieri e Guardia di Finanza, appartenenti ad ogni categoria e grado.I militari riuniti in assise, nel corso dei lavori hanno approvato le bozze degli statuti sindacali (uno per ogni Forza Armata) ed i rispettivi loghi, che saranno trasmessi al Ministro della difesa per il preventivo assenso, e rappresentano il più corposo “blocco” sindacale militare finora presentato al vaglio del Ministro della difesa.Ne dà notizia GrNet.it, il sito web di informazione sul comparto Sicurezza e Difesa.In queste ore i dicasteri della Difesa e dell’Economia – riferisce GrNet.it – stanno ricevendo apposite istanze per la costituzione dei singoli sindacati militari redatte in aderenza alle linee guida “filtrate” in questi giorni dal ministero della Difesa.
Nome unitario per ogni sindacato di Forza Armata è S.I.M. (acronimo di Sindacato Italiano Militari) seguito dal nome della singola Forza Armata.Per precisa scelta dei promotori, non sono stati resi noti i nomi dei militari finora aderenti, ma il progetto nasce da un’idea dell’avvocato Giorgio Carta e di Giuseppe Paradiso, elicotterista della Marina in congedo.
I costituendi sindacati intendono caratterizzarsi per sobrietà e misura, non disgiunta da competenza e fermezza sui principi, promuovendo i diritti e le libertà fondamentali dei membri delle Forze Armate, facendosi carico inoltre degli interessi generali, sociali e professionali del personale militare e delle loro famiglie. I S.I.M. si propongono di promuovere il rispetto dei diritti umani e gli interessi socio-professionali del personale militare di tutti i livelli attraverso il concetto di “Cittadino in uniforme”.I S.I.M. promettono di voler vigilare affinché ogni singolo militare viva la sua missione al servizio dello Stato e dei cittadini in un ambiente sereno che riconosca e valorizzi i sacrifici – a volte anche quelli estremi – chiamati a svolgere.I militari riuniti a Roma costituiscono l’avanguardia di oltre 700 colleghi che già hanno dato la disponibilità a collaborare con i costituendi S.I.M. e con i loro futuri rappresentanti e che ora restano in attesa della prescritta autorizzazione ministeriale.Sarà ovviamente seguita con la massima cura possibile – riferiscono gli organizzatori – la stesura della legislazione che regolerà le attività sindacali militari, offrendo ai responsabili politici tutti quegli spunti utili per ottenere una norma equilibrata che contemperi i legittimi interessi dei membri delle Forze Armate e del vertice politico-militare.(GRNET.IT)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pensioni più flessibili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

L’Ordine degli Attuari, che rappresenta i professionisti da sempre più impegnati con la loro competenza tecnica sul fronte della previdenza e del welfare, giudica positivamente l’eventuale introduzione di elementi di flessibilità nella Legge Fornero che disciplina il sistema delle pensioni in Italia.Con l’obiettivo di offrire il proprio contributo al dibattito sugli interventi pensionistici cui il nuovo Governo sta lavorando, gli Attuari motivano questa posizione con gli effetti che la Legge Fornero ha prodotto per alcune categorie di persone a causa di un intervento eccessivamente drastico.Dal punto di vista più strettamente sociale, pur restando valido il principio del perseguimento di un equilibrio tra contributi versati e prestazioni erogate, gli Attuari ribadiscono che alcuni meccanismi pensionistici, ad esempio la flessibilità in uscita e l’adeguamento dei requisiti pensionistici alla crescente aspettativa di vita, possono essere eventualmente rivisti nella loro applicazione concreta inserendo meccanismi di gradualità, penalizzazioni o altro; guardando contemporaneamente anche all’importante vincolo rappresentato dalla disponibilità di adeguate risorse economiche nell’ambito del bilancio dello Stato. Non vi è dubbio, infatti, che qualsiasi intervento venga effettuato per ragioni di ordine sociale, o comunque di natura extra tecnico-economica, debba necessariamente fare i conti con il mantenimento dell’equilibrio attuariale da un lato e con i vincoli di bilancio dall’altro.In particolare sul primo punto, se sussiste un equilibrio attuariale tra contributi e prestazioni, qualsiasi intervento – come ad esempio l’anticipazione dell’età pensionabile – genera squilibrio e quindi costi che devono trovare una copertura. Questa copertura può essere implicita, come nel caso di eventuali penalizzazioni per chi va in pensione in anticipo, oppure esplicita, come quando è realizzata con il ricorso a risorse esterne derivanti dal bilancio dello Stato e da una adeguata politica occupazionale per assicurare maggiori entrate contributive e, indirettamente, maggior gettito fiscale.Tutto questo poi non basta: secondo gli Attuari c’è un altro elemento di grande rilevanza di cui tener conto, ovvero i coefficienti di trasformazione che sono strettamente legati all’età pensionabile e alla correlata aspettativa di vita. Tali coefficienti, in base alle norme vigenti, vengono aggiornati periodicamente sulla base delle modifiche della stessa aspettativa di vita, in relazione ai miglioramenti registrati dalla mortalità della popolazione italiana. Se si tiene conto che l’Italia è uno dei Paesi più longevi al mondo si capisce quanto tali aspetti siano determinanti per l’equilibrio del sistema pensionistico. “Non è un caso – afferma Giampaolo Crenca, Presidente del Consiglio Nazionale degli Attuari – che proprio l’Ordine degli Attuari pubblichi di norma ogni tre anni lo Studio sulla sopravvivenza media dei percettori di rendita, distinta per sesso e, ove i dati sono disponibili, anche per alcune categorie di lavoratori, basato su rigorosi e scientifici metodi attuariali (la pubblicazione con i relativi risultati è disponibile sul sito http://www.ordineattuari.it). Lo studio è finalizzato a dare al Governo e agli operatori di mercato una informazione preziosa che deve servire per intervenire oggi per il domani”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Sud Sudan firma la Convenzione sullo status dei rifugiati del 1951

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha oggi accolto con favore l’adesione del Sud Sudan alla Convenzione sullo status dei rifugiati del 1951 e al relativo Protocollo del 1967. Venerdì 28 settembre il presidente Salva Kiir ha firmato a Juba lo strumento di adesione a seguito della sua ratifica da parte dell’Assemblea legislativa nazionale di transizione.Il Sud Sudan è il centoquarantatreesimo Stato ad aderire sia alla Convenzione sullo status dei rifugiati del 1951 che al relativo Protocollo del 1967.Nonostante i problemi creati dalla guerra civile che ha causato esodi di grande portata tra la sua stessa popolazione, il paese ospita circa 300.000 rifugiati.“L’adesione rappresenta una pietra miliare per il Sud Sudan, la nazione più giovane al mondo, che si impegna così ad assumersi maggiori responsabilità nell’assicurare protezione ai rifugiati e ai richiedenti asilo nel paese”, ha affermato Valentin Tapsoba, Direttore dell’Ufficio Regionale per l’Africa dell’UNHCR.
Nel 2016 il Sud Sudan ha aderito alla Convenzione del 1969 sui rifugiati dell’Organizzazione dell’Unità Africana, uno strumento regionale che disciplina gli aspetti specifici dei problemi dei rifugiati nel continente africano.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Costituzione di ConsulCoin Cryptocurrency Fund

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

L’Autorità di Sicurezza Finanziaria di Malta ha rilasciato la licenza per la costituzione di ConsulCoin Cryptocurrency Fund, il primo fondo d’investimento europeo regolato al mondo dedicato a società quotate e prodotti finanziari basati sulla tecnologia Blockchain e sulle principali criptovalute. Si tratta dell’ultimo progetto di “Magiston Funds Sicav Plc”, una società di investimento a capitale variabile (SICAV) regolata e con sede a Malta. Il fondo è stato creato grazie all’expertise di Consulcesi Tech, hi-tech company leader nell’ambito della Blockchain e della Cybersecurity, nata come spin-off all’interno di Consulcesi Group, la più grande realtà in Europa dedicata ai professionisti del settore medico sanitario, con un’esperienza decennale nei servizi tecnologici, finanziari, legali e assicurativi.
ConsulCoin Cryptocurrency Fund si pone l’obiettivo di superare il vecchio sistema degli exchange, che ha mostrato notevoli criticità soprattutto nell’ambito della sicurezza, proponendo in alternativa uno strumento in grado di garantire trasparenza e convenienza per gli investitori. Inoltre, l’uso delle nuove tecnologie come la blockchain riduce in modo sostanziale le commissioni di ogni singola transazione. Tutto questo, in un contesto regolamentato, può fornire agli investitori istituzionali una soluzione che potrebbe aggiungere un’interessante diversificazione al loro portafoglio. «Il momento è particolarmente favorevole per investire nel settore delle criptovalute – spiega Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi che si è fatta promotrice del fondo. L’entry point è estremamente favorevole perché le quotazioni hanno ormai superato la volatilità degli ultimi mesi, garantendo agli investitori un sostanziale equilibrio: quest’anno la soglia non è mai scesa sotto i 5mila dollari andando quasi a doppiare quella di 3,5mila dollari del 2017. Secondo gli economisti e gli esperti, il settore dovrebbe essere analizzato nel medio-lungo periodo e – in base ai dati di Bloomberg – dal 2015 ad oggi il Bitcoin ha registrato un incremento che supera il 1400% mentre dal 2014 questo dato cresce addirittura oltre il 2000%. Siamo confidenti di operare in un settore con prospettive di crescita concrete. Questo grazie a ConsulCoin Cryptocurrency Fund, la cui regolamentazione consente agli investitori istituzionali di puntare sulla tecnologia garantendo investimenti trasparenti e soggetti alle tassazioni vigenti a tutela di tutte le parti». Negli ultimi 18 mesi Consulcesi Tech, insieme a un gruppo di esperti internazionali, ha effettuato un’analisi approfondita del mercato criptografico focalizzandosi in particolare sulla volatilità dei prezzi di valutazione del mercato e sugli investitori intrinseci e sui rischi di regolamento. Tra gli esperti fintech coinvolti figurano: Core Asset Management SA, società con oltre 20 anni d’esperienza nella gestione patrimoniale in Svizzera; Aurum Trust & Finance SA, Family Office indipendente svizzero con una vasta esperienza in consulenza, innovazioni finanziarie e strategie di gestione del patrimonio; Mashfrog SpA, tra le principali aziende nell’industria fintech con una grande expertise nella generazione di Token blockchain e nella realizzazione di smart contract che ha lanciato la prima ICO europea dei RoboAdvisor; Link Campus University, ateneo leader nel panorama italiano e internazionale che da anni investe nella formazione dei massimi esperti di Blockchain. Questo team di specialisti continuerà a monitorare la rapida evoluzione del mercato fintech, creando preziose sinergie nell’asset allocation, nella gestione degli investimenti e nella gestione del rischio dei portafogli di criptovaluta. Consulcesi Tech in futuro trarrà profitto da questa esperienza e ritiene che un processo di investimento rigoroso e strutturato possa generare rendimenti continui e la riduzione della volatilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Coding girls: Ragazze che programmano il futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Roma, 4 ottobre 2018, ore 11 Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, sala Young, via Sallustiana 49 Conferenza stampa.Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata USA in Italia, in collaborazione con Microsoft, presentano la quinta edizione di Coding Girls, il programma nato per abbattere la distanza di genere in campo tecnologico e avvicinare le giovani donne alle carriere nei settori dell’economia digitale.Sono più di 100 le Coding Girls Ambassador delle scuole superiori che appassioneranno e alleneranno al coding 6.000 coetanee, guidate da Emily Thomforde, la super coach americana esperta in intelligenza artificiale, in una staffetta formativa itinerante dal 6 al 20 novembre in 28 scuole di 7 città italiane: Torino, Milano, Trieste, Roma, Napoli, Salerno e Catania. Con il 2018 la Fondazione Mondo Digitale lancia la collaborazione con i più grandi atenei italiani, che ha l’obiettivo di offrire orientamento universitario e professionale nel settore STEAM a oltre 10.000 ragazze.Con Coding Girls è nata anche l’associazione italiana per la valorizzazione dei talenti femminili, che oggi conta più di 25 hub nelle scuole di tutta Italia.Aprirà la giornata Lewis M. Eisenberg, ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia.Tra i partecipanti Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, Barbara Cominelli, direttrice Marketing & Operations di Microsoft Italia, Marzia Francisci, General Counsil, American Chamber of Commerce in Italy.
All’evento è stata invitata la Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trattamenti dei pazienti con carcinoma polmonare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

I risultati di una nuova indagine a livello mondiale rivelano che oltre un terzo (36%) dei 310 medici interpellati ritengono di non disporre di informazioni sufficienti per prendere decisioni su come sequenziare i trattamenti dei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), positivo per mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR M+). I risultati dell’indagine sono stati presentati come abstract late-breaking (P3.01-108) all’edizione 2018 del Congresso Mondiale sul Tumore Polmonare (WCLC) a Toronto, Canada.I due più importanti obiettivi terapeutici individuati dagli interpellati sono stati: aumentare la sopravvivenza complessiva (77%), seguita dalla qualità di vita (69%), indipendentemente dalla linea di trattamento.I risultati indicano che oltre la metà (55%) dei medici predilige fortemente una sequenza terapeutica che offra ai pazienti la massima durata di trattamento con terapie mirate. Inoltre, i medici hanno riferito una forte necessità di informazioni su potenziali mutazioni di resistenza al trattamento, prima di cambiare la loro pratica corrente.
Il bisogno di maggiori informazioni per prendere decisioni terapeutiche varia in base alla preferenza dei medici per:
• una terapia mirata di prima linea, con la più lunga sopravvivenza libera da progressione della malattia, o
• una terapia mirata di prima linea con la possibilità di utilizzare una diversa terapia sempre mirata in seconda linea.
Il 43% di coloro che preferiscono una terapia con la più lunga sopravvivenza libera da progressione della malattia dichiara di aver necessità di maggiori informazioni per prendere decisioni terapeutiche sulla strategia di sequenza di terapie mirate, rispetto al 23% di coloro che preferiscono una terapia mirata di prima linea, con la possibilità di utilizzare una terapia mirata di seconda linea.
L’indagine promossa da Boehringer Ingelheim ha interpellato 310 medici (Oncologi, Pneumologi, Chirurgi Toracici e Internisti Specialisti in Malattie dell’Apparato Respiratorio) di quattro paesi (Cina: 70, Germania: 70, Giappone: 70, e Stati Uniti: 100), per conoscerne la posizione attuale riguardo alle decisioni sulla sequenza con inibitori di tirosin-chinasi, determinare cosa sia più importante nella scelta della terapia e quali siano i problemi che devono affrontare i medici quando iniziano la terapia mirata in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) positivo per mutazioni EGFR.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

3 ottobre 2018: Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Sono passati cinque anni dalla tragedia del 3 ottobre del 2013, quando al largo dell’isola di Lampedusa 368 migranti persero la vita in uno dei più tragici naufragi avvenuti dall’inizio delle ondate migratorie degli ultimi anni, ma nel mar Mediterraneo si continua a morire. Da gennaio 2014 al 20 settembre scorso sono stati oltre 17mila i migranti che hanno perso la vita o che risultano dispersi nelle acque del Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l’Europa. Lo ricorda Fondazione ISMU in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, che si celebra il 3 ottobre. Nonostante nel corso dell’ultimo biennio ci sia stato un considerevole calo degli sbarchi di migranti sulle coste europee rispetto agli anni passati, dovuto soprattutto agli accordi con la Turchia prima e con la Libia successivamente, il tasso di mortalità è aumentato.Infatti, le traversate sono sempre più pericolose e le operazioni di ricerca e soccorso in mare ad opera delle navi delle Ong hanno subito diverse restrizioni di tipo legale e logistico.Secondo le stime dell’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite specializzata nella gestione dei rifugiati, più di 1.600 migranti hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo nei primi nove mesi del 2018, 21 persone ogni mille sbarcati.In particolare, nei primi tre mesi del 2018 il tasso di mortalità tra coloro che partono dalla Libia diretti in Italia è salito a un morto ogni 14 persone, rispetto a un decesso ogni 29 persone nello stesso periodo del 2017.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lanciata l’edizione europea del Global Philanthropy Environment Index 2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni e dei Donatori 2018 l’Indiana University Lilly Family School of Philanthropy in collaborazione con DAFNE – Donors and Foundations Networks in Europe – lancia l’edizione europea del Global Philanthropy Environment Index 2018.
L’edizione speciale del Global Philanthropy Environment Index 2018 fornisce informazioni sul panorama filantropico di 30 Paesi europei. L’indice misura gli ambienti normativo, politico e socioculturale attraverso uno strumento standard completato da esperti dei singoli Paesi. I dati offrono informazioni accurate e puntuali per aiutare i politici, i leader della filantropia e non, chi si occupa di affari e le istituzioni pubbliche a capire meglio la diversità e l’unicità della filantropia europea, esaminando gli incentivi e le barriere che incontrano gli individui e le fondazioni e gli enti filantropici coinvolti nella filantropia.
“Siamo lieti di condividere i risultati principali del Global Philanthropy Index 2018 per accrescere la comprensione del ruolo vitale che la filantropia gioca nell’affrontare temi locali e globali”, ha dichiarato Una Osili, decano associato per la ricerca e i programmi internazionali all’Indiana University Lilly Family School of Philanthropy. Cinque i risultati principali della pubblicazione, identificati dall’ Indiana University Lilly Family School of Philanthropy:
i requisiti di trasparenza per le organizzazioni filantropiche sono diventati più rigorosi per raggiungere gli standard di antiriciclaggio, le linee guida per contrastare il finanziamento del terrorismo e il regolamento in materia di protezione dei dati;
c’è un’ampia gamma di incentivi fiscali disponibili per gli individui e le società che vogliono sostenere organizzazioni a scopo filantropico o charities;
il principio di non discriminazione dell’UE ha istituito un ambiente legale più favorevole alle donazioni oltre confine, sebbene il precedente legale della Corte Europea di Giustizia non abbia raggiunto il suo pieno potenziale, a causa delle difficili e spesso gravose procedure di reporting;
gli ambienti politici e socioculturali per la filantropia differiscono in modo significativo tra l’Europa dell’Est e l’Europa Occidentale;
strumenti innovativi, quali impact investment, imprese sociali, crowdfunding, donazioni online e volontariato d’impresa si tanno sviluppando velocemente, accelerando il cambiamento del panorama filantropico europeo.
L’edizione europea del Global Philanthropy Environment Index 2018 è accessibile gratuitamente online sul sito Indiana University Lilly Family School of Philanthropy’s Global Indices https://globalindices.iupui.edu/europe-brief/index.html

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ue: illegittimo patto di stabilità voluto dalla Germania

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Sul quotidiano online spraynews.it è pubblicata un intervista al presidente dell’associazione Eureca Angelo Polimeno Bottai, autore tra gli altri del libro “Non chiamatelo Euro”:
https://www.spraynews.it/blog-1/polimeno-bottai-il-patto-di-stabilit%C3%A0-voluto-dalla-germania-% C3%A8-illegittimo-sta-sfaldando-l-europa. I contenuti della manovra sono quelli che figuravano nei programmi di Lega e Movimento 5 Stelle. Dunque per dare un giudizio occorre attendere e capire questi provvedimenti mirati ad alzare il deficit di che natura sono. Se una forte quota non sarà riservata agli investimenti, e premieranno invece gli aiuti a pioggia per chi non lavora, questo potrebbe rappresentare un problema serio. Al contrario se non ci sarà un forte aumento della spesa corrente e si punterà soprattutto su investimenti nelle infrastrutture e per incentivare l’aumento dell’occupazione, allora l’aumento del deficit potrebbe davvero innescare un processo virtuoso. Occorre un ragionevole lasso di tempo per capire quanto Pil potranno produrre questo genere di provvedimenti» Una manovra che appare in rottura con la tendenza degli ultimi decenni di operare in condizioni di austerity. Ed è proprio questo il punto nevralgico del discorso: le statistiche degli ultimi venticinque anni ci dicono con chiarezza che le politiche adottate in questo lasso di tempo – politiche impostate soprattutto sull’austerità, sulla riduzione del costo del lavoro, sul taglio delle pensioni e sull’aumento delle tasse – hanno prodotto il risultato opposto a quello sperato: il debito pubblico è cresciuto e il Pil è diminuito. Per quanto riguarda i mercati non mi preoccuperei. C’è una vera e propria guerra in corso ed è normale che la risposta sia questa. Cosa pensiamo, di opporci a questo sistema trovando il favore di chi da questo ha tratto dei vantaggi enormi? La resistenza sarà strenua e fino all’ultimo, anche perché se l’Italia dovesse spuntarla altri Paesi la seguirebbero a ruota. L’Europa l’abbiamo costruita noi e non dobbiamo rinunciare a un progetto nel quale abbiamo creduto per primi. Dobbiamo invece batterci per riportarla sui binari giusti. L’unica strada è quella di impugnare queste norme illegittime nelle sedi opportune. Come EURECA, assieme al prof. Guarino, all’ambasciatore Giulio Terzi, all’economista Marcello Minenna e al costituzionalista Alfonso Celotto, abbiamo intenzione di mettere sul tavolo delle forze politiche la proposta di aggiornamento delle leggi italiane in relazione con l’Europa. L’articolo 11 della nostra Costituzione stabilisce che l’Italia può cedere quote sovranità purché ciò avvenga in condizione di parità con gli altri Stati membri. Una condizione che però non c’è visto i cittadini italiani non possono pronunciarsi in merito alle leggi europee tramite referendum come accade invece per altri cittadini europei. C’è un’urgente necessità in Italia di aggiornare il nostro assetto giuridico. I sovranisti stanno diventando forti perché gli uomini politici che li rappresentano cavalcano l’onda dei tempi e la situazione problematica e reale che stiamo attraversando. Ciò che davvero rimprovero loro è di basare la tesi della loro protesta su basi non oggettive. Non è possibile che in tutti questi anni di attacchi continui all’Europa non sia mai stata posta la problematica del processo legislativo al suo interno che ha perso la sua indispensabile matrice democratica. A tal proposito noi come EURECA, nella persona del nostro responsabile legale Federico Tedeschini, abbiamo attivato una class action pubblica sul fiscal compact. Abbiamo concluso il primo passaggio, che prevede la sollecitazione al governo e al ministero dell’Economia ad interrompere l’applicazione di questo Trattato internazionale. Ora procediamo con la seconda fase: il ricorso al Tar. Così Angelo Polimeno Bottai a spraynews.it (fonte: Macchioni Communications Carpe Diem Srl)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verizon Turns on World’s First 5G Network

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

NEW YORK – The very first commercial 5G network on the globe goes live today. Verizon’s 5G Home network, providing 5G broadband internet service, is officially live today for consumers in Houston, Indianapolis, Los Angeles and Sacramento. Installations of 5G Home began this morning for “First on 5G” customers in those cities, with a resident of Houston, Clayton Harris, becoming the first 5G customer in the world.
Built on Verizon’s proprietary, pre-standard 5G network, Verizon 5G Home is the next generation of home broadband internet service that blankets your entire house in super-fast Wi-Fi.
“The world’s first commercial 5G service is here,” said Ronan Dunne, President, Verizon Wireless. “We’ve formed incredible partnerships with many of the world’s leading technology companies, the international technical standards bodies, public officials, developers and our own customers to drive the ecosystem 5G forward, faster than most had predicted. And now, actual customers. It’s been an incredible journey . . . and we’re just at the starting line.”
“First on 5G” members – early adopters of 5G technology – get exclusive perks including 5G Home service free for the first three months (after that introductory period, current Verizon Wireless customers with a qualifying smartphone plan will pay $50 per month for the service, while non-Verizon Wireless customers will pay $70 per month), free white glove installation and equipment, and early access to new services, including 5G mobility. 5G Home customers will also get YouTube TV free for the first three months and a free Apple TV 4K or Google Chromecast Ultra device at installation.
Verizon has led the technology industry with our clear focus on bringing 5G service to consumers as quickly as possible. That’s why our 5G Home service is built on our proprietary 5G TF standard; we are able to deliver results and a 5G network faster than waiting for the formal 3GPP 5G NR standard to be incorporated into network equipment, devices, chipsets and software. As our 5G technology partners bring that hardware, software, chipsets and devices to market on the 3GPP 5G NR standard, we’ll upgrade First On 5G Members to that equipment at no charge. When new network equipment is available and introduced, we’ll expand our 5G broadband internet coverage area quickly and bring 5G to additional cities.
To find out if your home is 5G ready, visit FirstOn5G.com and sign up for all the benefits of being a “First On 5G” Member. You can also receive updates on when 5G is coming to your area and stay up to date on 5G-related news and offers, including the launch of Verizon’s 5G mobility service.
Verizon Communications Inc. (NYSE, Nasdaq: VZ), headquartered in New York City, generated $126 billion in 2017 revenues. The company operates America’s most reliable wireless network and the nation’s premier all-fiber network, and delivers integrated solutions to businesses worldwide. Its Oath subsidiary reaches people around the world with a dynamic house of media and technology brands.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Geneva Magnificent Jewels

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Geneva – Christie’s upcoming auction of Magnificent Jewels will take place on 13 November at the Four Seasons Hotel des Bergues, where over 300 exceptional jewels await collectors from around the globe. Incomparable diamonds, gemstones and pearls will lead this autumn season, with a focus on signed pieces by the Jewellery masters of the past 200 years, including three pieces by the renowned contemporary master JAR. The Pink Legacy, the largest and finest Fancy Vivid Pink diamond ever offered at auction by the company, will highlight the Luxury Week in Geneva. Weighing just under 19 carats (18.96 carats), this exceptional rectangular-cut, unrivaled pink diamond, has descended from the Oppenheimer Family and is estimated at CHF/US$ 30 to 50 million. Sapphires and diamonds set in platinum or white gold are a great match, either as rings, bracelets, brooches, earrings or tiaras. The exceptional sapphire and diamond earrings by David Morris are one such example, made of two step-cut sapphires of 40.29 and 38.60 carats suspended by circular-cut white diamonds (estimate CHF/US$1,200,000-1,800,000-illustrated above left). The signature design of the panther by Cartier is particularly expressive when set in diamonds and onyx as illustrated above centre (estimate: CHF/US$150,000-250,000). Several other blue and white themed jewels include an attractive cushion-shaped sapphire of 16.33 carats set as a ring between triangular-shaped and circular-cut diamonds (estimate: CHF/US$1,400,000-2,400,000-illustrated above right) and a 7.83 carat Kashmir sapphire set between baguette-cut diamonds (estimate: CHF/US$400,000-600,000 – not illustrated).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catella advises Bonava in sale of turnkey project in Køge Coast to PFA Pension

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

Catella Corporate Finance has acted as exclusive financial advisor to Bonava Danmark A/S in the sale of an approx. 12,500 sq.m. turnkey residential project in Køge Coast, Denmark, to PFA Pension.Bonava, a leading Northern European residential development company, has divested a residential turnkey project of approx. 12,500 sq.m. to the Danish pension company PFA.The project is located in Køge Coast, Greater Copenhagen, and hence constitutes an integrated part of a substantial urban development project led by the joint venture partnership between the Municipality of Køge and the Danish philanthropic association, Realdania By & Byg. The partnership aims at developing a modern and sustainable new district between Køge’s city centre and the coast line.Bonava develops a total of 137 modern, high-quality apartments, including 12 senior friendly apartments, shared roof terraces, and recreational areas, which will contribute to the establishment of Køge Coast as an attractive new neighbourhood for citizens, businesses, and investors.Having formerly served as the city’s commercial port, Køge Coast is currently undergoing a substantial transformation into becoming a diverse and unique urban neighbourhood that will enhance Køge as a significant growth area, while relieving the massive pressure on the Copenhagen housing market.“As a result of the continuous upward pressure on prices on the housing market in Copenhagen, the demand for alternative residential locations has increased, positioning Køge as an ideal alternative. Apart from Køge’s proximity to Copenhagen, residents will benefit from Køge’s idyllic recreational nature, modern and historical city centre as well as the excellent infrastructure adding to the city’s potential and positioning it well for further future growth”, says Jesper Bo Hansen, Head of Corporate Finance at Catella.The project is developed in collaboration with the Danish architect Danielsen Architecture and Bonava will deliver it to PFA in stages during 2020.“As their financial advisor, we appreciate the trust and the mandate given to Catella by Bonava. The development of Køge Coast has just begun, and we look forward to experiencing the full potential of Køge Coast unfold”, says Jesper Bo Hansen.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Researchers at Children’s Hospital Los Angeles Investigate New Combination Therapies to Treat Advanced Neuroblastoma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

A phase 2 clinical trial has found that combining a novel compound called alisertib with chemotherapy has anti-tumor activity in children with high-risk, relapsed neuroblastoma. The New Approaches to Neuroblastoma Therapy (NANT) consortium study was led by Araz Marachelian, MD, MS, of the Children’s Center for Cancer and Blood Diseases at Children’s Hospital Los Angeles and Steven G. DuBois, MD, of the Dana-Farber Cancer Institute. Results were recently published online in the journal Clinical Cancer Research.In the multicenter trial, alisertib was combined with two common chemotherapy agents: irinotecan and temozolomide. Alisertib is an experimental compound that targets and inhibits a particular enzyme—called an Aurora A kinase—which neuroblastoma tumors often use to grow.
Neuroblastoma is the second most common solid tumor in children (after brain tumors). The cancer arises in immature nerve cells called neuroblasts, and it typically affects children ages 5 or younger. Nearly half of patients are diagnosed with high-risk, metastatic disease, which has a 50 percent mortality rate.The NANT study—a follow-up to an earlier phase 1 trial—evaluated the combination therapy in a group of 20 patients with high-risk neuroblastoma that had relapsed or had not responded to standard treatment. Of those patients, 21 percent had an objective response rate, showing significant improvement in all cancer sites in their body. One-year progression-free survival was 34 percent.Researchers had been hoping that the therapy would be particularly effective for children whose tumors have a gene called MYCN that is over-expressed, or “amplified.” Aurora kinases stabilize a key protein in MYCN, so researchers had aimed to disrupt that protein with alisertib—and potentially increase treatment effectiveness. MYCN amplification occurs in about 25 percent of neuroblastoma patients, and it is associated with more aggressive disease and poorer outcomes.In addition, the trial was the first to evaluate a liquid form of alisertib in children. A separate group of 12 patients in the study received this oral solution as part of the combination therapy, instead of a tablet form of the drug.
Researchers plan to continue to target the aurora kinase pathway in neuroblastoma studies. NANT, a group of 14 North American pediatric cancer centers, is the only consortium in the world solely dedicated to developing novel treatments and biomarkers through early clinical trials for neuroblastoma. Additional contributors include Yael P. Mosse, Elizabeth Fox, Rachel A. Kudgus, Joel M. Reid, Renee McGovern, Susan Groshen, Rochelle Bagatell, John M. Maris, Clare J. Twist, Kelly Goldsmith, M. Meaghan Granger, Brian Weiss, Julie R. Park, Margaret E. Macy, Susan L. Cohn, Greg Yanik, Lars Wagner, Randall Hawkins, Jesse Courtier, Hollie Lai, Fariba Goodarzian, Hiroyuki Shimada, Najee Boucher, Scarlett Czarnecki, Chunqiao Luo, Denice D. Tsao-Wei and Katherine K. Matthay.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The ExecRanks Wins Comparably 2018 Culture Awards

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

The ExecRanks, the leading platform for on-demand advisory solutions, announced today it has been recognized by the Comparably 2018 Culture Awards in the category of Best Companies for Work-Life Balance. Among the grouping for Small & Mid-Size Companies, The ExecRanks ranked #17.
“We are honored to be recognized for our efforts in creating a positive work environment that promotes happy and healthy lifestyles for all our employees,” said Jonathan Aspatore, CEO of The ExecRanks. “As we continue to grow our business, our employees and culture remain critical to our success. This award is a great reflection of our commitment to maintaining a collaborative, inclusive and rewarding workplace.” Comparably awards companies based on the sentiment ratings and employee feedback in categories such as professional development, office culture, leadership, employee happiness and perks and benefits.“This set of Comparably Awards focuses on companies that most reward their employees,” said Jason Nazar, CEO of Comparably. “These employers stand out as the best of the best providing amazing benefits and great work-life balance to foster some of the happiest employees in the United States.” The ExecRanks is named among companies such as Starbucks, Intuit and Whole Foods, who all topped the list on this year’s Comparably awards. This recognition comes in addition to The ExecRanks growing list of accomplishments, including 2017 Inc. 5000, 2017 SF Business Times Fast 100, 2017 Best in Biz and Comparably 2018 Best Leadership and Best Managers.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

eLocal to Acquire Ring Router and Expand Performance-Based Lead Generation into Insurance Industry

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

eLocal, a leading provider of performance-based advertising for local, regional and national service businesses, today announced they have reached agreement on principal terms to acquire Ring Router. The acquisition is expected to close in the immediate term. Based in Pasadena, CA, Ring Router provides performance-based advertising in the form of pay-per-call programs within multiple insurance verticals. For years, Ring Router has helped large, national insurance agencies as well as independent local agents drive high intent, highly qualified insurance phone calls.For more than 10 years, eLocal has offered a pay-per-call/pay-per-lead solution to businesses in the home services, legal, debt and addiction sectors. With the acquisition of Ring Router, eLocal will be able to deploy its best in class performance-based advertising solutions to insurance agencies nationwide. “We are excited to build upon Ring Router’s strong foundation within the insurance marketplace,” said Bruce Aronow, CEO at eLocal.Fueled by an infusion of growth capital from LLR Partners in late 2017, eLocal is focused on augmenting its organic growth through targeted acquisitions in its existing and new verticals. “As we looked to expand our reach into new verticals, Ring Router quickly emerged as the right partner, with their similar performance-based pricing model and such a strong reputation in the insurance industry,” added Aronow.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Global Network and Web Security Market Size, Trends and Forecasts 2018-2022

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 ottobre 2018

The report also assesses the key opportunities in the market and outlines the factors that are and will be driving the growth of the industry. Growth of the overall global network and web security market has also been forecasted for the period 2018-2022, taking into consideration the previous growth patterns, the growth drivers and the current and future trends.
The global network and web security market is highly fragmented with many network and web security vendors operating worldwide. Some network and web security vendors operating on a local level while other security vendors operating on a regional and global level. However, the competition in the global network and web security market is dominated by few network and web security vendors supplying security devices worldwide. Key players of the network and web security market are also profiled with their financial information and respective business strategies.With the rapid evolution of internet, privacy is considered to be the crucial element for each and every individual. As more and more people using internet, the vulnerability to cyber attacks has also increased manifolds. As a result, network and web security exhibited a tremendous evolution over the past few years to increase the security of sensitive data and private information.The global network and web security market has increased previously and projections are made that the market would rise in the next four years i.e. 2018-2022 tremendously. The network and web security market is expected to increase due to rising employment rate, escalating internet users and mobile phone users, increasing adoption of IoT (Internet of Things), growing retail e-commerce sales, etc. Yet the market faces some challenges such as complexity of network infrastructure, absence of efficient security solutions, lack of integration within network and web security ecosystem, etc.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »