Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

«L’amministrazione capitolina è consapevole di quello che accade sulle strade?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

A Roma chiunque può fare qualsiasi cosa, certo dell’impunità. Nel frattempo continuiamo a registrare morti sull’asfalto – anziani, donne e bambini – e incidenti con numeri da brividi. La stragrande maggioranza dei guidatori chatta al volante, per il semplice fatto che nessuno controlla, ergo: nessuno multa. I vigili urbani sono scomparsi dalle strade: il Campidoglio li ha probabilmente trasferiti in blocco ad altre mansioni. A Roma non esistono limiti di velocità, né articoli del Codice. Se le osservi, le norme, vieni considerato un marziano e spernacchiato, sulla falsariga del racconto di Flaiano Ci sono macchine e furgoni in doppia e tripla fila che intralciano il traffico tutti i giorni negli stessi punti, peraltro nevralgici. I semafori non danno il tempo alle persone di attraversare le strade. La capitale è l’unico posto la mondo dove i pedoni ringraziano gli automobilisti che hanno almeno rallentato mentre sono sulle strisce. E noi non ci rendiamo conto della follia di tutto ciò». Lo ha dichiarato Antonello Palmieri, presidente dell’associazione ROMANUOVA. «A Roma la situazione è degenerata. A questo punto è essenziale aprire una grande stagione volta alla sicurezza stradale, cominciando dal primo, indispensabile passo: il ripristino dei controlli», ha concluso Palmieri. (n.r. I nostri centri Studi avevano elaborato un progetto per migliorare la circolazione stradale nella capitale già alcuni anni fa. Da allora abbiamo avuto da Alemanno ad oggi nessun riscontro da parte dei competenti uffici della capitale. La ricetta era semplice: perseguire severamente tutti gli automobilisti che sostano in seconda fila, in specie lungo i percorsi degli autobus, una revisione generale dei divieti di sosta per renderli più funzionali alle attuali esigenze, una più efficace politica di interscambi tra mezzo pubblico e privato intensificando i parcheggi e vietando la circolazione dei furgoni per la fornitura ai negozi nella fascia oraria dalle 10 alle 19. Questa serie di iniziative permetterebbero, tra l’altro la velocità media di scorrimento dei mezzi dell’Atac passando dagli attuali 10Km ora agli undici e forse anche a 12 con la conseguente maggiore frequentazione degli stessi.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: