Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 11 ottobre 2018

Giornata emozionante al Columbus Day

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

columbs day nissoli.jpgNew York. L’On. Nissoli ha partecipato alla tradizionale parata del Columbus Day svoltasi, nei giorni scorsi, sulla V strada di New York. Un evento importante per la Comunita’ italiana d’America che celebra, così, l’orgoglio delle proprie origini.“Colombo – ha detto l’on. Nissoli – e’ il simbolo della nostra italianità e continuerò a battermi affinché il Columbus Day rimanga sempre quella bella manifestazione che esprime la nostra eredità culturale”.
Prima del rientro a Roma, l’on. Nissoli ha partecipato anche all’incontro con la Comunita’ italiana in Consolato. Presente a tutte le celebrazioni anche la collega di partito, Sen. Francesca Alderisi, il Console Generale, Francesco Genuardi, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Presidente dei Liguri nel Mondo, Mario Menini ed il maratoneta genovese, Roberto Giordano.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quattordicesima Giornata del Contemporaneo

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Modena Sabato 13 ottobre 2018 ingresso libero 11-19 Galleria Civica di Modena Palazzo Santa Margherita Corso Canalgrande 103 si terrà la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico promossa da AMACI, di cui Galleria Civica di Modena è uno dei membri fondatori. Per l’occasione, l’istituzione modenese aderisce alla realizzazione di una mostra diffusa di Marcello Maloberti nei musei di arte contemporanea di diverse città italiane. L’iniziativa coinvolge i musei associati i quali ospiteranno simultaneamente, per la durata di un giorno, una selezione di opere dell’artista, per offrire ai visitatori la possibilità di conoscere e approfondire la sua produzione performativa. Sarà esposta l’opera fotografica di Marcello Maloberti Vir Temporis Acti (2016), scattata nel corso di una serie di performance realizzate dal noto artista italiano all’interno di musei internazionali. Nell’immagine compare un ragazzo seduto a terra, impegnato nell’atto di ritagliare sculture da una serie di libri sull’arte antica di Egizi, Sumeri, Assiri, Aztechi ed Etruschi, per poi abbandonarle sul pavimento. Ambientata all’interno degli spazi espositivi della Quadriennale di Roma, l’azione produce come risultato l’invasione di un luogo di grande transito da parte di centinaia di immagini, dove l’incessante passaggio dei visitatori modifica costantemente la posizione dei ritagli, dando vita a un enorme assemblaggio visivo in continua evoluzione, come fosse un sito archeologico contemporaneo. Il gesto del ritagliare ricostruisce una memoria dove si mescolano e si fondono insieme luoghi, tempi e culture diverse.
Parallelamente, nel chiostro di Palazzo Santa Margherita, si svolgerà dalle ore 10.30 alle ore 19 un’attività aperta a tutti dal titolo Frammenti di immagini per una storia comune.
Bambini, ragazzi e adulti sono invitati a partecipare alla creazione di una grande opera collettiva, un collage di immagini, idee e sensazioni che unirà identità differenti pronte a vivere un’esperienza per celebrare l’arte come momento di aggregazione e condivisione.L’iniziativa dà avvio al programma di attività pedagogiche sviluppato dal nuovo Dipartimento di Educazione di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE. Si ringrazia Scatolificio Cartotecnica Modenese, partner tecnico dell’iniziativa.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rapporto Eurydice stipendi docenti UE

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Gli insegnanti italiani guadagnano meno di tutti dopo i Paesi dell’Est: a fine carriera in Olanda, Austria e Germania prendono circa il doppio dei nostri. Gli stipendi degli insegnanti italiani sono i più bassi d’Europa dopo i Paesi dell’Est: lo rileva il rapporto “Teachers’ and school heads’ salaries and allowances in Europe 2016/17”, realizzato dalla rete Eurydice sugli stipendi di docenti e dirigenti in Europa e andato in pubblicazione in queste ore. Secondo Marcello Pacifico (Anief-Cisal) senza adeguati finanziamenti nella legge di stabilità non potrà essere recuperato neanche il 50% dell’inflazione, altro che allineare gli stipendi dei docenti italiani alle medie UE.Attraverso un’analisi comparativa abbinata a schede descrittive nazionali che illustrano i dati raccolti congiuntamente dalle reti Eurydice e OCSE/NESLI, il rapporto offre una panoramica comparativa sugli stipendi tabellari e le indennità nelle scuole pubbliche pre-primarie, primarie e secondarie di 41 sistemi educativi e compara le differenti condizioni e progressioni salariali: gli stipendi al netto dell’inflazione degli insegnanti all’inizio della loro carriera sono oggi inferiori in nove Paesi europei rispetto al 2009/10, anni immediatamente successivi alla crisi finanziaria. Tra questi Paesi figura anche l’Italia, visto che il misero incremento del 3,48% del 2018 è ora anche minacciato dalla mancata copertura nella prossima legge di stabilità e dalla riduzione nel prossimo biennio dello 0,4% indicata nel Def.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola, servono 300 milioni per garantire a 1,3 milioni di docenti e Ata l’elemento perequativo

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Dal prossimo 31 dicembre una parte degli aumenti previsti dall’articolo 37 del CCNL vigente saranno privi di copertura. A fronte delle mancate risorse nella prossima legge di stabilità, altri tre miliardi servirebbero per coprire l’adeguamento della voce dell’indennità di vacanza contrattuale (+7,7%) inglobata da marzo nello stipendio ai sensi dell’art. 35. Anief quantifica in 4.500 euro a lavoratore la somma da recuperare da settembre 2015 attraverso lo specifico ricorso che deve essere preceduto da specifica diffida. Nel caso in cui fosse accolto, inoltre, si prenderebbero aumenti di 170 euro in media in più al mese, più del doppio dell’attuale assegno concordato dai sindacati firmatari e bloccato ai valori del 2010.
Si conferma a rischio l’aumento del 3,48%, di aumento a regime assegnato a circa un milione e 300 mila docenti e Ata della scuola pubblica attraverso il CCNL firmato lo scorso aprile: dal prossimo 31 dicembre, una parte non indifferente dei micro-aumenti accordati, pari ad 85 euro lordi medi complessivi a lavoratore, saranno infatti privi di copertura. Ad essere in dubbio è l’elemento perequativo previsto dall’articolo 37 del CCNL vigente che non avendo adeguata copertura (servono circa 300 milioni di euro) sottrarrà circa 20 euro medi a dipendente, vanificando in questo modo un quarto dell’incremento stipendiale arrivato dopo un decennio di blocco stipendiale. Molti più soldi servirebbero poi per l’indennità di vacanza contrattuale, il “paracadute” da assegnare per legge per andare a coprire la metà del 14% di inflazione accumulata negli anni più il 50% dell’l’1,4% del tasso IPCA previsto per il 2019 dall’attuale governo, per un totale del 7,7%: perché la “voce” è stata sì inglobata dal mese di marzo 2018 nello stipendio di docenti e Ata, ai sensi dell’art. 35 dello stesso contratto collettivo nazionale, ma non certo adeguata al tasso del costo della vita aggiornato. In questo caso, si tratta di mettere sul piatto, tenendo conto uno stipendio medio di 30 mila euro, oltre mille euro a dipendente: quindi, il governo dovrebbe prevedere tre miliardi di euro.
Il sindacato Anief, attraverso il proprio ufficio legale, intende recepire tale somma producendo uno specifico ricorso, preceduto da specifica diffida. L’impugnativa è particolarmente importante, perché nel caso in cui fosse accolta ogni dipendente della scuola percepirebbe aumenti medi pari a 170 euro in più al mese, più del doppio dell’attuale assegno concordato dai sindacati firmatari e bloccato ai valori del 2010.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seconda ora di strumento nei licei musicali: nuovo commissariamento del MIUR

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

I ricorrenti, tutti genitori di alunni iscritti al biennio dei licei musicali che si sono rivolti agli avvocati Anief Walter Miceli e Denis Rosa per la tutela del diritto allo studio dei propri figli, hanno chiesto, per il tramite dell’azione legale di ottemperanza promossa dal sindacato Anief, l’esecuzione della sentenza n. 5792/2018 con la quale sono stati annullati i provvedimenti del MIUR che, in relazione all’insegnamento nei Licei Musicali della materia esecuzione e interpretazione, assegnavano soltanto un’ora per il primo strumento e un’ora per il secondo strumento, con conseguente decurtazione di un’ora per il primo strumento musicale. “Nonostante il favorevole provvedimento già ottenuto dai nostri legali – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – il MIUR, per la formazione degli organici dei Licei Musicali, ha continuato a indicare solo un’ora di primo strumento anche per il corrente anno scolastico, contravvenendo platealmente al giudicato già emanato dal tribunale amministrativo”. Il TAR del Lazio, con la sentenza emanata in data odierna, dunque, dà piena ragione al sindacato Anief e “ordina al Ministero resistente di dare integrale esecuzione alla sentenza n. 5792/2018, depositata in data 24 maggio 2018 di questo Tribunale, nel termine di 30 giorni dalla comunicazione/notificazione della presente sentenza” e specifica come “in difetto di adempimento si nomina quale Commissario ad Acta il Prefetto di Roma, o un suo delegato, affinché provveda in luogo dell’amministrazione, nei successivi 30 giorni, a dare esecuzione al giudicato”, condannando il Ministero resistente anche al rimborso delle spese di lite, quantificate in 1.500 Euro oltre accessori di legge. “Le famiglie degli alunni interessati – conclude Pacifico – rivendicano non solo il diritto al ripristino della seconda ora di primo strumento che il Ministero dell’Istruzione ha continuato ad ignorare nonostante la sentenza favorevole, ma anche un recupero dell’ora che gli alunni hanno già perso per colpa dell’inerzia dell’Amministrazione e il Miur dovrebbe prevedere una modifica dell’orario tale da eseguire correttamente e completamente l’ordine del tribunale che imponeva, è bene ribadirlo, il ripristino della seconda ora di primo strumento per l’intera durata del biennio dei licei musicali”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra dedicata ad Antonio Leto

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Palermo dal 13 ottobre 2018 al 10 febbraio 2019 (Anteprima stampa 12 ottobre 2018 ore 11.00) Galleria d’Arte Moderna di Palermo via Sant’Anna 21. A oltre dieci anni dalla memorabile rassegna dedicata a Francesco Lojacono che ha rappresentato una svolta decisiva per la valorizzazione della pittura dell’Ottocento in Sicilia si intende restituire la statura europea che gli compete anche all’altro grande protagonista della pittura in Sicilia.
Appartenenti alla stessa generazione – Leto è sei anni più giovane di Lojacono – i due pittori hanno avuto una vicenda analoga, entrambi affermatisi come interpreti di una straordinaria visione mediterranea del paesaggio, declinato in uno stile che si è confrontato, dai Macchiaioli agli Impressionisti, con i grandi movimenti moderni europei.
Curata da Luisa Martorelli e Antonella Purpura, la mostra “Antonino Leto. Tra l’epopea dei Florio e la luce di Capri” è promossa dal Comune di Palermo – Assessorato alla Cultura, dalla Galleria d’Arte Moderna E. Restivo, in occasione di Palermo Capitale della Cultura 2018. L’organizzazione è affidata a Civita. Il Catalogo è edito da Silvana Editoriale.
Con circa 100 opere, la mostra sarà la grande occasione per riconsiderare Leto, nel suo articolato percorso artistico, che lo ha visto formarsi innanzitutto a Napoli, dove si recò nel 1864, attratto dalla pittura di Giuseppe De Nittis e dalle proposte della “Scuola di Resina” che, sulla scorta della lezione macchiaiola divulgata da Adriano Cecioni, sosteneva una resa naturalistica svincolata dal descrittivismo analitico di Filippo Palizzi. Vincendo il “Pensionato Artistico” Leto si trasferisce prima a Roma nel 1875 e poi a Firenze, tra il 1876 e il 1878, dove collabora con la Galleria Pisani che diventa il maggior acquirente della produzione di quegli anni.
Il soggiorno a Parigi è decisivo per l’affermazione sul mercato internazionale e, invitato dal mercante Goupil, vi si trasferisce nel 1879. Di questo periodo rimane la suggestione dei bellissimi dipinti con scene di vita parigina, espressioni accattivanti dei nuovi gusti della clientela borghese. Capri fu il luogo dove amò ritirarsi definitivamente a partire dal 1890 con una scelta artistica e di vita condivisa con altri protagonisti della pittura moderna tra Otto e Novecento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: “Colore e dinamismo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma. E’ il nome della nuova mostra di Galleria SpazioCima, sita in via Ombrone 9, visitabile sino a mercoledì 31 ottobre. La mostra, curata e organizzata da Roberta Cima, è a ingresso libero, da lunedì a giovedì dalle 15 alle 19 e il venerdì dalle 10 alle 13. Circa trenta le opere in esposizione. Nino Attinà sembra voler attingere ai grandi della pittura del Novecento per la sua nuova mostra, al contempo intensa e inspirata. Tra figure intere e primi piani, tra soggetti femminili dalle procaci rotondità agli uomini più austeri, l’artista propone piccoli scorci di vita e di quotidianità, che esplodono, però, grazie alla ricchezza del colore e alla luce che il pittore infonde in maniera consapevole e attenta.
Il pittore riprende in mano la lezione del Cubismo Sintetico di Picasso e Georges Braque per proporre forme capaci di dare il senso del movimento a quella sorta di fotografia. I soggetti sembrano in posa quindi, ma mai immobili. Postura, angolazioni e ambientazioni suggeriscono una scena di vita che va oltre, dando profondità e carattere ai soggetti in mostra. Vanno in scena, in questi quadri, né drammi né amori, ma frammenti di vita quotidiana che diventano straordinari grazie alla forte e sapiente cromaticità acquisita negli anni da Attinà.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Virginia Reiter

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma Domenica 14 ottobre a partire dalle ore 21.30, il Teatro Argentina di Roma ospita il prestigioso appuntamento che da ventitrè anni omaggia la grande interprete modenese – vissuta tra fine Ottocento e Novecento e prima capocomica italiana – attraverso la premiazione della più apprezzata attrice italiana under 35 dell’ultima stagione teatrale. Il quartetto di finaliste è composto da Federica Rosellini, Alice Raffaelli, Marianna Fontana e Lucienne Perreca. Nel corso della serata sarà inoltre assegnato il VI Premio Giuseppe Bertolucci alla migliore attrice europea tra le nuove generazioni e il Premio Virginia Reiter alla carriera a Lucia Poli, che sabato 13 terrà una lectio magistralis preceduta da un contributo video di Emma Dante. Tra le finaliste del Bertolucci anche la giovanissima Laia Artigas, vista nel film “Estate 1993” Riconoscere e promuovere la migliore attrice under 35 del panorama teatrale italiano nella fase iniziale della sua carriera che si sia distinta nel corso della stagione: è questo lo scopo fondamentale che si prefigge il Premio Virginia Reiter. Laa giuria di esperti è presieduta da Ennio Chiodi e composta da Rodolfo di Giammarco (la Repubblica), Gianfranco Capitta (il Manifesto), Maria Grazia Gregori (l’Unità) e Maurizio Porro e la direttrice artistica della manifestazione Laura Marinoni. Grande attesa per il nome della vincitrice. Nel corso della serata avranno luogo anche le cerimonie di premiazione della sesta edizione del Premio Giuseppe Bertolucci – intitolato al regista che ha dato tanto impulso al Premio Reiter e ha ideato il Festival omonimo, e assegnato a un talento scelto tra le migliori attrici europee delle giovani generazioni – e del Premio Virginia Reiter alla carriera, il cui Padrinosarà Massimo De Francovich, alla grande interprete italiana Lucia Poli. Finaliste del Bertolucci sono quest’anno la giovanissima attrice spagnola Laia Artigas, di soli 10 anni, vista nel film Estate 1993, le due attrici Kaya Wilkins ed Elli Harboe, protagoniste del film franco danese Thelma e l’attrice francese Marine Vacth del film Doppio Amore. Mentre Padrini dei due Premi saranno Emanuele Turetta per il Reiter e Vinicio Marchioni per il Bertolucci.La manifestazione coinvolge anche il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma attraverso la realizzazione di video tributo a Virginia Reiter e Giuseppe Bertoluccied è realizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Virginia Reiter di Modena in collaborazione con il Teatro di Roma. Enti promotori e patrocinanti dell’iniziativa sono ilComune di Romae la Regione Lazio, BPER Banca,Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, il MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ERT- Emilia Romagna Teatro Fondazionee Amici dei Teatri modenesi, oltre al Comune di Modena e la Regione Emilia Romagna. Anche quest’annoSantella gioielli di Sperlonga ha realizzato, a cura della designer Daniela Izzi, i gioielli con cui verranno omaggiate le vincitrici del Premio Virginia Reiter e Giuseppe Bertolucci, mentre il manifesto del Festival è stato realizzato dal giovane creativo dello IED Andrea Marchi. Ma saranno tanti gli appuntamenti all’insegna del teatro nell’ambito del Premio Virginia Reiter e del Festival omonimo per celebrare la grande attrice del passato, coeva di Eleonora Duse e di Sarah Bernhardt, da cui era ammirata, interlocutrice di D’Annunzio e prima interprete della Lupa di Verga. Il Festival nasce nel 2007 da un’idea del regista e sceneggiatore Giuseppe Bertolucci e già sabato 13 ottobre Lucia Poli, premiata alla Carriera,terrà una lectio magistralis, sempre presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina, anticipata da un contributo video di Emma Dante e delle giovani attrici Mariagiulia Colace e Francesca Laviosa.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Digitale per Crescere: Innovazione, Crescita, Trasformazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma 25 ottobre, a partire dalle ore 15:00 presso la LUISS Guido Carli – Aula Magna Mario Arcelli si terrà l’evento organizzato da Anitec-Assinform “DIGITALE per CRESCERE – Innovazione, Crescita, Trasformazione”. Sarà un importante momento di confronto dedicato al futuro digitale del nostro Paese. Partendo dai dati del Rapporto “Il digitale in Italia 2018”, che verrà presentato per l’occasione e con proiezioni sino al 2020, ci si confronterà sul ruolo che del digitale per la crescita del Paese. E ci si confronterà sulle scelte da fare per sciogliere tre nodi fondamentali: dare continuità alla trasformazione digitale delle imprese, rilanciare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, colmare il gap di competenze digitali.
Interverranno, fra gli altri, il presidente di Anitec-Assinform Marco Gay, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e il presidente di Confindustria Digitale Elio Catania.
(www.digitalexcrescere.it)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nel DEF il problema della casa semplicemente non c’è

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Anche nel Documento sulla manovra economica per il 2019 non ci sono segnali di inversione di tendenza sulla questione abitativa. Come già nel Contratto di Governo tra Di Maio e Salvini, anche nel DEF il problema della casa semplicemente non c’è. E’ vero che nella finanziaria di quest’anno si torna a parlare di investimenti pubblici, dopo decenni di tagli e di privatizzazioni, ma sul fronte degli alloggi per le fasce più deboli continua a non esserci niente. Anzi, si continuerà a “valorizzare” il patrimonio immobiliare pubblico, cioè a venderlo per fare cassa, esattamente come hanno fatto in questi anni gli altri governi di centrodestra e di centrosinistra.Possibile che quando si parla di investimenti pubblici non venga in mente di investire nell’edilizia economica e popolare, che costituisce l’unica grande opera che in tutto il paese è sentita come urgente e che non troverà mai l’opposizione di nessuna comunità locale? Possibile che i tre milioni di famiglie che l’ISTAT censisce in sofferenza alloggiativa non rappresentino un problema sul quale intervenire?
La risposta purtroppo sta nella approvazione unanime del Decreto Salvini che non solo si accanisce contro i migranti ma colpisce con pesanti sanzioni penali chi lotta per difendere il diritto alla casa come i diritti dei lavoratori.
Per chi vive il problema della casa il DEF appena pubblicato e il Decreto Salvini sull’immigrazione sono le due facce della stessa medaglia: nessuna risposta concreta e repressione contro chi lotta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Obesità infantile

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

In Italia, a dieci anni, 2 bambini su 10 sono sovrappeso e 1 su 10 ha l’obesità: primato europeo. Contrariamente a quanto comunemente creduto, in pochissimi casi l’obesità è causata da una malattia genetica o endocrina, mentre è quasi sempre dovuta a piccoli, continui squilibri positivi tra assunzione calorica e spesa energetica. Impiega quindi alcuni anni per manifestarsi. L’organismo accumula efficientemente le calorie in eccesso aumentando il volume e il numero delle cellule adipose. Mentre il volume delle cellule adipose può essere ridotto con la terapia, assai difficile ridurre il numero delle cellule adipose stesse. Questa è una delle principali cause della difficoltà ad ottenere una guarigione completa dell’obesità una volta che si sia manifestata.
Purtroppo i genitori tendono a riconoscere solo tardivamente l’eccesso di peso nel loro bambino, sottovalutando gli errori alimentari e lo stile di vita sedentario che ne sono alla base. Spesso pensano (erroneamente) che con la crescita il bambino dimagrisca spontaneamente. Infine hanno scarsa consapevolezza delle complicanze associate all’obesità. Infatti anche nel bambino l’obesità altera il funzionamento di molti organi ed apparati, con la possibile comparsa di fegato grasso (steatosi epatica), alterati livelli di lipidi e glucosio nel sangue, ipertensione arteriosa, ridotta tolleranza al glucosio/diabete di tipo 2, irregolarità mestruali, patologie osteoarticolari o respiratorie e si associa a stigma sociale, scarsa autostima e frequenti episodi di vittimizzazione. Non esistono farmaci idonei a trattare il bambino con obesità. Piuttosto lo scopo della terapia è l’acquisizione e il mantenimento di un bilancio energetico negativo, cioè la riduzione dell’introito calorico rispetto al fabbisogno energetico per un periodo di tempo sufficiente a raggiungere un miglioramento del rapporto tra peso e statura.
Affinché la terapia abbia successo è indispensabile modificare il comportamento del bambino e della famiglia attraverso un’educazione continua su abitudini e stile di vita.
E’ importante fin dall’inizio del trattamento definire obiettivi di cambiamento semplici e condivisi fra gli operatori e la famiglia diretti a sedentarietà, attività fisica e abitudini alimentari con verifiche costanti dei risultati ottenuti in ambito comportamentale oltre che fisico e psicologico, nonché trattare eventuali co-morbilità fisiche e/o psicologiche.
Il trattamento dell’obesità, soprattutto se grave e/o complicata, va protratto a lungo, per anni, con costanti rivalutazioni di obiettivi e metodi di cura. Nota molto positiva è che anche un piccolo miglioramento ponderale, associato al progredire della crescita in statura e/o all’aumento dell’attività motoria si accompagna al miglioramento di tutte le alterazioni metaboliche associate all’obesità. Assai importante il coinvolgimento attivo del territorio e dei media nel ridurre l’impatto sui pazienti dell’ambiente circostante e la stigmatizzazione sul peso, usualmente forti ostacoli alla cura.
La prevenzione e la cura dell’obesità nel bambino vedono nel pediatra la figura di riferimento. La Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica e la Società Italiana di Pediatria hanno di recente pubblicato i risultati della Consensus nazionale sull’Obesità Pediatrica, che costituisce un riferimento per tutti gli operatori coinvolti nella prevenzione e cura dell’obesità del bambino e dell’adolescente. Argomento centrale della Consensus è la realizzazione della rete assistenziale pediatrica per l’obesità, in grado di offrire un continuum di assistenza dalla nascita alla tarda adolescenza, favorendo prevenzione, diagnosi precoce e trattamento per tutti i livelli di complessità clinica. Ogni famiglia deve poter contare su un’assistenza coordinata che la accompagni nella gestione di questa importante condizione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I paradigmi odierni nel mondo del lavoro

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Risulta abbastanza chiaro che i paradigmi usati fino ad oggi nel mondo del lavoro non sono più sufficienti a risolvere i problemi contemporanei, ed è per questo che ne vanno trovati di nuovi. Tra quelli maggiormente interessanti vi è senza dubbio quello della Shared Value.
In questo nuovo modello si abbandona la visione che vede la contrapposizione di interessi tra la società civile e le grandi aziende e si pone in evidenza come alcune attività di business commerciali, se indirizzate nel modo giusto, possano generare soddisfazione per entrambe le parti, creando una sorta di win-win.L’applicazione della logica della Shared Value, ideata circa dieci anni fa da Michael Porter, professione ed economista della Harvard Business School, determinerebbe significativi vantaggi su temi di estrema importanza come la tutela ambientale e la salvaguardia dei territori. Alcune azioni, infatti, non si presentano semplicemente come eticamente giuste, ma, proprio seguendo la logica di interesse coincidente della Shared Value e di altre teorie alla base della Green economy, anche potenzialmente profittevoli per le grandi aziende.In quest’epoca così difficile, confusa e contraddittoria è fondamentale abbandonare la logica dello scontro e comprendere che è solo con la collaborazione che si possono raggiungere determinati risultati e uscire dalla crisi globale che ha travolto il mondo occidentale.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Wikipedia in lingua esperanto ha raggiunto i 250.000 articoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

La lingua esperanto, la lingua internazionale lanciata nel 1887 dal polacco Zamenhof, vive ed è utilizzata nella vita reale e soprattutto in rete: la sua Wikipedia ha raggiunto quota 250.000 articoli. La sua prima versione è stata pubblicata il 2 gennaio 2002 con più di 300 pagine grazie all’opera di Chuck Smith, Jerry Muelver e Stephen Kalb. Gli articoli sono liberamente modificabili e recentemente oltre 300 utenti modificano i contenuti della Wikipedia in esperanto ogni mese. I volontari di Wikipedia continuano ad aggiungere nuove voci e contemporaneamente a espandere e aumentare le risorse esistenti. L’intero progetto è possibile solo grazie alla collaborazione immediata su Internet e a molti volontari.La Wikipedia in esperanto si posiziona alla 32a posizione tra le altre enciclopedie per numero di articoli. Vicino al basco (che ha circa 45 mila voci in più), il bulgaro e l’armeno (5 mila in meno) si stanno avvicinando rapidamente. Ma la quantità di articoli è importante ma non è tutto. Considerata la qualità dei 1.000 articoli più importanti, l’enciclopedia in esperanto si trova in un ottimo 16° posto. Nel movimento globale la Wikipedia nella lingua lanciata da Zamenhof viene valutata positivamente, in quanto è stato fondata molto presto, unisce una comunità significativa ed è anche ufficialmente rappresentata dall’associazione Esperanto e libera conoscenza (Eliso).
La Wikipedia in questi anni è cambiata molto. Inizialmente, la scrittura avveniva utilizzando un codice speciale, non molto difficile, ma non immediatamente intuitivo per i principianti. Oggi, invece, è possibile modificare e formattare il testo come nell’e-mail. Inoltre, programmi avanzati ora eseguono diversi lavori monotoni, permettendo ai volontari di concentrarsi sulla realizzazione di testi di buona qualità. Ancora più persone eseguono semplici modifiche (ad es. la correzione dei refusi) tramite l’applicazione per telefoni cellulari. Poiché Wikipedia è un valore aggiunto della comunità esperantista, diverse organizzazioni la sostengono. Tra loro ci sono l’Associazione Mondiale d’Esperanto, la Gioventù Esperantista Mondiale, E @ I e l’associazione Esperanto e libera conoscenza (Eliso). Le statistiche su tutte le oltre 200 versioni di Wikipedia si trovano all’indirizzo https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Wikipedias#Detailed_list, mentre i dati specifici sulla versione Esperanto sono disponibili alla pagina https://eo.wikipedia.org/wiki/Specialaĵo:Statistikoj.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maratona di Roma: il Tar conferma validità del bando

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma. Il Tar Lazio ha pubblicato la Sentenza che ribadisce, in maniera molto chiara e dettagliata, la correttezza della procedura pubblica voluta dall’Amministrazione Raggi. La Maratona Internazionale di Roma nasce nel 1994, a seguito di un Protocollo d’Intesa siglato dall’allora Comune di Roma e la Fidal e da lì viene istituito il Comitato Promotore composto appunto dai due Enti. La prima edizione ha visto l’affidamento dell’organizzazione mediante una selezione comparativa, in linea con le normative di allora; per tutte le edizioni successive invece si è proceduti ad un affidamento diretto ad un solo privato, contravvenendo quindi a quanto già all’epoca prevedeva la Legge. La Sentenza del Tar Lazio evidenzia invece come l’attuale iniziativa comunale sia “frutto di una più ponderata e corretta valutazione dell’originaria assunzione «pubblica» della manifestazione; la quale era stata di fatto, per così dire, «lasciata» alla gestione diretta delle ricorrenti, contravvenendo tuttavia a basilari regole di buona amministrazione, che, già all’epoca, avrebbero imposto quanto meno una selezione comparativa, trattandosi si attribuire a privati chiari vantaggi economici e competitivi e di preservare anche utilità pubbliche”.
Il bando “appare dunque scelta corretta, la quale ripristina la regolare azione amministrativa”, rispettando “il principio di buon andamento ex art.97 della Costituzione”, il quale “non ammette una rinuncia tacita ad una utilità pubblica a favore di un privato, laddove l’amministrazione abbia previamente consacrato in atti amministrativi l’assunzione di un evento di pubblica utilità, siccome foriero tra l’altro di vantaggi ideali ed economici di rilevante consistenza”. “Con la sentenza del Tar Lazio – afferma l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia – si conferma la validità dell’azione posta in essere dall’Amministrazione in maniera palese e netta. Finora, e ci riserviamo anche di verificare cosa sia stato o meno fatto in passato, la Maratona di Roma non solo non ha avuto il lustro che merita, ma è stata anche gestita non correttamente dal punto di vista amministrativo. Dal 2020 avremo una Maratona di livello, competitiva finalmente con gli standard delle altre capitali europee. Nel frattempo la prossima edizione del 2019, come ribadito più volte, si svolgerà regolarmente il 7 aprile sotto la gestione della Fidal, come d’altronde previsto nel bando stesso”. “La prossima edizione della Maratona di Roma sarà la maratona di tutti, un evento che inizia sei mesi prima del giorno della gara e che vedrà coinvolti direttamente tutti i gruppi sportivi romani che vorranno collaborare agli eventi preparatori, agli allenamenti di gruppo e, naturalmente, all’evento del 7 aprile”, conclude il Presidente della X Commissione Capitolina, Angelo Diario.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma in ginocchio: strade dissestate traffico in tilt aumentano incidenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

“Il rapporto della Polizia Locale sugli incidenti stradali è molto allarmante. I tragici fatti di cronaca di cui sono stati vittime i pedoni negli ultimi giorni e l’elevato numero di incidenti che supera i 2500 al mese non possono essere trascurati. Aumentano gli incidenti stradali sulle strade della nostra città, il report concernente i primi sei mesi del 2018, pubblicato dalla Polizia Locale, è chiaro l’ 83% degli incidenti è causato dai dissesti stradali. Non solo la segnaletica stradale verticale e soprattutto orizzontale è estremamente fatiscente. Strisce pedonali oramai cancellate o addirittura lasciate a metà, stop completamente scoloriti. Bene ha fatto il quotidiano il Messaggero ad offrire cinque proposte da cui ripartire per offrire maggiore sicurezza sulle strade della Capitale. Ne condividiamo i progetti nell’intenzione di arginare l’alto numero delle vittime della strada. Bene quindi l’ampliamento degli orari delle zone a traffico limitato al week end, la stretta sul transito dei bus e l’incentivazione all’utilizzo dei mezzi pubblici, tutti strumenti a costo zero e l’incremento delle pattuglie dei Vigili Urbani. Vorremmo offrire però anche qualche proposta per ampliare l’azione di protezione degli utenti fragili della strada. Eccone alcune: attività di formazione dei tecnici comunali per prevenire le situazioni di pericolo che si determinano nel tempo; sviluppo di strutture tecniche sull’incidentalità stradale; educazione stradale nelle scuole; campagne pubblicitarie rivolte ad alcune categorie di utenti; percorsi partecipativi per l’individuazione delle misure più idonee a contrastare l’incidentalità; un piano di azioni per la riduzione delle velocità nelle ore notturne lungo gli itinerari cittadini più a rischio; l’ampliamento dei terminali dei marciapiedi in corrispondenza di fermate e attraversamenti e incroci al fine di rallentare la velocità degli autoveicoli; monitorare il rifacimento delle strisce pedonali mentre si avviano altre sperimentazioni e rialzare lievemente la parte di asfalto nelle intersezioni più pericolosi usando un asfalto colorato per la segnalazione. Gli ostacoli che si frappongono a queste soluzioni, purtroppo richiamano all’argomento gare, e ai pasticci dell’amministrazione Raggi. In buona sostanza i soldi ci sarebbero pure ma la giunta non riesce a spenderli, con grave danno appunto sull’incolumità dei cittadini e con pesanti riflessi sull’economia della Città. Ricordiamo anche che questa Giunta M5S non è riuscita a redigere ed a far approvare entro il 30 settembre il bilancio consolidato, che di per sé è un fatto che dovrebbe allarmare non poco, perché significa che la Sindaca non è in grado di dare il quadro economico di tutta la macchina capitolina, in poche parole ignora completamente la situazione economica dell’Ente di cui è Sindaco e responsabile in prima persona. L’assenza di tale provvedimento impedisce anche l’assunzione di personale di cui ci sarebbe molto bisogno. Purtroppo assistiamo ad un evidente impasse dell’amministrazione grillina ad intervenire su una situazione particolarmente delicata. Dalla periferia fino al Campidoglio, perché anche alle pendici della Rupe Tarpea si dimenticano di far dipingere le strisce pedonali, nonostante gli attraversamenti siano proprio sotto le finestre della sindaca. Vogliamo poi parlare delle alberature? Radici che divelgono strade e marciapiedi, fronde che limitano la visuale della segnaletica verticale, che ostacolano la vista agli incroci e oscurano la spesso scarsa illuminazione stradale. Questo sinteticamente il quadro allarmante della sicurezza stradale della nostra Capitale.“
Così in una nota il capogruppo del Pd capitolino Antongiulio Pelonzi e la consigliera Ilaria Piccolo.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat povertà: una vergogna, bene reddito cittadinanza ma non basta

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Secondo l’Istat, in Italia vivono 5 milioni di individui in condizione di povertà assoluta, il massimo dal 2005 sia in termini di famiglie (1,778 milioni, pari al 6,9% delle famiglie residenti) che in termini di singole persone (8,4% dell’intera popolazione).”Una vergogna! Il fatto che nel 2017 la povertà assoluta abbia raggiunto i valori più alti dall’inizio delle serie storiche, ossia di sempre, dimostra che quanto è stato fatto finora per ridurre le diseguaglianze e combattere la povertà non è stato abbastanza” dichiara Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “In tal senso il reddito di cittadinanza è positivo, ma insufficiente, dato che non rimuove le cause della povertà. Non basta aiutare i poveri con un sostegno al reddito. Bisogna anche rimuovere le ragioni della povertà, altrimenti le file dei poveri continueranno ad ingrossarsi. Non è solo la crisi e la perdita del posto di lavoro ad aver prodotto questi risultati, ma un fisco sempre più iniquo che ha tassato sempre di più chi già faticava ad arrivare alla fine del mese, violando il criterio della capacità contributiva fissato dall’art. 53 della Costituzione. Gli stipendi poi sono stati bloccati mentre il costo della vita e le tariffe aumentavano” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

World Food Day 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Roma 16 ottobre 2018 ore 11 Sala stampa della Camera dei Deputati via della Missione 4 conferenza stampa sul World Food Day alla presenza degli special guests: Najirou Sall, leader contadino senegalese e vice presidente della Rete delle organizzazioni contadine africane ROPPA
Maude Barlow, presidente del Council of Canadians, organizzazione storica ambientalista che si batte per la giustizia commerciale e contro CETA e TTIP, a un anno dall’entrata in vigore provvisoria del CETA.
La Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) ci dice, infatti, che dal 2016 il numero delle persone che nel mondo ha fame è tornato ad aumentare: si stima che siano arrivate a 821 milioni – circa una persona al mondo su nove.
A Roma, in questi giorni, proprio presso la FAO, oltre 300 leadersdi organizzazioni contadine, donne, popoli indigeni, consumatori e associazioni, che rappresentano più di 12 milioni di abitanti del pianeta, provenienti da tutti i Paesi del mondo, stanno presentando il proprio Rapporto indipendente sull’applicazione delle Linee Guida volontarie per il diritto al cibo, lanciate nel 2004, e che avrebbero dovuto guidare i Governi nel combattere la fame nei propri territori.Ci sono sicuramente alcuni aspetti molto positivi favoriti dall’applicazione di queste Linee Guida: ad esempio negli anni successivi alla loro approvazione un numero significativo di Paesi (Kenya, Messico, Nepal, Bolivia, Egitto, Ecuador e altri) ha sancito il diritto al cibo e/o alla sovranità alimentare nelle proprie Costituzioni.D’altra parte però, esistono molte criticità ancora irrisolte: laddove ad esempio le Linee Guida riconoscono che i mercati integrati nei territori (a livello locale, nazionale e regionale) debbano essere sostenuti in quanto distribuiscono l’80% di tutto il cibo consumato nel mondo, ma nell’attuazione pratica accade ancora molto raramente, e quando accade viene considerato strategicamente complementare allo sviluppo industriale globale e intensivo.A questo si affianca poi la moltiplicazione da parte dell’Europa di trattati di liberalizzazione commerciale (come il CETA o gli EPA) con i propri principali partner economici, ricchi e poverissimi, che mettono la difesa della sovranità alimentare, dell’ambiente e dei diritti delle comunità in secondo piano rispetto agli interessi di poche grandi imprese a Nord e a Sud.
La conferenza stampa sarà l’occasione per ascoltare le voci dei rappresentanti delle organizzazioni italiane e internazionali, le loro denunce e proposte per sfamare il pianeta.Tra gli invitati ci sono i gruppi politici che sostengono la campagna e i parlamentari di tutte le formazioni politiche.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

14 toiles inédites de Maurice UTRILLO

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

La place des Abbesses.jpgParis Le 23 novembre, la maison Tessier Sarrou dispersera la collection de Pierre Levasseur. Connu pour son génie aéronautique, cette vente illustre son amour de l’art et sa passion de la collection. C’est donc avec enthousiasme que 14 toiles inédites de Maurice UTRILLO (1883-1955) seront présentées aux enchères, après avoir été conservées depuis leur création et jusqu’à ce jour au sein de la même famille. Ces peintures jalousement gardées pendant près de 100 ans accompagnent une correspondance entre Utrillo, Suzanne Valadon, André Utter et Pierre Levasseur. Un ensemble de mobilier et objets d’art complète cette dispersion dont l’estimation avoisine 1,5 million d’euros. Découvrir l’intérieur d’un collectionneur est un moment rare, attendu et espéré par le commissaire-priseur et ses collaborateurs. Ainsi, avons-nous été comblés et émus de trouver disposé harmonieusement en bonne place sur les murs des chambres et au salon, cet ensemble de tableaux d’un Maître singulier qui a marqué l’histoire de l’art au début du vingtième siècle, précise l’expert de la vente, Marc Ottavi. (photo: La place des Abbesses copyright tessier sarrou)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cabozantinib to Be Featured in 13 Presentations at ESMO 2018 Congress

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Exelixis, Inc. (NASDAQ:EXEL) announced that data from clinical trials of cabozantinib will be the subject of 13 presentations at the European Society for Medical Oncology (ESMO) 2018 Congress, which is being held October 19-23, 2018 in Munich, Germany.Poster presentations will include results from the dose escalation stage of the phase 1b COSMIC-021 study of cabozantinib in combination with atezolizumab in previously untreated advanced renal cell carcinoma (RCC). Additionally, a poster discussion session will feature a late-breaking abstract evaluating the effect of PD-L1 status on clinical outcomes with cabozantinib in advanced RCC in the CABOSUN and METEOR trials.“The data at ESMO showcase the potential of cabozantinib across a range of difficult-to-treat cancers,” said Gisela Schwab, M.D., President, Product Development and Medical Affairs and Chief Medical Officer, Exelixis. “We are especially excited to present results from the dose escalation stage of the COSMIC-021 trial evaluating the combination of cabozantinib and atezolizumab in advanced kidney cancer and look forward to sharing these data and more with the oncology community at this year’s ESMO Congress.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentation of Data Confirming Envisia Genomic Classifier’s Ability to Improve Diagnosis of Idiopathic Pulmonary Fibrosis

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Veracyte, Inc. (Nasdaq: VCYT) announced the presentation of data demonstrating that the Envisia Genomic Classifier can help physicians more confidently diagnose interstitial lung disease (ILD), including idiopathic pulmonary fibrosis (IPF), without the need for surgery. The data were shared today in an oral presentation at CHEST 2018, the annual meeting of the American College of Chest Physicians®, which is being held October 6-10 in San Antonio, Texas.Using data from a prospective study of 49 patients presenting with new-onset ILD, researchers evaluated samples obtained through nonsurgical transbronchial biopsy to determine the Envisia classifier’s accuracy in detecting usual interstitial pneumonia (UIP), a pattern whose presence is essential to IPF diagnosis. Utilizing histopathology as the reference standard, investigators found that the genomic test shows a specificity of 88 percent and sensitivity of 70 percent for detecting UIP. While high-resolution computed tomography (HRCT) is typically the first step in distinguishing IPF from other ILDs, previous data have shown that up to 50 percent of UIP cases are missed by HRCT alone. Among the 42 cases in the current study with the lowest diagnostic confidence following HRCT – i.e., those without definite or probable UIP – the Envisia classifier provided even more robust results (88 percent specificity and 76 percent sensitivity).
The Envisia classifier is currently available to a limited number of institutions through an Early Access Program. In August 2018, Veracyte received a draft Medicare coverage policy for the Envisia classifier through the MolDx program. The company expects the final policy will go into effect in early 2019 and plans to expand availability of the test in 2019.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »