Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 28 ottobre 2018

World Jewish Congress horrified by Pittsburgh synagogue shooting

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

“The World Jewish Congress is shocked and horrified by the heinous act of terror that unfolded this morning at the Tree of Life Congregation Synagogue in Pittsburgh. Our thoughts and prayers are with the victims and their families and all the people of Pittsburgh,” WJC President Ronald S. Lauder said on Saturday, after a gunman opened fire outside of the building during morning services, leaving multiple casualties.“We commend the Pittsburgh police department for responding so quickly to this terrifying situation and preventing further casualties, and for effectively apprehending the assailant.” Lauder said. “It is unfathomable that in the United States of America, Jews or any one else should have to live in fear of being targeted simply because of who they are and where they choose to worship. This was an attack not just on the Jewish community, but on America as a whole. We must condemn this attack at the highest levels and do everything in our power to stop such atrocities from happening again.”The World Jewish Congress (WJC) is the international organization representing Jewish communities in 100 countries to governments, parliaments and international organizations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Addio a Lello Di Segni

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Si è chiuso uno dei capitoli più terribili della storia della Comunità ebraica di Roma: nella notte ci ha lasciati Lello Di Segni, l’ultimo sopravvissuto della retata nazista del 16 ottobre 1943.Nato a Roma il 4 novembre 1926 da un venditore ambulante (Cesare) e una madre casalinga (Enrichetta Zarfati), Lello venne catturato assieme alla sua famiglia durante la razzia del quartiere ebraico della città, in quello che rappresenta il momento più tragico della Comunità ebraica di Roma dell’epoca moderna.Deportato a Auschwitz-Birkenau, fu separato dai tre fratelli più piccoli e della madre, rimanendo con il padre nel lager nazista per un mese fino a quando non venne spedito al ghetto di Varsavia a liberare le strade dalle macerie.Dopo quasi un anno nella capitale polacca, un nuovo trasferimento forzato lo porta prima al campo di Allach e poi a Dachau, lager da cui fu liberato dall’esercito degli Stati Uniti.I funerali di Lello Di Segni si sono svolti questa mattina e la salma è transitata davanti al Tempio Maggiore di Roma prima si essere condotta al cimitero di Prima Porta.La presidente della CER, Ruth Dureghello, ha ricordato Lello Di Segni:
“La sua sua perdita, oltreché essere un dolore per la nostra Comunità, è purtroppo un segnale di attenzione e un monito verso le generazioni future. Con lui viene a mancare la memoria storica di chi ha subito la razzia del 16 ottobre tornando per raccontarcela. Da oggi dobbiamo trovare il coraggio per essere ancora più forti, per non dimenticare e non permettere a chi vuole cancellare la Storia e a chi vorrebbe farcela rivivere di prendere il sopravvento. Alla sua famiglia l’abbraccio dell’intera Comunità.”Oggi si è chiuso uno dei capitoli più terribili della storia della Comunità ebraica di Roma. La morte di Lello Di Segni, l’ultimo sopravvissuto alla retata nazista del 16 ottobre, però ne apre un’altra.
Da oggi inizieranno le problematiche sulle testimonianze di ciò che accadde durante la Shoah. Inizierà quel percorso molto impegnativo per le generazioni che non hanno subito le barbarie naziste. Starà a loro perpetrare la memoria di quando l’Inferno diventò realtà per milioni di ebrei in tutta Europa.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XVII edizione del Premio Anima

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma Lunedì 29 ottobre 2018 – ore 18 Terrazza Caffarelli in Campidoglio si terrà la XVII edizione del Premio Anima, organizzato da Anima per il sociale nei valori d’impresa, la non profit promossa da Unindustria.Il Premio è ideato per sensibilizzare imprese e opinione pubblica alla crescita di una coscienza etica, dando voce, attraverso l’arte e la cultura, ai valori della responsabilità e della sostenibilità.Filo conduttore dell’edizione 2018 è il comune impegno contro l’indifferenza nei confronti di importanti problematiche sociali, quali fenomeni di emarginazione, degrado e illegalità.Sette le categorie premiate: Cinema, Fotografia, Giornalismo, Letteratura, Musica, Teatro e Premio Speciale 2018.La giuria del Premio Anima che assegnerà i riconoscimenti è presieduta da Luigi Abete e composta da: Giovanni Anversa, Luca Bergamo, Maite Carpio Bulgari, Antonio Calabrò, Innocenzo Cipolletta, Paolo Conti, Alberto Contri, Domenico De Masi, Anselma Dell’Olio, Laura Delli Colli, Carlo Fuortes, Giampaolo Letta, Annamaria Malato, Pepi Marchetti Franchi, Michele Mirabella, Mirella Serri, Claudia Terracina, Marina Valensise, Giovanni Valentini, Nicola Zingaretti.
Le candidature per ciascuna categoria premiata sono state scelte da un Comitato Tecnico composto da: Sabrina Florio, Angelo Bucarelli, Antonio Calbi, Ilaria Catastini, Isabella Ferretti, Maria Teresa Rosito. Presenterà la serata la giornalista Myrta Merlino.
La cerimonia si aprirà con un momento musicale, un brano cantato da Canio Loguercio, che ha rivisitato il brano storico di Libero Bovio «Lacreme napulitane» sul tema dell’emigrazione, con il coinvolgimento di alcuni migranti della Società cooperativa Casba di Napoli, che si occupa di integrazione e inclusione sociale.Alla cerimonia di premiazione parteciperanno: il Vice Sindaco e Assessore alla Crescita culturale di Roma Capitale Luca Bergamo, il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il Presidente del Premio Anima Luigi Abete, il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello, il Vice Presidente di Confindustria per il Lavoro e Relazioni Industriali Maurizio Stirpe, la Presidente di Anima e Vice Presidente di Unindustria con delega all’Etica e Legalità Sabrina Florio. Tra gli altri, interverranno Silvia De Dominicis, Amministratore Delegato Johnson & Johnson Medical e Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol. Ai vincitori verrà consegnata un’opera ideata e donata da SLAMP, azienda associata ad Anima.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studi in onore di Bruna Costacurta

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma Lunedì 5 novembre 2018, ore 17:00 Piazza della Pilotta 4 presentazione del volume “La vita benedetta. Studi in onore della prof.sa Bruna Costacurta in occasione del suo quarantesimo anno di insegnamento”, a cura di Luca Mazzinghi, Grazia Papola, Fabrizio Ficco, che avrà luogo lunedì 5 novembre alle ore 17:00. Dopo i saluti di P. Dariusz Kowalczyk SJ, decano della Facoltà di Teologia della Gregoriana, e di P. Michael Kolarcik SJ, rettore del Pontificio Istituto Biblico, interverranno Luca Mazzinghi, curatore del libro, e la prof.ssa Costacurta.«L’intento è di contribuire alla comprensione dell’antropologia biblica attraverso lo studio organico di un’emozione tra le più centrali (anche se tra le più rimosse) dell’uomo, che lo tocca nella sua dimensione di creatura e ne rivela tutta la limitatezza e la costitutiva fragilità. È con la paura che l’uomo, sottoposto alla legge della morte, fa esperienza della propria verità di essere strutturalmente minacciato. Egli può essere liberato dalla paura solo accedendo, nella fede, a una realtà in cui la morte sia stata definitivamente vinta» (B. Costacurta,La vita minacciata, 1988).
Dalla «vita minacciata» a «la vita benedetta»: il percorso accademico, biblico e umano insieme di Bruna Costacurta ci porta a comprendere ancora meglio che lo studio e l’amore per la Parola di Dio rendono la vita umana nuova e feconda; dalla paura passiamo così alla fiducia e alla pace, ad una vita, appunto, benedetta dal Signore.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati: nasce l’app Blend-In

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Modena lunedì 29 ottobre dalle 9:00 alle 13:00 presso la sede Legacoop in via S. Fabriani 120 chiusura del progetto, col convegno “Orientare i richiedenti asilo: come un esploratore solitario che ha perso bussola e mappa”, si illustrano i risultati, le esperienze e le testimonianze dei partecipanti al progetto. In questa occasione viene presentata agli operatori e ai cittadini l’applicazione per Android che porta lo stesso nome del progetto da cui è nata: Blend-In.
Si tratta di una “cassetta degli attrezzi” per l’integrazione culturale, sociale e linguistica nella forma di un’applicazione mobile, che orienta i neo-arrivati nelle realtà socio-culturali di accoglienza. L’applicazione può aiutare l’utilizzatore a imparare quali sono i diritti e le opportunità, supportandolo nel compiere decisioni informate al fine di promuovere la sua integrazione nel Paese ospitante. Le informazioni fornite nell’APP riguardano aree quali comunicazione, educazione, salute, sicurezza e lavoro. Poiché la maggior parte dei giovani richiedenti asilo che arrivano in Europa possiedono uno smart-phone, l’applicazione mobile per l’orientamento è accessibile da un vasto numero di beneficiari: è disponibile gratuitamente 24 ore al dì, 7 giorni su 7; inoltre può essere utilizzata sia in maniera autonoma che attraverso la mediazione di un operatore. La app attualmente è disponibile in inglese ed è stata tradotta in altre 8 lingue, tra cui Urdu, Pashto, Arabo e Somalo.Inoltre, è stato sviluppato un “Manuale per operatori per l’integrazione dei rifugiati”, indirizzato ad assistenti sociali, educatori, psicologi, leader di comunità migranti, mediatori culturali; in altre parole, a coloro che interagiscono su base quotidiana con rifugiati e richiedenti asilo, e che possono facilitare l’introduzione dell’applicazione Blend-In verso i suoi potenziali utilizzatori finali. Il manuale si focalizza su aree chiave per un’integrazione efficace, ad esempio i codici etici e deontologici nel lavoro con giovani rifugiati; come valorizzare nei ragazzi la loro fiducia in sé durante le prime fasi di ricollocamento, dando informazioni accurate sul Paese ospitante; comprendere il profilo generazione e culturale del gruppo target e comunicare con loro di conseguenza; dare ai giovani rifugiati orientamento culturale pre e post partenza basato sulle risorse dell’applicazione mobile e promuovere l’applicazione mobile nel contesto del loro lavoro.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Annunciata l’apertura ufficiale del nuovo Centro Culturale Al Hosn

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Abu Dhabi. Il Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi) oggi ha annunciato la tanto attesa apertura di “Al Hosn”, una nuova destinazione culturale nel centro di Abu Dhabi, per il prossimo 7 dicembre 2018.Al Hosn è un complesso urbano originale che comprende 4 elementi interconnessi: lo storico Forte Qasr Al Hosn, la Fondazione Culturale, il palazzo del National Consultative Council e la Casa degli Artigiani. L’apertura ufficiale rappresenterà la celebrazione della ricca storia e cultura di Abu Dhabi con giornate di festeggiamenti ed eventi aperti al pubblico.Il Qasr Al Hosn, il sito culturale più antico e intriso di significato di Abu Dhabi City, comprende due strutture iconiche: Il Forte Interno (The Inner Fort) risalente intorno al 1795 e il Palazzo Esterno (the Outer Palace), che fu eretto negli anni ’40 dello scorso secolo. Una testimonianza della storia vivace di Abu Dhabi che negli ultimi due secoli ha ospitato la famiglia regnante, la sede del governo, il Consultative Council e l’Archivio Nazionale. Ora trasformato in un museo dopo molti anni di lavori di ristrutturazione e conservazione rigorosa, il Qasr Al Hosn è un monumento che traccia la storia dello sviluppo della città da un villaggio di pescatori di perle del XVIII secolo alla moderna metropoli globale, dove il forte oggi è circondato dai grattacieli del vivace centro città di Abu Dhabi.La nuova sede rinnovata della Fondazione Culturale ospiterà un programma ricco di mostre d’arte e dello spettacolo, insieme all’apertura della prima Biblioteca per Bambini della regione. Per celebrare la riapertura a dicembre, la Fondazione del Centro delle Arti Visive (Visual Arts Centre) presenterà una mostra importante che si concentrerà sulla storia della struttura come un faro per gli artisti locali. La Fondazione Culturale riaprirà in diverse fasi con l’accesso il 7 dicembre al Centro delle Arti Visive, che comprende gli spazi espositivi e gli art studios. I due elementi rimanenti, un teatro e la Biblioteca dei Bambini, apriranno nel 2019.SE Mohamed Khalifa Al Mubarak, Chairman, DCT Abu Dhabi ha dichiarato: “Il Qasr Al Hosn ripercorre la storia della città di Abu Dhabi, il nostro primo edificio che rappresenta un punto fermo nella nostra città in evoluzione. È un testamento per il cuore e lo spirito della nostra gente, depositario delle memorie della collettività, e la sua riapertura rappresenta un momento importante sia per i cittadini di Abu Dhabi che di tutti gli Emirati Arabi Uniti. Inoltre, attendiamo con trepidazione la riapertura della Fondazione Culturale, che ha sempre giocato un ruolo fondamentale nella scena culturale di Abu Dhabi, degli EAU e della regione. Con il Centro di Al Hosn, cerchiamo di nutrire il senso della comunità e di creare la casa della cultura emiratina. È un luogo dove riflettere sul passato, abbracciare il presente, e dare forma al futuro di Abu Dhabi.”
SE Saif Saeed Ghobash, Undersecretary, DCT Abu Dhabi ha aggiunto: “Con lo storico Forte di Qasr Al Hosn e il Modern Heritage Building della Fondazione Culturale, uno accanto all’altro, Al Hosn sarà una destinazione aperta tutto l’anno per una comunità più ampia che include gli emiratini che vogliono conoscere il loro patrimonio culturale e gli amanti dell’arte per scambi di idee, lasciandosi coinvolgere da una scena culturale attiva. Ci auguriamo di creare ancora una volta una casa autentica per la creatività e l’apprendimento, il dialogo e il confronto, uno spazio per celebrare non solo il nostro passato ma anche la nostra cultura contemporanea emiratina. Al Hosn vuole essere altresì una rappresentazione dell’identità di Abu Dhabi con una offerta innovativa culturale ed esperienze stimolanti.”

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sigarette Elettroniche: Un rischio ridotto per la salute

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

“Dopo anni in cui il nostro settore ha subito rallentamenti dovuti ad eccessive penalizzazioni fiscali, stiamo registrando finalmente una ripresa e confidiamo di raggiungere presto la competitività maturata in altri Paesi europei dove, in un’ottica di riduzione del danno, si moltiplicano le iniziative di sensibilizzazione finalizzate alla sostituzione delle sigarette tradizionali con prodotti di nuova generazione come, appunto, le sigarette elettroniche”.È quanto ha dichiarato Gianluca Giorgetti, Vicepresidente di ANAFE, l’associazione nazionale produttori fumo elettronico aderente a Confindustria, intervenendo questa mattina alla tavola rotonda promossa a Roma da Unindustria dal titolo “Per un Lazio senza fumo: politiche sanitarie e riduzione del danno”.“L’Inghilterra, dove è lo stesso Ministero della Salute ad aver sottolineato che le sigarette elettroniche sono del 95% meno dannose rispetto alle sigarette tradizionali, è il Paese più di tutti all’avanguardia per quanto riguarda l’informazione ai cittadini sui prodotti a rischio ridotto. Ciò che caratterizza questi prodotti è, infatti, l’assenza di combustione da cui deriva la gran parte delle sostanze tossiche delle sigarette tradizionali. È questo il motivo per cui le e-cig sono un’alternativa meno nociva che dovrebbe essere seguita per contrastare, in modo pragmatico, le malattie fumo correlate”.“Il divieto di pubblicità – conclude Giorgetti – rende l’attività di comunicazione sui nostri prodotti fortemente limitata. I dati scientifici ed economici sono chiari: se da un lato le accise sulle sigarette tradizionali garantiscono allo Stato un incasso di 14 miliardi l’anno, dall’altro sono ben 7 i miliardi assorbiti dai costi sociali per le cure delle malattie determinate dal fumo. I prodotti a rischio ridotto consentono, dunque, non solo un’opportunità per la tutela della salute degli attuali fumatori, ma anche un risparmio strutturale enorme per le casse dello Stato”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centenario dell’indipendenza della Polonia

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Chivasso sabato 3 novembre alla Mandria di Chivasso una serie di celebrazioni e di iniziative che rinsaldano il gemellaggio tra le città di Chivasso e di Przemysl e il legame tra la Polonia e il Canavese. Le celebrazioni, patrocinate dalla Città Metropolitana di Torino, inizieranno alle 9,30 con lo scoprimento della lapide in ricordo dei soldati polacchi ospitati al termine della Prima Guerra Mondiale nella tenuta della Mandria, la posa di una corona d’alloro in memoria dei militari e i saluti delle autorità polacche e italiane. Alle 10 nel cimitero della Mandria saranno deposti fiori alla lapide che ricorda i primi soldati polacchi deceduti a Chivasso. Altri fiori saranno deposti alle 10,45 sulla tomba dei soldati polacchi nel cimitero del capoluogo. Una corona d’alloro sarà infine deposta alle 11,15 alla lapide che ricorda i caduti polacchi in piazza Dalla Chiesa.Nella stessa piazza alle 11,30 si inaugurerà la mostra ”Da prigionieri a uomini liberi. L’Armata polacca in Italia 1918 – 1919”, allestita nei locali dell’ex biblioteca e celebrata con un annullo filatelico speciale.Alle 16 nel cimitero di Ivrea sarà deposta una corona alla tomba dei soldati polacchi, mentre in serata, alle 20, il Teatro Civico di Chivasso ospiterà il Gran concerto vocale strumentale polacco-italiano, con canti patriottici dei due paesi, arie d’opera e canti di Stanisław Moniuszko. Protagonisti del concerto saranno la soprano Dominika Zamara, il pianista Andrea Musso e la voce recitante Beata Dudek.
Il legame forte fra Torino e la sua provincia e la Polonia si rinsaldò al termine della Prima Guerra Mondiale, quando 22.000 soldati polacchi, precedentemente inquadrati nell’esercito austro-ungarico e catturati dagli italiani durante il conflitto, si arruolarono come volontari nel nuovo esercito che venne costituito per iniziativa del Comitato Nazionale Polacco. Essi trascorsero un periodo di addestramento alla Mandria di Chivasso e, nel 1919, tornarono in patria per combattere ai confini orientali prima contro gli ucraini e poi contro le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, assicurando così alla Polonia un breve periodo di indipendenza nazionale, che sarebbe però terminato tragicamente nel 1939, con le contemporanee invasioni tedesca e russa seguite allo sciagurato Patto Molotov-Ribbentrop.
A Chivasso, ad Ivrea e a Torino sono sepolte le salme di molti dei soldati che non riuscirono a sopravvivere alle malattie contratte durante la prigionia in Italia negli anni che vanno dal 1915 al 1918. La ricorrenza dell’11 novembre ricorda la riconquista della sovranità nazionale da parte dei polacchi nel 1918, al termine della Grande Guerra. La Comunità Polacca di Torino-Ognisko Polskie w Turynie si è invece costituita ufficialmente dopo la Seconda Guerra mondiale, quando alcuni ufficiali che avevano combattuto contro i nazifascisti, servendo nel corpo d’armata comandato dal generale Anders, si stabilirono a Torino per completare i loro studi, nell’impossibilità di tornare in una patria che era passata dal giogo nazista a quello sovietico.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiera internazionale degli artisti indipendenti

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Torino dal 31 ottobre al 4 novembre nei suggestivi spazi dell’ex Caserma di via Asti si apre “Paratissima, la fiera internazionale degli artisti indipendenti”. Precursore di una tendenza ormai diffusa, Paratissima, fin dalla sua prima edizione, ribalta il modello tradizionale di “fiera d’arte” lasciando spazio agli artisti, emergenti ma non solo, che hanno la possibilità di mostrare e promuovere il proprio lavoro in modo indipendente e alle gallerie d’arte che condividono lo spirito della manifestazione. Per la prima volta – dopo le prime edizioni di Milano a giugno e Bologna a febbraio – nella XIV edizione di Paratissima Art Fair a Torino espongono solo gli artisti selezionati: 357 contro i 536 del 2017, negli stessi metri quadrati espositivi (14mila). Diminuisce il numero degli artisti, ma aumentano i progetti curati e gli spazi I.C.S. Independent Curated Space che passano da 8 a 29 tra personali e collettive seguite da un curatore e crescono anche le ore espositive, con l’apertura alle 10.30, e il numero dei laboratori d’arte dedicati alle famiglie. Non a caso, il tema scelto quest’anno “Feeling different” celebra la differenza e la diversità: quella rispetto a se stessi e agli altri e quella rispetto ai canoni, alle norme e agli schemi. Paratissima compie 14 anni: è oggi adolescente ed è una realtà in piena trasformazione pronta ad abbracciare l’evoluzione. La visual identity della XIV edizione, per la prima volta, è stata affidata a un artista di Paratissima: l’illustratore Roberto Gentili. Paratissima è organizzata da PRS. La direzione artistica è di Francesca Canfora.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto sicurezza, in Piemonte 22 milioni di euro di costi maggiori per il welfare comunale

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Torino. La Regione ha lanciato il suo grido d’allarme ai parlamentari piemontesi che questa mattina si sono trovati in piazza Castello per l’incontro convocato dall’assessora all’Immigrazione, Monica Cerutti, in accordo con il presidente Sergio Chiamparino. Si temono le possibili conseguenze del Decreto sicurezza approvato dal governo, ora in discussione in Commissione parlamentare. Hanno raccolto l’appello la vicepresidente del Senato, Anna Rossomando, il deputato Andrea Giorgis, che hanno partecipato alla riunione insieme al presidente dell’Anci Piemonte, Alberto Avetta, e alla vicepresidente Elide Tisi. Ai parlamentari che non erano presenti sarà invece inviata una nota con i dati raccolti in Piemonte sull’impatto del Dl, in modo da chiedere il loro aiuto e modificarne il testo.“Abbiamo voluto questo incontro – afferma il presidente Chiamparino – perché abbiamo raccolto le preoccupazioni dei circa 60 comuni del nostro territorio, oggi coinvolti in progetti di accoglienza diffusa, i cosiddetti Sprar. E riteniamo importante chiedere il contributo di tutti per modificare un atto che potrebbe avere effetti assai negativi”. “Davanti allo smantellamento dell’attuale sistema di accoglienza, – afferma Cerutti – il rischio è che si possano perdere circa 350 posti di lavoro. Il Decreto ridimensionerà i progetti Sprar, gestiti dai Comuni, che oggi accolgono circa 1400 migranti, a favore dei Cas, i centri gestiti dalle prefetture che già oggi accolgono la maggioranza dei richiedenti asilo e rifugiati (10.400 persone circa)”.Il decreto rischia di costituire poi un aggravio per le casse comunali. L’Anci stima che a livello nazionale i costi potrebbero aggirarsi intorno ai 280 milioni di euro, di cui 22milioni solo in Piemonte. Soldi che le amministrazioni locali dovranno spendere per quei soggetti vulnerabili (malati psichici o con altre patologie) o famiglie con minori a carico, per offrire loro servizi sociali e sanitari.Il terzo grande problema è quello legato alla sicurezza. Il decreto mira a ridurre il rilascio di permessi di carattere umanitario. Questi d’ora in poi saranno concessi solo in rare eccezioni. Ciò vuol dire che un importante numero di richiedenti asilo presto diventerà irregolare. L’assessorato regionale all’Immigrazione ha stimato che solo in Piemonte saranno circa 5mila i nuovi invisibili. Questo potrebbe determinare un utilizzo di queste persone nel lavoro nero o peggio potrebbero essere reclutati dalle organizzazioni criminali con un aumento del rischio per la sicurezza dei cittadini”.“Numerose le relazioni inviateci dalle amministrazioni comunali. – afferma Cerutti – Ad esempio a Torre Pellice oggi vengono utilizzati 35 alloggi per ospitare i migranti e col decreto sicurezza questi saranno lasciati vuoti. In diversi piccoli Comuni rischiano di chiudere alcune scuole che non hanno abbastanza alunni e che restano aperte per via della presenza di piccoli migranti”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale e Gruppo FS Italiane insieme per sviluppare il sistema metro-ferroviario capitolino

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma. “Cura del ferro” e rigenerazione urbana delle aree ferroviarie dismesse della Capitale. Con questi obiettivi Roma Capitale (Assessorato alla Città in Movimento e Assessorato all’Urbanistica) e il Gruppo FS italiane – attraverso le società Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e FS Sistemi Urbani (FSSU) -hanno istituito la cabina di regia per l’attuazione del verbale d’intesa siglato a luglio scorso al fine di sviluppare il sistema metro-ferroviario della città e riqualificare aree ferroviarie dismesse. Gli interventi programmati vanno dal completamento dell’Anello ferroviario Nord al nodo di scambio del Pigneto, dal nuovo piano urbanistico della stazione Tiburtina alla riqualificazione delle aree vicine alle stazioni di Tuscolana, Trastevere, Quattro Venti e Ostiense. La Cabina di regia ha disposto l’istituzione di tavoli tecnici operativi che seguiranno gli interventi e gli investimenti in programma e saranno formati da rappresentanti di Roma Capitale e del Gruppo FS Italiane formalmente incaricati dagli enti di appartenenza. La Cabina di regia redigerà inoltre report trimestrali sullo stato di avanzamento delle attività.Secondo la Sindaca di Roma Virginia Raggi coniugare sviluppo urbano e sistema di trasporto su ferro è l’obiettivo della Cabina di regia per rendere Roma una Capitale sempre più competitiva a livello europeo. Un’unica strategia per l’attuazione di interventi strutturati e complessi e che impegni tutti gli attori al rispetto di una precisa tabella di marcia su opere e infrastrutture indispensabili per la città.Il Presidente di FS Sistemi Urbani Carlo De Vito ha spiegato che l’avvio dei tavoli tecnici tra Roma Capitale e Gruppo FS Italiane rappresenta un passo decisivo per i processi di rigenerazione urbana da realizzare sui principali nodi di interscambio modale della Città, affiancando il potenziamento del trasporto pubblico alla riqualificazione degli ex-scali ferroviari.L’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile, ha invece sottolineato che la sinergia con Roma Capitale permette di ribadire la strategicità degli interventi in programma sul nodo di Roma. Rete Ferroviaria Italiana è impegnata su più fronti per dare nuovo impulso al trasporto collettivo su ferro, a tutto vantaggio delle persone che ogni giorno si spostano per lavoro e studio.Per l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo è in atto una strategia a lungo termine che migliorerà e potenzierà i collegamenti della Capitale, realizzando opere fortemente volute dai cittadini e da chi ogni giorno raggiunge Roma dai Comuni vicini. Gli interventi previsti vanno dal nodo di scambio del Pigneto al completamento dell’Anello ferroviario Nord, fino al piano di assetto della Stazione Tiburtina.Per l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori la definizione delle strategie a lungo termine per la crescita della città passano necessariamente dal coniugare lo sviluppo urbano con il sistema di trasporto su ferro. Secondo Montuori oggi Roma ha una visione che la pone all’interno di un sistema sempre più importante per immaginare futuri possibili, collaborazioni, politiche comuni, sviluppando polarità urbane a partire dalla rete del ferro con stazioni e nodi intorno a cui organizzare lo spazio pubblico locale, una visione che guarda anche alle trasformazioni in corso a livello di modalità di vivere lo spazio della città tra nuove relazioni tra abitare e lavorare. Per l’assessore capitolino all’Urbanistica questa intesa permette di rigenerare parti di città con la possibilità di riflettere su funzioni da insediare, spazi per i cittadini e attirare investimenti importanti. Una visione che diviene parte di un dibattito comune anche attraverso concorsi di architettura che ci permettano di acquisire i migliori progetti per la nostra città.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto per violoncello di Michele Marco Rossi

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Trapani Domenica 28 ottobre, alle ore 18.30, negli spazi della Chiesa di Sant’Alberto, a Trapani, si terrà un nuovo appuntamento della 66ª Stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani: si esibirà il violoncellista romano Michele Marco Rossi, musicista tra i più interessanti della sua generazione, ospite delle maggiori istituzioni musicali europee.
Michele Marco Rossi porta sulla scena una forte e nuova dimensione teatrale unita alle caratteristiche strumentali: musica vocale, un inedito repertorio di teatro strumentale, trascrizioni, rielaborazioni performative, sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano il suo repertorio da concerto, che copre più di 500 anni di musica e che è in continua espansione con brani del repertorio moderno e “contemporaneo”.Musiche di Ivan Fedele, Fabrizio De Rossi Re, Giovanni Sollima, Fabio Cifariello Ciardi. Quest’ultimo, compositore italiano di musica contemporanea strumentale ed elettroacustica, sarà presente al concerto.La 66ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani è realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, della Fondazione Pasqua 2000, il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, il Goethe Institut e l’Istituto di Cultura ItaloTedesco – sezione di Trapani. I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio spettacolo: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2018, possessori Diamond Card, Associazione 50&Più).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fine Chinese Ceramics & Works of Art

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

London – On 6 November 2018, Christie’s Fine Chinese Ceramics & Works of Art auction will present an array of rare works of exceptional quality and with important provenance, many offered to the market for the first time in decades. The season will be highlighted by exquisite imperial ceramics, fine jade carvings, Buddhist art, huanghuali furniture, paintings from celebrated modern Chinese artists, along with works of art from a number of important collections, including The Soame Jenyns Collection of Japanese and Chinese Art. The works will be on view and open to the public from 2 to 5 November.
The auction will be led by a moonflask, Bianhu, Yongzheng six-character seal mark in underglaze blue and of the period (1725-1735) (estimate on request). This magnificent flask is exceptionally large, and takes both its form and decoration from vessels made in the early 15th century. The Yongzheng Emperor was a keen antiquarian and a significant number of objects produced for his court were made in the antique style, particularly blue and white porcelain, and so their style was often adopted for imperial Yongzheng wares in the 18th century. The vessel is decorated with stylised floral scrolls and a pair of elegant strap handles, each decorated with flowers and foliage, terminating in ruyi heads.The sale will be highlighted by important works of art from the collection of the late Soame Jenyns which will be presented across the Fine Chinese Ceramics and Works of Art sale, alongside an online sale which runs from 1 to 8 November. Soame Jenyns (1904-1976) was a legendary figure in the field of Chinese and Japanese art. He was an esteemed British art historian, collector and connoisseur and worked at the British Museum authoring several seminal books on East Asian art. The collection was built throughout his lifetime and will be led by a gilt-bronze figure of Avalokiteshvara (1426-1435) (estimate £150,000-200,000). It is engraved with a six-character inscription, which can be translated as ‘Bestowed [during the] Xuande era [of the] great Ming’. The figure perfectly reflects the connoisseurship of Soame Jenyns. Radiological examinations of the figure have revealed small consecratory objects: a miniature scroll, various textile fragments and beads. It is rare for the base plate of such an old bronze to be intact and confirms that the figure had been consecrated in a Buddhist ritual. Both aspects are highly appreciated by collectors of Buddhist bronzes. Further highlights of the collection include a rare famille verte ‘Yu Tang Fu Gui’ teapot (estimate: £20,000-40,000), an elegant and fascinating tribute to the skills of porcelain decorators at the imperial kilns in the early Yongzheng reign; and a ‘peony’ ogee-form bowl and cover (estimate: £10,000–15,000), likely to have been made in the early 18th century within the Imperial Palace Workshops in the Forbidden City. Painted enamel was a European technique, which was introduced to China in the Kangxi period (1662-1722). The bowl emphasises the technical sophistication in the workshops and the cultural and artistic exchange between China and Europe in the 18th century.In addition to the live auction, The Soame Jenyns Collection of Japanese and Chinese Art online will offer a superb selection of Japanese lacquer and porcelain including a rare and important Kutani fan box, dating to the Edo period (mid-17th century) (estimate: £20,000-30,000), alongside Kakiemon and Arita ceramics and porcelain from the Ming and Qing dynasties including wucai, blue and white, and enamelled ceramics.The highlight of the jade offering comprises the collection of Chinese hardstone carvings from the late John Pearce (1918-2017), purchased from the renowned Chinese art dealer, T. Y. King, in the 1950s and 1960s. Born into a family with a rich Hong Kong heritage, John Pearce was appointed an MBE (Member of the Order of the British Empire) by George VI for his intelligence work during the Second World War. He was a prominent businessman and became a noted bloodstock breeder and racehorse owner. For forty years he lived at the Hong Kong Mandarin Oriental hotel, where he amassed an impressive collection of art. The collection is led by a large white jade cranes group from the Qianlong period (1736-1795) (estimate: £30,000-50,000). Skillfully executed as a larger and a smaller crane grasping a leafy peach branch, the details of their feathers are finely incised. The imagery of cranes and peaches portrays a wish for longevity, with both symbols closely associated with the Immortal, Shoulao, the God of Longevity. In Chinese mythology, peaches give long life to whomever consumes them, and hence are heavily featured in imagery associated with Immortals and other legendary figures. The collection also presents a greenish-white jade ‘Mythical Beast’ vase (estimate: £15,000–20,000). Dating to the 18th century, the impressive vessel is carved as a baluster vase which forms the body of a bixie, considered to have the power to dispel evil. Additional works from the collection include a greenish-white jade square-section brush pot, Bitong, 18th century (estimate: £10,000–15,000). Standing on four ruyi-form feet, each side is carved with a panel depicting a different scene of a seated scholar in a pavilion, a cowherd, a fisherman, and a farmer, all in a natural landscape.A magnificent sancai and blue-glazed pottery figure of a guardian warrior dating to the Tang Dynasty (618-907) (estimate: £150,000 – 250,000) will also be offered. The guardian is modelled with an unglazed head, bearing a fierce expression. These large sancai tomb figures were the preserve of the Tang elite, and indeed some of the kilns producing them have been linked to the court. The current figure would have been particularly valuable since it has been decorated with a generous amount of blue glaze. In Tang times the cobalt used to create the blue glaze was imported into China and was expensive and used sparingly, unless the family commissioning the sancai ware belonged to the highest echelons of society.The sale will also present outstanding examples of huanghuali furniture including a rare pair of huanghuali horseshoe-back armchairs, Quanyi, (17th to 18th century) (estimate: £100,000-200,000), alongside important archaic bronzes and works by leading modern Chinese painter Qi Baishi (1863-1957).

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Film documentario “Fatima, l’ultimo mistero”/La película documental “Fátima, el Último Misterio”

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Continua il suo percorso di anteprime internazionali. E ‘in anteprima nel mese di ottobre in Germania, Portogallo e Curaçao. E dall’8 novembre in rete Cinemark teatri in Argentina, Paraguay, Cile, Bolivia e Perù. Il film è già stato rilasciato in 13 paesi in Europa e in America ed è stato visto da più di 300.000 persone, di cui quasi la metà erano in Brasile, dove ha trascorso diversi fine settimana nella top 10 e dispone di 11 settimane consecutive nei teatri. “La verità è che il successo di pubblico ha superato le nostre aspettative sin dal suo debutto in Spagna , ” dice il suo direttore Andrés Garrigó. “Questo successo è senza dubbio la protezione della Vergine e il sostegno entusiasta di televisori, radio e altri media cattolici in ciascun paese, così come il coinvolgimento delle parrocchie e delle istituzioni che generano una grande parola corrente della bocca”.
La película documental “Fátima, el Último Misterio” continúa su senda de estrenos internacionales. En octubre se estrenó en Alemania, Portugal y Curaçao. Y a partir del 8 de noviembre en la red de cines de Cinemark de Argentina, Paraguay, Chile, Bolivia y Perú.
La película se ha estrenado ya en 13 países de Europa y América y ha sido visto por más de 300.000 personas de las que casi la mitad fueron en Brasil donde estuvo varios fines de semanas en el top 10 y lleva 11 semanas consecutivas en cines.“La verdad es que el éxito de público superó nuestras previsiones ya desde su estreno en España”, comenta su director Andrés Garrigó. “Este éxito se debe, sin duda, a la protección de la Virgen y también al apoyo entusiasta de las televisiones, radios y demás medios católicos en cada país, así como a la implicación de parroquias e instituciones que generan una gran corriente de boca a boca”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La quarta rivoluzione industriale

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma. Il dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” apre le sue porte e si propone al mondo industriale in una veste innovativa che rappresenta di fatto una vera e propria svolta epocale: il raggiungimento della certificazione in conformità con lo standard internazionale ISO 9001/2015 e la realizzazione di un laboratorio che ne rispecchia i processi organizzativi e che ricalca perfettamente i parametri della nuova impresa 4.0. Un risultato, quest’ultimo, indispensabile per accrescere ulteriormente le tematiche della didattica e della conoscenza in un’ottica di sicurezza e sostenibilità e la capacità universitaria di adattarsi al mondo esterno, ma anche e soprattutto per contrastare un fenomeno diffuso, ovvero la cosiddetta “fuga dei cervelli”.
Difatti, ci sono voluti ben dieci mesi di intensa preparazione in attività che hanno modificato i processi organizzativi e le attività gestionali con l’aiuto di collaboratori esterni, nuove capacità manageriali sommate alla conoscenza accademica, l’individuazione di un team affiatato di dieci autorevoli ricercatori, molti dei quali già riconosciuti e premiati a livello internazionale, e una gran voglia di mettersi in gioco. Sono questi gli ingredienti che ha sapientemente messo in campo la Prof.ssa Silvia Licoccia che a fine ottobre, dopo due mandati consecutivi come direttore del dipartimento, lascerà questa importante eredità al prestigioso ateneo romano di Tor Vergata e passerà il testimonial al nuovo Direttore del Dipartimento, Prof.ssa Valeria Conte che, come vicedirettore, ha intensamente partecipato alle attività condotte sino ad ora.Un’attività iniziata nel gennaio del 2018 e conclusasi dopo aver affidato la verifica e la valutazione dei criteri gestionali, nonché l’attribuzione dei processi messi in atto ad uno dei più importanti enti certificatori a livello nazionale: il CSQ, il cui risultato finale è stato quello di zero non conformità, ovvero riconoscendo al Dipartimento il massimo del punteggio e certificandone la qualità dei metodi adottati in cinque distinte aree di specializzazione: spettroscopia, elettrochimica, HPLC (cromatografia liquida ad alta pressione), NMR (risonanza magnetica), SEM (microscopia elettronico a scansione).Un risultato legato indissolubilmente al laboratorio LabCap, il cui obiettivo principale è quello di garantire la sicurezza agli operatori modificandone i comportamenti non corretti e quindi pericolosi che possono produrre situazioni altamente rischiose e assicurare un altissimo grado di sostenibilità, contenendo gli sprechi da un punto di vista energetico.Insomma, un laboratorio “Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology”, ovvero (Smart), che diventa lo strumento facilitatore in grado di esprimere, nella sua modalità operativa, il linguaggio del mondo industriale, attraverso l’adozione delle nuove tecnologie abilitanti che trovano riferimento nell’impresa 4.0.Il percorso di sviluppo continuerà con il programma di digitalizzazione dei processi, con il potenziamento di quelli gestionali supportati dai propri paradigmi che ben rappresenta la quarta rivoluzione industriale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore ai polmoni, il 10% è attribuibile al gas radon

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Si è svolto giorni fa il Convegno Nazionale “Radon rischio geologico dalla terra un pericolo invisibile per la salute: quanti lo conoscono?”, organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, presso la sede del CNR di Roma. Il radon è un gas nobile radioattivo naturale, incolore, insapore e inodore ed è considerato la seconda causa di tumore ai polmoni dopo il fumo da sigaretta.Della relazione tra “Radon e cancro al polmone” ha dibattuto Nicola Rotolo, chirurgo del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi dell’Insubria che ha dichiarato: “Il cancro del polmone è la prima causa di morte per neoplasia nell’uomo: le stime registrano un’incidenza di tale malattia in Italia di circa 40.000 nuovi casi ogni anno (11% di tutte le diagnosi di tumore nella popolazione). Negli ultimi anni – continua il medico – si è registrato un aumento di casi anche nelle donne fumatrici. Da questi numeri, si deduce come nel corso della vita, un uomo su dieci rischia di ammalarsi di cancro del polmone. La mortalità dovuta al cancro del polmone è molto alta: si registrano in Italia circa 35.000 decessi ogni anno, la sopravvivenza a 5 anni dei portatori di questa malattia è del 13%. Il più importante fattore di rischio – spiega Rotolo – è il fumo di sigaretta e il secondo, ormai accertato da numerosi studi scientifici eseguiti su larga scala, è l’esposizione al radon (fattore indoor) che incide nel 10% dei casi di tumore del polmone. Studi epidemiologici confermano che il radon nelle abitazioni aumenta il rischio di cancro del polmone, incremento stimato in un range tra il 3% e il 14% (in relazione alla concentrazione media del radon nel luogo di esposizione). Inoltre si è osservato che il rischio di cancro di polmone nei soggetti esposti al radon aumenta esponenzialmente nei fumatori. La mortalità per cancro del polmone attribuito al radon in Italia è stimata essere intorno ai 5000 casi circa (3500 – 5000) su 35.000 morti per cancro del polmone. Un’arma importante, al momento, in mano agli operatori sanitari (chirurghi e oncologi) è la diagnosi precoce che ha lo scopo di diagnosticare la neoplasia in una fase asintomatica e le cure, chirurgiche ai primi stadi, permettono di ottenere una sopravvivenza a 5 anni al di sopra dell’80%”.Quali sono i rischi per la salute causati dal radon? Alessandro Miani, Presidente della Società Italiana di Medicina Ambientale afferma: “Il radon è un gas radioattivo che si lega al particolato presente negli ambienti indoor e grazie a questo si deposita a livello dei bronchi, bronchioli e alveoli polmonari. Se inalato, avendo una sua emivita, inizia a decadere rilasciando radiazioni, le più note quelle alfa, che possono interagire con il DNA cellulare delle cellule circostanti e modificarlo, dando il via al tumore. Nel caso di esposizione al gas radon, il tumore al polmone ha un’incidenza, in Italia, del 10 per cento di tutti i tumori polmonari, con circa 3200 casi all’anno”.
Ai fini della prevenzione per ridurre o eliminare l’esposizione della popolazione al radon, i geologi rivestono un ruolo fondamentale per procedere alla mappatura delle concentrazioni del gas e per far dotare tutte le regioni d’Italia di un piano di monitoraggio capillare sulle radiazioni da radon. L’importanza della figura del geologo è data, a differenza dell’Italia, dai paesi esteri nei quali le mappe di rischio sono redatte dai competenti servizi geologici. Vincenzo Giovine, Vice Presidente e Coordinatore della Commissione Ambiente del Consiglio Nazionale dei Geologi: “La geologia, scienza che studia la natura del sottosuolo, può contribuire in maniera fondamentale nella riduzione dei rischi causati da tale gas. Uno studio geologico, condotto a livello territoriale basato sulla distribuzione litologica e stratigrafica dei terreni, permette di definire le aree a maggiore concentrazione di radon. Dalla conoscenza della distribuzione areale e delle concentrazioni – chiarisce il Vice Presidente CNG – è possibile procedere a una programmazione degli interventi utili a mitigare gli effetti dannosi di questo gas. A livello macroscopico, si può indirizzare l’espansione urbanistica verso aree a minor concentrazione e, quindi, a minor rischio, mentre a livello puntuale di singole abitazioni o fabbricati, dopo opportune misurazioni, si possono fornire informazioni che permettano di utilizzare i sistemi più idonei a ridurre e minimizzare la pericolosità del radon. In Italia, considerata la carente situazione a livello di estensione degli studi territoriali, occorre procedere a una mappatura completa del territorio nazionale al fine di completare il quadro delle conoscenze per poi operare, in modo mirato, a porre rimedio al problema”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Casa:Ag.Entrate,mutui per 93,5mld su 917 mila immobili

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Secondo l’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate sono circa 917 mila gli immobili ipotecati a garanzia di mutui nel 2017, circa il 4% in più del 2016, mentre il valore monetario dei finanziamenti garantiti da ipoteche immobiliari nel 2017 è pari a 93,5 miliardi, il 9,1% in più del 2016.”Dati ottimi, anche se l’incremento è inferiore rispetto al boom del 2016. La politica monetaria della Bce e la condizione migliorata delle banche, che hanno ridotto le loro sofferenze, ha consentito un maggiore accesso ai mutui e le famiglie hanno potuto comperare casa” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”La speranza, ora, è che le tensioni sui mercati e l’innalzamento dello spread cessino al più presto, altrimenti questa situazione è destinata a peggiorare, come ha attestato ieri il presidente della Bce Draghi, secondo il quale il rialzo dello spread non sta solo intaccando il patrimonio delle banche, cosa che avrà comunque effetti sull’accesso al credito, ma sta già sta causando un rialzo dei tassi a famiglie e imprese” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La porta magica di piazza Vittorio a Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma. «In qualsiasi città del pianeta sarebbe trasformata in una ricchezza turistica ed economica; a Roma, invece, è dimenticata nel degrado, nell’inconsapevole e beata inettitudine. La Porta Magica o Porta Ermetica, arcano manufatto senza eguali al mondo, oltre a essere accerchiata da una cancellata, sulla quale vengono stesi pure i calzini, che la rende difficilmente visibile, è circondata dall’incuria che soffoca l’Esquilino: sacchetti di spazzatura e bottiglie di alcolici ovunque».Lo ha reso noto Antonello Palmieri, presidente dell’associazione ROMANUOVA. «L’antico portale, edificato nella seconda metà del ‘600, si trova a piazza Vittorio, la più grande di Roma, una volta gioiello architettonico in stile ottocentesco. Ora, però, territorio preda di sbandati e di ubriachi, che si aggirano con bottiglie di alcolici in mano a qualsiasi ora del giorno; bottiglie che poi vengono gettate ovunque», ha spiegato Palmieri.
«Sulla Porta, l’ultima rimasta della villa di Massimiliano Savelli Palombara, marchese di Pietraforte, probabile membro dei Rosacroce, sono ben visibili simboli alchemici ed esoterici che rimandano a storie e leggende – la trasmutazione del “vile metallo” e la pietra filosofale – di cui Roma è ricca e sulle quali potrebbe nascere, come è avvenuto per testimonianze molto inferiori in altre città europee, un flusso turistico di nicchia», ha sottolineato Palmieri. «Oggi i curiosi possono solo dare un’occhiata, da lontano e in tralice, da dietro la pesante cancellata. Contemporaneamente, però, devono guardarsi le spalle, perché la zona non infonde molta serenità, usando un eufemismo. Per esaminare il sito dall’interno, per toccare il misteriosissimo portale, bisogna armarsi di pazienza e prenotare una visita, che, fra l’altro, è a costo di saldo», ha proseguito Palmieri.«Secondo la leggenda, sulla Porta Magica è incisa la formula per fabbricare l’oro, scoperta dal medico-alchimista Giuseppe Borri. Di sicuro oggi nessuno saprebbe decifrarla. Ma è certo che se il monumento si trovasse a Londra, a Parigi, diciamo in qualsiasi altro luogo lontano dalla capitale, attirerebbe molto denaro, a prescindere dalla soluzione dell’enigma: preziosa valuta portata da turisti, studiosi e curiosi, grazie all’apertura quotidiana al pubblico, a un cospicuo quanto congruo biglietto d’ingresso, all’inserimento in un itinerario tematico, che darebbe linfa anche all’indotto. Già, potrebbe. La realtà, invece, è che ci stendiamo i calzini sopra. Come i barbari», ha concluso Palmieri.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovo Contratto DS

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

I sindacati rappresentativi si sono incontrati ancora una volta pochi giorni fa per parlare di trasferimenti, deleghe, rotazione degli incarichi e valutazione. Dopo il riconoscimento per il giovane sindacato, poiché passa la linea di Udir di affrontare con serietà il tema dello stress da lavoro correlato dopo la denuncia fatta nei seminari “Io Dirigente. Sicurezza, Salute, Retribuzione, Relazioni sindacali”, continua la sua battaglia a fianco dei dirigenti scolastici. Il contratto dei dirigenti della scuola del 2010 è esecrando, soprattutto perché le OO.SS. firmatarie accettarono una clausola inaudita: la determinazione dei fondi per la retribuzione di posizione e di risultato usciva dalle materie di contrattazione integrativa. Davvero incredibile: non si era mai visto un sindacato che, per statuto deve tutelare i lavoratori, rinuncia a una sua prerogativa, peraltro presente nei contratti precedenti, riguardante la retribuzione. Ma c’è anche di più: nel CCNL dell’Area VII, firmato nello stesso mese e anno, restava in vigore l’art 4. del precedente CCNL marzo 2008, in cui si era statuito che sono oggetto di contrattazione integrativa “b) determinazione dei compensi per incarichi aggiuntivi; c) determinazione dei fondi di posizione e di risultato; d) graduazione delle funzioni dirigenziali; e) criteri per la concessione dei congedi di cui all’art.24, comma 4, del presente CCNL; f) criteri per il conferimento e il mutamento degli incarichi […]”. Quindi, solo per i dirigenti scolastici i sindacati firmatari del loro contratto, CGIL, CISL, UIL, SNALS e ANP, rinunciarono alla cruciale possibilità di contrattare i fondi per la retribuzione accessoria. Nel contratto dell’Area VII invece no, poiché i sindacati firmatari con l’Aran e il Ministero lasciarono tutto invariato. Il risultato è che il FUN dei dirigenti scolastici ha subito tagli di ogni tipo, portando a una perdita netta di oltre 17 mila euro negli ultimi 10 anni; inoltre, ci sono anche tagli sulla RIA dei dirigenti cessati dal servizio, tagli per le reggenze in crescita esponenziale che sottraggono importanti risorse alla retribuzione accessoria, tagli per estemporanee decisioni del MEF. Risultato: dirigenti della scuola con stipendi diminuiti, oggetto di decreti della RTS per trattenute sullo stipendio, e responsabilità e adempimenti inversamente proporzionali alla retribuzione.
Veniamo a un secondo punto: come si legge nell’art. 4 citato, i sindacati per l’Area VII continuarono a detenere il diritto di contrattare i criteri per il conferimento e il mutamento degli incarichi. Per l’Area V furono invece definiti alcuni criteri, piuttosto vaghi, per il solo mutamento di incarico ( art. 9) e CGIL CISL UIL SNALS e ANP per il conferimento degli incarichi abbandonarono i dirigenti scolastici alla mercé dei Direttori Regionali, liberi di conferirlo sostanzialmente a propria discrezione, solo sulla base delle generiche previsioni del D. Lgs 165/2001: “Gli incarichi dirigenziali sono conferiti a tempo determinato; l’affidamento e l’avvicendamento degli incarichi, per le tipologie previste dalle norme vigenti, avvengono nel rispetto di quanto previsto dal D. lgs. n.165/2001”; inoltre, l’abrogazione del comma 6 dell’art. 11 del CCNL 2006, priorità nel conferimento degli incarichi alla provincia di residenza del DS, ha completato la nefasta opera di rinuncia alla tutela degli interessi dei lavoratori, con le conseguenze che tutti conosciamo. Anche solo per le materie oggetto di contrattazione e per i criteri di conferimento degli incarichi, l’omogeneità con gli altri dirigenti è dunque più che auspicabile, per avere finalmente pari diritti e identica dignità.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Commissioni Cultura e Problemi economici e monetari del Parlamento europeo in visita in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma dal 29 al 31 ottobre 2018 per una doppia visita istituzionale programmata da mesi. Mercoledì mattina si terranno due conferenze stampa nell’Ufficio di Collegamento del Parlamento europeo a Roma, in via IV Novembre 149. Conferenze stampa mercoledì 31 ottobre 2018 nella Sala Mosaici.
La delegazione della Commissione Cultura, guidata dalla socialdemocratica tedesca Petra Kammerevert, e di cui faranno parte anche gli eurodeputati italiani Silvia Costa, Stefano Maullu e Luigi Morgano, giunge in Italia per fare il punto, tra le altre cose, su come si è sviluppato ‘2018 Anno europeo del Patrimonio culturale’. A questo fine previsti incontri con il Vicesindaco di Roma Luca Bergamo e con Antonio Lampis, Direttore generale musei presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. La visita della delegazione della Commissione Economica, guidata da Roberto Gualtieri e con la partecipazione anche di Andrea Cozzolino, Giuseppe Ferrandino, Luigi Morgano, Marco Valli e Marco Zanni, fa seguito all’omologa missione realizzata a febbraio a Parigi e si inserisce nella normale attività di confronto con le istituzioni economiche dei paesi UE. Tra gli incontri previsti, anche un colloquio con il ministro dell’economia Giovanni Tria e con il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »