Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 14 novembre 2018

La tensione tra Israele e Hamas è risalita nelle ultime ore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Dopo l’intermediazione egiziana della settimana scorsa che sembrava aver sancito un’intesa tra le parti, la situazione è precipitata tra domenica e questa notte, tanto che il premier Benjamin Netanyahu è tornato prematuramente in patria dal suo viaggio ufficiale a Parigi.
Nello spazio di poche ore circa 400 missili sono stati lanciati da Hamas verso Israele, accusata dal gruppo terroristico di un’azione avvenuta domenica al confine, in cui sono rimaste uccise un israeliano e sette palestinesi, fra cui un importante comandante militare del gruppo radicale.I centinaia di missili sparati da Hamas hanno fatto suonare le sirene al sud di Israele, la cui popolazione ha avuto 15” per mettersi in salvo. L’episodio più grave è stato quando un missile ha colpito un autobus in territorio israeliano ferendo una persona: dal mezzo erano usciti da pochissimo tempo 50 israeliani. Secondo le stime dell’esercito israeliano, il lancio di razzi di Hamas è stato il più alto di sempre, almeno in uno spazio di tempo così limitato. Esercito che ha reagito colpendo alcuni edifici di Hamas a Gaza. Gli attacchi, però, non sono arrivati all’improvviso: un piccolo missile è stato esplodere sull’obiettivo prima di colpire veramente l’obiettivo per dare il tempo ai civili di allontanarsi e salvare la propria vita.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World Jewish Congress urges UN Security Council to take collective action against Hamas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

NEW YORK – The World Jewish Congress is calling on the United Nations Security Council to take collective action against Hamas over its rocket fire against Israel, and to issue a clear and decisive statement demanding it cease its attacks and its use of civilian areas to carry out its acts of terror.In a letter addressed to the members of the UNSC on Tuesday, following the announcement of a cease-fire, WJC CEO Robert Singer wrote:“The World Jewish Congress, the international umbrella organization representing Jewish communities in more than 100 countries, calls on the United Nations Security Council, as the international body responsible for maintaining peace and security, to take collective action against Hamas over its indiscriminate attacks against Israeli civilians.“We urge the members of this Council to issue a clear and decisive statement demanding that Hamas ceases its attacks on Israel and halts its use of civilian areas in Gaza to attack civilians in Israel. We call on the Council to recognize Hamas as the terrorist organization that it is, whose charter includes the destruction of the State of Israel, and whose mission it is to terrify Israeli citizens and inflict maximum damages on both people and property. We also call on the Council to recognize the responsibility of Hamas, as controllers of the Gaza Strip, for the escalation of violence along the border.“Over the last 48 hours, Hamas terrorists have fired more than 400 rockets at southern Israel, intentionally and unscrupulously targeting civilians. Historically, even following agreements for a cease-fire, Hamas has continued to terrorize Israelis, leaving more than a million civilians hiding in shelters in fear. “It should be underscored here that the IDF was operating against key strategic Hamas targets, including military compounds, rocket-launching positions, and a vast network of tunnels used for mobilizing militants and weapons to attack Israel.“Hamas, in turn, is deliberately using civilian areas in Gaza to launch its attacks against Israel, thereby also intentionally endangering its own population.“It is incumbent upon the international community, particularly the members of the UN Security Council, to speak out against these atrocities and violations of human rights and do everything in their power to bring a justified solution to this conflict. Hamas and Israel have engaged in far too many wars over the last decade – we know the price such a conflict can incur.”

Posted in Estero/world news | Leave a Comment »

Scuola E P.A. – Incontro Ministro Bongiorno-sindacati: “i soldi per gli stipendi non bastano nemmeno a coprire l’inflazione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Lo ha detto Marcello Pacifico, segretario confederale Cisal e presidente nazionale Anief, durante l’incontro dei sindacati a Palazzo Vidoni, con il Ministro della Funzione Pubblica Giulia Bongiorno, per avviare il rinnovo dei contratti nazionali 2019-2021: da un’analisi della relazione tecnico-contabile, ora all’esame della Camera, sono emerse delle incongruenze sulla platea dei soggetti destinatari degli aumenti dell’indennità di vacanza contrattuale (previsti solo per la metà dei dipendenti della Pa) e dei fondi stanziati (appena 300 milioni sul miliardo di copertura) che pongono seri dubbi sulla copertura finanziaria degli aumenti previsti anche per il solo 2019. Servono, inoltre, disposizioni immediate per l’assunzione dei precari storici, per favorire il turn-over attraverso l’adozione di quota 100 senza vincoli, per cancellare le discriminazioni tra personale precario e di ruolo, oltre che per accelerare l’iter di rinnovo delle rappresentanze sindacali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cerimonia di avvicendamento al comando tattico dell’Operazione Mare Sicuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Siracusa. Si è svolta ieri a bordo della fregata Alpino, ormeggiata nel porto di Siracusa, la cerimonia di avvicendamento al comando tattico dell’Operazione Mare Sicuro, in atto dal 12 marzo 2015.Il contrammiraglio Davide Berna, Comandante delle Forze di Contromisure Mine, ha passato il testimone al contrammiraglio Flavio Biaggi, Comandante della Terza Divisione Navale.“Nell’ambito delle attività della Squadra Navale, l’Operazione Mare Sicuro continua ad assicurare attività di presenza e sorveglianza fondamentali per la sicurezza marittima del Mediterraneo Centrale” ha dichiarato l’ammiraglio di squadra Donato Marzano, Comandante in Capo della Squadra Navale, presente per l’occasione.
Dal 23 settembre 2018, l’Ammiraglio Berna ha gestito le operazioni del dispositivo aeronavale tanto per la protezione delle linee di comunicazione, dei natanti commerciali e delle piattaforme off-shore nazionali, quanto per il contrasto del terrorismo e dei traffici illeciti assicurando la tutela degli interessi nazionali ed il supporto alle unità impiegate nell’ambito dell’operazione EX NAURAS.
La fregata Alpino, è la quinta nave italiana costruita nell’ambito del programma italo-francese denominato Fregata Europea Multi Missione (FREMM), nonché la quarta in versione antisommergibile (Anti Submarine Warfare – ASW). Con un equipaggio di 168 tra uomini e donne, 144 metri di lunghezza ed un dislocamento a pieno carico di 6.700 tonnellate, nave Alpino è una fregata polivalente, progettata all’insegna dell’innovazione e della flessibilità, in modo da operare attivamente nella tutela degli interessi nazionali e poter rispondere con successo agli scenari futuri. L’unità, costruita nello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso, è stata varata il 13 dicembre 2014 e ha completato l’allestimento presso lo stabilimento del Muggiano (La Spezia). Nave Alpino è stata consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016. Dal 22 gennaio 2018 fa sede nel porto di Taranto alle dipendenze della Seconda Divisione Navale.
Con l’occasione Nave Alpino, durante la sosta a Siracusa, sarà aperta alle visite della popolazione nei giorni 14 e 15 novembre dalle ore 09.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 19.30.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

GraiesLab, un progetto europeo che nasce dalla condivisione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Torino Giovedì 15 novembre a partire dalle 15 a Torino nello spazio eventi Open Incet (2 piano, via Cigna 96\17d) prende il via il progetto GraiesLab, un piano territoriale integrato (Piter), finanziato nell’ambito dei progetti Interreg Alcotra 2014\2020.“GraiesLab” è l’acronimo di “generazioni rurali attive innovanti e solidali”: quattro sono infatti gli assi di progetto, ovvero innovazione, turismo, mobilità sostenibile e servizi socioassistenziali. Rivolto in particolare ai giovani, per offrire occasioni di sviluppo e lavoro a chi vive nei territori marginali del Canavaese, delle Valli di Lanzo, della Valle d’Aosta e della Savoia francese. La parte più innovativa di GraiesLab è il metodo di lavoro, il cosiddetto “living lab”, che parte dall’idea della massima condivisione attiva e costante di tutte le componenti del territorio, dai cittadini alle istituzioni pubbliche, dal mondo della ricerca a quello produttivo. Di come si applica il metodo del living lab al Piter Graies, si parlerà durante l’incontro di giovedì, con la partecipazione, per parte italiana, della consigliera delegata della Città metropolitana di Torino Anna Merlin, e di Csi Piemonte, Atl Turismo Torino e provincia, Confindustria Canavese, Uncem Piemonte; Comitato Unesco Ivrea, Associazione Morus onlusIl piano ha un finanziamento FEsr di oltre 7 milioni di euro e vede la partecipazione di sei soggetti italiani e 4 francesi, per l’esattezza Camera di Commercio di Torino; Federazione Provinciale Coldiretti di Torino; GAL Valli del Canavese; GAL Valli di Lanzo Ceronda Casternone; Unité des Communes valdôtaines Grand-Paradis; Conseil départemental de Savoie; Syndicat Mixte de l’Avant Pays Savoyard; Communauté de communes Coeur de Savoie; PETR Arlysère. Soprattutto coinvolge 146 comuni e per la prima volta, vede Canavese Eporediese e Valli di Lanzo lavorare insieme sui bandi europei.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salone orientamento, scuola, formazione e lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Verona da giovedì 29 novembre a sabato 1° dicembre 2018 la 28esima edizione di JOB&Orienta, il salone nazionale dedicato all’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro.
Promuovere i diritti, formare competenze, garantire opportunità” il titolo di quest’anno, a sottolineare l’urgenza di una scuola che sempre più sappia educare alla cittadinanza e insieme orienti e formi al lavoro, ma anche il ruolo del lavoro come elemento sostanziale, non solo formale, di cittadinanza.Luogo di confronto e scambio, JOB&Orienta è promotore da sempre del dialogo tra mondo della scuola e della formazione e sistema economico-produttivo, un dialogo che – forte di una storia quasi trentennale – vuole contribuire a rinnovare e rinforzare, alla luce dell’evoluzione del contesto come dei cambiamenti imposti dai più recenti scenari economici e sociali.
Numeri alla mano – 75mila visitatori, 500 realtà presenti e 200 appuntamenti in calendario nel 2017 -, l’appuntamento veronese promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, si conferma punto di riferimento per giovani, famiglie e operatori del settore. Un’opportunità di aggiornamento per gli addetti ai lavori, ma pure un’occasione importante per i tanti ragazzi che si trovano nella necessità di scegliere con consapevolezza il proprio percorso scolastico e per le loro famiglie; e infine per i giovani in cerca di occupazione, che a JOB&Orienta possono trovare strumenti utili a una ricerca attiva e più efficace. L’evento è inserito nel calendario ufficiale degli appuntamenti della European Vocational Skills Week (Settimana europea delle competenze professionali), promosso dalla Commissione Europea.Dopo la “sperimentazione” largamente positiva dello scorso anno, a JOB&Orienta si amplia e si rafforza la proposta di formazione per docenti e dirigenti scolastici, con una sezione dedicata comprensiva di spazi espositivi e di una saletta per workshop e seminari: per loro un’opportunità per aggiornare e integrare le proprie competenze su temi come l’alternanza scuola lavoro, le nuove tecnologie per la didattica, l’innovazione dell’apprendimento…
E per facilitare l’orientamento dei visitatori nei padiglioni, le aree a loro volta sono suddivise in sei percorsi contrassegnati da diversi colori: all’interno della prima sezione espositiva, i percorsi Educazione e Scuole (arancione), Tecnologie e Media (oro) e Lingue straniere e Turismo (verde); nell’altra i percorsi Formazione accademica (blu), Formazione professionale (argento) e Lavoro e Alta formazione (rosso), dove trova posto anche la Saletta TopJOB, allestita con uno spazio workshop per incontri con aziende e seminari rivolti in particolare ai giovani alla ricerca di lavoro. Ricco e articolato come ogni anno il programma culturale di JOB&Orienta. A partire dai convegni, i dibattiti e i workshop, dedicati alle tematiche più attuali, con ospiti di spicco del mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria, fino ai laboratori interattivi, le simulazioni, gli spettacoli e i momenti di animazione. Non mancano, infine, i racconti di storie ed esperienze sviluppate sul campo e raccontate dagli stessi protagonisti.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legg Mason Global Investment Survey 2018: la volatilità non spaventa gli italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

By Matteo Lenadrdon. Il 2018 è stato caratterizzato da un forte ritorno della volatilità sui mercati finanziari. Il brusco sell off di ottobre ha replicato la significativa correzione già avvenuta a febbraio scorso, e durante tutto l’anno non sono mancate preoccupazioni e tensioni, legate soprattutto alla guerra commerciale e alla stabilità europea. Ma come vedono oggi la volatilità gli investitori italiani?
La Global Investment Survey (GIS) 2018 di Legg Mason, ricerca annuale commissionata dalla grande casa di gestione americana (749,2 miliardi di Aum), mette in luce come l’atteggiamento verso la volatilità stia cambiando, tanto nel Bel Paese quanto a livello globale. Giunta alla sesta edizione, la GIS ha coinvolto quest’anno quasi 17 mila investitori, provenienti da ben 17 paesi diversi.Dalla ricerca emerge una relazione con la volatilità più ‘serena’ di quanto si potesse immaginare: ben il 59% degli investitori italiani, infatti, ritiene che la volatilità non sia un elemento negativo, considerandola anzi potenzialmente un fattore positivo (27%) o comunque neutro (32%). Solo un investitore italiano su tre (33%), crede che la volatilità sia un fattore sempre negativo e un rischio per gli investimenti, convinzione che nella media degli investitori globali è ancora meno diffusa, costituendo solo il 18% delle risposte.Un atteggiamento dunque più fiducioso, anche se le preoccupazioni non mancano: in cima ai timori degli investitori italiani ci sono innanzitutto l’instabilità economica globale (citata dal 58% degli intervistati) e nazionale (anch’essa con il 58% delle preferenze). Ma spaventa anche l’instabilità sul piano politico, in particolare a livello nazionale, considerata motivo di preoccupazione dal 52% dei partecipanti alla ricerca.Come affrontano dunque gli investitori italiani uno scenario in cui la volatilità è tornata protagonista? Se circa uno su tre (32%) dice di affidarsi al suo consulente finanziario, il dato più interessante è che le strategie di investimento alternative vengono ormai preferite a quelle tradizionali: ben il 38% sceglie infatti soluzioni flessibili – come le strategie unconstrained sull’obbligazionario o quelle long/short sull’azionario – per gestire i periodi di volatilità, contro un 31% che dichiara di ricorrere a soluzioni tradizionali. Per leggere il report completo: https://www.leggmason.com/global/campaigns/gis-2018.html

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Racconto fotografico: L’armata dei senzatetto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Torino Lunedì 19 novembre, ore 21 Circolo dei lettori, via Bogino 9 Un esercito di oggetti apparentemente senza futuro nelle mani di Ascanio Celestini e Giovanni Albanese, un cantastorie e uno scultore, duo creativo esplosivo, tornano in vita in L’armata dei senzatetto (Contrasto), racconto fotografico e poetico che restituisce anima a una schiera di oggetti dimenticati e poi ritrovati, e infine assemblati in nuove forme. I due autori raccontano la nascita di questo connubio fra sculture e storie lunedì 19 novembre alle ore 21 al Circolo dei lettori. Giovanni Albanese, scultore e regista, da anni raccoglie e accumula oggetti insoliti, scarti, pezzi da mercatino dell’usato, e li assembla in opere nuove, uniche, ognuna con una personalità peculiare. Sono oggetti inarrestabili, sgangherati, introversi, provocatori o innocui. Ascanio Celestini, maestro del teatro di narrazione, di quelle creature improbabili ha deciso di raccontare le storie. Storie di guerre, di viaggi, di morte, di buchi nell’acqua, di paperi e cessi e calcolatrici. In versi, come una Spoon River di oggetti. Non esistono cose mute, ma solo persone sorde che non le sanno ascoltare. «Parlano a prescindere da me», confessa Albanese «e Celestini fa da tramite per noi, con la sua fantasia e innata curiosità».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Senato: esame degli emendamenti al Decreto Fiscale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma. Tra essi figura l’estensione al 2022 della Reverse Charge (ovvero della Inversione Contabile dell’Iva) su telefonini, tablet, computer e console per i videogiochi, e l’obbligo le piattaforme di intermediazione online di agire da sostituto d’imposta, ovvero di versare allo Stato l’IVA dei prodotti venduti per il proprio tramite.
A tale proposito, Andrea Scozzoli, Presidente della AIRES-Confcommercio, ha commentato: “Siamo soddisfatti per questo orientamento della maggioranza in quanto la misura consentirà non solo di garantire un cospicuo gettito fiscale alle casse dello Stato, ma anche di iniziare a ristabilire un quadro di pari condizioni competitive tra operatori del commercio combattendo la concorrenza sleale operata da chi omette il versamento dell’IVA”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza nazionale Confeuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma 5 Dicembre, presso l’hotel Holiday Inn in Viale Castello della Magliana 65, conferenza nazionale della Confeuro. Tra i tanti ospiti dell’evento anche il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Filippo Gallinella.L’obiettivo dell’assise sarà quello di analizzare il momento storico vissuto dall’agricoltura italiana con l’intento di contribuire a promuovere alcuni modelli alternativi, tra i quali l’agroecologia e l’agricoltura 4.0. La conferenza nazionale sarà anche l’occasione per ascoltare le esperienze di alcune imprese, come The Circle e Archetipo, che stanno adoperandosi con successo nell’ambito della modernizzazione del comparto agroalimentare.In continuità con i valori alla base dell’azione sindacale della Confeuro, verrà dato ampio spazio ai temi europei, come quelli relativi alle possibilità e ai rischi di cui dovrà tener conto la prossima Pac. A guardare con estrema attenzione la nuova Politica Agricola Comune saranno soprattutto i giovani operatori agricoli, i quali, pur essendone attratti, continuano a trovare, per l’assenza di condizioni economiche e culturali, numerose difficoltà nel dedicarsi al lavoro agricolo. A costituire le basi dei dibattiti su questi temi saranno i contributi offerti da Salvatore Parlato, Presidente del Crea e di Fabio Attorre, docente di Biologia Ambientale alla Sapienza di Roma. L’evento nazionale della Confeuro vuole essere una grande spazio di confronto e dibattito per tutti coloro che cercano di far crescere ed evolvere il settore agricolo; il quale, va ricordato, non va inteso semplicemente come un aggregato economico, ma come un vero e proprio paradigma socio-culturale in gradi di migliorare la vita dei cittadini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Milano Design Film Festival @ Shanghai/ 第二届“米兰设计电影节@上海”将于11月16日至18日在静安区文化馆举办。

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Shanghai dal 16 al 18 novembre presso il JingAn District Culture Center la seconda edizione del Milano Design Film Festival @ Shanghai. Il festival, nato nel 2013 e ormai diventato un appuntamento fisso e ben collaudato della scena milanese nel mese di ottobre, si sta ora affermando anche a Shanghai come importante momento di approfondimento culturalmente e artisticamente agguerrito del diffuso interesse per il design italiano, che alla fine del mese di novembre troverà la sua maggiore celebrazione nella terza edizione del Salone del Mobile Milano a Shanghai. Nel corso della breve ma densa rassegna verranno proposti vari generi cinematografici (documentari, corti e lungometraggi, clip) e punti di vista anche molto diversi di registi che guardando allo stesso oggetto lo avvicinano con intenti a volte diametralmente opposti e lo declinano secondo le loro personali poetiche.I film in programma, a volte incentrati sulle personalità di architetti, designer o trendsetter, a volte più focalizzati sugli oggetti stessi o sulle tecniche di produzione o sulle tendenze della moda, offrono un panorama di voci e stimoli arricchito da momenti di discussione, moderati da Silvia Robertazzi e Antonella Dedini, che attorno ai temi del design, artigianato, architettura, pianificazione urbana, sostenibilità, intendono coinvolgere non solo designer, architetti, docenti e studenti, ma anche il pubblico generale di spettatori magari non specialisti, ma interessati, curiosi e appassionati.
米兰设计电影节创立于2013年,每年十月如期举行,早已成为米兰业界盛会,好评如潮。如今,米兰设计电影节在上海发荣滋长,致力于推广意大利设计,逐渐成为中国公众认识意大利文化与艺术重要平台。第三届米兰国际家具(上海)展览会将于11月底登陆上海,值此良机,米兰设计电影节也依约而至,率先为公众献上一场视听盛宴。本次影展规模虽小,内容却异常丰富,影片类型多样,涵盖纪录片、电影短片、电影长片和短视频,为观众一一展现各位导演的不同摄影主张。面对同一主题,虽然导演们的拍摄意图有时截然相反,但都能巧妙运用各自的镜头语言,对其做出完美诠释。
展映影片风格多元,时而着重表现建筑师、设计师或行业弄潮儿的个人风采,时而专注展示物品本身的价值所在,时而呈现生产工艺,揭秘时尚趋势,用声音和灵感描画出一幅意大利设计全景画。活动内容除了影片放映,还有策展人问答环节,西尔维娅·罗贝塔琪和安东内拉·德迪妮将围绕设计、手工艺、建筑、城市规划、可持续发展等不同主题与现场观众进行互动交流,她们希望活动不仅仅局限于设计师、建筑师、老师、学生等相关人员,而是触及更广泛的非专业群体,让那些对设计感兴趣并充满好奇与热情的普通大众也能体会设计的乐趣。

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Le testate digitali locali sono vitali per l’informazione»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

È un mondo variegato e con caratteristiche diverse. Quello che le accomuna è l’essere native digitali. La galassia delle testate locali inizia a prendere forma grazie al lavoro di AgCom che da un paio di anni lavora all’Osservatorio permanente delle testate digitali.
Nell’ambito di Glocal – Festival del giornalismo digitale, Adriana Lotti, dirigente del Servizio Economico-Statistico di AgCom ha presentato a Varese i risultati della prima edizione dell’Osservatorio. Con lei erano presenti il presidente di ANSO – Associazione Nazionale della Stampa Online, Marco Giovannelli, Riccardo Terzi, strategic partner manager News Iniziative di Google e Nicola Amelio, ceo di Presscomtech.«Il lavoro che abbiamo svolto in tanti mesi – ha spiegato Adriana Lotti – ci ha restituito un risultato interessante in cui emergono diverse tipologie di realtà editoriali. Abbiamo tantissimi soggetti molto piccoli, ma anche realtà strutturate con fatturati importanti. AgCom ha a cuore questo lavoro perché l’informazione è un elemento essenziale nella vita dei cittadini. Per questa ragione a breve partirà una nuova edizione dell’osservatorio».Avere un quadro sempre aggiornato e anche più partecipato è fondamentale per conoscere lo stato dell’editoria locale e iperlocale. Da quindici anni ANSO è a fianco di queste realtà attraverso un lavoro di servizio e valorizzazione delle esperienze. «Grazie a una azione costante con le istituzioni – racconta il presidente dell’Associazione Nazionale della Stampa Online, Marco Giovannelli – si è arrivati all’inserimento della definizione del quotidiano online come prodotto editoriale nella riforma della stampa, con AgCom ha preso il via l’Osservatorio e da ultimo tutti i giornalisti possono finalmente avere un contratto specifico che non gravi troppo sull’attività delle imprese editoriali. Il lavoro con AgCom è importantissimo e siamo orgogliosi di aver coinvolto anche Google in un lavoro strategico per il mondo dell’informazione».
ANSO ha partecipato attivamente alla settima edizione del festival Glocal con diversi appuntamenti tra cui quello del confronto con alcune realtà associative a livello europeo. Nel corso degli ultimi due anni infatti si è intensificata l’attività dell’associazione anche su base continentale seguendo da vicino i lavori della Commissione e del Parlamento Europeo in materia di editoria.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giunta Raggi in stallo?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Solo 1 delibera al mese per ogni assessore. Negli ultimi tre mesi approvate solo 41 delibere: tante formalità nessun atto concreto ma ben 7 delibere per contratti di lavoro. Rimaniamo sbalorditi dalla scarsa attività svolta dalla giunta capitolina del sindaco Virginia Raggi che in tre mesi, dal 1 agosto al 20 ottobre, ha approvato in giunta solo 41 delibere molte delle quali pure formalità come progetti pilota, istituzioni di comitati strategici, linee guida, schemi di convenzioni e protocolli d’intesa. Ben 8 delibere riguardano il personale di cui 7 atti per instaurazione di rapporti di lavoro, ovvero assunzioni per le segreterie del sindaco e degli assessori. Di fatto si tratta di meno di una delibera ogni due giorni per una giunta composta da 12 persone compreso il Sindaco. I conti sono così presto fatti: solo una delibera al mese per ciascun assessore, un record ultra negativo che non ha precedenti nella storia del Comune di Roma, considerata anche la scarsa qualità degli interventi che non registrano praticamente quasi mai azioni concrete per il territorio e per i cittadini romani. Non solo, dunque, incapacità ma anche una scorsa produttività che fa il paio con il blocco totale della città ormai in balia di una conclamata inerzia che sta lasciando nell’abbandono più totale la Capitale”
Lo dichiara Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega Lazio. Entrando ancora più nello specifico, tra le delibere di Giunta approvate in questi tre mesi appaiono anche un progetto pilota di azioni integrate ”Una strategia olistica per la rigenerazione delle aree periurbane”, tre delibere volute dalla Ragioneria per il prelevamento dal fondo di riserva del bilancio di previsione 2018-2020 e dal fondo di passività, tre delibere delle determinazioni di Roma Capitale in merito agli argomenti iscritti all’ Ordine del Giorno delle Assemblee delle società o delle partecipate in capo al Campidoglio e, infine, l’accettazione della donazione di un’opera di un’artista in favore della collezione conservata presso il MACRO. Tre mesi di nulla che si aggiungono agli ulteriori due e anni e mezzo passati a cambiare assessori, dirigenti, presidenti e amministratori di società senza soluzione di continuità e a danno della Capitale e dei suoi cittadini. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega Salvini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rapporto tra economia circolare e sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Parma giovedì 15 novembre alle ore 9 al Centro Sant’Elisabetta dell’Università di Parma (Campus Scienze e Tecnologie) sarà un’occasione di approfondimento su temi di assoluta attualità, guardando all’oggi ma soprattutto al futuro prossimo.Nel corso dell’appuntamento, organizzato dall’Università con il Circolo culturale “Il Borgo”, proporranno interventi Alberto Petroni, Coordinatore dell’Unità di Ingegneria meccanica e gestionale del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Ateneo, Monica Cocconi, Delegata del Rettore e docente di Diritto dell’ambiente (“Un diritto per l’economia circolare”), Paolo Giandebiaggi, docente del Dipartimento di Ingegneria e Architettura (“Il recycle e la sostenibilità applicata all’architettura”), Chiara Allegri, Presidente dei Giovani Imprenditori della CNA Emilia Romagna (“L’economia circolare nella conoscenza e nelle competenze per i nuovi modelli organizzativi e lavorativi”), Lorenzo Frattini, Presidente regionale di Legambiente (“Economia circolare: il ruolo delle associazioni ambientaliste”), e Paolo Ganassi, Responsabile dei servizi ambientali di AIMAG (“Chiudere il cerchio per i rifiuti organici”).
Il passaggio verso un modello più efficiente nell’utilizzo delle risorse, a basse emissioni nocive e quindi resiliente rispetto al cambiamento climatico, costituisce la principale sfida, a livello internazionale, per conseguire una crescita economica sostenibile e inclusiva. In realtà non si tratta unicamente di una riforma del modello attuale ma di un vero e proprio cambio di paradigma, che impone mutamenti rilevanti nell’utilizzo delle risorse e nel ciclo di vita della produzione dei beni. Il nuovo paradigma viene qualificato, a livello nazionale ed europeo, come economia circolare, e trae origine dall’osservazione dei sistemi non lineari e complessi, in particolare quelli viventi: sistemi rigenerativi, evolutivi e termodinamicamente lontani dall’equilibrio.L’obiettivo è quello di puntare a una crescita economica che avvenga entro il paradigma della sostenibilità e della rigenerazione, ossia in cui i beni di oggi siano le risorse di domani: arrivare quindi a coniugare una risposta adeguata ed efficace alle attuali dinamiche ambientali e sociali accrescendo, al tempo stesso, la competitività del sistema economico e i suoi livelli occupazionali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brain 2018: Gara d’intelligenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma, sabato 17 novembre, si terrà la prova del Brain e anche il test del Mensa. Il Brain è il torneo annuale costituito da quiz logico matematici, che si tiene nel corso dell’intero mese di novembre in tutte le sedi locali del Mensa Italia. Saranno premiati i primi 3 classificati nella graduatoria nazionale con un prestigioso attestato di vincita e buoni Amazon.
L’età minima per partecipare è di 16 anni compiuti. I minorenni devono essere accompagnati da un genitore. È necessario solo presentarsi con un documento d’identità ed è richiesto un contributo di euro 10,00 per le spese di amministrazione, valutazione e comunicazione del risultato. Per ulteriori informazioni: Nel Lazio si contano 246 soci e il Brain vuole essere un momento per cercare di identificare e valorizzare le intelligenze che vivono e lavorano nel territorio.Il Mensa è un’associazione internazionale senza scopo di lucro della quale possono essere membri le persone che abbiano raggiunto o superato il 98º percentile del QI (quoziente di intelligenza). Per diventare un “Mensano” (così si definisce un membro del Mensa), bisogna quindi rientrare nel 2% della popolazione mondiale con il più alto Quoziente Intellettivo. “Mensa” deriva dal vocabolo latino mensa (“tavola”) e si riferisce al concetto di tavola rotonda, per il quale tutti i membri sono uguali tra loro. Gli scopi del Mensa sono: scoprire e incoraggiare l’intelligenza umana a beneficio dell’umanità; incoraggiare la ricerca su la natura, le caratteristiche e gli usi dell’intelligenza; incoraggiare i contatti sociali fra i Soci per mezzo di conferenze, discussioni, pubblicazioni, gruppi di studio, convegni o altri mezzi utili a tali fini. (fonte: brain.mensa.it)

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Stranieri il “IX Leonardo Sciascia Colloquium”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Perugia Venerdì 23 novembre, ore 11.15 Sabato 24 novembre ore 9.30 l’Università per Stranieri di Perugia Piazza Fortebraccio, 4 nella sala Goldoni di palazzo, si trasforma in un crocevia di autorevoli studiosi internazionali dello scrittore siciliano Leonardo Sciascia. Si tratta del IX Colloquium di studio e di ricerca, su un tema mai affrontato in maniera approfondita: il rapporto tra lo scrittore di Racalmuto e il versante sud-orientale del bacino del Mediterraneo, tra mondo arabo, Turchia e Iran. L’evento, che apre il programma di iniziative per i 30 anni dalla scomparsa di Sciascia e si concluderanno con il Colloquium 2019 a Parigi, è diretto dal prof. Giovanni Capecchi dell’Università per Stranieri di Perugia e dalla prof.ssa Francesca Maria Corrao dell’Università Luiss-Guido Carli di Roma.
In questa nona edizione dal titolo “un lungo elogio della palma” il Colloquium cercherà prima di tutto di riflettere sull’importanza della cultura araba per Sciascia, partendo dai numerosi riferimenti che le pagine dello scrittore presentano e senza dimenticare i profondi legami tra Sicilia e mondo arabo, testimoniati anche dall’origine araba che Sciascia attribuisce al suo cognome e dal nome del suo paese natale (Rahl al-Mudd).
L’incontro intende anche far luce sulla diffusione dei libri di Sciascia nel mondo arabo, in Turchia e in Iran, occupandosi delle traduzioni che sono state effettuate (attraverso le testimonianze di Nacdet Adabağ e di Reza Gheisarieh, che hanno tradotto in turco e in persiano Il giorno della civetta) e di quelle in corso di realizzazione (a partire dalla versione in arabo de Il Consiglio d’Egitto che Zakariya Jumaah sta approntando).
L’incontro letterario ha inoltre lo scopo di ascoltare la voce di scrittori provenienti dalle diverse culture che costituiscono il centro della riflessione proposta: scrittori che si sono misurati con i libri di Sciascia, che hanno aperto un dialogo tra le loro pagine e quelle sciasciane e che condividono un’idea di scrittura come azione morale, come impegno civile.
Parteciperanno alla due giorni di Pal. Gallenga l’algerino Amara Lakhous, l’autrice italo-somala Igiaba Scego, il turco Suphi Varim, l’iraniano Mohammad Tolouei. L’immagine icona del Colloquium è la rielaborazione di un’opera di Bruno Caruso, artista amato da Sciascia. La manifestazione è dedicata alla memoria dell’amico Fabrizio Leonelli.
In un testo poetico del 1960, Sciascia citava il poeta Abu-Hâtem, che scrisse un lungo elogio della palma, «albero / foggiato dalle mani di Dio / a immagine dell’uomo: albero eccelso / che segue la marcia dell’Islam / (…) e in paradiso / darà ombra dolcissima a fanciulle / dagli occhi neri e casti». L’iniziativa è promossa dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia, dall’Università per Stranieri di Perugia e dall’Università Luis-Guido Carli di Roma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’organo come non l’avete mai sentito

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma venerdì 16 novembre 2018 Tempio Valdese – Piazza Cavour (ingresso via Marianna Dionigi 59) – ore 21.00 – Biglietto: 10 euro+ddp Carlot-ta suona nel suggestivo Tempio Valdese di Piazza Cavour. Pianista e compositrice, l’artista presenta il suo nuovo album “Murmure”, un canzoniere folk-pop interamente costruito attorno alle sonorità dell’organo a canne.
Uno strumento antico e imponente che si associa normalmente al repertorio sacro e al contesto liturgico, sotto l’abile guida di Carlot-ta condurrà il pubblico in un viaggio che esplora in modo contemporaneo e drammatico le sue infinite possibilità sonore, alternando momenti intimi e malinconici a registri scanzonati e irriverenti, solenni e impetuosi. Tra ballate romantiche, valse musette, danze macabre e motivetti synth-pop, prende così vita un tour che non poteva svolgersi se non nelle chiese e negli auditorium. L’artista suonerà inevitabilmente uno strumento ogni volta diverso con le sue specifiche caratteristiche e peculiarità, dando vita a un concerto sempre irripetibile. Ad accompagnarla tra i visual curati da Matteo Bellizi e Natsumi Corona, i fedeli compagni di sempre: Christopher Ghidoni (synth, voce e chitarra); e Paolo Pasqualin (percussioni).Uscito lo scorso aprile per Incipit Records/Egea Music, il disco è stato registrato tra Italia, Svezia e Danimarca ed è prodotto da Paul Evans, parte del team del Greenhouse Studio di Reykjavik che annovera tra le sue produzioni album di Björk, Sigur Ros, Damon Albarn, Cocorosie e molti altri. Murmure è il suono che l’aria produce quando entra nei polmoni e in questo contesto rappresenta il respiro delle canne d’organo. Un amore a prima vista per Carlot-ta, che per lo strumento ha momentaneamente abbandonato il piano.“L’organo a canne – racconta – è inevitabilmente connesso a un luogo e un posto ben preciso. Per suonarlo devi necessariamente spostarti nel suo spazio, cosa che non succede con nessun altro strumento. Non lo puoi possedere. Ogni movimento attiva un meccanismo complicato, che fa entrare l’aria nelle canne e lo fa respirare. È come dare vita a un animale, enorme e grottesco. Ti fa sentire potente, e allo stesso tempo carico di un timore reverenziale”.Dieci canzoni originali in inglese e una in francese in cui l’uso personale degli strumenti e della voce ricorda Björk (artista a cui critici e giornalisti l’hanno paragonata), “Murmure” è un disco epico e trionfale, oscuro e immaginifico. Esplora luoghi, suoni, emozioni, muovendosi con abilità tra riferimenti letterari e biblici. Percussioni e tessiture elettroniche dettano il tempo per un canzoniere cupo e barocco, in cui la musica risente delle influenze nord-europee, del cabaret weimariano, del chamber folk, della canzone francese. Un disco fuori dal tempo dalla scrittura contemporanea e marcatamente pop.Ventisette anni e 300 concerti all’attivo, Carlot-ta – al secolo Carlotta Sillano – firma con Murmure il suo terzo disco, preceduto da Songs of Mountain Stream (2014, anno in cui vince il premio SIAE alla Creatività) e Make me a Picture of the Sun (2011, secondo posto al Tenco, Premio Ciampi per la Migliore Opera Prima, Premio MEI Supersound per il miglior disco dell’anno).

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Louvre Abu Dhabi festeggia il suo primo anno con oltre un milione di visitatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Il Louvre Abu Dhabi ha annunciato di aver accolto oltre un milione di visitatori nel suo primo anno, affermandosi come una delle principali istituzioni culturali sulla scena mondiale.La visione del Louvre Abu Dhabi è celebrare connessioni interculturali che trascendono geografie e civiltà, per vedere l’umanità sotto una nuova luce. La diversità del pubblico del Louvre Abu Dhabi non riflette solo la società multiculturale di Abu Dhabi, ma illustra anche come il suo obiettivo e la sua narrazione universale, che mirano a creare ponti tra culture e promuovere il dialogo tra le comunità, facciano appello a molti, da esperti appassionati d’ arte a un pubblico più giovane, fino alle famiglie.”
I residenti degli Emirati Arabi Uniti hanno rapidamente adottato il museo e ne hanno fatto una meta prediletta per riunirsi con familiari e amici. Rappresentano il 40% del numero totale di visitatori del museo. I cittadini degli Emirati sono tra le prime due nazionalità dei residenti che hanno visitato il museo ed è la prima nazionalità dei visitatori abituali. Il museo ha 5.000 membri per il suo programma di fidelizzazione (Art Club).Il Louvre Abu Dhabi è diventato anche una calamita mondiale per i visitatori internazionali che rappresentano il 60% delle visite. Il museo sta guidando il turismo verso l’Emirato e i visitatori provengono da tutte le parti del mondo, tra cui il Medio Oriente, Europa e Asia, con Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Stati Uniti, India e GCC tra i migliori visitatori. Nel complesso, l’India è la nazionalità prevalente dei visitatori, sia con i turisti indiani che con quelli residenti negli Emirati Arabi Uniti.Il museo ha ospitato più di 1.000 gite scolastiche, 5.000 visite guidate, workshop e masterclass e programmato 115 eventi speciali dalle esibizioni di Bait Al Oud fino a conferenze, proiezioni di film e concerti con più di 400 artisti provenienti da 22 Paesi tra cui tra cui il concerto della pop star britannica Dua Lipa per celebrare il suo anniversario. Il Manga Lab, uno spazio speciale per sperimentare la cultura giapponese contemporanea, ha avuto grande successo tra adolescenti e giovani adulti e resterà aperto fino al 5 gennaio 2019.Il 47% dei membri dello staff del museo sono emiratini e un folto gruppo di eminenti e talentuosi curatori locali sta lavorando alla collezione e nelle gallerie permanenti, così come nei team di educazione e mediazione.Dalla sua apertura, l’11 novembre 2017, in collaborazione con i partner museali francesi e nell’ambito della sua prima stagione “A World of Exchanges”, il Louvre Abu Dhabi ha presentato quattro mostre internazionali: From One Louvre to Another: Opening a museum for Everyone, Globes: Visions of the World, Japanese Connections: The Birth of Modern Décor, e Roads of Arabia: Archaeological Treasures of Saudi Arabia, così come CO-LAB, un’esibizione che mostra nuove commissioni di artisti con sede negli Emirati Arabi Uniti in collaborazione con produttori francesi. Il museo ha anche presentato mostre per famiglie nel suo Museo dei Bambini, Traveling Shapes and Colours e la mostra recentemente lanciata Animals: Between Real and Imaginary.Quest’autunno, il Louvre Abu Dhabi ha presentato 11 nuove acquisizioni di livello mondiale nelle sue gallerie permanenti, oltre a nuovi importanti prestiti da 13 istituzioni partner francesi e musei regionali e internazionali. Come parte della prima rotazione dei prestiti su larga scala di quest’anno, e in collaborazione con i partner museali francesi, il museo ha curato un importante rinnovamento delle sue gallerie d’arte moderna e contemporanea, aggiornato le sue esposizioni e presentato circa 40 nuovi incredibili capolavori per tutti i visitatori da scoprire ed esplorare nel prossimo anno. Alcuni prestiti importanti, tra cui La Belle Ferronnière di Leonardo da Vinci del Musée du Louvre e il Ritratto della Madre dell’Artista di Whistler dal Musée d’Orsay rimarranno ad Abu Dhabi per un altro anno, per un totale di 300 prestiti esposti.
Nel febbraio 2018, Louvre Abu Dhabi ha lanciato con successo la pluripremiata Highway Gallery, la prima roadside gallery al mondo, che ha coperto 100 km dell’autostrada Dubai-Abu Dhabi, e invitava i pendolari e i visitatori a sintonizzarsi sulle stazioni radio locali per ascoltare la presentazione di un curatore su ogni opera visualizzata su cartelloni.
Durante il suo anniversario, il Louvre Abu Dhabi ospita un simposio di due giorni, Worlds in a Museum, in collaborazione con École du Louvre, affrontando il tema dei musei in un mondo globalizzato.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalla finanza alternativa grandi opportunità per le PMI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Nell’ultimo biennio il mercato della finanza alternativa per le PMI è cresciuto rapidamente, sia in termini di flussi di finanziamenti sia di piccole e medie imprese che guardano con interesse a questi strumenti alternativi al credito bancario. Gli ultimi 18 mesi sono stati anche un periodo di grandi cambiamenti, con alcuni segmenti prima dominanti che hanno perso terreno e altri che hanno registrato un incremento a due cifre. Ma nonostante la forte crescita, il mercato italiano appare ancora in ritardo rispetto ai principali Paesi europei e sono poche le PMI che si affidano alla finanza alternativa per reperire capitali: appena 1.800, tralasciando le aziende individuali, l’1% delle piccole e medie imprese che potrebbero utilizzarli.
I mini-bond si sono imposti come il primo canale di finanziamento alternativo, col 51% del mercato e 1,840 miliardi di finanziamenti generati, al secondo posto il private equity e venture capital, che ha perso la prima posizione, passando al 22% del mercato. Netta anche la crescita dell’Invoice Trading, lo strumento più utilizzato in assoluto (adottato da 900 PMI), capace di guadagnare undici punti percentuali (dal 5% al 16%) e di produrre un flusso di finanziamenti quasi pari a quello dell’ultimo decennio (580,8 milioni di euro su 612,2). Ancora minoritari ma in crescita il Crowdfunding (dall’1% al 3%) e le ICO (dall’1% al 2%), marginale il Direct Lending (da 0,2% a 0,6%).
I mini-bond nell’ultimo anno e mezzo si sono imposti come il primo canale alternativo col 51% del mercato (contro il 28% del periodo 2008-2018), generando 1,840 miliardi di finanziamenti, oltre la metà dei flussi generati dal 2008 in poi. Le PMI italiane che hanno emesso mini-bond fino al 30 giugno 2018 sono state 221 (36 delle quali si sono affacciate sul mercato per la prima volta quest’anno), per un valore di 3,545 miliardi di euro suddivisi in 335 emissioni. Più di metà dei finanziamenti è stata raccolta negli ultimi 18 mesi: 1,527 miliardi nel 2017 e 313 milioni nel primo semestre del 2018.Crowdfunding – Negli ultimi mesi ha registrato un buon tasso di crescita (dall’1 al 3%) anche l’equity crowdfunding, trainato dall’estensione a tutte le PMI di questa opportunità, inizialmente riservata a startup e PMI innovative. Fino al 30 giugno 2018 erano 214 le aziende italiane che hanno provato a raccogliere capitale di rischio sulle piattaforme Internet autorizzate, assicurandosi attraverso 134 campagne chiuse con successo investimenti pari a 33,3 milioni di euro (11,6 milioni nel 2017 e 14,2 nel primo semestre del 2018).
L’ultimo biennio ha visto una crescita decisa anche dei prestiti erogati alle PMI dalle piattaforme di lending: su un totale di 60,3 milioni di euro prestati a circa 250 PMI italiane (escludendo le ditte individuali), 53,9 sono stati concessi nel periodo compreso fra il 1 gennaio 2017 e il 30 giugno 2018. Anche questo mercato è destinato a crescere, grazie all’afflusso annunciato di capitali da investitori professionali che si affiancheranno ai piccoli risparmiatori di Internet.Completa il quadro il reward-based crowdfunding. Si tratta di campagne di piccolo importo (condotte soprattutto su portali USA come Kickstarter e Indiegogo) che imprese italiane in fase di avvio hanno condotto per raccogliere denaro offrendo in cambio prodotti e ricompense non monetarie. La ricerca ha stimato in 7 milioni di euro i finanziamenti raccolti in questo modo, senza prospettive di crescita rilevante.
Invoice Trading – Netto anche l’aumento dell’Invoice Trading (cessione di una fattura commerciale in cambio di un anticipo in denaro attraverso una piattaforma online), lo strumento più utilizzato in assoluto: è stato adottato da 900 PMI e ha guadagnato negli ultimi 18 mesi undici punti percentuali (dal 5% al 16%), divenendo il terzo segmento del mercato e producendo un flusso di finanziamenti quasi pari a quello dell’ultimo decennio (580,8 milioni di euro su 612,2).
Il grande interesse cresciuto nel 2017 e nel 2018 attorno alle criptovalute e alla tecnologia blockchain ha spinto diversi imprenditori a lanciarsi nel mercato delle Initial Coin Offerings (ICOs, passate dall’1 al 2% del mercato), che raccolgono capitali su Internet offrendo in sottoscrizione token digitali e disintermediando completamente piattaforme terze e circuiti di pagamento tradizionali. La ricerca ha censito 16 ICO promosse entro giugno da team costituiti per più del 50% da italiani, per un totale di 150 milioni di euro, di cui circa 80 riconducibili a PMI italiane già esistenti o di nuova costituzione.
Private Equity e Venture Capital – L’ultimo comparto analizzato sono gli investimenti effettuati da soggetti professionali nel campo del private equity e del venture capital, che sottoscrivono capitale di rischio di imprese non quotate con l’obiettivo di contribuire alla loro crescita per poi ottenere una plusvalenza al momento dell’exit. Questo segmento ha perso la prima posizione, passando dal 59% del mercato nel periodo 2008-2018 all’attuale 22%.Benchè attivo da tempo, il mercato italiano del private equity e del venture capital è ancora sotto-dimensionato rispetto alla situazione di Regno Unito, Germania, Francia. Considerando soltanto le operazioni di early stage e di expansion, dal 2008 al giugno 2018 sono state mobilizzate risorse in Italia per 970 milioni di euro nell’early stage e 6,5 miliardi nell’expansion. Negli ultimi 18 mesi, invece, i flussi sono stati pari a 229 milioni per la prima voce (su 213 progetti) e di 568 per la seconda (per 69 aziende).
By Giancarlo Giudici, Direttore scientifico degli Osservatori Entrepreneurship & Finance della School of Management del Politecnico di Milano (testo in sintesi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »