Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Archive for 21 novembre 2018

Tlc: Tar conferma entro 31/12 in bolletta rimborsi 28 giorni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Il Tar del Lazio, nel giudizio di merito, ha confermato che entro il 31 dicembre 2018 le società telefoniche dovranno restituire in bolletta i giorni illegittimamente erosi agli utenti a seguito della fatturazione a 28 giorni decisa in violazione della delibera Agcom.
“Anche se é una vergogna che il Tar abbia annullato la multa alle compagnie telefoniche, resta una vittoria per i consumatori” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale consumatori.”Se le compagnie telefoniche, senza alcun pudore, decideranno di ricorrere al Consiglio di Stato, ora non riusciranno più ad evitare i rimborsi entro il 31 dicembre ed i clienti potranno finalmente riavere il maltolto” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Vigileremo perché ogni consumatore riceva quanto indebitamente percepito dalle compagnie telefoniche” conclude Dona.L’associazione ricorda che i giorni di rimborso che ciascun operatore dovrà riconoscere in fattura ai propri utenti dovrà riguardare il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione su base mensile, ossia i primi giorni di aprile 2018.Gli operatori dovranno posticipare la data di decorrenza della fattura per un numero di giorni pari a quelli illegittimamente erosi (eventualmente spalmati su più fatture).

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abbattimenti case abusive a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Roma Legambiente “Bene gli abbattimenti, le ruspe nella capitale devono buttare giù le case abusive legate alla malavita, quelle in zone a rischio idrogeologico e quelle che deturpano l’ambiente” Da ore, a Roma, sono in corso gli abbattimenti di abitazioni abusive legate alla malavita organizzata. “Bene che a Roma si abbattano case abusive, finalmente vediamo le ruspe buttar giù edilizia illegale – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -, ancor più se legata alla malavita organizzata. Ambiente e legalità devo essere al centro dell’azione politico-amministrativa e ora gli abbattimenti non si devono fermare: al clamore odierno legato principalmente alle proprietà degli edifici, devono seguire azioni concrete che arrivino ovunque sia stato deturpato il territorio dal cemento illegale, dal Lungomuro di Ostia ai quartieri a rischio idrogeologico da delocalizzare fino a ogni abitazione che abbia deturpato l’ambiente”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’universo senior si riunisce a Rimini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Rimini dal 30 novembre al 2 dicembre 2018 presso il Palacongressi di Rimini la VII edizione del Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, che vedrà riuniti in una tre giorni di lavori 6.000 delegati Senior Italia FederAnziani, in rappresentanza del mondo dei pazienti, e 2.000 esperti, tra medici di medicina generale, rappresentanti delle società scientifiche, della filiera sanitaria, delle massime istituzioni nazionali e locali. I lavori, articolati in sessioni plenarie e Dipartimenti focalizzati su singole aree terapeutiche, si concluderanno domenica 2 dicembre, quando i risultati delle attività scientifiche saranno proposti all’approvazione dei 6.000 delegati Senior Italia FederAnziani.Quest’anno il Congresso sarà focalizzato sul grande tema della prevenzione intesa come pratica centrale anche e, a maggior ragione, in età senior per migliorare la qualità della vita, ottimizzare le possibilità di cura e garantire la sostenibilità del Sistema Sanitario.Di prevenzione si parlerà, ovviamente, in CosmoSenior, la grande manifestazione, organizzata da Senior Italia FederAnziani in collaborazione con Italian Exhibition Group, che si svolgerà in concomitanza al Congresso, sempre presso il Palacongressi di Rimini. Prevenzione, ma non solo, perché nell’ambito di CosmoSenior – quest’anno alla sua sesta edizione – i temi più strettamente inerenti la salute sono solo una delle (fondamentali) facce del mondo senior, in cui stili di vita e qualità della stessa diventano tutt’uno, comprendendo non solo le buone prassi sanitarie, ma anche gli aspetti legati per esempio al tempo libero, il turismo, l’economia, i servizi, la tecnologia, il fitness e molto altro. Una tre giorni tra workshop, vasta scelta di aree espositive, convegni tematici e molto altro. Tante quest’anno le attività in primo piano: screening gratuiti, corsi di danza e di ginnastica, momenti dedicati alla pet therapy e allo showcooking all’insegna del sano e buon mangiare. Il tutto su una superficie di 11.000 metri quadri interamente dedicati a quelli (gli over 55) che oggi rappresentano il 35,4% della popolazione italiana (fonte Istat).

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Esposizione collettiva con opere di Navid Azimi Sajadi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Reggio Emilia dal 1 al 22 dicembre 2018, presso la sede di via Montagnani Marelli 18 a Gavassa di Reggio Emilia, “OfficinARS – Durante e dopo: Resilienza”, esposizione collettiva con opere di Navid Azimi Sajadi, Penelope, Federica Poletti, Marika Ricchi, Thomas Scalco, vincitori dell’omonimo concorso. L’inaugurazione si terrà sabato 1 dicembre alle ore 17.00.
Giunto alla terza edizione, il Premio OfficinARS trae spunto dalla storia dell’edificio che lo ospita – scuola ottocentesca rivolta alle fanciulle povere – per individuare e promuovere gli artisti emergenti che operano sul territorio nazionale. Le attività dell’associazione, presieduta da Maria-Teresa Crispo, tendono inoltre a stabilire un legame tra l’arte e la solidarietà, sostenendo un’associazione che gestisce un orfanotrofio a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo.La mostra “OfficinARS – Durante e dopo: Resilienza” è l’esito di un concorso ad accesso gratuito al quale hanno partecipato artisti di età compresa tra i 20 e i 40 anni. Una giuria professionale, composta da Gianantonio Cristalli (Presidente della commissione – scultore e docente di scultura), Francesca Baboni (critico d’arte, curatrice) e Daniele De Luigi (curatore di fotografia e arte contemporanea) ha selezionato i cinque vincitori le cui opere saranno inserite nel catalogo annuale dell’Associazione Villa Sistemi Reggiana e successivamente esposte al Museo Storico Archeologico di Nola (5-31 gennaio 2019). Il progetto è realizzato con il patrocinio del Comune e della Provincia di Reggio Emilia e la collaborazione del Museo Storico Archeologico di Nola (NA) e del Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi (LU). La sede di Villa Sistemi Reggiana è accessibile da lunedì a venerdì con orario 9.00-18.00. Finissage: sabato 22 dicembre 2018, ore 18.00. Ingresso libero. http://www.villasistemireggiana.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale dell’artista ferrarese Sergio Zanni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Reggio Emilia dal 30 novembre 2018 al 29 marzo 2019 presso la sede di BFMR & Partners Via Emilia Santo Stefano, 54 Reggio Emilia mostra personale dell’artista ferrarese Sergio Zanni. Il titolo dell’esposizione – “Alla ricerca del perturbante” – evoca un termine utilizzato da Sigmund Freud per indicare ciò che, familiare ed estraneo allo stesso tempo, provoca uno spaesamento, una situazione di latente incapacità di comprendere secondo i canoni tradizionalmente adottati. “Perturbanti” sono i protagonisti dell’opera pittorica e scultorea di Sergio Zanni: viandanti e viaggiatori senza meta, frutto di un immaginario poetico e surreale.
Il percorso della mostra si compone di una trentina di opere, tecniche miste su carta e su tavola, di medie e grandi dimensioni, realizzate negli anni Duemila, oltre a due sculture in terracotta, raffiguranti i protagonisti del suo fervido immaginario. «Nello studio di Sergio Zanni, che s’affaccia su un cortile nella Ferrara antica – scrive il curatore Sandro Parmiggiani – si è presto circondati, quasi assediati, da una selva di figure: i personaggi creati dalla sua fantasia e realizzati prima in terracotta e poi nei materiali che consentono di ampliarne le dimensioni. Sono così nati nel tempo i personaggi che Zanni ha presentato in mostre, in Italia e all’estero, a partire dal 1973, e che lui stesso ha puntigliosamente elencato: eremiti; signori della pioggia; monumenti ai caduti; diavoli; custodi delle pianure; zingare; osservatori; camminatori; palombari; attendisti; figure senza davanti; piloti; cacciatori di nuvole; oblomov (il “mite-fantasma” del romanzo di Gončarov); fumatori; pittori di guerra; angeli misteriosi; sirene; equilibristi, Ulisse e altri viandanti; naufraghi e figure controvento che, nonostante abbiano ormai l’acqua alla gola, s’ergono su barche che stanno inabissandosi…».
La mostra sarà visitabile l’anteprima della mostra, aperta al pubblico da lunedì a venerdì con orario 10.00-12.00 e 16.00-18.00, chiuso sabato, domenica e festivi. Per informazioni: http://www.bfmr.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come si evolvono i rapporti tra UE e Canada?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Roma 21 Novembre 2018, ore 9:00 Sala M-N – Confindustria Viale dell’Astronomia 30. Dopo l’analisi dei dati 2017/2018 saranno approfonditi i settori finanziario, certificazione di prodotto, dogane, logistica, risoluzione delle controversie, con sessioni specifiche dedicate a Food&Wine, Pharma, Medical Devices e Public Procurement, per capire meglio le potenzialità che il partenariato strategico ed economico con il Canada potrà offrire.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mario Schifano: Mostra Fotografica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Roma 28 novembre 2018 ore 18.30 (Fino al 25 febbraio 2019) Doozo via Palermo, 51/53 La galleria Doozo è lieta di mettere in mostra una scelta di fotografie ritoccate a mano dall’artista, selezionate da un corpus che ne conta diverse migliaia. Schifano, con consuetudine pressoché giornaliera, quasi un lungo esercizio di rilettura della cronaca quotidiana praticato dalla fine degli anni ’80 nell’arco di dieci anni, eseguiva decine di scatti fotografici, catturando, dai televisori sempre accesi di cui si circondava, un’ampia serie di immagini dai soggetti e contorni diversi. Nei giorni successivi, quasi in una sorta di scrittura automatica, ne evidenziava i contenuti e le valenze per lui più interessanti, enfatizzando così tutto ciò che già in precedenza aveva messo a fuoco tramite la fotografia. In qualità di fotografo, Mario Schifano ha avuto occasione di registrare, all’istante, qualsiasi stimolo avesse catturato la sua attenzione, attingendo a piene mani sia dal mondo reale sia dal mondo mediatico. I suoi scatti immortalavano persone, oggetti, ambienti (o loro frammenti) incontrati talvolta dal vivo, ma soprattutto sullo schermo – in entrambi i casi fagocitati dall’obiettivo – con un gesto iterato alacremente, a ritmo quasi compulsivo. Così il fotografo, non diversamente da un reporter (“inviato speciale nella realtà”, citando Achille Bonito Oliva), accumulava note, spunti, appunti – un campionario iconografico sul quale, successivamente, interveniva il pittore. Inizia dunque il dialogo tra l’immagine fotografica e il segno grafico, tra l’automatismo del mezzo meccanico e la frenesia del gesto manuale, tra l’eterogeneità dispersiva degli scatti e la sintesi cui li riconduce il colore (lacca o pennarelli che siano). Un lavoro che è stato definito il “luogo genetico e concettuale in cui provava a sperimentare incessantemente segni e colori, accostando e deformando figure e passaggi”. Ma a ben guardare è anche il luogo delle sue correzioni: uno zibaldone di immagini che non solo fornisce all’artista ispirazione e materia prima per le successive rielaborazioni – in un’ottica, appunto, di dialogo e sperimentazione – ma sul quale la sua mano, in pervicace sovrapposizione, tenta ostinatamente di imporre il dominio ultimo, l’ultima parola. Orari: dal martedì al sabato 12.00 – 15.00 / 19.30 – 22.00 – domenica solo la sera.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diamo una chance a La Bellezza che è in noi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Roma. Venerdì 23 novembre 2018, alle 21.00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà lo spettacolo “Diamo una chance a La Bellezza che è in noi”, evento in ricordo di Giuseppe Maria De Lillo, con ingresso libero.
Giuseppe Maria De Lillo, scomparso l’anno scorso all’età di 43 anni, è stato il fondatore dell’Associazione di volontariato “Natale 365”, il cui obiettivo è vivere lo spirito del Natale 365 giorni all’anno e diffondere la Cultura del Dono.Giuseppe ebbe l’idea di ricreare ogni 25 del mese l’atmosfera magica del Natale, portando doni ai pazienti oncologici presso la “Casa di Andrea Tudisco”.Quella di Giuseppe è la storia di un ragazzo di grande cultura, con un avvenire roseo davanti a sé, che avrebbe potuto rivolgere la propria attenzione a mete prestigiose, ma che, invece, ha fatto una scelta precisa: quella dell’altruismo profondamente sentito e praticato quotidianamente, al servizio dei più fragili ed emarginati, come i clochard e le persone con disagi mentali.Come amava ripetere Giuseppe: “Ognuno di noi è chiamato alla santità. Quello che ci definisce è ciò che lasciamo dietro di noi al nostro passaggio, poiché alla fine della vita saremo giudicati solo dall’amore”.Nel corso dell’evento all’Università Europea di Roma saranno presentati un libro sulla vita di Giuseppe, a cura del Prof. Carmelo Pandolfi, e la raccolta dei suoi scritti musicati dal compositore Fabio Lombardi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumento spesa media di gestione di un conto corrente bancario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Per il 2017, la spesa media di gestione di un conto corrente bancario è cresciuta di circa 1,8 euro rispetto all’anno precedente, attestandosi a 79,4 euro. “Una pessima notizia, anche se l’aumento temiamo sia sottostimato” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Un dato negativo specie perché a peggiorare sono i canoni base, che colpiscono soprattutto il cliente medio, che non fa un numero di operazioni elevate” prosegue Dona.”L’indagine, poi, monitora i costi standard, come i canoni delle carte di credito o le commissioni pagate per le operazioni tradizionali. Se vengono introdotti nuovi e originali balzelli che non attengono alle spese di scritturazione delle operazioni, temiamo sfuggano alla rilevazione di Bankitalia. Ecco perché pensiamo che il rialzo sia ben maggiore rispetto a quello registrato” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Iniziativa “Stelle di Natale Ail 2018”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Dall’1 al 16 dicembre 2018, 30 anni di Stelle di Natale AIL, torna il tradizionale appuntamento in 4800 piazze italiane posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La manifestazione è realizzata grazie all’impegno di migliaia di volontari che offriranno una piantina natalizia, contraddistinta dal logo AIL, a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro. Quest’anno in occasione della storica campagna chi vorrà sostenere l’Associazione avrà una modalità in più per donare. Dall’ 1 al 16 dicembre sarà infatti attivo il numero solidale 45585, attraverso il quale: inviare un SMS solidale per donare 2 € da telefoni cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce e Tiscali; effettuare una chiamata da telefono fisso per donare 5 € con TWT, Convergenze e PosteMobile e 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.
Grazie ai fondi raccolti col numero solidale quest’anno l’Associazione finanzierà AIL ACCOGLIE, un progetto che riunisce due servizi importanti portati avanti dall’organizzazione in tutta Italia per sostenere i pazienti costretti a lasciare la propria città di residenza durante le terapie. I fondi serviranno quindi: per supportare Le Case Alloggio, strutture situate nei pressi dei principali Centri di Ematologia che accolgono gratuitamente malati e familiari durante il periodo di cura; per finanziare i Viaggi Solidali, spostamenti in treno, macchina o aereo offerti dall’AIL per raggiungere Centri altamente specializzati.
Grazie ai fondi raccolti con le Stelle di Natale e con il numero solidale, l’AIL continuerà a svolgere le attività che da 50 anni la contraddistinguono e realizzate grazie all’opera delle 81 sezioni provinciali:
collaborare al servizio di Assistenza Domiciliare, fondamentale per migliorare la qualità di vita dei pazienti, che consente ad adulti e bambini di essere seguiti da personale specializzato nella propria abitazione, riducendo così i tempi di degenza ospedaliera. L’AIL finanzia oggi complessivamente 42 servizi di cure domiciliari;
sostenere la Ricerca Scientifica;
sostenere le Case alloggio AIL. Attualmente sono 35 le città italiane che offrono questo servizio a 4.300 tra pazienti e familiari;
supportare il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule staminali e sostenere i laboratori per la diagnosi e la ricerca.
L’AIL negli anni ha raccolto significativi fondi destinati al finanziamento di progetti di Ricerca Scientifica e di Assistenza Sanitaria e ha contribuito a far conoscere i progressi nel trattamento dei tumori del sangue. I rilevanti risultati negli studi scientifici e le terapie sempre più efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici. È necessario però continuare su questa strada per raggiungere nuovi obiettivi e rendere leucemie, linfomi e mielomi sempre più guaribili. La manifestazione è resa possibile grazie all’aiuto di tutti gli organi di informazione che offrono visibilità all’iniziativa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti e termovalorizzatori: L’Economia circolare è il futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

L’Economia circolare non esiste ancora ed è un’ottima prospettiva, ma va costruita partendo dalle eccellenti prestazioni del riciclo garantito dalle aziende del nostro settore, creando le condizioni favorevoli per lo sviluppo di nuove attività di riciclo (tra cui le normative che rendano possibile la trasformazione di rifiuto in risorsa – cosiddetto End of waste) e realizzando un profondo cambiamento di modello economico, afferma Andrea Fluttero, presidente di Unicircular, l’Associazione che rappresenta “le fabbriche dell’economia circolare”.Ogni anello della catena dovrà ripensarsi in chiave di circolarità, dai produttori – con un’accurata ecoprogettazione – alla distribuzione, ai consumatori, per finire con “l’anello mancante” e da costruire del post consumo, composto da logistica di ritorno, raccolta, preparazione al riuso, riuso, riciclo, creazione del mercato dell’usato e delle materie prime seconde. Come si vede, una riorganizzazione complessa che non si risolve a colpi di slogan, ma ragionando ed ascoltando le categorie produttive, oltre ad individuare uno strumento che garantisca una regia di filiera.
Il paradosso è che il Governo parla di inceneritori “sì” o inceneritori “no”, senza considerare che mancano addirittura quei pochi necessari per smaltire le frazioni non riciclabili a valle del lavoro dei nostri impianti. Parla di Economia circolare e non consente una soluzione all’End of Waste “caso per caso” rilasciato dalle Regioni, che ha garantito in questi anni gli straordinari risultati di riciclo che conosciamo.Senza una semplice norma che ripristini tale possibilità in capo alle Regioni si sta rischiando il fermo delle imprese che riciclano rifiuti, tra i quali le macerie degli edifici, gli pneumatici a fine vita o i rifiuti tecnologici (RAEE).
Per realizzare la transizione verso l’economia circolare, come previsto dal pacchetto di Direttive europee, è necessario dotare il Paese di un adeguato sistema di impianti per il riuso e per il riciclo dei rifiuti, ma anche per il recupero energetico delle frazioni non riciclabili.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: “Farmaci innovativi e sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Parma, Venerdì 23 novembre, alle ore 9, in Aula Filosofi (Via Università 12) si svolgerà il convegno “Farmaci innovativi e sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale”, organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB) dell’Università di Parma. Dopo i saluti delle autorità e l’introduzione di Vittorio Bertelè, Istituto Mario Negri, si terrà la tavola rotonda dal titolo “La ricerca del Value: dare il giusto prezzo ai farmaci in rapporto all’efficacia”, moderata da Luigi Ripamonti, giornalista del Corriere della Sera. Partecipano Luca Baldino, Direttore Generale AUSl Piacdenza, Lucia Busatta, Università di Padova, Maurizio de Cicco, Vice Presidente Farmindustria, Giovanni Fattore, Università Milano, Bocconi, Pietro Lisi, medico e paziente, Giovanni Pitruzzella, Avvocato Generale Corte di Giustizia UE, Fausto Roila, Medico Oncologo, Azienda Ospedaliera di Perugia. Conclusioni a cura di Anna Rosa Marra, AIFA, Direttore dell’Azienda Vigilanza Post_Marketing.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Anief chiede nuovi passaggi di livello per tutto il personale Ata, visti i nuovi compiti e titoli di accesso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Questa è la richiesta che il giovane sindacato, in attesa di partecipare ai tavoli negoziali, invia ai membri della Commissione paritetica che si riunisce, per la prima volta, in Aran, il 20 novembre, per discutere dell’articolo 34 del CCNL sulla revisione dell’ordinamento professionale, fermo al 1976, dopo quattro mesi dalla scadenza della consegna della relazione originariamente prevista per luglio 2018.In occasione della convocazione delle organizzazioni sindacali da parte dell’Aran, domani 20 novembre, per l’avvio dei lavori della Commissione che dovrà provvedere al riordinamento professionale del personale Ata (ai sensi dell’art. 34 del CCNL “Istruzione e Ricerca” 2016-2018 sottoscritto il 19 aprile 2018), Anief non mancherà di far sentire la propria voce nell’interesse del riconoscimento della dignità professionale per la categoria degli Ata, ignorata per anni malgrado il suo operato rappresenti il nerbo fondamentale dell’organizzazione scolastica. La convocazione arriva dopo le numerose denunce che Anief, unitariamente ad altre organizzazioni di settore, ha sollevato per la chiusura di tutte le “code” contrattuali rimaste aperte nei settori della ricerca, della scuola, delle università e AFAM. Al fine di presentare proposte eque e innovative per la revisione dei profili del personale Ata, il sindacato chiede la piena garanzia da parte del Governo circa le risorse finanziarie necessarie per stabilizzare l’elemento perequativo e per dare regolarità ai rinnovi, come ha stabilito la sentenza della Corte Costituzionale del 2015.Nella scuola si contano ben circa 250 mila lavoratori che non insegnano, ma che svolgono ogni giorno il loro operato apportando un prezioso contributo alla didattica e all’organizzazione scolastica, malgrado il loro lavoro non abbia il giusto riconoscimento: sono gli assistenti amministrativi, i tecnici di laboratorio, i collaboratori scolastici e i Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi. Per mettere fine a questa iniqua situazione, Anief ha predisposto una serie di emendamenti al disegno di legge sul “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021” AC n. 1334, finalizzati a valorizzazione finalmente la categoria che, in assoluto, anche secondo l’Aran, percepisce gli stipendi più bassi del pubblico impiego e addirittura in calo rispetto agli ultimi anni. Il giovane sindacato ritiene peraltro di fondamentale importanza introdurre “i profili di coordinatore tecnico e amministrativo delle segreterie, come del resto previsti dal legislatore ma mai attivati. Il personale Ata di tutte le Aree svolge in modo prevalente, sotto il profilo quantitativo e qualitativo, funzioni superiori non retribuite e non valorizzate: basti pensare che i livelli retribuitivi sono rimasti invariati dal 1976 ad oggi, a fronte di un titolo di studio richiesto superiore a quello originario del 1976 e ad un aumento notevole di mansioni e di responsabilità non previste originariamente nella corrispondente qualifica professionale. Sono, inoltre, ulteriormente aumentati i carichi di lavoro e le responsabilità a fronte dello stesso stipendio tabellare: ora occorre un diploma di scuola superiore o una laurea per gli assistenti amministrativi e un diploma di qualifica per i collaboratori scolastici, ma la retribuzione non è mai stata cambiata e corrisponde al 3° e 4° livello della carriera esecutiva.Rammentiamo che i compiti e le mansioni del personale Ata sono disciplinate dall’attuale Contratto vigente (CCNL Scuola 2006-2009) all’art. 47 e dettagliate nella TABELLA ‘A’ allegata al Contratto. “1. I compiti del personale Ata sono costituiti: dalle attività e mansioni espressamente previste dall’area di appartenenza; da incarichi specifici che, nei limiti delle disponibilità e nell’ambito dei profili professionali, comportano l’assunzione di responsabilità ulteriori, e dallo svolgimento di compiti di particolare responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del piano dell’offerta formativa, come descritto dal piano delle attività. 2. La relativa attribuzione è effettuata dal dirigente scolastico, secondo le modalità, i criteri e i compensi definiti dalla contrattazione d’istituto nell’ambito del piano delle attività. […] Esse saranno particolarmente finalizzate per l’area A per l’assolvimento dei compiti legati all’assistenza alla persona, all’assistenza agli alunni diversamente abili e al pronto soccorso”.Anief propone, per tutti i profili Ata: una revisione della totalità delle attuali Aree o Profili che comporti un relativo adeguamento stipendiale a seguito di revisione dei livelli di qualifica; un piano di assunzioni per tutto il personale Ata, a copertura di tutti i posti disponibili e vacanti; la soppressione dei commi 332-333-334 della Legge 190 del 23 dicembre2014-Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015) -riguardanti le supplenze brevi e l’organico del personale Ata. Inoltre, per valorizzare il ruolo di assistenti amministrativi, tecnici, collaboratori scolastici e Dsga richiede che si dia seguito ai suoi emendamenti proposti: attivazione di 12 mila posti in organico di diritto nella prospettiva di creare dopo vent’anni i profili di coordinatori di assistenti tecnici ad amministrativi; adeguamento dei livelli del personale agli altri profili della PA; corso di formazione per i candidati del 2010, ad una nuova sessione concorsuale per i passaggi verticali; immissione in soprannumero dei facenti funzioni al concorso Dsga con una quota riservata, alla fine della “temporizzazione”. Altresì, il nuovo sindacato aggiunge che per quanto concerne i compensi, i più bassi della P.A., bisogna ripristinare “le fasce di posizioni stipendiali del personale scolastico precedenti a quelle indicate dalla Tabella A allegata al CCNL Scuola del 4/8/2011” e dire basta alle “discriminazioni tra lavoratori” di ruolo e precari; per gli stessi motivi, “è necessario estendere la carta docente e il relativo bonus anche” al personale Ata, come a quello educativo, oggi esclusi senza alcun tipo di spiegazione.
Anief denuncia inoltre il fatto che non sono mai stati organizzati i corsi di formazione dei dipendenti di ruolo graduati che hanno partecipato ai passaggi verticali nel 2010 (e che pertanto non sono mai stati assunti nella qualifica superiore) e che si rende necessario realizzare “una nuova procedura su tutte i profili attivabili in base ai molti posti vacanti e disponibili. Il fondo approvato dalla precedente legge di stabilità stanzia 50 milioni di euro per il 2018 e 150 milioni di euro per il 2019 al fine di potenziare l’organico dell’autonomia scolastica attraverso la trasformazione dell’organico di fatto in organico di diritto” di circa 12 mila unità lavorative Ata. Il sindacato ritiene inoltre che per chi abbia “superato i trentasei mesi, comprensivi di proroghe e rinnovi, indipendentemente dai periodi di interruzione”, si debba dar luogo all’assunzione a tempo indeterminato in ottemperanza a quanto previsto dalla Direttiva 1999/70/CE del Consiglio del 28 giugno 1999”. Questo consentirebbe di dare una “risposta definitiva al problema del precariato scolastico e al contenzioso oggetto della procedura d’infrazione n. 2014/4231 pendente presso la Commissione europea sulla violazione da parte dello Stato italiano della normativa comunitaria dei contratti a termine”, prevedendo ovviamente l’allargamento della norma al personale Ata. A livello stipendiale, bisogna da subito ripristinare “le fasce di posizioni stipendiali del personale scolastico precedenti a quelle indicate dalla Tabella A allegata al CCNL Scuola del 4/8/2011”. Inoltre, “al personale supplente temporaneo, a partire dall’a. s. 2019/2020” va associata “la retribuzione professionale docenti e il compenso individuale accessorio come determinati nel CCNL 2016/2018”, anche “alla luce della sentenza del 25 ottobre 2018 della Corte di Giustizia Europea sulla causa C-331/17 Sciotto sul precariato, al fine di non porre in essere discriminazioni tra lavoratori”, ad iniziare da quelli a tempo determinato e indeterminato. Per gli stessi motivi, “è necessario estendere la carta docente e il relativo bonus anche” al personale Ata ed educativo. Per quanto riguarda, infine, i Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi, “in relazione ai rilievi mossi dalla Corte di Giustizia europea (sentenza del 26 novembre 2014 sulle cause riunite C-22/13, da C-61/13 a C-63/13 e C-418/13) riguardo all’abuso di contratti a tempo determinato nella scuola statale italiana, è necessario procedere alla riserva di una percentuale dei posti del nuovo concorso per” D.S.G.A. “in soprannumero di chi ha svolto tale funzione a tempo determinato per almeno 36 mesi anche non continuativi su posti vacanti e disponibili. La norma introduce la quota del 30% che doveva essere riservata nella mobilità professionale a seguito dello svolgimento dei corsi di formazione a completamento della valutazione dei passaggi verticali”. Il tutto, senza “nuovi oneri per la finanza pubblica”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola, si allarga il fronte dello sciopero USB del 30 novembre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

La proclamazione dello sciopero da parte di USB Scuola, insieme con BastAlternanza, sta incontrando il sostegno dei lavoratori e non solo. Una piattaforma complessa, articolata e puntuale sta alla base di un momento di protesta nei confronti di questo governo che, su alcuni punti, si trova in assoluta continuità i governi precedenti. L’inadeguatezza degli organici docenti e ATA nelle scuole, unita alla persistente e cronica precarietà delle lavoratrici e dei lavoratori, non vedono una soluzione reale nelle politiche effettive, ma soltanto proclami che però vengono smentiti dalle misure di legge. Ne è un esempio il recente bando di concorso riservato per gli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria, per il quale viene messo a disposizione un contingente irrisorio rispetto alle reali necessità delle scuole che ogni settembre vanno nel totale caos.
Anche per il personale di ruolo la situazione non è rosea, Tra l’irrisolta problematica dei docenti costretti al trasferimento per effetto della “fase C” della L.107 e un rinnovo contrattuale economicamente farsesco e dal punto di vista dei diritti dei lavoratori assolutamente punitivo e svilente del ruolo e del concetto stesso di lavoratore della scuola, tutti siamo investiti dallo scempio al quale neanche questo governo è intenzionato a porre rimedio.La correttezza delle posizioni di USB Scuola viene confermata dalle adesioni allo sciopero che stiamo ricevendo in questi giorni a partire dal Comitato Idonei secondaria Concorso Docenti 2016, dall’Associazione nazionale per diritti dei lavoratori e da Potere al Popolo!Le ragioni di questo consenso sono riassunte in una piattaforma rivendicativa unificatrice delle tante specificità e individualità in cui le politiche portate avanti in questi 30 anni hanno ridotto i lavoratori e le lavoratrici della scuola e gli studenti, costretti a sottoporsi a inutili e dannosi test Invalsi e, ancor peggio, allo sfruttamento dell’Alternanza Scuola Lavoro, chiara sottrazione del tempo da dedicare allo studio, con i suoi conseguenti i rischi fisici e l’assuefazione al lavoro precario, sfruttato e non pagato ad essa collegati. Il 30 novembre gli scioperanti saranno in viale Trastevere dalle 9.30 insieme lavoratori della scuola e studenti per ottenere, in sintesi:
1. l’abolizione dell’ASL e l’eliminazione dell’invalsi
2. una vera quota 100 e l’immissione in ruolo su tutti i posti liberi
3. una mobilità equa che permetta il rientro degli esiliati
4. ruolo per chi ha 36 mesi di servizio
5. assunzioni per gli ATA per coprire il fabbisogno nelle scuole
6. internalizzazione dei servizi gestiti dalle cooperative e l’assunzione diretta degli ex LSU ATA ad essi adibiti
7. reali aumenti salariali
8. rifiuto della regionalizzazione
9. ritiro della delega sul sostegno
10. integrazione degli alunni stranieri e inserimento di italiano L2 in tutte le scuole.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Emergenza supplenze, 120 mila i precari assegnati su posti vacanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Bisogna salvaguardare chi lavora nelle scuole. Quasi centomila supplenti senza abilitazione ma con anni di servizio portano avanti il loro operato: devono essere assunti. Quella del precariato è una brutta piaga, presente nelle nostre scuole in maniera sempre più invasiva, con oltre 50 mila supplenze annuali assegnate quest’anno su sostegno ed altre 70 mila su cattedra curricolare: numeri da record, destinati a crescere. Invece, però, di avviare delle politiche di serio contrasto, assumendo il personale precario già selezionato e formato, si continuano a proporre dei concorsi-spot che ne stabilizza solo una piccola parte. Eppure la soluzione è a portata di mano e non prevede nemmeno particolari impegni economici: basterebbe procedere allo scorrimento delle graduatorie oltre il mero numero dei vincitori in riferimento ai posti messi a concorso. A chiederlo è il giovane sindacato Anief, facendosi da tramite per proporre alla commissione Bilancio degli emendamenti alla manovra economica AC n. 1334 all’articolo 58 sulle “Modifiche al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, e altre disposizioni in materia di revisione del sistema di reclutamento dei docenti scolastici”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il valore del sistema salute e il ruolo di Novartis

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Roma giovedì 22 novembre, h. 10, presso l’Auditorium Ara Pacis, si terrà l’evento organizzato da The European House – Ambrosetti, “Il valore del sistema salute per l’innovazione, la conoscenza e lo sviluppo economico e sociale. Il ruolo di Novartis”. Durante l’incontro, che vedrà la partecipazione dei rappresentanti del mondo istituzionale, accademico e associativo impegnato nell’ambito della salute, verrà presentato il caso di studio Novartis in Italia. Interverranno, tra gli altri, Dario Galli, Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Enrico Giovannini, Professore Ordinario di Statistica Economica, Università Tor Vergata di Roma e Portavoce dell’Alleanza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile – ASviS, Pasquale Frega, Country President Novartis Italia e Amministratore Delegato Novartis Farma e Valerio De Molli, CEO e Managing Partner, The European House – Ambrosetti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

PayTipper, con PuntoPuoi network, cresce nel settore cartolibraio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Il tema della sicurezza e dell’affidabilità delle piattaforme web per servizi di pagamento rimane cruciale per il futuro dell’economia digitale. Molti operatori del settore stanno investendo risorse nel knowledge e nelle attività di sviluppo, poiché il mercato appare sempre più sensibile alle innovazioni tecnologiche e alle loro applicazioni pratiche.Si inserisce in questo trend di mercato la campagna di affiliazione di PuntoPuoi, la rete dell’Istituto di Pagamento PayTipper, che permette agli esercizi aderenti di offrire al cliente finale alcuni servizi a valore aggiunto. Tra questi, si segnalano: il Pagamento di Bollettini postali e Freccia, avvisi di pagamento PagoPA, MAV e RAV; l’Acquisto di Ricariche delle maggiori compagnie telefoniche, di pay Tv e Tv digitali, e di gift card; il servizio di Spedizioni in Italia e in Europa, erogato tramite una piattaforma comparativa dei principali vettori; il servizio Visure per accedere ai prospetti della banca dati della Camera di Commercio.In una logica di confronto e di interazione con gli altri operatori e con gli utenti, PayTipper e PuntoPuoi hanno deciso di presentare le opportunità per gli esercenti del mondo della cartoleria e della cartolibreria a Big Buyer – la manifestazione annuale B2B di riferimento per il settore – che si terrà presso il quartiere fieristico di Bologna il 21, 22 e 23 novembre.Far parte del network PuntoPuoi significa avere accesso a una piattaforma web, sicura e semplice da usare, che consente di usufruire di alcuni servizi, a completamento dell’offerta alla clientela. Inoltre, grazie a POS+ – terminale ideato appositamente da PayTipper e perfettamente integrato con la piattaforma di pagamento – oltre che in contanti, i pagamenti di bollettini, Freccia, Mav, Rav e PagoPA potranno essere effettuati, con carte di debito e di credito del circuito PagoBANCOMAT e dei maggiori circuiti internazionali. POS+ permette di far pagare i bollettini allo stesso prezzo del contante ed è abilitato ai pagamenti generici; grazie a un unico terminale sarà quindi possibile effettuare sia i pagamenti relativi a servizi a valore aggiunto, sia quelli di tutti i prodotti e servizi della cartoleria o cartolibreria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unico futuro è recupero e riciclo dei rifiuti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

“Fontana deve rispettare la volontà del Consiglio regionale che nel 2013 ha votato all’unanimità una nostra risoluzione per la chiusura graduale dei propri inceneritori. La maggioranza di allora è la stessa di oggi”, così dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle della Lombardia. E soggiungono: “Da questo punto di vista facciamo nostre le parole del Senatore Gianmarco Corbetta, che nel 2013 firmava quella risoluzione. Il modello da seguire in tutta Italia, Campania inclusa, è quello veneto di Treviso di Zaia. Un modello che tutela ambiente, salute e crea più posti di lavoro. L’unico futuro possibile è la chiusura graduale degli inceneritori e l’investimento nella raccolta differenziata e nell’economia del recupero; materie queste che stanno avanzando in maniera preponderante. La provincia di Mantova dove non esiste un inceneritore di rifiuti urbani è all’85% poco indietro Treviso, altre province viaggiano tra il 65% e 75%. Applicando il ‘Modello Treviso’ a tutta Italia chiuderemo tantissimi inceneritori e discariche attraverso una strategia industriale che punta su raccolta differenziata di qualità con la raccolta porta a porta” conclude il M5S Lombardia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donne: in Campidoglio un convegno sulla violenza di genere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

A pochi giorni dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne si è tenuto in Campidoglio, presso la Sala della Protomoteca, il convegno dal titolo Stalking, violenza domestica e alienazione parentale. Percorsi di conoscenza, prevenzione e contrasto, promosso e organizzato dalla Lista Civica Con Giorgia. Obiettivo dell’incontro sarà analizzare i fattori capaci di contrastare questi fenomeni, purtroppo sempre più attuali e ‘trasversali’ anche nel nostro Paese, e valutare le modalità con cui affrontare adeguatamente e concretamente i percorsi in grado di prevenirli.Il numero delle donne vittime di violenza sale purtroppo di continuo e, giorno dopo giorno, diventa un’emergenza. Basti pensare che in Europa una donna su tre ha subito violenza almeno una volta nella vita.La legislazione italiana non contempla la definizione di femminicidio inteso come un omicidio in cui l’appartenenza al genere femminile della vittima è causa essenziale e movente dell’omicidio stesso. Eppure le donne continuano a morire. Come emerso dai dati presentati dal Viminale a metà agosto e relativi ai 12 mesi precedenti, in Italia sono stati oltre 130 gli omicidi commessi ai danni delle donne. Stragi spesso annunciate e troppe volte sottovalutate, a volte avvenute per mano di un uomo, un compagno, un familiare. Come dire che la violenza non ha confini ma ha le chiavi di casa. Alla violenza più estrema, quella che porta alla morte, si aggiungono poi varie altre forme di fenomeni violenti, non per questo meno vili o meno gravi: la violenza sessuale, i maltrattamenti in famiglia, le percosse e, infine, lo stalking, che tende a ridurre la vittima in uno stato di ansia e angoscia attraverso atti persecutori e, in alcune circostanze, anche fisici.
Dati Istat alla mano, nel 2015 oltre 3 milioni di donne sono state vittime di stalking, numeri parziali visto che molti casi non vengono denunciati per la ‘paura’, la ‘vergogna’, il ‘senso di frustrazione’ e la complessità di gestire le patologie della vita familiare all’interno delle quali spesso si verificano gli atti persecutori. Un bollettino di guerra molto pesante e quasi quotidianamente presente sui giornali, una mattanza alla quale occorre mettere la parola fine.A Roma la situazione è decisamente grave, come testimoniano anche i fatti di cronaca degli ultimi giorni.Secondo i dati forniti dalla Questura nel 2017 il numero delle violenze sessuali è pari a 220, quasi 20 stupri al mese solo nel Comune di Roma. Il dato è ancora più terribile se paragonato agli anni precedenti: le violenze sono state 184 nel 2016 e 187 nel 2015, un aumento del 20% che diventa del 33% nei casi in cui le vittime sono minori di 14 anni. Nel 2017 sono stati 12 gli stupri subiti da adolescenti, 9 l’anno prima e 7 nel 2015. «Nei mesi scorsi ho presentato al Sindaco e alla Giunta – dichiara Rachele Mussolini alcune interrogazioni finalizzate a monitorare i risultati raggiunti dall’istituzione di telecamere per la sicurezza di aree particolarmente rischiose o di una tariffazione “dedicata” che consenta alle donne, nelle fasce orarie notturne, di servirsi del servizio taxi”. E soggiunge: ” Come donna e come rappresentante del mondo delle istituzioni credo, infatti, che sia assolutamente doveroso da parte della politica affrontare con coraggio e determinazione la questione della violenza sulle donne, piaga sociale mai sopita». «E’ indispensabile, in tal senso, disegnare un sistema integrato di politiche pubbliche orientate in chiave preventiva alla salvaguardia e alla promozione dei diritti umani delle donne, al rispetto della loro dignità e alla tutela dei figli, ma anche potenziare le forme di assistenza, sostegno e protezione delle vittime a 360 gradi»
Particolarmente significativi gli interventi di alcuni dei maggiori esperti in diritto di famiglia e diritto della persona: gli avvocati Daniela Missaglia, Anna Pettene e Marcello Melandri, i magistrati Giuseppe Buffone, Valerio De Gioia e Vincenzo Barba. Insieme a loro prenderanno parte ai lavori anche il neurologo e psichiatra forense Stefano Ferracuti e la giornalista Antonella Delprino.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Xylem signs Memorandum of Understanding with the Government of Ethiopia to explore helping country solve water challenges

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Xylem Inc. (NYSE: XYL), a leading global water technology provider, has signed a Memorandum of Understanding (MoU) with Ethiopia’s Ministry of Water, Irrigation and Energy (MoWIE) for future cooperation to help advance water security in Ethiopia. The MoU was signed at an event in Ethiopia attended by Ethiopia’s Minister of Water, Irrigation and Energy His Excellency Dr. Eng. Seleshi Bekele; State Minister Water Supply and Sanitation Dr. Negash Wagesho; Xylem President and CEO Patrick Decker; and a representative of the U.S. Embassy in Ethiopia. H.E. Dr. Eng Seleshi Bekele noted that the present MoU signed between Xylem and MoWIE creates an enabling platform to improve water supply and sanitation service delivery and ensure scheme sustainability. He also stressed that the Ethiopian water supply and sanitation sector benefit from the broad technical and technological solutions Xylem has been providing.Xylem President and CEO Patrick Decker spoke about how honored the company is to have the opportunity to begin exploring solutions for the region, notably non-revenue water, knowledge sharing, and creating more water and energy efficiencies to maximize resources and lessen impact on the environment.“This exploratory partnership is a chance to strengthen our working relationship with the Ministry and build on positive conversations around water systems optimization, energy, water and sewage coverage, and to create a foundation that can help advance Ethiopia’s water sector in the future,” said Mr. Decker.“As a global leader in water technology, Xylem is committed to helping communities around the world harness the power of technology to protect and optimize water and wastewater systems. We are grateful for the opportunity to partner with the Ministry to identify potential ways to leverage our broad portfolio of leading-edge technologies to help build water security in Ethiopia – and address one of the greatest challenges of our time: solving water.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »