Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 22 novembre 2018

Riccardo Furgoni alla Galleria Arianna Sartori di Mantova

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

riccardo furgoniMantova Inaugurazione Sabato 24 novembre ore 17.00 (fino al 6 dicembre 2018 dal Lunedì al Sabato 10.00-12.30 / 15.30-19.30 Chiuso festivi) Arianna Sartori “Arte & Object Design”
Via Ippolito Nievo 10. Sarà presente l’artista.
Riccardo Furgoni vive e lavora a Mantova dove insegna Informatica e Fotografia Digitale nel corso di laurea quinquennale in “Restauro di Beni Culturali” presso gli Istituti Santa Paola.
Affianca all’attività di docenza quella di ricerca scientifica principalmente nei campi dell’astronomia, astrofisica e della lotta all’inquinamento luminoso, ambiti nei quali è impegnato in progetti e collaborazioni internazionali.La sua attività artistica, iniziata nel 2005, si è costituita progressivamente proprio su questo percorso professionale e personale a tratti incongruo ed è frutto del contatto tra elementi molto diversi: la vicinanza “quotidiana” ad opere e manufatti artistici, la passione per la fotografia e l’imaging scientifico, l’elaborazione digitale dell’immagine anche con prassi e strumenti propri del mondo della scienza.La sua produzione artistica è caratterizzata da alcuni elementi ricorrenti quali ad esempio una sistematica tendenza alla destrutturazione delle figure e degli sfondi, spesso fotografati dallo stesso autore, ed alla loro ricollocazione in uno spazio ideale ricreato digitalmente. La classicità di molte ambientazioni è rotta dall’uso talvolta violento del colore o dalla sua improvvisa perdita con bruschi cali di saturazione o presenza di zone scure ed impenetrabili. In molte opere domina la presenza dell’architettura che tuttavia partecipa, attraverso l’ampio uso di distorsioni, alla lacerazione e dinamizzazione di un clima a tratti fiabesco ed estetizzante. Le opere, principalmente di grande formato, subiscono normalmente una miriade di processi di elaborazione digitale che, complice la stampa su tela pittorica, conferiscono un aspetto molto lontano dalle immagini fotografiche di partenza arrivando ad una sintesi del tratto e del colore di marcata derivazione pittorica.Sebbene alcune opere siano chiaramente riconducibili alla mitologia (Leda e il cigno, Perseo e Medusa), in molte altre non vi sono accostamenti logicamente interpretabili o tematicamente congrui: le opere vanno quindi intese come nate da un contesto di assoluta immediatezza espressiva nel quale devono restare anche nell’ambito della loro fruizione.Non c’è, quindi, uno specifico piano logico o concettuale quanto piuttosto uno emozionale di interpretazione, in cui scene di lotta, lirismo ed esasperato dinamismo, distorsioni ed un senso di incompiuta incombenza ne sono l’incondizionato veicolo. foto e copyright riccardo furgoni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Workshop con Rory Di Benedetto

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Palermo 1 e 2 dicembre all’accademia teatrale di Tony Colapinto in corso Calatafimi 382 l’autore delle canzoni di Marco Mengoni, Lorenzo Fragola e di Lele, vincitore dell’edizione 2017 di Sanremo giovani, per due giorni a Palermo. Rory Di Benedetto sarà il maestro di uno stage per interpreti e cantautori.
Si studierà: analisi struttura della canzone, analisi del linguaggio della canzone, scrivere una canzone dall’idea alla scrittura, tecniche metriche di una canzone, stesura di un brano, analisi degli stili delle canzoni, tecniche di composizione melodica.Verrà rilasciato attestato di partecipazione. Stage a numero chiuso, fino ad esaurimento posti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Siena palcoscenico per “Europe Jazz Young

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Siena 23 novembre 2018 alle ore 21.30 al Santa Chiara Lab (via Val di Montone,1). rassegna “Europe Jazz Young”. Ingresso libero. Accoglierà studenti provenienti da alcune delle realtà dell’alta formazione musicale italiana ed europea, partner di EuJaMM, un progetto di scambi e di produzione fra le accademie musicali del settore.In scena, per offrire al pubblico momenti di spettacolo all’insegna del grande jazz, i gruppi dell’Estonian Academy Of Music And Theatre di Tallin (Estonia), del Conservatorio di Musica “F. Venezze” di Rovigo, del Conservatorio “G. B.Martini” di Bologna e dell’Accademia Siena Jazz.EuJaMM, è un progetto promosso da Siena Jazz e realizzato con il sostegno del MIBACT che, durante il 2018, sta coinvolgendo le formazioni jazzistiche di 8 accademie musicali europee e 8 conservatori italiani, oltre Siena jazz, il tutto all’insegna dell’incontro e del dialogo tra istituzioni di alta formazione musicale, con un comune obiettivo: concorrere a sviluppare modelli di eccellenza nella preparazione artistica.Ricco ed articolato il programma di reciproci scambi e collaborazioni. Sono 12 le formazioni musicali dell’Accademia Siena Jazz che ad oggi sono state ospitate nelle sedi dei partner del progetto e, in particolare, dai Conservatori di Milano, Amsterdam, Amburgo, Rovigo, Tallin, Graz e Oslo, ma anche dal jazz club il Torrione di Ferrara, e dal Bologna Jazz Festival. Parallelamente sono tante le formazioni musicali italiane e straniere ad oggi ospitate dall’accademia senese.
Dopo l’appuntamento di venerdì 23 novembre, sono in programma per il progetto EuJAMM ancora due concerti nel mese di dicembre, venerdì 7 e venerdì 21.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cortina, torna la Coppa del Mondo di Snowboard

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Cortina d’Ampezzo (Bl) sabato 15 dicembre, sulla pista Tondi del Faloria prova di Coppa del Mondo di Snowboard. Ormai una sfida “classica”, fiore all’occhiello degli eventi FIS che stanno traghettando il mondo degli sport invernali verso Cortina 2021.Alla sua quarta edizione, la prova ampezzana di Coppa del Mondo di Snowboard è organizzata dallo Snowboard Club Cortina e impegnerà i migliori specialisti della “tavola”, i campioni che terranno con il fiato sospeso e gli occhi puntati sul cronometro spettatori e fan da tutto il mondo, grazie alla diretta televisiva. La spettacolarità della prova è amplificata dal fatto che si svolgerà in notturna, sotto i riflettori, su una pista ben visibile dalla conca di Cortina, grazie alla ormai pluriennale partnership con Disano. Una Coppa del Mondo che, anno dopo anno, si rinnova e cresce nella sua offerta sia agonistica che di intrattenimento; grazie alla sinergia con Fondazione Cortina 2021, infatti, l’organizzazione potrà annoverare tra i suoi partner Audi, presenting sponsor dell’evento, nonché il Consorzio Prosecco DOC e Lattebusche. Gli atleti internazionali arriveranno a Cortina giovedì 13 dicembre, per poi dedicare venerdì 14, la vigilia della gara, agli allenamenti in pista, dalle 9 alle 13. Sempre venerdì gli appassionati di snowboard potranno conoscere personalmente i propri idoli, per autografi e consigli: “Incontra l’atleta”, alle 18.00, all’Alexander Girardi Hall, è un’occasione preziosa di condivisione. Un altro momento importante e molto seguito che scandisce l’avvicinamento alla gara è la consegna dei pettorali, alle 18.30, alla palestra di roccia Cortina 360°. In serata, tutti in centro per celebrare un weekend di divertimento, musica e amore per lo sport.
Sabato si entrerà nel clou della manifestazione. I primi a competere saranno bambini e ragazzi dello sport giovanile, che si metteranno alla prova sulla pista del Franchetti Faloria alle 9.30. Una “gara nella gara”: il FIS Snow Kids, parte della campagna internazionale Bring Children to the Snow, attira sempre più partecipanti da tutto il mondo, ed è ormai parte integrante della Coppa del Mondo. Aperta a tutti i tesserati FISI e agli snowboarder stranieri, questa sfida l’anno scorso ha registrato adesioni record, 130 ragazzi, perfino dal Giappone e dalla Russia.
Nel primissimo pomeriggio saranno i “grandi” a scaldare i motori e dare spettacolo. Si comincerà, dalle 13 alle 15, con le qualifiche di Coppa del Mondo di Parallelo Gigante. Alle 17.00 il momento più atteso: le finali, che decreteranno chi salirà sul podio di Cortina. L’anno scorso i tifosi italiani hanno potuto applaudire il connazionale Roland Fischnaller, secondo classificato dietro l’austriaco Alexander Payer.Dopo le premiazioni, a fine gara, si salirà al rifugio Faloria dove, assieme al partner Forst, si potrà celebrare il successo di una delle prove più attese del calendario agonistico, circondati dall’incanto del panorama delle Dolomiti. Non c’è festa senza musica: a partire dalle 19.30 sul palco saliranno gli Sticky Fingers, acclamata tribute band che si ispira all’energia trascinante dei Rolling Stones.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trovare lavoro a dicembre: ecco i ruoli più ricercati

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Non sono poche le persone alla ricerca di lavoro che, con l’approssimarsi di dicembre, mollano la presa, nella piena convinzione che le settimane pre-natalizie non possano offrire buone opportunità lavorative. In realtà le cose son ben diverse e anche il mese di dicembre può offrire interessanti possibilità lavorative a chi intende osare. «Molti candidati a dicembre smettono di inviare i proprio curricula alle aziende e persino di rispondere agli annunci di lavoro, pensando che ormai la ricerca di una nuova occupazione possa essere rimandata all’anno venturo, dalla metà di gennaio in poi» spiega Carola Adami, fondatrice e CEO della società di ricerca e selezione del personale Adami & Associati di Milano. In effetti le statistiche mostrano chiaramente che il periodo migliore per trovare un nuovo lavoro, in media e per la maggior parte dei settori, sia quello che corre tra settembre e ottobre. In quei mesi in effetti il mercato si riaccende dopo il lungo stand by estivo. Settembre, in particolare, è il mese deputato all’approvazione dei piani di sviluppo, e questo comporta l’avvio di molti processi di ricerca personale. Altro periodo particolarmente favorevole alle nuove assunzioni è poi quello che va da gennaio a febbraio: tutto l’organico è in azienda, non ci sono dipendenti in vacanza, e con la presenza di tutto il personale sono più probabili gli ingressi di nuove figure professionali.Sembrerebbe dunque che le persone che sul finire di novembre smettono di mandare le proprie lettere di presentazione alle aziende e ai cacciatori di teste abbiano delle ottime ragioni. Ma non è così perché quello natalizio può al contrario essere un periodo perfetto per trovare un nuovo soddisfacente lavoro.«Non si parla solo e unicamente dei lavoratori che trovano occupazione nelle attività che tipicamente assumono in vista del Natale, come i ristoranti, gli alberghi, i negozi e le attività legate agli sport sulla neve.Ci sono tante altre figure che proprio in vista delle ultime settimane dell’anno sono particolarmente ricercate dalle aziende, e per molte persone alla ricerca di un nuovo lavoro sarebbe dunque davvero sbagliato tirare i remi in barca in questo periodo», spiega ancora la Adami.
«In particolare ci sono molte aziende che, in vista dell’introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria a partire dal gennaio del 2019, sono alla ricerca di professionisti IT e di ruoli data entry, per poter così accompagnare questa importante evoluzione».Ma non è tutto qui: un’altra particolarità del 2018 è stata l’introduzione del GDPR, e di conseguenza sono tantissime le aziende che si sono poste dicembre come termine ultimo per individuare esperti nel campo della privacy.
«Non solo i lavoratori stagionali impiegati nel mondo del turismo, dunque, devono guardare a dicembre come a un mese ricco di opportunità: le ultime settimane dell’anno possono trasformarsi nel periodo giusto per un’ampia gamma di professionisti alla ricerca di una nuova occupazione», conclude l’head hunter.. Come sottolineato da Adami, del resto, in queste settimane le figure maggiormente ricercate a livello nazionale dalle aziende, oltre alle figure legate al GDPR e all’IT, sono i diplomati tecnici, gli esperti di big data, gli sviluppatori e gli immancabili agenti di commercio e responsabili delle vendite. In alcuni casi si ha a che fare con delle collaborazioni temporanee, ma non va trascurato il fatto che i processi di selezione pre-natalizi coinvolgono uno svariato numero di settori, richiamando candidati con i più differenti livelli di esperienza. (fonte: comunicati stampa net)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kineko International Children’s Film Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Tokyo 27 novembre il direttore di Giffoni Experience sarà in Giappone insieme al presidente Piero Rinaldi, a Jacopo Gubitosi, responsabile delle relazioni istituzionali e delle strategie aziendali e a Tony Guarino, responsabile delle relazioni internazionali.
Diretto da Mitsuo Tahira, la manifestazione si terrà a Tokyo fino al 27 novembre, e vedrà la partecipazione di giurati di età compresa tra i 9 e i 12 anni. I temi affrontati quest’anno sono “personalità”, “sensibilità”, “internazionalità” e “morale”. In programma anche i workshop “Draw Big Forest on the window!”, dell’artista giapponese Anz Kanie e “Let’s make a Happy Apple Tree” della regista Ana Horvat. Dopo la cerimonia ufficiale di consegna del premio, il direttore Gubitosi presenterà il “fenomeno Giffoni” – anche con l’ausilio di video – ad esperti, esponenti dell’industria cinematografica, della cultura e della comunicazione, e a partners internazionali, tra cui Chie Morimoto, Daniel Lundquist, responsabile della programmazione del BUFF (Svezia), Liset Cotera, fondatore e direttore de La Matatena (Messico), Floor van Spaendonck, direttore generale di Cinekid (Paesi Bassi) e Zhongquiang Jin vice presidente del CCFA (China). Per l’occasione Gubitosi racconterà i primi 50 anni di vita di Giffoni e i progetti futuri in cantiere, compresi quelli sull’innovazione, oltre a tutte le altre attività celebrative per il primo mezzo secolo di storia di Giffoni Experience che si festeggerà nel 2020. “Sono felice di portare personalmente in Giappone il nostro Giffoni – ha affermato – e questa esperienza che ha segnato tutta la mia vita. Avere un riconoscimento da una nazione così importante, ricca di storia e di tradizioni mi commuove e mi rende felice, perché è un modo per esportare la cultura italiana – di cui Giffoni è parte integrante – nel mondo. Raccontare nel mondo Giffoni e la sua bella storia italiana è un orgoglio, promuovere la mia Regione, la Campania, come terra fertile di creatività e di impegno è una missione che continuerò sempre a sostenere”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuova acquisizione in Francia per Sec

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

SEC SpA, società leader nel mercato italiano dei servizi di advocacy, PR e comunicazione integrata e tra i primi player europei, quotata all’AIM della Borsa di Londra, ha acquisito la maggioranza (50,01%) di CLAI, società con sede a Parigi e attiva nel settore Public Affairs e comunicazione d’impresa.Fondata dieci anni fa da Eric Giuily, già Global Head di Publicis Consultants, ENA e CEO di varie società operanti nei settori dei trasporti e dei media, CLAI conta oggi 25 professionisti e offre un ampio portafogli di servizi, tra cui social intelligence, strategie di comunicazione, Public Affairs, relazioni pubbliche, comunicazione economico-finanziaria e coaching per aziende e istituzioni. Nel 2017, CLAI ha registrato ricavi per quasi 4,5 milioni di euro e un utile lordo di 552.000 euro.In linea con la strategia SEC di costruire una partnership internazionale di imprenditori della comunicazione e non un semplice network di agenzie, l’accordo prevede che i partner di CLAI Eric Giuily, presidente, e Elisabeth Coutureau, co-presidente, che restano soci, continueranno a gestire operativamente la società. Eric Giuily e Elisabeth Coutureau, inoltre, entreranno a far parte del Management Commitee del Gruppo SEC, i cui membri sono tutti gli amministratori delegati delle società del Gruppo, presieduto da Tom Parker, Presidente di Cambre, l’agenzia con sede a Bruxelles e specializzata nelle attività di Public Affairs e nelle relazioni con le istituzioni comunitarie. Questo modello consente alle diverse società di mantenere inalterata la propria identità distintiva nei rispettivi mercati e, al tempo stesso, di sfruttare le sinergie derivanti dall’appartenere a un grande gruppo multinazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Save the Children: 85.000 bambini morti per fame dall’inizio del conflitto

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Circa 85.000 i bambini sotto i cinque anni potrebbero essere morti per fame o malattie gravi dall’inizio dell’escalation del conflitto in Yemen. Questa la denuncia di Save the Children, l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro, che sulla base di un’analisi di dati delle Nazioni Unite stima siano queste le vittime al di sotto dei cinque anni ad aver perso la vita tra aprile 2015 e ottobre 2018. Dopo quasi quattro anni dall’inizio del brutale conflitto nello Yemen, l’ONU ha dichiarato che circa 14 milioni di persone sono a rischio di carestia. Un numero aumentato drammaticamente da quando la coalizione guidata dai sauditi e dagli Emirati ha imposto un assedio di un mese dello Yemen poco più di un anno fa. Da allora, le importazioni commerciali di cibo attraverso il porto di Hodeidah si sono ridotte di oltre 55.000 tonnellate al mese, una quantità di cibo sufficiente per soddisfare i bisogni solo del 16% della popolazione del paese: 4,4 milioni di persone, tra cui 2,2 milioni di bambini. Qualsiasi ulteriore calo delle importazioni potrebbe probabilmente portare direttamente alla carestia. “Circa 85.000 bambini nello Yemen potrebbero aver perso la vita a causa della fame estrema dall’inizio della guerra. Per ogni bambino ucciso da bombe e proiettili, dozzine stanno morendo di fame e si potrebbe prevenire. I bambini che muoiono in questo modo soffrono immensamente: le loro funzioni vitali rallentano e alla fine si fermano, i loro sistemi immunitari sono così deboli che sono più inclini alle infezioni e sono talmente fragili che non riescono nemmeno a piangere. I genitori possono solo rimanere a guardare i loro bambini che stanno morendo senza poter fare nulla”, denuncia Tamer Kirolos, Direttore di Save the Children in Yemen. “Nonostante le difficoltà, salviamo vite ogni giorno: abbiamo fornito cibo a 140.000 bambini e curato più di 78.000 bambini per malnutrizione dall’inizio della crisi”.
Combattimenti, assedi e burocrazia hanno costretto Save the Children a portare rifornimenti necessari diretti al nord del paese passando attraverso il porto meridionale di Aden. Di conseguenza, possono essere necessarie fino a tre settimane affinché gli aiuti raggiungano le persone che ne hanno più bisogno, anziché la settimana che sarebbe necessaria se il porto di Hodeidah fosse pienamente operativo. Nelle ultime settimane sono inoltre aumentati drammaticamente gli attacchi aerei su Hodeidah e i combattimenti a Taiz, Saada e Sanaa. “Nelle scorse settimane ci sono stati centinaia di attacchi aerei a Hodeidah e dintorni, mettendo in pericolo le vite di circa 150.000 bambini ancora intrappolati nella città. Save the Children chiede la fine immediata dei combattimenti, per non perdere ulteriori vite umane. I bambini in Yemen sono sull’orlo del baratro ed è necessario fornire loro al più presto alimenti ad alto contenuto di nutrienti per salvarli”, continua Tamer Kirolos. Secondo le Nazioni Unite si stima che 400.000 bambini soffriranno di grave malnutrizione acuta, la forma più letale di fame estrema, nel 2018, 15.000 in più rispetto al 2017.Save the Children lavora in Yemen dal 1963, la prima organizzazione internazionale a operare nel paese. Opera a livello nazionale e locale per promuovere e proteggere i diritti dei bambini, con programmi di educazione, protezione, salute, nutrizione, igiene, igiene, mezzi di sussistenza e sicurezza alimentare.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza di Adolfo Guzzini

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Ascoli Piceno. La Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” dell’Università di Camerino e l’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) Marche Abruzzo e Molise organizzano per il prossimo 27 novembre ad Ascoli Piceno la conferenza di Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini, che ha ricevuto il premio alla carriera ADI Compasso d’Oro 2018, uno dei riconoscimenti più importanti nel campo del design. L’evento, che si terrà alle ore 17 presso la sede di Sant’Angelo Magno della Scuola di Architettura e Design, si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari, del Direttore della Scuola di Architettura e Design Giuseppe Losco, del Presidente ADI Marche Abruzzo e Molise Michele Gasperini. L’introduzione sarà a cura dello scenografo Giancarlo Basili, cui seguirà la conferenza di Adolfo Guzzini.
La conferenza, infatti, fa parte di un ciclo che la Scuola di Architettura e Design di Unicam e ADI Marche Abruzzo e Molise hanno dedicato ai premi alla carriera ADI Compasso d’Oro di personalità marchigiane o che hanno lavorato molto nelle Marche. Prima di Adolfo Guzzini, sono stati ospiti in Ateneo Franco Moschini e Fabio Lenci, insigniti del premio alla carriera nel 2016.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il personale scuola precluso alle procedure di mobilità volontaria intercompartimentale

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Si “è insediata all’Aran la Commissione paritetica prevista dall’articolo 34 del CCNL 2018, al fine di rivedere i profili del personale ATA”. La delegazione dell’Aran ha consegnato “un dossier sul personale Ata, contenente i dati di partenza: distribuzione fra i profili, per anzianità anagrafica e per titolo di studio. La stessa delegazione ha evidenziato la necessità di dover prendere in considerazione non solo quanto previsto nel CCNL ma anche quanto stabilito in merito dalle leggi”. Anief, anche in seguito alla presentazione degli emendamenti specifici, chiede, ancora una volta, i nuovi passaggi di livello per tutto il personale Ata e il giusto riconoscimento per la categoria.
La Buona Scuola già prevedeva la mobilità intercompartimentale (cioè il passaggio ad altra Amministrazione pubblica) anche se solo per il personale in posizione di comando, distacco o fuori ruolo. In particolare all’art. 1 comma 133 la suddetta normativa prevede: “il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico o ausiliario in posizione di comando, distacco o fuori ruolo alla data di entrata in vigore della presente legge, sulla base di un provvedimento formale adottato ai sensi della normativa vigente, può transitare, a seguito di una procedura comparativa, nei ruoli dell’amministrazione di destinazione, di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n 165, previa valutazione delle esigenze organizzative e funzionali dell’amministrazione medesima e nel limite delle facoltà assunzionali, fermo restando quanto disposto dall’articolo 1, comma 330, della legge 23 dicembre 2014, n. 190”.Ma per il personale della scuola si è mosso davvero poco. Malgrado le numerose istanze di nulla osta per la partecipazione alle procedure di mobilità intecompartimentale ai sensi dell’art.30 d.lgs. 165/2001, al momento è ancora tutto fermo: dunque il personale scolastico viene invitato a non presentare domanda.
Ricordiamo che già il Decreto Brunetta (L. 150/2009) ne prevedeva la possibilità, sia pure a seguito di trattativa sui comparti all’Aran circa l’emanazione delle tabelle di equiparazione tra i vari comparti della PA. Tali tabelle non furono però nell’immediato predisposte, tanto che successivamente fu subito presentato un ordine del giorno dagli Onorevoli Di Giuseppe, Messina, Zazzera, Paladini, Formisano, accolto peraltro dal governo, che mirava a rendere possibile la mobilità dei lavoratori della Pubblica Amministrazione, cioè i trasferimenti da settori in esubero di personale a quelli con carenza di organico; tutto ciò malgrado il Ministro Brunetta avesse sbandierato, nella sua riforma della Pubblica Amministrazione, la mobilità intercompartimentale come strumento per razionalizzare la gestione delle risorse economiche ed umane senza oneri per lo Stato. Tale ordine del giorno mirava a impegnare il governo a valutare se, in mancanza delle tabelle al momento non ancora emanate, previste dal decreto legislativo n. 150 del 2009, si potessero eventualmente applicare quelle disposte ai sensi dell’art. 6, comma 3, lettera b del D.M. Funzione Pubblica del 15 novembre 1989.
Ma, ad oggi, tutto tace. Rimembriamo, ancora, circa il personale Ata transitato dagli EE.LL. allo Stato, che, a seguito della pronuncia in senso favorevole avvenuta in data 07/06/2011 da parte della Corte Europea, veniva accolto il ricorso proposto da alcuni di questi lavoratori già transitati dagli Enti Locali allo Stato a norma della L. n. 124/99, i quali avevano giustamente lamentato la violazione dell’art. 6 della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo (CEDU), nel senso che lo Stato italiano, con la cosiddetta legge di interpretazione autentica (legge finanziaria 2006) aveva interpretato l’art. 8 della L. n. 124/99 nel non riconoscere l’intera anzianità pregressa maturata presso l’Ente di provenienza, violando palesemente i diritti degli interessati.
Il 06/09/2011 anche la Corte di Giustizia Europea si pronunciava favorevolmente sul ricorso proposto da un altro gruppo di lavoratori Ata (amministrativi, tecnici ed ausiliari) che si trovavano nelle stesse condizioni, affermando che: ”le autorità italiane non potevano emanare una legge retroattiva in corso di causa in contrasto con l’art. 6 della Convenzione europea, che invece garantisce il diritto al giusto processo”.Se poi andiamo a valutare le possibilità di progressione di carriera verticale (come da art. 557 del Testo Unico 297/94) vediamo che la situazione del personale Ata subisce le disattese di tutte le disposizioni, come si evince dalla lettura dell’articolo suddetto: Art. 557 – Concorsi riservati – 1. Una quota del 30% e, rispettivamente, del 40% dei posti disponibili annualmente nei ruoli della quinta e della quarta qualifica è conferita, mediante concorsi riservati, agli impiegati di ruolo delle qualifiche immediatamente inferiori anche se privi del titolo di studio richiesto per l’ammissione alla qualifica cui aspirano, purché in possesso del titolo di studio richiesto per la qualifica di appartenenza e di una anzianità di almeno cinque anni di servizio di ruolo, o, a prescindere da tale anzianità, se in possesso del titolo di studio richiesto per la qualifica cui accedono, fatto salvo quanto disposto dall’art. 556, comma 4, per particolari attività tecniche o specialistiche. 2. I concorsi riservati per la quinta qualifica sono per esami. Gli esami consistono nelle due prove scritte e nel colloquio previsti dall’articolo 552 per i concorsi pubblici. 3. Il concorso riservato per la quarta qualifica è per titoli, integrato da una o più prove pratiche attinenti alle mansioni proprie del profilo professionale e del ruolo per cui il concorso viene indetto. 4. I bandi sono emanati, con periodicità biennale, dai provveditori agli studi, sulla base di un’ordinanza del Ministro della pubblica istruzione.
Anief ribadisce, ancora una volta, anche in seguito alla richiesta di emendamenti, che non accetta disparità di trattamento tra lavoratori della funzione pubblica e porterà avanti le giuste rivendicazioni, affinché risultino applicate tutte le disposizioni di legge finora emanate dal legislatore, ma incredibilmente disattese dal governo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Stipendi, per il governo già è tanto che non sono diminuiti

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Sul rinnovo del contratto della scuola, come per quello degli altri dipendenti pubblici, la verità comincia a venire a galla: dopo aver parlato di adeguamento ai compensi europei, di valorizzazione dei nostri insegnanti, i soldi messi da parte nella legge di bilancio AC n. 1334, per assicurare il rinnovo del contratto, sono così pochi – soltanto 14 euro -, lo 0,7%, in attesa di prendere il doppio alla firma del contratto. Il Ministro dell’Istruzione dice che sono un punto di partenza, anche se a leggere il testo della manovra non sembrerebbe visto che si stanziano somme triennali. E comunque sia, per Marco Bussetti il governo va ringraziato per avere evitato che i compensi di tanti docenti e Ata si riducessero dal prossimo gennaio, per via della perequazione non coperta. Di aumenti veri, però, non se ne parla. Ecco perché Anief ha chiesto di riallineare gli stipendi attraverso l’integrale recupero del tasso di inflazione reale certificato dall’Istat negli ultimi dieci anni, superiore al 12%. Con la copertura della spesa, assicurata dalle risorse stanziate dal Fondo per il reddito di cittadinanza.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sicurezza e responsabilità dei dirigenti scolastici

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Udir, sin dalla sua fondazione, si batte affinché la giustizia entri all’interno della scuola: uno dei punti cardini della sua battaglia è la Sicurezza. Il dirigente scolastico ha il compito di garantire la sicurezza all’interno del proprio istituto, tutelando da un lato l’integrità psico-fisica dell’alunno e vigilando dall’altro sui soggetti a cui è demandato il compito di garantire la sicurezza, adottando misure atte a prevenire eventuali rischi all’interno delle istituzioni scolastiche. Ma certamente, come il sindacato ha avuto più volte modo di affermare, sulla testa del DS non possono ricadere colpe di cui non ha responsabilità. Infatti, alla luce delle numerose criticità emerse sul tema della sicurezza a scuola, è inderogabile esentare i dirigenti scolastici italiani da qualsiasi responsabilità, onere civile, amministrativo e penale derivanti dai danni strutturali degli edifici scolastici da loro diretti, laddove abbiano tempestivamente richiesto alle autorità locali proprietarie dell’immobile l’intervento, sia strutturale che di manutenzione, utile ad assicurare la sicurezza dei locali e degli edifici assegnati in uso.L’emendamento si focalizza sull’individuazione del datore di lavoro che risulta essere “il proprietario dell’immobile nel Dirigente tecnico all’uopo individuato, con delega vincolata ad apposito potere di spesa attraverso uno specifico capitolo del bilancio dell’ente locale rappresentato” che risulta anche essere “l’unico responsabile della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’Istituzione scolastica, ai sensi dell’art. 18, comma 3, del presente Decreto nonché dell’art. 3, della legge 11 gennaio 1996, n. 23, in attuazione dell’articolo 14, comma 1, lettera i), della legge 8 giugno 1990, n. 142”. Dunque, nel caso di pericolo grave, immediato e imprevedibile, il DS “ha la facoltà di inibire porzioni di spazi didattici sino anche a l’intera Istituzione scolastica ed educativa, senza incorrere in pregiudizio alcuno, in quanto ogni lavoratore deve essere protetto da qualsiasi conseguenza dannosa come sancito all’art. 44 del presente Decreto”: la disposizione va comunicata al Proprietario dell’immobile nonché al Prefetto quale garante della salvaguardia della sicurezza e dell’incolumità”. Per tale suo agire, il DS non può essere sanzionato “per reato d’interdizione di pubblico servizio né le giornate lavorative didatticamente perse devono essere recuperate per il raggiungimento della soglia dei duecento giorni di lezione”. Il proprietario, dal canto suo, “è obbligato ad intervenire repentinamente per dare conferma o rettifica della disposizione presa dal Dirigente Scolastico”.Inoltre, prima di ogni anno scolastico, il proprietario è tenuto, mediante l’Ufficio tecnico preposto, a eseguire sopralluoghi all’interno e all’esterno di ogni plesso scolastico di pertinenza “per verificare le condizioni di fruibilità ed agibilità dei locali ad uso scolastico, relazionando formalmente al Dirigente scolastico e contestualmente certificando il regolare avvio delle attività didattiche nel rispetto delle norme di cui al presente decreto” ed è obbligato alla redazione e all’aggiornamento periodico del “Documento di Valutazione dei Rischi di cui all’art. 28 per tutti i plessi di pertinenza, da trasmettere al Dirigente Scolastico per gli adempimenti consequenziali di vigilanza a salvaguardia dell’utenza e dei fruitori a qualunque titolo”.Dal canto suo, il dirigente scolastico “ha l’obbligo di comunicare i provvedimenti inibitori e interdettivi, di propria competenza, al Proprietario dell’immobile e al Prefetto” e di individuare “un Servizio di prevenzione e protezione idoneo per ogni istituzione rappresentata, nominando tra il proprio personale un numero di addetti e preposti tali da esser sempre presenti in ogni momento di attività didattica lavorativa”. Tale servizio è composto da: “un R.S.P.P. in possesso dei titoli formativi così come sanciti dall’Accordo definito dalla Conferenza Stato Regioni Rep. Atti n. 128 del 7 luglio 2016; un A.S.P.P. interno per ogni plesso operante nella medesima struttura afferente all’Istituzione e distinto dal responsabile di Plesso che è individuato come Preposto; una squadra di addetti antincendio ed una di addetti al primo soccorso entrambe non inferiori a tre per plesso, il cui numero può aumentare a seconda del numero di piani, delle dimensioni della struttura e degli spazi esterni”. Tali figure devono essere individuate tra il personale docente e Ata dell’istituto o all’esterno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge di bilancio: Emendamento Anief per accordare il salario minimo di cittadinanza ai dipendenti pubblici

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Il giovane sindacato chiede di dirottare 4,8 dei 6,8 miliardi previsti nel Fondo per il reddito minimo di cittadinanza ai 3,3 milioni di dipendenti della pubblica amministrazione, al fine di ancorare i loro stipendi base all’inflazione cresciuta nell’ultimo decennio di 4,5 punti rispetto agli aumenti preventivati. I 540 euro lordo Stato e lordo dipendente, infatti, già previsti dalla stessa manovra economica per il 2019, pur sbloccando l’indennità di vacanza contrattuale, non tengono conto dell’aumento del costo della vita registrato dal 2010. Con tale modifica, scrive il sindacato nella motivazione della modifica di cui si è fatto tramite, “si dispone il riallineamento degli stipendi attraverso l’integrale recupero, in percentuale, del tasso di inflazione reale certificato dall’Istat, superiore al 20%”.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fp Cgil va a Congresso

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Perugia. Da mercoledì 28 novembre a sabato 1° dicembre si terrà a Perugia l’11° Congresso della Funzione Pubblica Cgil. Appuntamento all’Hotel Giò Wine e Jazz Area in via Ruggero D’Andreotto 19. Una quattro giorni che metterà al centro il valore dei servizi pubblici, e di coloro che li garantiscono sia nel pubblico che nel privato, guardando ai processi di innovazione e al bisogno di un piano straordinario di occupazione.
Oltre 500 tra delegate e delegati, studiosi di fama internazionale e autorevoli ospiti, insieme alla rappresentanza del governo, nonché della Cgil nazionale, ruoteranno nel corso di questi quattro giorni, che si concluderanno con l’elezione del segretario generale della Fp Cgil. Tra le presenze: la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, e il sottosegretario al Ministero della Pubblica Amministrazione, Mattia Fantinati, entrambi previsti per mercoledì 28 novembre giorno d’apertura, subito dopo la relazione introduttiva della segretaria generale uscente della Fp Cgil, Serena Sorrentino. Insieme ai segretari generali di Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, Maurizio Petriccioli, Michelangelo Librandi e Nicola Turco, al segretario generale di Epsu, Jan Willem Goudriaan, anch’essi previsti per il 28 novembre.
Il giorno dopo, giovedì 29 novembre, inframezzeranno il dibattito congressuale gli interventi della europarlamentare, Cécile Kyenge, e del presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. Previste poi le relazioni del professor Nicolò Giangrande sul tema ‘Perimetro pubblico, disuguaglianze e crescita economica’ e del ricercatore dell’Inail, Emanuele Gruppioni, su ‘La Ricerca Pubblica fa bene alla Salute’.
Venerdì 30 novembre interverrà Rosa Pavanelli, segretaria generale di Psi, insieme al famoso epidemiologo britannico, il professor Michael Marmot, con una relazione su ‘La Salute diseguale’ e al professor Enrico Giovannini su ‘Diseguaglianze e sostenibilità sociale’. Sempre venerdì verrà presentata la ricerca sul lavoro nelle pubbliche amministrazioni, condotto da Marta Fana e dalla Fondazione Di Vittorio, dal titolo ‘Piano Straordinario per l’Occupazione nelle Pubbliche Amministrazioni’. Infine, le conclusioni della giornata con l’intervento del segretario confederale della Cgil, Franco Martini.
Per chiudere, sabato 1° dicembre, ultimo giorno del Congresso, sono previste le elezioni del comitato Direttivo e dell’Assemblea generale della Fp Cgil. Infine, intorno alle ore 12, l’elezione del segretario generale, con la chiusura dei lavori prevista per le ore 13.30.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Affitto e morosità: «il deposito cauzionale fa diventare più poveri i proprietari»

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

C’era una volta la cauzione. Quelle due mensilità che il proprietario di un appartamento chiedeva come deposito al nuovo inquilino; una garanzia a fronte di un’ipotetica, quanto scongiurata, insolvenza. Oggi, nove volte su dieci, il deposito cauzionale però non basta a coprire le spese che il locatario deve sostenere in caso di morosità dell’inquilino. «Parliamo di circa mille euro a garanzia contro una spesa media che può arrivare, e superare, i 10mila euro», spiega Claudio De Angelis, responsabile marketing di “Affitto Assicurato”, la soluzione che sta rivoluzionando il mondo dell’affitto garantendo 15 mensilità e il sostegno alle spese legali.«Per valutare la qualità, quindi la solvibilità, dell’inquilino, i nostri nonni si basavano su una sorta di “controllo sociale” – prosegue -. La conoscenza della famiglia di provenienza e il sapere dove si lavorava, unite al deposito cauzionale, diventavano il lasciapassare per l’affitto. Per i tempi, quello era il modo giusto di fare le cose. Oggi, ovviamente, tutto questo non è più pensabile. Anche la richiesta di una busta paga non riesce a dare tranquillità al locatore». Di fatto, le due mensilità depositate (che per legge possono arrivare ad un massimo di tre), non sono più sufficienti. «Quello che viene ritenuto ancora un elemento di salvaguardia e di garanzia, di fatto non lo è più: il deposito cauzionale non garantisce il locatore, o meglio, non lo garantisce a sufficienza», aggiunge De Angelis. «Con il nostro osservatorio abbiamo stimato che nell’90% delle situazioni di insolvenza, il deposito cauzionale non arrivi a coprire le spese e i mancati incassi che il proprietario si trova ad affrontare con un inquilino moroso».L’affitto diventa una scelta troppo rischiosa? «I numeri sembrano proprio dire questo», afferma De Angelis. «Solamente l’anno scorso sono state emesse 59.600 sentenze di sfratto, di queste 52.500 per morosità. In nove casi su 10 quindi non ci sono i soldi per pagare l’affitto e il deposito cauzionale è una somma obiettivamente insufficiente a coprire il periodo necessario a liberare l’immobile dall’inquilino moroso e le spese che il proprietario è chiamato a sostenere, tra canoni e spese condominiali non corrisposti oltre alle spese legati, arrivano mediamente a 10 mila euro».Che fare? Mantenere l’appartamento sfitto può essere una risposta e lo testimoniano le oltre 200 mila case vuote che ci sono a Roma, le 70 mila di Milano 70mila e le 60 mila di Torino, per esempio. «Ma sarebbero comunque altri costi da sostenere per il proprietario», rileva De Angelis. «Affitto Assicurato si pone al fianco del tradizionale deposito cauzionale, integrandolo. È una formula studiata per tutelare il padrone di casa, prevenire situazioni spiacevoli, tranquillizzare i proprietari dalla morosità degli inquilini, mettendo comunque gli stessi proprietari nelle condizioni di rispondere a un’esigenza abitativa che continua a ad essere molto elevata».Come? «Con la garanzia di 15 mensilità e l’intervento anche in caso di spese legali», spiega. «Non un servizio, ma un partner per il proprietario di casa che gli garantisce la rendita della locazione ed evita che incorra nei rischi di morosità. Per un affitto tranquillo».

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

First European consensus on clinical use of dimethyl fumarate

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

The Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology (JEADV)1 has published the first European expert consensus on clinical use of dimethyl fumarate in moderate-to-severe plaque psoriasis. The consensus report was drawn by 10 dermatologists from across Europe with extensive clinical experience in managing psoriasis patients and significant experience of using FAEs in clinical practice. Some of them also have experience in drawing up national and European-level clinical Guidelines in psoriasis, including the 2015 update of the European S-3 Guidelines on the systemic treatment of psoriasis.The main conclusion of the Consensus is that the favourable safety profile of fumaric acid esters (FAEs) together with their long-term efficacy provide a first-line therapeutic option to achieve sustained disease control for patients with moderate-to-severe chronic plaque psoriasis, when the disease cannot be adequately controlled with topical treatments and phototherapy. Also, the Consensus states DMF is considered to be the main active ingredient accounting for the clinical effects in psoriasis.
In 2017, the European Medicines Agency (EMA) approved a new oral formulation of dimethyl fumarate (Skilarence®) for the treatment of adult patients with moderate-to-severe chronic plaque psoriasis in need of systemic therapy, only containing DMF, considered to be the main active ingredient accounting for the clinical effects in psoriasis.4 This approval gave rise to a new oral treatment option for patients with moderate-to-severe chronic plaque psoriasis across Europe. The Phase III randomized BRIDGE study compared the efficacy and safety of Skilarence® and Fumaderm® vs. placebo in adult patients with moderate-to-severe chronic plaque psoriasis and it demonstrated that Skilarence® was non-inferior to Fumaderm®6 (a combination of FAEs plus 3 monoethyl fumarate salts), with a similar safety profile.4 Nevertheless, for many aspects of psoriasis treatment, there is no published evidence and expert consensus was needed to guide best clinical practice.
Psoriasis is a chronic immune disease that appears on the skin. It affects an estimated 7.8 million adults in Europe and approximately 125 million people worldwide.17 It is a non-contagious disorder that accelerates the growth cycle of skin cells and results in thick scaly areas of skin. It is associated with an increased risk of early mortality, an increased prevalence of co-morbidity such as psoriatic arthritis, metabolic syndrome, and can have significant psychosocial impact which adversely affects patients’ quality of life. The most common form of psoriasis, called plaque psoriasis, appears as red, raised areas of skin covered with flaky white scales, which may be itchy and painful and can crack and bleed. Despite different treatment options existing, many people with plaque psoriasis continue to struggle with the ongoing, persistent nature of this chronic disease.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Canalicchio is time of new oil

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Limpid of an emerald green color, intense aroma and strong flavor … is the green gold of the Montalcino’s company, the new Extra virgin olive oil!“Our oil is the result of a careful selection of olives harvested at the right degree of ripeness – explains Franco Pacenti. Good quality while we have collected less olives than in the past as the result to a climate not really favorable. The low temperatures, which at the end of February were lowered by more than -9 degrees, have in fact compromised the foliage of the plants and hindered the normal growth of the olives. That 2018 will therefore be an even more precious green gold! “.In the small olive grove of only one hectare cultivate, at 320 meters on sea level, the three varieties of typical Tuscan cultivars: Frantoio, Leccino and Moraiolo. The characteristics of the fruit, the correct harvesting procedures and the milling are decisive factors for the final quality of the product. From the first cold pressing you get the ingredient at the base of the Mediterranean diet, an evo intense, fruity and spicy oil, ready to cheer the autumn evenings with an excellent bruschetta and a good glass of Franco Pacenti Red wine of Montalcino – Canalicchio.This year, with a new look, after the restyling of the company brand, the oil is available in 500ml bottles or 3 and 5 liter tins.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Also at Maria Teresa’s Estate it is time to harvest the olives

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

The agricultural crop typical of autumn began a few days ago and it will finish at the end of November. From the plant to the bottle, it was the care of the producer, the knowledge and the quality of the mill, the most of a quality material that make the extra virgin olive oil of the company the product of excellence.“It’s a rich and very healthy year – it is what the owners says. The olives have reached full ripeness and, judging by the plants, the quantity will be higher than in 2017 and the quality will reflect the required standards of excellence. Our olives are of the leccino, frantoio, maurino and moraiolo type and are collected separately and crushed in the same day using the crusher owned by the company, a step that avoids any type of oxidation. The milling then takes place at a controlled temperature below 27 ° (cold extraction), with kneading times of around 30 minutes and the mixing of the oils extracted from different varieties of olives takes place subsequently. The product obtained is stored in containers under nitrogen and bottled in small batches as needed to ensure optimal preservation. We also produce a small amount of monocultivar that is required by some restaurants that need special olfactory notes to change the taste of the plates”.The organic extra virgin olive oil of the Tenuta Maria Teresa is produced only with fruits from the farm and since 2003 has the ICEA Organic Certification.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The 30th Annual Piper Jaffray Healthcare Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Exelixis is scheduled to present at 11:00 AM EST / 8:00 AM PST on Tuesday, November 27, 2018 in New York. Evercore ISI HealthConX: Exelixis is scheduled to present at 2:00 PM EST / 11:00 AM PST on Wednesday, November 28, 2018 in Boston.
To access the webcast links, log onto http://www.exelixis.com and proceed to the News & Events / Event Calendar page under the Investors & Media heading.
Founded in 1994, Exelixis, Inc. (Nasdaq: EXEL) is a commercially successful, oncology-focused biotechnology company that strives to accelerate the discovery, development and commercialization of new medicines for difficult-to-treat cancers. Following early work in model genetic systems, we established a broad drug discovery and development platform that has served as the foundation for our continued efforts to bring new cancer therapies to patients in need. We discovered our three commercially available products, CABOMETYX® (cabozantinib), COMETRIQ® (cabozantinib) and COTELLIC® (cobimetinib), and have entered into partnerships with leading pharmaceutical companies to bring these important medicines to patients worldwide. Supported by revenues from our marketed products and collaborations, we are committed to prudently reinvesting in our business to maximize the potential of our pipeline. We are supplementing our existing therapeutic assets with targeted business development activities and internal drug discovery – all to deliver the next generation of Exelixis medicines and help patients recover stronger and live longer. Exelixis is a member of Standard & Poor’s (S&P) MidCap 400 index, which measures the performance of profitable mid-sized companies. For the second consecutive year, Exelixis earned a spot on Deloitte’s Technology Fast 500 list, a yearly award program honoring the 500 fastest-growing companies over the past four years.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Media Alert: Rambus to Present at Credit Suisse and Barclays Investor Conferences

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Rambus Inc. (Nasdaq: RMBS) announced today that Luc Seraphin, chief executive officer, and Rahul Mathur, chief financial officer, will present at two upcoming investor events.
Credit Suisse 22nd Annual Technology, Media and Telecom Conference in Scottsdale, AZ on Wednesday, November 28, 2018 at 10:00 a.m. MT.
Barclays 2018 Global Technology, Media and Telecommunications Conference in San Francisco, CA on Wednesday, December 5, 2018 at 2:30 p.m. PT.
The presentations will be available through a webcast which can be accessed on the Rambus Investor Relations website at investor.rambus.com. A replay of each presentation will also be available on the website following the events.
Dedicated to making data faster and safer, Rambus creates innovative hardware, software and services that drive technology advancements from the data center to the mobile edge. Our architecture licenses, IP cores, chips, software, and services span memory and interfaces, security, and emerging technologies to positively impact the modern world. We collaborate with the industry, partnering with leading chip and system designers, foundries, and service providers. Integrated into tens of billions of devices and systems, our products and technologies power and secure diverse applications, including Big Data, Internet of Things (IoT) security, mobile payments, and smart ticketing. For more information, visit rambus.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »