Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 25 novembre 2018

All’Aranciera di San Sisto a Roma la storia del soccorso umanitario della Croce Rossa Italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma Sarà inaugurata lunedì 26 novembre, nella splendida cornice dell’Aranciera di San Sisto a Roma, la mostra “Il Corpo Militare volontario della CRI, da sempre in cammino per l’Umanità” che intende ripercorrere la storia del soccorso umanitario portato avanti dalla Croce Rossa Italiana, nel corso di tutte le guerre ed emergenze umanitarie.L’esposizione, promossa dalla Croce Rossa e da Roma Capitale, è composta da 121 pannelli fotografici e da mezzi storici che permetteranno al visitatore di immergersi nella realtà del soccorso e resterà allestita fino al 9 dicembre.Il percorso espositivo, a ingresso libero, intende anche raccontare il rapporto sinergico tra Roma Capitale e il Corpo Militare Volontario della CRI, che affonda le sue radici negli albori del secolo scorso, quando la Croce Rossa Italiana e il Campidoglio stipularono una convenzione per la cura dei malati di malaria nell’Agro Romano. Con il passare degli anni la CRI estese il servizio anche alle Paludi pontine, dove gli Ufficiali Medici dell’Associazione percorrevano le zone malariche diffondendo nozioni d’igiene e assicurando le cure nelle più svariate esigenze.“Siamo felici di ospitare questa importante mostra che racconta con le immagini la storia del secolo scorso. Si tratta di uno dei tanti progetti di collaborazione avviati negli anni con la Croce Rossa e tra questi c’è anche il coinvolgimento dei richiedenti asilo per la cura e la manutenzione del verde della Capitale. Con questa esposizione vogliamo contribuire a raccontare il ruolo straordinario svolto da questa importante Associazione a Roma e non solo”, spiega l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari.”Le immagini storiche, le dotazioni dell’epoca e quelle moderne trasmettono in maniera immediata tutto il senso dell’opera del Corpo Militare, a favore della collettività bisognosa sin dalla sua nascita fino ai nostri giorni, che è proiettata al futuro con convinzione, professionalità e spirito umanitario”, afferma il Maggior Generale del Corpo Militare della CRI, Gabriele Lupini.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ue: tante parole ma poca solidarietà

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Bruxelles. Da parecchio tempo, e non solo per le recenti defaticanti e destabilizzanti diatribe tra Roma e Bruxelles, rappresentanti ed economisti di molti paesi europei, in primis della Germania, manifestano grande attenzione nei confronti dell’economia italiana. Cosa legittima che, se fatta con spirito di collaborazione, potrebbe essere utile.
L’ultimo intervento viene dal noto settimanale tedesco Die Zeit che, pur manifestando preoccupazione per l’alto livello del suo debito pubblico, riconosce che il surplus della bilancia commerciale riflette un’evidente capacità competitiva dei settori industriali e tecnologici italiani, evitando così il fardello del debito estero. Ciò rende l’Italia molto differente dalla Grecia.
Per Die Zeit, quindi, le preoccupazioni dei mercati internazionali non verrebbero principalmente dalla politica fiscale e dal bilancio nazionale annunciato dal governo ma dalle motivazioni politiche che li sostengono. Di conseguenza, si teme una esasperazione dello scontro anziché perseguire la necessaria moderazione.
Per superare questo dilemma, il settimanale tedesco presenta una proposta dell’Hans Boeckler Stiftung, un istituto sindacale di studi macroeconomici e congiunturali di Dusseldorf. Si sostiene che i ministri delle finanze dell’Unione europea potrebbero autorizzare la Bce ad acquistare titoli di stato dei paesi con lo spread più alto. Ciò dovrebbe essere subordinato, però, a una bilancia commerciale in attivo. Solo l’annuncio di tale intenzione eviterebbe l’applicazione di alti tassi d’interesse che stanno mettendo a repentaglio l’unione monetaria. L’indebitamento dell’Italia sarebbe così sottratto alle pressioni dei mercati finanziari. Per via del suo surplus commerciale, esso sarebbe sopportato in gran parte dagli italiani. Die Zeit ammette che è un passo che richiede coraggio politico ed economico da parte dell’Europa.
Riteniamo che, rispetto all’attuale profonda divisione all’interno dell’Unione, tale scelta potrebbe essere un’iniziativa unificante.
Altrimenti di tanto in tanto rifà capolino la proposta di risanare i nostri conti pubblici con una tassa del 15% sul patrimonio finanziario dei cittadini italiani. In tal modo si porterebbe il debito pubblico sotto la soglia del 100% del pil. Tale idea, si ricorderà, fu proposta per la prima volta dal management della Kommerzbank, la seconda banca tedesca. E’ la stessa banca, in verità, che nel 2008 fu salvata dalla bancarotta con i soldi pubblici. Sarebbe naturalmente una misura iniqua che colpirebbe anzitutto il risparmio.
Come si può vedere, le varie proposte sono figlie di contrapporti approcci e di differenti analisi economiche. Mettono, però, in risalto il vero problema dell’Europa: la mancanza di solidarietà. Per solidarietà non s’intende far pagare agli altri le debolezze e gli errori di alcuni, ma affrontare con giustizia e intelligenza le difficoltà, che da un singolo paese possono propagarsi agli altri.
Per esempio, il quantitative easing, il meccanismo di acquisto di titoli di stato da parte della Bce, non è stato e non è fatto con l’intenzione di aiutare i paesi più in difficoltà. Esso si applica in proporzione al pil di ciascun paese, per cui la Bce acquista, proporzionalmente, più Bund tedeschi di tutti gli altri titoli. Ciò va indubbiamente a beneficio della Germania, la cui economia è già la più forte, e aiuta meno chi ne avrebbe più bisogno. Anche la politica dei tassi bassi ha giovato a chi ha già un interesse basso, e meno a chi deve colmare lo spread pagando di più.
Non si tratta di colpevolizzare chi sa far funzionare meglio la sua economia e la sua burocrazia. Certo è che se si vuole equilibrare l’intera economia europea, un’attenzione particolare dovrebbe essere posta alle realtà più deboli. Altrimenti è inevitabile che i forti diventino più forti e i deboli sempre più deboli.
E che dire di un euro, che complessivamente è, quindi, meno forte nei confronti del dollaro e perciò favorisce anche le esportazioni dei paesi più competitivi? E del conseguente enorme surplus commerciale, per esempio della Germania, che così aumenta, anche senza volerlo, gli squilibri economici interni all’Unione europea?
D’altra parte il ruolo della locomotiva non è quello di marciare da sola, ma quello di trascinare il resto del treno. Perdere questa prospettiva, e con essa la pacatezza di fare valutazioni giuste e di prendere decisioni lungimiranti, rischia di danneggiare l’intero sistema, comprese le economie più forti.
Troppo spesso si dimentica che per tutti i paesi europei, e quindi anche per la Germania, il mercato principale non è quello cinese o americano, ma è quello europeo. Perciò se si lasciano indietro i paesi più deboli, a un certo punto sarà l’intero sistema e l’intero mercato europeo a farne le spese.
In questo quadro, i recenti dati forniti dai vari organismi europei e internazionali, che evidenziano un generale e significativo abbassamento delle aspettative di crescita di tutti i paesi dell’Unione, rafforzano l’esigenza di rivedere profondamente le politiche economiche dell’Unione. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ritorna a Palermo lo Sport Film Festival

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Palermo 9 dicembre alle ore 21.30 al Real Teatro Santa Cecilia. Il Festival, nato da una felice intuizione del giornalista sportivo Vito Maggio, nasce nel dicembre del 1979 e dal 2005 è diretto da Roberto Oddo. La 39° edizione sarà presentata alla conferenza stampa del 5 dicembre alle ore 10.30 a Villa Niscemi. In questa edizione dei record, hanno aderito 104 nazioni, provenienti da cinque continenti, oltre 1700 Film iscritti, 44 nominations i film che hanno conquistato diritto a contendersi le ambite statuette. 4 le sezioni (Corti, lungometraggi, Paralympic e Football Film), 13 le nomination per ogni sezione (miglior attore protagonista) miglior fotografia, al miglior montaggio, alla miglior sceneggiatura, alla miglior regia e al miglior film straniero. 44 i film che saranno proiettati nell’Aula Magna della Cittadella Universitaria di Palermo, 5 giorni di mostra “ Cinema & Sport “, 1 Convegno Medico Sportivo. Quest’anno inoltre, in occasione dell’evento “Capitali della Cultura 2018”, saranno riconosciuti premi speciali alle nazioni protagoniste: Italia (Palermo), Malta (La Valletta) e Olanda (Leeuwarden).
Ricordiamo che la prima edizione del festival venne presentata nel 1979, nello storico cinema Fiamma di Palermo da Vito Maggio (ideatore) e Sandro Ciotti. Nel giro di pochi anni, e precisamente nel 1981, il Festival si trasforma in una vera competizione tra le migliori produzioni cinematografiche sportive dell’anno. Il “Paladino D’oro” (premio assegnato al cinema e allo sport) il simbolo della lotta, dei valori e degli ideali. Dal 1981 in poi, seguono anni di successi per la rassegna, il festival ospita grandi pellicole ed importanti registi, come Noel Nosseck, vincitore nel 1982, Luigi Comencini e Mario Monicelli, nel 1987, Nillsen nel 89, Laffont nel 94, ed ancora McGuckian nel 2003, Knektel nel 2008 e Carlo Paris nel 2009, anno in cui, per la prima volta, viene premiato anche il miglior film a tema paralimpico. Tra I tanti personaggi del mondo sportive sono stati assegnati i paladino d’oro a: Pietro Mennea, Sara Simeoni, Jury Chechi, Aldo Moser, Nino Benvenuti, Massimo Moratti, Giancarlo Abete, Marcello Lippi, ed ancora, Marco Tardelli, Arrigo Sacchi, Carlo Tavecchio e tantissimi altri.Lo Sport Film Festival, cresce, si innova, segue i cambiamenti del cinema, dello sport e della comunicazione, che copre con una piattaforma multimediale completa. Anche il Comune di Palermo nel 2014, grazie al sostegno del Sindaco Orlando, partecipa alla realizzazione della rassegna fino ad oggi, anno dei record.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Todi all’artista americana Beverly Pepper

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma Giovedì 29 novembre 2018, alle ore 11.00, si terrà nella sede dell’Associazione Stampa Estera di Roma Via dell’Umiltà, 83/C presentazione alla stampa del programma di attività che la città di Todi dedica all’artista americana Beverly Pepper (New York, 1922), per celebrare i lunghissimi anni di attività passati dalla scultrice sul suolo tuderte, eletto quale luogo ideale per vivere e creare le sue opere, famose in tutto il mondo. A partire da dicembre 2018 tre gli appuntamenti a Todi: una grande mostra monografica aperta dall’8 dicembre fino al 5 maggio 2019; ad aprile 2019 una riedizione delle celeberrime Todi Columns e il 14 settembre 2019 l’inaugurazione del Parco di Beverly Pepper, primo parco monotematico di scultura contemporanea in Umbria e il primo dell’artista nel mondo. L’incontro prevede il Saluto di:
Katiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria e di Antonino Ruggiano, Sindaco di Todi
Modera: Dennis Redmont, in dialogo con Marco Tonelli, critico d’arteCon la partecipazione dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia. Sarà presente l’artista.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Helica torna in India

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

L’azienda friulana sarà impegnata a partire dai primi giorni di dicembre in India, dove si occuperà di rilevare per un territorio esteso un modello idrologico per il monitoraggio e predizione delle inondazioni in tempo reale. Grazie al know how acquisito in 18 anni di attività – è nata nel 2000 – Helica, specializzata nel telerilevamento aereo, ha saputo conquistare fette di mercato sempre più ampie, varcando i confini del Friuli Venezia Giulia e stringendo accordi di collaborazione anche con governi esteri. L’India, in particolare, è un mercato di riferimento: lo scorso giugno aveva portato a termine il monitoraggio di un’area di 70.000 chilometri lineari a sud di Nuova Dehli. A breve, Helica tornerà quindi nel Paese asiatico per un’importante commessa, fondamentale per prevedere zone più soggette a rischio di alluvione e problemi idrogeologici.Oltre all’India, l’azienda insediata nella zona industriale di Amaro (Udine) collabora da tempo con enti e istituzioni dal Canada all’Australia, dagli Stati Uniti alla vicina Austria, senza dimenticare Colombia e Cile, dove è stata impegnata nell’identificazione dei cavi elettrici, dei pali e delle cabine delle linee per pianificare gli interventi di manutenzione. Sempre con la professionalità in primo piano. Prima azienda in Italia a operare con sistemi laser-scanner (LIDAR), Helica si avvale anche di camere digitali ad altissima risoluzione, sistemi elettro-ottici giro stabilizzati e sensori geofisici. Le “fotografie” del terreno vengono poi rielaborate da una rete di esperti. La flotta dell’azienda carnica conta su due elicotteri (un AS350 B3 e un AS350 B2) e un aereo PC-6 Pilatus Porter. L’acquisizione di dati LIDAR, in combinazione con camere digitali aeree, risulta oggi la soluzione ottimale ogni volta che è necessario ricostruire in modo preciso la morfologia del territorio per gli usi più svariati, dallo studio dell’alveo di un torrente al monitoraggio del versante di una montagna, passando per l’evoluzione di un ghiacciaio, il rilievo di un sito archeologico o il conteggio di decine di miglia di piante. Un altro servizio che Helica offre è quello dell’acquisizione di immagini aeree anche nell’infrarosso vicino, che permettono il monitoraggio della vegetazione sul territorio.Da un paio di mesi, la quota di maggioranza di Helica è stata acquisita da Riel Srl, società con sede a Tavagnacco (Udine) specializzata nel settore delle infrastrutture di telecomunicazione a media e alta tensione. «Questa nuova commessa in India – commentano dal management di Helica – ci riempie di orgoglio e consolida ulteriormente la nostra presenza in quello Stato. La professionalità acquisita in quasi due decenni è capace di fare ancora la differenza».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto NORD chiama SUD: Il lavoro si mobilita, promosso da Orienta

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Nord chiama Sud è un progetto promosso da Orienta, una delle principali Agenzie per il Lavoro italiane, che si propone di far incontrare le richieste di lavoro delle aziende del Nord Italia, collocate soprattutto in quelle aree che offrono molte opportunità di lavoro con grandi difficoltà nel trovare candidati, con i giovani disoccupati e in cerca di lavoro del Mezzogiorno d’Italia disponibili a muoversi. Il principio è semplice: siamo nell’epoca del lavoro senza confini e della mobilità professionale e il lavoro si cerca, e si trova, dove c’è. Perché non far incontrare, allora, le tante richieste di lavoro delle aziende del Nord che non riescono a trovare candidati disponibili in base al reale fabbisogno con chi è disoccupato o in cerca di lavoro nelle regioni del Sud? Per entrambi si tratta di un’opportunità.
Le aziende che lamentano carenza di manodopera e professionalità disponibili sul mercato del lavoro sono concentrate soprattutto nelle regioni del Nord Italia. Sono numerose le associazioni industriali locali che lamentano la mancanza di figure disponibili a fronte di numerose offerte di lavoro. Si pensi all’allarme lanciato dal Presidente della Confindustria di Cuneo e condivisa dalla Confindustria di Trento e da molte associazioni d’impresa del Nord Italia. Solo a Cuneo, per esempio, nel 2017 le aziende hanno evidenziato la necessità di assumere circa 40 mila nuovi lavoratori, di cui: 19% addetti agli impianti e ai macchinari, 18% operai specializzati, 11% tecnici specializzati. Figure difficili da trovare nel mercato del lavoro locale. L’esempio di Cuneo rispetto a diverse figure lavorative è estendibile a tante al province del Nord Italia. Per contro i tassi maggiori di disoccupazione sono concentrati soprattutto nelle regioni del Sud, dove ci sono territori in cui la disoccupazione giovanile sfiora il 60%.L‘iniziativaNORD chiama SUDha lo scopo di mettere in relazione questi due mondi, queste due esigenze, con l’intento di trasformare le reciproche difficoltà in reciproche opportunità, per le aziende e per i lavoratori. Creare un unico network del lavoro nazionale in cui far incontrare le offerte di lavoro del Nord Italia con le disponibilità dei giovani disoccupati del Sud.
Dal punto di vista operativo consiste in un sistema di incrocio tra le offerte di lavoro delle aziende del Nord clienti di Orienta su specifiche figure difficili da reperire nel territorio e le disponibilità dei candidati giovani delle regioni del Sud iscritti nel data base dei Cv dell’Agenzia per il lavoro. La prima sperimentazione è partita in Emilia Romagna in cui i settori più coinvolti riguardano la Meccanica (Ing. Meccanici e periti, disegnatori progettisti, operatore CNC, montatori meccanici, carteggiatori, lucidatori, verniciatori); l’area Elettrica e Elettronica (Ing. Elettrotecnico e dell’automazione, assemblaggio e collaudo schede elettroniche, manutentori elettrici); area Informatica (Ing. Informatico, sviluppatore software, programmatori web); area Logistica (magazzinieri, carrellisti, retrattilisti, addetti al confezionamento ed imballo). In questi ambitisono già stati attivati diversi contratti di lavoro tramite l’iniziativa NORD chiama SUD. A breve il progetto si estenderà a tutte le altre regioni del Nord e sarà supportato da un servizio di facilitazione del percorso dei candidati di ingresso nelle aziende. L’obiettivo è coinvolgere entro il 2019 circa 1.000 ragazzi.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonella Privitera: Il Mondo a Pezzi

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma Sabato 1 dicembre 2018 alle ore 18.00, presso la Sala Stampa dell’Auditorium Parco della Musica, Via De Coubertin 30 inaugurerà la mostra personale Il Mondo a Pezzi di Antonella Privitera, a cura di Adelinda Allegretti. “L’apprensione per un mondo sempre più depauperato dei suoi equilibri -politici, sociali, climatici, economici- è oggi tema diffuso, divenendo argomento imprescindibile nelle conversazioni e nelle riflessioni quotidiane di ciascuno di noi. Si parla delle emigrazioni di massa, del divario sempre più netto tra le fasce di popolazione, delle calamità naturali, delle montagne di fango che letteralmente fagocitano enormi aree urbanizzate e dei fiumi che si riappropriano dei propri letti, degli incendi che devastano migliaia di ettari, dell’inquinamento atmosferico. E qual è la conclusione? Che il mondo cambia. Che l’inarrestabile corsa verso chissà quale apocalittico traguardo ci terrorizza, ma al contempo ci sentiamo incapaci di formulare soluzioni efficaci. È da qui che prende le mosse la più recente produzione artistica di Antonella Privitera, ed ancora è da qui, da questo Mondo a pezzi, che sembra aprirsi -nonostante tutto- uno spiraglio di luce, di speranza.
La prima mostra di Antonella Privitera (Roma 1960) risale al 2008, dopo un trascorso professionale nell’Ufficio Stampa di Fendi cui ha fatto seguito la realizzazione di una propria linea di costumi da bagno. Il 2018 rappresenta per lei un ulteriore momento di svolta, in cui la personale ricerca interiore, improntata su un ideale di profondo rispetto reciproco che vede nel significato sacro di Namasté -“al risveglio del nuovo giorno la mia anima saluta la tua anima”- il più elevato punto di arrivo, si sposa appieno con quella artistica, incentrata sulla rappresentazione della bellezza e al contempo della fragilità del creato. Ampia attenzione, inoltre, è riservata rispettabilmente all’Africa, in cui ha insegnato “Art and Creativity” ai bambini in una scuola del Kenya, e alla condizione femminile. Oggi le sue opere sono presenti in diverse collezioni private, anche di personaggi noti del mondo della moda, dello spettacolo e dell’imprenditoria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Novartis annuncia l’approvazione europea della terapia genica una tantum Luxturna

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Basilea. Novartis ha annunciato che la Commissione Europea (CE) ha approvato Luxturna (voretigene neparvovec), una terapia genica una tantum per il trattamento di pazienti con perdita della vista causata da una mutazione genetica in entrambe le copie del gene RPE65 e in possesso di una conta sufficiente di cellule retiniche vitali. L’autorizzazione è valida in tutti i 28 Stati Membri della UE, oltre a Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Voretigene neparvovec è stato sviluppato – e viene commercializzato negli Stati Uniti – da Spark Therapeutics. Le persone nate con mutazioni in entrambe le copie del gene RPE65 possono andare incontro ad una una perdita quasi totale della vista sin dalla tenera età, con la maggior parte dei pazienti che progredisce fino alla cecità totale3. Le ricerche dimostrano che nei bambini la compromissione della vista e la cecità spesso causano isolamento sociale, stress emotivo, perdita di indipendenza o rischi quali cadute e lesioni5. La copia funzionante del gene RPE65 fornita da voretigene neparvovec ha il potenziale per ripristinare la visione e migliorare la vista nei bambini e negli adulti con una conta sufficiente di cellule retiniche vitali. “Quella di oggi è un’approvazione importante per i pazienti, considerata l’assenza, fino a oggi, di una qualsiasi opzione terapeutica”, ha dichiarato Christina Faesser, presidente di Retina International, un’organizzazione comprendente oltre 43 Associazioni di pazienti che, in tutto il mondo, promuovono la ricerca per malattie retiniche degenerative ereditarie. “L’accesso a questo trattamento ha il potenziale per ridurre il notevole onere fisico, emotivo ed economico che questa malattia ha sui pazienti e sulle loro famiglie”. “Come medico che ha assistito per oltre 20 anni i pazienti con una malattia retinica ereditaria e le loro famiglie, conosco il profondo impatto che la cecità può avere sulla qualità della vita. Praticare la medicina in un’epoca in cui possiamo offrire alternative terapeutiche ai bambini e agli adulti che affrontano la cecità, è di grande soddisfazione”, ha affermato il Dr. Bart Leroy.
L’attuale decisione si basa su un parere positivo del Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP, Committee for Medicinal Products for Human Use), che ha esaminato i dati di uno studio clinico di fase I, il relativo studio di follow-up e il primo trial di fase III randomizzato e controllato, condotto con una terapia genica per una malattia ereditaria3. Nel corso dello studio clinico di fase III, è stato registrato un miglioramento della vista già a 30 giorni dal trattamento. Al primo anno, rispetto al gruppo di controllo, i pazienti trattati con voretigene neparvovec sono migliorati di 1.6 livelli di luce nel test di mobilità binoculare multi-luminanza (MLMT, multiluminance mobility test), l’endpoint primario dello studio. La vista è migliorata di uno o più livelli di luce per il 90% dei pazienti trattati con voretigene neparvovec e il 65% dei pazienti è stato anche in grado di eseguire entro un anno il MLMT al livello di luce più basso (1 lux).
La malattia retinica ereditaria associata a mutazione del gene RPE65 Le malattie ereditarie della retina sono un gruppo di rari disturbi della vista causati da oltre 250 diversi geni6, che spesso colpiscono in modo sproporzionato bambini e giovani adulti3. Le mutazioni in entrambe le copie del gene RPE65 sono presenti in circa una persona su 200.0007.
Il test di mobilità multi-luminanza (MLMT) Il test MLMT è stato concepito per misurare le variazioni della visione funzionale valutate in base alla capacità di un paziente di superare un percorso in modo accurato e a una velocità ragionevole a sette differenti livelli di illuminazione, che vanno da 400 lux (corrispondenti a un ufficio illuminato) a 1 lux (corrispondente a una notte d’estate senza luna).
Novartis Novartis sta interpretando in modo nuovo la medicina allo scopo di migliorare e prolungare la vita delle persone. Come azienda tra i leader a livello globale nel settore farmaceutico, utilizziamo tecnologie scientifiche e digitali innovative per creare terapie trasformative in aree che presentano importanti bisogni medici. Impegnati a scoprire nuovi farmaci, siamo stabilmente tra le prime aziende al mondo negli investimenti in ricerca e sviluppo. I prodotti Novartis raggiungono circa un miliardo di persone su scala globale e lavoriamo per individuare modi innovativi per espandere l’accesso ai nostri trattamenti più recenti. A livello mondiale, circa 125.000 persone di 140 diverse nazionalità lavorano in Novartis. Ulteriori informazioni su http://www.novartis.it e http://www.novartis.com. Novartis Italia è anche su Twitter @NovartisItalia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore ovarico

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma. Promuovere la diffusione sul territorio e l’accesso delle donne ai test genetici BRCA permette la diagnosi precoce del cancro ovarico, la prognosi e il trattamento con farmaci particolarmente innovativi ed efficaci nelle pazienti con mutazione BRCA.A Roma esperti e giornalisti si confrontano su questo tema di grande attualità al Corso di Formazione Professionale Continua “Il caso Gene Jolie: come comunicare con chiarezza e rigore le opportunità dei test genetici nella lotta contro il tumore”, promosso dal Master della Sapienza Università di Roma SGP – “La Scienza nella Pratica Giornalistica” con il supporto non condizionante di AstraZeneca e MSD.Una ricerca mondiale presentata all’ESMO conferma che il 70% delle donne non conosce il tumore ovarico e solo il 54,7% delle pazienti è stata sottoposta al test genetico BRCA: in Italia la percentuale sale al 65,2%, dato che evidenzia per almeno un terzo delle pazienti ritardo diagnostico e disparità di accesso ai test genetici e alle nuove terapie.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diagnosi precoce del tumore polmonare

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Pistoia sabato 1 dicembre alle ore 9,30 nella sala Maggiore del Palazzo comunale di Pistoia è il tema della 2° conferenza scientifica “Giancarlo Piperno“. Per ricordare la figura del dottor Piperno – primario radiologo e oncologo, fondatore della Lega italiana per la lotta contro i tumori di Pistoia e membro del cda della Turati fin dalla sua nascita – il Centro studi e il Comitato scientifico della Fondazione Turati hanno scelto infatti di tenere con cadenza annuale una serie di conferenze su temi di carattere medico. Il convegno organizzato quest’anno è dunque il secondo di tale serie ed è intitolato «La diagnosi precoce del tumore polmonare»: realizzato con il patrocinio del Comune di Pistoia e dell’Asl Toscana Centro, prevede l’intervento di medici primari e docenti universitari.Il corso si propone di presentare in breve l’attuale impostazione del controllo delle neoplasie polmonari: dunque si parlerà non solo di diagnosi ma anche di prevenzione, di screening e della chirurgia nelle fasi precoci di malattia. La frequenza alla conferenza scientifica darà diritto al conseguimento di 5 crediti Ecm per i medici.
Al termine del convegno, alle ore 12, avverrà la cerimonia di consegna delle borse di studio e degli assegni di ricerca che il Comitato scientifico della Fondazione Turati ha deciso di attribuire a giovani medici fisiatri, fisioterapisti e studiosi nel campo della riabilitazione a partire dall’anno accademico 2017/2018.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumento del valore del mercato fondiario

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

E’ +2% secondo i dati ISTAT riferiti all’indagine annuale del 2017. Ciò certifica un buon trend ed evidenzia la necessità di insistere sul tema dell’assegnazione dei terreni agricoli. Come Confeuro – dichiara in una nota il presidente nazionale, Andrea Michele Tiso – crediamo sia importante inserire questo argomento in un contesto più ampio nel quale dibattere anche di nuove agevolazioni per i giovani agricoltori e di Sud, dove, proprio come riportato dai dati ISTAT, il valore dei campi è sensibilmente inferiore rispetto a quelli del Nord Italia.
Tematiche di questo tipo – continua Tiso – sono essenziali per rilanciare l’agricoltura e devono quindi attraversare in maniera chiara anche la discussione sulla nuova Pac. All’interno della prossima Politica Agricola Comune, infatti, bisognerà salvaguardare il valore dei terreni favorendo l’ideazione di provvedimenti ambientali utili a contenere i cambiamenti climatici e, sempre per le stesse ragioni, a creare dei meccanismi con i quali agevolare la stipula di polizze assicurative mirate a tutelare il reddito agricolo.
Il primario ha degli evidenti problemi strutturali, ma anche l’opportunità di divenire il volano di un nuovo modello di sviluppo. Il nostro auspicio – conclude Tiso – è quello di agire sin da ora sulla creazione di questo nuovo paradigma, e di farlo, proprio come avverrà in occasione della conferenza nazionale del prossimo 5 Dicembre a Roma, attraverso dei momenti di discussione e di confronto in cui tutti coloro che tengono alla salute e al benessere del sistema agricolo italiano possano liberamente esprimersi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rigenerazione urbana, identità territoriali ed evoluzione normativa

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma 27 novembre 2018, ore 10.30 Senato della Repubblica Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di S. Maria sopra Minerva Piazza della Minerva, 38 presentazione del primo Rapporto sulla rigenerazione urbana in Italia.Lo studio offre un panorama del potenziale indotto economico di una estesa e capillare campagna di rigenerazione urbana sul territorio italiano, con tabelle di dettaglio per ciascun capoluogo di provincia.I dati verranno illustrati dal direttore del Centro Studi, Ing. Sandro Simoncini. Seguirà un dibattito a cui parteciperanno, tra gli altri, Federica Galloni (direttore generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane del ministero per i Beni e le Attività culturali), Alessandro Manuel Benvenuto (presidente della commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera dei deputati), Massimiliano Valeriani (assessore alle Politiche abitative e all’Urbanistica della Regione Lazio), Maurizio Decastri (prorettore dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata), Massimiliano Fuksas (architetto).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con “Bravo Amadeus!” riprende il ciclo Musica Pourparler alla IUC

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma Martedì 27 novembre alle 11 nell’Aula Magna della Sapienza ad aprire il nuovo ciclo di Musica Pourparler sarà l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Giancarlo De Lorenzo, con la partecipazione del soprano armeno Maria Sardaryan. Introduzione all’ascolto di Gianluca Sulli.Quest’incontro è intitolato “Bravo Amadeus!” e Mozart ne è il protagonista assoluto. Sono infatti sue tutte le musiche in programma. Si ascolteranno ouverture e arie dalle sue opere più famose, dalla prima, La finta semplice composta a tredici anni, all’ultima, Il flauto magico, finita poche settimane prima della morte a soli trentacinque anni: di quest’ultima opera naturalmente non può mancare l’aria famosissima della Regina della Notte. E in mezzo Il ratto dal serraglio, Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte. Tra le arie, quella famosissima di Susanna di Susanna “Deh vieni non tardar” dalle Nozze di Figaro e quella ancora più famosa della Regina della Notte dal Flauto magico.Il direttore Giancarlo De Lorenzo, che collabora abitualmente con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, dirige nelle più importanti sale in Italia (Teatro alla Scala di Milano, Parco della Musica di Roma, Teatro Carlo Felice di Genova e altre) e in Germania, Spagna, Portogallo, Gran Bretagna, Finlandia, Polonia, Serbia, Ucraina, Russia, Turchia, Corea del Sud, USA (tra l’altro alla Carnegie Hall di New York), Canada, Messico, Venezuela, Brasile.
Il soprano Maria Sardaryan ha studiato n Armenia e si è perfezionata in Italia. In seguito alla vittoria del concorso Aslico nel 2017 è stata invitata a cantare la Regina della Notte del Flauto magico in vari teatri italiani. Ha cantato in opere e concerti in Armenia, Francia, Italia, Russia, Germania, Austria, Polonia, Belgio, Lituania, Libia, Slovenia, Svizzera, Cina, USA.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivoluzione immobili: ora la casa si vende con l’App

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Torino. Il primo dicembre prossimo Homstate.it, la prima agenzia immobiliare online a basso costo d’Italia, lancerà l’App per vendere casa con lo smartphone, dedicata ai proprietari che vogliono vendere il loro immobile.La prima versione dell’applicazione sarà presto rilasciata sugli store Apple e Android, ed è stata sviluppata per rispondere alle esigenze dei venditori che vogliono essere aggiornati sull’andamento della vendita, sui feedback dei potenziali compratori sull’andamento della vendita, e gestire con efficienza le visite e le trattative.”I proprietari lamentano nei confronti degli operatori immobiliari una carenza d’informazioni su come procede la vendita. Molto spesso il venditore non conosce il parere e le impressioni dei potenziali acquirenti e non viene aggiornato sulle attività di marketing dell’agente immobiliare” spiega Ivan Laffranchi, fondatore Homstate.it.A differenza di tutte le App immobiliari che sono versioni mobili della vetrina immobiliare, Homstate ha sviluppato una applicazione dedicata al property seller, che vuole avere il controllo totale della vendita.Tutti in dati infatti, grazie all’App, sono a portata di mano: quante persone hanno visto l’immobile sui portali immobiliari, quanti hanno scaricato planimetrie e brochure, quanti potenziali compratori hanno richiesto informazioni e visitato l’immobile, ma non solo. L’App di Homstate consentirà di leggere i commenti dei visitatori, entrare in contatto con il proprio assistente personale, gestire i documenti e le offerte per l’immobile con un semplice tocco delle dita, dal proprio telefono.”Abbiamo progettato il software perché possa essere un ottimo strumento per i nostri clienti retail ma anche per clienti enterprise, come imprese di costruzioni e società di property management, desiderose di conoscere in tempo reale l’andamento delle trattative e delle vendite” spiega Laffranchi.
L’applicazione, scaricabile gratuitamente, sarà automaticamente agganciata all’account Homstate attivato al momento della sottoscrizione del primo contratto di vendita, che a differenza delle tradizionali percentuali di mediazione prevede una tariffa fissa di 990 euro pagabili subito o in 3 rate, garantendo un enorme risparmio al venditore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marx e la critica del presente

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma martedì 27 novembre al Goethe-Institut di Roma (via Savoia 15, ore 14.30–18.30) e proseguirà mercoledì 28 (ore 9.30–13 e 14.30–18.30) e ancora giovedì 29 novembre (ore 9.30–13) all’Università “La Sapienza” (Dipartimento di Scienze Politiche) il convegno su Marx e la critica del presente, organizzato dalla Fondazione per la critica sociale.Il proposito è quello di leggere Marx in riferimento all’oggi, tenendo conto della necessità di riflettere sul suo pensiero senza toni apologetici, ponendosi l’obiettivo di analizzare le traiettorie possibili dei suoi insegnamenti, interrogandosi sull’esito, del resto assai controverso, delle interpretazioni storiche e contemporanee.Proprio per garantire un taglio attualizzante, ai partecipanti al convegno è stato chiesto di rispondere al quesito: “È utile Marx oggi per la critica della società?”.Diversi quindi gli interrogativi che saranno posti: può la sua opera, attraversata da numerose interpretazioni, rappresentare un modello di comprensione dell’attuale fase storica? Quali porzioni del suo lascito sono da tralasciare e quali da riprendere? Possono le famose “armi della critica”, teorizzate da Marx, offrire ancora spunti per una demistificazione concreta della società capitalistica?Interverranno Roberto Finelli, Tania Toffanin, Luca Basso, Ferruccio Andolfi, Stefano Petrucciani, Rino Genovese, Vittorio Morfino, Federica Giardini, Riccardo Bellofiore, Maurizio Ricciardi, Jamila Mascat, Giorgio Cesarale, Mario Pezzella, Daniele Balicco, Michele Prospero, Francesco Raparelli, Marco Gatto.
La Fondazione per la critica sociale, costituita a Firenze nel novembre 2014, ha ottenuto nel 2017 il riconoscimento da parte della Regione Toscana. Si presenta come un laboratorio autonomo di ricerca teorica e storica intorno ai temi dell’attualità di una prospettiva socialista nel mondo contemporaneo. Ha una vocazione spiccatamente europeista, pur considerando l’assetto europeo odierno responsabile in larga misura della deriva sovranista e nazional-populistica che rischia di dissolvere per sempre l’aspirazione verso un’Europa sociale e politica.La Fondazione ha all’attivo l’organizzazione di diversi seminari e convegni (come quello interdisciplinare sul “Diritto alla città”, con sociologi, filosofi, urbanisti, architetti, nel 2016 e nel 2018), e collabora con altri enti e istituzioni di ricerca per sostenere percorsi formativi di giovani studiosi finalizzati all’approfondimento degli argomenti propri della sua missione statutaria. Pubblica inoltre la collana “La critica sociale”, diretta da Rino Genovese, presso la casa editrice Rosenberg & Sellier di Torino.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani colpiti dalla ‘sindrome di Balzac’

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Secondo il chirurgo estetico Renato Zaccheddu il collo è una delle parti che più preoccupa uomini e donne. Per risolvere il problema con la chirurgia estetica è possibile fare ricorso al chin-lifting e dire addio all’effetto ‘pappagorgia’. Tra le celebrities che l’hanno provato spiccano Jane Fonda e Ashlee Simpson. Altro che pancetta o fianchi larghi: il vero allarme sul proprio aspetto estetico scatta quando si parla di doppio mento. Qualche centimetro di pelle all’altezza del collo è capace di generare ansia e preoccupazione impedendo talvolta chi ne soffre, di mostrarsi in pubblico, scattare selfie e persino farsi ritrarre in video. Secondo gli esperti si può parlare di ‘sindrome da Balzac’, in riferimento all’aspetto fisico del famoso scrittore francese del 1800, che era caratterizzato da un accentuato doppio mento.A confermare questo quadro sono i dati d’Oltreoceano dell’American Academy of Dermatology Annual Meeting di Orlando, secondo cui 1 americano su 2 fra i 18 e i 57 anni si preoccupa di avere il doppio mento ed il 45% ne è talmente ossessionato che ritiene che anche gli altri rimangano negativamente colpiti proprio da questo. A soffrirne di più sono proprio le donne, che, per il 30% circa dei casi, diventano più timide e titubanti nel farsi ritrarre in foto e persino in video. Secondo l’American Society of Plastic Surgeons, gli interventi al mento sono cresciuti molto di più rispetto a mastoplastica, filler e botulino e liposuzione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Crepet e il suo Passione

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Torino martedì 27 novembre alle ore 18 Circolo dei lettori, via Bogino 9, ospita Paolo Crepet e il suo Passione (Mondadori), saggio contro l’estinguersi di quel fuoco che ci fa vivere. Una delle insidie più pericolose e sottovalutate della nostra epoca, in cui le nuove tecnologie digitali funzionano come un rallentatore cognitivo ed emotivo che rende tutto apparentemente fattibile e fruibile senza sforzo, è il progressivo deperimento – se non addirittura l’estinguersi – della passione, quella sfida lanciata al mondo e a se stessi per continuare a migliorarsi, a sperare, a sognare. Ma poiché, senza passione, non c’è una vita vera né una visione del futuro, in primo luogo del proprio, l’unico modo per non arrendersi a questa perdita è invocarla, provocarla, inseguirla, raccontarla. È quello che fa Paolo Crepet, componendo un inventario di storie e riflessioni, attinte dalla propria esperienza esistenziale e professionale, che ruotano attorno a questa parola sacra, in tutte le sue accezioni e declinazioni. Perché spiegare ai giovani che cosa significhi la passione, il fuoco interiore necessario per tenere accesi i propri desideri e cercare di soddisfarli, è oggi un compito fondamentale, se si vuole davvero “sostenerli nella scoperta e costruzione di sé, alimentare la loro gioia, coltivare i loro entusiasmi, non anestetizzarli o assopirli”. E siccome gli esempi valgono più delle parole, il libro è impreziosito dalle testimonianze di tre campioni di passione: Paolo Fresu, straordinario jazzista acclamato in tutto il mondo; Alessandro Michele, che ha rivoluzionato il panorama internazionale della moda, e Renzo Piano, tra i più celebrati architetti contemporanei. Tre uomini accomunati da un’inconfondibile caratteristica: l’inossidabile entusiasmo che anima il loro lavoro e l’assoluta fedeltà ai sogni di gioventù, che ne ha reso possibile l’avverarsi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bradicardia e disturbi della conduzione: le nuove linee guida Usa

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

L’American College of Cardiology, l’American Heart Association e la Heart Rhythm Society hanno pubblicato una linea guida per la valutazione e il trattamento di pazienti con bradicardia e disturbi della conduzione cardiaca sul Journal of American College of Cardiology, Circulation, Journal of American Heart Association e HeartRhythm. Queste raccomandazioni, pensate per delineare la presentazione e l’approccio alla valutazione clinica dei pazienti, presentano tra gli altri argomenti la selezione e la tempistica degli strumenti di test diagnostici, inclusi i dispositivi di monitoraggio e i test elettrofisiologici, nonché le opzioni di trattamento disponibili come interventi sullo stile di vita, terapia farmacologica e dispositivi esterni e impiantati, in particolare dispositivi di stimolazione. Gli autori affrontano anche considerazioni particolari per diverse popolazioni in base all’età, alle comorbilità o ad altri fattori rilevanti. La linea guida include per esempio raccomandazioni sulla sorveglianza post-procedura e sull’impianto di pacemaker in individui con anomalie di conduzione successive alla sostituzione transcatetere della valvola aortica (TAVR). Il documento affronta anche le modalità di approccio alla cessazione della terapia con pacemaker e propone diverse considerazioni sul fine vita. I membri del comitato di scrittura sottolineano l’importanza di un processo decisionale condiviso tra il paziente e i medici, così come dell’assistenza incentrata sul paziente.
«Le decisioni terapeutiche si basano non solo sulle migliori prove disponibili, ma anche sugli obiettivi di cura e sulle preferenze del paziente» afferma Fred Kusumoto, della Mayo Clinic Florida di Jacksonville, che ha presieduto il gruppo di lavoro. «I pazienti dovrebbero essere indirizzati verso materiale informativo affidabile per aiutarli nella comprensione e nella consapevolezza delle conseguenze e dei rischi di ogni azione proposta» prosegue. Tuttavia, secondo gli autori, ci sono ancora lacune nella conoscenza di come gestire la bradicardia, in particolare per quanto riguarda il ruolo in evoluzione delle tecnologie di pacing emergenti. Gli esperti prevedono che per il prossimo futuro la terapia di stimolazione richiederà l’impianto di un dispositivo, e che saranno necessari ulteriori studi per comprendere meglio le implicazioni a lungo termine associate a una terapia che dura per tutta la vita. (fonte: doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Xiaomi annuncia un aumento del 49,1% del fatturato del terzo trimestre

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Xiaomi Corporation (“Xiaomi” o il “Gruppo”; Stock Code: 1810), società Internet con smartphone e dispositivi smart interconnessi da una piattaforma Internet of Things (IoT), annuncia i risultati consolidati non certificati del terzo trimestre 2018 chiusosi il 30 settembre 2018 (“3Q2018”).Grazie al suo unico e potente modello di business “Triathlon”, la performance operativa di Xiaomi è stata solida nel terzo trimestre del 2018. Il Gruppo ha registrato un fatturato totale di circa 50,8 miliardi di RMB, con un incremento del 49,1% su base annua. Il fatturato internazionale è cresciuto del 112,7% su base annua, attestandosi a circa 22,3 miliardi di RMB, pari al 43,9% del fatturato totale. L’utile netto del terzo trimestre è stato di circa 2,4 miliardi di RMB. L’utile rettificato (Non-IFRS Measure) è stato di circa 2,8 miliardi di RMB, con un incremento del 17,3% su base annua e del 36,3% su base trimestrale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del programma di RAI 1

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma mercoledì 28 novembre, ore 12.00 Auditorium Arnoldo Farina UNICEF Italia Via Palestro 68 conferenza stampa di presentazione del programma di RAI 1: “Prodigi. La musica è vita”. Conduce: Flavio Insinna con Nathalie Guetta. Direzione musicale: Beppe Vessicchio. Interverranno: Angelo Teodoli, Direttore RAI 1; Francesco Samengo, Presidente UNICEF Italia;
Fabrizio Ferragni, Direttore Relazioni Istituzionali RAI; Claudio Fasulo, Vicedirettore RAI 1; Dante Sollazzo, Responsabile dell’Intrattenimento Endemol Shine Italy; Paolo Rozera, Direttore generale UNICEF Italia; Flavio Insinna, conduttore e attore; Nathalie Guetta, conduttrice e attrice; Serena Autieri, showgirl e giurata; Beppe Vessicchio, Direttore Musicale e Ambasciatore UNICEF; Raimondo Todaro, ballerino e testimonial UNICEF; Lucariello, rappere il piccolo Daniele Muzio, “prodigio 2017 del canto” e co-conduttore di Prodigi 2018.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »