Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 27 novembre 2018

Uranio impoverito e la salute dei militari italiani

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

“Bene il ministro Trenta sui provvedimenti assunti circa il delicato tema che riguarda l’uranio impoverito e la salute dei nostri militari. E’ una battaglia storica del M5S, che il Movimento porta avanti da anni e che ora, con il Governo del cambiamento, conduce a risultati ancora più concreti, dando voce a tutti quei casi abbandonati per anni dalle istituzioni, a tutte quelle famiglie che hanno vissuto momenti difficili, inascoltate dallo Stato. Oggi c’è un Governo che è al loro fianco e quel Governo è a guida M5S”. Lo dichiara in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ddl Bilancio: Scholz vede Tria e Di Maio

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

(Fonte: Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) Roma. ‘La Commissione europea sta compiendola sua missione, sta facendo quello che e’ previsto. E’ giusto e suscita un dibattito costruttivo. Questo e’ positivo’. E’ il messaggio, riferisce un portavoce del Ministero delle finanze della Germania contattato da Radiocor, che il vicecancelliere e ministro delle Finanze tedesco, Olaf Scholz, ha espresso, parlando della Legge di bilancio italiana, nel corso degli incontri che ha avuto oggi a Roma con i suoi omologhi italiani: il ministro dell’Economia, Giovanni Tria e il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio. Nel corso degli incontri, riferisce il portavoce del Ministero, sono stati affrontati diversi temi bilaterali. Inoltre, ‘in vista dell’Ecofin della settimana prossima il vicecancelliere
Scholz ha ribadito l’importanza della riforma delle istituzioni europee, che devono essere forti e attrezzate’ per affrontare un’eventuale prossima crisi.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PA e SCUOLA – TFR: per la Consulta è legittima la trattenuta del 2,5% per i dipendenti pubblici

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Salvo lo Stato che avrebbe dovuto sborsare 5 miliardi di arretrati. Per volontà dei sindacati firmatari dell’accordo del 1999, chi è stato assunto dopo il 2001 merita di essere trattato diversamente dai suoi colleghi e dai lavoratori del privato. Anief vigilerà sul recupero ai fini della liquidazione. Chi è in regime di TFS, invece, può ancora entro dicembre inviare la diffida o ricorrere in tribunale per recuperare il biennio 2011/12; trascorso tale termine gli arretrati andranno prescritti.La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 213/18 sottolinea come la parte negoziale (confederazioni rappresentative) abbia avuto un ruolo decisivo vent’anni fa nel mantenere il contributo per evitare una disparità di trattamento tra lavoratori assunti prima e dopo il 2000. Ricorda, inoltre, che è previsto un corrispondente incremento figurativo ai fini previdenziali del trattamento di fine rapporto: incremento che Anief si riserva di verificare nei ricorsi pendenti del personale andato in quiescenza. Lo studio legale del giovane sindacato rammenta che i dipendenti in servizio ed in regime di TFS devono, invece, presentare formale diffida entro la fine del 2018: in tal modo, potranno richiedere tale trattamento per il biennio 2011/2012. Mentre chi è andato in pensione può procedere direttamente alla richiesta del 2,69% per le due annualità, dopo aver ricevuto la liquidazione, aderendo al ricorso al seguente link.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giù le mani dai “Misteri” di Campobasso

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Campobasso. Scrive Valerio Mancini: “Una processione religiosa o una passerella di bellezza? Un rito secolare o un agone politico? Una parata di figuranti o un defilé di amenità?
Anomala e molto discutibile questa edizione invernale dei Misteri campobassani. Una prima osservazione, la più ovvia: l’anniversario della nascita di Saverio Di Zinno, l’ideatore delle “macchine” che sfilano per le vie di Campobasso, non si poteva celebrare regolarmente a giugno come avviene da sempre, senza bis dicembrini estranei alla tradizione?
Seconda osservazione: questo rito che da oltre due secoli e mezzo accompagna il Corpus Domini del capoluogo molisano rientra nel sacro folklore italiano o qualcuno intende trasformarlo in una sorta di tappa per Miss Italia con candidature e selezioni per aspiranti “dunzelle”?
In effetti, si sta discutendo, specie sui social, più della scelta della “dunzella” rispetto all’essenza più autentica dell’antica festa. Ciò non è casuale. Come mai, infatti, soltanto qualche mese fa un assessore regionale ha investito una bella ragazza italoegiziana, Sarah Khalaf, del ruolo di “dunzella”, con tanto di dichiarazioni della stessa riportate da molti giornali, ed ora un altro assessore annuncia un’altra bella “dunzella” romana e italianissima? Non sarebbe forse più utile impegnare risorse e conferenze stampa per far conoscere gli straordinari Misteri su scala nazionale, anziché spendere energie per annunciare ai corregionali la miss (quasi)molisana di turno?”

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ikebana: L’arte giapponese di disporre i fiori

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Roma 1-2 dicembre Museo delle Civiltà – Museo preistorico etnografico “L. Pigorini” Piazza Guglielmo Marconi 14 In occasione della proroga delle mostra Geisha, l’arte e la persona, fino al 13 gennaio 2019, il Museo delle Civiltà propone un appuntamento dedicato all’Ikebana per approfondire la cultura giapponese.”Una lezione di ikebana è una pausa di serenità nell’arco della giornata, un momento di crescita culturale e, insieme, di meditazione.”
L’Ikebana è l’arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi e le forme della natura. Questa parola significa fiori viventi o far vivere i fiori – da ikeru, vivere o vivo e banao hana, fiori.A differenza delle creazioni occidentali un ikebana è una composizione asimmetrica, un insieme di vuoto e di pieno, di esplicito e di sottinteso di fronte cui l’osservatore non ha un ruolo passivo, ma può con l’immaginazione e la sensibilità partecipare alla sua creazione. Anche sotto questo aspetto l’ikebana è espressione della natura: in natura non esiste la simmetria perfetta, nulla è esattamente uguale, nulla è statico ma tutto è invece evoluzione e divenire.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leni: il trionfo della bellezza di Irene Alison

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Napoli Venerdì 30 novembre 2018, Teatro La giostra Via Speranzella 81 (da venerdì 30 novembre a domenica 2 dicembre 2018 Inizio delle rappresentazioni teatrali ore 20.30 (venerdì e sabato), ore 19.00 domenica) Presentato da Khora Teatro, l’allestimento, che ha debuttato nell’ambito del Napoli Teatro Festival 2018/Sezione SportOpera, si avvale dell’interpretazione di Valentina Acca, che muove nella scenografia di Sara Palmieri.Musa, ballerina, attrice, regista, fotografa, innovatrice del linguaggio cinematografico, pioniera di nuove tecniche di ripresa, ispirazione e maestra per generazioni di cineasti, Leni Riefenstahl ha attraversato un secolo di vita, pericolosamente vissuto attraverso le stagioni più buie e sanguinarie del Novecento.E’ stata troppa la sua vicinanza al fuoco del regime nazista per non bruciarsi e per non compromettersi, e, poi, ostinatamente sopravvissuta, nonostante le accuse, le domande inevase e i sensi di colpa, sempre, e fieramente, resistendo alla noia e all’oblio.“Lavorare con un’attrice come Valentina Acca, capace di mutuare e remixare diversi stili teatrali – si legge in una nota congiunta del regista e dell’autrice – consente una grande libertà espressiva e dialettica: non molti attori riescono, infatti, a passare con tanta semplicità dal naturalismo all’astrazione, dal teatro lirico a quello di Leni, il trionfo della bellezza”.Leni, il trionfo della bellezza racconta i giorni d’oro delle riprese di Olympia, il suo capolavoro: un resoconto delle Olimpiadi di Berlino del 1936, dove lo sport, lontano dalla trivialità della cronaca, viene raccontato col piglio epico di una narratrice di corpi, gesti, sguardi e desideri agonistici.Leni celebrò, al tempo stesso, l’ideale di una bellezza che incarnava e materializzava l’estetica del Reich e l’utopia di una competizione, che univa uomini e donne oltre ogni appartenenza, etnica o religiosa, sullo sfondo di un cielo, quello di Berlino, suggestivamente fotografato dal basso, grazie a delle speciali “trincee” costruite ad hoc nell’Olympiastadion.Intorno a Olympia si gioca l’identità e il ruolo nel teatro storia di quella che è senz’altro la più grande, e controversa, regista donna che il cinema ricordi. Innocentemente spudorata ma insondabilmente oscura, pericolosamente incosciente ma maniacalmente consapevole di sé, poetessa della propaganda eppure dichiaratamente apolitica.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tassazione dell’economia digitale tra sviluppi recenti e prospettive future

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Roma Giovedì 29 novembre 2018, dalle 9.30 alle 17.30, presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana, Sala Igea – Palazzo Mattei Di Paganica, piazza della Enciclopedia Italiana 4, si terrà un convegno organizzato dall’Università Europea di Roma e da Treccani, sul tema “La tassazione dell’economia digitale tra sviluppi recenti e prospettive future”.L’incontro sarà aperto da un saluto del Prof. Alberto Gambino, Pro-Rettore dell’Università Europea di Roma e del Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma.Il convegno intende approfondire le tematiche legate alla fiscalità dell’economia digitale avendo riguardo sia al versante interno sia a quelli europeo ed internazionale. Dopo gli indirizzi di saluto da parte delle autorità accademiche, verrà presentato ai partecipanti il profilo di “Diritto e gestione delle nuove tecnologie” recentemente attivato nell’ambito del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma, a testimonianza dell’attenzione che l’Università riserva al settore della digital economy.In seguito si apriranno i lavori del convegno, organizzati in due sessioni, una mattutina ed una pomeridiana. Nella sessione mattutina, dopo un’analisi della tassazione dell’economia digitale dal punto di vista economico, verranno esaminate le elaborazioni in materia condotte in sede OCSE e le recenti proposte di direttiva europea sulla digital services tax e sulla tassazione fondata sulla stabile organizzazione virtuale.
Nella sessione pomeridiana, organizzata in forma di tavola rotonda, verranno affrontati i temi delle modifiche alla nozione di stabile organizzazione prevista nell’ordinamento tributario nazionale, delle diverse misure adottate dal legislatore italiano negli ultimi anni per tentare di assoggettare ad imposizione il settore della digital economy e dell’inquadramento nel nostro ordinamento tributario delle criptovalute.Nel convegno verranno approfondite anche le strategie fiscali attualmente applicate nel settore dell’economia digitale, con importanti testimonianze provenienti dal mondo imprenditoriale e, più precisamente, da persone che ricoprono ruoli di responsabilità con riferimento alle strategie fiscali di gruppi multinazionali attivi nel settore dell’economia digitale.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siena si prepara per il Mercato nel Campo

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Siena Sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018 infatti, Piazza del Campo torna alle sue origini medievali e ospita il “mercato grande” che, già nel Trecento rappresentava una delle principali forme di approvvigionamento e che oggi viene allestito secondo le regole di allora.Oltre 150 banchi proporranno i migliori prodotti della tradizione senese e alcune eccellenze provenienti da ogni parte d’Italia e saranno disposti seguendo le indicazioni date nel XIV secolo dalle autorità comunali, come racconta il “Costituto Senese”, prima carta costituzionale scritta in volgare, che fu adottata nel 1309 per regolare la vita della città.
Prodotti alimentari e artigianali saranno distribuiti su banchi costruiti in legno e iuta, ispirati a quelli del passato e offriranno un universo di sapori, profumi, bellezza e tipicità.
Da non perdere i cooking show d’autore nello spazio live show del Cortile del Podestà: qui Luisanna Messeri sarà ai fornelli sabato 1 dicembre alle ore 17, mentre domenica 2 dicembre sempre alle ore 17, Gianfranco Vissani e Paolo Tizzanini si tufferanno in uno dei piatti più tipici della cucina toscana tenendo a battesimo la “Confraternita della Ribollita”.Nel segno della grande cucina arrivano a Siena otto grandi chef per dare vita a un’esclusiva “Cena delle stelle” che avrà luogo sabato 1 dicembre alle ore 20.30 in Piazza Duomo negli spazi del complesso museale di Santa Maria della Scala (livello 6).
A preparare un incredibile menù di sette portate appositamente create per l’occasione interverranno Giuseppe Maglione (Daniele Gourmet, Avellino), Marco Leonelli (L’Antica Casina di Caccia, Villa di Piazzano, selezione Michelin), Giovanni Vanacore (Rossellinis, Ravello, 1* Michelin), Paolo Gramaglia (President, Pompei, 1 Michelin), Ermanno Zago (Le Querce, Ponzano Veneto), Daniel Calosci (Il Particolare di Siena, Siena), Giancarlo Maistrello (Pasticceria Maistrello, Villaverla), Ettore Beligni (2° classificato al Valhrona C3 chocolat chef competition di New York 2018).L’evento avrà un epilogo benefico: il ricavato della cena andrà al reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena (prenotazioni e info: 0577 1793209).
L’esperienza del gusto, offerta nel Mercato nel Campo, continuerà fino al 15 dicembre nelle botteghe e nei ristoranti in provincia di Siena, che aderiranno all’iniziativa “il Mercato nel Piatto”, un progetto del programma Vetrina Toscana di Regione e Unioncamere Toscana, che quest’anno supera i confini cittadini per arrivare nelle terre di Siena e che conclude il 2018 quale Anno del Cibo.
Intanto, un’area di piazza del Campo ospiterà “Sorsi d’Arte”, enoteca e birroteca dove aziende vinicole e produttori di birra esporranno i loro “tesori”. I ristoranti che affacciano sulla piazza proporranno le loro pietanze in versione “da passeggio”.E il Mercato nel Campo accoglierà anche i bambini che in entrambe le giornate, dalle ore 14 alle ore 18 potranno prendere parte al Gioco dei Sensi, che li porterà ad esplorare il cibo in modo educativo e divertente.Infine, singolari percorsi a tema dedicati al legame tra cibo e arte, saranno oggetto di una serie di itinerari guidati ad alcuni capolavori dell’arte senese.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le Gallerie degli Uffizi annunciano la mostra Antony Gormley: Essere

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Firenze dal 26 febbraio al 26 maggio 2019 – riunirà alcune opere di Antony Gormley, realizzate in diversi materiali e dimensioni, che esplorano il corpo nello spazio e il corpo come spazio. La nuova, ampia sala al piano terreno del museo, dove la luce naturale si diffonde in dodici nitidi spazi con copertura a volta scanditi da sei pilastri in pietra e privi di pareti interne, accoglierà dodici opere dell’artista. Altre due saranno collocate negli spazi della collezione storica, mentre un’altra sarà installata sulla terrazza degli Uffizi.Al centro della mostra il dialogo in atto tra Passage e Room, due sculture realizzate a trentacinque anni di distanza l’una dall’altra. Entrambe affrontano la questione dello spazio del corpo: Passage (2016) è un tunnel in acciaio Cor-Ten dalla forma umana lungo 12 metri che potrà essere percorso dai visitatori; e Room (1980) – una serie di abiti dell’artista tagliati in un nastro continuo largo 8 millimetri che definisce un recinto quadrato di 6 metri per 6, non accessibile al pubblico. Si tratta dunque di un dialogo per contrasto fra queste due opere, della contrapposizione tra stasi e movimento, fra spazio immaginativo e reale.
La mostra proporrà diverse nuove opere realizzate per l’occasione, tra cui Veer II (2018), un’evocazione tridimensionale in ghisa di un teso sistema nervoso al centro del corpo, a grandezza naturale, e Breathe (2018), un’opera espansiva di grandi dimensioni ricoperta di piombo che applica i principi cosmici del Big Bang alla singolarità di un corpo soggettivo. La relazione con il prezioso patrimonio culturale della città, e con gli Uffizi in particolare, è affidata alle due Another Time una delle quali sarà esposta tra le sculture classiche in galleria mentre l’altra verrà collocata nella terrazza degli Uffizi, prospiciente piazza della Signoria. Si è infine voluto cercare un terzo rapporto con la collezione storica degli Uffizi attraverso una sala dedicata al dialogo tra l’Ermafrodito dormiente, copia romana di età imperiale da un originale ellenistico del II secolo a.C. poggiante su un basamento, e il blocco Settlement (2005) che abbraccia invece il pavimento. Discostandosi dall’idea della mostra come spazio per la contemplazione estetica o per il godimento della narrazione o della rappresentazione, Essere sollecita la nostra partecipazione attiva come connettori tra oggetti definiti e spazi aperti in cui massa e vuoto, buio e luce, duro e morbido coinvolgono la presenza dello spettatore nello spazio.
http://www.antonygormley.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A ottant’anni dalla legislazione razziale

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Parma Mercoledì 28 novembre, a partire dalle 10, la Sezione di Storia della Biblioteca Umanistica dei Paolotti dell’Università di Parma (Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e delle Imprese culturali – DUSIC, via d’Azeglio 85) ospiterà una giornata di studi sul tema: a ottant’anni dalla legislazione razziale, i Seminari di Europa propongono una riflessione sul significato di quella triste pagina della storia contemporanea per l’antichistica italiana.Al seminario, organizzato dall’Università di Parma con la collaborazione e il contributo dell’Istituto Italiano per la Storia antica e del Comune di Parma, parteciperanno numerosi studiosi dalle Università di Parma, Milano, Verona, Bari, Lecce, Münster, della Scuola Normale Superiore di Pisa e dell’Istituto Nazionale di Studi romani. Il comitato scientifico comprende Alessandro Pagliara (Università di Parma), Massimiliano Ghilardi (Istituto Nazionale di Studi romani, Roma) e Laura Mecella (Università di Milano).
L’appuntamento sarà aperto dai saluti del Direttore del Dipartimento DUSIC Diego Saglia e del Delegato del Rettore per le Iniziative di carattere storico Piergiovanni Genovesi, e dall’introduzione ai lavori di Alessandro Pagliara, docente di Storia romana all’Università di Parma, Vice Direttore del Centro Univer­sitario per la Cooperazione Internazionale – CUCI e responsabile organizzativo della rassegna.A seguire la sessione mattutina, presieduta da Giorgio Vecchio (Università di Parma), con gli interventi di Massimiliano Ghilardi dell’Istituto Nazionale di Studi romani (“La civiltà di Roma e i problemi della razza”: l’Istituto di Studi Romani e le leggi razziali), Luca Iori dell’Università di Parma (Numeri alla mano: l’impatto delle leggi razziali sull’antichistica italiana), Paola Salvatori della Scuola Normale Superiore di Pisa (Telesio Interlandi e la “Difesa della razza”: mondo antico e iconografia del razzismo italiano).
Dalle 15.30 la sessione pomeridiana, presieduta da Ugo Fantasia (Università di Parma), con interventi di Michele Bellomo e Laura Mecella dell’Università di Milano (Dalle leggi razziali alla liberazione: gli anni oscuri di Mario Attilio Levi), Edoardo Bianchi dell’Università di Verona (Mario Segre e le leggi razziali: tra l’Italia e l’Egeo), Pierangelo Buongiorno dell’Università di Lecce e della Wesfälische Wilhelms – Universität di Münster e Annarosa Gallo dell’Università di Bari (Edoardo Volterra, il fascismo e le lezzi razziali). Dopo la discussione, le conclusioni saranno affidate a Domenico Vera (Università di Parma).
I “Seminari di Europa” (www.seminari-di-europa.unipr.it) sono organizzati dall’Università di Parma (DUSIC – Unità di Storia e di Lingue, e Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale – CUCI) con il Comune di Parma (Assessorato alla Cultura), ed è frutto della collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici di Roma, l’Ufficio Scolastico provinciale di Parma e Piacenza, la Fondazione Collegio Europeo, la Scuola per l’Europa, il Liceo scientifico “Marconi” e il Polo Scolastico Agro-Industriale di Parma.Questo primo ciclo, intitolato “Costruire ponti e abbattere muri”: migrazioni, accoglienza e spirito europeo, è stato compreso tra le iniziative patrocinate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (http://annoeuropeo2018.beniculturali.it/eventi/seminari-di-europa/).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Paolo Lattanzi: dipinti ad acquarello

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Roma sabato 1° dicembre 2018 alle ore 18.00Durata della mostra: dal 1° all’ 11 dicembre 2018 Orario d’apertura: 10-13 e 16.30-19.30 – Chiuso la domenica ed il lunedì mattina Galleria della Tartaruga – via Sistina, 85/a Mostra personale di Paolo Lattanzi – dipinti ad acquarello a cura di: Marco Pezzali Presentazione in catalogo di: autori vari. Come descrivere la pittura di Paolo Lattanzi se non confermando parole scritte già anni addietro: “…Acquarelli sempre brillanti, mai colori stonati, una pittura che si può definire sicuramente solare, acquarelli sempre supportati da solide basi di disegno, disciplina nella quale, a mio giudizio, Paolo giganteggia. Panorami di Roma, scorci di paesi nostrani o molto lontani dalle nostre visioni, paesaggi marini, ci parlano della sua sensibilità e del suo carattere. Ogni volta rimango ammirato dalla sua straordinaria abilità e rapidità di esecuzione, caratteristiche queste che, riportate nell’acquarello ne fanno uno dei nostri migliori interpreti di questa difficilissima e raffinatissima tecnica.” O anche come abilmente scrive Nicolina Bianchi: “Dimensioni e distanze raccolte in un riflesso o in un raggio di luce. Realtà fissata nell’incanto di un sogno in annotazioni d’effetto di sottile poesia.. Un artista che sa cogliere, con una intensa complicità emotiva, l’inafferrabile significato del colore, nelle indimenticabili vedute d’ambiente dei numerosi viaggi.”

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biosimilari: Il Tar ha riconosciuto la libertà prescrittiva

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

E’ stata salvaguardata la libertà di prescrizione del medico, aspetto per noi fondamentale come sancito dalla Costituzione. Abbiamo contrastato così un tentativo di monopolio inaccettabile. Questo grazie alla decisione dello scorso 20 novembre, proprio il giorno prima della discussione in aula, delle Regioni coinvolte di destinare una quota per l’acquisto del farmaco originator. Come SIR ora manterremo alta l’attenzione e vigileremo perché sia salvaguardata e garantita l’adeguatezza prescrittiva ai reumatologi di tutta Italia”. Con queste parole i proff Luigi Sinigaglia e Mauro Galeazzi (presidente eletto e presidente uscente della Società Italiana di Reumatologia) hanno commentato l’ordinanza del TAR del Piemonte che ha respinto l’istanza cautelare promossa dalla stessa SIR contro la decisione di cinque regioni di unirsi per la gara d’acquisto di un farmaco biosimilare per la cura di alcune malattie reumatologiche.
“L’obiettivo sarà anche spiegare come i progressi terapeutici degli ultimissimi anni abbiano permesso una svolta radicale nella lotta alle malattie reumatologiche, grazie alla medicina di precisione – aggiunge Galeazzi -. Come nel caso dell’artrite reumatoide, una patologia grave ed invalidante che colpisce oltre 350mila italiani. Grazie alla messa a punto di nuovi biomarcatori possiamo conseguire una valutazione più precisa delle indicazioni e delle risposte terapeutiche. Gli specialisti quindi devono tenere conto non solo della tipologia del disturbo ma anche di altri aspetti”. “L’artrite reumatoide, così come altre patologie, presenta diverse sfaccettature e i pazienti colpiti non possono essere considerati tutti uguali – sostiene Sinigaglia -. Se non viene trattata precocemente determina danni irreversibili alle articolazioni. La diagnosi tempestiva è uno degli elementi cruciali per rallentare il decorso della malattia. La medicina di precisione favorisce una rapida identificazione ma anche un trattamento più tempestivo e appropriato. Questo può avvenire grazie anche all’utilizzo di alcuni biomarker, come gli ACPA, che hanno un valore prognostico e di altri indicatori di potenziale risposta alla terapia”.
Un’altra categoria di malati alla quale la SIR da sempre presta particolare attenzione nelle sue iniziative scientifiche ed educazionali sono le donne. A Rimini vengono presentati anche i risultati di alcuni progetti portati avanti dal Gruppo di Studio Medicina di Genere. “Abbiamo già coinvolto 50 donne e 19 diversi centri attivi su tutto il territorio nazionale – conclude la prof.ssa Angela Tincani, Coordinatrice del Gruppo e Consigliere Nazionale SIR -. Prosegue anche la collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità con il quale è stato avviato da oltre un anno diverse iniziative. La popolazione femminile risulta la più colpita dai disturbi reumatologici a causa di una predisposizione genetica. Una delle sfide più importanti che abbiamo di fronte a noi è riuscire a capire i meccanismi e i processi di insorgenza delle malattie e del loro sviluppo”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personale di Erik Saglia, dal titolo Pregenesi

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Torino Martedì 27 novembre, ore 18:30, inaugura nella galleria Spazio Lancia la personale di Erik Saglia, dal titolo Pregenesi. Per iniziare la programmazione artistica del nuovo spazio, inaugurato lo scorso 25 ottobre, si è deciso quindi di puntare su un giovane artista torinese, già noto allo scenario contemporaneo grazie alle mostre, personali e collettive, a cui ha già partecipato in Italia e all’estero. Con Pregenesi Erik Saglia ha improntato la sua ricerca sull’attimo che precede una genesi, arrivando a 6 grandi opere site specific (250 x 190 cm), realizzate su pannelli di legno dipinti a vernice spray e lavorati negli strati successivi con nastro adesivo, pastelli, a cera e olio, e resine epossidiche. La mostra è visitabile il giorno dell’opening e su appuntamento, sino al 10 gennaio 2019.
Ad attirare l’attenzione dell’artista è quel momento di caos, un momento in cui la catastrofe domina, il disordine prevale e la distruzione sembra imminente. Tutto questo rappresenta un’occasione per l’artista di concentrarsi sull’“attimo precedente all’impatto”. L’atmosfera di tensione che si crea sembra suggerire uno scenario apocalittico ispirato alla teoria del ghiaccio cosmico di Hanns Hörbiger, secondo la quale l’umanità sarebbe soggetta a ripetuti cataclismi dovuti allo scontro del pianeta con altri satelliti. Ma il tempo che interessa all’artista è l’attimo immediatamente precedente all’impatto. Una condizione che ogni uomo vive nel corso della sua esistenza: quel tempo di totale confusione che precede uno sconvolgimento, da cui poi scaturisce un nuovo equilibrio. Le informazioni, la matematica, la geometria, le lettere, la natura, la chimica si mescolano, si fondono, perdendo la loro forma percepibile, diventando un flusso sconosciuto e puro.Le opere di Erik sono la rappresentazione del momento in cui la materia e le forme si stanno organizzando, costruendo griglie, strutture, incastri, sovrapposizioni. Un luogo nel quale punti, linee, superfici, lettere, numeri e colori, creano uno spazio di contemplazione e di flusso d’esperienza, nel quale ristabilire una realtà priva di narrazione, nella quale riuscire a rilassare la mente e il corpo. Le opere di questa mostra vogliono confondere le narrazioni umane, azzerandole, mischiandole e rimettendole in gioco. Come dice Macbeth, alla fine della sua grandiosa e ridicola tragedia, “la vita non è altro che un ombra in cammino… un racconto narrato da un idiota, pieno di strepito e di furore e senza alcun significato”. Eppure nell’intreccio di forme e colori, come di cellule e materia, risiede una verità splendente ed accecante.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Danubia talents masterclass

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Tra il 28 novembre – 1 dicembre 2018 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) si terrà la serie di eventi intitolata DANUBIA TALENTS. Il programma prenderà inizio martedì 27 novembre p.v. con il Danubia talents masterclass, a cura dei pianisti István Székely e Julianna Kiss.
Venerdì 30 novembre p.v. alle ore 20.30 è in programma la Premiazione e concerto di gala dei vincitori del concorso indetto nelle categorie: musica da camera e pianoforte. L’evento di chiusura dello stesso concorso sarà il Danubia Talents – Casio Sound Tradition Festival Stage, un concerto per pianoforte ad ingresso libero, programmato per il 1° dicembre p.v. ore 18.00 presso la Sala Liszt del Palazzo Falconieri con la straordinaria partecipazione di Rintaro Akamatsu, pianista giappone. Dopo il concerto, gli interessati avranno la possibilità di provare lo strumento musicale, un pianoforte elettronico della Casio. Lo stesso evento è inserito anche nel ricco calendario di eventi previsti per Musei in Musica Roma. Il Palazzo Falconieri durante il concerto (ore 18.00-19.00) non sarà accessibile a visite. Dalle ore 19.00 alle ore 21.00 gli interessati potranno invece visitare le Sale di Borromini, il cortile e la Galleria. http://www.danubiatalenst.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scompenso cardiaco: e-health e social network per combattere la nuova pandemia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Bologna 30 novembre e il 1 dicembre, all’Opificio Golinelli di Bologna, si terrà il Convegno nazionale sullo scompenso cardiaco. Una due giorni dedicata a quella che è stata definita “la nuova pandemia”: lo scompenso cardiaco. Una patologia cronica che sfida i sistemi sanitari per l’elevata frequenza di ri-ospedalizzazioni e l’alto assorbimento di risorse e che oggi, grazie anche nuove tecnologie, può essere tele-monitorata.
Lo scompenso cardiaco è la condizione di incapacità del cuore a pompare quantità di sangue adeguate alle necessità dell’organismo, determinando l’accumulo di liquidi (acqua) a livello degli arti inferiori, dei polmoni e in altri tessuti. Intorno ai 65 anni lo scompenso cardiaco rappresenta la prima causa di ricovero ospedaliero e dopo questa soglia anagrafica, la frequenza raddoppia a ogni decade di età fino ad arrivare a punte anche del dieci per cento circa dopo i settant’anni.“Vogliamo fare il punto sullo stato di avanzamento delle conoscenze e sui trattamenti raccomandati in un’epoca in cui alle evidenze dei trial si sovrappongono quelle dei registri e dei big data – spiega Urbinati -. Si parlerà dei marcatori, dei test di imaging per raffinare la diagnosi e delle nuove terapie farmacologiche, senza trascurare il ruolo della cardiochirurgia, dell’assistenza meccanica e del trapianto”. Si affronterà inoltre il tema dell’e-health che consente tramite smartphone il tele-monitoraggio dei pazienti affetti da scompenso cardiaco: con una “App” è possibile infatti registrare, trasmettere, archiviare e interpretare i parametri cardiocircolatori (segnali ECG, frequenza cardiaca, pressione arteriosa, saturazione di ossigeno) e immagini diagnostiche (ecocardiografia, tomografia computerizzata, risonanza magnetica cardiaca, medicina nucleare, angiografia coronarica).Una delle armi contro lo scompenso cardiaco è la prevenzione che oggi passa anche dai social network, strumento che può contribuire efficacemente a potenziare la diffusione delle campagne informative incentrate sull’adozione di uno stile di vita sano (smettere di fumare, praticare regolare attività fisica, monitorare costantemente la pressione arteriosa, limitare l’uso di caffeina e alcol, riservare al sonno e al riposo un numero adeguato di ore).“Per arginare gli effetti di questa pandemia, a tutti i livelli, e garantire un’assistenza efficace ed equa – conclude Urbinati – è necessario disporre di un’organizzazione efficiente e moderna che favorisca l’integrazione interdisciplinare”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Smart City e diritti del cittadino: la nuova frontiera dello sviluppo urbano

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

L’aggettivo “smart” è la quintessenza di questa era digitale. E non c’è dubbio che la declinazione smart city (città intelligente) sia una delle definizioni più rilevanti tra quelle che hanno catturato l’immaginario pubblico nell’ultimo decennio. Tutto è iniziato nel 2010 a Rio de Janeiro, la città che ha svolto il ruolo di pioniere nell’implementare le tecnologie digitali allo scopo di innovare e ottimizzare i servizi pubblici. Si è dato il via così a un nuovo modello urbano che viaggia sulle reti globali di connessione veloce, sviluppato però all’interno di un ecosistema digitale chiuso. Altre città hanno poi proseguito estendendone i tratti caratteristici per rendersi più allettanti agli occhi della classe creativa imprenditoriale e commerciale. Rotterdam, Dubai, Il Cairo, e, in Italia, Milano, Trento, Varese e Firenze. La sintassi della frontiera tecnologica urbana che si va affermando è che le città intelligenti attraggono cittadini intelligenti, i quali, a loro volta, stimolano l’arrivo di soldi intelligenti. Oggi tutto deve essere smart: frigoriferi, telefoni cellulari, abitazioni, automobili, biciclette e perfino le panchine. L’iperconnessione è ormai divenuta un modello collettivo di vita sociale e amministrativa.Un simile modello di sviluppo impone, però, anche nuove riflessioni nel campo dei diritti delle persone e delle loro tutele in campo giuridico e costituzionale. La ricerca su come estendere lo Stato di Diritto all’era digitale permea le riflessioni di chi sta muovendo le prime critiche alle città intelligenti e alla loro invasività nella sfera individuale dei cittadini. Un’attenzione critica che smaschera la visione utopistica della propaganda sulle smart cities per la mancanza di connessione con i problemi reali delle persone, come sostengono Francesca Bria e Evgeny Romazov nel libro “Ripensare le Smart City”. Altri autori, invece, evidenziano l’ossessione delle città intelligenti per la sorveglianza e il controllo, o la necessità – sin qui in genere disattesa – di porre da subito i cittadini, e non le aziende e gli urbanisti, al centro del processo di sviluppo delle smart cities.
Certo è che, mentre la discussione è aperta, i modelli di città intelligenti iniziano a prendere campo un po’ ovunque. L’indagine sui legami tra le infrastrutture digitali – sensori, schermi, algoritmi, smartphone, camere di sorveglianza, meta e big data, o quant’altro modifichi il paesaggio tecnologico delle città – è in corso. Il legislatore sarà presto chiamato a colmare le lacune già evidenti. Il cittadino deve, innanzitutto, tornare a essere soggetto fondatore e partecipe della città, non oggetto della speculazione smart. I diritti individuali e sociali delle persone devono trovare tutela anche di fronte alla flessibilità semiotica – qualcosa sta per qualcos’altro – dei processi di comunicazione nel nuovo modello amministrativo, e riparo dalla invasione delle Smart City Control Rooms già attive presso numerose amministrazioni comunali.
I diritti del cittadino, in quanto persona dotata di soggettività giuridica e utente dei servizi della città smart, dovranno essere riorganizzati, aggiornati e implementati. La sfida che si pone con urgenza è, infatti, quella di evitare il sorgere di un nuovo sotto-proletariato urbano digitale, privo di consapevolezza dei diritti e delle tutele che gli appartengono e asservito a un modello mercantilista che lentamente sta distruggendo l’identità civica di numerose città europee. Poiché è innegabile che almeno sin qui, il motore di questa nuova sovranità digitale comunale che prende il nome di Smart City, stia tutto nel commercio.“Tutti vivono per vendere qualcosa”, sosteneva Robert Luis Stevenson. Diritti e tutele però non possono essere trattati al pari di merci, pena lo sgretolamento della città, mercato compreso. (Massimo Lensi, presidente Associazione Progetto Firenze Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Undicesimo concerto della stagione di S. Cristina

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Bologna mercoledì 28 novembre 2018 alle ore 20.30 Piazzetta Morandi 1 undicesimo concerto della XI Stagione musicale 2018 di Santa Cristina. Il Maestro Modugno si esibirà in un concerto intitolato “Intorno a Rossini”, eseguendo musiche di Stefano Golinelli, Gioachino Rossini, Fryderyk Chopin, Robert Schumann e Felix Mendelssohn su un pianoforte storico Erard proveniente dalle collezioni della Fondazione Carisbo.
Per gravi ed improvvisi motivi famigliari il pianista spagnolo Eloy Orzaiz Galarza ha dovuto annullare il suo concerto (Scelta di Péchés de vieillesse, I), ci scusiamo per l’inconveniente. Resta invece confermato il concerto di mercoledì 5 dicembre 2018, a cura del pianista Davide Perniceni – Scelta di Péchés de vieillesse, II. I concerti rientrano nel Ciclo di sei concerti rossiniani tra San Colombano e Santa Cristina, nel 150º anniversario della scomparsa di Gioachino Rossini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il fumo è un fattore di rischio per la salute

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

La comunità scientifica internazionale è concorde nel ritenere il fumo quale principale fattore di rischio per l’insorgenza di malattie non trasmissibili. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, le vittime del fumo sono oltre 7 milioni l’anno (alle quali si aggiungono altri 600mila morti per fumo passivo). Solo nel nostro Paese i dati del Ministero della Salute evidenziano come tra i 70.000 e gli 83.000 decessi ogni anno siano causati dal consumo di sigarette (circa un migliaio per fumo passivo). Tuttavia, nonostante la consapevolezza sui danni da fumo e le sempre più stringenti politiche di prevenzione e controllo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nel 2025 i fumatori saranno ancora oltre 1 miliardo, un numero uguale a quello attuale.Anche di questo si è discusso al simposio “Fumo e rischio cardiovascolare” tenutosi in occasione del XL Congresso Nazionale SIAPAV, nel quale è emerso come una parte sempre più preponderante della comunità medico-scientifica sostenga l’adozione di politiche anti-fumo basate eventualmente anche sul principio della riduzione del danno, ad integrazione delle altre principali strategie volte a ridurre il danno correlato al fumo di sigaretta (prevenzione e dissuasione).Come spiega il Dottor Guido Arpaia, presidente SIAPAV e Direttore S.C. di Medicina Interna dell’ASST di Vimercate “Nel fumatore il rischio vascolare si manifesta in vari modi: in particolare il danno da fumo vede una lenta ma inesorabile crescita della placca aterosclerotica che sebbene priva di sintomi può determinare un evento acuto a carico di organi vitali come cuore, vasi periferici, cervello e reni.” È infatti il fumo, insieme al diabete, la maggiore minaccia alla salute delle arterie e allo sviluppo di Arteriopatie Periferiche a causa di un meccanismo di infiammazione cronica: il rischio è 2.15 volte maggiore rispetto agli ex fumatori con ricadute come riduzione della circolazione periferica anche sintomatica (malattia delle vetrine).“Un dato oltremodo preoccupante” prosegue Arpaia “è che anche in caso di procedure interventistiche solo il 36% pazienti smette di fumare nel periodo successivo. Gli operati per malattie vascolari periferiche che subiscono interventi di by-pass o endovascolari che non smettono di fumare sviluppano più complicanze e hanno maggior rischio di mortalità”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati: evacuazione salvavita dalla Libia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Un anno dopo che l’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha avviato le prime operazioni di evacuazione salvavita dalla Libia, quasi 2.500 rifugiati e richiedenti asilo più vulnerabili precedentemente detenuti in Libia sono stati trasferiti in Niger, Italia e Romania.Con l’ultima evacuazione, 132 rifugiati e richiedenti asilo, tra cui donne e bambini, sono stati trasferiti ieri da Tripoli al Niger, dove sono ospitati presso un centro di transito di emergenza dell’UNHCR, mentre per loro vengono ricercate soluzioni a più lungo termine in paesi terzi.Tutte le persone evacuate erano detenute nelle strutture di Triq Al Sikka e Abu Salim a Tripoli. Quarantuno di loro sono minori non accompagnati.La maggior parte è stata portata in detenzione dopo essere stata intercettata o soccorsa in mare nel tentativo di attraversare il Mediterraneo dalla Libia all’Europa.Considerati i pericoli che rifugiati e migranti corrono in Libia, l’UNHCR non ritiene che questo paese rappresenti un luogo sicuro per lo sbarco e ha anche sconsigliato i ritorni in Libia in seguito alle operazioni di ricerca e soccorso in mare.”I rifugiati in Libia si trovano di fronte a uno scenario da incubo. Sono fuggiti dalle loro case in cerca di sicurezza e protezione solo per finire incarcerati, languendo indefinitamente in condizioni squallide”, ha detto Roberto Mignone, capo della missione dell’UNHCR in Libia.”È riprovevole che siano detenuti invece che protetti. Ciò nonostante il fatto che possano essere trovate valide alternative alla detenzione in Libia, anche attraverso la struttura di raccolta e partenza che stiamo aspettando di aprire da luglio, e che potrebbe offrire protezione immediata e sicurezza alle persone più vulnerabili”.Una volta aperta, la struttura di raccolta e partenza (Gathering and Departure Facility) sarebbe la prima del suo genere nel paese a proteggere i rifugiati vulnerabili fino a quando non potranno essere evacuati dalla Libia. Sebbene l’impianto sia pronto per l’uso, l’UNHCR sta ancora negoziando con le autorità libiche affinché venga aperto.Considerate le difficili circostanze in cui si trovano i rifugiati e i richiedenti asilo intrappolati in Libia, l’UNHCR continua a sostenere alternative alla detenzione e chiede maggiore sostegno alle operazioni di evacuazione, che rimangono un’ancora di salvezza cruciale per i più vulnerabili.Nonostante i pericoli significativi per la sicurezza e le limitazioni sui movimenti, dal novembre 2017 l’UNHCR ha portato a termine 23 evacuazioni dalla Libia. 2.476 rifugiati e richiedenti asilo vulnerabili sono stati liberati dai centri di detenzione ed evacuati dalla Libia in Niger (2.069), Italia (312) e Romania (95).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Trasformare il reddito di cittadinanza in sussidi per le imprese dopo l’assunzione”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Stefano Patuanelli, capogruppo al Senato del M5S a 24Mattino su Radio 24: “Trasformare il reddito di cittadinanza in sussidi per le imprese dopo l’assunzione è una buona idea, ci stiamo lavorando”“Trasferire il reddito di cittadinanza all’impresa che assume chi lo percepisce è una proposta intelligente.” Lo ha detto il capogruppo al Senato del Movimento cinque stelle Stefano Patuanelli, a 24mattino di Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. “E’ un’ipotesi su cui stiamo lavorando” ha aggiunto il Presidente dei Senatori grillini, commentando la proposta del sottosegretario alle Infrastrutture Armando Siri, apprezzata dal direttore generale di Confindustria Marcella Panucci. “Pensare che un’impresa assuma chi percepisce il reddito di cittadinanza e che quel reddito venga trasferito all’impresa credo sia una buona idea per favorire l’occupazione”, ha spiegato ancora Patuanelli a Radio 24. E alla domanda se il governo continua, Patuanelli risponde: “Se è in grado di fare le cose, poi alla fine della legislatura diranno i cittadini se le risposte sono state efficaci. La lealtà non si misura nel far finta che tutto vada bene, ma anche nell’ammettere che le storie sono diverse. –e conclude il capogruppo al Senato del M5S a Radio 24 – I temi che Lega e Cinque stelle vogliono affrontare assieme sono già nel contratto, quelli che non sono lì dentro possono essere oggetto di contestazione reciproca ma credo che la discussione sia un valore in più e non un problema”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »