Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 29 novembre 2018

Le “fake news” sull’immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Da alcuni anni a questa parte vi è stato un crescendo nella comunicazione che fa riferimento alle problematiche migratorie. Perché tanto chiasso per un evento che non è solo dei giorni nostri ma ha costellato tutta la storia dell’umanità sin dai suoi primordi? Se a questo punto ci limitiamo agli accadimenti più recenti dalle migrazioni italiane negli altri paesi europei e ad oltre oceano dello scorso secolo a quelle degli altri paesi del mondo, sia a livello regionale sia intercontinentale, le ragioni di tali esodi di massa non mutano nel tempo. Vi intersecano povertà e degrado, ridotti ambiti occupazionali e forte desiderio di trovare uno spazio vitale per la propria crescita culturale e professionale e soprattutto luoghi dove il merito possa essere riconosciuto e apprezzato unitamente a una gratificazione confacente. Ciò che come italiani, pensando alla parte sana del Paese, ci indigna considerando che dagli anni della ricostruzioni, dopo le macerie della seconda guerra mondiale, ci fosse stato, se ben indirizzati da una classe politica lungimirante, lo stimolo e la creatività appropriata per portare il Paese ad un livello di crescita degno del suo nome. Siamo stati invece avviluppati dalla spire dei facili arricchimenti, dalla voglia di crescere senza radici divenendo facile preda degli imbonitori di turno. Ora dobbiamo fare i conti con nuove povertà domestiche e importate con migrazioni alle quali non siamo in grado di garantire un valido sbocco lavorativo se non per fasce molto limitate. Il tutto tende ad aggravarsi perché negli anni delle “mucche grasse” non abbiamo saputo” far tesoro delle nostre disponibilità finanziarie per porre mano a riforme capaci di rinnovare alla radice il tessuto sociale, civile, economico e politico che avrebbe potuto porci al riparo dai rischi di possibili devianze. Ciò non è stato fatto e i problemi che avevamo ora si sono aggravati e con essi i costi per dirimerli e al tempo stesso siamo entrati alla grande nel tempo delle “vacche magre”. L’immigrazione in questo contesto ha accresciuto le nostre difficoltà anche perché sta diventando incontenibile e senza controlli sia a monte sia a valle. E quel che più ci addolora è che i nostri partner europei non sembrano rendersi conto delle nostre oggettive difficoltà e con essi, purtroppo, si aggiunge una classe politica che non riesce a tenere la barra dritta a fronte delle tempestose problematicità che ci stanno travolgendo. Non sono ancora consapevoli, e speriamo in buona fede, che le riforme sono diventate improcrastinabili ed urgenti come quelle della giustizia, del fisco, della salute, della scuola e del welfare e non è detto che costituiscano necessariamente un costo per le casse dello Stato, in specie se andranno a regime. Anzi. (Riccardo Alfonso Centro studi della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The “fake news” on immigration

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

For some years now there has been a growth in communication that refers to migration issues. Why so much noise for an event that is not just the present day but has dotted the whole history of humanity since its inception? If at this point we limit ourselves to the most recent events from Italian migrations in other European countries and overseas of the last century to those of other countries in the world, both at regional and intercontinental levels, the reasons for such mass exodus do not change over time . Poverty and degradation, reduced occupational environments and a strong desire to find a living space for cultural and professional growth and above all places where merit can be recognized and appreciated together with suitable gratification. What, as Italians, thinking of the healthy part of the country, indignifies us considering that since the years of reconstruction, after the ruins of the Second World War, there had been, if well directed by a forward-looking political class, the stimulus and creativity appropriate to bring the country at a level of growth worthy of its name. Instead we were enveloped by the coils of easy enrichment, the desire to grow without roots, becoming easy prey for the barkers on duty. Now we have to deal with new domestic and imported poverty with migrations to which we are not able to guarantee a valid work outlet except for very limited sectors. Everything tends to worsen because in the years of “fat cows” we did not know how to build on our financial resources to take reforms capable of renewing at the root the social, civil, economic and political fabric that could have protected us from risks of possible deviations. This has not been done and the problems we have now have worsened and with them the costs to settle them and at the same time we have entered the big time in the “lean cows”. Immigration in this context has increased our difficulties also because it is becoming uncontrollable and without controls both upstream and downstream. And what pains us most is that our European partners do not seem to realize our objective difficulties and with them, unfortunately, we add a political class that can not keep the bar straight in the face of the tempestuous problems that are overwhelming us. They are not yet aware, and we hope in good faith, that they have become urgent reforms such as those of justice, tax, health, school and welfare and it is not necessarily that they constitute a cost for the coffers of the state, especially if they go to full capacity. Rather. (Riccardo Alfonso Centro studi della Fidest – fidest press agency)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rigenerazione urbana sul territorio italiano

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Il potenziale indotto economico di una estesa e capillare campagna di rigenerazione urbana sul territorio italiano è stimabile in circa 328 miliardi di euro: per la precisione 327.986.751.765, cifra che si ricava dalla somma del valore delle opere da realizzare, pari a 310.537.447.415 euro, e degli oneri concessori da corrispondere alla pubblica amministrazione, quantificabili in 17.449.304.350 euro. Il dato, che rappresenta poco meno del 17% del Prodotto Interno Lordo dello Stato, è contenuto nel Primo rapporto sulla rigenerazione urbana in Italia, realizzato dal Centro Studi Sogeea e presentato nel corso di un convegno sul tema organizzato in Senato.
Per determinare i valori economici dello studio, si è proceduto innanzitutto a considerare scopi e obiettivi della rigenerazione urbana: su tutti il contenimento del consumo di suolo e l’intervento sul patrimonio edilizio esistente in regime di trasformazione (compresa demolizione e costruzione con premialità di cubatura secondo le prescrizioni di legge), recupero e riqualificazione di aree dismesse, di edifici abbandonati o inutilizzati, efficace riutilizzo dei vuoti urbani. Si è ovviamente cercato di tenere conto il più fedelmente possibile delle specificità territoriali e delle normative delle singole realtà di cui si è stimata la portata degli interventi. Il dettaglio relativo ai capoluoghi di provincia consegna un quadro di potenziale indotto di assoluta rilevanza: in particolare a Roma (15,6 miliardi di euro), Milano (7,3 mld), Napoli (5,3 mld), Torino (4,8 mld), Palermo (3,7 mld), Genova (3,2 mld), Bologna e Firenze (2,1 mld per ciascuna).
«Le grandi città, ma anche realtà abitative di dimensioni assai più contenute, non hanno perseguito serie politiche di riqualificazione dell’esistente – ha sottolineato Simoncini –, ma hanno teso senza sosta a svilupparsi verso l’esterno, creando periferie e frazioni prive di servizi primari e dei necessari requisiti di sicurezza. Una prima, timida inversione di tendenza per fortuna si intravede, anche se troppo spesso si lascia mano libera agli enti locali, che in nome della rigenerazione urbana si spingono a varare provvedimenti e norme che, seppur nati con le migliori intenzioni, rischiano di assumere i connotati di condoni edilizi mascherati o di temibili strumenti in mano agli speculatori. Quanto sia complesso convergere su di una efficace legge nazionale riguardo a materie in cui lo Stato concede ampie deleghe normative agli enti locali è di tutta evidenza. Un esempio si è avuto in questi anni con il provvedimento per arrestare il consumo di suolo in Italia.
Un quadro normativo chiaro e uniforme è fondamentale per attrarre investimenti privati, vitali per mettere in piedi un ampio ventaglio di politiche di riqualificazione in una fase di enorme difficoltà per le casse pubbliche, ma è imprescindibile anche per evitare di incappare negli errori del passato. Fortunatamente si sono fatte strada strada nuove consapevolezze: da una parte quella degli intellettuali e degli specialisti delle politiche urbanistiche, consci che la rigenerazione dell’esistente, in particolare delle periferie e delle aree più degradate, non è solo il tema da cui ripartire ma intorno al quale sviluppare un vero e proprio circolo virtuoso; dall’altra quella dei cittadini, sempre più orientati a scegliere realtà abitative qualitativamente migliori e non più disposti a svenarsi per abitare alle estreme propaggini di una città. Ecco che la necessità di agire su quanto edificato in modo disordinato o addirittura scellerato non può essere più procrastinata».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marco Manzo in mostra

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Roma 6 dicembre 2018 – 16 dicembre 2018 (dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30 Venerdì e sabato 9.30 – 22.00 Domenica 9.30 – 20.30) Complesso del Vittoriano – Ala Brasini va in scena la mostra Marco Manzo: il tatuatore, visual artist, scultore, incisore e designer di fama internazionale espone al Vittoriano la sua intera produzione artistica.“Apoteosi del Tatuaggio” che con la mostra Marco Manzo viene celebrato a Roma con una mostra artistica che resterà aperta al pubblico fino al 16 dicembre.Il percorso di mostra racconta l’excursus artistico di Manzo attraverso tatuaggi, sculture tatuate in bronzo, alluminio, ceramica, marmo, arte digitale e video arte, lastre e fotografie, installazioni interattive e performance durante le quali il pubblico potrà interagire con le opere d’arte.Una “mostra vivente”, delle live performance, opere e installazioni concesse da vari Musei di Arte Contemporanea (come il Museo LIMEN di Vibo Valentia, la Fondazione Logudoro Meilogu Museo d’arte Contemporanea FLM di Banari; il SAMAC, Museo Arte Contemporanea dedicato alle Streghe di Benevento) oltre a lavori provenienti dalla 16. Mostra Internazionale di Architettura- La Biennale di Venezia – Padiglione Guatemala, a cui l’artista ha partecipato.
Durante la sua carriera Marco Manzo è riuscito a fondere insieme le modalità di espressione più variegate e a creare un personale quanto riconoscibile e riconducibile linguaggio che, nel tempo, ha conquistato i contesti più eterogenei.Famosi i suoi matrimoni e le sue contaminazioni con la scultura, il design, la video-art, le arti digitali, la musica, l’alta moda e i motori. L’unicità, l’irriproducibilità e l’innovazione sono gli elementi distintivi propri della sua arte incisoria su corpo umano.Uno degli ultimi traguardi raggiunti, è stato quello di trasformare il tatuaggio in una forma artistica riconosciuta e di portarlo ad essere degno di una considerazione istituzionale pari alle arti cosiddette maggiori: a lui si deve infatti l’ingresso del tatuaggio nei musei di arte contemporanea e nelle loro collezioni permanenti, segnando una ulteriore tappa nel percorso della storia dell’arte.Le opere di Manzo infatti, hanno fatto il loro ingresso a vario titolo presso il Maxxi ed il MACRO di Roma, la Gagosian Gallery di New York ed alcuni dei più celebri musei di arte contemporanea internazionali, come il MOMA di New York.
La mostra Marco Manzo, patrocinata dalla Regione Lazio e di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale, conferma dunque il tatuaggio come arte contemporanea del XXI secolo che con Marco Manzo raggiunge i suoi massimi livelli.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Informare responsabilmente con la scienza: la carta deontologica del giornalismo scientifico”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Piacenza 1 dicembre 2018. Una maratona scientifica che si apre al mattino col seminario di formazione “Informare responsabilmente con la scienza: la carta deontologica del giornalismo scientifico”- dalle 08.30 alle 13.00 presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano in via Sant’Eufemia 12 e dalle 14.15 alle 18.15, presso il Teatro Municipale di Piacenza, via Giuseppe Verdi 41 con la Lectio Magistralis di Fabiola Gianotti, direttore generale del CERN di Ginevra, che illustra l’avventura delle origini dell’universo osservate al CERN, il più grande laboratorio di fisica del mondo. Seguono le testimonianze di Telmo Pievani dell’Università degli Studi di Padova, che svela gli enigmi dell’evoluzione della vita sulla Terra e di Paolo Soffientini dell’Istituto Firc di Oncologia Molecolare di Milano (IFOM) e musicista, che descrive come la ricerca in laboratorio si fonde con la passione per la musica e con la divulgazione.
“Le origini dell’universo osservate dal CERN, il più grande laboratorio di fisica del mondo” è il titolo della Lectio Magistralis di Fabiola Gianotti, direttore generale del CERN di Ginevra.
L’esperienza dei ricercatori viene affrontata negli interventi di Telmo Pievani, ordinario Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova, filosofo della Scienza, comunicatore e divulgatore, che affronta “Gli enigmi e il futuro dell’evoluzione della vita sulla terra” e di Paolo Soffientini, ricercatore IFOM-Istituto Firc di Oncologia Molecolare di Milano,musicista e scrittore, che racconta “Il mestiere di ricercatore in un istituto internazionale e con la passione per il rock e la letteratura”
L’intervento di Ugo Amaldi, presidente Fondazione TERA, traccia un ricordo del padre Edoardo Amaldi, grande fisico piacentino che ha contribuito alla fondazione del CERN di Ginevra nel 1954 (e allo stesso tempo ha dato un apporto fondamentale alla nascita dell’ESA-Agenzia Spaziale Europea) spiegando poi il documentario realizzato in occasione dei 110 anni dalla nascita (1908-1989) dal titolo “La Scelta. Edoardo Amaldi e la Scienza senza confini”, che viene presentato in anteprima al convegno in una versione ridotta della durata di 45 minuti – la durata complessiva è di oltre 120 minuti. Nell’evento Ugis a Piacenza del 2016 la proiezione di un cortometraggio ha anticipato il laborioso percorso che ha portato oggi nel 2018 al documentario, diretto da Enrico Agapito e scritto da Adele La Rana; consulenza scientifica e storica di Giovanni Battimelli e Adele La Rana. Ci sono voluti oltre 3 anni di lavorazione, per raccogliere più di 30 interviste originali illustri e un approfondito studio di reperti d’archivio in parte inediti e ricostruzioni storiche appositamente realizzate. Le testimonianze dei famigliari, collaboratori, colleghi e scienziati contribuiscono a tracciare la personalità di Amaldi e la visione di una delle figure più significative della fisica e della politica scientifica del Novecento. Adele La Rana ricorda anche che l’interezza delle documentazioni, delle testimonianze orali e visive raccolte, circa 40 ore, che non sono fruibili nel poco tempo che la sintesi di un film comporta , restano un patrimonio da consultare utile per i posteri che verrà riversato nell’Archivio Edoardo Amaldi presso il Dipartimento di Fisica dell’Università Sapienza di Roma.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Esplorando Mozart”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Roma sabato 1 dicembre alle 17.30 presso l’Aula Magna della Sapienza la IUC presenta un nuovo ciclo di concerti intitolato “Esplorando Mozart”, affidato al Quartetto di Cremona.
L’attenzione si focalizzerà sui quartetti per archi di Wolfgang Amadeus Mozart, che costituiscono uno dei settori privilegiati del suo catalogo. Praticamente per tutta la vita, dai sedici anni di età all’anno precedente la morte, Mozart si è dedicato al quartetto, componendone in tutto ventitré, più alcuni singoli movimenti a sé stanti. Ogni suo quartetto rivela un impegno particolare da parte di Mozart, che vedeva in questa forma l’espressione più pura e più nobile della musica da camera.Il primo concerto di questo ciclo è dedicato principalmente a due dei sei Quartetti dedicati a Haydn, che era giustamente considerato il creatore del quartetto per archi. I due non solo si ammiravano reciprocamente e si stimavano moltissimo senza alcuna gelosia, ma si conoscevano anche personalmente e talvolta si riunivano con altri musicisti in casa dell’uno o dell’altro per suonare insieme proprio dei quartetti. Tra il 1782 e il 1785 Mozart compose sei quartetti, che dedicò a Haydn con una bellissima lettera in italiano, in cui affermava che essi “erano il frutto di una lunga e laboriosa fatica”, mettendo così in rilievo quanto sentisse la responsabilità dell’inevitabile confronto con i quartetti del più anziano maestro. E concludeva dicendo: “Ti supplico però di guardarne con indulgenza i difetti, che l’occhio parziale di padre mi può aver celati, e di continuare, loro malgrado, la generosa tua amicizia a chi tanto l’apprezza, mentre son di cuore il tuo sincerissima amico”.I Quartetti scelti per questo concerto sono i primi due dei sei dedicati a Haydn, cioè quello in sol maggiore K 387, intitolato “La primavera”, e quello in re minore K 421. Si ascolterà inoltre l’Adagio e Fuga in do minore K 546, che, pur non avendo una dedica esplicita, è un chiaro e inequivocabile omaggio ad un altro gigante della musica, Johann Sebastian Bach, che Mozart stava riscoprendo in quegli anni. Nella Fuga Mozart gareggia con Bach quanto a padronanza del contrappunto, mentre nel carattere tormentato e oscuro dell’Adagio si avvertono un pathos e una drammaticità che già preludono al romanticismo.Fin dalla propria fondazione nel 2000, il Quartetto di Cremona (il nome della città lombarda è stato scelto in omaggio ai grandi liutai cremonesi Stradivari e Guarneri) si è affermato come una delle realtà cameristiche più interessanti a livello internazionale ed è regolarmente invitato ad esibirsi nei principali festival e rassegne musicali in Europa, Sudamerica, Stati Uniti e in Estremo Oriente, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica. Tra i suoi più decenti debutti internazionali da ricordare sono certamente Amburgo, Vancouver, Zurigo, Stoccolma, Ginevra, Madrid, Washington, Valencia e Cartagena de Indias.In campo discografico ha inciso l’integrale dei Quartetti di Beethoven (eseguiti anche in una tournée internazionale, che ha compreso la IUC) che ha ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui il Supersonic Award, l’Echo Klassik e il premio ICMA. Nel settembre di quest’anno ha inciso un nuovo cd dedicato a Schubert.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zodiaco: Dodici artisti per dodici Segni

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Roma 4 dicembre 2018 – 2 febbraio 2019 Inaugurazione martedì 4 dicembre 2018 ore 18 Via di Monserrato 30 collettiva dal titolo “Zodiaco”. In questa prima edizione di quello che sarà un appuntamento a cadenza annuale avente per tema le costellazioni zodiacali, la curatrice Daina Maja Titonel ha invitato dodici artisti, eterogenei per nazionalità, mezzi espressivi ed esperienze artistiche, ad esprimere con un’opera il proprio Segno componendo così uno Zodiaco completo.
Tra questi: Bruno Ceccobelli, Francesco Bancheri, Pierpaolo Lista, Ria Lussi, Carlo Alberto Rastelli e Karine Rougier, sono alla loro prima collaborazione con la MAC. Completano l’elenco Margareth Dorigatti, Lino Frongia, Angelo Titonel, Rodolfo Villaplana, Gaetano Zampogna e Tadija Janicic, già esposti in galleria in precedenti occasioni.Ad Angelo Titonel la figlia Daina Maja dedica questa esposizione. In mostra il suo ultimo dipinto, “Capricorno”, terminato pochi giorni prima della sua improvvisa scomparsa avvenuta il 7 ottobre 2018.Tra le dodici opere in mostra, in prevalenza dipinti, Gaetano Zampogna (Scido 1946) e Margareth Dorigatti (Bolzano 1954) hanno realizzato per questo tema rispettivamente l’Ariete e il Toro, mentre Lino Frongia (Montecchio 1958) ha scelto per il Gemelli due opere del 1985 dal titolo “Prodigio”, dove due oggetti identici di medesima natura (due alberi e due mele) sottolineano come l’idea di identità venga meno tanto nel gesto pittorico quanto nell’atto della creazione, affermando la pur impercettibile distinzione e unicità di ogni individuo.
Di Ria Lussi, la quale ha da poco concluso a Roma una residenza artistica di un mese al MACRO Asilo con il progetto “Io sono Giordano Bruno”, si presenta una scultura in vetro di Murano per il segno del Cancro, dal titolo narrativo “Nuvoletta granchio lambisce mare onda”.
Pierpaolo Lista (Salerno 1977) contribuisce per il Leone con l’unica fotografia in mostra. Per realizzare l’immagine, intitolata “Re”, l’artista ha ricostruito nel proprio studio una realtà fittizia popolata da un unico emblematico oggetto. Un luogo artificiale dove è possibile interrogarsi sullo spazio reale lasciando che l’immagine viva la propria indipendenza e autenticità.
Bruno Ceccobelli (Montecastello di Vibio 1952) ha scelto “Teodora” (1998-2015, acrilico e collage su tela) per rappresentare il segno della Vergine, “per il suo coraggio di affrontare una seconda vita, vergine come innocente, quell’innocenza che serve sempre all’Arte”, sottolinea l’artista.
Tra le nuove collaborazioni: Francesco Bancheri (Roma 1978) propone un frammento di galassia contenente la costellazione della Bilancia (“Galassia box – Libra”, collage su tela smaltata in plexibox); Carlo Alberto Rastelli (Parma 1986) ambienta lo Scorpione in un paesaggio boschivo in cui astrazione geometrica e figurazione si compenetrano nella tela in un gioco di continue stratificazioni; l’artista maltese Karine Rougier (Malta 1982) rappresenta l’Acquario perseguendo la prospettiva onirico-simbolista che contraddistingue il suo lavoro.
Il centauro Sagittario è ritratto dal pittore venezuelano Rodolfo Villaplana (Valencia 1975).
Di Angelo Titonel (Cornuda 1938 – Imola 2018), al quale la figlia Daina Maja, fondatrice della MAC Maja Arte Contemporanea, dedica questa mostra, si espone la sua ultima tela, “Capricorno”. In un’atmosfera onirica e magica si affacciano due capricorni – segno zodiacale di padre e figlia – laddove il passaggio fra un oceano ancestrale e il primo piano visivo, reso possibile dalla presenza dei due animali, può evocare, fra i plurimi significati simbolici, il passaggio dalla nascita alla vita.Conclude il viaggio tra i segni zodiacali l’ironico squalo di Tadija Janicic (Montenegro 1980) a rappresentare l’ultimo dei segni, il Pesci.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Confesercenti: nasce “Immagine e Benessere”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

E’ un settore che coinvolge in Italia 180 mila imprese e oltre novemila a livello regionale: adesso troverà in Confesercenti un vero e proprio punto di riferimento. E’ quello dello stile e del “wellness”, rappresentato dalla nuova categoria “Immagine e Benessere” che include acconciatori, make up artist, passando per gli specialisti dell’estetica e dei servizi per il benessere della persona. All’assemblea che si è tenuta a Roma nei locali della direzione nazionale di Confesercenti e che ha eletto come presidente Sebastiano Liso, hanno partecipato i palermitani Nunzio Reina, Antonino Oneto, Francesco Cospolici e l’agrigentino Alfonso Vassallo, rappresentanti di Assoacconciatori Sicilia, che da oggi entra a far parte del coordinamento nazionale della nuova categoria. Presente anche il direttore di Confesercenti Sicilia, Michele Sorbera. L’assemblea è stata un’occasione per fare il punto sulle criticità del settore e valutare nuovi obiettivi e prospettive. “La nostra regione non poteva mancare ad un evento così importante per un settore economico fondamentale – dice Nunzio Reina, responsabile dell’Area Produzione di Confesercenti Sicilia -. Per noi la priorità è tutelare gli interessi della categoria e risolvere i problemi, non ottenere incarichi. Vogliamo lavorare, dare spazio alle risorse del settore sia a livello provinciale che regionale e, naturalmente nazionale”. In Sicilia, nel dettaglio, le imprese che lavorano nel settore dell’estetica e del benessere sono 9.036, un dato che emerge dalle ultime rilevazioni della Camera di Commercio di Palermo ed Enna: “Professionisti ai quali la nuova categoria di Confesercenti si rivolge – sottolinea Reina -. Il nostro lavoro, con l’avvio della costituzione di Assoacconciatori, apre le porte a tutte le imprese dell’Isola che potranno trovare nella nostra associazione un interlocutore attento alle loro esigenze”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roberto Maroni, è indagato in un nuovo procedimento per “induzione indebita”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Milano La Procura della Repubblica di Milano contesta due reati, “induzione indebita” e “turbata libertà del procedimento di scelta del contraente”, per favorire, secondo l’accusa, una donna, l’architetto Giulia Capel Badino, per la quale avrebbe esercitato più volte pressioni sull’allora direttore generale di ‘Ilspa-Infrastrutture lombarde, Guido Bonomelli (anch’egli indagato) “affinché le attribuisse per una cifra sotto 40mila euro – scrivono i quotidiani – l’incarico di ‘supporto tecnico’ al cronoprogramma dell’allora peraltro nemmeno firmato contratto d’appalto della futura ‘Città della Salute’ a Sesto San Giovanni”.
Codacons: “Scandalo che getta un’ombra sugli appalti concessi dalla Regione. Ci auspichiamo che venga fatta piena luce sull’accaduto, e vengano accertate le responsabilità dei soggetti coinvolti. A tal fine, ci costituiremo parte offesa nel procedimento nonché nei confronti di coloro che dovessero essere individuati come responsabili dell’accaduto.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Roma 14 dicembre alle ore 10 nella sala Promoteca del Campidoglio a Roma condurrà l’evento il giornalista Massimo Giletti, co-conduttrice Veronica Gatto.
Cinque le sezioni previste, tutte a tema libero, in uno dei dialetti o delle lingue locali d’Italia: poesia edita a partire dal 1° gennaio 2016; prosa edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali); poesia inedita; prosa inedita; musica (brano in dialetto Brani originali in dialetto e/o lingue locale e canti popolari della tradizione).
Il premio è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco e da Legautonomie Lazio ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”. Elaborati e composizioni delle categorie “prosa” e “poesia” sono stati valutati dalla giuria composta da docenti e linguisti, diretta dal presidente onorario Giovanni Solimine, docente universitario, direttore del dipartimento di “Scienze documentarie, linguistico-filologiche e librarie e geografiche” de La Sapienza di Roma e presidente della Fondazione “Maria e Goffredo Bellonci” che si occupa di promozione della lettura e organizza il Premio Strega. La giuria è presieduta da Salvatore Trovato ed è composta da: Franco Brevini, Luigi Manzi, Plinio Perilli, Davide Rampello, Giancarlo Schirru e Angelo Zito.La selezione della sezione musica è stata curata dalla giuria presieduta da Toni Cosenza e composta da: Andrea Carpi, Marco Rho, Rosario Di Bella, Pasquale Menchise, Sonia Meurer, Matteo Persica, Paolo Portone, Elisa Tonelli, Tonino Tosto.“Salva la tua lingua locale” nel corso delle edizioni ha ricevuto il l patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati ed un premio di rappresentanza della Presidenza della Repubblica.Dando continuità alla scelta compiuta nella scorsa edizione al fine valorizzare al meglio il lavoro svolto dagli studenti la premiazione della sezione Scuola avverrà il 21 febbraio 2019: a curarne la supervisione la presidente della Ong “Eip – Scuola Strumento di Pace”, Anna Paola Tantucci.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro di Mimma Forlani e AA. VV “I mille volti di Umberto Zanetti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Bergamo alta Domenica 2 dicembre 2018 alle ore 11:00 Museo Cividini nella Antica Zecca di Bergamo, via Donizetti 18/a presentazione del libro “I mille volti di Umberto Zanetti – Saggi e ricordi”.La presentazione sarà preceduta dalla proiezione di un video a cura di Filippo Occhino. Il libro è nato dall’amicizia che Mimma Forlani, giornalista e scrittrice, e Pierantonio Volpini, artista ed editore, hanno avuto per Umberto e dalla stima per l’immane lavoro da lui svolto al fine di salvaguardare il nostro dialetto, le nostre tradizioni e recuperare dall’oblio testi e storie di personaggi che hanno fatto grande nelle arti e in ogni campo dello scibile Bergamo.Entrambi convinti che il miglior modo di ricordare l’amico sia quello di conoscere le sue opere e di diffonderle, hanno organizzato l’opera come primo tentativo di sistematizzare il grande patrimonio letterario ed artistico di Zanetti.
Nella prima parte intitolata I mille volti di Umberto Zanetti Mimma Forlani ha tracciato il profilo della personalità dell’uomo, del poeta e dello studioso quando l’emozione per la sua scomparsa era ancora viva, soffermandosi soprattutto sul volto del poeta in lingua bergamasca.Nella seconda parte che porta il titolo di Prefazioni, Postfazioni il libro accoglie le voci di alcuni amici che hanno presentato le sue raccolte, a partire da Giacinto Gambirasio, il suo mentore, per proseguire con Giorgio Longo, Maria Tosca Finazzi, Gabrio Vitali, Stefania Burnelli, e Vincenzo Guarracino.Nella terza parte che porta il titolo Ricordi il libro accoglie i ricordi di alcuni amici (Mario Rondi, Silvio Bordoni, Ornella Bramani oltre a quelli già citati per le loro prefazioni).Il libro a mo’ di spartito si apre con il rigo musicale dell’aria donizettiana Una furtiva lacrima e si chiude con un Finale gioioso e sentimentale in cui appaiono alcune delle sue poesie scherzose dedicate all’amico Giacinto Gambirasio, alla moglie e ai due figli e l’incipit della seconda strofa della stessa aria. Questo libro corale è uno dei modi per “custodire il fuoco della memoria”, per tenere Umberto ʼn cör come dice il dialetto, usando lo stesso vocabolo per memoria e cuore.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Domande e risposte: ciclo del credito e tassi d’interesse”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

a cura Alasdair Ross, Responsabile credito investment grade, EMEA di Columbia Threadneedle Investments. In genere, quando si parla di ciclo del credito, si pensa alla facilità con cui i mutuatari possono accedere ai prestiti e alla disponibilità dei prestatori a concedere finanziamenti. Dieci anni fa la stretta creditizia ha messo in discussione la solvibilità dei mutuatari, e i prestatori non hanno più potuto o voluto concedere finanziamenti. I bilanci aziendali erano eccessivamente appesantiti e il sistema bancario era sovracapitalizzato. Da allora le aziende hanno impiegato i cash flow generati dagli utili per ridurre l’indebitamento e rafforzare i bilanci. Di conseguenza, la qualità creditizia delle società è gradualmente migliorata e i prestatori sono divenuti più disponibili a concedere finanziamenti, alimentando così la crescita degli utili e dell’attività economica. Siamo così entrati in una fase di ripresa in cui il credito ha cominciato a fluire più liberamente, la crescita economica ha registrato un’accelerazione e la redditività è migliorata. Quello in cui ci troviamo attualmente è l’ultimo stadio del ciclo, la fase di espansione: gli utili sono particolarmente solidi, ma vengono trasferiti agli azionisti sotto forma di dividendi, riacquisti di azioni e operazioni di fusione e acquisizione, e quindi l’indebitamento nei bilanci societari registra alcun miglioramento. Dopo di che, la dinamica degli utili dovrebbe subire un’inversione, e i prestatori diverranno nuovamente riluttanti a concedere finanziamenti.
SIAMO QUINDI VICINI ALLA FINE DEL CICLO?
Questo è il grande dibattito che infiamma le piazze obbligazionarie e l’insieme dei mercati. Siamo fermamente convinti di trovarci nella fase finale del ciclo, alla luce di una serie di segnali tipici di questo stadio: riacquisti di azioni, attività di fusione e acquisizione, sovraperformance dei mercati azionari rispetto ai mercati del credito, e cash flow impiegati per remunerare gli azionisti. È stato un ciclo lungo, principalmente perché la politica monetaria straordinariamente accomodante ne ha alimentato l’espansione, e negli Stati Uniti il recente stimolo fiscale ne ha favorito l’ulteriore prolungamento.Naturalmente è difficile prevedere esattamente quando il ciclo si concluderà. Riteniamo che la prossima tappa importante sarà il passaggio alla fase di contrazione, che generalmente non coincide con un periodo molto favorevole per gli attivi rischiosi; il prossimo passo sarà quindi al ribasso, e per gli investitori non sarà certo il momento di adottare un posizionamento aggressivo sul rischio di credito nei portafogli.
QUALI SVILUPPI SI ASPETTA SUL FRONTE DEI TASSI D’INTERESSE, IN PARTICOLARE NEL REGNO UNITO, E QUALI SONO LE IMPLICAZIONI PER I MERCATI OBBLIGAZIONARI?
Nei mercati obbligazionari i prezzi dei titoli sono inversamente correlati al livello dei tassi d’interesse; quindi se i tassi aumentano, i prezzi diminuiscono. Sul Regno Unito incombe la grande nube della Brexit, che resta al centro dell’attenzione della Bank of England e di Mark Carney. Indipendentemente dall’esito atteso dei negoziati sulla Brexit, l’incertezza rende la BoE più prudente riguardo a un rialzo troppo aggressivo dei tassi d’interesse prima del 29 marzo 2019 o successivamente a tale data. Il mercato sconta una probabilità di circa il 50% che il prossimo aumento dei tassi britannici avvenga ad agosto 2019, in netto contrasto con lo scenario negli Stati Uniti, dove prevediamo un nuovo rialzo a dicembre dopo quello effettuato a settembre. In assenza di un reale decollo delle retribuzioni, mi aspetto che la BoE rimanga prudente, in attesa di maggiore chiarezza sugli sviluppi futuri.
QUINDI LE SUE ASPET TATIVE PER IL FUTURO SONO PIUT TOSTO MODERATE?
Assolutamente. Uno degli aspetti sorprendenti della ripresa successiva al 2009 è la diminuzione della disoccupazione, che specialmente in economie come il Regno Unito e gli Stati Uniti è generalmente accompagnata da una decisa accelerazione della crescita dei salari. Negli ultimi anni si sono registrati aumenti occasionali, ai quali però ha sempre fatto seguito una diminuzione.Prevediamo che la disoccupazione continuerà a calare e che l’inflazione aumenterà, ma quest’ultima continua ad essere frenata da quattro importanti tendenze strutturali emerse nel corso dell’attuale ciclo: la globalizzazione, l’impatto della tecnologia, l’invecchiamento della popolazione e livelli di indebitamento persistentemente elevati in economie come il Regno Unito e gli Stati Uniti. Tutti questi fattori inibiscono l’inflazione.
NEGLI STATI UNITI IN PARTICOLARE, QUALE POTREBBE ESSERE L’IMPAT TO SUI MERCATI OBBLIGAZIONARI DI UNA CONCLUSIONE ANTICIPATA DEL MANDATO DI TRUMP?
Negli Stati Uniti il mercato obbligazionario sembra considerare gli sgravi fiscali e la solida crescita degli utili e del PIL come un’occasionale sferzata di energia, mentre le aspettative d’inflazione a lungo termine, che si situano attorno al 2%, sono rimaste invariate. Quindi, se Donald Trump uscisse di scena, lasciando il campo a un Partito Repubblicano più tradizionale e conservatore sul fronte fiscale, le prospettive a lungo termine per il mercato obbligazionario realmente non cambierebbero in termini di aspettative d’inflazione a lungo termine o di profilo di crescita reale dell’economia statunitense.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso “Storie di Economia Circolare” promosso da Ecodom e CDCA

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Carote spezzate che producono energia, lombrichi che “ripuliscono” il letame di cavallo e acqua di allevamento delle carpe per irrigare vegetali: sono tra le 30 storie più votate dagli italiani, arrivate in finale del Concorso “Storie di Economia Circolare”, voluto da Ecodom, il principale Consorzio italiano di gestione dei RAEE, insieme a CDCA, il primo Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia.Il concorso è collegato al primo Atlante Italiano di Economia Circolare (www.economiacircolare.com), che ha mappato in meno di un anno oltre 160 esperienze attive in Italia: l’agroalimentare in tutte le sue declinazioni è stato al centro di molti dei racconti in concorso, la cui premiazione avverrà martedì 11 dicembre a Roma, Acquario Romano.In finale, selezionate da una giuria di esperti e di pubblico, sono arrivate, tra le altre:
Aureli secondo me (L’Aquila), che trasforma le carote spezzate e non idonee ai mercati tradizionali in succhi, creme e concentrati di polpa e farine, e tramite la biomassa produce energia verde dai prodotti agricoli non edibili. Il “digestato” dall’impianto di biomassa, dopo la fermentazione degli ortaggi, viene trasformato in fertilizzanti;
Fresh Guru (Ferrara), che utilizza il calore generato dalle centrali elettriche a biogas per riscaldare due serre da circa 11 ettari per la produzione idroponica di 8.000 tonnellate di pomodori l’anno. La centrale è alimentata con sottoprodotti di origine agricola. Le stesse piante di pomodori diventano carburante;
Cascina Santa Brera (Milano), un ecosistema interamente sostenibile con strutture in bioedilizia, alimentate da caldaie a biomassa ed energia solare; agricoltura e allevamento lavorano in sinergia: i pollai sono mobili ed i bovini pascolano liberamente garantendo fertilità costante del terreno, disinfestazione naturale ed erba sempre fresca per il nutrimento degli animali;
Bioexplosion (Pisa), che converte il letame di cavallo in vermicompost, grazie all’incessante “lavoro” dei lombrichi che digeriscono e purificano il rifiuto “speciale” dei 200 animali ospitati dalla Tenuta Isola, centro ippico per l’allenamento di cavalli da trotto;
The Circle, un impianto acquaponico che permette il contemporaneo allevamento delle carpe con un’agricoltura sostenibilie: grazie a un sistema a ricircolo l’acqua delle vasche di allevamento viene raccolta, filtrata e depurata e usata per irrigare le radici dei vegetali contenuti all’interno di strutture verticali, interamente fuori suolo, per poi ritornare nella vasca di allevamento.
Disco Soupe (Firenze), che organizza eventi musicali durante i quali si cucina cibo donato da ristoranti e aziende della zona, che diversamente sarebbe gettato via.
Il Concorso è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti e i premi in palio sono sponsorizzati da Banca Popolare Etica.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

46th Annual Global Media and Communications Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

ARLINGTON, Va. (BUSINESS WIRE) Graham Holdings Company (NYSE: GHC) will webcast its presentation at the UBS 46th Annual Global Media and Communications Conference on Tuesday, December 4, 2018 at 11:00 am (EST).The live audio webcast with slides will be accessible via a link on the Company’s website, http://www.ghco.com. A transcript of the presentation will also be posted to the Investor Relations section of the website.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Molteni Farmaceutici ha ottenuto la valutazione A++ da parte di Credit Passport

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Scandicci. Ovvero il massimo livello del prestigioso certificato conferito in relazione all’affidabilità creditizia dell’azienda. Solo 1 impresa su 997 raggiunge il massimo livello qualitativo della scala di valutazione del rischio di credito utilizzata da Credit Passport e composta da sette categorie (da A++ ad E). Un risultato, dunque, davvero importante per Molteni Farmaceutici, leader italiano nel mercato della terapia delle dipendenze e del dolore, che già nel 2017 aveva ottenuto una valutazione A+. Al miglioramento del rating hanno contribuito la performance finanziaria, che permane molto positiva, la riduzione del numero di segnalatori della componente di valutazione comportamentale e la ulteriore diminuzione della probabilità di default, che risulta sempre più contenuta.“Siamo lieti di un risultato che è frutto di un grande lavoro di squadra” dichiara Gaetano Ievolella, CFO del Gruppo Molteni Farmaceutici. “La valutazione di Credit Passport è un’autorevole conferma della bontà delle strategie finanziarie che stiamo adottando a sostegno della crescita aziendale e ci sarà di aiuto per rafforzare ulteriormente le relazioni con i nostri partner finanziari e commerciali. È questo un risultato di grande soddisfazione per tutti noi che ci impegniamo per migliorare giorno dopo giorno i nostri standard qualitativi, in ogni ambito aziendale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

National CineMedia, Inc. to Participate in Upcoming Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

National CineMedia, Inc. (NASDAQ: NCMI) (“the Company” or “NCM”), the managing member and owner of 48.8% of National CineMedia, LLC (“NCM LLC”), the connector between brands and movie audiences, is scheduled to participate in the following upcoming conference:
December 4-5, 2018 at the Bank of America Merrill Lynch Leveraged Finance Conference to be held at the Boca Raton Resort & Club in Boca Raton, FL. The Company’s CFO, Katie Scherping, will be presenting at 3:30 PM ET on December 4, with one-on-one meetings with investors throughout the day.
A link to live audio webcasts, where applicable, and copies of any related presentation materials will be made available at the Investor Relations section of the Company’s website at http://www.ncm.com.
National CineMedia (NCM) is America’s Movie Network. As the #1 Millennial weekend network in the U.S., NCM is the connector between brands and movie audiences. According to Nielsen, more than 700 million moviegoers annually attend theaters that are currently under contract to present NCM’s Noovie pre-show in 56 leading national and regional theater circuits including AMC Entertainment Inc. (NYSE: AMC), Cinemark Holdings, Inc. (NYSE: CNK) and Regal Entertainment Group (a subsidiary of Cineworld Group PLC. LON: CINE). NCM’s cinema advertising network offers broad reach and unparalleled audience engagement with over 21,100 screens in over 1,700 theaters in 188 Designated Market Areas® (49 of the top 50). NCM Digital goes beyond the big screen, extending in-theater campaigns into online and mobile marketing programs to reach entertainment audiences. National CineMedia, Inc. (NASDAQ: NCMI) owns a 48.8% interest in, and is the managing member of, National CineMedia, LLC. For more information, visit http://www.ncm.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Saif bin Zayed Inaugurates the Second Aqdar World Summit

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Lt. General HH Sheikh Saif bin Zayed Al Nahyan, Deputy Prime Minister and Minister of Interior inaugurated the second Aqdar World Summit this morning at the Abu Dhabi National Exhibition Centre (ADNEC). The international event focuses on promoting ethical principles and values among individuals and societies with the aim to develop sustainable societies, and support constructive awareness initiatives.The Summit is organized by the Khalifa Empowerment Program “Aqdar” and Index Conferences and Exhibitions, a member of INDEX Holding, in partnership with the United Nations, and the National Archives, the Ministry of Education, along with a number of local institutions and entities.The opening ceremony was attended by HE Dr. Amal Al Qubaisi, Speaker of the Federal National Council; HH Sheikh Nahyan bin Mubarak Al Nahyan, Cabinet Member and Minister of Tolerance; HE Hussain bin Ibrahim Al Hammadi, Minister of Education, and a number of high level guests.The Summit features an exhibition that includes exhibits from a number of ministries, entities and national institutions, along with a number of UAE universities, educational and academic institutions and international agencies with the participation of more than 50 exhibitors.The Summit is a constructive dialogue platform featuring a number of youth panels, scientific sessions, panel discussions and specialized workshops moderated by renowned speakers and specialists from the region and the world.The Summit includes 7 main sessions discussing the following topics: Sheikh Zayed Strategies on Empowering People; Human Development for Economy Growth; Gender Parity for a Better Society; Sustainable Education for Flourishing Countries; Sustainable Goals and Successful Partnerships; Smart Infrastructure for Sustainable Nations; and Building Countries on Foundations of Justice and Peace.
The Summit’s Agenda includes 38 papers, 4 Youth panels, in addition to 38 speakers from a number of countries including UAE, USA, China, India, Russia, Kuwait, Germany, Singapore, Jordan and Egypt. It will also feature 18 workshops that will discuss important topics. Notably, the youth panels will be organized by the Ministry of Interior’s Youth Council.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bohemia Interactive Simulations Demonstrates New Cloud-Enabled Virtual World Technology at I/ITSEC 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Bohemia Interactive Simulations (BISim), a global developer of advanced military training and simulation software, today unveils a demonstration of the cloud-enabled, virtual world training capability technologies that will support future military training requirements (including the U.S. Army requirements for its Synthetic Training Environment [STE] initiative), at I/ITSEC 2018 (booth #2235). BISim will demo the four core technologies that comprise its STE offering: VBS Blue, VBS Software Development Kits (SDKs), VBS Control and Gears, alongside other news and existing products, including the company’s flagship virtual training environment VBS3 and supporting technology. The Interservice/Industry Training, Simulation and Education Conference (I/ITSEC) is being held in Orlando at the Orange County Convention Center from November 26 – 30.BISim’s new technology suite includes a cutting-edge, military-specific whole-earth game engine, deterministic AI, an efficient geospatial terrain server and component-based development technology. BISim technology underpins funded research and development for One World Terrain, and BISim is under contract to prototype further U.S. Army STE concepts. “BISim’s new suite of technologies will raise the bar on the performance and scale of virtual training. The new technologies offer training on a global scale with rich environments using cutting-edge artificial intelligence and cloud processing techniques. Additionally, the technologies are built with backwards compatibility and open standards in mind, allowing our customers to transition at their own pace and get maximum value out of their historic investments,” said Pete Morrison, Co-CEO and Chief Product Officer of BISim. “The innovative solutions we are developing to assist the Army will help shape the future of how virtual training is used to enhance operational readiness.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Balfour Beatty Campus Solutions Teams with IOTAS to Bring Smart Apartments to Students at Purdue University

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Balfour Beatty Campus Solutions, a leading developer and operator of infrastructure projects for the college and university market, has partnered with IOTAS, an innovator in premier smart apartment technology, to deliver the first completely integrated smart home experience for Purdue University students as part of the Aspire at Discovery Park apartment community Balfour Beatty is currently developing. This project marks the first fully equipped smart home community in Balfour Beatty Campus Solutions’ portfolio, as well as IOTAS’s first foray outside of conventional multifamily and into the student housing market.Opening in August 2019, Aspire at Discovery Park will offer students the ability to fully operate and customize their living environment from a simple smart phone app. The units will boast a wide variety of smart home features, including smart lighting, thermostats, outlets, sensors and locks, as well as full integration with Amazon Echo and Google Assistant. Located in the Discovery Park area of Purdue’s main campus in West Lafayette, IN, Aspire at Discovery Park is the area’s first apartment community to feature a fully integrated smart home technology system installed during construction and operational in all 835 units.
“Providing residents with a plug-n-play-ready smart apartment is just another extension of our commitment to delivering custom, cutting-edge solutions for the projects we develop,” says Bob Shepko, President of Balfour Beatty Campus Solutions. “We’re excited to partner with an innovative company like IOTAS to bring the very latest smart home technology to the students at Purdue University.” “Balfour Beatty Campus Solutions is a leader in the space and is reinventing student living. We’re happy to partner with them to take their communities to the next level with a smart and connected lifestyle,” said Sce Pike, CEO of IOTAS. “Student housing and Generation Z are extremely fast growing markets and we are happy to continue to assist in adding substantial benefits for students as well as the property management teams.”
IOTAS delivers a fully-connected, smart home experience for residents and property managers that integrates Internet of Things (IoT) technology directly into multifamily units. IOTAS-enabled apartments support a wide variety of connected devices, including popular products like Honeywell and Amazon’s Echo. The IOTAS platform can currently be found in multifamily communities across 40 US markets and is actively expanding into the Canadian market.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

International Cable Protection Committee Celebrates the 60th Anniversary of Its First Submarine Cable Protection Initiatives

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

After six decades, the International Cable Protection Committee (ICPC) continues to fulfil its mission by advancing submarine cable protection worldwide. Today, marks the 60th anniversary of the ICPC’s first Plenary held on 26 November 1958.In the mid-1950’s, a group of submarine cable systems operators formed The Cable Damage Committee (CDC). At the inception of TAT-1, (the first transatlantic coaxial telephone cable system), an international committee was conceived. The TAT-1 system used the unidirectional flexible repeater where two cables were needed to make a transmission circuit. Because two submarine cables were needed to achieve bi-directional communication, TAT-1 was twice as vulnerable to faults via ships’ anchoring or commercial fishing. At CDC’s inception, eleven Member organisations belonged to the group. Today, the ICPC has grown to over 175 Member organisations with Membership open to governments, ship operators, system suppliers, survey operators and “Associate” Members.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »