Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Archive for 2 dicembre 2018

Serena Sorrentino rieletta Segretaria generale della Fp Cgil

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Serena Sorrentino rieletta segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil. Ieri a Perugia, al termine della quattro giorni dell’11° Congresso nazionale della categoria della Cgil che rappresenta i lavoratori dei servizi pubblici, l’Assemblea generale appena eletta ha riconfermato Sorrentino alla guida della Fp Cgil con il 96% di voti a favore. Su 187 votanti, infatti, hanno votato a favore in 179, 6 i no e 2 gli astenuti. “È stato un Congresso straordinario, di grande orgoglio di categoria, una vera e propria festa popolare. Adesso abbiamo davanti un periodo impegnativo – ha affermato Sorrentino -. Il documento finale ci impegna a mettere in campo iniziative per rappresentare al meglio le lavoratrici e i lavoratori. Abbiamo fatto una scelta: quella di fare un congresso politico e di dibattere del merito. Dobbiamo portare questo nostro valore in Cgil e chiedere che riconosca il nostro essere ‘Valore Pubblico”, ha concluso.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EPAL: prosegue il trend positivo

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Con una produzione in grado di soddisfare la domanda e di incrementare il miglioramento degli standard di qualità del settore degli imballaggi, nel terzo trimestre del 2018 il mercato dei pallet EPAL ha registrato un aumento complessivo del 7% con 2.574.148 pallet immessi sul mercato tra luglio e settembre 2018 per un totale di 7.933.714 unità, se si sommano anche i risultati dei primi due trimestri dell’anno. A confermare lo stato di benessere del settore è l’analisi trimestrale di Conlegno, il Consorzio per la tutela del legno e del sughero che ricopre il ruolo di soggetto gestore del marchio EPAL per l’Italia.
La crescita più importante ha riguardato il settore del nuovo, che nel terzo trimestre ha registrato un balzo nella produzione del 7%, con 1.602.811 unità, rispetto allo stesso periodo del 2017. Più contenuto ma comunque positivo il dato sul segmento della riparazione che segna un incremento del 2%, per un totale di 971.337 pallet. “La continua crescita del mercato dei pallet è rappresentativa del buono stato di salute dell’economia nel suo complesso – spiega Davide Dellavalle, Coordinatore del Comitato Tecnico EPAL Italia – Una maggiore richiesta di imballaggi a marchio EPAL da parte delle aziende è indice infatti di un incremento dei consumi e degli scambi di merci all’interno del mercato nazionale, specialmente nel settore della grande distribuzione”. I dati relativi alla produzione di pallet nuovi sommati al semestre precedente sottolineano una crescita complessiva del 15% rispetto al 2017, con 4.890.550 unità realizzate. I pallet riparati si fermano invece a quota 3.043.164, con una diminuzione dell’1%. Nel complesso, tra pallet EPAL nuovi e riparati si sono prodotte 7.933.714 unità, con un incremento rispetto allo scorso anno che si attesta all’8%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto CREA per le colture Non-Food

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Il CREA Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari è il rappresentante italiano con l’Università di Bologna del progetto PANACEA, un Network Tematico, finanziato dal programa Horizon 2020 della Ue, che ha l’obiettivo di accrescere il contributo delle Colture Non-food (cioè quello non ad uso alimentare) alla Strategia europea per la bioeconomia, riducendo la dipendenza energetica dalle fonti fossili. Coordinato dal Centro di Ricerca greco CRES – Centre for Renewable Energy Sources and Saving, il Network PANACEA è composto da 18 partner provenienti da 10 Paesi europei.La bioeconomia costituisce un’alternativa alla economia basata sulle fonti fossili, che invece di utilizzare risorse come petrolio e carbone, si fonda sulla produzione di risorse biologiche rinnovabili e la conversione di queste sostanze, dei loro residui, e sottoprodotti in prodotti a valore aggiunto, quali componenti di base dei processi chimici per la produzione di biomateriali, bioplastiche, biochemicals.“In Europa, sottolinea Luigi Pari, primo ricercatore del CREA e responsabile scientifico del progetto, nonostante considerevoli investimenti in ricerca e sviluppo, le colture NFC destinate alla produzione di prodotti bio-based e bioenergia, non sono ampiamente diffuse, principalmente a causa della mancanza di filiere di approvvigionamento e di un’adeguata politica di incentivi economici. Pertanto, la crescente domanda di materie prime da parte delle industrie bio-based, rende necessaria un’efficace diffusione delle NFC nell’agricoltura europea”.La bioeconomia è vista come un possibile motore di sviluppo economico dell’Unione europea, in quanto la quota di mercato dei prodotti a base biologica nell’UE28 è in crescita. Nel 2010 l’industria chimica europea ha utilizzato circa l’8-10% di materiali rinnovabili per produrre sostanze chimiche e polimeri, mentre si stima che nel 2030 fino al 30% dei materiali a base di olio minerale saranno sostituiti da alternative biologiche.Il mercato UE delle bio-plastiche è passato dai circa 485 milioni di € nel 2013, fino a 1,4 miliardi nel 2020 (+55%). Il mercato dei bio-lubrificanti raggiungerà 640 milioni di euro nel 2020 (con uno sviluppo del 56), mentre il mercato dei tensioattivi bio-based dovrebbe aumentare fino a circa 1,3 miliardi di € nel 2030, (con un incremento del 91%). La transizione verso un’economia bio-based ha un grande potenziale in termini di crescita economica, sviluppo rurale e riduzione della dipendenza dalle fonti fossili, ma deve affrontare molte sfide. Il Network PANACEA intende promuovere l’incontro tra ricerca, industria e agricoltura, con l’obiettivo di diffondere le conoscenze e i risultati di ricerca e innovazione sulle più promettenti colture non-food lungo l’intera catena del valore (coltivazione, trasformazione, utilizzo).Il CREA ha parte attiva in tutte le azioni del progetto, tra cui la prossima realizzazione di corsi di formazione per agronomi e agricoltori, soprattutto sulla meccanizzazione e la logistica delle NFC. Tra le azioni di recente realizzazione si segnala l’organizzazione di due National value chain event, focalizzati rispettivamente sulla filiera della canapa e su alcune oleaginose a uso tecnico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Commissione europea approva ALUNBRIG di Takeda per il tumore al polmone

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Cambridge, Mass. and Osaka, Japan, November 27, 2018 – Takeda Pharmaceutical Company Limited ha annunciato oggi che la Commissione Europea ha concesso l’autorizzazione al commercio per ALUNBRIG (brigatinib) in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) ALK-positivo (Anaplastic Lymphoma Kinase – chinasi del linfoma anaplastico) trattati in precedenza con crizotinib. La decisione segue il parere favorevole espresso dal Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) il 20 settembre 2018.
I dati dello studio ALTA, ideato per esaminare brigatinib, mostrano risultati duraturi di efficacia sistemica e intracranica, e un profilo di sicurezza gestibile, determinando la più lunga sopravvivenza, sia libera da progressione che generale, riportata in questo scenario. L’approvazione fornisce ai medici nell’Unione Europea un’ulteriore opzione di trattamento per i pazienti con tumore polmonare NSCLC ALK-positivo, precedentemente trattati con crizotinib. L’approvazione dell’Unione Europea è basata sui dati dello studio ALTA in Fase 2, nel quale i pazienti sono stati randomizzati a ricevere una delle due dosi di brigatinib: 90 mg una volta al giorno (n=112) o la dose raccomandata di 180 mg una volta al giorno con induzione di sette giorni a 90 mg una volta al giorno (n=110). I risultati hanno mostrato che tra i pazienti che hanno ricevuto la dose raccomandata, il 56% ha ottenuto un tasso di risposta oggettivo e la durata mediana di risposta è stata di 15,7 mesi come valutato dalla commissione indipendente di revisione dello studio. Brigatinib ha dimostrato una sopravvivenza mediana libera da progressione di 16,7 mesi (valutazione della commissione indipendente di revisione) e una sopravvivenza generale di 34.1 mesi nei pazienti con NSCLC ALK-positivo in stadio localmente avanzato o metastatico, andati in progressione durante trattamento con crizotinib.La decisione della Commissione Europea comporta che brigatinib è ora approvato per l’utilizzo nei 28 paesi membri dell’Unione Europea oltre a Norvegia, Liechtenstein e Islanda.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bayer riceve l’approvazione europea per damoctocog alfa pegol

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Bayer ha annunciato che damoctocog alfa pegol (BAY 94-9027) è stato approvato dalla Commissione Europea del farmaco (EMA) per il trattamento e la profilassi dei sanguinamenti in pazienti con emofilia A precedentemente trattati, a partire dai 12 anni di età. Il regime di profilassi raccomandato per damoctocog alfa pegol è di una infusione ogni cinque giorni o, sulla base delle caratteristiche cliniche del paziente, ogni sette giorni o due volte alla settimana. L’approvazione si basa sui risultati del programma di sviluppo clinico PROTECT VIII.L’approvazione di damoctocog alfa pegol in Europa segna un traguardo importante per quest’anno e segue a quella già ricevuta negli Stati Uniti ed in Giappone.L’approvazione dell’Unione Europea si basa sui risultati del programma di sviluppo clinico PROTECT VIII, che ha valutato la terapia nella profilassi, il trattamento a domanda e la gestione perioperatoria in pazienti adulti o adolescenti, precedentemente trattati, di età superiore o uguale a 12 anni con emofilia A grave.Lo studio ha dimostrato che il 74% dei partecipanti trattati una sola volta alla settimana e tutti i partecipanti trattati ogni cinque giorni (100%) con damoctocog alfa pegol hanno raggiunto una buona protezione dai sanguinamenti. I pazienti che nello studio hanno mantenuto il regime di trattamento una volta alla settimana hanno registrato un tasso di sanguinamento annuale mediano (ABR) di 0,96; la metà di loro ha avuto 0 sanguinamenti. Il trattamento con damoctocog alfa pegol è stato ben tollerato sia con il regime di trattamento in profilassi che con quello a domanda.Un buon profilo di sicurezza ed efficacia è stato mantenuto nel corso di oltre 5 anni di esperienza e osservazione del PROTECT VIII e delle succesive fasi di estensione. Nella fase di estensione dello studio, l’ABR totale dei pazienti partecipanti si è ridotto rispetto a quello dello studio principale PROTECT VIII. Nessun paziente ha sviluppato inibitori e non si è verificato alcun problema di sicurezza.
Bayer da sempre aiuta a migliorare le condizioni delle persone con emofilia. Abbiamo una profonda conoscenza dei bisogni e delle aspirazioni delle persone affette da emofilia, costruita in oltre 25 anni di relazioni con la comunità emofilica. La terapia sostitutiva con il FVIII è lo standard di cura per prevenire o bloccare ogni tipo di sanguinamento. Il portfolio di prodotti Bayer nell’emofilia offre a tutte le persone affette da emofilia A un trattamento per soddisfare ogni loro bisogno e il loro stile di vita in tutte le fasce di età. Collaboriamo con ricercatori, operatori sanitari e gruppi di pazienti per costruire una comunità forte e per aiutare le persone con emofilia a vivere una vita appagante.
La passione di Bayer nell’aiutare a migliorare il futuro delle persone con emofilia si conferma nel guidare e investire verso la prossima generazione di soluzioni terapeutiche.
L’emofilia colpisce circa 400.000 persone in tutto il mondo ed è un disordine in gran parte a carattere ereditario, in cui una delle proteine necessarie per la coagulazione del sangue o è mancante o è ridotta. L’emofilia A è la forma più comune, in cui la coagulazione del sangue è compromessa per la mancanza o l’alterazione funzionale del FVIII coagulativo. I pazienti hanno frequenti sanguinamenti a livello dei muscoli, delle articolazioni o di altri tessuti, che possono causare nel tempo un danno cronico alle articolazioni. Le lesioni possono avere conseguenze gravi se non trattate adeguatamente, poiché la velocità di formazione del coagulo è più lenta nei pazienti affetti da emofilia rispetto agli individui sani. L’emofilia A ha una frequenza stimata di 1 su 5.000 maschi nati vivi, interessando persone in tutto il mondo. In Europa, l’emofilia A colpisce 1 persona su 10.000, per un totale di oltre 30.000 persone. Ad esempio, oggi ci sono circa 6.000 persone affette da emofilia A in Francia, 3.500 in Germania e 13.000 negli Stati Uniti. http://www.bayer.it

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno “EU Research and Innovation in our daily life”

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

In Europa si registra il 25% del totale dei casi del cancro diagnosticati nel mondo, una percentuale molto elevata se si considera che nel Vecchio continente vive solo il 9% della popolazione mondiale. Ogni anno circa 4 milioni di cittadini europei sono colpiti da tumore. La mortalità per cancro è diminuita nei Paesi occidentali negli ultimi 25 anni (per quasi tutte le forme neoplastiche), soprattutto nelle donne rispetto agli uomini per la diffusione dei programmi di screening e trattamenti più efficaci. La sopravvivenza netta a 5 e 10 anni è costantemente aumentata negli ultimi anni fino all’80-90% nei tumori della tiroide, della prostata, della mammella e nel melanoma, ma è ancora bassa (circa il 10-20%) nei tumori del cervello, del fegato, del polmone, dell’esofago e del pancreas. È questo il quadro descritto oggi dal prof. Francesco Cognetti, Presidente di Fondazione Insieme Contro il Cancro nella relazione sulle “Nuove frontiere nella lotta contro il cancro” al convegno EU Research and Innovation in our daily life presso il Parlamento Europeo a Bruxelles. “I miglioramenti sono costanti nel tempo – spiega il prof. Cognetti -, ma permangono variazioni tra Paesi europei con differenze nelle cure oncologiche legate a diverse ragioni: l’intensità diagnostica e lo screening che portano a una diagnosi più precoce o tardiva, i trattamenti efficaci, lo stato socioeconomico, lo stile di vita e differenze di salute generale nella popolazione, i costi per i tumori e l’organizzazione delle cure. I dati di sopravvivenza sono migliori in Europa del Nord e centrale e in alcuni Paesi del Sud (Italia e Spagna). Sono invece peggiori nel Regno Unito e in Europa orientale”.
“Per aiutare a ridurre le differenze di sopravvivenza e migliorare le cure oncologiche – osserva il prof. Cognetti -, tutti i Paesi europei dovrebbero perseguire la riduzione della frammentazione dei servizi di cura, promuovere centri multidisciplinari comprensivi di cure oncologiche, una migliore organizzazione e finanziamento del sistema sanitario, la promozione e il finanziamento della ricerca e l’alleanza dell’intera comunità contro il cancro. L’intensa collaborazione tra comunità scientifica, medica, tecnologica e farmaceutica è quindi indispensabile”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

StartupCity Europe Partnership

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Brussels. “Circa 50 città saranno molto probabilmente alla guida dell’economia europea dell’innovazione nei prossimi anni, mentre tutte le altre città e gli altri comuni rischieranno di venire sempre più emarginati. Questo crescente divario potrebbe potenzialmente scatenare disaggregazioni e separatismi”. Con queste parole Alberto Onetti, Chairman di Mind the Bridge e Coordinatore di Startup Europe Partnership, ha ufficialmente lanciato lo scorso venerdì al Parlamento Europeo a Brussels l’iniziativa “StartupCity Europe Partnership (SCEP)” con il pieno supporto del Presidente Antonio Tajani e della Commissaria europea per l’economia e la società digitale Mariya Gabriel, che ha inviato un messaggio di sostegno attraverso il suo segretario di gabinetto, presente all’incontro.
La nuova iniziativa, parte del programma Startup Europe Partnership (SEP) e guidata da Mind the Bridge, mira a supportare lo sviluppo di strategie startup interconnesse a livello locale ed è stata già sposata da diversi rappresentanti di città europee.
Tra questi i Sindaci di Cluj-Napoca (Romania), Heraklion (Grecia) Malaga e Siviglia (Spagna) e Varna (Bulgaria), che figurano già tra i primi firmatari, oltre ai rappresentanti di Coimbra e Braga (Portogallo), Siviglia, Extremadura e Murcia (Spagna), Copenhagen (Danimarca), unitamente alla Young Entrepreneurs di Thessaloniki (Grecia), al National Union of County Councils of Romania e al Council of European Municipalities and Regions (CEMR).
Durante la cerimonia è stato inoltre presentato un nuovo Report dal titolo “Startup City Hubs in Europe”, un primo tentativo per misurare l’impatto dell’economia dell’innovazione su scala granulare, con un’attenzione particolare verso il ruolo che le città hanno nella concentrazione dei centri di innovazione.
I dati mostrano che in Europa sono 476 le città con almeno una scaleup. 48 (circa il 10% del totale) ne ospitano 3759 (circa il 67% del totale) con un capitale raccolto pari al 74% del totale. Questa concentrazione, tuttavia, non rispecchia l’attuale distribuzione né del PIL (345) né della popolazione (14%). Queste 48 città molto probabilmente saranno alla guida dell’economia dell’innovazione europea dei prossimi anni, con l’effetto collaterale di emarginare sempre più le altre città e gli altri comuni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs call for full protection of intersex people’s rights

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Intersex children in the EU still face human rights violations and genital mutilations. Member States asked to ensure depathologisation of intersexuality MEPs condemn the normalisation of sex treatments and surgery Birth registration procedures should be more flexible Civil Liberties MEPs urge the European Commission and member states to put measures forward for protecting and promoting the rights of intersex people in the EU.They denounce that intersex children still face human rights violations and genital mutilations in the EU, and that intersex variations continue to be treated as diseases, despite the lack of evidence supporting the success of medical treatments in the long term. They also demand more flexibility in birth registration procedures and facilitating the change of names on identity cards.In a resolution adopted with 30 votes to 7, the Committee stressed that intersexuality should no longer be dealt with as a pathology, and called on member states to pursue the removal of the category of “gender incongruence in childhood” in the International Classification of Diseases of the World Health Organisation.
MEPs condemn the high prevalence of sex normalising treatments and surgery, despite not being medically necessary in most of the cases, and encourage EU countries to follow the example of those, such as Portugal and Malta, where these surgical procedures are banned.
The text denounces that surgeries are often performed on intersex children without their prior, personal, full and informed consent, and underlines that genital mutilations can cause life-long consequences, such as psychological trauma and physical impairments.
The resolution underlines the importance of “flexible birth registration procedures” for intersex children. It points to legislation already in place in some member states that allows gender recognition based on self-determination, and encourages other countries to adopt similar rules, including flexible procedures to change gender markers and names on identity documents, including the possibility of gender-neutral names.MEPs call on the European Commission and member states to increase their support, including financial aid, to organisations fighting the stigmatisation of intersex people. They also demand the Commission to make sure that EU funds do not support research or medical projects that further contribute to human rights’ violations of intersex people.
The draft resolution will be put to a vote by the full House during the January plenary session in Strasbourg, following a debate with Council and Commission representatives.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento Europeo ha approvato il regolamento che istituisce Horizon Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

E’ il più importante programma europeo per la ricerca e l’innovazione, con una dotazione di circa 100 miliardi di euro nel settennio 2021-2027. All’interno del programma, grazie anche all’azione dei parlamentari italiani, è stata istituita una linea di finanziamento dedicata alle industrie culturali e creative. Il cambiamento introdotto in Horizon Europe è un importante riconoscimento delle potenzialità di innovazione e crescita delle industrie culturali e creative europee, con riferimento esplicito allo sviluppo di tecnologie per l’accessibilità e l’inclusione delle persone con disabilità.“È un segnale importante del valore che l’Europa riconosce agli investimenti nel nostro settore e del ruolo di primo piano che le industrie creative europee possono avere nella innovazione, ricerca e sviluppo” ha commentato il presidente dell’Associazione Italia Editori (AIE) Ricardo Franco Levi. “Il lavoro svolto dalla nostra Associazione in ambito europeo, in sinergia con la Federazione degli editori europei (FEP), testimonia l’impegno comune nel richiamare l’attenzione sulle tecnologie per l’accessibilità e segnalare questioni che riguardano il ruolo sociale del nostro lavoro e non solo le esigenze più direttamente industriali. Ci fa piacere che i parlamentari italiani siano stati decisivi nel promuovere questo cambiamento, per il lavoro essenziale dell’on. Morgano, ma anche per il contributo bi-partizan delle relatrici ombra Rosa D’Amato in ITRE e Isabella Adinolfi in CULT”. “Ringraziamo innanzitutto i relatori del programma, Dan Nica e Christian Ehler, che hanno introdotto questi importanti elementi nei loro report trovando compromessi equilibrati, e tutti i membri del parlamento europeo che li hanno sostenuti” ha dichiarato il presidente della FEP, Rudy Vanschoonbeek.Il voto della Commissione per l’industria, ricerca e l’energia (ITRE) conferma alcuni punti essenziali espressi nell’opinione della commissione per la cultura e l’istruzione (CULT) che aveva raccomandato l’inclusione esplicita delle industrie culturali e creative nelle linee di azione del programma e richiamato l’attenzione sull’importanza della innovazione tecnologica per l’accessibilità in questo settore.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sesta edizione del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Roma. Giovedi 13 dicembre all’Aula Convegni del CNR di Roma la finale della sesta edizione del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica – Giancarlo Dosi, iniziativa che vede ogni anno la partecipazione di oltre 400 autori, tra ricercatori, docenti, giornalisti, studiosi e autori italiani o stranieri, con l’obiettivo di contribuire a rafforzare gli interessi su libro e lettura in Italia nell’ambito di una efficace divulgazione scientifica. Un progetto che mira ad affermare la centralità dell’informazione per il progresso della società e a favorire nei giovani l’interesse per la cultura scientifica, contribuendo a creare una conoscenza diffusa dell’innovazione e del sapere.
Dopo il lungo lavoro delle giurie, che hanno selezionato quest’estate in ciascuna area scientifica le opere (circa 700 tra libri, articoli e video nella presente edizione) da avviare alla fase finale del Premio, il Comitato Scientifico ha individuato gli autori dei Libri che si contenderanno i riconoscimenti in palio e che saranno votati in real Time, attraverso un sistema elettronico di televoter, da una giuria di sala composta da 150 persone, presieduta da Giorgio De Rita (Segretario Generale Censis), che decreterà dapprima i vincitori delle diverse aree e poi il vincitore assoluto del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica.Nel corso della manifestazione, che sarà condotta dal giornalista RAI Guido Barlozzetti, gli autori delle 15 opere in gara si affronteranno di volta in volta di fronte al pubblico per conquistare il primo posto in classifica nella propria area e aspirare al titolo più alto in palio. Novità di questa edizione è anche la possibilità, per gli autori degli Articoli e dei Video (new entry), di lanciare un ultimo appello al voto della propria opera nell’ambito della sezione relativa.Durante la cerimonia sarà consegnato il Premio Giancarlo Dosi per la Divulgazione Scientifica 2018 alla virologa e ricercatrice Ilaria Capua, autrice del recente libro “Io, trafficante di Virus” (Rizzoli, 2017), per il suo impegno nella divulgazione scientifica. Il riconoscimento, alla sua seconda edizione e indetto dopo la prematura scomparsa del fon-datore, è dedicato agli autori che hanno dato un contributo fondamentale nell’informazione e diffusione scientifica in Italia, a prescindere dal libro sottoposto al Premio (la prima edizione dello scorso anno fu assegnato a Samantha Cristoforetti e Stefano Sandrelli).
Il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica è organizzato dall’Associazione Italiana del Libro con il contributo di BPER Banca e dell’AIRI (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale). Hanno concesso il loro patrocinio il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l’UNINETTUNO (International Telematic University). Le fasi finali saranno seguite dalle attività editoriali web e social di Rai Cultura Scienza e Rai Cultura Scuola in qualità di media partner della manifestazione.www.premiodivulgazionescientifica.it

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Africa: diritti negati e riconquistati

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Roma. Domenica 9 Dicembre 2018 – ore 12.30 Più Libri Più Liberi (Sala Polaris) – La Nuvola, Roma (EUR – Viale Asia). In occasione del 5° Anniversario della morte di Nelson Mandela (5 dicembre) e del 70° Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (10 dicembre). la casa editrice Paoline, in collaborazione con Amnesty International Italia e Amref Health Africa – Italia organizza una tavola rotonda sul tema “Africa e diritti”.
L’incontro prenderà spunto da alcuni volumi che, da diverse prospettive, affrontano questo complesso tema. In particolare: “Mai più schiavi. Biram Dah Abeid e la lotta pacifica per i diritti umani”, “Nelson Mandela. L’uomo, lo statista, il leader”, “Il coraggio della libertà. Una donna uscita dall’inferno della tratta”.Intervengono Riccardo Noury, Portavoce di Amnesty International Italia; Mario Raffaelli, Presidente di Amref Health Africa – Italia; Maria Tatsos, Autrice del libro “Mai più schiavi”, Danilo Campanella, Autore del libro ”Nelson Mandela”.Modera Romano Cappelletto, Ufficio Stampa Paoline

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consiglio dei Governatori dell’IFAD

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Roma 14 febbraio 2019. 42a sessione del Consiglio dei Governatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), agenzia delle Nazioni Unite. Il Consiglio dei Governatori – la riunione annuale dell’IFAD dei suoi 176 Stati membri – offre ai leader di governo l’opportunità di affrontare alcune delle sfide più persistenti al mondo in materia di povertà e fame nelle aree rurali remote dei paesi in via di sviluppo. Il tema dell’evento di quest’anno, “Innovazione rurale e spirito imprenditoriale”, esplorerà il ruolo che gli investimenti in tecnologia, innovazione e sviluppo delle piccole imprese possono svolgere per risolvere molte di queste sfide.
Questa sarà la prima volta in cui Papa Francesco parteciperà alla cerimonia di apertura della più importante riunione annuale dell’IFAD. Lo sradicamento della povertà rurale e della fame è al centro del mandato globale del Fondo, una questione cruciale continuamente sollevata dal Pontefice. Dalla sua fondazione, nel 1977, l’IFAD ha concentrato i suoi investimenti su milioni di donne e uomini delle zone rurali per dare loro la possibilità di coltivare più cibo, migliorare l’alimentazione delle loro famiglie e aumentare i loro redditi. I progetti sostenuti dall’IFAD hanno dimostrato che con l’accesso ai finanziamenti, ai mercati, alla tecnologia e all’informazione le popolazioni rurali possono costruire la loro capacità di ripresa, espandere le loro attività e prendersi carico del proprio sviluppo. http://www.ifad.org

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alternanza scuola lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

“I dati dei maggiori Paesi europei ci raccontano, da molti anni, che i giovani impegnati in progetti come Alternanza Scuola-Lavoro hanno maggiori possibilità di trovare un buon lavoro e soprattutto il lavoro che desiderano. È per questo che il CNEL, che riunisce i rappresentanti di migliaia di imprese, milioni di lavoratori e centinaia di organizzazioni non-profit, può essere una sede naturale di monitoraggio costante dell’efficacia dei progetti. Un osservatorio con il Ministero dell’Istruzione, l’Associazione Nazionale dei Presidi e il portale Skuola.net è senz’altro un buon inizio, dato che l’inserimento tra le materie d’esame aumenterà l’interesse”. Ad affermarlo il presidente del CNEL Tiziano Treu – nel corso di un’iniziativa svoltasi oggi nel Parlamentino di fronte a una platea interessata di studenti – che è stato in qualche modo tra i teorizzatori dei training in azienda. Nel famoso pacchetto-Treu del 1997, che affrontava le misure contrattuali di adeguamento ad un mercato del lavoro divenuto più flessibile, proponeva infatti il Tirocinio Formativo “al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro”.
L’incontro, promosso dal CNEL con l’ANP (Associazione nazionale dirigenti pubblici e delle alte professionalità della scuola) e con il supporto di Skuola.net, assume particolare importanza ora che il Ministero dell’Istruzione ha reso noti i quadri di riferimento per il nuovo esame di Stato, che debutta a giugno. Nel corso delle prove orali, infatti, gli studenti esporranno con una breve relazione o un elaborato multimediale, le esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro svolte. Nello stesso colloquio per l’esame di maturità, si accerteranno anche le conoscenze e le competenze maturate nell’ambito delle attività di Cittadinanza e Costituzione.
Per Antonello Giannelli, presidente ANP, “Non dimentichiamo che il CNEL è un organo di rilievo costituzionale e che il primo articolo della nostra costituzione afferma che l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. L’alternanza non è manodopera a costo zero per le aziende, ma un progetto formativo che consente di entrare in contatto con questo il principio fondante della nostra Costituzione. Le esperienze negative sono in percentuale insignificante rispetto ai successi. Ora che al tessuto di micro-imprese che aveva difficoltà ad accogliere studenti si sono aggiunti anche i Musei, gli enti statali e tanti altri soggetti anche nel mondo del turismo e della cultura, l’Alternanza ha spazi di crescita enormi, da valorizzare e non da tagliare”.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondi Pensione: investire in infrastrutture sociali

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Nell’ultima classifica mondiale della competitività stilata dal World Economic Forum, alla voce “infrastrutture” l’Italia figura al ventunesimo posto, preceduta in Europa non soltanto da Germania, Francia e Gran Bretagna, ma anche da Paesi le cui economie pesano meno della nostra all’interno dell’UE come Olanda, Spagna e Belgio, per citare soltanto i più importanti. Il deficit infrastrutturale è per definizione un freno allo sviluppo e alla produzione di ricchezza, ma nel mondo rappresenta una grande opportunità, soprattutto per gli investitori istituzionali. Secondo l’Official Monetary & Financial Institutions Forum, un gruppo di ricerca indipendente basato a Londra, i grandi fondi hanno in programma a livello globale investimenti in infrastrutture per 130 miliardi di dollari entro i prossimi due anni. Molti fondi pensione americani hanno deciso di raddoppiare la quota di questa tipologia di investimenti nel loro portafoglio. “Non c’è dubbio – ha affermato oggi a Milano il presidente di Assoprevidenza Sergio Corbello, nel corso di un press lunch – che anche per gli investitori istituzionali italiani, in primo luogo per i fondi pensione, gli impieghi nell’economia reale aprano spazi virtuosi”.
In particolare gli investimenti in infrastrutture sono attraenti perché il loro rendimento non è legato all’andamento dei mercati finanziari, di cui non subiscono la volatilità, e nemmeno all’andamento dei cicli economici. Soprattutto, l’orizzonte temporale è ideale per investitori come i fondi pensione e le casse previdenziali, che per la stessa natura della loro attività ricercano occasioni di investimento in grado di offrire rendimenti corretti per il rischio stabili e appetibili nel lungo periodo. “In Italia – ha sottolineato Corbello – sono già state realizzate, o stanno per esserlo, iniziative che appaiono paradigmatiche. Ne cito solo due: la Cassa Forense ha sottoscritto un importante impegno con il FEI-Fondo Europeo per gli Investimenti che opera a sostegno delle piccole e medie imprese; l’ANIA, l’Associazione delle imprese di assicurazione, sta promuovendo la realizzazione di un fondo infrastrutturale per le proprie associate”.
Da anni Assoprevidenza, in estrinsecazione del suo ruolo di centro tecnico, si adopera per far conoscere le caratteristiche di varie tipologie di Fondi di Investimento Alternativi (FIA), che nella totalità dei casi compiono investimenti nell’economia reale: fondi immobiliari, fondi di private equity, credit funds, fondi dedicati alle energie alternative, fondi votati al nuovo comparto dell’intelligenza artificiale e della robotica. “Per ciascuna tipologia di possibile impiego, da soli o con altri – ha ricordato il presidente di Assoprevidenza – abbiamo realizzato convegni e seminari, cercando di informare al meglio il comparto della previdenza complementare. Da ultimo ci siamo particolarmente focalizzati sul settore delle infrastrutture sociali (Residenze Sanitarie Assistenziali, strutture sanitarie in genere, studentati), che risultano piuttosto ‘semplici’ da valutare e sono in grado di offrire, con bassissimo rischio, rendimenti stabili e interessanti nel tempo”. Inoltre questa tipologia di investimenti, secondo Corbello, sposa perfettamente la missione sociale degli enti previdenziali con le necessità del Paese: “Per le RSA basti pensare al peso del fenomeno invecchiamento, di cui l’Italia è la punta di diamante in Europa, e alla loro caratteristica – cui siamo particolarmente sensibili – di iniziative di sviluppo sostenibile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infezioni correlate all’assistenza ospedaliera

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Un problema non immediatamente visibile ma molto concreto e purtroppo in peggioramento, come anche emerso dagli ultimi fatti di cronaca. Secondo i dati riportati dal Centro Europeo Malattie Infettive (ECDC), durante la giornata mondiale sulla consapevolezza degli antibiotici del 18 novembre, ogni anno sono circa 33 mila nell’Unione Europea le persone che muoiono per infezioni da batteri resistenti agli antibiotici, la maggior parte contratte in Ospedale, di cui circa un terzo solo nel nostro Paese(1): rispetto all’indagine precedente emerge dunque un incremento del tasso di prevalenza delle infezioni. Ma quello che emerge in maniera altrettanto evidente dallo studio del Centro Europeo per le Malattie infettive (ECDC) è che oggi in Italia la probabilità di contrarre infezioni durante un ricovero ospedaliero è del’6%(2), con 530 mila casi ogni anno(2): dati che pongono l’Italia all’ultimo posto tra tutti i Paesi in Europa. Si tratta infatti di un allargamento della forbice dovuto all’aumento dei pazienti più “fragili”, con un’età superiore ai 65 anni, all’utilizzo di sistemi sempre più invasivi per l’organismo umano come cateteri o endoscopi che costituiscono veicoli di batteri, ma soprattutto alla scarsa adozione di strategie di prevenzione. Inoltre, il tema delle infezioni correlate all’assistenza ospedaliera sarà al centro del dibattito anche in occasione della 13° edizione del Risk Forum Management in Sanità, un momento di confronto su come innovare e riformare il Sistema Sanitario e renderlo più efficiente e capace di rispondere ai bisogni di salute dei cittadini, che si terrà a Firenze dal 27 al 30 novembre.In Italia si stimano circa 7.800 casi di decessi all’anno(3) per infezioni acquisite nei nosocomi, pari al doppio delle morti legate agli incidenti stradali(4). Da un’altra prospettiva l’impatto è devastante se si considera che rappresentano un rischio fatale quanto la somma delle maggiori malattie infettive messe insieme: influenza, tubercolosi e HIV(5).Per questo motivo è più che mai necessario aumentare la consapevolezza dei cittadini e sensibilizzare gli operatori sanitari sul tema della prevenzione e dell’antibiotico resistenza, affinché il Piano Nazionale di Contrasto dell’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020, a cura di Ministero della Salute, entri a far parte definitivamente dei programmi condivisi e applicati da Regioni e Ospedali. Corrette pratiche di prevenzione, che passano da rinnovati e adeguati protocolli, potrebbero ridurre del 20-30% questo “gap” nel percorso assistenziale (6), concorrendo a migliorare anche l’impatto economico sul Sistema Sanitario Nazionale, considerato che i costi di trattamento di una singola infezione pesano dai 5 ai 9 mila euro.Questo risultato è raggiungibile attraverso l’adozione di alcuni semplici ma fondamentali passaggi: dalla più nota pratica del lavaggio delle mani, al riscaldamento del paziente durante un’operazione chirurgica, all’uso di medicazioni in grado di tenere sotto controllo eventuali infezioni dovute all’accesso venoso attraverso il catetere.Per far fronte dunque alla resistenza agli antibiotici, come sottolineato dal Centro Europeo Malattie Infettive, e per contrastare l’aumento delle infezioni correlate all’assistenza ospedaliera, 3M da sempre impegnata in questa direzione lancia la campagna “Ospedale Senza Infezioni”, con l’obiettivo di meglio informare i cittadini e diffondere un programma d’azione condiviso con gli operatori sanitari verso l’adozione di sempre più efficaci modelli di prevenzione.“Ricerca e innovazione sono sempre stati il motore della nostra azienda, ma con il lancio della campagna “Ospedale Senza Infezioni” vogliamo supportare un passaggio culturale fondamentale nel nostro Paese sulla lotta alle infezioni ospedaliere, perché siamo convinti che il nostro contributo non debba limitarsi nel rendere disponibili tecnologie avanzate ma andare oltre, pensando al contesto in cui operiamo ed a migliorare le condizioni dei pazienti che affrontano, ad esempio, un intervento chirurgico o una terapia oncologica – ha dichiarato Patrizio Galletta, 3M Italia Country Business Leader Health Care – Pazienti più informati e sicuri e personale sanitario aggiornato sulle migliori pratiche cliniche e sulle azioni più efficaci di prevenzione aiuteranno a ridurre gli eventi avversi correlati alle infezioni ospedaliere”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fotonica: il festival di audio visual e digital art al Macro Asilo

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Roma 7 – 15 dicembre 2018 MACRO Asilo Via Nizza 138 65 artisti, 4 performance e 6 installazioni audio video, 3 live set av, 7 lecture, 3 workshop di cui 2 dedicati ai più piccoli e oltre 40 partner internazionali coinvolti per una manifestazione che esplora l’innovazione delle arti audio video e digitali.
FOTONICA è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e in collaborazione con Siae. Per consolidare la pratica di networking e fare sistema in un ambito di indagine artistica fra i più importanti del contemporaneo, il festival anche quest’anno rinnova e amplia la sua fitta rete di collaborazioni realizzandone di nuove con le più importanti manifestazioni internazionali come Zsolnay Light Festival (Ungheria), Athens Digital Art Festival (Grecia), Patchlab Festival (Polonia) e Videomapping Mexico.
Si entra nel vivo il 7 dicembre alle 22 con OVV la performance AV dei Glowing Bulbs, collettivo fondato nel 1998, fa parte della vibrante scena artistica underground di Budapest. Lo stesso giorno alle ore 16 in programma la lecture con Gabor Kitzinger dei Glowing Bulbs che presenta le attività del collettivo tra cui l’ormai famoso Zsolnay Light Festival e Fracture l’installazione realizzata per l’Accademia d’Ungheria che verrà presentata il 13 dicembre a Palazzo Falconieri (Via Giulia) sede dell’Accademia. Si continua sabato 8 dicembre alle ore 22 con Go Back to Hiding in the Shadows di Pandelis Diamantides, una performance AV elaborata a partire da registrazioni sul campo, formazioni rocciose, piante, animali e voci umane raccolte tra i monti dell’isola di Cipro. Venerdì 14 dicembre alle 22 la performance Digilogue di Studio Otaika esplora le interrelazioni tra arte sonora e visiva nella loro congiunzione sensoriale. Il lavoro viene presentato in tempo reale e traspone i concetti delle teorie della dissonanza visiva e musicale, evidenziandone le somiglianze. Sabato 15 alle ore 22 Procedural, artista russo che si muove tra la scena musicale elettronica tedesca e il mondo dei visual, presenta Iterations.
Sempre il foyer del museo ospita ogni giorno tutti gli altri appuntamenti della manifestazione: dalle installazioni audio video a quelle di light art, fino a toccare le nuove frontiere del videomapping svelate da Anticorp e curata dal collettivo Videomapping Mexico, che rimodella lo spazio del MACRO Asilo sfruttandone le caratteristiche architettoniche. Touch Me di Iannis Kranidiotis a cura di Athens Digital Art Festival è una testa irta nel buio che, a differenza di altre opere d’arte per le quali si consiglia di restare a distanza, ti invita a toccarla; Me-rror di Ipologica + FLxER Team è un’installazione audio/video interattiva in continua evoluzione che invita lo spettatore a entrare dentro le immagini proiettate, destrutturandole. In Exquisitus speculum di Federico Ferrarini e Elektromoon e curata dal Patchlab Festival ci si misura con l’Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci, immergendosi nello stupore della propria armonica proporzione; Manifesto delle Visioni Parallele presenta Errore Digitale: Untold Wall, una video installazione dove nove televisori formano un muro di tubi catodici.
Una parte importante di FOTONICA è dedicata alle lecture, nella sala cinema e nell’Auditorium del MACRO Asilo: esperti del settore dell’Athens Digital Art Festival, Patchlab Festival e RGB Light Experience si interrogano sull’evoluzione e i cambiamenti delle tecnologie. Tra gli appuntamenti sabato 8 dicembre alle 19 la preview di “HER She Loves San Lorenzo”, la seconda edizione del festival di arte e dati del quartiere di San Lorenzo. In questa occasione verrà presentata la proiezione integrale di “Dolore: il limite dell’Intelligenza Artificiale” una straordinaria intervista sulle prospettive di integrazione dell’Intelligenza Artificiale nella nostra società con il più importante filosofo morale italiano vivente Aldo Masullo.
Un appuntamento da non perdere il 14 dicembre, alle 16, è l’incontro Cultura 2030: Arti digitali, in cui addetti ai lavori insieme al Presidente della Commissione Cultura alla Camera Luigi Gallo, discutono e approfondiscono lo studio “Cultura 2030”, un’indagine condotta sulla possibile evoluzione della cultura italiana da qui al 2030 e commissionata allo Studio De Masi dalla Commissione Cultura della Camera e del Senato. Il 7 e il 14 dicembre in programma anche il workshop di Videomapping realizzato in collaborazione con Fusolab 2.0 nato con l’obiettivo di riunire e coinvolgere gli interessi dei partecipanti e di fornire strumenti formativi agili e pratici.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il lungo iter processuale della causa di diffamazione del Sommo Pontefice Pio XII

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

di Alberto De Marco.  Robert Katz, Carlo Ponti, George Cosmatos, furono citati al giudizio direttissimo al Tribunale di Roma per rispondere: Robert Katz di diffamazione mediante offesa consistente nell’attribuzione di un fatto determinato commessa col mezzo della stampa (art. 595, 597 c.p. art. 13legge 8 febbraio 1948 n. 47) per avere nel suo libro “Morte a Roma” stampato a Roma nel 1967 ed in successive edizioni fino al 1973, offeso la memoria del Sommo Pontefice Pio XII, attribuendogli di non avere fatto quanto avrebbe dovuto e potuto fare per cercare di impedire l’eccidio delle Fosse Ardeatine, perpetrato dai militari tedeschi il 24 marzo 1944; Robert Katz, Carlo Ponti, George Cosmatos, di concorso in diffamazione mediante offesa consistente nell’attribuzione di un fatto determinato commessa col mezzo della cinematografia (art. 110, 595, 597 c.p.) per avere previo accordo, nella rispettiva qualità: Robert Katz di sceneggiatore; Carlo Ponti di produttore; George Cosmatos di regista; del film “Rappresaglia”, tratto dal libro “Morte a Roma” e proiettato dal principio di ottobre del 1973 in poi in varie città d’Italia, offeso la memoria del Sommo Pontefice Pio XII, attribuendogli in varie sequenze il fatto determinato indicato nel precedente capo di imputazione. Con la sentenza del 27 novembre 1975, gli imputati furono dichiarati colpevoli dei reati loro ascritti, unificati nella continuazione nei confronti di Robert Katz e condannati con i benefici di legge, alla pena di 1 anno e 2 mesi di reclusione, 500.000 lire di multa per Robert Katz, e di 6 mesi di reclusione ciascuno per Carlo Ponti e George Cosmatos, nonché tutti al risarcimento in forma generica del danno in favore della querelante, costituitasi parte civile, Elena Rossignani, nipote del defunto Pontefice. Con la sentenza del 1 luglio 1978, la Corte d’Appello di Roma, in riforma della decisione del Tribunale, assolse Robert Katz dal primo reato, trattandosi di persona non punibile per avere agito nell’esercizio di un diritto, e lo stesso Robert Katz, nonché Carlo Ponti e George Cosmatos, dalla seconda imputazione con la formula “perché il fatto non costituisce reato” per mancanza di dolo. Il Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Roma, a questa sentenza propose ricorso alla Suprema Corte di Cassazione, che l’accolse​ con la sentenza del 19 ottobre 1979, con la quale annullò la decisione impugnata, con rinvio ad altra sezione della stessa Corte d’Appello relativamente all’imputazione di diffamazione commessa col mezzo della stampa; e senza rinvio con riguardo all’altra imputazione per essere il reato estinto per amnistia, ferme rimanendo le statuizioni concernenti gli interessi civili. La Corte Suprema di Cassazione precisò che non è precluso al Giudice indagare sui fatti costituenti oggetto della ricerca storiografica, quando si tratta di individuare la volontà dell’autore, nel confronto tra l’opera scritta e la reputazione altrui; e riconobbe i vizi della motivazione, per mancanza o contraddittorietà, sulla esatta individuazione delle finalità attribuite al Pontefice, sulla forma usata, e sulla stessa qualificazione culturale, come ricerca storiografica dell’opera di Robert Katz. Con la sentenza del 2 luglio 1981, pronunciata in sede di rinvio, la Corte d’Appello di Roma, ha confermato la decisione del Tribunale di Roma, con riguardo all’imputazione residua ascritta a Robert Katz, determinando la pena in 1 anno ed 1 mese di reclusione e quattrocentomila lire di multa per effetto della già dichiarata estinzione dell’altro reato. La Corte d’Appello di Roma, ha stabilito con la sua decisione che le accuse dell’imputato non scaturivano da interpretazione, sia pure soggettiva, di fatti e comportamenti obiettivamente accertati, ma dalla intenzionale creazione di falsi presupposti, di fatto e soggettivi, dolosamente intesi a sostenere le accuse stesse; ed ha ritenuto che nella formulazione dei giudizi erano stati travalicati i limiti di forma, con parole inutilmente sarcastiche e dispregiative. A seguito della suddetta sentenza, l’imputato ricorre alla Suprema Corte di Cassazione ed il suo difensore chiede l’annullamento della stessa. Il lungo iter processuale si conclude con la sentenza del 29 settembre 1983 della Suprema Corte di Cassazione, per la quale l’imputato è tenuto, secondo soccombenza, al rimborso delle spese in favore della parte civile, liquidate nella misura indicata nel dispositivo. Annulla senza rinvio la sentenza impugnata in ordine al reato didiffamazione aggravata commesso con l’edizione italiana del 1967 del libro “Morte a Roma”, perché estinto per amnistia, ferme le statuizioni concernenti gli interessi civili. Rigetta nel resto il ricorso e condanna Robert Katz, al rimborso delle spese in favore della parte civile, Elena Rossignani, che liquida in lire 450.000, di cui lire 430.000 per onorari di difesa. Nonostante le evidenti responsabilità degli imputati, la causa di​ diffamazione, intrapresa dagli eredi di Pio XII, ha avuto una sconcertante conclusione. E’ un esempio emblematico, purtroppo sempre attuale dei limiti della giustizia umana.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Zayo Executives to Present at December Investor Conferences

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Zayo Group Holdings, Inc. (NYSE: ZAYO) announced today that executives from the company will present at two investor conferences in December. The links to the live webcasts for the conferences will be made available through the Investor Relations section of the Company’s website at: http://investors.zayo.com.Dan Caruso, chairman and CEO, will present at the UBS Global Media and Communications Conference at the Grand Hyatt in New York on Tuesday, December 4, 2018. The presentation will be webcast live at 9:30 a.m. EST.Matt Steinfort, CFO, will present at the Barclays Global Technology, Media and Telecommunications Conference at The Palace Hotel in San Francisco on Thursday, December 6, 2018. The presentation will be webcast live at 11:30 a.m. PST.
Zayo Group Holdings, Inc. (NYSE: ZAYO) provides communications infrastructure solutions, including fiber and bandwidth connectivity, colocation and cloud infrastructure to the world’s leading businesses. Customers include wireless and wireline carriers, media and content companies and finance, healthcare and other large enterprises. Zayo’s 130,000-mile network in North America and Europe includes extensive metro connectivity to thousands of buildings and data centers. In addition to high-capacity dark fiber, wavelength, Ethernet and other connectivity solutions, Zayo offers colocation and cloud infrastructure in its carrier-neutral data centers. Zayo provides users with flexible, customized solutions and self-service through Tranzact, an innovative online platform for managing and purchasing bandwidth. For more information, visit zayo.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Wells Fargo Conference

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Jerry Natoli, vice president of corporate finance and treasurer of Intuit (Nasdaq: INTU) will present at the Wells Fargo Technology Summit in Park City, Utah on Dec. 4. The presentation will begin at 10:25 a.m. Pacific time and will be available live via audio webcast on Intuit’s investor relations website at http://investors.intuit.com/events/default.aspx. A replay of the webcast will be available approximately 24 hours after the presentation ends.
Intuit’s mission is to Power Prosperity Around the World. Our global products and platforms, including TurboTax, QuickBooks, Mint and Turbo, are designed to empower consumers, self-employed and small businesses to improve their financial lives, finding them more money with the least amount of work, while giving them complete confidence in their actions and decisions. Our innovative ecosystem of financial management solutions serves approximately 50 million customers worldwide, unleashing the power of many for the prosperity of one. Please visit us for the latest news and in-depth information about Intuit and its brands and find us on social.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2018 Goldman Sachs U.S. Financial Services Conference

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

Fifth Third Bancorp (NASDAQ: FITB) will present at the Goldman Sachs U.S. Financial Services Conference in New York City on Tuesday, December 4, 2018 at approximately 2:00 PM ET. Greg D. Carmichael, chairman, president and chief executive officer, will present on behalf of the Company.Audio webcast and any presentation slides may be viewed live and after the conference through the Investor Relations section of http://www.53.com. Additionally, any slides used in the presentation will be made available in a printer-friendly format on the Company’s website.
Fifth Third Bancorp is a diversified financial services company headquartered in Cincinnati, Ohio. As of September 30, 2018, the Company had $142 billion in assets and operates 1,152 full-service Banking Centers, and 2,443 Fifth Third branded ATMs in Ohio, Kentucky, Indiana, Michigan, Illinois, Florida, Tennessee, West Virginia, Georgia and North Carolina. In total, Fifth Third provides its customers with access to approximately 53,000 fee-free ATMs across the United States. Fifth Third operates four main businesses: Commercial Banking, Branch Banking, Consumer Lending, and Wealth & Asset Management. Fifth Third is among the largest money managers in the Midwest and, as of September 30, 2018, had $376 billion in assets under care, of which it managed $38 billion for individuals, corporations and not-for-profit organizations through its Trust and Registered Investment Advisory businesses.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »