Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Il Parlamento Europeo ha approvato il regolamento che istituisce Horizon Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

E’ il più importante programma europeo per la ricerca e l’innovazione, con una dotazione di circa 100 miliardi di euro nel settennio 2021-2027. All’interno del programma, grazie anche all’azione dei parlamentari italiani, è stata istituita una linea di finanziamento dedicata alle industrie culturali e creative. Il cambiamento introdotto in Horizon Europe è un importante riconoscimento delle potenzialità di innovazione e crescita delle industrie culturali e creative europee, con riferimento esplicito allo sviluppo di tecnologie per l’accessibilità e l’inclusione delle persone con disabilità.“È un segnale importante del valore che l’Europa riconosce agli investimenti nel nostro settore e del ruolo di primo piano che le industrie creative europee possono avere nella innovazione, ricerca e sviluppo” ha commentato il presidente dell’Associazione Italia Editori (AIE) Ricardo Franco Levi. “Il lavoro svolto dalla nostra Associazione in ambito europeo, in sinergia con la Federazione degli editori europei (FEP), testimonia l’impegno comune nel richiamare l’attenzione sulle tecnologie per l’accessibilità e segnalare questioni che riguardano il ruolo sociale del nostro lavoro e non solo le esigenze più direttamente industriali. Ci fa piacere che i parlamentari italiani siano stati decisivi nel promuovere questo cambiamento, per il lavoro essenziale dell’on. Morgano, ma anche per il contributo bi-partizan delle relatrici ombra Rosa D’Amato in ITRE e Isabella Adinolfi in CULT”. “Ringraziamo innanzitutto i relatori del programma, Dan Nica e Christian Ehler, che hanno introdotto questi importanti elementi nei loro report trovando compromessi equilibrati, e tutti i membri del parlamento europeo che li hanno sostenuti” ha dichiarato il presidente della FEP, Rudy Vanschoonbeek.Il voto della Commissione per l’industria, ricerca e l’energia (ITRE) conferma alcuni punti essenziali espressi nell’opinione della commissione per la cultura e l’istruzione (CULT) che aveva raccomandato l’inclusione esplicita delle industrie culturali e creative nelle linee di azione del programma e richiamato l’attenzione sull’importanza della innovazione tecnologica per l’accessibilità in questo settore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: