Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 6 dicembre 2018

È stato presentato “EricèNatale – Il borgo dei presepi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Erice. È stato presentato stamattina ufficialmente, nell’Aula consiliare del Palazzo Municipale di Erice, l’evento “EricèNatale – Il borgo dei presepi”, che si svolgerà ad Erice durante le festività natalizie dal prossimo 7 dicembre fino al 6 gennaio, organizzato dal Comune di Erice e dalla Fondazione Erice Arte. Hanno partecipato: Daniela Toscano, sindaco di Erice, Salvatore Denaro, dirigente del Settore Cultura del Comune di Erice, Giuseppe Butera, Soprintendente della Fondazione Erice Arte, Piervittorio Demitry, direttore artistico della Fondazione Erice Arte, Rosadea Fiorenza, curatrice della mostra “RossoCorallo e l’Arte Presepiale del Maestro Platimiro Fiorenza”.
Il programma si snoderà per un mese tra itinerari presepiali e culturali, mercatini di natale, eventi per i bambini, concerti, mostre, proiezioni cinematografiche. Venticinque presepi saranno l’elemento centrale di EricéNatale. Il pubblico avrà tra le mani un utile vademecum per conoscere i presepi messi in scena nel borgo medievale, di ogni forma e grandezza, dai più piccoli a quelli dalle dimensioni monumentali, localizzati ovunque, nei cortili aperti ai visitatori dai generosi proprietari. Venti gli appuntamenti tra cultura, buon cibo e buon vino, musica e intrattenimento, artisti di strada e performer. Il cinema diventa veicolo ideale per la comprensione della realtà e di alcune problematiche sociali ed un momento di incontro, confronto, scambio di idee, un mezzo efficace per sperimentare emozioni.
In programma canti della tradizione natalizia e concerti di musica da camera e sacra, organizzati in collaborazione con l’Associazione “Amici della Musica” di Trapani e il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, per poi tuffarsi nei ritmi del sax, del dixieland e del tango. Ed ancora laboratori, giochi e spettacoli teatrali per bambini con la Compagnia Teatro Atlante.
Domani 7 dicembre, alle ore 17.00, al Palazzo Sales con Calici di Cultura d’inverno inizia EricèNatale, un momento di valorizzazione delle tipicità culturali e gastronomiche del territorio.
Sabato 8 dicembre, alle ore 10.30, prende il via “Zampogne dal Mondo”, la rassegna internazionale di musiche e strumenti popolari. Saranno sei i gruppi partecipanti: Zampognantica Duo dal Molise, Le Zampogne di Daltrocanto dalla Campania, Pasatrés dalla Spagna, Tonatsuyts dall’Armenia, Zornica dalla Polonia, Dudelsckmusik Vereno dall’ Austria. Alle ore 11.00, negli spazi del Polo Museale “A. Cordici” di Erice l’apertura della Mostra “RossoCorallo e l’Arte Presepiale del Maestro Platimiro Fiorenza”, presepi in corallo dell’ultimo dei maestri orafi corallai, patrimonio di conoscenze artigianali del popolo trapanese, inserito dall’Unesco fra i Tesori Umani Viventi. Si procederà successivamente con l’apertura ufficiale dei mercatini di Natale. Passeggiando si rimarrà affascinati dalle preziosità dell’artigianato locale e per i più golosi, ci saranno le casette che offrirano il meglio della gastronomia locale, dal dolce al salato, il tutto accompagnato dalla dolce melodia dei canti natalizi, il profumo del vin brulè e delle castagne. Per tutta la giornata, i visitatori potranno godere di musica itinerante degli zampognari per tutti vicoli, le vie e le piazze. Alle ore 18.00, nella piazza centrale di Erice si esibiranno a turno tutti i gruppi partecipanti.
Domenica 9 dicembre si continua con le esibizioni itineranti e alle ore 18.00 il grande concerto nella Chiesa di San Martino, presentato dalla speaker radiofonica Vittoria Abbenante.
«Anche quest’anno, Erice, Città di Pace e per la Scienza, uno dei Borghi più belli d’Italia saprà offrirvi, in un’atmosfera incantata e magica, un Natale di luci, profumi, e colori che solo il nostro Borgo può regalare. Ma, oltre a momenti di gioia e serenità, il Natale deve essere anche per tutti un’occasione di riflessione verso il riconoscimento di quei valori, oggi sempre più tralasciati ed accantonati, dell’accoglienza e della solidarietà, di vera umanità verso gli ultimi, principi che hanno da sempre caratterizzato il nostro comune sentire» – queste le parole del sindaco di Erice, Daniela Toscano.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Africa: diritti negati e riconquistati

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Roma Domenica 9 Dicembre 2018 (ore 12.30), a Più Libri Più Liberi (Sala Polaris – La Nuvola, Roma EUR – Viale Asia). L’evento è organizzato dalla casa editrice Paoline, in collaborazione con Amnesty International Italia e Amref Health Africa – Italia, in occasione del 5° Anniversario della morte di Nelson Mandela (5 dicembre) e del 70° Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (10 dicembre).Prenderà spunto da alcuni volumi che, da diverse prospettive, affrontano questo complesso tema. In particolare: “Mai più schiavi. Biram Dah Abeid e la lotta pacifica per i diritti umani”, “Nelson Mandela. L’uomo, lo statista, il leader”, “Il coraggio della libertà. Una donna uscita dall’inferno della tratta”.Interverranno Riccardo Noury, Portavoce di Amnesty International Italia; Mario Raffaelli, Presidente di Amref Health Africa – Italia; Maria Tatsos, Autrice del libro “Mai più schiavi”, Danilo Campanella, Autore del libro ”Nelson Mandela”.Modera Romano Cappelletto, Ufficio Stampa Paoline.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Diplomati Magistrale nelle GaE, tra una settimana nuova Adunanza plenaria in Consiglio di Stato

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

A distanza di un anno dalla sentenza n. 11, che ha piegato il diritto e costretto il Governo ad approvare il decreto Dignità, gli stessi giudici del massimo organo di consulenza giuridico-amministrativa sono chiamati ad esprimersi sulla opportunità della presenza di oltre 50 mila maestri abilitati nelle graduatorie che portano alla stabilizzazione sulla metà dei posti disponibili. I legali dell’Anief ritengono che le ragioni poste dalla VI sezione, che ha rimesso in discussione il tema, siano condivisibili, anche per gli interessi richiamati dal legislatore in termini di continuità didattica e tutela dei diritti soggettivi. L’Adunanza plenaria, presieduta da Patroni Griffi, rivedrà il suo giudizio come ha fatto il Parlamento in passato? Risponde Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: i tanti maestri supplenti della scuola pubblica ci sperano e si aspettano una decisione giusta, perché da troppo tempo subiscono continui attacchi alla loro professionalità, a causa di un’azione politica confusionaria, priva di un filo conduttore, mirata più a creare che a risolvere il problema del precariato italiano, il quale non a caso quest’anno ha toccato il record di supplenze annuali. È lo stesso leitmotive che ha portato ad alimentare i troppi contratti a termine, stipulati in modo sistematico, al punto da costringere la curia europea a produrre più di una condanna all’Italia per abuso di precariato.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italian Movie Award, a New York

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

New York 10 dicembre 2018 alle ore 19:00 Frank A. Bennack Theater presso il The Paley Center for Media a Manhattan in occasione del decimo anniversario del Festival Internazionale del Cinema Italian Movie Award si terrà la cerimonia di premiazione in occasione del decimo anniversario del Festival Internazionale del Cinema Italian Movie Award. L’evento vede la partnership di Plural + Youth Video Festival organizzato dalle Nazioni Unite e in particolare da UNAOC (United Nation Alliance Of Civilization), e dello SHRO (Sbarro Health Research Organization) diretto dal Dott. Prof. Antonio Giordano.
Evento organizzato con la preziosa collaborazione della Tooslik Communication NYC di Tony Minervini e della Sunshine Production di Roma. Durante la serata verrà annunciato il prestigioso Italian Movie Award | Best Movie 2018 per il miglior film italiano all’estero, le nomination scelte dalla Jury Roots (composta da rappresentanti delle più grandi comunità di italiani all’estero). Questi i film in nomination quest’anno:
Dogman di Matteo Garrone; Ammore e Malavita dei Manetti Bros, A Casa Tutti Bene di Gabriele Muccino, Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher; Rimetti a Noi i Nostri Debiti di Antonio Morabito.
Conduce l’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete con l’attrice Diana del Bufalo e nell’ambito della serata ci sarà un incontro esclusivo con il regista Paolo Genovese.
Ritirerà il premio per la serie TV Gomorra l’attore Salvatore Esposito.
Premiati anche l’attore del film “Sulla Mia Pelle” Alessandro Borghi e l’attrice Carolina Crecentini, oltre al riconoscimento anche per la giovane attrice Francesca Chillemi.
L’anno scorso il tema di fondo del festival erano “Le Radici”, quest’anno il tema scelto è “Il futuro”.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’on. Nissoli (FI) incontra la Comunità siciliana di Chicago

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

“La scorsa settimana, continuando i miei incontri con le Comunità italiane in USA, ho partecipato alla Festa di Santa Fara, organizzata dalla Società Santa Fara di Cinisi (Chicago). Si tratta del 37esimo Anniversario della Festa, dove erano presenti oltre 300 persone. Nel mio intervento, ho ringraziato, in particolare, il Presidente Carlo Vaniglia che ha voluto manifestarmi l’appoggio della Comunità attraverso una Targa a sorpresa, Targa consegnata anche al Console Generale d’Italia a Chicago, Giuseppe Finocchiaro, presente anche lui all’incontro, che ringrazio vivamente per il suo costante impegno e le sue parole. Infatti, il Console Generale ha ribadito che il Consolato è “la Casa degli italiani”: grazie Console per le belle parole! Presente alla serata anche padre John Del Monte”. Lo ha riferito l’on. Nissoli. “Ringrazio – ha detto l’on. Nissoli – Carlo Vaniglia per il lavoro che fa e per il suo impegno in favore degli italiani di Chicago. Io, che sono di origine siciliana, sono orgogliosa di visitare le Comunità dove vedo che le nostre tradizioni sono ancora così vive”. “Il giorno dopo – conclude l’on. Nissoli – un’altra bella esperienza, promossa da Patrick Crane, presso Elio Caffè, di Elio Bartolotta: mi sono confrontata con americani diventati da poco italiani e italiani di vecchia emigrazione che in comune hanno un forte amore per l’Italia: ascolto, confronto e azione sono sempre le parole chiavi del mio agire politico”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guido Pinzani: La Via della Scultura

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Qingdao, China 23-11-2018 / 24-12-2018 Qingdao Sculpture Art Museum. “La via della scultura” è il titolo della mostra inaugurata il 24 novembre 2018 in Cina, presso il Qingdao Sculpture Art Museum. Qui fino al 23 dicembre saranno esposte le opere di sei importanti scultori italiani, tutti membri dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze. Tra questi il “nostro” Guido Pinzani. La mostra, che costituisce un capitolo importante del progetto espositivo “Europe”, teso a far conoscere in Cina l’arte europea moderna e contemporanea, ha visto la sinergia di due istituzioni, l’Accademia nazionale cinese di scultura, diretta emanazione del ministero della Cultura nonché la più prestigiosa associazione di scultori cinesi, e l’antichissima Accademia fiorentina delle arti del disegno, fondata nel 1563 dal granduca Cosimo I de’ Medici su impulso di Giorgio Vasari. Si tratta di un evento di rilievo per la città di Qingdao, tra le più vivaci e ricettive culturalmente della Cina, che per la presenza dell’accademia e del grande museo si candida a polo internazionale di scultura.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: S.E.X., Sigma, Epsilon and X.

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Roma da martedì 11 a domenica 16 dicembre 2018 via Giulia 19-21 all’OFF/OFF Theatre è la volta di S.E.X., Sigma, Epsilon and X., lo spettacolo scritto e diretto da Salvo Valentino, in scena con il giovane Pietro Cucuzza. I personaggi raccontano di corpi in vendita e incontri sessuali che dalla rete prendono forma sempre più spesso nella vita reale. Un thriller teatrale dalle sfumature arcobaleno, poiché al centro della piéce c’è l’omicidio di un certo Leandro Dresner, trovato ucciso con 23 coltellate e attorno cui ruota tutta la rappresentazione scritta da Salvo Valentino.
Sigma (Pietro Cucuzza) vende il suo corpo a uomini e donne, senza differenza alcuna. Epsilon (Salvo Valentino) è un ispettore di polizia in incognito, chiamato ad investigare sul misterioso caso Dresner. I protagonisti, in una scena grigia ed essenziale, si avvicendano in sette serrate sequenze, in quella che viene chiamata “scatola dei desideri”, in cui si svolgono gli appuntamenti con il destino. Ma su di loro incombe l’inquietante presenza di X.“Sigma Epsilon and X è un’opera che nasce dopo mesi di lavoro e riflessioni – spiega l’autore Salvo Valentino – sull’onda di una necessità emotiva, di un’urgenza di comunicazione, sul bisogno di crescita professionale ma anche umana. In una indagine poliziesca è nascosta, come in una scatola cinese, in un continuo rimando di verità e finzioni, la ricerca psicologica di due uomini così lontani caratterialmente e anche anagraficamente, ma paradossalmente tanto vicini da cambiare per sempre le loro vite”.
Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ –Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Scuola: Reclutamento, verso 200 mila precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Secondo il presidente nazionale Anief occorrono interventi urgenti, altrimenti a breve l’eccesso di supplenze rischierà di compromettere la regolarità del nostro sistema scolastico e l’Europa sarà sempre più lontana: basta ricordare che più di 60 mila cattedre sono andate deserte, nonostante il numero dei docenti abilitati sia quattro volte superiore, mentre quasi il doppio viene dato in supplenza. Pertanto, secondo il sindacalista per sconfiggere la precarietà bisogna da subito sbloccare il doppio canale di reclutamento ed estenderlo alle graduatorie d’istituto, confermando nei ruoli chi è stato assunto con riserva a partire dai quasi 10 mila maestri con diploma magistrale. I nuovi concorsi straordinari o ordinari non sono la soluzione al problema. Al Senato, Anief ripresenterà gli emendamenti al nuovo testo del disegno di legge di Stabilità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il lavoro c’è: ecco i profili più richiesti

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

La crescita degli annunci web per le professioni ICT continua ed emergono profili nuovi. Sono 64.000 gli annunci pubblicati in rete nel 2017, numero più che raddoppiato negli ultimi 4 anni, registrando un incremento del +7% rispetto al 2016. E le stime per il triennio 2018-2020 sono ulteriormente ottimistiche: fino a 88.000 nuovi posti di lavoro specializzati in ICT.Con una crescita del 19% sull’anno precedente e una quota di annunci sul web di 49%, gli Sviluppatori guidano la classifica dei ruoli più ricercati, seguiti dai consulenti ICT, richiesti in un annuncio su 6. Cresce progressivamente anche la quota delle nuove professioni connaturate alla trasformazione digitale quali il Service Development Manager, il Big Data Specialist e il Cyber security Officer.A livello territoriale, il maggiore incremento si concentra nel Nord-Ovest (soprattutto in Lombardia) con una quota della domanda pari al 48% del totale Italia; in quest’area i livelli di richiesta per i Big Data Specialist e i Service Development Manager raggiungono il 60%. Insieme all’ICT, è il settore Servizi ad avere la quota maggiore (20%) della domanda di professionisti per la trasformazione digitale: i più richiesti sono l’ICT Operation Manager (56%), il Digital Media Specialist (53%) e l’ICT Consultant (45%).
Anche le retribuzioni 2017 dei profili IT sono in crescita: nelle aziende di informatica ed elettronica i Quadri registrano +4,3% e i Dirigenti +6,0%. Nelle aziende di Consulenza e Servizi ICT crescono le retribuzioni degli Impiegati +2,5%, dei Dirigenti (+1,9%) e dei Quadri +1,8%.Il gap tra domanda e offerta di specialisti ICT conferma che occorre agire al più presto se si vogliono cogliere tutte le potenzialità del nuovo mercato del lavoro digitale.
Le stime dell’Osservatorio, disegnate su uno scenario più conservativo ed uno più espansivo, mostrano per il 2018 un fabbisogno di laureati per le aziende che oscilla fra i 12.800 e i 20.500, mentre l’Università dovrebbe laurearne poco più di 8.500: un gap che arriva dunque al 58%. Opposta la situazione per i Diplomati: il fabbisogno oscillerà fra i 7.900 e i 12.600, con un surplus che oscillerà fra i 3.400 e gli 8.100 (27%).I laureati ICT dunque crescono ma troppo lentamente: nel 2017 toccano le 7.700 unità, in lievissima crescita rispetto al 2016, ma sono calati gli specialisti in Informatica e Ingegneria Informatica (INFO), pari a 4.460. Si attenua la tendenza dei laureati triennali INFO a terminare gli studi dopo la laurea triennale (+3% da +10% nel 2016) mentre continua l’incremento nelle immatricolazioni anche se in misura ridotta (+3,5% contro il +9% nel 2016) e con percentuali di abbandono che restano elevate (si laurea solo il 40% degli immatricolati nelle triennali, come nel 2016). La tendenza alla crescita delle immatricolazioni in Area ICT non è uniforme: Nord-Ovest, Nord-Est e Sud crescono al ritmo del 6%, le Isole addirittura +13%, diminuisce il Centro (-9,2%). In termini di genere resta molto bassa la quota femminile: circa il 19% contro il 53% nella media di tutti i corsi.
La rilevanza delle skill digitali è misurata dal Digital Skill Rate, ovvero il grado di pervasività delle competenze digitali all’interno di una singola professione: in media 48% per le professioni ICT e 14% per le professioni non ICT. Il Digital Skill Rate varia tra il 30% e il 51% per quasi tutte le professioni ICT e supera il 51% per Database Administrator, Developer, Systems Analyst e Technical e Network Specialist. Passando alle Soft Skill, esse diventano più pervasive in tutte le professioni: in media per le professioni ICT il soft skill rate si attesta al 28%, mentre è pari al 35% per le professioni non ICT. Le punte di maggiore rilevanza delle soft skill (tra il 38% e il 51%) si rilevano per ICT Operations Manager, Account Manager, ICT Consultant, Project Manager, Cyber security Officer e Business Analyst.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cena dell’Antica Roma 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Domenica 16 dicembre 2018, alle ore 20.00, presso il ristorante del Simon Hotel (via Calvi, 9) a Pomezia, in occasione del Solstizio d’Inverno, avrà luogo la tradizionale “Cena dell’Antica Roma”. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Culturale Tyrrhenum e dal Gruppo Storico Lavinium, è giunta alla sua XXIII edizione, a testimonianza del successo che riscuote tra i tanti partecipanti. L’evento prevede una serata conviviale, con un menù della Roma Imperiale, ripreso direttamente dalle celebri ricette di Marco Gavio Apicio. Quest’anno la scelta delle diverse portate prevede: Gustatio: Formaggio dei Fasti e Uova agrodolci; Prima Mensa: Lasagna ricca; Caput Cenae: Maiale al ginepro, Piselli alla moda di Vitellio; Secundae Mensae: Encytum, il Dolce di Ramses; Commissatio: Pane di Farro, Vino al miele, Vino, Acqua, Orzo. Oltre ai personaggi in costume antico che si aggireranno per la sala, a ricordare il periodo di massimo fulgore della nostra civiltà, non mancheranno celebri letture, dispense sull’evento da portare a casa, momenti dedicati agli antichi riti, ricostruzioni di musiche romane, il momento del dono rituale, delle relazioni tenute dagli esperti presenti e tante altre sorprese ancora. L’intento della manifestazione è quello che anima l’associazione fin dalla sua nascita 27 anni fa, riscoprire e valorizzare le nostre radici per avere un futuro migliore e consapevole. Per ulteriori informazioni e per partecipare (è necessario prenotarsi per tempo), bisogna contattare i dirigenti presentandosi presso la sede dell’Ass. Tyrrhenum, in via Turati 12 a Pomezia (aperta il lunedì e il mercoledì dalle ore 17.00 alle 19.00), o presso la sede del Gruppo Storico Lavinium, sita al Centro Commerciale “Sedici Pini”, piano – 1 (aperta il giovedì e il venerdì dalle 17.00 alle 19.00).

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Paolo Paschetta nuovo Country Head per l’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Pictet Asset Management (PAM) – la divisione di asset management del Gruppo Pictet – annuncia la nomina di Paolo Paschetta quale nuovo Country Head per l’Italia. Paolo Paschetta, attualmente Direttore Commerciale per Italia e Grecia, nel nuovo ruolo riporterà funzionalmente a Luca Di Patrizi – basato a Ginevra e Responsabile Globale per il canale distributivo Retail e Wholesale – e guiderà il team italiano, formato da 28 professionisti, per l’ulteriore sviluppo delle attività di PAM in Italia. Paolo, subentra a Manuel Noia, che ha deciso di lasciare il Gruppo per nuovi progetti professionali.Paschetta, entrato in PAM nel 2005 con il ruolo di Sales Manager, ha brillantemente contribuito al positivo sviluppo del business Retail e Wholsale in Italia, tanto da essere promosso nel 2015 a Direttore Commerciale. Grazie alle capacità dimostrate e ai risultati ottenuti, Paschetta è ritenuto la figura ideale, anche in ottica di naturale continuità interna, per assumere l’incarico di Country Head, coerentemente con gli importanti obiettivi del Gruppo.Pictet Asset Management, con uffici a Milano dal 1999, è ad oggi uno dei principali gestori esteri operanti in Italia con oltre 80 fondi autorizzati al collocamento, 26 Miliardi di Euro di masse in gestione ed una raccolta netta di circa 1,6 Miliardi di Euro[2] da inizio anno, risultati eccellenti ed in controtendenza, se si considera il difficile anno per l’industria del risparmio gestito nel suo complesso, che ha visto in Italia, per la prima volta dal 2012, questi ultimi mesi contraddistinti da importanti deflussi netti.
Laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi, Paolo Paschetta ha maturato in oltre venti anni di attività provate capacità volte allo sviluppo e gestione del business di primarie realtà dell’industria finanziaria internazionale. Dopo alcune iniziali esperienze in ambito di consulenza strategica prima presso Gorham & Partners a Londra e poi in Arthur Andersen Corporate Finance, entra, come Equity Sales, nel team di Investment Banking di UBS Warburg a Zurigo. Dal 2000 partecipa al lancio e successivo sviluppo della rete di distribuzione italiana di Clerical Medical Investment Group (parte del gruppo Halifax Bank of Scotland), fino poi ad arrivare nel 2005 in PAM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impegno dell’Università Europea di Roma nella ricerca storica

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Continua l’impegno dell’Università Europea di Roma nella ricerca storica. Recentemente sono stati pubblicati i volumi “Il nemico indomabile. Roma contro i Germani” (Laterza) di Umberto Roberto, Coordinatore del Corso di Scienze della Formazione Primaria e “I crociati in Terrasanta. Una nuova storia (1095-1291)” (Carocci), di Luigi Russo, Vice-Coordinatore dello stesso Corso.Il libro del Prof. Umberto Roberto affronta il tema della lotta tra Roma e i Germani, sfida epica per la sopravvivenza. Una questione antica che segna una frattura nel cuore dell’Europa attraverso i secoli e che ha dato vita a un mito potente: quello dei Germani ribelli e indomabili, tenaci custodi della loro libertà, capaci di umiliare uno degli imperi più potenti della storia, ostili a una piena integrazione nella civiltà latina. Un mito che evoca una frattura nel cuore dell’Europa, un dissidio che attraversa tutta la nostra storia fino a oggi.Il libro del Prof. Luigi Russo ha inteso slegare la storia del movimento crociato dalla classica elencazione d’impianto manualistico che sulla base di una vecchia tradizione storiografica individua una serie di spedizioni come “ufficiali” mentre relega al contempo altre (pur importanti) in secondo piano. Lo scopo dell’autore è stato quello di trasmettere ai lettori una visione più ampia e complessa di una storia che interessò i più importanti personaggi dei secoli centrali dell’età medievale, da Federico II a Luigi IX di Francia, da Francesco d’Assisi al condottiero curdo Saladino, una storia ‘plurale’ delle vicende che portarono nei secoli XII-XIII all’insediamento in Medioriente dei crociati e che meritava di essere del tutto ripensata.L’Università Europea di Roma, con le pubblicazioni dei suoi docenti di Scienze della Formazione Primaria, vuole continuare l’impegno nella ricerca,per confermare l’importanza della Storia in un momento in cui questa disciplina sembra interessare un numero sempre più ristretto di studenti.Nell’ultimo decennio, infatti, solo il 3% in media ha optato per la traccia storica all’esame di maturità. Secondo il Prof. Luigi Russo “si tratta di una spia della crescente inadeguatezza dell’insegnamento della disciplina storica nella Scuola Primaria e Secondaria. Gli storici di professione non sono esenti da colpe, visto lo scarso interesse che alcuni di loro hanno dimostrato per la didattica della Storia, disciplina percepita come secondaria o scarsamente degna di attenzione”.“Proprio per questo motivo – aggiunge il Prof. Umberto Roberto – è urgente che gli studiosi di professione si impegnino con rinnovata energia nel campo della divulgazione storica e nella didattica dell’insegnamento, non disinteressandosi delle dinamiche e dei cambiamenti spesso radicali a cui è andato incontro in questi anni il mondo della Scuola”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giudizio positivo sulla School of Management del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Per il decimo anno il Financial Times conferma il giudizio positivo sulla School of Management del Politecnico di Milano, che tiene bene il confronto con le maggiori business school europee. La Scuola infatti compare tra le prime 50 (42esimo posto) all’interno dell’FT European ranking 2018, che anche quest’anno ha valutato 95 realtà eccellenti. In particolare, figura tra le prime 5 che appartengono a Università “tecniche”, con uno specifico focus su ingegneria e tecnologia.La School of Management del Politecnico continua dunque a distinguersi nel panorama europeo per ben cinque linee di prodotto, che vanno dai “tradizionali” ma non per questo meno richiesti MBA full time ed EMBA, al Master of Science in Ingegneria gestionale, a una sempre più ampia e innovativa offerta specifica per manager, professionisti e aziende.
Ogni anno infatti il prestigioso quotidiano finanziario londinese redige la classifica dei migliori master MBA, degli executive MBA, dei master in management, dei corsi a catalogo e di quelli su commessa. I parametri che determinano il posizionamento in graduatoria sono numerosi, tra cui l’opinione che gli stessi diplomati danno dei docenti e del prodotto formativo, la retribuzione o l’avanzamento di carriera che si raggiungono dopo avere frequentato il master e l’esposizione internazionale della Scuola.Presente nei ranking internazionali dal 2009, anche quest’anno la School of Management del Politecnico di Milano rientra tra le eccellenze con un buon numero di prodotti:
· Master Full Time MBA
· Master Executive MBA
· Master of Science in Ingegneria Gestionale
· Programmi Executive ‘su misura’ per le imprese
· Programmi Executive Open per manager e professionisti
La SoM è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, che è la business school dell’Ateneo milanese. “Essere considerati ancora una volta da FT tra le migliori realtà europee ci conferma nella validità delle nostre scelte ed è premiante non solo per noi, ma per gli studenti e per le imprese nostre clienti, che continuano ad apprezzare l’ampiezza, lo sviluppo e la qualità della nostra attività formativa”, commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Dean di MIP.“La nostra è un’offerta completa e valida a tutto tondo – proseguono – come dimostra il fatto che siamo ben posizionati in questo ranking con corsi e master che si rivolgono sia a executive e professionisti che a neolaureati, che ad aziende. Inoltre, tra i criteri di valutazione rientrano le possibilità di carriera di chi esce dai nostri corsi, la buona opinione dei diplomati sui docenti e i prodotti e l’internazionalizzazione della Scuola, tutti aspetti che ci stanno particolarmente a cuore e su cui abbiamo costruito la nostra proposta”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calo di produzione di olio extravergine italiano

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

“Per l’evo italiano il 2018 è stato un anno nero e l’incubo peggiore potrebbe finire sulle tavole degli italiani. Secondo i dati di Coldiretti, si registra un calo del 65%, dovuto alle avverse condizioni climatiche che hanno messo a repentaglio il raccolto. A farne le conseguenze sono anche i consumatori. La minaccia sarebbe rappresentata da olio extra-comunitario, venduto a prezzi troppo bassi, realizzati con olive non italiane e di qualità inferiore. Ciò di per sé rappresenta una minaccia al Made in Italy che è opportuno bloccare facendo attenzione alle etichette”.A parlare è Savino Muraglia, produttore di olio da cinque generazioni nel frantoio di famiglia, e presidente di Coldiretti Puglia, che a proposito del calo di produzione chiarisce: “L’anno scorso su 500.000 Tonnellate di evo prodotto, 200.000 erano prodotte in Puglia, seguita da Calabria e Sicilia. Si spera che l’anno prossimo sia migliore, ma il gelo di quest’anno ha causato gravi danni a diverse piante, soprattutto in Puglia, nel barese. Questo comporta che anche il raccolto dei prossimi tre anni potrebbe essere minacciato”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nel 2019, occhi puntati sugli scambi commerciali”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

A cura di William Davies, Responsabile azionario globale, EMEA di Columbia Threadneedle Investments. In quello che si è rivelato un 2018 deludente, i listini azionari hanno registrato un calo significativo. Nonostante la crescita degli utili abbia superato il 20% negli Stati Uniti (e circa il 10% nel resto del mondo sviluppato), il mercato azionario statunitense è rimasto essenzialmente piatto, mentre gli altri mercati sviluppati hanno perso il 10% circa in termini di dollari USA, annullando così la solida performance del 2017.Perché? Per il timore di diverse cose: una vera e propria guerra commerciale, l’aumento dei rendimenti, una decelerazione della Cina e l’acuirsi dei rischi geopolitici, comprese criticità locali quali la Brexit e il braccio di ferro sul bilancio italiano. La combinazione di tutti questi fattori ha destabilizzato i mercati e causato una flessione delle azioni.Se queste previsioni dovessero realizzarsi in tutto o in parte, le nostre aspettative di crescita per il 2019-20 sarebbero messe in discussione, e ciò a sua volta potrebbe suggerire che ci troviamo alla fine del ciclo, cosa che sarebbe confermata dalla correzione azionaria. Ma tutto questo fa sorgere una domanda fondamentale: precisamente cosa riteniamo che accadrà nel 2019?Gli scambi commerciali sono il principale dei nostri timori e sono il filo conduttore che lega tutti gli altri. Se l’attuale situazione di stallo dovesse risolversi, le prospettive più generali migliorerebbero, e viceversa. Nella peggiore delle ipotesi i dazi continueranno ad aumentare e a gravare su un numero crescente di merci. I mercati scontano certamente uno scenario alquanto sfavorevole.
Ma questo accadrà davvero? Con un personaggio talmente imprevedibile alla Casa Bianca, fare previsioni è una battaglia persa in partenza. Tuttavia, in passato il Presidente Trump ha affermato di preferire una situazione caratterizzata da dazi limitati o nulli, ma ha scelto la strada delle minacce al fine di ottenere accordi vantaggiosi per gli USA, e alla fine è stato di parola. Ciò nonostante, proprio com’è avvenuto per il North American Free Trade Agreement 2.0 (l’USMCA, siglato in extremis da USA, Messico e Canada in un momento in cui ogni accordo sembrava improbabile), una risoluzione analoga con la Cina e altre nazioni appare decisamente possibile.Siamo consapevoli che a fine 2020 si terranno le elezioni presidenziali statunitensi, e Trump non vorrà rischiare un brusco rallentamento dell’economia o una recessione con l’approssimarsi del ciclo elettorale. Ciò non significa che Trump debba appianare le tensioni commerciali immediatamente, ma dovrà probabilmente assicurarsi che la situazione non si deteriori nel corso del 2019.Nel nostro scenario di riferimento l’esito più sfavorevole dal punto di vista commerciale è poco probabile e una rapida via di risoluzione è possibile, benché sia difficile stabilire i tempi.
Quest’anno i rendimenti obbligazionari statunitensi hanno superato la soglia del 3% e il timore è che nel 2019 si registreranno ulteriori aumenti. Le misure di stimolo fiscale approvate negli Stati Uniti a fine 2017 e implementate quest’anno, in una fase del ciclo che non richiedeva impulsi ulteriori, suggerirebbero che i rendimenti potrebbero salire ancora.Ciò dovrebbe avere un effetto inflazionistico, soprattutto se abbinato a un tasso di disoccupazione statunitense ai minimi da 49 anni, che potrebbe causare richieste di aumenti salariali e maggiore inflazione (indicazioni di salari in aumento sono ben evidenti negli USA e in Giappone). Tutti gli altri timori concorrono tuttavia a causare un rallentamento, unitamente a problemi strutturali quali l’invecchiamento demografico, la tecnologia e l’innovazione dirompente, ragion per cui i rendimenti non sono andati nella direzione che ci aspettavamo.
Le frizioni commerciali hanno causato rallentamenti in alcune aree dei consumi cinesi, ma la crescita rimane ancora ragionevolmente vigorosa. Il governo cinese ha fornito un certo grado di stimolo fiscale, anche se più con l’obiettivo di sostenere l’economia che di darle un impulso significativo. Se la questione commerciale dovesse risolversi, potremmo aspettarci l’adozione di nuove misure restrittive in Cina o quantomeno una rimozione dello stimolo. Se invece il braccio di ferro dovesse protrarsi, possiamo aspettarci che le politiche accomodanti a sostegno dell’economia continueranno. Riteniamo tuttavia che, nonostante l’impatto esercitato, al momento le politiche protezionistiche non stiano destabilizzando in misura significativa l’economia globale.Ad averne risentito nel corso dell’anno sono stati soprattutto i mercati emergenti. La ragione risiede in parte nella forza del dollaro statunitense, che dovrebbe tuttavia diminuire una volta svanito l’effetto dello stimolo fiscale di Trump, con conseguenze favorevoli per le azioni dei mercati emergenti in futuro.
Al momento attuale diversi paesi sono guidati leader assertivi e carismatici: Trump, Vladimir Putin, Xi Jinping e persino Shinzo Abe, che sembra mostrare tendenze più nazionaliste. Quando leader carismatici ricorrono alle minacce per raggiungere i propri obiettivi le tensioni inevitabilmente aumentano, ed è naturale che i premi al rischio azionario aumentino di conseguenza. In Europa continuano a ribollire due questioni in particolare che potrebbero destabilizzare i mercati, seppur in misura minore rispetto a una guerra commerciale globale. In Italia la battaglia sulla legge di bilancio potrebbe inasprirsi, seppur inutilmente, in quanto riteniamo che i margini rivendicati dal governo italiano e dalla Commissione Europea siano minimi. La questione Brexit invece è sempre più intricata: vi sono parecchi esiti possibili e altrettanti modi di ottenerli. In tutta onestà però non siamo in presenza di un problema globale, ma di un grattacapo per il Regno Unito e di un contrattempo per l’Europa. Tuttavia, le conseguenze a livello locale rischiano di essere deleterie.
Considerando tutti i fattori citati, il tema comune che terremo d’occhio più da vicino nel 2019 è il commercio. Riteniamo che un miglioramento in quest’ambito costituirebbe uno sviluppo estremamente favorevole per i mercati azionari; per contro, questi ultimi risentirebbero di un eventuale deterioramento dei rapporti commerciali, e lo scenario globale ne uscirebbe indebolito.Se le diatribe commerciali saranno gestite in modo da evitare lo scenario peggiore, cosa che i leader mondiali hanno il potere di fare, le prospettive per il 2019 potrebbero risultare più favorevoli, con conseguenti risultati positivi nei mercati azionari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale: i consigli della SIPPS per le festività ‘a misura di bimbo’

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

In occasione delle festività di Natale e Capodanno, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale fornisce ai genitori utili consigli per trascorrere questi giorni ‘a misura di bimbo’, stilando un decalogo per mamme e papà che contiene importanti messaggi educazionali per ciò che riguarda l’alimentazione, il tempo libero e la sicurezza dentro e fuori le mura domestiche.“Il Natale – afferma il Dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS – rappresenta un importante momento da trascorrere in famiglia, cercando di vivere momenti di gioia e serenità. La salute dei nostri figli è importante, sia quella fisica sia quella legata al benessere psico-emotivo. Durante questi giorni di vacanza, allo svago, al gioco e alla distrazione i bambini dovrebbero dedicare il proprio tempo anche ad attività che spesso tralasciano: il riposo, ad esempio, è fondamentale per i più piccoli, così come si dovrebbe evitare di esporli a dannosi stimoli sonori. L’auspicio è che le festività natalizie, oltra a lasciare un bel ricordo, siano vissute all’insegna della serenità e del recupero di tanti valori che oggi sembrano persi ma dei quali la nostra società ha davvero bisogno, anche per guardare al nuovo anno con la maggior fiducia possibile”. Questo il decalogo della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale:
· Insegnare ai bambini il rispetto degli altri e dare loro esempio attraverso un gesto di solidarietà può essere un modo semplice ed efficace per trasmettere loro il significato più profondo di questi giorni di vacanza. Il Natale dovrebbe infatti essere la festa della condivisione e della fratellanza.
· Mai discutere di fronte ai propri bambini. Lo stato d’animo dei genitori si ripercuote, inevitabilmente, su tutta la famiglia e spesso le festività natalizie si trasformano in un pretesto per dare sfogo a conflitti e tensioni spesso sopite. Le vacanze diventino, dunque, un momento di convivialità e di unione.
· Leggere sempre con attenzione le etichette degli alimenti: è una buona abitudine da trasmettere ai propri figli per renderli consapevoli di cosa stanno mangiando. Da non trascurare, ovviamente, le etichette e il foglietto illustrativo dei farmaci: rivolgersi sempre al pediatra per il loro corretto utilizzo e in caso di dubbi.
· Dare alla frutta un ruolo di primo piano sulle tavole imbandite. Arance, mandarini, mele, pere, melograni, ad esempio, apportano sempre un tocco di colore e allegria e, pur rispettando le tradizioni di ogni Regione, non bisogna far mancare ai bimbi un giusto apporto di fibre, vitamine e sali minerali.
· Evitare assolutamente gli eccessi alimentari. Ogni anno i Pronto Soccorso registrano casi di bimbi ‘intossicati’ a causa delle abbuffate natalizie.
· Diversificare il più possibile le attività. Inoltre, i bambini che vanno a scuola, dovrebbero fare i compiti un po’ alla volta per renderli meno pesanti.
· Non fate diventare i piccoli schiavi della tecnologia: davanti a cartoni animati, computer e videogiochi, i bambini si incantano, senza poi contare quelli che ormai hanno sempre lo smartphone in mano. Portate i vostri figli almeno un paio d’ore all’aria aperta o invitate a casa i loro amici.
· Trovare una via di mezzo tra la monotonia e i sovraccarichi di ogni genere. Passati i 15-18 mesi qualche trasgressione può essere concessa, ma l’organismo del bambino necessita di regolarità.
· Comprare giocattoli a norma e dunque certificati dal marchio CE, puntando al loro corretto utilizzo. La sicurezza riguarda poi anche lo sport: bisogna rispettare le norme basilari (comportamentali, gradualità, eventuale appoggio a un istruttore) fare uso di opportune dotazioni protettive, oltre ad alcune abitudini, come quella dei fuochi di Capodanno, purtroppo funestate da incidenti ogni 31 dicembre.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

X anniversario della Convenzione sulle Munizioni Cluster

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

La nona edizione del Worldwide Investments in Cluster Munitions Report viene lanciata in occasione del X anniversario dell’apertura alla firma, avvenuta ad Oslo il 3 dicembre 2008, della Convenzione sulle Munizioni Cluster (CCM) che mette al bando queste armi indiscriminate. La messa al bando delle munizioni cluster ha giocato un ruolo fondamentale nella riduzione degli investimenti in questi ordigni. Secondo il Report lanciato oggi infatti il livello internazionale di investimenti finanziari in bombe cluster, rispetto all’anno 2017, è diminuito da 31 miliardi di dollari americani a 9 miliardi, presentando una riduzione pari al 344%.La riduzione vertiginosa è dovuta in parte anche al fermo della produzione e nell’invio di munizioni cluster da parte di due aziende produttrici basate negli Stati Uniti: Textron ed Orbital ATK. Secondo il Report la maggior parte degli istituti che investono nella produzione degli ordigni banditi dalla CCM sono situate in paesi che ancora non hanno firmato la Convenzione di messa al bando.Per il Worldwide Investment in Cluster Munitions Report ci sono 88 istituti finanziari che nel complesso investono circa un totale di 9 miliardi di dollari americani in 7 aziende produttrici di munizioni cluster. Si tratta circa della metà di investitori riportati nel 2017, quando il report ne dichiarava 151.Il Report evidenzia come oltre alla diminuzione di investimenti, sia aumentato il numero delle istituzioni finanziarie che esplicitamente escludono dai propri investimenti i produttori di munizioni cluster, secondo i dati presenti nel Report infatti si è passati dalle 84 istituzioni finanziarie nel 2017 alle 110 del 2018.
Si registra un aumento anche dei paesi che ritengono che investire nella produzione di munizioni cluster sia proibito dalla Convenzione di messa il bando, portando da 38 a 46 i paesi che considerano questo tipo di investimento una forma di assistenza alla produzione, la cui proibizione è chiaramente espressa dalla CCM. All’interno del Report viene dedicata particolare attenzione alle seguenti sette aziende produttrici di munizioni cluster presenti in 4 paesi: China Aerospace Science and Industry (Cina); Norinco (Cina); Hanwha (Corea del Sud); Poongsan (Corea del Sud); LigNex1(Corea del Sud); Avibras (Brasile); Bharat Dynamics Limited (India).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Orsi trattori agricoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

di Matteo Vitozzi. Il volume tratta la storia dei trattori agricoli prodotti dalla ditta Orsi dal 1931 al 1964.Sebbene l’azienda producesse molte altre tipologie di macchine agricole, alcune delle quali storicamente molto note come la trebbiatrice della Battaglia del Grano, si è scelto consapevolmente di limitarsi ai trattori agricoli costruiti nell’arco di un trentennio.Si descrivono sia i modelli ruotati che cingolati, Diesel e Testacalda, presentati in ordine cronologico in base alle iscrizioni presso l’U.M.A. (Utenti Motori Agricoli).Ogni modello è completato da una scheda tecnica con dimensioni, pesi, motorizzazioni e misure degli pneumatici nei trattori ruotati e dei pattini nei trattori cingolati.I dati sono stati rilevati dalle carte di circolazione, dal materiale aziendale e con rilevazioni dirette da parte dell’Autore su mezzi giunti integri ai giorni nostri, come anche i codici RAL delle vernici. Ogni scheda è illustrata da foto descrittive che permetteranno a collezionisti e tecnici di avere a disposizione una documentazione accurata per il restauro e la catalogazione dei mezzi.€ 18,00 – 2018 Edagricole di New Business Media srl Pagine 128 – formato 20 x 22,5 cm http://www.edagricole.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Steven Spielberg: Immagini dal futuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Roma domenica 16 dicembre 2018 ore 18 Teatro Palladium Fondazione Roma Tre Piazza Bartolomeo Romano, 8 show conference di Patrizia Genovesi. “Sogno per vivere”: da questo aforisma di Steven Spielberg, maestro del cinema creatore di immagini memorabili che si sono impresse nel corso dei suoi 50 anni di carriera nel nostro subconscio collettivo, la speaker e docente Patrizia Genovesi ha costruito un itinerario multimediale sulla sua vita, opere ed idee che svilupperà in forma di autentico “show-conference” domenica 16 dicembre alle ore 18 al Teatro Palladium di Roma.
Steven Spielberg, immagini dal futuro è dedicato in particolar modo al suo percorso tecnico, alla sua vicenda personale e artistica, alla sua tecnica rivoluzionaria, al suo grande talento come sceneggiatore e regista. Dai valori espressi attraverso un linguaggio inconfondibile, ma in ogni opera sorprendente, allo stile fotografico e all’uso innovativo della luce e del colore, molteplici saranno i temi trattati attraverso il racconto di opere, tra cui A.I., Lincoln, Schindler’s List, Salvate il Soldato Ryan, Minority Report e molti altri.
Il confronto tra Scienza e Fantascienza, Predestinazione e Libertà, Fantastico e Sogno, ma anche l’atto creativo, l’osare avventuroso e il rischio: tutti frammenti di una biografia unica nel suo genere che Patrizia Genovesi, attiva da anni in eventi sinergici tra la fotografia ed altri linguaggi di espressione artistica, dipanerà ritmicamente tra vicenda personale del regista, percorso artistico e specifiche produzioni.
Un format “edu-tainment” atto a mescolare lo stile didattico allo spettacolo, rivolto ad un pubblico multigenerazionale, sia esso cresciuto a “pane e Spielberg” sia esso curioso di scoprire i lati più reconditi e appassionanti di un uomo e artista innamorato della vita e della fantasia che da essa scaturisce.
Patrizia Genovesi è conosciuta al grande pubblico per i ritratti fotografici dei vincitori di premi Nobel, pubblicati dalla stessa Nobel Prize nel proprio sito ufficiale, e che hanno fatto il giro del mondo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Insetti e grilli nel menu delle feste?

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Cibo buono e di qualità. È questo binomio che da sempre rappresenta l’Italia a tavola, con la sua inconfondibile cucina ricca di varietà e tradizioni gastronomiche regionali che hanno saputo, e sanno tuttora, conquistare i palati più esigenti dovunque nel mondo. E se pasta e pizza non potranno essere mai davvero sostituiti nella nostra alimentazione, gli italiani cominciano tuttavia a confrontarsi anche con il novel food, che porta sulle nostre tavole nuovi alimenti, tra cui insetti e aracnidi come cavallette, grilli, coleotteri, bruchi e scorpioni.Gli insetti, ad esempio, sono alimenti ecosostenibili e ricchi di proteine e sono sempre più considerati come il vero cibo del futuro. Ma se al posto del tradizionale cappone natalizio, e dell’immancabile duo lenticchie-cotechino della notte di San Silvestro, gli italiani trovassero un menu a base di insetti? Rentokil Initial, azienda leader mondiale in disinfestazione e derattizzazione e in servizi per l’igiene, ha commissionato una ricerca a Doxa proprio per indagare il sentimento degli italiani rispetto all’entomofagia.Dall’indagine è emerso che oltre il 40% degli italiani ritiene che gli insetti possano essere uno dei cibi del futuro e sono in particolare i giovani tra i 18 e i 34 anni a dimostrare maggiore apertura (49%) contro il 63% degli over 55 che pensa che gli insetti non saranno mai accettati come alimenti in Italia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »