Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 7 dicembre 2018

Paolo Mezzadri: Il Gioco è il Tempo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Cortona (Ar) Inaugurazione sabato 8 dicembre 2018 ore 12.00 (8 dicembre 2018 – 10 gennaio 2019) Auditorium Sant’Agostino via guelfa 40. Giocare, forma assoluta e silenziosa di infinita creatività. Riscoprire il gioco “da adulti”, condividendo gesti fanciulli senza paura e senza timore. Abbandonarsi al gioco per ritrovare spirito ed attimi. Costruire senza nessun bisogno, senza schemi e regole. Per ricostruire parti di noi e condividere parti di altri. Il Gioco, il Tempo, le lettere e il viaggio. Si articola attraverso questi quattro temi la personale dell’artista Paolo Mezzadri. Quattro punti, quattro linee, quattro spazi, quattro dimensioni aperte e partecipative. Un viaggio tutto da definire poiché il viaggio sono i viaggiatori, coloro che si muoveranno, disegneranno e condivideranno con l’opera dell’artista la propria esperienza emozionale in un percorso ludico e attivo dove lo spazio diverrà territorio di un tempo intimo e personale.Ho iniziato ad usare il ferro per lavoro e non per passione. La passione è arrivata dopo, è arrivata quando per me il ferro era ancora un pezzo, un numero, semplicemente un grande contenitore con un codice, una targhetta e talvolta un ciclo di verniciatura. Spesso mi sono perso guardando pezzi tutti uguali…direi perfetti, anzi conformi, come spesso mi veniva detto. Tanto uguali e tanto perfetti da non avere un’anima. Disegnati per essere usati e non per essere guardati, per essere puliti e non per essere annusati. Il ferro per me profuma di nostalgia e quello arrugginito di storia. Inizio così il mio percorso nato con pezzi di scarto… immaginando e provando… sbagliando tantissimo, forse troppo, ma mai con metodo. (Paolo Mezzadri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The EU can more than halve emissions by 2030 by acting in just three sectors – report

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Katowice, Poland The European Union could reduce its emissions by more than 50% by 2030 compared to 1990 by scaling up climate action in just three sectors: electricity supply, residential buildings and passenger road transport, according to a new analysis released today by the Climate Action Tracker.These three sectors account for around 60% of the EU28’s emissions. The report, “Scaling Up Climate Action: European Union” sets out a pathway for the EU to decarbonise all three sectors by mid-century, which would make its emissions trajectory Paris Agreement-compatible, and create hundreds of thousands of additional jobs, improve health, and reduce expensive energy imports. The report is the second in the CAT’s new series of analyses that identify the most promising sectoral pathways for countries to achieve Paris Agreement 1.5˚C compatibility (1). It clearly shows that the most ambitious emissions reduction pathways presented in the recently published draft of the EU’s long-term climate strategy could not only be achieved, but would also come with significant co-benefits.“Our analysis shows the EU can—and needs to—ratchet up its 2030 target to make it consistent with the Paris Agreement,” said Bill Hare, CEO of Climate Analytics. “Decarbonising electricity is the key to decarbonising the economy. The EU’s first step must be to phase out coal by 2030, and many EU member states are well on the way to achieving this.”By the middle of this year, ten of the 28 EU member states—accounting for 26% of EU coal capacity—had already set 2030 coal phase-out goals. In addition, Germany and Spain, accounting for over 39% of EU coal capacity, are both considering phase out decisions.“Why should the EU increase its action? The IPCC has clearly shown that keeping warming to 1.5˚C will reduce negative climate impacts like the extreme heatwaves, drought and flooding that are already being felt in the region. If the EU weans itself off fossil fuels, it will also reduce air pollution and premature deaths,” said Hare. New EU policies—including the binding target of 32% for the share of renewable energy in overall total energy demand—would lead to a 48% share of renewable energy in electricity generation by 2030: a good step in the right direction, but still not consistent with the Paris Agreement.“The whole of the EU needs to – and can – move faster than best players in the region: Denmark has so far been the frontrunner for scaling up renewable energy and renovating buildings, Norway for electric mobility, and Austria and Czechia for public transport,” said Prof Niklas Höhne, of NewClimate Institute.
The report concludes that the Paris Agreement 1.5oC compatible scenario would create up to 350,000 additional direct jobs between 2020 and 2030 in the electricity sector alone, particularly in wind and solar energy.To decarbonise its passenger road transport sector, the EU needs to increase the share of electric vehicles (or other emissions-free vehicles) in new car sales from today’s 2% to 100% in 2035, apply stringent CO2 emissions intensity standards for new vehicles, and increase public transport to the same kinds of levels as seen in Czechia and Austria.This means that no more internal combustion vehicles should be sold after 2035. Some member states such as Netherlands, UK, France, have adopted phase out targets around this time—others need to follow.“Road transport is responsible for 30% of the EU’s NOx emissions. Decarbonising the transport sector would not only help the EU become Paris Agreement-compatible, it would also significantly decrease the EU’s reliance on energy imports, and help reduce air and noise pollution,” said Yvonne Deng, of Ecofys, a Navigant company.With more than a third of the EU’s emissions coming from the residential buildings sector, the EU must increase both its building renovation rates and efficiency. With full electrification and phasing out fossil fuels for heating and cooling, this could result in an almost complete decarbonisation of the sector. In this sector, too, the whole of the EU needs to go further than the “best in class”—Denmark.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Abbandonare il sistema consumistico per riscoprire il vero valore del cibo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

“Le strategie di alcune corporation mondiali del cibo e un certo tipo di assetto capitalistico hanno prodotto un percorso di omologazione che annulla le differenze e hanno prodotto una massificazione dei consumi snaturando il valore del cibo”. A denunciarlo è Antonio Rosati, presidente di Arsial (Agenzia regionale per lo Sviluppo e Innovazione dell’Agricoltura del Lazio) intervenuto al convegno “Attorno al cibo per costruire dialogo, incontro, confronto e pace” organizzato a Roma in collaborazione con l’associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus.“Per fortuna da un decennio si sta diffondendo una nuova consapevolezza sull’importanza del cibo” aggiunge Rosati. Una tendenza che va aiutata in un modo ben preciso: difendendo il reddito degli agricoltori. “La grande sfida della sostenibilità ambientale passa per gli uomini che stanno materialmente sulle terre. Questo vuol dire consentirgli di vivere. Un discorso che vale per l’Italia ma anche per il resto del mondo. Dobbiamo imparare a mangiare di prossimità, con meno chimica, leggere le etichette, essere soggetti attivi. Scegliere cosa mangiare ogni giorno è un gesto politico che può aiutare a costruire un nuovo ordine sociale”.In tal senso essenziale il ruolo delle istituzioni pubbliche del territorio: “Essenziale fare politiche concrete per la difesa del reddito degli agricoltori, per diffondere i mercati contadini. E poi mano tesa per distribuire terre pubbliche, dando opportunità ai ragazzi per entrare in questa filiera, diffondere nell’opinione pubblica la consapevolezza che la possibilità di un mondo diverso passa per un cibo coltivato e consumato in un modo diverso”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Farmacie: Lettera aperta al Governo sulla Legge di Bilancio

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Riceviamo e rilanciamo: “Egregio Presidente Conte, Onorevoli Ministro Di Maio e Ministro Salvini. In rappresentanza delle società che investono e gestiscono libere farmacie sul territorio italiano, desideriamo esprimere con questa lettera un segnale di allarme.
Il subemendamento alla Legge di Bilancio per il 2019, depositato dall’Onorevole Giorgio Trizzino del Movimento 5 Stelle nella mattinata di lunedì 3 dicembre 2018 costituirebbe un passo indietro fondamentale rispetto all’evoluzione del settore delle libere farmacie creando al contempo una grave incertezza del quadro normativo tale da minare la capacità di stimolare e attrarre investimenti anche in altri settori.Il subemendamento va infatti in direzione opposta rispetto a un trend che, come già successo a livello globale, vede le farmacie evolversi ed arricchirsi (in termini di offerta, di servizi aggiuntivi, di fruibilità e di accesso digitalizzato) sotto la gestione di soggetti specializzati capaci di investire e valorizzare le professionalità che offre il settore al fine di garantire migliori servizi e facilità di accesso ai cittadini, e di raccogliere le nuove sfide proposte dalla stessa Amministrazione Pubblica (si pensi al Piano Nazionale della Cronicità) e rispondere a queste in senso fattuale e concreto.Realtà come le nostre, società italiane e multinazionali, hanno deciso di investire sul tessuto produttivo nazionale creando e mantenendo migliaia di posti di lavoro, ed hanno già messo in campo grandi impegni e forti investimenti, palesemente non tenuti in considerazione dal subemendamento suddetto.Sono oltre 300 le farmacie che rischiano di non essere più sostenute da una società a seguito di questo provvedimento, oltre 1.500 i posti di lavoro che sarebbero in grande rischio, e ammontante a circa 500 milioni di Euro il fatturato aggregato delle aziende del settore che andrebbe irrimediabilmente a contrarsi, con gravi effetti anche sulla contribuzione all’erario”.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eccessivo consumo di zucchero e i relativi rischi per la salute

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Desenzano del Garda, Brescia. Si avvicinano le feste di Natale. Gli esperti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano hanno valutato le abitudini alimentari di 5.400 adulti italiani (58% femmine, 42% maschi) e, in particolare, il consumo di dolciumi. Dallo studio emerge che l’energia introdotta quotidianamente derivata da zuccheri semplici (tra quelli naturalmente presenti negli alimenti e quelli aggiunti in preparazioni e bevande) corrisponde a circa il 20%. Si tratta di un risultato in lieve aumento rispetto alle indagini dell’Osservatorio del 2012 e 2016 e di una percentuale considerevole rispetto alla quantità di riferimento indicata dai LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) che raccomanda una quota inferiore al 15% dell’energia quotidiana proveniente da zuccheri semplici.
Diversi studi internazionali dimostrano che l’innalzamento della glicemia (cioè dello zucchero nel sangue) che generalmente avviene dopo i pasti è collegato a un miglioramento delle prestazioni mentali nelle ore successive. Questi fenomeni si spiegano con l’aumento dei neurotrasmettitori collegati alla memoria, all’apprendimento e all’umore. Al contrario, bassi livelli glicemici sono collegati a un maggior senso di sonnolenza, spossatezza e mancanza di concentrazione.“È importante non rimanere senza zuccheri nel sangue ma, allo stesso tempo, è importante anche non eccedere con le quantità – spiega la dott.ssa Michela Barichella del Comitato scientifico dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano e Presidente di Brain and Malnutrition – in particolare con gli zuccheri semplici e soprattutto quelli aggiunti in bevande e preparazioni.
Infatti, l’energia derivata dagli zuccheri aggiunti secondo l’OMS non dovrebbe superare il 10% dell’energia quotidiana, auspicando un’ulteriore riduzione al 5%. Considerando che un cucchiaino di zucchero contiene circa 5 grammi e apporta 20 kcal, in una dieta media di 2000 kcal giornaliere lo zucchero libero introdotto non dovrebbe superare i 10 cucchiaini (50 grammi per 200 kcal) al giorno, auspicabili la metà.Questa quota è facilmente raggiungibile seguendo l’elenco sottostante che indica la quantità di zucchero contenuta in alcuni alimenti comunemente consumati.
ALIMENTO – QUANTITA’ DI ZUCCHERO – CONTENUTO
Biscotto frollino classico (9g) 2 grammi
Plumcake tradizionale (33g) 10 grammi
Merendina al cioccolato (33g) 12 grammi
Brioches classica, di media grandezza (150g) 15 grammi
Panettone tradizionale (100g) 32 grammi
Pandoro classico (100g) 28 grammi
Cioccolatino con nocciole (15g) 6 grammi
Barretta di cioccolato fondente extra al 70-85% (100g) 24 grammi
Barretta di cioccolato al latte (100g) 52 grammi
Gelato cremoso al cioccolato, vaniglia, etc. (100g) 21 grammi
Cucchiaio di crema di nocciole, cacao e grassi vegetali (15g) 8 grammi
Cucchiaio di marmellata tradizionale (10g)5 grammi
Vasetto di yogurt alla fragola zuccherato (125g) 17 grammi
Vasetto di crema al cioccolato (70g) 21 grammi
Vasetto di crema alla vaniglia (100g) 15 grammi
Bevanda di fermenti lattici alla frutta (100g) 12 grammi

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: “Glaucoma: Apriamo gli occhi sulla malattia”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

E’ ora disponibile in versione e-book, scaricabile gratuitamente.Il glaucoma è stato definito dall’OMS una vera e propria “patologia sociale”, che colpisce in Italia oltre un milione di persone a partire dai 40 anni. Il volume raccoglie il parere degli esperti, le voci dei pazienti, l’impegno delle istituzioni e tocca tutti gli aspetti della patologia, dall’impatto psico-sociale a quello socioeconomico, all’importanza di una corretta informazione.Presentato a Milano il 13 novembre scorso presso la sede del Corriere della Sera, si avvale del contributo di diversi esperti scientifici tra cui medici e ricercatori, esponenti di istituzioni a livello internazionale e nazionale, associazioni di pazienti, persone comuni e un personaggio noto colpito dalla malattia, giornalisti, socio-economisti, istituti di ricerca e università.
Un volume che racchiude testimonianze, opinioni, vissuti e impegno di chi ha avuto a che fare con la patologia, per esperienze personali, professionali o entrambe, con l’obiettivo comune di stimolare il supporto del Governo e dell’assistenza sanitaria a favore dei pazienti affetti da glaucoma, di rendere più efficace la prevenzione, di mettere a frutto la ricerca clinica, di rendere disponibili le cure e, soprattutto, di fornire un’informazione corretta e utile alle persone.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rivoluzionari kit diagnostici per individuare velocemente le malattie

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

ROMA – Il Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) ha recentemente reso noti i risultati relativi all’ultimo bando dei finanziamenti “Consolidator”, considerati tra i più prestigiosi finanziamenti per la ricerca a livello europeo. Il bando ha visto assegnati ben 573 milioni di euro a 291 ricercatori (in media 2 milioni per ogni progetto). Gli italiani premiati, in tutto 35, ottengono ancora una volta un ottimo risultato piazzandosi al secondo posto, superati solo dai tedeschi.Purtroppo soltanto 15 di questi italiani svolgeranno la loro ricerca in Italia. Tra questi c’è Francesco Ricci, professore associato di Chimica Analitica nel Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche dell’Università di Roma Tor Vergata che, con il progetto denominato “PRO-TOOLKITS”, ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni di euro per 5 anni.Il progetto prevede lo svilluppo di sensori rapidi, sensibili e a basso costo per la misura di molecole (definiti “marker” diagnostici), che rilevano la presenza di diverse malattie tra cui tumori e virus. L’idea del progetto è rivoluzionaria e prevede di sviluppare un kit diagnostico basato sull’utilizzo di quelli che il professor Ricci chiama “circuiti genetici” e sfrutta il complesso sistema con cui ogni cellula traduce l’informazione genetica presente nel DNA.
“Ogni gene nel nostro corpo contiene l’informazione necessaria per la sintesi di proteine ed enzimi essenziali alla vita di ogni cellula”, spiega il prof. Ricci.
“Lo scopo del nostro progetto è quello di sintetizzare in laboratorio un “gene” artificiale progettato in modo da riconoscere uno specifico marker diagnostico ed essere attivato soltanto in seguito al legame con esso”. “Tale “gene” sintetico – continua Ricci – verrà immobilizzato su un piccolo chip su cui sarà deposta la goccia di sangue da analizzare”.
“Una volta a contatto con il marker diagnostico il “gene” sintetico sarà attivato portando alla sintesi di una proteina in grado di dare un segnale luminoso, facilmente misurabile e che permetterà di avere informazioni diagnostiche circa la presenza del marker nel campione di sangue.”
Questo è il terzo finanziamento del Consiglio Europeo della Ricerca ottenuto dal prof. Ricci dopo lo “Starting Grant” (1.5 milioni di euro) del 2013 e il “Proof of Concept grant” (150.000 euro) ottenuto nel 2017 ad ulteriore dimostrazione di una ricerca d’eccellenza condotta nell’università italiana che, anche grazie ai fondi europei, riesce ad affermarsi a livello internazionale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emendare l’Articolo 14 della proposta della Commissione Europea per Horizon Europe?

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Bruxelles In vista del voto al Parlamento europeo previsto per la prossima settimana, Science for Democracy, la piattaforma trans-nazionale lanciata dall’Associazione Luca Coscioni, ha contattato i parlamentari europei invitandoli ad emendare l’Articolo 14 della proposta della Commissione Europea per Horizon Europe. Sosteniamo in particolare che la correzione terapeutica della linea germinale vada finanziata in caso di malattie genetiche gravi, e che il finanziamento debba anche essere permesso per attività che intendono crescere embrioni umani, anche con il solo fine della ricerca e per la produzione di cellule staminali.Tra le personalità che hanno aderito all’appello di Science for Democracy anche il premio Nobel per la medicina Sir Richard J. Roberts, biochimico ed esperto di biologia molecolare britannico.Richard Roberts ha ricevuto il premio Nobel nel 1993, insieme a Phillip Sharp, per la scoperta dello splicing dei geni, ovvero la possibilità che i geni siano suddivisi in vari segmenti.
Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, e Marco Perduca, che dirige le attività internazionali dell’Associazione, concordano “Dopo l’annuncio dell’esperimento che ha fatto nascere in Cina due sorelline geneticamente modificate, su questo tema è necessaria un’alternativa sia al proibizionismo sia all’assenza di regole. L’Unione Europea può giocare un ruolo positivo, ed è urgente che lo faccia rimuovendo il divieto ai finanziamenti”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs warn of women’s rights violations, breaches of rule of law and hate speech

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

EU institutions not being effective in protecting rule of law and European values. MEPs denounce the rise of hate speech Council urged to unblock the Dublin Regulation reform Gender violence and discrimination, breaches of rule of law and hate speech were the main areas where fundamental rights were violated in the EU in 2017, MEPs say.In a non-legislative resolution adopted on Monday with 31 votes to 13 and 1 abstention, the Civil Liberties Committee assesses the situation of fundamental rights in the EU in 2017 and denounces violations of women’s rights, rule of law, freedom of speech, minorities’ rights and migration.The text condemns all forms of violence against women and regrets that only 19 EU countries have ratified the Istanbul Convention on combating gender-based violence, urging the rest of them to ratify it “without delay”. MEPs also call on member states and EU institutions to commit and take further measures to tackle violence and discrimination against women.
They support the demonstrations claiming for women’s sexual and reproductive health rights that took place last year across the EU following the retrogressions in this field, as well as the mediatisation of sexual harassment cases through initiatives such as the #MeToo movement. Nonetheless, the resolution voices concern on the prevalence of these women’s rights violations in the EU, and notes the higher vulnerability of disabled and migrant women.The Civil Liberties Committee strongly condemns the “efforts” in some EU countries to weaken the separation of powers and the independence of the judiciary, and denounce the EU institutions’ “ineffectiveness in putting an end to the serious and persistent breaches” of the Union’s values. Impartial, regular assessment on the evolution of rule of law based on objective criteria in all the member states is necessary, MEPs stress.They warn about the threat that corruption poses for democracy, the rule of law and fundamental rights, and calls on member states and EU institutions to accelerate the establishment of the European Public Prosecutor’s Office. MEPs are also concerned about the impact of Brexit on the safeguarding of the freedom of movement and residence for EU citizens living in the UK and UK citizens living in the EU.The text denounces the increasing restrictions to freedom of speech and freedom of assembly in the EU, and highlights the importance of whistleblowing as an element of investigative journalism and press freedom. MEPs express their deep concern over the threats, pressures and risk journalists face in the EU, that have even led them to assassination as in the case of the Maltese journalist Daphne Courana Galizia.
They also underline the need to combat the rising of anti-Semitism and Islamophobia, as well as the persistent discrimination and stigmatisation against LGTBI and intersex people in the EU. MEPs regret that in 2017 “no major improvement” happened concerning integration and fundamental rights of Roma people.The Committee urges the Council to put an end to the current blockage of the Dublin Regulation reform. It also points to violations of migrants and asylum seekers’ rights in some EU countries. MEPs encourage national authorities to support NGOs working in this field and to facilitate the granting of humanitarian visas to those seeking international protection.
Josep-Maria Terricabras (Greens/EFA, ES), rapporteur for the resolution, said: “Although the EU Charter of Fundamental Rights sets out the basic rights that must be respected both by the EU and the member states, we continue to witness breaches and violations of their provisions. The concerns raised in many member states on the issue of the independence of the judiciary, the obstacles and criminalization to the work of the civil society or the backlashes in the field of civil liberties – especially those related with freedom of assembly and freedom of the press – must be urgently addressed”.The resolution will be put to a vote by the full House during the January plenary session, in Strasbourg.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mirko Mantovan alla Galleria Arianna Sartori di Mantova

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Mantova Sabato 8 dicembre ore 17.00 Arianna Sartori Arte & Object Design Via Ippolito Nievo 10 inaugurazione mostra Mirko Mantovan alla presenza dell’artista. Mirko Mantovan nasce a Basilea nel 1966. Comincia a dipingere all’età di dieci anni e sviluppa nel tempo la tecnica pittorica con sensibilità rivelandosi osservatore delle cose e dei paesaggi. Partecipa da allora a concorsi ed eventi ottenendo premi e riconoscimenti. Conta al suo attivo numerose mostre personali e collettive in varie località d’Italia. Sue opere appartengono a collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. Vive e lavora nelle Marche.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso per le scuole primarie e medie di Milano e dei Comuni Nord Ovest di Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Fondazione Triulza, in collaborazione con Arexpo S.pA, Fondazione Human Technopole e Lendlease, promuove il Concorso d’idee “A City in MIND: Immagina la tua Città del Futuro” per stimolare la creatività, la curiosità e la voglia di conoscenza dei ragazzi nell’immaginare gli spazi, le attività, le professioni, la vita, il lavoro e le persone che abiteranno la nuova città che sta nascendo nel sito MIND, l’area che ha ospitato Expo Milano.I promotori dedicano la prima edizione del Concorso alle singole classi o interclassi delle scuole pubbliche e paritarie primarie e secondarie di Milano e dei 16 Comuni del Patto Nord Ovest Milano (Arese, Baranzate, Bollate, Cesate, Cornaredo, Garbagnate Milanese, Lainate, Novate Milanese, Pero, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Rho, Senago, Settimo Milanese, Solaro e Vanzago), comunità dei territori che circondano il sito MIND. Entro il 28 febbraio 2019 le scuole primarie potranno presentare delle creazioni artistiche, mentre le secondarie dei racconti o delle sceneggiature. Oltre alla scrittura si potranno creare anche dei fumetti o utilizzare strumenti multimediali. In palio buoni spesa per i sei elaborati premiati (tre per ogni categoria) per l’acquisto di materiale informatico o multimediale e la partecipazione ad una mostra-raccolta di elaborati e ad una visita guidata al sito. Call scaricabile su http://www.fondazionetriulza.org
Il Concorso è sostenuto da Fondazione UBI Banca Popolare Commercio e Industria ONLUS, Fondazione Fiera Milano e la società partecipata Net srl ed è una dell’iniziative promosse nell’ambito del programma MIND Education che ogni anno coinvolge studenti dalle elementari all’università nella realizzazione di progetti e di idee per il futuro. Cascina Triulza, hub sociale e centro di promozione del progetto, si sta già configurando in un polo per la formazione e la divulgazione delle tematiche legate all’innovazione sociale e allo sviluppo sostenibile, con un focus particolare sui bambini e i giovani. La Social Innovation Academy di Fondazione Triulza in MIND ospita un centro di ricerca internazionale sulla robotica educativa (Stripes Digistus Lab), un polo permanente per la divulgazione finanziaria alle scuole in collaborazione con UBI Banca, un centro di formazione sullo sviluppo dei talenti con Fondazione Enaip Lombardia e un hub per l’internazionalizzazione, l’innovazione e la gestione dell’impatto nelle cooperative e nelle imprese sociali con Cesvip e Irecoop, gli enti di formazione di Legacoop Lombardia e Confcooperative Lombardia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, alunni disabili a quota 280 mila

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Quella del sostegno agli allievi con disabilità grave riconosciuta è un’emergenza nazionale, da affrontare con convinzione perché non bastano interventi ordinari per risolverla: a dirlo è stata Chiara Cozzetto, portavoce Anief intervenuta a Firenze nel corso della Conferenza “Precariato, Diplomati Magistrale e Sostegno: quali soluzioni?”, svolta nella sala Gigli del Consiglio regionale toscano e organizzata dal dott. Paolo Marcheschi – consigliere regionale – e dalla referente regionale FdI per la scuola Michela Senesi. La rappresentante del giovane sindacato si è soffermata sui 280 mila alunni disabili iscritti, certificati dall’Istat, che sono quasi il doppio dei 160mila del 2006 e che avanzano quindi ormai al ritmo di circa 10 mila nuovi iscritti l’anno. Rimane però in vigore la Legge 128/2013, che ferma al 66% i posti in organico di diritto. A cui si aggiunge il nodo della mancata attribuzione del corretto monte ore agli alunni certificati. Non sorprende, quindi, se la richiesta in tribunale per vedersi riconoscere le ore settimanali risulta in sensibile crescita.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Niente più servizi esternalizzati dal 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Lo prevede un emendamento alla Legge di Bilancio presentato dall’on. Luigi Gallo (M5S), presidente della VII Commissione della Camera: il passaggio esclusivo a dipendenti pubblici dei co.co.co. sarà legato ad una procedura selettiva, bandita dal Miur, per titoli ed esami. Il presidente Anief, Marcello Pacifico, però, ricorda che prima di passare al nuovo reclutamento, ci sono anche 40 mila collaboratori scolastici e assistenti tecnici e amministrativi che da anni attendono la stabilizzazione. È esemplare l’esempio di Palermo, dove diverse centinaia di lavoratori precari sono chiamati come supplenti perché da vent’anni a seguito del personale transitato dagli enti locali, pur senza qualifica, hanno occupato i posti vacanti in organico. È arrivato il momento di occuparsi di loro. In Senato, Anief ripresenterà gli emendamenti al nuovo testo di Legge di Stabilità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’ultima frontiera dei ransomware: la cura di Dr. Shifro

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Nel 2017 i ransomware sono stati i protagonisti del mondo della cybersecurity e non solo con gli attacchi WannaCry, NotPetya e Bad Rabbit. Anche durante l’anno che si sta per concludere i ransomware hanno continuato a rappresentare una grave minaccia: basti ricordare l’attacco che ha paralizzato Atlanta a gennaio 2018, impedendo ai servizi vitali della città di funzionare, oppure ai numerosi attacchi che colpiscono il settore sanitario. Il settore sanitario è, di fatto, quello più martoriato: le richieste in media girano intorno ai 10mila dollari, ma in alcuni casi si è arrivati anche a richieste di riscatto di quasi 3 milioni di dollari.Secondo i dati del “2018 Internet Organized Crime Threat Assessment” di Europol, il mercato ransomware vale intorno i 5 miliardi di dollari. Si tratta di uno strumento di attacco base per i criminali informatici di tutto il mondo che ha anche permesso la nascita di industrie parallele come offerte di ransomware-as-a-service (RaaS), che permettono a coloro che hanno un know-how tecnico molto basso di entrare in azione diffondendo il ransomware costruito dai più esperti. Inoltre, sono nati anche i programmi di affiliazione ransomware per consentire ai creatori di ransomware di richiedere una quota ai loro affiliati che diffondono questo malware.Il ransomware è, quindi, un settore in grande crescita e, come dimostra l’ultima scoperta targata Check Point Software Technologies, tiene in serbo numerose opportunità di sviluppo.Il team di ricerca della società israeliana ha individuato, infatti, un’azienda di consulenza IT russa, denominata ‘Dr. Shifro’, che in caso di attacco ransomware, dichiarava di sbloccare legalmente i file criptati, ma di fatto pagava direttamente l’autore dell’attacco compiendo un’azione davvero proficua e speculando sulla vittima.In caso di attacco, infatti, un’azienda può compiere una di queste tre azioni:
• ripristinare tutti i file bloccati, grazie a un piano di back-up presente;
• pagare il riscatto all’attore delle minacce e responsabile del blocco dei file;
• pagare un consulente IT che potrebbe essere in grado di sbloccare i file senza pagare il riscatto.
Per coloro che non dispongono di un piano di back-up o non vogliono pagare l’importo del riscatto, la terza opzione può risultare quella ideale. È, però, in questo scenario che si è mossa la società consulenza Dr. Shifro. L’azienda ha attirato i sospetti di Check Point, perché proponeva in rete solo un servizio, ossia aiutare le vittime dei ransomware a sbloccare i loro file.Inoltre, la società di consulenza prometteva azioni di cyber-magia in grado di sbloccare file prigionieri dal ransomware Dharma/Crisis per il quale non è disponibile alcuna chiave di decrittografia. Tutto ciò ha portato il team di ricerca a investigare e a scoprire che la società denominata Dr. Shifro aveva contattato il creatore del ransomware e stava stringendo un accordo che avrebbe permesso di sbloccare i file della vittima in cambio del pagamento di un riscatto pari a 1300 dollari. Questa stessa cifra sarebbe stata poi il costo che l’azienda avrebbe fatto pagare alla vittima con l’aggiunta di altri 1000 dollari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

This Christmas, European church leaders unite for refugees and migrants

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Brussels. In the spirit of Christmas, European church leaders are affirming the values of dignity, respect and compassion for refugees and migrants. Today a strong Christmas statement signed by church leaders from Europe and beyond was jointly issued by the Churches’ Commission for Migrants in Europe (CCME) and the Conference of European Churches (CEC) and was presented to Mairead McGuinness, First Vice-President of the European Parliament in Brussels.
More than thirty signatories of the statement come from diverse church traditions across Europe, including Orthodox, Protestant, Anglican and African-Instituted, among others. At the same time, regional and international Christian organisations, chapters of Christian world communions and ecumenical organisations have endorsed the statement.Speaking after the handover ceremony, Vice President McGuiness commented, “This statement is timely, challenging and is really worth reading. It calls upon all of us who have strong shoulders to bear greater weight than those who have less strong shoulders. It reminds us that everyone has a responsibility and that we need to care and if we don’t care at Christmas time than what is the best time to care for those less fortunate.”“We commit to more fervently articulating and working towards our vision of an inclusive and participatory society – for newly arrived and all inhabitants,” reads the statement.
Offering theological reflection on the story of Christmas and displacement the statement subthemes read: “Jesus became human, Jesus the refugee, Jesus the stranger”. The statement features a Christian approach to action and policy in church and society arguing for safe passage to protection and realistic labour migration policies in Europe. The church leaders also stress the need for solidarity as a guiding principle for governing migration and refugee reception.“While drafting the statement and collecting signatures we recognised how broad the consensus is on this topic among churches. This, I see as sign of hope, just before Christmas, in the normally very bitter and controversial debate on this topic,” said CCME General Secretary Torsten Moritz.“This declaration signed by many Christian authorities in Europe points out the plight of those currently on the roads of exile and knocking at Europe’s doors,” said CEC President Rev. Christian Krieger. “We address this call to peoples and nations in Europe, to political leaders and the churches,” he added.The Christmas statement is available in English, French, German and Russian.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Humanitarian visas would reduce refugees’ death toll

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Access to EU territory for the sole purpose of requesting international protection. To be issued at EU embassies and consulates abroad 90% of those granted international protection in the EU arrived via irregular means Around 30 000 people have died trying to reach Europe since 2000. Asylum-seekers should be able to request humanitarian visas at EU embassies and consulates abroad, allowing them to access Europe safely, say Civil Liberties MEPs.
With 37 votes to 10 and 3 abstentions, the Civil Liberties Committee agreed on Monday to ask the European Commission to table, by 31 March 2019, a legislative proposal establishing a European Humanitarian Visa. Holders would be allowed into Europe – only to the member state issuing the visa – for the sole purpose of submitting an application for international protection.MEPs stress that the EU lacks a harmonised framework of protected entry procedures for people seeking international protection and point out that, due to insufficient legal options, an estimated 90% of those granted refugee status or subsidiary protection reached the European Union through irregular means.
According to the committee, humanitarian visas would help to address the intolerable death toll in the Mediterranean and on the migration routes to the EU (at least 30 000 persons have died at EU borders since 2000), to combat human smuggling, and to manage arrivals, reception and processing of asylum claims better.This tool should also contribute to optimising member states’ and the EU’s budget for asylum, law enforcement procedures, border control, surveillance and search and rescue activities, MEPs say.They stress, however, that the decision to issue European humanitarian visas should remain a responsibility solely of the member states.
Beneficiaries will have to prove well-founded exposure to or risk of persecution and not be in a resettlement process already. The assessment of the application should not involve a full status determination process, but before issuing the visa, each applicant should be subject to a security screening, through the relevant national and European databases, “to ensure that they do not pose a security risk”.Juan Fernando López Aguilar (S&D, ES) , rapporteur for the proposal, underlined that “after more than four years of very tough negotiations, we have before us a new and possibly last opportunity to approve European Humanitarian Visas. We need to do more to help people in need, as there are currently clearly not enough legal and safe pathways to the EU for those seeking international protection.”
This legislative initiative will be put to a vote by the full House in the December plenary session. If adopted by plenary by qualified majority, the Commission will have to give a reasoned reply to Parliament’s request.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New EU short-stay visas: more advantages for legitimate travellers

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Civil Liberties Committee MEPs backed, on Monday, changes to the EU Visa Code which establishes the procedures and conditions for issuing visas to nationals of more than one hundred non-EU countries travelling to the EU for short periods (up to 90 days in any 180-day period). The draft law was passed with 27 to 15 and 4 abstentions.MEPs partially endorsed the Commission’s proposal, aimed at facilitating legitimate travel for tourism, trade and business, whilst preventing irregular immigration and contributing to internal security. They made additional changes to further simplify procedures for bona fide travellers and ensure a positive link between visa and migration policy.Among other changes:some applicants may not need to present their applications in person and processing periods will be reduced;
travellers will be able to hand in applications at the consulate of another EU member state if the one responsible is neither present nor represented in a given third country or if the competent one is more than 500 km away from their place of residence;
travel health insurance will not be a prerequisite for requesting a visa;
the general visa fee will increase from 60 to 80 euros, with exceptions for some travellers, while children under 12, family members of EU nationals, students and researchers will have the fee waived;
it will be possible to apply for a visa up to nine months before the intended journey (instead of six months proposed by the Commission), and additional facilities for artists and sports professionals touring in the EU and multiple entry visas for frequent travellers. Cooperation on readmission by third countries.
Some provisions, such as the visa fees, the time taken to issue decisions on applications, and the period of validity of multiple entry visas, may be adapted depending on whether a given non-EU country shows “sufficient”, or alternatively “insufficient”, cooperation on readmitting irregular migrants, following a full and objective assessment by the European Commission.
Once the Parliament’s position is confirmed by plenary, EP and Council negotiators will be able to start talks with a view to reaching an agreement on the legislation at the first reading.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Better ID card security to curb document fraud

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Civil Liberties Committee MEPs agreed on common security features for EU identity documents to reduce identity fraud.Ensuring that identity documents are tamper- and fraud-proof is a key element in the fight against terrorism and organised crime. Currently the security features in ID cards, as well as residence documents issued to EU nationals and/or their family members, vary significantly across EU countries. This increases the risk of documents being falsified and of identity fraud, which are increasingly big problems in the EU.Civil Liberties Committee MEPs propose tackling this issue by:
Setting common minimum security features across the EU for ID cards set out by the International Civil Aviation Organisation (ICAO); additionally, the cards should be blue and contain the EU flag;
Making a facial image stored on a chip in the card mandatory for citizens’ ID cards; in addition, member states could include two fingerprints on the chip; strong safeguards would apply to the collection and use of this data;
Phasing out previous formats of ID cards within eight years; cards that are not machine-readable and thus less secure would be phased out within five years.
Only member states already issuing ID cards to their nationals would be affected by the new rules. The measures would not make it compulsory to own an ID card or oblige member states to introduce ID cards. The changes follow a similar approach to that taken already by the EU for the security features of passports.Rapporteur Gérard Deprez (ALDE, BE) said: “The purpose of this proposal is not only to fight against document fraud but also, and above all, to facilitate the exercise of the right to move freely within the EU by making ID documents in the EU more reliable and more widely accepted. In addition to their national identity, citizens have what could be called a “European citizenship” that gives them protection and rights. That is why I proposed in my report to make all ID cards blue and to include the EU flag on cards.”
The draft report was approved by 32 to 7, with 3 abstentions. The committee also approved a mandate to start informal talks with the Council, which can start as soon as Parliament as a whole gives its green light.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Improved access to financial information to curb serious crime

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

New rules improving law enforcement authorities’ access to financial information to investigate serious crimes or terrorism were approved by Civil Liberties Committee.Financial data can offer valuable information to law enforcement authorities and can help them prevent, detect, investigate and prosecute serious crime and terrorism. The new rules aim to improve law enforcement authorities’ access to information and the cross-border exchange of financial information between EU authorities.The new rules agreed on Monday by the Civil Liberties Committee would:
facilitate the competent law enforcement authorities’ access to bank account information on a case-by-case basis,
provide for better cooperation between member states and between law enforcement authorities and the national Financial Intelligence Unit (FIU), and
provide for deadlines on exchanging information to improve and speed up the process.
Quote
Rapporteur Emil Radev (EPP, BG) said: “The fight against serious crime often depends on timely access to information and on how well competent authorities understand money flows. That is why we need to strengthen the cooperation between financial intelligence units and competent authorities, while preserving their operational independence and autonomy.”
The draft report was approved by 29 to 2, with 6 abstentions. The committee also approved a mandate to start informal talks with the Council, which can start as soon as Parliament as a whole gives its green light.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Clovis Oncology Announces Positive Outcome in European Opposition Proceeding Related to Rubraca

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 dicembre 2018

Clovis Oncology, Inc. (NASDAQ:CLVS) announced today after opposition proceedings at The Hague, Netherlands, that the European Patent Office upheld claims of European Patent 2534153 in amended form covering certain crystalline forms of rucaparib camsylate, including rucaparib S-camsylate Form A, the crystalline form in Rubraca.In its oral decision announced at the hearing, the Opposition Division upheld claims, narrowed from the originally granted patent, to certain crystalline forms of rucaparib camsylate. These forms include, but are not limited to, the commercial product. The European Opposition Division found patentability of the claimed forms based on the inventiveness of these crystalline forms and a constellation of unexpected properties. The European patent was opposed by two opponents. Clovis and/or either opponent have an opportunity to appeal the decision of the European Opposition Division within two months of the written decision, which is expected in the next few months. If appealed, all claims in the originally granted patent will remain in force until the Technical Board of Appeal issues its decision.In addition to the rucaparib camsylate patent protection through at least 2031 confirmed today, the commercial form of Rubraca is also entitled to European regulatory exclusivity until at least 2028 (and 2029 if an indication in a second tumor type is approved). Also, Clovis has filed for supplementary protection certificate (SPC) extension on this rucaparib camsylate patent in various European countries, which if approved, would provide extension of protection until 2033 under this patent.“We are very pleased with the outcome of the opposition proceedings today, but more importantly, we are gratified that the European Patent Office acknowledged the innovation behind this invention and upheld robust patent protection for Rubraca in Europe,” said Patrick J. Mahaffy, President and CEO of Clovis Oncology. “This patent represents an important component of the intellectual property for Rubraca and we are happy that the Opposition Division upheld the relevant claims of the patent that cover the commercial form of Rubraca as well as other forms of rucaparib camsylate. We look forward to commercializing Rubraca in Europe and with this outcome, we are well-positioned to do so for a very long time.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »