Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 13 dicembre 2018

Romano Prodi a 24Mattino su Radio 24: “L’accordo con Bruxelles era ovvio, si scontravano due debolezze”

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

“Sul deficit era chiaro che si sarebbe arrivati al 2 per cento”. Lo ha detto Romano Prodi, ex Presidente della Commissione europea, a 24Mattino di Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. “Lo voleva Tria e l’Europa poteva accettarlo. Poi per motivi di politica interna comprensibili, ma dannosi, si è messa un’asticella più alta, l’Ue l’ha messa più bassa, e infine si è trovato una specie di compromesso intorno al 2 per cento”. “Perché – ha aggiunto Prodi – è debole l’Italia è debole l’Ue ed è debole la Commissione e il compromesso a questo punto diventa necessario”. Infine, Prodi, ha parlato anche del caso Brexit, spiegando che la situazione è molto simile: “si vuole evitare il danno maggiore: cioè la rottura violenta che ponga senza regole l’uscita della Gran Bretagna, per cui ci rimetterebbe moltissimo la Londra, ma un poco anche l’Europa”.
Romano Prodi a 24Mattino su Radio 24: “Prima o poi anche Salvini nel Partito popolare europeo”.
“Se il Partito popolare europeo ha un suo candidato, Weber, si sposta a destra, quindi tiene dentro Orban, e prima o poi ci sarà anche Salvini, e il centro sinistra presenta un candidato unico, ci potrebbe essere una grande e bella battaglia alle elezioni europee”. Lo ha detto il presidente Romano Prodi a 24Mattino con Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. Rispondendo a una domanda sulla debolezza dell’Europa al cospetto di Stati Uniti e Cina e sulla mancanza di un leader. “Le elezioni fanno i leader. Questo riporterebbe la politica in Europa, perché negli ultimi anni c’è stata solo tecnica e burocrazia – ha aggiunto l’ex presidente della Commissione europea a Radio 24 – E allora potremmo ancora parlare nel mondo.” Prodi ha aggiunto: “Molto molto difficile. Però c’è una strada per tornare a contare nel mondo, se non la percorriamo facciamo come gli Stati italiani dopo il Rinascimento: non hanno contato più nulla”.
Romano Prodi a 24Mattino su Radio 24: “Mi arrabbiai molto quando Renzi tolse le bandiere europee da Palazzo Chigi”
“Solo una volta è stata tolta la bandiera europea con mia grandissima rabbia”. Lo ha detto il presidente Romano Prodi a 24Mattino con Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. Rispondendo alla domanda di un ascoltatore che gli diceva di non avere intenzione di esporre la bandiera europea ma soltanto quella italiana, Prodi ha spiegato: “Le due bandiere non sono incompatibili, per le elezioni italiane si metta quella italiana, per le elezioni europee si metta quella europea. Sono queste le nostre due bandiere, soltanto una volta sono state tolte quelle europee con mia grandissima rabbia”. “Non ho chiamato Matteo Renzi dopo quell’episodio – ha continuato Prodi – un privato cittadino parla solo se interrogato, non interroga. Credo però che lui debba decidersi o sta fuori o dentro alla politica, non può stare in mezzo all’uscio.”
Romano Prodi a 24Mattino su Radio 24: “Non so ancora se andrò a votare alle primarie del Pd, mi facciano prima capire quali sono i programmi. Per ora manca la politica”
“Mi facciano capire qual è il programma allora posso anche giudicare, non è il numero dei candidati di cui abbiamo bisogno, abbiamo bisogno di idee grandi, sul problema dei giovani, sulle diseguaglianze”. Lo ha detto il presidente Romano Prodi a 24Mattino con Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24. Andrà a votare ai gazebo? “Non lo so ancora – ha risposta Prodi a Radio 24- se andrò a votare a marzo, occorre far politica, occorre che la gente venga messa di fronte a degli obiettivi. Uno potrà essere contro Corbyn ma ha spiazzato tutti perché ha messo delle idee sul tavolo”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: Uno Nessuno Centomila

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Taormina (Me) 20 dicembre 2018 alle ore 20.30 Palazzo dei Congressi arriva lo spettacolo “Uno nessuno centomila” con Enrico Lo Verso adattamento e regia di Alessandra Pizzi.
Il fortunato spettacolo è stato inserito all’interno della programmazione natalizia grazie anche al Patrocinio del Comune di Taormina, presso il Palazzo dei Congressi di Taormina (Me), l’attore palermitano darà corpo e voce ai personaggi del romanzo più celebre di Pirandello, rendendo omaggio ad uno dei più grandi drammaturghi di tutti i tempi. Lo spettacolo acclamato dalla critica e dal pubblico soprattutto dei più giovani, ha di recente ricevuto a Busto Arsizio il “Premio Delia Cajelli per il Teatro”, nell’ambito della Seconda Edizione delle Giornate Pirandelliane, promosse dall’associazione Educarte in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Pirandelliani di Agrigento. Nella scorsa stagione ha vinto il Premio Franco Enriquez per la migliore interpretazione e la migliore regia. Ospite di alcuni tra i più importanti festival e teatri nazionali ed internazionali, da oltre un anno UNO NESSUNO CENTOMILA sta percorrendo l’Italia in una lunga e fortunata tournée che sino ad ora ha registrato il sold-out quasi ovunque. Definito dall’autore in una lettera autobiografica come “il più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita”, Uno Nessuno Centomila è l’adattamento teatrale della storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita a partire da un dettaglio minimo, insignificante. Il pretesto è un appunto, un’osservazione banale che viene dall’esterno. I dubbi di un’esistenza si dipanano attorno ad un particolare fisico. Le cento maschere della quotidianità lasciano il posto alla ricerca del Sé autentico, vero, profondo. L’ironia della scrittura rende la situazione paradossale, grottesca, accentua gli equivoci. La vita si apre come in un gioco di scatole cinesi e nel fondo è l’essenza: abbandonare i centomila, per cercare l’uno, a volte può significare fare i conti con il nessuno. Ma forse è un prezzo che conviene pagare, pur di assaporarla, la vita.
In forma di monologo, il testo è affidato al racconto e alla bravura di Enrico Lo Verso che, dopo anni di assenza dal teatro, torna sul palcoscenico per dar vita ad un contemporaneo Vitangelo Moscarda, l’uomo “senza tempo”, e ai personaggi del romanzo, in un allestimento minimale ma mutevole in ogni contesto. Una sorta di seduta psicoterapeutica da cui si viene irrimediabilmente attratti, per affondare le mani nella propria mente, inconsapevoli degli scenari che potrebbero aprirsi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rischi sul lavoro: voto finale sulla protezione dagli agenti cancerogeni

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

I deputati europei hanno aggiornato le norme sulla protezione dei lavoratori dall’esposizione a sostanze cancerogene e mutagene, compresi i fumi diesel.Al fine di proteggere i circa 3,6 milioni di lavoratori nell’UE potenzialmente esposti alle emissioni di gas di scarico dei motori diesel (DEEE), il Parlamento ha ottenuto l’inclusione dei fumi diesel fra le sostanze coperte dalla legislazione e di fissare il corrispondente valore limite di esposizione.Le nuove disposizioni fissano valori limite di esposizione (quantità massima di sostanza consentita nell’aria del luogo di lavoro) e annotazioni cutanee (la possibilità di assorbire significativamente la sostanza attraverso la pelle) per altri otto agenti cancerogeni (compresi i RAEE). Le nuove norme dovrebbero ridurre ulteriormente il rischio per i lavoratori di ammalarsi di cancro, che rimane la causa primaria di decessi per motivi di lavoro nell’UE.Ecco le sostanze aggiunte all’elenco delle sostanze cancerogene:
· Emissioni di gas di scarico dei motori diesel (DEEE)
· Epicloridrina
· Dibromuro di etilene
· Dicloruro di etilene
· 4,4′-metilendianilina
· Tricloroetilene
· Miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare quelli contenenti benzo[a]pirene
· Oli minerali che sono stati utilizzati in precedenza nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti in movimento all’interno del motore.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare: maggiore trasparenza e migliore prevenzione dei rischi

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Una proposta legislativa per consentire all’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) di lavorare in modo più efficiente e trasparente è stata approvata dal Parlamento martedì con 427 voti in favore, 172 voti contrari e 67 astensioni. Il testo rappresenta il mandato negoziale del PE per raggiungere un accordo con i Ministri UE.Le nuove norme mirano a rendere più trasparente la valutazione del rischio e a garantire che gli studi utilizzati dall’EFSA per autorizzare l’immissione sul mercato di un prodotto siano affidabili, oggettivi e indipendenti.Studi supplementari a quelli presentati dalle aziende. Il testo propone:
l’accesso del pubblico a tutte le informazioni sulla valutazione di sicurezza;
la possibilità per EFSA di consigliare al richiedente su come fornire tutte le informazioni richieste per decidere sull’autorizzazione, per consentire di accelerare la procedura;
un registro comune europeo degli studi commissionati, per dissuadere le imprese che richiedono l’autorizzazione dal non presentare studi sfavorevoli alle loro domande;
in caso di dubbi sulle prove fornite dalle imprese, l’Agenzia potrebbe anche consultare enti terzi per verificare l’esistenza di altri dati scientifici o studi pertinenti.
Il Parlamento ha inoltre approvato una serie di criteri per decidere quali informazioni possano essere mantenute riservate, ad esempio il marchio con cui un prodotto sarà commercializzato o descrizioni dettagliate dei preparati.
Dopo la votazione, la relatrice Renate Sommer (PPE, DE) ha dichiarato di non poter sostenere l’esito della votazione e ha chiesto che il suo nome sia ritirato dal dossier.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stop racism and discrimination against Afro-European people in the EU, urge MEPs

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

The EU and the national authorities should develop anti-racism policies, covering the fields of education, housing, health, criminal justice, political participation and migration, Civil Liberties MEPs say in a resolution adopted on Monday with 29 votes to 1 and 1 abstention.They urge the European Commission and EU countries to acknowledge the racism, discrimination and xenophobia suffered by Afro-Europeans, and to offer them adequate protection against these inequalities.The text voices concern over the rise in Afrophobic attacks registered in the EU in recent years. It calls on the Commission to include a focus on people of African descent in current funding programmes and in the next multiannual financial framework (2021-2027).The Committee underlines the importance of EU countries effectively responding to hate crime, and ensuring that hate crimes against Afro-European people are adequately investigated, prosecuted and sanctioned.MEPs denounce the increasing vulnerability of people of African descent in police custody, pointing to numerous violent incidents and deaths while in custody. They also note the frequent use of racial and ethnic profiling in criminal law enforcement, counter-terrorism measures and immigration control, and urge member states to end this practice.
The resolution encourages EU institutions and countries to follow the example of the member states that have taken steps forward redress for past injustices and crimes against humanity. These historic crimes, perpetrated in the context of European colonialism, still have negative consequences for African descent people in the present, MEPs claim.They suggest the EU and member states to carry out reparations such as offering public apologies and the restitution of stolen artefacts to their countries of origin. The Committee also calls on EU countries to declassify their colonial archives, as well as to present a comprehensive perspective on colonialism and slavery in the educational curricula.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stricter rules to stop terrorists from using homemade explosives

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

The current rules restrict access to a number of chemicals that could be used to manufacture homemade explosives. Furthermore, suspicious transactions involving these explosive precursors have to be reported to the authorities. Despite this, homemade explosives were used in approximately 40% of terrorist attacks in the EU in 2015 and 2016, demonstrating clear gaps in existing procedures.The Civil Liberties Committee agreed to strengthen the rules by:
adding new chemicals to the list of banned substances. This would include sulphuric acid which is used to produce TATP, the explosive used in the 2015 attacks in Paris, the Brussels attack in 2016 and the Manchester attack in 2017;
ending the current weak registration systems that allow people to buy restricted substances by simply presenting an ID card;
tightening the conditions for granting licences for the purchase and use of explosives precursors; the security screening would include a criminal record check;
obliging businesses to report suspicious transactions involving explosives precursors to the responsible authorities within 24 hours, and
clarifying that online marketplaces are equally covered by the rules on sale and on reporting of suspicious transactions.
The restrictions would not apply to professionals who need to use these chemicals in connection to their trade, craft or profession.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Combatting terrorism: press conference after the vote in plenary

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

The European Parliament voted on a non-legislative initiative report on “Findings and recommendations of the Special Committee on Terrorism”.Parliament recommends multiple actions, such as reinforcing the role of the EU agencies (e.g. Europol and the European Agency for the operational management of large-scale IT Systems eu-LISA), creating an EU watch-list of radical preachers, strengthening EU’s external borders and proper checks at all border crossings using all relevant databases.To be adopted, the report drafted by the two co-rapporteurs Monika Hohlmeier (EPP, DE) and Helga Stevens (ECR, BE) needs the majority of the house.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Extending the Schengen area to include Bulgaria and Romania

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

MEPs reiterated on Monday their call on EU Council to take a swift and affirmative decision to include Bulgaria and Romania as fully-fledged members in the Schengen area. The non-legislative report was adopted by 514 votes to 107, with 38 abstentions.A two-step approach – first ending checks at internal sea and air borders, followed by stopping checks at internal land borders – would pose a number of risks and could negatively impact the future enlargement of the Schengen area, say MEPs. The decision should therefore be taken in the form of a single legal act.Parliament also calls on EU Ministers to decide on Croatia’s Schengen accession as soon as Croatia has successfully met the required criteria.The deferral of Bulgaria’s and Romania’s full accession to the Schengen area has brought about negative consequences not just for the two countries, but also for the EU as a whole, say MEPs.They highlight that maintaining internal border controls or reintroducing them in the Schengen area undermines citizens’ trust in the European institutions and integration. It also has a negative economic impact on the EU’s internal market and exports and imports to and from Bulgaria and Romania, MEPs stress.They also underline that the enlargement of the Schengen area or the free movement of EU citizens should not be negatively impacted by the shortcomings in other EU policies such as asylum and migration policy.Rapporteur Sergei Stanishev (S&D, BG) said: “Today the Parliament went beyond its repeated calls for immediate accession of Bulgaria and Romania to the Schengen area by insisting on full accession with all borders – land, maritime and air. We categorically reject partial accession, as it not only lacks any legally sound justification, but also entails a number of economic, social and political downsides for the whole EU.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Humanitarian visas to avoid deaths and improve management of refugee flows

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

The European Parliament requested on Tuesday that the European Commission tables, by 31 March 2019, a legislative proposal establishing a European Humanitarian Visa, giving access to European territory – exclusively to the member state issuing the visa – for the sole purpose of submitting an application for international protection. The legislative initiative report was backed by 429 MEPs, 194 voted against and 41 abstained.MEPs stress that, despite many announcements and requests for safe and legal pathways for asylum-seekers into Europe, the EU lacks a harmonised framework of protected entry procedures. They underline that, due to insufficient legal options, an estimated 90% of those granted international protection reached the European Union through irregular means.Cut the death toll, combat smuggling and improve use of migration funds. Parliament believes that humanitarian visas would help to address the intolerable death toll in the Mediterranean and on the migration routes to the EU (at least 30 000 persons have died at EU borders since 2000), to combat human smuggling, and to manage arrivals, reception and processing of asylum claims better.The tool should also contribute to optimising member states’ and the EU’s budget for asylum, law enforcement procedures, border control, surveillance and search and rescue activities, MEPs say.They stress, however, that the decision to issue European humanitarian visas should remain the sole competence of the member states.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New EU short-stay visas: Parliament ready to begin talks

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

MEPs set the Parliament’s position ahead of the negotiation with the Council for an update of the EU Visa Code, which establishes the procedures and conditions for issuing visas to nationals of more than one hundred non-EU countries travelling to the EU for short periods (up to 90 days in any 180-day period). The text was approved with 401 votes to 222 and 40 abstentions,
MEPs want to facilitate legitimate travel for tourism, trade and business, whilst preventing irregular immigration and contributing to internal security. Among other changes, the Parliament proposes that:
some applicants may not need to present their applications in person and processing periods will be reduced;
travellers will be able to hand in applications at the consulate of another EU member state if the one responsible is neither present nor represented in a given third country or if the competent one is more than 500 km away from their place of residence;
travel health insurance will not be a prerequisite for requesting a visa;
the general visa fee will increase from 60 to 80 euros, with exceptions for some travellers, while children under 12, family members of EU nationals, students and researchers will have the fee waived;
it will be possible to apply for a visa up to nine months before the intended journey (instead of six months proposed by the Commission), and
additional facilities for artists and sports professionals touring in the EU and multiple entry visas for frequent travellers.Cooperation on readmission by third countries
Some provisions, such as the visa fees, the time taken to issue decisions on applications, and the period of validity of multiple entry visas, may be adapted depending on whether a given non-EU country shows “sufficient”, or alternatively “insufficient”, cooperation on readmitting irregular migrants, following a full and objective assessment by the European Commission.The EU ministers agreed their negotiating position last June. Talks between the colegislators are expected to begin before the Christmas break.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deal on faster exchange of non-EU nationals’ criminal records

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Plans to create an EU database to enable EU countries to exchange non-EU citizens’ criminal records faster, were informally agreed with Council negotiators on Tuesday.Currently, national authorities often rely solely on data on non-EU nationals’ convictions available from their own national criminal record systems. The new centralised database on third country nationals will improve the exchange of information on non-EU nationals’ criminal records throughout the EU and contribute to the EU-wide fight against cross-border crime and terrorismThe database will complement the European Criminal Records Information System (ECRIS), which EU countries already use to exchange information on EU citizens’ previous convictions.The new ECRIS Third Country National (ECRIS-TCN) system, will:
enable national authorities to establish quickly whether any EU member state holds criminal records on a non-EU citizen,
contain data such as names, addresses, fingerprints and facial images (which, however, may only be used to confirm the identity of a non-EU national who has been identified based on other data), and
Parliament and Council negotiators agreed that in addition to judges and prosecutors in EU countries, Europol, Eurojust and the future European Public Prosecutor’s Office will also have access to ECRIS and the Third Country National system.
The ECRIS-TCN system will also include data on dual nationals who possess the nationality of a third country and of an EU country to ensure that the system is completely reliable and that individuals cannot deliberately hide past convictions simply by having two passports. The fingerprints of dual nationals can only be included in the system if they have been collected in accordance with national law during a criminal proceeding. Furthermore, MEPs managed to ensure that the benefits of including dual nationals’ information in the ECRIS-TCN will be assessed in the near future.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia non c’è

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Quando la famigerata “casta” dei politici governava il Paese, l’Italia uscita a pezzi dalla guerra era completamente in mano alla NATO e agli Stati Uniti e vigilata dagli alleati europei più di quanto non lo sia oggi nell’Unione Europea. Eppure l’Italia grazie a uomini come De Gasperi, Mattei, Moro, Fanfani e perfino Andreotti, riuscì a fare una politica estera con alti margini di indipendenza e a modificare gli equilibri politici nel Mediterraneo; Mattei ruppe il monopolio delle “Sette Sorelle” petrolifere che si mangiavano tutti i profitti del petrolio arabo, restituì l’indipendenza all’Iran dello Scià e aprì la stagione del risveglio dei popoli arabi; Fanfani e La Pira (e Lercaro a Bologna) misero in crisi l’omertà nei confronti della guerra americana nel Vietnam e concorsero a liberare la coscienza dei giovani che approdarono al ’68 “antimperialista” e al pacifismo; Moro negoziò con i palestinesi l’immunità dell’Italia dalle operazioni violente irredentiste e terroriste della resistenza palestinese mentre l’Italia, restando in perfetta lealtà con Israele, riconosceva di fatto lo Stato di Palestina e gli faceva aprire un’ambasciata a Roma; Craxi affrontò gli americani a Sigonella in nome della sovranità italiana e del diritto internazionale; Andreotti fece una politica mediterranea di pace giungendo a proporre al collega francese, su sollecitazione di un Convegno internazionale svoltosi a Montecitorio, un ingresso simultaneo di Israele e della Palestina nell’Unione Europea, cosa che avrebbe posto termine a quel disperato e mai più risolto conflitto; e con Berlinguer l’intera cultura politica italiana concepì una conciliazione degli opposti che, con l’eurocomunismo e “il caso italiano”, avrebbe potuto aprire una stagione del tutto nuova nei rapporti mondiali alla caduta del muro di Berlino. Naturalmente l’Italia pagò dei costi, e se ne pagano ancora: le basi militari americane da nord a sud del Paese, i missili nucleari in Sicilia, Gladio, la scellerata partecipazione alla guerra del Golfo e poi a quella jugoslava, e ci fu chi pagò con la vita, Mattei, Moro, vittime sacrificali, e anche Berlinguer percosso (“ictus”) dalla sua passione morale e politica.
Adesso, proprio quando si pretende che sia “prima l’Italia”, l’Italia non c’è. Non c’è tra i firmatari del Trattato dell’ONU per la interdizione delle armi nucleari, non c’è più con l’operazione “Mare nostrum” e ormai neppure con le ONG per salvare i naufraghi nel Mediterraneo, non si è ricordata il 10 dicembre del settantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, non c’era a Marrakech quel giorno per la firma del patto mondiale contro la rottamazione e il bruciore della Terra,né si è ricordata dei genocidi in corso, quello dei Rohingya laggiù e dei migranti qui sulle vie di fuga dalla Libia e dagli altri inferni provocati da noi.
Né si dica che ciò è a causa del populismo che governa l’Italia. Non è il populismo, che è il modo spregiativo per dire “popolo”, ma l’irrealtà che oggi governa l’Italia e la rappresenta sui media, il popolo non vuole affatto la guerra nucleare né la distruzione della Terra, né lo straripamento delle acque, né i naufraghi ributtati in mare o nelle loro prigioni, né i genocidi comunque camuffati. Ma se il verbo rimesso in auge e veicolato nella cultura comune è di nuovo quello dei ghetti e del razzismo, è facile che dal popolo sgusci qualche mentecatto che svelle le “pietre d’inciampo” incastonate contro l’antisemitismo nelle strade di Roma.Intanto Amnesty International pubblica il suo rapporto 2017-2018 in cui si documentano tutte le violazioni dei diritti umani di cui la Repubblica italiana già nel 2017, governando Gentiloni, si era resa colpevole. La speranza è pertanto che l’Italia ritorni. (fonte: chiesa di tutti chiesa dei poveri)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

PA e Scuola: Sì del Parlamento agli aumenti proletari dei dipendenti pubblici

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Ma Anief protesta per il mancato adeguamento degli stipendi all’inflazione previsionale nel triennio come dell’indicizzazione dell’indennità di vacanza contrattuale dopo il blocco decennale. Gli stipendi del personale della scuola, infatti, rimangono sganciati dagli aumenti avuti nel settore privato di ben tre volte, ed è pronto un nuovo contenzioso presso il tribunale del lavoro mentre in Senato il sindacato chiede il salario minimo della cittadinanza attiva.La legge di bilancio, approvata alla Camera e in attesa del passaggio al Senato, ha stanziato i fondi per il rinnovo del CCNL relativo al triennio 2019-2021, per la copertura dell’elemento perequativo dal 1° gennaio 2019 e per la cosiddetta indennità di vacanza contrattuale in attesa del predetto rinnovo. Ma cosa significa tutto questo in termini pratici? Quanti soldi si devono aspettare i dipendenti pubblici con l’affacciarsi del nuovo anno? Tolte le somme utili a coprire l’elemento perequativo, per non far perdere terreno agli stipendi, gli 8 euro medi di indennità di vacanza contrattuale da aprile 2019, più altri 5-6 euro da luglio, per gli aumenti veri rimarrà ben poco, mentre a regime altri 12 euro potrebbero essere dati se si firma il rinnovo del contratto. Nel 2021 si potrà arrivare al massimo a 40 euro lordi. Cifre che non ce la faranno a pareggiare i 12-14 punti d’inflazione registrata in dieci anni. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Se si considera che negli ultimi tre anni i lavoratori statali hanno percepito solo il 5% complessivo di incrementi, accordati dai sindacati rappresentativi con l’Aran, l’attuale 1,9% complessivo di aumento finanziato dal governo lascia di fatto gli stipendi dei dipendenti pubblici una spanna sotto quelli del comparto privato. L’unica soluzione rimane il salario minimo di cittadinanza richiesto da Anief con un emendamento specifico al testo dell’esame del Senato.
Nel frattempo, il sindacato invita a presentare ricorso per il conferimento dell’indennità di vacanza contrattuale nel periodo 2015-2018, in modo da far recuperare a docenti e Ata almeno il 50% del tasso IPCA non aggiornato dal settembre 2015. Delle cifre importanti, non gli “spiccioli” in arrivo nel 2019.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione – Italia indietro tutta: spesa ferma al 3,9%

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

I numeri sullo stato di cultura degli italiani sono impietosi: gli ultimi ad essere stati diffusi sono collocati all’interno del capitolo «La società italiana al 2018» del 52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese che, a livello generale, definisce l’Italia “preda di un sovranismo psichico”. Nello specifico, se si guarda alla formazione dei suoi cittadini, il risultato continua ad essere quello di un territorio, la nostro Penisola, dove si spende in istruzione e formazione il 3,9% del Pil, contro una media europea del 4,7%. Preoccupa anche l’alto numero di alunni che lascia anzitempo i percorsi di istruzione nel 2017: riguardano il 14% dei giovani 18-24enni, contro una media Ue del 10,6%. Chi arriva alla laurea? Nella fascia 30-34 anni siamo passati appena dal 23,9% al 26,9%, ma nello stesso periodo la media Ue è salita dal 37,9% al 39,9%. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Occorre incrementare gli investimenti, focalizzare la spesa sull’orientamento post-diploma, a partire delle zone territoriali meno avvantaggiate. Ed assorbire nei ruoli tutto il precariato che caratterizza oggi l’insegnamento accademico. Solo pochi giorni fa è emerso che in Italia solo un dottore di ricerca su dieci lavora come professore accademico o ricercatore universitario. Per questo motivo, abbiamo chiesto per l’ambito universitario, nel testo della legge di Stabilità, di ripartire dalla stabilizzazione dei ricercatori.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce il “Blog di Stella”

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, rinnova la sua presenza sulla rete e lancia un nuovo spazio digitale. Un luogo aperto, di incontro e confronto con le persone, con le mamme, con i giovani.Un luogo extraparlamentare, fuori dal Palazzo, per dialogare con il Paese, per raccogliere idee, consigli, proposte, per avere un filo diretto con i cittadini su tanti temi che spesso la politica dimentica o che tratta con troppa superficialità.“Prima che una politica sono una madre – sottolinea la Gelmini – e voglio fare qualcosa per aiutare i giovani e per dare un aiuto concreto ai meno fortunati. Nel blog voglio occuparmi di tante tematiche: il disagio giovanile; la scuola, che deve confermare il suo ruolo strategico di alleato della famiglia; la nuova educazione civica, da proporre con mezzi innovativi ai nostri ragazzi; la cittadinanza digitale, per affrontare in modo intelligente e responsabile l’invadenza dei social network.In questi giorni ho lanciato anche la ‘Carta dei diritti e dei doveri dell’adolescente digitale’. Un punto di partenza e non di arrivo, per aiutare i giovani e le loro famiglie. Una idea, quest’ultima, da costruire tramite il dibattito nel blog e che vedrà la luce, dopo una fase di studio e ascolto, nei prossimi mesi. La prima campagna? #SìAlFondoDisabili. Nei giorni scorsi si è chiusa alla Camera la prima lettura della legge di bilancio, adesso al Senato. Ecco, in questo primo passaggio il governo gialloverde ha completamente ignorato il tema della disabilità. Noi non ci stiamo e faremo di tutto per avere misure concrete a favore di chi è meno fortunato di noi. Perché un Paese civile – conclude Mariastella Gelmini – non può e non deve lasciare indietro nessuno”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Insegnamento Costituzione è prioritario per gli italiani

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Ho pensato che un blog può essere uno strumento facile, agevole, per dialogare direttamente con i cittadini. La politica appare ancora distante, chiusa nel Palazzo e lontana dai problemi della gente. Con il sito http://www.mariastellagelmini.it ho voluto creare uno spazio per parlare con chi sta a casa, con le mamme, con le donne, con i giovani, per confrontarci e portare in Parlamento delle proposte di legge che siano frutto di una condivisione. Basta con il Palazzo chiuso, con una politica autoreferenziale”.Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a “Pomeriggio 5”, su Canale 5. “Saranno tanti i temi che potremo affrontare, e il primo riguarda i nostri figli. I giovani hanno grandissime opportunità, hanno grande talento, si tratta di una generazione di ragazzi in gamba, con voglia di fare, ma anche esposta a tanti rischi, a tanti pericoli, come abbiamo visto con la vicenda tragica della discoteca. Il problema, in quel caso, non è di costruire delle leggi, ma di fare rispettare le regole che già ci sono: è un problema di come si vive la cittadinanza e di come decidiamo di essere cittadini e di costruire l’Italia di domani. La prima proposta che ho pensato è di far vivere la Costituzione all’interno delle nostre scuole. La Costituzione non rappresenta un libro impolverato, ma è l’insieme di valori che ci fanno essere italiani. Costruire a scuola i cittadini di domani, imparare cos’è la Costituzione e cosa vuole dire l’identità italiana, sentirsi parte di una comunità, credo sia estremamente importante”, ha concluso.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma è capitale d’Italia e di tutti

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

“Salvini dichiara, al termine dell’incontro lombardo con Confindustria, che nell’ultimo budget sono stati inseriti i fondi per la metro di Milano e di Roma. Quando vedremo questi fondi sostituire le dichiarazioni ne riparleremo e applaudiremo, nel frattempo non si può non notare che ogni volta che si parla di Roma, simmetricamente si deve parlare di Milano. È un modo indiretto per confermare che la strada per trasformare la Lega Nord in un autentico partito nazionale è ancora lunga. Roma è la capitale d’Italia, capitale di tutti, anche di coloro che risiedono o lavorano al nord e un governo che non ha pregiudizi storico-geografici deve investirci sopra, come hanno fatto Germania, Francia, Regno Unito, Spagna destinando decine di miliardi sulle loro capitali. Roma ha un’estensione territoriale pari a dieci volte Milano e una popolazione pari a più del doppio, anche la città metropolitana che gli sta intorno ha numeri per superficie e per abitanti di gran lunga superiori. Questo al netto delle funzioni esercitate, cento volte più onerose, tra cui quella di contenere un intero Stato e il più grande patrimonio culturale e archeologico del mondo. Il vicepremier della nazione quando parla della Capitale non è necessario che subito dica di Milano e Monza, quasi si debba giustificare con il suo elettorato, cresciuto a pane e ‘Roma ladrona’. Questi pregiudizi hanno messo in ginocchio la capitale d’Italia e fatto precipitare la qualità della vita dei romani, specialmente di coloro che risiedono in periferia”.E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, adottailverde, Roma ti assicura

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Roma ti assicura è il pacchetto che Roma Capitale ha messo in campo a favore e a sostegno delle associazioni di volontariato che decidono di impegnarsi per il grande patrimonio verde della Capitale.Tre le principali novità: la copertura assicurativa gratuita per gli adottanti di aree verdi e per l’organizzazione, con Roma Capitale, di eventi occasionali; l’istituzione presso il Dipartimento Tutela Ambientale di un ufficio dedicato al volontariato e di un altro dedicato alle adozioni del verde, quest’ultimo era già esistente ma ora è stato consolidato. Le due strutture si occuperanno delle autorizzazioni, di attivare la copertura assicurativa gratuita e dei bandi di finanziamento dedicati alle associazioni di volontariato. In più, dal 2019, in collaborazione con il Servizio Giardini verranno effettuati corsi di giardinaggio gratuiti presso la Casa del Giardinaggio dedicati agli adottanti.Le circa 120 aree verdi curate dai volontari in tutta la città coprono una superficie di oltre 1 milione di metri quadrati. Un risultato importantissimo a conferma della bontà del lavoro partecipato che l’Amministrazione sta portando avanti da tempo. Sono decine e decine i soggetti, tra associazioni, comitati di quartiere, imprese e singoli cittadini, che si impegnano con Roma Capitale per la manutenzione, la pulizia e la vigilanza di parchi e giardini.“È straordinario il lavoro che i volontari stanno effettuando sulla nostra città. Un lavoro che vogliamo valorizzare, implementare ed incentivare, a partire da un alleggerimento dei costi con la copertura assicurativa gratuita per gli adottanti a carico dell’Amministrazione. Intendiamo impegnarci sempre più per dare vita ad un percorso condiviso che attui lo spirito di collaborazione e dialogo previsto dalla delibera 207 del 2014 che ha istituito le linee guida per le adozioni delle aree verdi. Voglio ringraziare i cittadini che si impegnano ogni giorno per rendere Roma una città migliore. Il verde è un patrimonio di tutti che insieme vogliamo custodire e salvaguardare” dichiara la Sindaca Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Demenza: classificazione spesso non accurata. Servono test cognitivi affidabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Secondo le conclusioni di uno studio pubblicato su Neurology: Clinical Practice, l’uso delle valutazioni cognitive brevi spesso non classifica in modo accurato i pazienti con demenza. «La diagnosi della malattia di Alzheimer e della demenza è complessa e proprio per questo gli strumenti di valutazione del deterioramento cognitivo sono imperfetti» afferma la prima autrice Janice Ranson della Scuola di medicina all’Università di Exeter, Regno Unito, che assieme ai colleghi ha esaminato i fattori predittivi di una errata classificazione della demenza da parte di tre valutazioni cognitive brevi: il Mini-Mental State Examination (MMSE), il Memory Impairment Screen e l’Animal Naming (AN). Analizzando 824 anziani nei quali era già stata posta diagnosi di demenza, i ricercatori hanno scoperto che il 35,7% dei partecipanti era stato classificato erroneamente da almeno una scala di valutazione, mentre l’1,7% dei partecipanti lo era stato con tutti e tre gli strumenti. «I fattori predittivi di errata classificazione differiscono per ciascuna scala valutativa» precisano gli autori, spiegando che nel caso dell’MMSE il numero di anni di studio del paziente è in grado di predire elevati falsi negativi e bassi falsi positivi. Viceversa, con l’uso della scala AN la residenza in casa di cura implica una bassa percentuale di falsi negativi a fronte di falsi positivi più frequenti. «Altri fattori predittivi di un elevato numero di falsi positivi sono l’età e l’etnia non caucasica» riprende la ricercatrice. «Identificare in modo tempestivo le persone con demenza è di estrema importanza, specie a fronte del continuo sviluppo di nuovi trattamenti» commentano gli autori. E Ranson conclude: «Da questi risultati emerge la necessità di test cognitivi affidabili e di una migliore conoscenza di come interpretarli tenendo conto dell’età, dell’istruzione e di altri fattori. Questo è particolarmente vero per le valutazioni cognitive brevi che vengono spesso usate a scopo diagnostico in assenza di specialisti neurologi o geriatri». (fonte: Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs want more EU funds for NGOs promoting rule of law and fundamental rights

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

The Civil Liberties Committee backed on Monday a budget of 1.834 billion euro for the Rights and Values Programme for the period 2021-2027, way over the 642 million proposed by the European Commission. The draft report prepared by Bodil Valero (Greens/EFA, SE) was passed with 25 votes to 6 and 1 abstention.With a general objective of protecting and promoting the rights and values enshrined in Article 2 of the EU Treaty through support to civil society organisations at local, regional, national and transnational level, the Programme seeks to promote equality and non-discrimination, encourage citizens engagement and participation in the democratic process, and fight violence.MEPs decided to specifically mention the protection and promotion of democracy and the rule of law as the first aim, as these are a prerequisite for the protection of fundamental rights and for ensuring mutual trust among member states and of citizens in the Union, says the text.Regarding the activities to be funded with EU money, the Committee proposes, among others, awareness campaigns on European core values and the rights and obligations derived from Union citizenship, initiatives to reflect on the causes of totalitarian regimes and to commemorate their victims, town-twinning projects, support to human rights defenders and whistle-blowers, measures countering hate-speech and misinformation, and protection of victims of violence.MEPs agreed that, in exceptional cases, when there is a serious and rapid deterioration of the situation in a member state and the founding values are at risk, the Commission may open a call for proposals, under a fast-track procedure, for funding civil society organisations to facilitate and support the democratic dialogue in the country.Funds allocated to a member state under shared management could also be transferred to the Programme if the Commission activates the EU rule of law framework, or if there is a formal proposal by the Commission, the Parliament or a third of the member states to trigger Article 7 of the Treaty against that country.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »