Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Archive for 14 dicembre 2018

L’ONU ha respinto la risoluzione sull’introduzione del bollino nero

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Grande successo del Made in Italy. La tanto temuta risoluzione per l’introduzione di bollini allarmistici, tasse discriminatorie, etichette a semaforo e via dicendo, proposta come soluzione al problema dell’obesità, che non avrebbe tutelato le eccellenze del Made in Italy, è stata respinta dalla II Commissione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU).La notizia non poteva arrivare in un giorno migliore: oggi, 14 dicembre, si celebra, infatti, il “Made in Italy Day”, indetto dai produttori italiani, alla cui Petizione, lanciata proprio in occasione della giornata, Adiconsum ha aderito.Siamo soddisfatti della vittoria ottenuta in sede Onu – dichiara Danilo Galvagni, Vicepresidente di Adiconsum nazionale – Siamo, infatti, convinti che per combattere obesità e malattie la strada giusta non sia l’apposizione di etichette “folkloristiche”, ma campagne informative e formative sulla corretta alimentazione con il contributo delle Associazioni Consumatori per mettere in grado il consumatore di scegliere l’alimento meno nocivo alla propria salute con etichette più trasparenti e complete, privilegiando i prodotti del Made in Italy, a filiera corta e tracciabile. Il problema è il rapporto tra qualità e giuste quantità dei prodotti. La risposta è nella Dieta Mediterranea, dichiarata dall’Unesco, Patrimonio immateriale dell’Umanità.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Washington un’alleanza con il mondo accademico per consegnare e diffondere il Metodo Rondine all’umanità

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

rondine cittadella della pace.jpgWashington. Il convegno è stato ospitato dall’Ambasciata italiana a Washington: «È bellissimo per me ospitare questo incontro e questa importante discussione. Come diplomatico so che la pace non è solo deporre le armi o la firma di un trattato di pace, ma è qualcosa che si deve offrire ogni giorno. Rondine può offrire grandi opportunità: voi giovani ci date speranze, una prova quotidiana che è possibile lavorare per costruire la pace, che è necessario l’impegno di tutti a partire dalla società civile in tutte le sue articolazioni. Questa Rondine si è fermata per un giorno sopra la nostra Ambasciata: ora volerà nel mondo, ma spero che tornerà. Vi prego di considerare l’Ambasciata come la vostra casa: noi faremo tutto il possibile per sostenervi». Queste le parole dell’ambasciatore italiano Armando Varricchio intervenuto in occasione della Prima discussione internazionale sul Metodo Rondine. Dopo il lancio della Campagna Leaders for Peace alle Nazioni Unite di New York e la presentazione dello spettacolo Dissonanze in Accordo con Oida – Orchestra Instabile di Arezzo, alla presenza del Console Generale d’Italia, Francesco Genuardi, la missione negli Usa dell’associazione toscana, impegnata per la riduzione dei conflitti armati nel mondo, continua a Washington con una conferenza internazionale che ha portato ad una prima valutazione critica del Metodo Rondine, già applicato su oltre 200 giovani provenienti da luoghi di conflitto in tutto il mondo. Un evento unico che ha visto la partecipazione di circa quindici tra i più importanti esperti ed accademici delle maggiori Università di tutto il mondo, riuniti per portare il proprio contributo sulla metodologia di Rondine sulla trasformazione creativa del conflitto, perché possa diventare uno strumento a disposizione della società globale.
«Rondine è un laboratorio, nella società globale è una periferia al centro che vuole essere sempre di più al centro dei vostri studi» ha sottolineato Franco Vaccari, presidente di Rondine. «Se Rondine ha un valore aggiunto glielo potremo dare insieme per consegnarlo e diffonderlo al mondo. Stiamo preparando un nostro ufficio studi perché Rondine diventi un luogo di ricerca-azione globale per potenziare l’esperienza con la forza della ricerca accademica interdisciplinare».«Il Metodo Rondine comporta un approccio molto più sofisticato e complesso dei comuni percorsi di conflict resolution» ha affermato Gerard F. Powers, uno dei massimi esperti mondiali di studi sulla pace del Kroc Institute presso la University of Notre Dame. «Prevede un tempo lungo e che innesca il processo di guarigione delle ferite. Anche nella dimensione spirituale e religiosa Rondine è innovativa. Così come nella questione del ritorno nei Paesi di origine per lavorare sul conflitto: anche qui l’innovazione di Rondine è il lavoro di accompagnamento e di sostegno in questo percorso che è unico».
All’incontro è intervenuto anche Ricardo de Guimaraes Pinto dell’UNESCO, che ha manifestato il suo sostegno a Rondine dichiarando: «Il programma didattico che l’UNESCO vuole guidare è mirato a formare i giovani perché abbiano un pensiero critico per superare la propaganda ed essere cittadini del mondo. A 70 anni dalla II Guerra mondiale ancora c’è molto da fare; è importante lavorare insieme: la società civile e le organizzazioni come Rondine sono fondamentali».I lavori sono stati aperti da Mons. Giorgio Biguzzi, vescovo emerito di Makeni, che ha avuto un ruolo fondamentale nella ratifica dell’accordo che ha portato alla fine della guerra in Sierra Leone nel 2002. Portando i saluti del Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Biguzzi ha ricordato il lavoro in Sierra Leone delle Rondini d’Oro, ex studenti dell’associazione, per la prevenzione della violenza e la tutela dei diritti umani nel primo progetto che ha visto l’applicazione diretta del Metodo Rondine in un paese di conflitto “Initiative for Peaceful and Democratic Election in Sierra Leone”. «Dobbiamo incoraggiare i giovani », ha detto Mons. Biguzzi, che citando Don Primo Mazzolari ha ricordato: «La primavera viene dal fiorire dei primi boccioli, l’amore con il primo abbraccio e il volo delle rondini inizia perché una di loro apre le ali per prima. I nostri giovani sono il primo abbraccio, il primo bacio, il primo volo delle rondini».
Dopo la pubblicazione del volume Dentro il conflitto, oltre il nemico. Il «metodo Rondine» a cura di Luca Alici, edito da Il Mulino, che raccoglie i risultati della prima ricerca scientifica sul lavoro ventennale dell’associazione condotta da un team di ricerca dell’Università Cattolica di Milano e dell’Università di Padova, lo studio oggi si è aperto allo sguardo di altre discipline come la filosofia, l’antropologia culturale, la psicologia sociale e la conflict resolution. Inoltre, grazie alla collaborazione con la George Mason University di Washington, è già stata avviata una nuova ricerca condotta da Daniel Rothbart, docente di Analisi e risoluzione dei conflitti.Tra i tanti intervenuti ricordiamo i contributi di Andrea Bartoli, Rettore della Scuola di diplomazia della Seton Hall University; Jack Nusan Porte, da Harvard; Miguel Diaz, ex ambasciatore, oggi docente alla Loyola University; Michael David Kaiser, del Lutheran College di Washington; Adam Muller, della University of Manitoba; Aubrey Cox, del United States Institute of Peace USIP; Charles Hauss della Alliance for Peacebuilding (AfP).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Meet and greet” a Roma con sindaci molisani

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Roma sabato 15 dicembre 2018 presso l’Hotel degli Aranci in via Barnaba Oriani 11 (quartiere Parioli), con terrazza panoramica su San Pietro. Qui dalle ore 11 si svolgerà un incontro finalizzato, tra le altre cose, alla presentazione di un soggetto pubblico-privato per la gestione dei bandi e dei finanziamenti, nonché per euro-progettazione, formazione e comunicazione. Per l’occasione, oltre ad alcuni rappresentanti dell’associazione, quelli più interessati ai settori coinvolti, e ad una dozzina di imprenditori, saranno presenti diversi sindaci molisani ed altri esponenti delle istituzioni molisane e non, oltre a professionisti di diversi settori.
Un incontro prenatalizio per programmare le ambiziose iniziative per il 2019. E’ il “Meet and greet” dell’associazione Forche Caudine, organizzato dal Comitato Imprese dell’associazione. L’iniziativa mira ad individuare le strade più idonee per contribuire al rilancio del territorio attraverso il confronto, la progettazione e l’apporto di imprenditori, anche non molisani, aderenti al sodalizio.
Tra gli opinion leader che hanno già confermato la presenza all’evento, la cui partecipazione per ragioni organizzative è esclusivamente ad inviti, ci sono Marco Wong, presidente di Associna, fondatore di Extrabanca ed ex direttore di Huawei Italia e l’onorevole Ylenia Lucaselli, avvocato e global advisors della prima compagnia al mondo nella distribuzione di vino e alcool, la Southern Glazer’s Wine and Spirits, con sede a Miami ed in Texas, con un fatturato di 40 milioni di dollari, 22mila dipendenti, e circa 50 anni di attività. Sarà presente anche il giornalista Giuseppe Cerasa di “Repubblica”, già protagonista di altre iniziative dell’associazione.Tra gli scopi dei nuovi organismi c’è quello di oltrepassare le consumate logiche politiche e amministrative che hanno determinato l’attuale situazione economica, sociale e d’immagine non certo esaltante del Molise, cercando invece di individuare nuove strade per contribuire concretamente al rilancio del territorio.“Come già è avvenuto per altre iniziative di successo, intendiamo trasferire l’impeccabile esperienza organizzativa e mediatica di Forche Caudine su terreni nuovi e in parte contigui, come l’imprenditorialità, la formazione, l’organizzazione di servizi, l’export – concludono Bonello e Caterina.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Millennials vogliono posto fisso, welfare e meritocrazia, ma, soprattutto, farsi una famiglia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

I Millenials prediligono il lavoro intellettuale a quello manuale, vorrebbero fare un’esperienza professionale all’estero e considerano più coollavorare in una start up, piuttosto che in una grande azienda. Non solo: sono convinti che il vero punto di forza, in azienda, siano le competenze e la formazione e danno più valore alle possibilità di crescita e carriera che alla retribuzione. Interessante notare come continuino a sognare il posto fisso e desiderino lavorare in realtà che abbiano una politica di welfare aziendale in grado di aiutarli a formare una famiglia. E’ questa la fotografia delle aspettative lavorative dei Millenials che emerge dalla recente indagine 2018 dell’Osservatorio Generazione Z, Millennials, lavoro e welfare aziendalepromossa da Edenrede Orientasu un campione di oltre 5mila ragazzi. Si tratta della generazione digitale caratterizzata da elevati livelli di scolarizzazione, con significative competenze digitali, disponibilità alla mobilità, spiccato senso di autonomia e un’idea del lavoro informale, meritocratica e poco gerarchizzata.
Secondo i dati emersi, la maggioranza degli intervistati: l’88,92% del campione, ha indicato una spiccata preferenza per il lavoro da dipendente; solo l’11,08% ha indicato il lavoro autonomo, inoltre l’83% del campione ritiene la formazione scolastica e universitaria determinante per il proprio futuro nel mondo del lavoro. Alla domanda: “Preferisci un lavoro intellettuale o manuale?” il 66,50% ha espresso preferenza per quello intellettuale, mentre il restante 33,50% per quello manuale. Il 77,01% è disponibile a fare un’esperienza di lavoro all’estero e per il 69% la dimensione aziendale è indifferente, rispetto alle proprie preferenze lavorative, ma oltre il 74% sarebbe felice di poter lavorare in una start up. Alla domanda, Per l’azienda sono più importanti, secondo te, le tue competenze professionali o quelle umane (come un carattere aperto e brillante) e caratteriali? il 57,63% ha indicato le competenze professionali e solo il restante 42,37% quelle umane, le cosiddette soft skills.
Per una maggioranza schiacciante del campione, ossia l’81,50%, l’azienda ideale è quella che valorizza le potenzialità dei dipendenti, facendoli crescere in un contesto meritocratico. Il valore del merito è in assoluto al primo posto. Segue, in coerenza con il primo dato, il valore delle prospettive di carriera, per il 75,05%. Solo in seguito la “buona retribuzione” indicata dal 58,01% del campione. Subito dopo vengono gli aspetti legati ai benefit, welfare e organizzazione del lavoro. Per il 32,39% degli intervistati l’azienda ideale è quella che prevede una serie di benefit, oltre la retribuzione monetaria, come: computer, cellulare, buoni spesa, corsi di formazione, convenzioni con negozi e palestre, assicurazione sanitaria, viaggi, e così via. Con la stessa percentuale, il 32,16%, figurano coloro che hanno indicato una preferenza per l’azienda che offre la possibilità di gestire in autonomia l’orario e il luogo di lavoro. Per contro hanno scarsa rilevanza gli ambienti di lavoro (al contrario di quello che si poteva pensare) che: permettono un libero accesso ai socialdurante l’orario di lavoro, indicato dall’1,01%, che sono informali e con spazi di svago (1%) e che siano poco gerarchizzate, indicate dal 9,94% del campione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il problema delle leggi imperfette

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Roma 18 dic 2018, ore 15:30 Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro, piazza Capranica 72 si terrà il convegno: “Il problema delle leggi imperfette. Etica della partecipazione all’attività legislativa in democrazia”. In un contesto culturale pluralistico, l’elaborazione di alcune leggi richiede spesso un compromesso fra visioni etiche differenti. Quali i criteri irrinunciabili per i cattolici? Questo il tema su ci confronteremo prendendo spunto dal volume del Prof. Luciano Eusebi. Saluto introduttivo Edoardo Patriarca Senatore (PD) modera Luciano Eusebi Ordinario di Diritto penale, Univ. Cattolica S. Cuore Brescia
Intervengono: Luigi Alici Ordinario di Filosofia morale, Univ. degli studi di Macerata
Giuseppe Baturi Teologo canonista, Sottosegretario CEI Pier Davide Guenzi Presidente Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale.
Le conclusioni sono affidate al prof. Alberto Gambino Ordinario di Diritto privato, Prorettore Univ. Europea Roma; Presidente Ass.ne nazionale Scienza & Vita.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevenzione personalizzata per prevenire le malattie

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

L’Università di Parma è l’unico ateneo italiano coinvolto nella partnership del progetto europeo Preventomics (Empowering consumers to PREVENT diet-related diseases through OMICS sciences), focalizzato sulla nutrizione personalizzata come strumento per migliorare la salute e prevenire l’insorgenza di malattie. Per l’Ateneo (destinatario di un finanziamento di 540mila euro per le attività di ricerca del progetto) sono coinvolti il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie con il prof. Daniele Del Rio, responsabile scientifico per l’Università di Parma, il Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco con le prof.sse Francesca Scazzina, Chiara Dall’Asta e Augusta Caligiani, e il Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche con il prof. Federico Bergenti.Per i prossimi tre anni Preventomics svilupperà piani personalizzati per la nutrizione e gli stili di vita al fine di migliorare la salute delle persone, basandosi su caratteristiche individuali come quelle fisiche e comportamentali, lo stile di vita, il genotipo, le preferenze e la condizione fisica. I piani di salute personalizzati terranno in considerazione le esigenze e i fabbisogni degli utenti per fornire indicazioni sui comportamenti da seguire, sfruttando le potenzialità delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT).Grazie al potenziale delle tecniche omiche, soprattutto della metabolomica, il progetto permetterà di conoscere lo stato di salute metabolica, e si focalizzerà su tecniche orientate a indurre un cambiamento nel comportamento delle persone con strumenti di nutrizione preventiva personalizzata, accessibili a tutti, per promuovere mutamenti nelle abitudini e realizzare il miglioramento della salute in maniera sostenibile e duratura.Da un punto di vista sociale, la ricerca svolta da Preventomics faciliterà l’adozione di abitudini alimentari salutari, aumenterà la soddisfazione e la fiducia nei confronti di una dieta più personalizzata e promuoverà una maggiore aderenza alla dieta mediterranea come modello alimentare salutare, in linea con le raccomandazioni dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA).Il progetto Preventomics si concluderà con l’introduzione sul mercato di sei nuovi prodotti, sia scaturiti dall’applicazione di nuove tecnologie per migliorare la salute (e-business) sia sotto forma di prodotti alimentari per il consumo umano.
La partnership di Preventomics, coordinata da Eurecat, vanta 19 realtà europee da 7 diversi paesi. Oltre all’Università di Parma e ad Eurecat ne fanno parte ALDI, Alimentòmica, Onmi, Simple Feast, METEDA, Carinsa and Practio, University of Southampton, Institute of Communication and Computer Systems, Erasmus Universiteit Rotterdam, Leitat, Wageningen University, Uniwersytet Jagiellonski a Cracovia e Universiteit Maastricht, l’associazione dei pazienti affetti da osteoartrosi Osteoarthritis Foundation International (OAFI), l’Organizzazione dei Consumatori Spagnoli (OCU) e l’Associazione Spagnola per la Standardizzazione (UNE).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo chiuso con l’Agenzia delle Entrate grazie alla consulenza di Warrant Hub

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Correggio (RE) Warrant Hub (Tinexta Group), società leader nella consulenza alle imprese per operazioni di finanza agevolata, ha supportato ILLVA Saronno S.p.A., celebre per la produzione e commercializzazione di bevande alcoliche con marchi quali Disaronno, Tia Maria, Artic, Zucca, Isolabella, nell’iter per la sottoscrizione dell’accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate sulle modalità di calcolo del reddito agevolabile ai fini della normativa Patent Box.Tale accordo ha avuto come oggetto i marchi Disaronno e Tia Maria.
Warrant Hub ha assistito ILLVA Saronno tramite Warrant Innovation Lab, società che offre, tra gli altri, servizi in ambito di Intellectual Property Management, inclusa la valutazione e la valorizzazione degli asset.La consulenza ha riguardato tutte le fasi della procedura: dalla presentazione dell’istanza di ruling per l’accesso al regime Patent Box, al contradittorio con i funzionari dell’Ufficio Accordi Preventivi e Controversie Internazionali in merito alle modalità di determinazione del reddito ascrivibile ai due marchi, fino alla sottoscrizione dell’accordo di ruling.Le opzioni per entrambi i marchi sono state esercitate entro il 31 dicembre 2016, termine ultimo di validità, ai sensi del Decreto Legge 24 aprile 2017, per quanto riguarda l’accesso di tale categoria di beni intangibili ai benefici del Patent Box.ILLVA Saronno, pertanto, potrà godere della tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’uso dei marchi Disaronno e Tia Maria nel quinquennio 2015-2019, al termine del quale potrà usufruire nuovamente del Patent Box con i beni intangibili ancora ammessi dalla normativa (brevetti, disegni e modelli, know-how e software coperti da copyright). Anche in questo caso, Warrant Innovation Lab affiancherà ILLVA Saronno nella valorizzazione degli asset e della proprietà intellettuale per il periodo di agevolazione.A partire dal 2015, anno di entrata in vigore del Patent Box, sono già 15 le procedure di accordo con l’Agenzia delle Entrate che Warrant Innovation Lab ha gestito con successo assistendo aziende di ogni settore.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima edizione di “Unijunior Parma – Conoscere per crescere”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Parma Sabato 15 dicembre alle 15.30 al Campus, nell’Auditorium del Plesso Polifunzionale, si concluderà con la festa finale di consegna dei diplomi agli oltre 330 piccoli studenti la prima edizione di “Unijunior Parma – Conoscere per crescere”, il ciclo di lezioni universitarie per bambine/i e ragazze/i dagli 8 ai 14 anni.La giornata conclusiva di Unijunior sarà un momento ricco di emozioni. I giovanissimi studenti riceveranno il diploma in “Dottori e Dottoresse Unijunior” alla presenza del Rettore Paolo Andrei, del Delegato del Rettore per la Terza Missione Fabrizio Storti, dei professori e ricercatori che hanno tenuto le lezioni e dello staff di Unijunior.A seguire verrà presentato un estratto dall’ultimo spettacolo teatrale della compagnia Teatrino Alambicco – Leo Scienza i cui lavori coniugano comicità, poesia e momenti di interazione con il pubblico, divertendo piccoli e adulti.In occasione della festa finale anche i familiari dei piccoli studenti avranno accesso alle aule universitarie e potranno assistere alla “proclamazione di laurea”.L’Associazione Leo Scienza, i professori ed i ricercatori dell’Università di Parma sono lieti di avere offerto occasioni di conoscenza e di divulgazione scientifica: il successo della prima edizione svoltasi nella sede di Parma si va ad unire a quello delle altre città emiliano-romagnole dove è attivo il progetto Unijunior (Bologna, Modena e Reggio Emilia, Ferrara, Rimini, Forlì e Cesena, Ravenna).I giovani allievi hanno potuto imparare divertendosi fra i banchi universitari, affollando tutte le 18 lezioni tenute da docenti provenienti dai vari dipartimenti dell’Ateneo parmense che si sono svolte il sabato pomeriggio da ottobre a dicembre. Tanti gli argomenti trattati, in un programma che ha incluso varie discipline (quali biologia, medicina, fisica, architettura, matematica, chimica, ecologia, ingegneria, veterinaria, lettere). I titoli proposti spaziano da “Cristalli a merenda” a “Microbi amici. Microbi buoni che fanno bene”, da “Sui tetti con i gatti” a “A cavallo dello spazio e del tempo”, da “Arcobaleni, miraggi e altre meraviglie della luce” a “Dalla Terra alla Luna in bicicletta”, da “Con Paperino a spasso per Quackenberg” a “I mondi di carta”, da “… mi presento sono il cuore!” a “Prendiamoci cura della Terra…mangiando!”, da “Un naso freddo che scalda il cuore” a “Il terremoto non è il lupo”, da “Alla scoperta delle macchine termiche” a “Con il naso sotto terra: alla scoperta del mondo di sotto!”.Ponte fra territorio ed Università, Unijunior promuove l’interesse verso lo studio, la formazione e la ricerca, aprendo le porte dell’Università, “tempio del sapere” ma anche spazio di condivisione e confronto, anche ai più giovani. Il progetto Unijunior vuole proporre una visione della conoscenza che sia da stimolo per i giovanissimi e guida nelle loro scelte future. Conoscenza intesa non come ricezione passiva e imposta ma come conquista attiva, mossa da curiosità, passione ed intraprendenza, perché “i giovani non sono vasi da riempire ma fiaccole da accendere” [Plutarco].

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

40 anni di Servizio Sanitario Nazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Il prossimo 23 dicembre ricorrono i 40 anni dall’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale, conquista sociale irrinunciabile per l’eguaglianza di tutte le persone. Per l’occasione la Fondazione GIMBE ha realizzato un logo celebrativo, consegnato ieri al Ministro Grillo in occasione dell’evento organizzato dal Ministero della Salute “40 anni di Servizio Sanitario Nazionale”, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Fondazione GIMBE, organizzazione no-profit indipendente, nell’ambito del programma #salviamoSSN, lanciato nel 2013 per salvaguardare il modello di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico, pubblica annualmente il Rapporto sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale e dal 2016 ha istituito l’Osservatorio GIMBE sulla sostenibilità del SSN per monitorare responsabilità e azioni di tutti gli stakeholder, con il fine ultimo di ottenere il massimo ritorno in termini di salute del denaro pubblico investito in sanità. (immagine: logo del servizio sanitario italiano)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Convegno: Qualità in sanità

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Napoli Non accenna a diminuire il divario tra la qualità della Sanità al Nord e al Sud. Nel Mezzogiorno un quarto dei cittadini è costretto a mettere mano al proprio portafoglio e, troppo spesso, a rinunciare a curarsi a causa del proprio reddito (28%). Basti pensare che per far fronte alle mancanze del SSN il 70% di chi vive al Sud ricorre a visite specialistiche pagate di tasca propria (+7,6% rispetto alla media nazionale). Superiore alla media anche la frequenza di ricorso ai farmaci pari all’87%, una cifra che si discosta di oltre 15 punti percentuali rispetto alla media nazionale.Sulle possibili soluzioni per cercare di mettere fine a questa preoccupante situazione, si focalizzerà l’intervento di Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute durante il convegno “Qualità in Sanità, tra equità e sostenibilità” in programma oggi e domani a Napoli.“Il Welfare supplementare in Sanità è doveroso per tentare di ridurre l’Health Divide che spezza in due il nostro Paese – spiega Vecchietti – e per ottemperare al dettato della Costituzione che impone il diritto alla salute, oggi spesso negato o ridotto per alcune categorie di cittadini, le più fragili e quelle che risiedono nelle aree meridionali del Paese”.Dal capoluogo partenopeo, il numero uno di RBM Assicurazione Salute rilancerà il progetto di un Welfare supplementare per il Sud, presentato ad ottobre al Convegno “Mezzogiorno d’Italia: ultima spiaggia” organizzato da EUR.A.PRO.MEZ (Associazione Nazionale per il Progresso del Mezzogiorno d’Italia). Un progetto che, se avviato, potrebbe ridurre i gap assistenziali con il resto del Paese, ristabilendo quell’equità e quell’universalismo che dovrebbero essere alla base del nostro Servizio Sanitario. Il Welfare supplementare potrebbe essere finanziato attraverso i Fondi Europei, oggi pericolosamente a rischio per mancato utilizzo, che quindi sarebbero finalizzati a garantire la perequazione territoriale.
“Le Forme Sanitarie Integrative – afferma Vecchietti – possono finanziare aree di prestazioni economicamente non più sostenibili dal SSN garantendo comunque la loro erogazione mediante delle strutture pubbliche o convenzionate. Le Regioni potrebbero trasferire ad un terzo (fondi sanitari/compagnia di assicurazioni) in tutto o in parte l’onere economico connesso all’erogazione delle prestazioni sanitarie di una determinata area di trattamenti, garantendo comunque al cittadino il rispetto dei LEA predefiniti su base territoriale e a fronte di un budget di spesa predeterminato (il premio assicurativo). Analizzando il quadro complessivo credo sia necessario investire su fondi pensione e fondi sanitari territoriali. Inoltre, si potrebbero promuovere fondi welfare territoriali per assicurare tutele integrative in campo pensionistico, sanitario ed assistenziale, consorziare gli enti locali e favorire una pianificazione integrata. Coinvolgendo aziende, ordini professionali e categorie presenti sul territorio sarebbe possibile dare vita ad un welfare del territorio e ampliare così le esperienze di welfare occupazionale.” “Come evidenziato dall’VIII Rapporto RBM-Censis cresce il rancore degli italiani nei confronti del SSN – segnala Vecchietti -. Questo sentimento negativo dilaga nel Mezzogiorno dove quasi la metà degli intervistati si dichiara arrabbiato di fronte ad un Servizio Sanitario che non sembra essere in grado di curarli nei tempi e nei modi adeguati e li obbliga a diventare migranti della salute. Il fenomeno della mobilità sanitaria, infatti, è aumentato del 21% rispetto al 2015 e lo scorso anno ha coinvolto 1,7 milioni di italiani E la situazione pare in peggioramento poichè il federalismo fiscale non ha fatto che accrescere il divario. Se prima del 2017 la speranza di vita era pressappoco la stessa in tutto il Paese, oggi per un uomo campano è di 74 anni contro i 76 di un lombardo e per quanto riguarda le donne è di 80 contro 83.” Preoccupanti anche i dati relativi alla cronicità e all’obesità, superiori alla media nazionale. Infatti, il 15,9% degli abitanti del Sud presenta una malattia cronica grave, mentre negli over 65 il tasso di persone in condizione di multicronicità è addirittura del 47% (+5% rispetto al Nord). Per quanto riguarda l’obesità, in Campania oltre la metà delle persone sono in sovrappeso o obese, anche a causa di una maggiore sedentarietà (un fenomeno che riguarda il 57,7% dei campani) dovuta a una minore offerta di strutture sportive e ad un PIL pro-capite inferiore.A contribuire alla più bassa speranza di vita, anche una minore attenzione alla prevenzione: il tasso di adesione allo screening mammografico, ad esempio, è del 55% al Nord, mentre si ferma al 36% nel Mezzogiorno.Ad aggravare la situazione il meccanismo delle detrazioni, attualmente vigente: quasi il 60% dei costi sostenuti da tutti i cittadini italiani attraverso la Finanza Pubblica per garantire le risorse necessarie al funzionamento di tale sistema, viene assorbito dalle regioni del Nord, meno del 20% da quelle del Sud e delle Isole.“Analizzando il quadro complessivo – prosegue Vecchietti – credo sia necessario investire su fondi pensione e fondi sanitari territoriali. Pubblico e privato potrebbero affiancarsi e garantire il diritto alla Salute, riconosciuto anche dalla nostra Costituzione, a tutti. Per farlo perché non seguire la strada di un reddito di salute? Inoltre, si potrebbero promuovere fondi welfare territoriali per assicurare tutele integrative in campo pensionistico, sanitario ed assistenziale, consorziare gli enti locali e favorire una pianificazione integrata. Coinvolgendo aziende, ordini professionali e categorie sarebbe possibile dare vita ad un welfare del territorio e ampliare così le esperienze di welfare occupazionale”.Ad oggi, la macro-area Sud e Isole è quella con il minor numero di assicurati (soltanto 1 cittadino su 10 usufruisce di polizze sanitarie collettive/Fondi Integrativi e poco meno del 10% di polizze sanitarie individuali). Di conseguenza, in questa zona del Paese la Spesa Sanitaria Intermediata pro-capite è di soli 18,90 € a fronte di una Spesa Sanitaria Privata pro-capite pari a 495,42 € (3,8% contro il 13,3% del Nord-Est).E ancora: “Attualmente gli italiani che già hanno una forma sanitaria integrativa beneficiano di una riduzione della loro spesa sanitaria privata di 2/3. Ed essendo l’attuale impianto della Sanità Integrativa di matrice prevalentemente occupazionale anche la sua diffusione ricalca la struttura produttiva del Paese favorendo inevitabilmente le Regioni del Centro Nord dove sono presenti la maggior parte delle Pubbliche Amministrazioni (Centro) – conclude Vecchietti – e del tessuto produttivo delle Piccole Medie Imprese (Nord) che rappresenta la spina dorsale della nostra economia”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

45° Osservatorio sul Credito al Dettaglio realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Lo studio ha evidenziato che nei primi nove mesi del 2018 le erogazioni di credito al consumo hanno continuato a crescere (+6.3% rispetto allo stesso periodo del 2017), sebbene a ritmi più contenuti rispetto agli ultimi anni, in linea con l’attenuazione della crescita dei consumi di beni durevoli delle famiglie. In particolare, il mercato sconta il deciso rallentamento della crescita delle erogazioni di prestiti personali: (+4.5%, rispetto a quelle double digit dei due anni precedenti), dovuto alla modesta evoluzione dei nuovi prestiti.L’attività complessiva è stata trainata dai finanziamenti finalizzati, sia quelli destinati all’acquisto di autoveicoli e motocicli (+9.0%), sia quelli destinati all’acquisto di altri beni e servizi (appartenenti a settori quali arredo, elettronica ed elettrodomestici e altri beni e servizi finanziabili, tra i quali impianti per la casa, spese mediche, palestre e tempo libero, etc.), in crescita del +11.8%, dopo il calo del 2017. Nello specifico sono i finanziamenti destinati ad acquisti di elettrodomestici ed elettronica di consumo a mostrare la crescita più elevata (+20.2%), grazie anche all’impulso proveniente da prodotti innovativi e promozioni.Nei primi 9 mesi del 2018, inoltre, le erogazioni di mutui immobiliari alle famiglie consumatrici con finalità di acquisto mostrano una crescita stabile sui valori dell’anno precedente (+5% i flussi finanziati, +4.4% il numero dei nuovi contratti stipulati).Le previsioni per i prossimi due anni indicano che i flussi di credito alle famiglie continueranno a crescere, sebbene a ritmi gradualmente più contenuti. In un contesto di maggiore incertezza del quadro macroeconomico, l’andamento di credito al consumo e mutui sarà maggiormente ancorato alle dinamiche dei consumi e del mercato immobiliare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pietro Aversa alla guida del gruppo Nicolaus

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Erregi Holding, holding di partecipazioni di proprietà dei fratelli Giuseppe e Roberto Pagliara che controlla il Tour Operator Nicolaus Tour, che nel luglio scorso ha acquistato il marchio Valtur, ha cooptato nel Consiglio stesso Pietro Aversa.Pietro Aversa, che assumerà la carica di Presidente di Erregi Holding nonché di Amministratore Delegato di Nicolaus Tour, vanta numerose esperienze ai massimi livelli nel mondo del Travel & Transportation, avendo ricoperto, fra gli altri, l’incarico di co-Chairman dell’Alleanza Alitalia-KLM, di Membro del Board di Galileo, co-fondatore e membri del Board di Opodo, Senior Vice President della IATA. Nel mondo del turismo Pietro Aversa ha contribuito in qualità di braccio destro strategico e operativo della famiglia Isoardi al grande sviluppo di Alpitour degli anni ‘80-90.“Sono quattro anni che Pietro sta collaborando con noi, dando il suo determinante contributo alla strategia e alla crescita del Gruppo Nicolaus. Ora che, con l’acquisizione del marchio Valtur, inizia una nuova fase di sviluppo del Gruppo, mio fratello Roberto ed io abbiamo deciso di chiedere a Pietro di accompagnarci con la sua esperienza in questo nuovo percorso con un ruolo non più soltanto di Senior Advisor ma di vera e propria gestione”, ha commentato Giuseppe Pagliara, che ricoprirà il ruolo di Amministratore Delegato della Holding.“In questo nuovo percorso – ha commentato Roberto Pagliara, che continuerà a ricoprire la carica di Presidente di Nicolaus Tour – abbiamo deciso con Pietro un forte potenziamento della squadra di Nicolaus, potenziamento che è in fase di completamento e che sarà a breve ufficializzato sul mercato”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Milano 14 e 15 dicembre, presso l’Università degli Studi, l’evento per affrontare il rapporto fra i DSA e la “libertà di apprendere” sotto molteplici punti di vista.
A presentare il Congresso e il suo articolato programma, salirà sul palco Sergio Messina, Neuropsichiatra infantile e Presidente Associazione Italiana Dislessia; Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio Comunale di Milano; Loredana Grimaldi, Direttore Generale Fondazione TIM, partner di AID con il progetto formativo di e-learning Dislessia Amica e di Ricardo Franco Levi, Presidente AIE.
A seguire, l’intervento di Eraldo Paulesu, Professore Ordinario di Psicologia Fisiologica e Psicobiologia, psicologo, che illustrerà come l’utilizzo di tecnologie di neuro-immagine abbia contribuito a spostare l’attenzione, nella ricerca, da interpretazioni “motivazionali” della dislessia ad interpretazioni neuro-psicologiche. Successivamente il filosofo Salvatore Natoli, che con il suo contributo affronterà il legame fra il pensiero e il linguaggio, in funzione della conoscenza e della comunicazione.
Dalle 12, l’intervento “Inclusione scolastica e DSA: Costruzione di nuovi paradigmi per un processo formativo più coerente” del docente Martin Dodman, che vedrà protagonisti i nuovi modelli di insegnamento, basati sul valore della diversità e sulla valorizzazione della persona, coerenti con l’obiettivo di una società più inclusiva e partecipativa.
A conclusione dei lavori della mattinata, l’intervento “DSA e libertà nel mondo del lavoro” a cura del Neurologo Enrico Ghidoni e della Ricercatrice Sara Bocchicchio di Fondazione Italiana Dislessia che indagheranno gli ostacoli incontrati dal lavoratore con DSA nella ricerca di un’occupazione, nel processo di selezione o di crescita professionale, ma anche i frequenti punti di forza, come creatività, intuizione, pensiero divergente e talento nell’elaborazione delle informazioni visive e spaziali.Il convegno vedrà la partecipazione straordinaria venerdì 14 dicembre, alle ore 12, del cantautore e attore toscano Lorenzo Baglioni, per presentare in anteprima un nuovo progetto in collaborazione con AID.Da segnalare, nel pomeriggio del 14 dicembre, la Tavola Rotonda “DSA e libertà di apprendimento dal punto di vista neuropsicologico: opportunità e limiti” che vedrà gli interventi di Giacomo Stella, Cesare Cornoldi, Stefano Vicari e Cristiano Termine, tra le figure di maggior rilievo in Italia, sotto il profilo della ricerca in ambito clinico-diagnostico sui DSA.Nel corso della mattinata di sabato 15 dicembre, si evidenzia la partecipazione, per i saluti istituzionali, di Anna Rossomando, Vicepresidente del Senato, prima firmataria del disegno di legge 170/2010 per favorire l’inserimento lavorativo delle persone DSA. Nella stessa mattinata, interverrà Silvia Candiani, Country General Manager Microsoft Italia e Lauro Mengheri del Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (CNOP).Per visualizzare il programma completo: https://www.aiditalia.org/Media/News/congressoAID2018/programma_aggiornato_congresso_nazionale_AID_milano.pdf

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

5 anni di guerra in Sud Sudan: 15.000 bambini senza genitori o scomparsi

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Si stima che 1,2 milioni di bambini soffrano di malnutrizione acuta – il numero più alto dall’inizio del conflitto; circa 2,2 milioni di bambini non stanno ricevendo un’istruzione, rendendo il Sud Sudan il paese con la percentuale più alta al mondo di bambini che non frequentano la scuola.
Oltre 4 milioni di persone sono state sradicate a causa del conflitto, la maggior parte bambini. 15 mila bambini sono ancora separati dalle loro famiglie o scomparsi, a cinque anni dall’inizio del conflitto. Dall’inizio del conflitto, l’UNICEF e i suoi partner hanno riunito circa 6.000 bambini ai loro genitori o tutori. “Ogni ricongiungimento è il risultato di mesi, e spesso anni, di lavoro per rintracciare i membri delle famiglie scomparsi in un paese della grandezza della Francia, ma senza nessuna infrastruttura di base”, ha dichiarato Leila Pakkala, Direttore Regionale dell’UNICEF in Africa orientale e meridionale. “Le sofferenze che questi bambini hanno subito durante il conflitto sono state inimmaginabili, ma la gioia di vedere una famiglia di nuovo tutta intera è sempre una fonte di speranza”.I bambini separati e non accompagnati sono maggiormente vulnerabili a violenze, abusi e sfruttamento, questo rende il ricongiungimento coi loro genitori una priorità urgente. Anche una volta riunite, molte famiglie continuano ad aver bisogno di aiuto. La metà dei bambini riuniti – circa 3.000 – stanno ancora ricevendo assistenza da parte degli assistenti sociali, portando il numero complessivo di bambini con bisogno di supporto a 18.000.Un accordo di pace recentemente firmato fra le parti in conflitto in Sud Sudan potrebbe fornire un’opportunità per rafforzare questo lavoro e altri tipi di assistenza umanitaria.“Nel territorio ci sono stati sviluppi incoraggianti dalla firma dell’accordo di pace”, ha dichiarato Pakkala. “La nostra speranza è che aree precedentemente inaccessibili cominceranno ad aprirsi, permettendoci di portare assistenza salvavita a un numero maggiore di persone l’anno prossimo”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Amazon Web Services Launches New Region in Sweden

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Amazon Web Services, Inc. (AWS), an Amazon.com company (NASDAQ:AMZN), today announced the opening of the AWS Europe (Stockholm) Region. With this launch, AWS now provides 60 Availability Zones across 20 infrastructure regions globally, with another 12 Availability Zones and four regions in Bahrain, Hong Kong SAR, Italy, and South Africa all coming online by the first half of 2020. The AWS Europe (Stockholm) Region is AWS’s fifth in Europe, joining existing regions in France, Germany, Ireland, and the UK. Tens of thousands of customers across the Nordics – Denmark, Finland, Iceland, Norway, and Sweden – already use AWS. Starting today, developers, startups, and enterprises, as well as government, education, and non-profit organizations can leverage the new AWS Europe (Stockholm) Region to run their applications in Sweden, serve end-users across the Nordics with lower latency, and leverage advanced technologies such as analytics, database, mobile services, serverless, and more, to drive innovation. Customers can get started today at: https://aws.amazon.com/local/nordics/“Since the early days of AWS, Nordic organizations have been using AWS’s cloud technologies to help reinvent entire industries, such as Supercell and Rovio in gaming, Scania and Volvo in automotive, and Nokia and Telenor in telecommunications,” said Andy Jassy, Chief Executive Officer, Amazon Web Services. “Tens of thousands of Nordic customers have been using AWS from regions around the world, but many have shared that they also wanted an AWS Region in the Nordics so they can easily operate their most latency-sensitive workloads for end-users in the Nordics while meeting any data sovereignty requirements. We’re excited to deliver our AWS Stockholm Region today to meet these customer requests.”The AWS Europe (Stockholm) Region offers three Availability Zones at launch. AWS Regions are comprised of Availability Zones, which are technology infrastructure in separate and distinct geographic locations with enough distance to significantly reduce the risk of a single event impacting business continuity, yet near enough to provide low latency for high availability applications. Each Availability Zone has independent power, cooling, and physical security and are connected via redundant, ultra-low-latency networks. AWS customers focused on high availability can design their applications to run in multiple Availability Zones to achieve even greater fault-tolerance. Additionally, local AWS customers with data residency requirements can now store their content in Sweden with the assurance that their content will not move without consent, while customers building applications that comply with the General Data Protection Regulation (GDPR) now have access to another secure AWS infrastructure region in the European Union (EU) that meets the highest levels of security, compliance, and data protection.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Adtalem Global Education Completes Divestitures of DeVry University and Carrington College

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Adtalem Global Education (NYSE: ATGE), a leading global education provider, today announced the completion of the transfer of ownership of DeVry University (DVU) and its Keller Graduate School of Management to Cogswell Education LLC. Today’s announcement closely follows Adtalem’s disclosure of the transfer of ownership of Carrington College to San Joaquin Valley College, Inc. (SJVC Inc.) which was completed on Dec. 4, 2018. Post divestitures, Adtalem Global Education’s U.S. postsecondary degree-granting institutions serve the high-demand, rapidly growing medical and healthcare markets.Cogswell Education, LLC assumed full ownership of DVU on Dec. 11, 2018. This transition enables DVU to further pursue its growth strategy while maintaining focus on successful student outcomes and students’ ability to achieve their career goals.
On Dec. 4, 2018, Adtalem completed the transfer of Carrington College to SJVC, Inc., a family-owned, California-based career college. Carrington College, which will retain its brand, will benefit from partnering with a comparable institution.“We are confident we have found the right partners for DVU and Carrington, as each institution begins the next chapter in its legacy of serving students,” said Lisa Wardell, president and CEO of Adtalem Global Education. “We are grateful for the incredible efforts over the past year on the part of the teams from Cogswell and SJVC to ensure a smooth transition for our students, faculty and employee teams. As we look ahead, Adtalem’s remaining institutions and companies create a focused, performance-oriented portfolio; competing in areas where we have the right to win with platforms upon which we have tremendous opportunities to grow.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

coMakeIT Sets Up an Australian Subsidiary

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

coMakeIT, a niche provider of product engineering, application modernization, and digital transformation services, announced the setting up of a new Australian subsidiary.
To better serve the needs of its current customers and also tap into the potential of fast-growing ANZ market, coMakeIT established a new subsidiary: coMakeIT Australia Pty Ltd. Based in Melbourne, Victoria, coMakeIT Australia will be ideally positioned to serve software businesses and digital enterprises. Over the past 12 years, coMakeIT has been serving numerous innovative software businesses from Netherlands, UK, and Australia, in diverse domains including BFSI, Logistics, Fleet Management, ERP, and Education, etc. For a number of years, coMakeIT has been a strategic innovation partner for Australian businesses such as CGR, DeakinCo., Moveware, and Stargate Group.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

California Life Sciences Association (CLSA) Welcomes Proposed 5-Year Delay of Medical Device Tax

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

California Life Sciences Association (CLSA), the trade association representing California’s life sciences industry, welcomes the introduction of new legislation in Congress this week that suspends until December 2024 the innovation and job hindering 2.3% medical device excise tax levied on medical device firms established as part of the Affordable Care Act (ACA). The tax is currently suspended until December 2019. The following statement can be attributed to Sara Radcliffe, President & CEO, CLSA:“California Life Sciences Association (CLSA) welcomes the introduction of legislation that places an additional delay on the ill-conceived 2.3% medical device excise tax, until December 2024. Since its inception, this tax has only hindered investment in medical technology research and development.“While our membership, comprised of the nation’s leading medical technology innovators, certainly welcomes an additional 5-year reprieve from the tax, CLSA will continue to advocate for full and permanent repeal, so that the U.S. does not jeopardize our position as a global leader in medical technology innovation. As the voice of California’s life sciences community, we strongly urge our California congressional delegation to support this measure to suspend this counterproductive tax.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Q2 Holdings, Inc. to Host Investor Conference on Feb. 28, 2019

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

New York. Q2 Holdings, Inc. (NYSE:QTWO), a leading provider of digital banking and lending solutions, will host an investor conference at 9 a.m. EDT on Thursday, Feb. 28, 2019, in New York City. The event will feature presentations from Q2’s senior management team and will include strategic and financial updates. For those who cannot attend, a live webcast of the event will be accessible from the investor relations section of the Q2 website. An archived replay of the webcast will be available at this website on a temporary basis shortly after the conference.
Q2 is a secure, cloud-based digital banking solutions company headquartered in Austin, Texas. Since 2004, it has been our mission to build stronger communities by strengthening their financial institutions. Our digital banking solutions for deposits, money movement, lending, leasing, security and fraud enable financial institutions to deliver a better financial experience to their account holders. Our bank and credit union customers, along with emerging financial services providers, also benefit from actionable data analytics and access to open technology tools. To learn more about Q2, visit http://www.q2ebanking.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dense Air to offer Neutral Host 5G Densification Services in Australia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Dense Air today announced it had won spectrum in the six largest Australian cities, by participating in the ACMA 5G Spectrum Auction. The acquired spectrum supports 5G operation in 3GPP band n77/78.Dense Air is a new class of wholesale network operator, that “enhances and extends” coverage and capacity by offering neutral host “Carrier of Carriers” services, supporting multiple operators on the same physical 5G small cell or 5G femtocell. Dense Air will provide densification extensions to both enterprise and residential consumers, extending 5G coverage and capacity to the hardest to reach outdoor and indoor locations.Dense Air provides a fully managed service to both mobile and fixed network operators by the targeted mass deployment of small cells. The acquired spectrum assets in Australia enable Dense Air to start operations when the licenses are issued and handsets for the 5G eco-system, are available.Paul Senior, CEO of Dense Air said “We are absolutely thrilled to have acquired 5G spectrum in the major metro areas of Australia. Our spectrum enables us to offer a completely new type of wholesale service to 5G network operators. Dense Air will complement planned 5G deployments, by allowing much greater densification than can be achieved with macro cells alone. By offering both 5G enterprise small cells and 5G residential femtocells, we can in-fill missing coverage and enhance capacity. Our mission is to help improve an operator’s 5G business cases, which still remains very challenging for both MNOs and MVNOs alike”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »