Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

I Millennials vogliono posto fisso, welfare e meritocrazia, ma, soprattutto, farsi una famiglia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

I Millenials prediligono il lavoro intellettuale a quello manuale, vorrebbero fare un’esperienza professionale all’estero e considerano più coollavorare in una start up, piuttosto che in una grande azienda. Non solo: sono convinti che il vero punto di forza, in azienda, siano le competenze e la formazione e danno più valore alle possibilità di crescita e carriera che alla retribuzione. Interessante notare come continuino a sognare il posto fisso e desiderino lavorare in realtà che abbiano una politica di welfare aziendale in grado di aiutarli a formare una famiglia. E’ questa la fotografia delle aspettative lavorative dei Millenials che emerge dalla recente indagine 2018 dell’Osservatorio Generazione Z, Millennials, lavoro e welfare aziendalepromossa da Edenrede Orientasu un campione di oltre 5mila ragazzi. Si tratta della generazione digitale caratterizzata da elevati livelli di scolarizzazione, con significative competenze digitali, disponibilità alla mobilità, spiccato senso di autonomia e un’idea del lavoro informale, meritocratica e poco gerarchizzata.
Secondo i dati emersi, la maggioranza degli intervistati: l’88,92% del campione, ha indicato una spiccata preferenza per il lavoro da dipendente; solo l’11,08% ha indicato il lavoro autonomo, inoltre l’83% del campione ritiene la formazione scolastica e universitaria determinante per il proprio futuro nel mondo del lavoro. Alla domanda: “Preferisci un lavoro intellettuale o manuale?” il 66,50% ha espresso preferenza per quello intellettuale, mentre il restante 33,50% per quello manuale. Il 77,01% è disponibile a fare un’esperienza di lavoro all’estero e per il 69% la dimensione aziendale è indifferente, rispetto alle proprie preferenze lavorative, ma oltre il 74% sarebbe felice di poter lavorare in una start up. Alla domanda, Per l’azienda sono più importanti, secondo te, le tue competenze professionali o quelle umane (come un carattere aperto e brillante) e caratteriali? il 57,63% ha indicato le competenze professionali e solo il restante 42,37% quelle umane, le cosiddette soft skills.
Per una maggioranza schiacciante del campione, ossia l’81,50%, l’azienda ideale è quella che valorizza le potenzialità dei dipendenti, facendoli crescere in un contesto meritocratico. Il valore del merito è in assoluto al primo posto. Segue, in coerenza con il primo dato, il valore delle prospettive di carriera, per il 75,05%. Solo in seguito la “buona retribuzione” indicata dal 58,01% del campione. Subito dopo vengono gli aspetti legati ai benefit, welfare e organizzazione del lavoro. Per il 32,39% degli intervistati l’azienda ideale è quella che prevede una serie di benefit, oltre la retribuzione monetaria, come: computer, cellulare, buoni spesa, corsi di formazione, convenzioni con negozi e palestre, assicurazione sanitaria, viaggi, e così via. Con la stessa percentuale, il 32,16%, figurano coloro che hanno indicato una preferenza per l’azienda che offre la possibilità di gestire in autonomia l’orario e il luogo di lavoro. Per contro hanno scarsa rilevanza gli ambienti di lavoro (al contrario di quello che si poteva pensare) che: permettono un libero accesso ai socialdurante l’orario di lavoro, indicato dall’1,01%, che sono informali e con spazi di svago (1%) e che siano poco gerarchizzate, indicate dal 9,94% del campione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: