Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 22 dicembre 2018

Effetto Mina tribute band

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Palermo domenica 23 dicembre alle 22 al Palab di Palermo in piazzetta del Fondaco (dietro la questura e a pochi metri da Ballarò) Sara Lanza alla voce e la sua band saranno impegnati per tutta la sera a reinterpretare brani di Anna Maria Mazzini, ovvero la più grande delle dive, che ha fatto la storia della musica e della canzone italiana, attraverso i brani più belli. Hit di primissimo piano, ma anche di nicchia, per conoscere tutte le sfumature di Mina. C’è tutta la passione verso il mondo musicale innovativo e rivoluzionario che da sempre circonda il mito della Tigre di Cremona nel sound degli “Effetto Mina”. Ora una band di musicisti made in Sicilia la celebreranno per una sera in uno show che è già storia e la ricorderanno dopo circa 40 anni che è fuori dalle scene.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale: le celebrazioni in diretta con Papa Francesco

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

papa francesco natale 2018.jpgLunedì 24 dicembre ore 21.30 – Messa della notte di Natale
Martedì 25 dicembre ore 12 – Benedizione Urbi et Orbi
Mercoledì 26 dicembre ore 12 – Angelus da piazza San Pietro
Domenica 30 dicembre ore 12 – Angelus da piazza San Pietro
Lunedì 31 dicembre ore 17 – Primi Vespri, Te Deum di ringraziamento e visita al presepio
Martedì 1 gennaio ore 10 – Messa nella solennità di Maria Ss. Madre di Dio
ore 12 – Angelus da piazza San Pietro
Domenica 6 gennaio ore 10 – Messa dell’Epifania ore 12 – Angelus da piazza San Pietro
(fonte testo e foto TV2000 in blu)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Da Senior Italia FederAnziani la ricetta della longevità in 50 punti

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Quali sono i campanelli di allarme ai quali prestare attenzione per intercettare precocemente le principali patologie della terza età? Quali i grandi errori più comuni da evitare e quali gli screening a cui sottoporsi? A queste domande risponde il manifesto per la longevità in cinquanta punti che arriva da Senior Italia FederAnziani in collaborazione con le società scientifiche coinvolte nei lavori del VII Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, svoltosi a Rimini con l’obiettivo di fornire ai senior delle indicazioni chiare su come tutelare al meglio la propria salute, essere più consapevoli dei rischi e dei comportamenti da adottare.Parallelamente, nelle aree dedicate, gli oltre 6.000 visitatori hanno potuto sottoporsi a screening gratuiti di dermatologia, cardiologia, diabetologia, osteoporosi, oftalmologia. Tutti questi dati, integrati con quelli provenienti dagli screening che Senior Italia sta portando sul territorio nazionale, porteranno alla costituzione di un vero e proprio database per indagini “real life” sull’attuale stato di salute della popolazione senior.
Nell’ambito dei lavori congressuali, oltre 200 esperti tra esponenti delle società medico-scientifiche, della medicina generale, ambulatoriale, delle associazioni regionali di distretto, infermieri, farmacisti, professionisti dell’area sanitaria, riuniti in 17 dipartimenti tematici dedicati ad altrettante aree terapeutiche, hanno contribuito alla redazione di un Manifesto a misura di senior che contiene indicazioni di carattere generale e indicazioni specifiche su prevenzione e stili di vita legate alle singole aree, ovvero audiologia, dermatologia, diabetologia, fibrillazione atriale, fragilità ossea, incontinenza, ipertensione, oftalmologia, oncologia, patologie valvolari, parodontologia, psichiatria, respiratorio, reumatologia, urologia, tecnologie applicate alla salute.
Tali raccomandazioni hanno una forte ricaduta sullo stile di vita di tutti i giorni e sono volte a prevenire e modificare, laddove possibile, gli effetti più devastanti dell’invecchiamento. In particolare, tra le indicazioni più importanti, ricordiamo: misurare periodicamente la pressione arteriosa, aderire agli screening proposti e sottoporsi a visite di controllo, seguire scrupolosamente le terapie, in caso di mancanza di efficacia o di effetti collaterali non sospendere autonomamente la terapia ma rivolgersi al proprio medico curante, ma anche mantenere rapporti affettivi e sociali appaganti e fare attenzione ai diversi campanelli d’allarme che possono segnalare una patologia non diagnosticata. E ancora: astenersi dal fumo di sigaretta ad ogni età, seguire una equilibrata alimentazione, moderare l’introito di alcool evitando assolutamente i superalcolici, dedicarsi ad una sana attività sportiva, favorire un’esposizione protetta alla luce solare. Consigli riassumibili in un facile promemoria 0-1-5-30, ovvero 0 sigarette,1 bicchiere di vino al giorno, 5 portate di frutta, verdura ed ortaggi, 30 minuti di attività fisica. I lavori dei singoli dipartimenti hanno evidenziato tutti i segnali d’allarme cui prestare attenzione e che possono essere il preludio di patologie severe in grado di mettere in serio pericolo l’autosuffcienza e la vita. Per esempio l’aumento della sete, l’aumento della quantità di urina, aumento del senso di fame, disturbi della sfera sessuale, formicolii e perdite di sensibilità, che sono spesso sintomi di presentazione del diabete; la difficoltà ad ascoltare la televisione o il telefono, la necessità di far ripetere le parole, la difficoltà a partecipare ad una conversazione, fischi e ronzii possono rappresentare invece la spia di problemi uditivi; la presenza di crosticine che cadono e si riformano deve spingere a consultare il medico; l’affanno e il dolore toracico possono essere sintomo di una patologia cardiaca, mentre l’urgenza di urinare o defecare le piccole perdite durante gli sforzi, potrebbero essere sintomi di incontinenza; bisogna prestare attenzione anche allo stato di salute degli occhi, andando dal medico curante in caso di bruciore, prurito, lacrimazione, difficoltà ad aprire gli occhi al mattino; quando si parla di prevenzione in oncologia i sintomi da non sottovalutare sono perdite di sangue anomale, stitichezza o diarrea che non passano, insorgenza di anomalie della mammella, perdita di peso o stanchezza non volontarie, tosse persistente nel tempo; un malfuzionamento delle valvole cardiache invece può essere segnalato da stanchezza, fame d’aria, gambe gonfie, aumento ingiustificato del peso, palpitazioni/batticuore, insonnia, dolore toracico, svenimenti; anche il russare non va preso alla leggera dal momento che, insieme alla mancanza di fiato e alla tosse che si prolunga per oltre due settimane è una possibile spia di malattie respiratorie; tra i sintomi più difficili da comprendere e da raccontare, per l’anziano, ci sono quelli di ambito psichiatrico: in questo caso il vademecum invita a non vergognarsi e a parlare col medico, considerando come sintomi di patologie la perdita di piacere ed interesse per le attività della vita quotidiana, il ritiro sociale, la stanchezza immotivata, l’alterazione dell’appetito, la minore efficienza nell’affrontare le attività usuali, la difficoltà ad adattarsi alle novità. In sintesi, gli obiettivi di Senior Italia sono sensibilizzare la popolazione over 65 su alcuni aspetti relativi agli stili di vita e sull’importanza della loro correzione ad ogni età e poi dare la possibilità a tutti i senior di riconoscere i campanelli d’allarme delle più importanti patologie della terza età per potersi curare tempestivamente e vivere meglio e più a lungo.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il Natale a Siena” conquista grandi e piccini

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Siena. Prosegue il calendario di appuntamenti che fino al 6 gennaio offre magia e divertimento alla città. Le atmosfere del Natale vivono nella Fortezza Medicea le cui mura imponenti abbracciano lo stupefacente “Regno di Babbo Natale”: un intero villaggio incantato con tante casette che ospitano il trucco delle meraviglie, la ghiottoneria, la dolce bottega, il mondo dei balocchi, la fabbrica di Natale, e poi ancora la Regina dei ghiacci che incanta i bambini con i suoi racconti, la stalla delle renne, la posta degli elfi e infine la sala del trono di Babbo Natale, che accoglie i bambini sul grandioso trono.L’area dei Giardini della Lizza è “Il paese dei divertimenti” un parco giochi con giostre e attrazioni: qui una torre panoramica permette davvero di toccare il cielo di Siena con un dito mentre si pattina con la pista di ghiaccio.La Lizza ospita anche il Mercatino di Natale dove una selezione di prodotti d’eccellenza che permette di fare un vero e proprio giro d’Italia all’insegna del gusto e di scoprire artigianato artistico d’eccellenza.Infine, uno speciale trenino di Natale collega le vie del centro storico piene di luci e meravigliose vetrine al Regno di Babbo Natale.Grazie a Tiemme Spa una navetta gratuita collega il parcheggio della Stazione con Piazza del Sale. Il servizio sarà attivo dalle 14 alle 19 (partenza ogni 15 minuti) nei giorni del 22, 23, 24, 25 e 26 dicembre.“Il Natale a Siena”, è un evento voluto dal Comune di Siena in collaborazione con Confesercenti Siena, Confcommercio Siena e con il patrocinio dalla Regione Toscana. Realizzazione e organizzazione Gieffe Due e Claridea.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Malattie reumatologiche

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Dopo il grande successo dello scorso anno ritorna nella piazze italiane il progetto #Reumadays 2019. Saranno 11 le nuove città coinvolte nell’iniziativa che vuole sensibilizzare i cittadini sulle malattie reumatiche: Mantova, Ferrara, Roma, Milano, Bari, Catania, Cosenza, Genova, Torino, Trento e Napoli. In ogni tappa saranno installati info point, dove gli specialisti della Società Italiana di Reumatologia (SIR) incontreranno i cittadini. Sono previsti: speciali lezioni di salute, distribuzione di materiale informativo, consulti medici gratuiti e dimostrazioni pratiche di alcuni esami diagnostici. Il tutto sarà realizzato anche grazie all’aiuto delle associazioni dei pazienti. “Informazione e prevenzione sono due armi contro malattie serie ed invalidanti che colpiscono oltre cinque milioni di italiani – afferma il prof. Luigi Sinigaglia, Presidente Nazionale della SIR -. Le patologie reumatiche, nel nostro Paese, determinano un rischio invalidità per oltre 800mila persone, più di 600mila ricoveri ospedalieri ogni anno e costi sociali diretti e indiretti di circa 4 miliardi l’anno. Imparare a riconoscere i campanelli d’allarme risulta fondamentale perché prima riusciamo ad intervenire meglio è per la salute del paziente. Esistono alcuni segnali che contraddistinguono le diverse malattie come dolore e gonfiore alle articolazioni delle mani e dei piedi, rigidità articolare mattutina che interessa soprattutto le mani e può perdurare per qualche ora dopo il risveglio, stanchezza non altrimenti motivabile, presenza di una febbricola persistente, dolore lombare prevalentemente notturno e mattutino non correlato a sforzi. Altri sintomi d’allarme possono essere cefalea, particolare sensibilità della cute alla luce solare, impallidimento delle dita delle mani dopo esposizione al freddo, sensazione di occhio secco o bocca secca, frattura ossea che compare senza un trauma importante”. “Adesso grazie alla ricerca sappiamo che l’epigenetica e l’ambiente svolgono un ruolo importante nell’insorgenza delle malattie reumatologiche – spiega Guido Valesini, Vice Presidente SIR -. Al tempo stesso anche abitudini non sane come il fumo o il grave eccesso di peso sono dei fattori di rischio rilevanti. Dopo i 65 anni, circa un italiano su 10 è tabagista, e circa il 15% è obeso. Per questo, attraverso la nostra campagna, vogliamo riuscire a trasmettere ai cittadini l’importanza di seguire stili di vita sani”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma Fringe Festival 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Roma 7 – 27 gennaio 2019, h. 20.00 – 23.30 Mattatoio – La Pelanda, Piazza Orazio Giustiniani, 4 (Testaccio) 28 gennaio 2019 Teatro Vascello, Via Giacinto Carini, 78.
Ad andare in scena saranno, per la prima volta, 36 spettacoli mai presentati al pubblico romano e, per la maggior parte, prime nazionali assolute, selezionati dalla commissione artistica guidata da Fabio Galadini: 36 spettacoli provenienti da Italia, Inghilterra e Israele, tra commedia dell’arte e tradizione italiana, comicità, noir, drammi, teatro civile e commedie, per raccontare un paese e una società dalle tante e complesse sfaccettature, offrendone uno spaccato non solo teatrale ma anche sociale, politico e storico.
Dopo San Lorenzo, a ospitare la settima edizione e prima versione invernale del Roma Fringe Festival sarà uno dei quartieri nevralgici della città, Testaccio, negli spazi del Mattatoio – La Pelanda: un luogo funzionale alle diverse drammaturgie che si presta con duttilità e agevolezza agli spettacoli in concorso, che offriranno al pubblico idee e spunti originali, intelligenti e indipendenti.Pur confermando la sua mission di “lente di ingrandimento” della scena contemporanea italiana e non solo – per presentare al grande pubblico, critici e addetti ai lavori una vetrina di teatro indipendente unica nel suo genere, con 6 spettacoli differenti a sera alternati su 2 palchi – la settima edizione del Roma Fringe Festival si rinnova, proponendo solo ed esclusivamente spettacoli mai andati in scena a Roma, con una tassativa parola d’ordine: INDIPENDENZA.”Indipendente è una parola chiave di questa edizione” spiega il direttore artistico Fabio Galadini “perché da questo concetto abbiamo creato, grazie all’adesione di 14 teatri in tutta Italia, a partire dal prestigioso Teatro Vascello di Roma, un circuito che abbiamo chiamato Zona Indipendente. Una rete di 14 teatri che ospiteranno nella stagione 2019/2020 lo spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival 2019. Questo, insieme alla possibilità di partecipare a uno dei fringe mondiali, è un premio, che al di là di riconoscimenti o titoli rappresenta in concreto una seria opportunità per l’artista o la compagnia vincitrice di far conoscere il proprio lavoro”.Tra le tante novità c’è anche la giuria, composta da Manuela Kustermann, Flavia Mastrella, Antonio Rezza, Ulderico Pesce, Valentino Orfeo, Ferruccio Marotti, Giorgio de Finis e Pasquale Pesce. Oltre agli spettacoli, il Roma Fringe Festival 2019 conferma la sua visione inclusiva e in collaborazione con Il Seme Bianco – Controluna / Castelvecchi editore presenterà anche una vetrina sulla nuova editoria con una serie di presentazioni di libri e ospiti d’eccezione come Luca Zingaretti e molti altri.Il Roma Fringe Festival si svolgerà presso il Mattatoio – La Pelanda a Roma dal 7 al 27 gennaio 2019 e la finale è prevista il 28 gennaio al Teatro Vascello di Roma. http://www.romafringefestival.ithttp://www.mattatoioroma.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Generazione contro”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Roma Venerdì 28 e sabato 29 dicembre 2018 alle ore 20 va in scena al Teatro Studio Eleonora Duse via Vittoria 6 “Generazione contro”, scritto da Giovanni Maria Briganti e diretto da Jacopo Bezzi, interpretato da Debora Caprioglio, Alessandro Pala Griesche, Cecilia d’Amico e Marzia Pellegrino. Il testo è vincitore della menzione speciale al Premio di Produzione “Carmelo Rocca” 2018. Il Premio, indetto dall’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” con il contributo di SIAE – Società italiana degli Autori ed Editori, è intitolato a Carmelo Rocca, storico Direttore dello spettacolo dal vivo e del cinema del MIBACT, nonché Presidente e membro del Consiglio di Amministrazione dell’Accademia, istituzione che ha sempre sostenuto con particolare attenzione, promuovendo il debutto e l’immissione professionale delle giovani generazioni di attori, registi ed autori.
Isabella, una diciottenne, vive in un mondo di apparenze, una parete bianca su cui disegnare il futuro. La troviamo già in crisi, adolescente alla ricerca della figura materna, in conflitto con il padre, Paolo, un uomo che ha inseguito un ideale di libertà scontrandosi con drammi e difficoltà quotidiani. La ragazza trova in Anna, che è sempre stata la sua confidente, una donna dal cuore grande ma che ha fatto del cinismo l’arma per sopravvivere ad una vita davvero dura. Claudia – fidanzata di Isabella – è l’unica ad avere un’influenza positiva su di lei, ma l’amore a volte può avere un prezzo molto alto. Alcune immagini mancano a comporre il quadro di famiglia. Carta, cartone e fotografie – elementi ricorrenti in tutti gli album di ricordi – si trasformano nell’era digitale, nonostante l’immagine sembri essere tutto, svanendo e disperdendosi. Ingresso libero (fino ad esaurimento posti) con prenotazione obbligatoria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Lux mundi”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Spoleto. E’ il calendario di appuntamenti che mirano a far conoscere il Complesso Monumentale di Spoleto composto da Basilica Cattedrale, Museo Diocesano, Basilica di Sant’Eufemia e chiesa della Manna d’oro.”Ego sum lux mundi” (“Io sono la luce del mondo”) sono le parole impresse nel libro mostrato dal Cristo Pantocratore assiso in trono tra la Vergine e San Giovanni evangelista, raffigurato nel grande mosaico di Solsterno – datato 1207 – sulla facciata del Duomo di Spoleto. L’elegante prospetto, di chiara matrice bizantina, verrà illustrato nelle visite guidate di mercoledì 26 dicembre e giovedì 3 gennaio alle ore 16, in occasione delle quali sarà possibile ascendere al campanile e ammirare la chiesa della Manna d’oro.
Venerdì 28 dicembre alle ore 16 è in programma “Oggi è nato per voi un Salvatore – L’iconografia della Natività nel Duomo di Spoleto”: visita al ciclo pittorico delle “storie della Vergine” realizzato da Filippo Lippi nella seconda metà del Quattrocento.
Domenica 30 dicembre e sabato 5 gennaio, sempre alle ore 16, il calendario di appuntamenti si arricchisce con “Bagliori di luce”: visita tematica a “L’adorazione del Bambino” di Domenico Beccafumi, ad altre opere della collezione del Museo Diocesano e alla Basilica di Sant’Eufemia.
Venerdì 4 gennaio alle ore 16.30 verrà presentato il completamento dei restauri della chiesa della Manna d’oro, riaperta al pubblico dopo i lavori realizzati con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto. Alle ore 18 la Basilica di Sant’Eufemia ospiterà il concerto “Virgo lactans in humilitate”, con canti mariani, di Natale, di Hildegard von Bingen, del Ms. di Cividale e del Llibre Vermell: ensemble femminile “Cantus Anthimi” diretto dal maestro Livio Picotti.
A completamento del ricco programma, dal 22 dicembre al 14 gennaio, nell’orario di apertura del Museo Diocesano, nella Basilica di Sant’Eufemia si potrà ammirare la bellissima Madonna bianca di Francesco di Simone Ferrucci da Fiesole, tornata alla luce dopo il sisma grazie ad un importante restauro sostenuto dalla Cosp Tecno Service di Terni. Sabato 29 dicembre e domenica 6 gennaio alle ore 16 sarà possibile partecipare alla visita guidata che illustrerà le fasi del restauro e accompagnerà alla scoperta della chiesa della Madonna bianca di Ancarano, presentata in una ricca mostra fotografica.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5 motivi per cui la vendita a domicilio sarà di tendenza nel 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Comprare in salotto è l’esperienza d’acquisto che soddisfa le richieste dei consumatori contemporanei: consulenza personalizzata e possibilità di testare i prodotti, uniti alla comodità del servizio a domicilio. Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Anche in tempi di crescita dell’e-commerce vince chi punta sul fattore umano»Fare acquisti personalizzati, seguiti da un consulente esperto, con la possibilità di provare a casa con calma i prodotti e, magari, condividere il momento con amici e familiari, trasformando l’appuntamento di vendita in un piccolo evento. È l’essenza della vendita a domicilio, che si basa sul fattore umano: ponendosi da questo punto di vista come l’opposto degli acquisti online (eppure, è notizia recente che proprio Amazon manderà dei consulenti a casa di chi acquista prodotti hi-tech), la vendita a domicilio si rivela un modello apprezzato perché unisce la comodità, requisito ormai imprescindibile per il consumatore contemporaneo, con la sartorialità dell’esperienza d’acquisto, aspetto su cui l’e-commerce è carente.
«La vendita a domicilio è un modello vincente quando prodotti di alta qualità vengono presentati da professionisti competenti, capaci innanzitutto di ascoltare, orientare e consigliare»: osserva Ciro Sinatra, presidente di Univendita, associazione di categoria che riunisce le più importanti aziende della vendita a domicilio. Aziende che propongono i prodotti più vari (cosmetici, alimentari, beni durevoli e di consumo per la casa, elettrodomestici e viaggi), fatturano 1,66 miliardi di euro (+1,8% nel 2017 rispetto al 2016) e danno lavoro a 158mila persone, per il 37% millennial sotto i 35 anni.
Forte quindi di una base di venditori giovani, oltre che motivati e preparati, e di una proposta di prodotti di qualità che non si trovano in commercio attraverso altri canali, la vendita a domicilio è capace di offrire una customer experience unica nel suo genere, in linea con le aspettative del mercato. Secondo Univendita, sono cinque i motivi per cui la vendita a domicilio sarà di tendenza nel 2019.
Acquisti senza muoversi da casa – Una comodità che i consumatori apprezzano e ricercano sempre di più e che nella vendita diretta si realizza attraverso due modelli, il porta a porta e il party plan (vendita per appuntamento). «In entrambi c’è un’alta componente di servizio, con il venditore che si reca a casa del cliente in orari flessibili, anche la sera o nel weekend» spiega Sinatra.
Prodotti da toccare con mano – Un ambito in cui la vendita a domicilio non teme confronti: nessun altro metodo di vendita prevede la dimostrazione nell’ambiente domestico. «Poter testare i prodotti in situazioni reali è un vantaggio apprezzato, perché permette di essere sicuri di ciò che si acquista» sottolinea il presidente di Univendita.
Consulenza personalizzata e competente – Chi fa acquisti a domicilio allaccia un rapporto diretto con un venditore che sa dare consigli giusti e personalizzati per ogni cliente. «Ed è un rapporto che nella maggior parte dei casi poi continua nel tempo – spiega Sinatra –. Non a caso molte imprese associate Univendita sono aziende storiche, caratterizzate da una grande fedeltà della clientela».
Consegna a domicilio – È un aspetto al quale i consumatori sono ormai sempre più abituati, «Un servizio che viene apprezzato in particolare per i prodotti ingombranti come gli elettrodomestici o per i surgelati, dove c’è la garanzia della non interruzione della catena del freddo» fa notare Sinatra.
Assistenza post vendita puntuale ed efficace – Il cliente si interfaccia con l’azienda innanzitutto attraverso il venditore, che ha un nome e un volto, e non attraverso lo schermo di un computer, un call center o un robot, come succede nell’e-commerce. «Anche dopo la vendita, l’incaricato è sempre disponibile per fornire un supporto al cliente» conclude Sinatra.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinnovo del Contratto nazionale di lavoro per i dipendenti di aziende editrici e stampatrici di giornali quotidiani ed agenzie di stampa

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Il nuovo Contratto, che entrerà in vigore il 1 gennaio 2019, vede la luce a quasi dieci anni dall’ultimo rinnovo, apportando un profondo rinnovamento a molti istituti contrattuali, con l’obiettivo di rendere la regolamentazione dei rapporti di lavoro più adeguata a un settore in profonda trasformazione e più in linea con le esigenze delle aziende editoriali, come dichiarato dal Consigliere Incaricato per i problemi sindacali, Franco Capparelli.Particolare attenzione è stata posta sui temi della flessibilità nella prestazione di lavoro e nella creazione di nuove figure professionali adeguate alle nuove piattaforme multimediali. È stato concordato inoltre un protocollo sulle nuove assunzioni per incentivare nuovi ingressi nel mercato del lavoro.Per i lavoratori il rinnovo comporta un aumento di 90 euro di retribuzione, l’introduzione di una forma di assistenza sanitaria a carico delle aziende, oltre ad una una tantum di 300 euro che verrà erogata all’entrata in vigore del contratto.Il Presidente della Fieg Andrea Riffeser Monti ha espresso “profonda soddisfazione per la firma del contratto collettivo, che costituisce un’importante novità attesa da aziende e lavoratori, e che rappresenta anche la condizione per avviare con le OO.SS. un percorso di confronto sul futuro del settore, anche nella prospettiva di un contratto di filiera che comprenda editoria, grafica e carta”.

Posted in Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaccettabile rinvio assunzioni nella Pa

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

“Un segnale grave che ancora una volta penalizza la Pubblica amministrazione. Il governo ha costruito la sua propaganda proprio sulle assunzioni e ora fa marcia indietro. Non ci stiamo: pronti alla mobilitazione”. Queste le parole di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa in risposta a quanto affermato dal premier Giuseppe Conte nell’Aula del Senato, secondo il quale le assunzioni per le amministrazioni centrali saranno rinviate al 15 novembre 2019. “Il governo nel corso di questi mesi – affermano i sindacati – ha fatto molta propaganda sulle assunzioni nella pubblica amministrazione e ora, a dispetto di un ddl che ha voluto chiamare ‘concretezza’, fa un passo indietro negando se stesso. Dopo aver presentato, unitariamente, proposte per una Pa migliore, a partire dal varo di un piano straordinario di assunzioni, ora non staremo fermi: pronti alla mobilitazione”, concludono Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festività: maggiore attenzione sia ai soggetti a rischio ictus cerebrale sia ai pazienti già colpiti dalla patologia

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

I fattori di rischio per l’ictus cerebrale sono correlati principalmente a pressione alta, diabete, fibrillazione atriale, colesterolo aumentato, fumo di sigaretta, obesità con aumento della circonferenza addominale, valori e parametri che durante il Natale possono registrare un’alterazione.“Il periodo delle festività – sottolinea il Prof. Antonio Carolei, esperto nell’ambito delle malattie cerebrovascolari e membro della SIN, può comportare l’effettivo rischio di eccessi alimentari, non solo in termini del quantitativo di cibo ma anche della più facile disponibilità di alimenti generalmente proibiti per il contenuto elevato in carboidrati (zuccheri), grassi, sale, condimenti arricchiti da sostanze piccanti, oltre che per la disponibilità di bevande alcoliche. Nell’insieme, i pasti tra Natale e Capodanno si contraddistinguono per l’abbondanza, la non facile digeribilità e per l’interferenza di taluni dei cibi assunti con le terapie farmacologiche in atto, a volte potenziandone ed a volte riducendone gli effetti. Il maggior tempo trascorso intorno al tavolo da pranzo, inoltre, contribuisce alla sedentarietà e porta con sé anche il trascurare l’esercizio fisico”.Un recente studio scientifico inglese, pubblicato sul British Medical Journal, dimostra che ogni anno taluni individui possono registrare un piccolo aumento di peso causato per la maggior parte dalle vacanze come il Natale. Dai risultati emerge che il maggior peso acquisito durante le festività natalizie non viene successivamente smaltito.
La SIN raccomanda pertanto alcuni accorgimenti da seguire durante le festività: è indispensabile controllare la regolare assunzione delle terapie per la pressione, il diabete, i livelli elevati di colesterolo, la coagulazione del sangue nei soggetti con fibrillazione atriale cronica. Inoltre, è auspicabile prevenire il sovrappeso corporeo con un opportuno controllo della dieta e contrastare la sedentarietà con un livello di attività fisica ragionevolmente adeguato alle capacità motorie del soggetto: sarebbe opportuno alzarsi da tavola a fine pasto, muovere qualche passo per casa per favorire la digestione e, se le condizioni climatiche lo consentono, concedersi 20-30 minuti di cammino. Qualora invece le condizioni esterne siano proibitive, con temperature molto basse, bisogna evitare di uscire poiché il freddo esterno, per chi proviene da un ambiente riscaldato, può provocare un repentino aumento dei valori della pressione.Evitare il fumo, le bevande alcoliche e l’eccessivo ricorso al caffè completano il quadro delle raccomandazioni.Infine non bisogna dimenticare chi invece è allettato in conseguenza di postumi invalidanti accompagnati da problemi cognitivi, quindi soggetti impossibilitati a condividere con i propri cari le feste Natalizie. In questi casi bisogna prestare attenzione agli aspetti melanconici cercando di non fare mai mancare il sostegno con la propria presenza affiancata dall’aiuto spesso fornito da badanti o persone estranee al nucleo familiare.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Benessere lavorativo: i trend 2019 per migliorare la produttività

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Far stare bene le persone al lavoro sarà una priorità per le aziende nel 2019 e negli anni a venire. Sentirsi accettati, motivati e sicuri di sé sono le condizioni che permettono alle persone di esprimere tutto il proprio potenziale, di crescere assieme all’organizzazione di cui fanno parte. Per questo le strategie aziendali puntano a innovare in questo ambito, grazie agli sviluppi della tecnologia in materia di connettività, intelligenza artificiale e big data. «Le organizzazioni vincenti nei prossimi anni saranno quelle in grado di aumentare il benessere totale delle persone e quindi la loro capacità e volontà di dare un contributo straordinario alla propria azienda e alla società, in modo coerente con il proprio potenziale» spiega Giuseppe Geneletti, Head Smart Working di Methodos, società di consulenza specializzata nell’affiancare le imprese nei processi di change management organizzativo e culturale. «Per stare bene al lavoro le persone devono poter essere se stesse, sentirsi bene sul luogo di lavoro e sviluppare le proprie capacità – prosegue Geneletti –. È su queste tre macro-aree che si concentreranno nell’immediato futuro le maggiori innovazioni. Sviluppare una cultura del benessere e preparare le persone al futuro del lavoro saranno gli obiettivi prioritari».Per quanto riguarda il primo obiettivo, far sì che le persone in azienda si sentano se stesse, ci sono varie azioni che le organizzazioni possono mettere in campo: «Il primo passo è valorizzare la diversità con politiche attive e autentiche di inclusione – spiega Maria Vittoria Mazzarini, esperta di smart working di Methodos –. Fondamentale anche intraprendere programmi e iniziative che aumentino nelle persone la consapevolezza del proprio ruolo e valore per l’azienda. Infine, occorre sfruttare l’opportunità che oggi esiste, grazie all’introduzione del welfare aziendale e all’evoluzione dello smart working, di offrire ai dipendenti servizi e contratti personalizzati, in funzione delle loro specifiche esigenze di conciliazione tra lavoro e vita privata».Stare bene nel proprio posto di lavoro è un altro tema che si sta affermando sempre di più. «Non è necessario un grande investimento monetario o un restyling totale per creare un ottimo posto di lavoro. L’importante è agire sulla flessibilità» spiega Mazzarini. Come guida alla riprogettazione degli spazi di lavoro Methodos consiglia il libro The Elemental Workplace di Neil Usher (LID Publishing, 2018), che individua gli elementi per la creazione di un ufficio orientato al benessere delle persone: luce naturale, connettività, spazio sufficiente e suddiviso per gli scopi di lavoro (postazione primaria, spazio per concentrarsi, aree per incontri informali e formali), possibilità di controllare il microclima (illuminazione, riscaldamento, rumore), opportunità di ristoro, comfort, inclusività, servizi igienici eccellenti e spazi di archiviazione personali. «Si tratta di una varietà di elementi facilmente regolabili – sottolinea Mazzarini –, da valutare secondo un approccio basato sulla persona, come nel modello Employee Journey Experience di Methodos».Aiutare le persone a coltivare talenti e sviluppare competenze è il terzo fronte sul quale le imprese si impegnano sempre di più. «Negli anni a venire crescerà certamente il valore attribuito e atteso dalla formazione – spiega Giuseppe Geneletti –. Cominceranno a diffondersi gli strumenti di individuazione in tempo reale dei dipendenti con un basso engagement e quindi a rischio» prevede Methodos. Le imprese si orienteranno sempre di più a offrire percorsi formativi chiari e personalizzati, con un peso crescente delle soft skills. Le persone fruiranno dei corsi sempre più on-demand, in funzione del proprio profilo sia per contenuti, sia per le modalità di accesso e distribuzione. E questa formazione coinvolgerà non solo i dipendenti, ma anche i candidati più interessanti e le figure con contratti atipici, che non rientrano nel perimetro formale aziendale, ma aumentano sempre di più numericamente e costituiscono parte integrante del processo produttivo. «I contenuti saranno sempre più digitali – conclude Geneletti –, fruibili da smartphone e tablet, con maggiore utilizzo di modalità innovative come la gamification, la realtà virtuale e aumentata e i wearables»

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto di Santo Stefano

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Roma Basilica di Santa Maria in Ara Coeli alle ore 11, Scala dell’Arce Capitolina, 12 il compositore e musicista Luigi Cinque dirigerà il tradizionale Concerto di Santo Stefano.Nel corso di queste ventidue edizioni il Concerto di Santo Stefano è diventato una data significativa della Città sia per il chiaro valore degli artisti che via via ha proposto, che per la linea originale di intrattenimento e sperimentazione che esso persegue da molti anni.E i duemilacinquecento spettatori che in queste ultime edizioni hanno affollato la Chiesa sin dal primo mattino è l’evidenza più chiara del grande valore che questo evento rappresenta per Roma.Argomento di quest’anno saranno “i suoni del vento e delle corde”. Per la prima volta da centinaia di anni il meraviglioso organo a canne della Basilica – suonato per l’occasione dal celebre jazzista Riccardo Fassi, – sarà ascoltato insieme all’Ensemble di Zampogne arcaiche, sue dirette antenate, sapientemente miscelati ai suoni di ambientazione elettro acustici di Valerio Corzani.I musicisti proporranno una suite composta da brani di Monteverdi, Bach, Ligeti e Cinque, improvvisando tra le orme di una partitura contemporanea di stampo Cageano.
Una cantata colta e popolare che vedrà un’ambientazione in quadrifonia, con un risultato sonoro totalmente immersivo per lo spettatore, dove tutto lo spazio viene trasformato in una Piazza Sacra, come quando, un tempo, la Chiesa era anche il volto sacro della Piazza Popolare.Oltre all’Ensemble di Zampogne Arcaiche (formato da Alessandro Mazziotti, Gianluca Zammarelli, Barbara Rocchi, Mauro Bassano, Gigi Liberti), Riccardo Fassi (organo e tastiere) Valerio Corzani (basso e live electronics) l’Hypertext Improvvisation O’rchestra di Santo Stefano 2018 è composta da Federica Santoro (lira calabra), Erica Scherl (violino e viella), Nando Citarella, (voce), Francesco Loccisano (chitarra battente), Mario Rivera (basso acustico a sei corde) Stefano Saletti (oud e bozouki), Stefano Pogelli (ghironda), tutti diretti da Luigi Cinque (Clarinetti, sax soprano, tastiere e voce) Ingresso libero con prenotazione

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Alla ricerca di opportunità nella volatilità europea”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

A cura di Philip Dicken, Responsabile azionario Europa di Columbia Threadneedle Investments
Guardando indietro al 2018, quello che sta per volgere al termine è stato un anno di continua crescita per gli utili delle società europee, eppure la volatilità dei mercati ha raggiunto livelli straordinariamente elevati. Tale volatilità è stata il risultato delle tensioni politiche e del timore di un rallentamento della crescita globale.La volatilità ha subito una prima impennata a febbraio e una seconda ad ottobre 2018, quando gli investitori hanno reagito ai timori circa gli eventi macroeconomici. Le preoccupazioni più radicate e significative ruotavano intorno al tasso di crescita cinese, agli interminabili negoziati per la Brexit e alla controversa legge di bilancio italiana: tutte questioni che difficilmente scompariranno nel breve termine.Ma, piuttosto che farci distrarre dall’instabilità politica, preferiamo concentrarci sulle prospettive societarie. Volgendo lo sguardo al 2019, questa volatilità ha lasciato le valutazioni azionarie su livelli più convenienti, e anticipiamo una crescita degli utili pari in media al 5-10%. Allo stesso tempo, possiamo investire a prezzi inferiori in alcune società destinate a beneficiare delle dinamiche positive di lungo termine.C’è un notevole rumore di sottofondo nel mercato in questo momento ed è molto facile formulare scenari negativi, ma noi continuiamo a prevedere tassi di crescita positivi per l’economia e gli utili. Vi sono dunque buone opportunità per gli stock picker.
Prevediamo che nel 2019 continuerà la ripresa delle economie europee, benché a un ritmo inferiore. Permangono dei rischi di breve termine, passibili di tradursi in un rallentamento della crescita. La Germania, ad esempio, ha annunciato inaspettatamente un PIL negativo per il terzo trimestre 2018.Il rischio politico sembra destinato a perdurare per tutto l’anno, ma restiamo calmi e non ci lasciamo distogliere dai nostri intenti. Per quanto riguarda la Brexit, abbiamo formulato alcuni scenari possibili. L’incertezza, chiaramente, rimane. Il processo di uscita del Regno Unito dall’Unione europea è imprevedibile e in rapida evoluzione. Tuttavia, svolgendo un’approfondita analisi dei rischi, stiamo posizionando i nostri portafogli in maniera tale da riuscire a fronteggiare una serie di possibili scenari.L’UE è sotto attacco su più fronti da istanze populiste e fa fatica ad articolare con chiarezza i suoi valori. Tuttavia, il processo lungo e complicato in cui si è trasformata la Brexit potrebbe distogliere altre nazioni dall’incamminarsi lungo un simile sentiero e ha dimostrato che l’UE è in grado di mostrare i muscoli all’occorrenza.Il populismo non nasce dal nulla. La globalizzazione è stata generalmente positiva per tutto il mondo, strappando alla povertà milioni di persone, ma non ha funzionato per tutti. Alcuni elettori occidentali hanno visto le loro città industriali svuotarsi man mano che le acciaierie e le industrie pesanti venivano spostate in mercati emergenti a più basso costo. Questi elettori sono sempre più frustrati dall’incapacità dei loro governi di rispondere alle loro richieste e vanno in cerca di soluzioni più radicali. Sono cambi strutturali di paradigma che non possono svanire di qui a breve.Pur avendo messo in difficoltà alcune economie, la globalizzazione ha anche creato delle straordinarie opportunità, sia per la società sia per noi investitori. L’avvento delle nuove tecnologie condivisibili sta cambiando il modo in cui le persone fanno acquisti, lavorano e vivono. Non è mai stato così economico comprare vestiti o tecnologie, e non è mai stato così facile viaggiare per il mondo. Analogamente, i processi industriali vengono trasformati dai nuovi materiali o dalle nuove normative sul controllo delle emissioni.Nel settore finanziario, le banche tradizionali vengono minacciate dal potere rivoluzionario della tecnologia finanziaria. Ad esempio, grazie alla liberalizzazione delle norme pensionistiche britanniche, il mercato delle pensioni fai da te, che fino a pochi anni fa non esisteva neppure, registra una rapida espansione. Ciò crea diverse opportunità interessanti per gli investitori. La disponibilità di piattaforme pensionistiche sempre più flessibili e facili da usare aiuta a soddisfare la nuova domanda proveniente da risparmiatori e pensionati.Uno dei temi correlati all’interno del nostro portafoglio è quello dello “Stato minore”. Dinanzi all’invecchiamento demografico di tutte le popolazioni occidentali, i governi faticano a onorare i propri impegni sanitari e pensionistici. Le nuove tecnologie e i nuovi fornitori di servizi stanno creando efficienze, e le società in grado di colmare il divario lasciato da sistemi sanitari pubblici sempre più stremati rappresentano spesso delle opzioni d’investimento molto allettanti. Parimenti, cerchiamo di evitare le società i cui modelli di business sono interessati da problematiche di lungo termine create dall’evoluzione della società. Alcune delle vecchie regole semplicemente non si applicano più.Volgendo lo sguardo al 2019, ci sarà indubbiamente ulteriore volatilità nel breve termine, ma noi vogliamo concentrarci sui temi di lungo termine che vanno sviluppandosi. Il mercato tende ad essere alquanto efficiente, ma nelle fasi di instabilità e di volatilità spesso affiorano le inefficienze: noi vogliamo sfruttare questi episodi e impedire al rumore di breve termine di prevalere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KLM annuncia Family Updates su WhatsApp

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Da oggi, i passeggeri KLM che riceveranno la loro carta d’imbarco tramite WhatsApp, verranno invitati ad utilizzare, gratuitamente, il recente servizio Family Updates introdotto dalla compagnia. Questa importante novità consente di creare una chat di gruppo per tenere aggiornati amici e parenti sullo stato del volo: in questo modo, KLM soddisfa le esigenze e i desideri dei clienti rassicurando tutti gli interessati, tenendoli aggiornati in tempo reale.Obiettivo del servizio, semplificare le comunicazioni di viaggio dei passeggeri con la propria famiglia e gli amici, rendendo l’attesa più serena attraverso l’invio costante di aggiornamenti in tempo reale sullo stato del volo.KLM utilizza l’Intelligenza Artificiale per comprendere le domande che riceve tramite messaggio @KLM. Il profilo della compagnia non potrà leggere i messaggi che i membri del gruppo si scambiano e, dopo aver inviato la notifica relativa all’arrivo a destinazione del passeggero, abbandonerà il gruppo che resterà attivo per gli utenti in modo che i membri possano condividere foto e contenuti del viaggio.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tempi di pagamento delle imprese non più in calo, crescono i protesti in tutta la Penisola

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Torna a crescere il numero di società con almeno un assegno o una cambiale protestati e si arresta il trend virtuoso che vedeva in calo da ben 6 anni i tempi di pagamento delle imprese: secondo l’ultimo Osservatorio protesti e pagamenti di Cerved, primario operatore in Italia nell’analisi e nella gestione del rischio di credito, tra luglio e settembre sono state protestate 7656 imprese non individuali, il 7,5% in più rispetto al minimo storico dello stesso periodo del 2017 (-28,6% sul 2016).
L’aumento dei protesti ha riguardato tutta la Penisola, con la sola eccezione del Nord-Est, e in particolare i settori delle costruzioni (+12,9%) e dei servizi (+9%). L’industria nel suo complesso è invece in calo (-1,5%), se si eccettuano l’automotive (+28%), la meccanica (+8,1%) e la chimica (+14%).
Quanto ai pagamenti, i dati di Payline, il database di Cerved con informazioni su oltre 3 milioni di imprese italiane, indicano che per la prima volta dopo sei anni i tempi di pagamento, costantemente in calo, sono invece rimasti stabili nel terzo trimestre 2018. In media, infatti, le aziende italiane hanno pagato i fornitori in 71,7 giorni, cioè 13,1 in più rispetto alla scadenza, proprio come lo scorso anno.
I ritardi sono però cresciuti tra le PMI (da 10,9 a 11 giorni), tra le società che operano nei servizi (da 14,7 a 15 giorni) e nel Mezzogiorno (da 19,7 a 20,2 giorni). Di contro, è aumentato il numero delle società puntuali (dal 47,7% al 51%) ma anche quello dei casi di grave ritardo, cioè oltre i 60 giorni (dal 6% al 6,1%), che possono sfociare in mancati pagamenti o veri e propri default. A livello territoriale, si allargano i differenziali tra le aree più e meno virtuose: sempre in calo i tempi di pagamento nel Nord-Est, nel Nord-Ovest e nel Centro, mentre al Sud il miglioramento si è interrotto. I dati regionali confermano il quadro di una Penisola spaccata a metà, con una eccessiva presenza di aziende in ritardo grave in Sicilia (11,7%), Calabria (11,5%), Sardegna (9,1%), Campania (8,7%) e Puglia (8%). Viceversa, le regioni meno a rischio risultano Veneto (3,6%), Trentino Alto Adige (3,9%) e Lombardia (3,9%).
Calabria, Campania e Lazio (che con il suo +24,5% compromette la buona performance del resto del Centro) sono anche tra le regioni dove maggiormente aumentano i protesti, mentre calano in Sicilia, Sardegna e in tutto il Nord-Est con l’eccezione dell’Emilia Romagna. Non bene nemmeno il Nord Ovest (+11%), in particolare Liguria e Lombardia che crescono a due cifre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti rifugiati dall’Etiopia all’Italia grazie ai “corridoi universitari”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Bologna. “Corridoi universitari” tra l’Etiopia e l’Italia per dare la possibilità a studenti rifugiati di proseguire il loro percorso accademico all’Università di Bologna. È questo l’obiettivo del progetto UNI-CO-RE University Corridors for Refugees (Ethiopia-Unibo 2019-21), promosso dall’Alma Mater e UNHCR Italia – Agenzia ONU per i Rifugiati, e realizzato grazie al supporto di enti e istituzioni italiane e internazionali.Il progetto è rivolto a studenti che, fuggiti dal loro paese d’origine, si trovano ora in Etiopia e godono dello status di rifugiato. Nella fase pilota, attivata per i prossimi due anni accademici (2019/2020 e 2020/2021), saranno selezionati cinque studenti che hanno conseguito una laurea in Etiopia e intendono proseguire gli studi in Italia. Grazie ai corridoi universitari di UNI-CO-RE, gli studenti potranno ottenere borse di studio per frequentare un corso di laurea magistrale dell’Università di Bologna. Per loro sono previsti servizi di supporto amministrativo e logistico, e percorsi di integrazione nella vita universitaria locale.
Oltre al ruolo dell’Università di Bologna e di UNHCR Italia, l’attività di UNI-CO-RE sarà possibile grazie al supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ed al lavoro di un’ampia rete di partner: Arcidiocesi di Bologna, Caritas Italiana, ER.GO – Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell’Emilia-Romagna, Federmanager Bologna – Ravenna, Gandhi Charity, Manageritalia Emilia Romagna, Next Generation Italy.UNI-CO-RE si inserisce nell’ambito delle attività di Unibo for Refugees, l’iniziativa dell’Università di Bologna pensata per sviluppare forme di integrazione per gli studenti costretti a interrompere il proprio percorso formativo perché perseguitati o in fuga da zone di guerra.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VEM sistemi alla ricerca di talenti: 30 posizioni aperte

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

VEM sistemi, innovativo player nel settore ICT che offre servizi di integrazione delle tecnologie di networking basate su IP, è alla ricerca di talenti da inserire nelle proprie sedi: circa 30 posizioni aperte sono in attesa di candidati che possano entrare a far parte del Gruppo e seguire i percorsi di formazione e carriera che la società è in grado di offrire.Oltre 90 nuove assunzioni negli ultimi 24 mesi, 59 dipendenti inseriti da ottobre 2017 a ottobre 2018, sono solo alcuni dei numeri che testimoniano la crescita di VEM sistemi dal punto di vista delle risorse umane, non sempre facili da reperire. Infatti, come spiega Davide Stefanelli, Vice Presidente e direttore finanza , controllo & HR di VEM sistemi:” C’è molta difficoltà nel trovare figure specializzate, per questo siamo alla costante ricerca di nuovi talenti da formare e collaboriamo con Università e Istituti di formazione”. Stefanelli prosegue “L’età media dei nuovi assunti è 28 anni e cerchiamo soprattutto ingegneri informatici e delle telecomunicazioni, software developers, specialisti in big data e cloud, esperti in cyber security. Il nostro obiettivo è che i nuovi arrivati, così come i lavoratori attualmente in VEM, si sentano a tutti gli effetti parte di una squadra, non solo dei dipendenti”. A tal proposito VEM sistemi collabora e sostiene la Cyber Security Academy di Modena, FITSTIC – Fondazione Istituto Tecnico Superiore Tecnologie Industrie Creative, l’università IULM per DMBA – Executive Master Data Management & Business Analytics, per contribuire all’istruzione di menti eccellenti da inserire in organico, preparando in questo modo studenti al mondo del lavoro con concrete possibilità di assunzione.Passione, formazione, innovazione e continua ricerca di talenti sono le peculiarità del Gruppo VEM, come si evince dalla nuova serie video “La Passione fa curriculum” lanciata su Youtube nelle scorse settimane.Lavorare qui vuol dire entrare a far parte di un contesto in cui la formazione svolge un ruolo chiave: nel 2018 sono state 15000 le ore dedicate alla formazione e ogni anno 1,2 % del fatturato (che nel 2017 era corrispondente a 50 milioni di euro) viene investito in corsi di formazione, non solo per specializzazioni tecniche e certificazioni, ma anche verso lo sviluppo delle soft skills. In un’organizzazione infatti la cui anima è costituita da figure tecniche, 238 persone in tutto il gruppo, lo sviluppo delle capacità relazionali, di ascolto e di public speaking devono essere necessariamente imparate e sviluppate. Azienda illuminata e sinonimo di innovazione, VEM Sistemi è una realtà attenta al capitale umano, alla ricerca di talenti ed eccellenze da inserire nel proprio organico per offrire loro concrete possibilità di crescita. Obiettivo del Gruppo VEM infatti, che ha nel suo DNA lo sviluppo delle risorse umane e che pone i dipendenti al centro dell’azienda, è valorizzare le competenze individuali, generare costantemente opportunità di crescita e formazione che invitino il dipendente a rimanere in azienda ed evitando così la fuga di menti brillanti.Le figure ricercate sono per la sede di Forlì, dove la società è nata, e per quelle di Milano, Padova, Modena e Senigallia, ai quali si aggiunge Roma, con una filiale appena inaugurata. L’ambiente è giovane, informale e creativo, con un’età media di 37 anni dove la motivazione e il senso di appartenenza al Gruppo costituiscono elementi chiave. I nuovi video della campagna di recruiting sono disponibili sul canale Youtube VEM Sistemi: Un sottile filo rosso; Non esistono missioni impossibili; La passione o ce l’hai o….

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo accordo di Partnership tra Europcar e Scandinavian Airlines

Posted by fidest press agency su sabato, 22 dicembre 2018

Europcar – brand di Europcar Mobility Group e N ° 1 in Europa nel rent a car – ha lanciato una nuova partnership con Scandinavian Airlines, compagnia di bandiera di Norvegia, Svezia e Danimarca, ottava compagnia aerea in Europa nonché membro di Star Alliance, che collega più di 123 destinazioni in Europa, Stati Uniti e Asia.Ovunque viaggino, i passeggeri SAS potranno contare sulla qualità dei servizi Europcar grazie ad un vastissimo network di ufficio di noleggio in tutto il mondo.
Quando prenotano il volo, i passeggeri SAS possono accedere alla offerte Europcar e prenotare facilmente anche il proprio noleggio auto.Siham El Haïl, Head of International Partnerships, ha dichiarato: “Siamo lieti di collaborare con Scandinavian Airlines per offrire servizi di mobilità ai nostri comuni Clienti. Europcar e SAS condividono lo stesso approccio e la stesso orientamento al Cliente; siamo certi che la nostra capacità di accompagnare i passeggeri dal primo all’ultimo miglio del loro viaggio con un’offerta tailor made rappresenti un importante valore aggiunto”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »